Sei sulla pagina 1di 12

Équipes Notre Dame

MILANO
Giornalino di Settore
Anno 20 n° 2 - Giugno 2001

Le due bisacce
Ripercorrendo i tre anni del nostro servizio di responsa- La provvidenza aveva messo a nostra disposizione il
bili di settore ci è venuta in mente un'immagine: quella di un necessario. E questo non era certo frutto delle nostre
viandante che parte per un lungo viaggio con due bisacce. riserve, di quanto avevamo saputo accumulare in preceden-
Un bisaccia doveva servire per le provviste, l'altra per za, non era il nostro patrimonio. Era invece il dono gratuito
raccogliere lungo la strada ricordi, reperti, doni avuti o dello Spirito, datoci, come dice San Paolo, per permetterci
trovati durante il percorso di annunziarlo alle Genti.
Quando è arrivata la telefonata dei Casalone - "Ora tocca E lo Spirito è generoso, soffia prima che noi arriviamo, non
a voi, se ve la sentite" - nel dire "si" ci siamo muniti subito guarda in faccia a nessuno, non fa discriminazioni, e si serve
delle due bisacce, e le abbiamo pure scelte ben capienti. Il anche degli ultimi per la maggior gloria di Dio.
viaggio era lungo e le provvi- Dopo tre anni siamo alla fine
ste da un lato, e le cose da del viaggio: siamo partiti con
raccogliere dall'altro, sarebbe- le bisacce vuote, arriviamo
ro state molte. avendole ricolme. Grazie. Gra-
Durante l'estate abbiamo fat- zie al Signore che non ha guar-
to l'inventario delle cose da met- dato alle nostre povertà, gra-
tere fra le provviste: un po' di zie a tutti gli amici del movi-
preghiera, un pizzico di buona mento incontrati, grazie a tutti
volontà, un pugno di tempo da voi, carissimi équipiers del set-
sottrarre al riposo, un poco an- tore di Milano! Grazie perché
cora di capacità organizzative e ci avete, prima di tutto, amati.
di fantasia. Ed avendoci amati ci avete ap-
Ma tutta la mercanzia messa prezzati per il poco di bene che
insieme non arrivava a coprire abbiamo saputo fare ed accet-
il fondo della bisaccia: ci è sem- tato pur con tutte le lacune del
brato allora da un lato di non nostro operato.
essere particolarmente attrez- Il duomo di Monza: Casalone, Avesani e poi Galleno Torniamo "soldati semplici",
zati alla bisogna, dall'altro di dei monzesi non si può far a meno! ma con la voglia di "essere
essere partiti con programmi utili" al movimento tutte le
troppo ambiziosi. Ormai avevamo detto sì, e siamo partiti volte che ci sarà l'occasione: perché abbiamo constatato
con la speranza che lungo la strada avremmo poi forse che l'impegno aiuta a crescere.
trovato il necessario per il nostro viaggio. Auguriamo di cuore a Tullio e Maria Luce, alle coppie di
Ed ecco il miracolo: subito la due giorni di Frascati poi gli collegamento vecchie e nuove, di fare anche loro l'esperien-
incontri in Regione con le tante splendide amicizie, nate in za delle due bisacce. Vedrete: arriverete anche voi alla fine
un minuto e vive per l'eternità tipiche del nostro movimento, del servizio con entrambe le bisacce stracolme: stracolme di
la spinta ad agire che viene dalla presa di responsabilità! "amore".
Tutte cose che hanno gonfiato a dismisura la bisaccia Paolo e Lidia Avesani
destinata alla raccolta. P.S. Dopo tanti anni di impegno in politica, dove ogni
E la bisaccia delle provviste? Quasi per miracolo, tornati mossa è guardata con sospetto, dove ogni disponibilità è
alla vita di Settore, ogni volta che l'aprivamo di fronte alle esaminata alla luce del "cui prodest", dove ogni iniziativa
richieste di informazione, ai consigli da dare nelle situazioni trova ostacoli a non finire, sono stato gioiosamente stu-
difficili, alla preoccupazione per le "pecorelle" a noi affidate, pito del consenso e della stima di tutti voi in questi tre anni
trovavamo sempre quello che ci serviva: ed era molto, molto di servizio. Evidentemente la gratuità, che in politica è
di più di quello che avevamo messo noi all'inizio del nostro merce rara, nel nostro movimento è linfa vitale. Anche di
viaggio. questo sono particolarmente grato a tutti voi. Paolo
2 - Giugno 2001 Équipes Notre Dame - MILANO

SI SOFFOCA ...
L'eredità di Padre Caffarel riscoperta nei suoi scritti
"Si soffoca nelle vostre preghie- essa penetra sempre di più nelle inesauribili ricchezze di
re cristiane! E più sono cristiane, Cristo.
più l'aria è irrespirabile". Quante La sua allegrezza esplode in queste parole di S. Giovanni
volte ho sentito questo giudizio che ben esprimono il sentimento animatore di questi
da parte di increduli o di cristiani a cristiani: "Noi abbiamo riconosciuto l'amore che Dio ha per
metà. "A chi lo dite!" Mi guarda- noi e vi abbiamo creduto" (1 Giov. 41). Essi portano il peso
no, stupiti: credevano di scanda- dell'amore di Dio perché ogni amore è fatica prima di essere
lizzarmi. possesso. A poco a poco questo amore diviene la molla
"Però non dite: più sono cristia- di tutte le loro azioni, la loro ragione di vita.
ne... ". In realtà tante famiglie si "Chi ci separerà dall'amore di Cristo?" scriveva S. Paolo:
credono autenticamente cristiane, forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame,
mentre vivono un cristianesimo la nudità, il pericolo?... "Ma in tutte queste cose noi siamo
mutilato. Tutta la loro religione si più che vincitori, grazie a Colui che ci ha amati". (Rom. 8,
riduce alla pratica della virtù. Gli stessi sacramenti per loro 35-37)
non sono che mezzi per giungervi. Quanta energia impiega- La morale di questi cristiani - perché anch'essi hanno una
no per acquistare e difendere le loro virtù! Essi sono dei morale, ma non quella dei "malati", - è irradiazione della vita
sacrificati, perennemente dei sacrificati: ad ogni ora si può divina, dell'Amore che abita in essi. Essa è contenuta nel
bussare alla loro porta. Hanno continua la preoccupazione comandamento di Cristo: "Siate perfetti come è perfetto il
dell'" impegno " e della " testimonianza ". Padre vostro... Siate misericordiosi come il Padre vostro è
Ma al di sopra di tutto, bisogna pur dirlo, sono noiosi, misericordioso". S. Paolo la definisce con queste parole:
mortalmente noiosi. E se nessuno rifiuta loro l'ammirazione "Siate imitatori di Dio. Come figli molto amati!" (Ef. 1). Nelle
- d'altra parte c'è una certa grandezza in simili vite - nessuno famiglie di questi cristiani non correrete il rischio di
però si sogna di imitarli. soffocare. Essi non sono prigionieri di un moralismo o di
Dinanzi a loro, irresistibilmente, mi tornano in mente le un legalismo; sono liberi, liberi della libertà dei figli di Dio.
parole di Péguy: "La morale è stata inventata dai malati. E la Si respira in essi un'aria di grande apertura, la grande
vita cristiana è stata inventata da Gesù Cristo". apertura di Dio. Vi comunicano il desiderio di Dio.
E' vero. Se non si sta attenti, ogni vita religiosa subisce la
legge della diminuzione dell'energia. Ben presto della vita
cristiana si conserva solo la morale cristiana e la stessa
morale cristiana non tarda a degradarsi in una specie di
morale naturale che rende puritani austeri ed inflessibili. In Cambio della guardia:
questa atmosfera di moralismo letteralmente si soffoca.
Ma il cristianesimo non è innanzitutto una morale o il culto Tullio e Maria Luce
del dio Dovere, divinità senza volto; è una religione e non Con grandissima gioia annunciamo che i nostri
una qualunque religione, semplice servizio ad un dio lonta- successori saranno Tullio e Maria Luce Galleno.
no. Esso è una vita con Dio, anzi una comunità d'amore con Il loro nome è uscito dal cuore di tanto di noi, sia
lui. "Ecco, io sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la dell'équipe di settore, sia della base, come è risultato
mia voce e apre, io entrerò da lui, cenerò con lui ed egli con dall'indagine fatta in occasione della giornata di set-
me". (Apoc. 3, 20) tore dello scorso marzo. E loro hanno accettato, certo
La vita cristiana è ancora di più, è una comunione. Median- non a cuor leggero, ma dopo essersi interrogati, in
te la fede, una viva fede s'intende, il cristiano entra in coppia ed in équipe.
comunione col pensiero divino, partecipa, come dicono i Siamo contenti perché sono équipiers di "lungo
teologi, alla conoscenza che Dio ha di se stesso; e mediante corso", esperti, come si dice, ma sempre entusiasti.
la carità egli ama Dio col cuore stesso di Dio, è vitalmente Saranno per tutti una guida serena, pacata, riflessiva:
associato all'atto con il quale Dio si ama. Siamo dunque ben hanno davanti un compito gravoso con un settore in
lontani dal moralismo spartano o da quello piccolo-borghe- crescita (altre due équipe di giovani finiranno presto
se. Purtroppo siamo talmente abituati a queste formule il pilotaggio, altri pilotaggi sono già iniziati) e sparso
apprese dal catechismo che le grandi realtà in esse celate non su un grande territorio.
ci meravigliano più. Con loro iniziano il servizio di Coppia Referente
Vi sono però dei cristiani che prendono sul serio queste Culturale Cesare e Lucia Reverdito, della Milano 10,
realtà soprannaturali e ne vivono. La loro fede è passione di che sostituiscono Biagio e Marina Savarè.
conoscere Dio e i suoi pensieri; ed essi si sforzano di serbarla A loro ed alle coppie di collegamento "vecchie" e
in loro viva e operante con la meditazione della parola divina "nuove" il nostro augurio di buon lavoro.
e con una costante attenzione a ciò che Dio vuole dire Paolo e Lidia
attraverso gli avvenimenti quotidiani. Giovane, sollecita,
Équipes Notre Dame - MILANO Giugno 2001 - 3

FERMATE ILTEMPO In ascolto dell'uomo


SE CI RIUSCITE... sacramento di Dio
Alain e Anne-Laure Tridon, responsabili in Fran-
cia della Provincia Est, hanno pubblicato questo Prime impressioni e ricordi
editoriale nella lettera mensile francese.
Ancora una opportunità per fermarci un momento
della sessione primaverile
e chiederci ... (Ciampino 25/29 aprile 2001)

Ciao, Ciao. Scusami...NON HO TEMPO! Come per l'altra sessione nazionale cui abbiamo parteci-
Quanta gente! Non posso aspettare. NON HO TEMPO! pato (Napoli), ci siamo portati a casa il ricordo di cinque
Ti avrei aiutato ma....NON HO TEMPO! giorni vissuti in familiarità ed amicizia profonda. Pensiamo
Sarei stato volentieri unpò con te ma....NON HO TEMPO! che questa sia una caratteristica specifica della spiritualità
Leggere?..... Neanche da pensarci. NON HO TEMPO! END: l'immediata accoglienza reciproca e sincera gli uni per
Vorrei pregare ma...NON HO TEMPO! gli altri.
Ovviamente all'interno dell'equipe di formazione la cosa
Fuori, le persone corrono, è stata ancor più sentita ed evidente, i cinque incontri avuti,
le macchine corrono, ci hanno aiutato a concretizzare le relazioni ascoltate nel
la città corre. reciproco scambio d'esperienze.
Anche il posto, molto grande ed accogliente, con un
Tutti corriamo, per non perdere tempo, per guadagnare bellissimo spazio per i bambini, i baby sitter efficienti e le
tempo. giornate belle hanno contribuito a farci lavorare con una
Così gli uomini trascorrono la loro vita correndo dietro al serenità non comunemente ottenibile.
tempo. Per quanto riguarda il tema, dal titolo affascinante e forte,
è stato, a nostro avviso, trattato nel giorno centrale della
STOP! Fermiamoci..... sessione con un taglio differente al nostro modo usuale di
affrontare le tematiche. Le due riflessioni a carattere psico-
Fermiamoci e pensiamo a un tempo che si possa fermare. logico, per altro interessanti come contenuti, sono rimaste
Fermiamoci e pensiamo a un tempo in cui ci sia il tempo per poco calate nel vissuto concreto, dando spunti solo teorici
amarci, per esprimere questo amore, per construire il rappor- per il lavoro di coppia e d'equipes.
to con noi stessi, con i nostri cari, con le nostre famiglie, gli La prima relazione, della prof.ssa Sebastiani (teologa), c'è
amici, i vicini. rimasta molto nel cuore perché ci ha fatto posare lo sguardo
Fermiamoci e pensiamo a un tempo in cui ci sia il tempo da su aspetti della nostra vita di fede e di coppia (diventare
dedicare a Dio. sacramento), che oltre ad essere quotidiani sono proprio il
fondamento del cammino verso la Santità.
"Il tempo esiste per amare", canta Giannada. Anche le due relazioni finali di Vanda e Ottavio e di padre
E se diventasse il nostro slogan per questo nuovo millennio Epis hanno ci hanno dato spunti originali: l'una come
appena iniziato? ricordo del proprio cammino di coppia come sacramento e
Impariamo a riempire il tempo con calma, con tranquillità. l'altra con una riflessione profonda e che abbracciava un po'
Impariamo a scegliere che cosa vogliamo farne del tempo tutto quello che era emerso nei precedenti giorni di lavoro.
che Dio ci dà. Conclusione: quando si saprà la data della prossima
Osiamo fare, di questo inizio di millennio, un tempo di grazia sessione???
in cui raccogliamo i frutti del Grande Giubileo appena Un abbraccio
terminato e del nostro raduno di Santiago. Paolo e Antonella Roveda
Equipe Pavia 2
Quest'anno siamo tutti invitati a fare uno sforzo particolare
nel campo della preghiera.
Immergiamoci in Colui che è l'eternità, in Colui che è all'ori-
gine di ogni Amore... Ricordiamo a tutti gli Equipiers che il nostro
giornalino nasce da contributi spontanei, che gli
Così sapremo abitare il tempo che ci dà. articoli vengono impaginati in modo artigianale e
Così saremo pienamente persone, coppia, saremo piena- che l’ordine in cui essi compaiono è solo casuale.
mente coppie cristiane, Ricordiamo invece che solo gli articoli firmati
saremo pienamante coppie disponibili per la Chiesa e per il “Equipe di Settore” esprimono la posizione del
mondo. Settore: tutti gli altri sono proposte che possono
essere oggetto di riflessione e confronto, nel rispetto
Santo e Felice 2001! di un fraterno pluralismo
Paolo e Lidia Avesani
4 - Giugno 2001 Équipes Notre Dame - MILANO

SULLA TUA PAROLA GETTERO' LE RETI


Una serata spesa bene per tutti: l'incontro di équipes miste
E' davvero difficile riassumere in poco spazio la ricchez- sioni per fare qualcosa insieme al proprio coniuge;
za spirituale che è emersa da questi incontri. Ci rendiamo e) in ospedale, per don Sandro una continua occasione
conto in questi momenti di quanto abbiamo bisogno gli uni per mettere a frutto la sua esperienza di consigliere spiritua-
degli altri e di quanto ci aiutiamo anche quando, come in le END e per testimoniare attraverso la semplice vicinanza
questo caso, capita di trovarsi con persone che non si e l'ascolto, già di per sé elementi di evangelizzazione;
conoscono per niente o solo molto superficialmente. f) verso le coppie in crisi e/o separate;
E' davvero un'occasione da non perdere quella di far g) come "oggetto di missione", ovvero imparando a
parte di una équipe mista. Tra l'altro dà la possibilità di chiedere e accettare l'aiuto di altri.
partecipare anche a quelle persone che, per motivi familiari Ognuno di noi, a secondo della situazione, si è trovato
o altro, per un certo periodo non riescono ad essere a rendere testimonianza del messaggio evangelico con la
presenti alle giornate di settore e sentono che nel cammino propria vita cristiana, le proprie scelte, spesso non confor-
in équipe un momento importante viene a mancare senza mi allo "spirito del mondo", traendo forza e unione anche
un confronto allargato ad altre coppie. e soprattutto nelle difficoltà attraverso la preghiera. Giorno
Mettere in comune la nostra vita, le nostre esperienze, dopo giorno, anno dopo anno, ogni coppia infatti "ha
le nostre povertà e le nostre ricchezze ci fa sentire grati al scoperto", a volte con stupore, di essere chiamata a fare
Padre per averci fatto incontrare, per averci fatto capire cose che non sono state progettate, ma che tuttavia hanno
qualcosa in più di noi attraverso l'esperienza di un altro, per arricchito ed aiutato nel proprio cammino di fede e santità.
averci creati così diversi e irripetibili ma anche così simili Tutti dunque ci siamo sentiti chiamati in questo cammino
nelle nostre reazioni e debolezze. Quella sera, probabil- di testimonianza (testimoni anziché maestri), per caricare la
mente, siamo tornati a casa tutti con un profondo senti- realtà di valori cristiani. Riferendosi alla Lumen Gentium, è
mento di riconoscenza verso il Movimento, che prevede stato detto che bisogna essere missionari prima all'interno
per noi queste opportunità di sentirci fratelli e sorelle con della propria famiglia. Essere cioè attenti alle esigenze non
altre coppie, e soprattutto di gratitudine verso il Padre che solo materiali ma anche spirituali del coniuge, dei figli, degli
ci ama così come siamo e, così come siamo, ci chiama per anziani di famiglia. Non caricarsi inutilmente di troppi
essere suoi discepoli e lavorare con Lui per il Regno. impegni al di fuori di questo ambito, impegni che poi
Sono state scritte molte cose importanti nelle relazioni risultano gravosi e non sempre si è in grado di svolgere
di quella serata: abbiamo cercato di individuarne alcune. serenamente. L'esperienza in équipe non ha aggiunto va-
L'impegno missionario, caratteristica di ogni cristiano, lori nuovi alle coppie che già si professavano cristiane, ma
era già presente nei singoli prima di sposarsi, con esperien- proponendo un metodo e stimolando una regola di vita dà
ze significative in diversi ambiti: per alcuni l'impegno l'opportunità di mettere in pratica l'ideale missionario.
personale si concentrava su attività di oratorio o vari altri "Sulla Tua parola getterò le reti" : ogni coppia impara a
gruppi cattolici (scout, Azione Cattolica, Neo-catecumenali, individuare la Sua chiamata a "praticare una fattiva ospi-
attività missionarie ecc.). Con il matrimonio, questo ideale talità e a promuovere la giustizia e le opere buone al servizio
si è trasformato in un progetto di coppia ed ha assunto una di tutti i fratelli che si trovano in necessità" (Apostolicam
luce nuova. Molti hanno sottolineato come, inizialmente, Actuositatem) e la presenza delle altre coppie, del consi-
la vita a due era vissuta con l'entusiasmo del "fare per gli gliere spirituale e soprattutto del Signore in mezzo a loro,
altri". Poi gli impegni di lavoro sempre più pressanti el'arrivo è di aiuto per discernere i tempi ed i modi, così diversi per
dei figli hanno portato un certo raffreddamento ed aridità ognuno, con cui rispondere a questa chiamata: "Prendi il
e, nel tempo, hanno modificato il modo di vivere la largo!".
"missionarietà". E' stato bello vedere come dietro tutti gli impegni presi
Ora la missione è principalmente vissuta in quanto come coppia, come genitori, di figli naturali o adottivi, e
testimonianza: all'interno della parrocchia, verso le missioni, o semplice-
a) come sposi che si vogliono bene e che vivono un mente verso chi ci sta vicino, si veda un affidamento nel
matrimonio non senza difficoltà ma con la certezza che il Signore, che genera serenità, e la certezza che Lui non ci
Signore, vivo e presente in mezzo a loro, può dare la forza darà impegni superiori alle nostre forze. La coppia non può
di superare i momenti difficili ed essere fonte di novità nel infatti sostenere tutto da sola: ha bisogno di reti di soste-
rapporto; gno ed in particolare della preghiera personale, di coppia
a) come genitori nei confronti dei figli (qualunque sia la e comunitaria. E' anche grazie alla preghiera che viene il
loro età…), da capire come "entità" autonome, ma da coraggio di rispondere alle varie situazioni; non a caso, sia
accompagnare nei vari momenti della loro vita, anche e il Papa nella "Novo millennio ineunte" che il nostro Arci-
soprattutto nella fatica, elemento indispensabile per una vescovo richiamano l'importanza della vita contemplativa,
crescita spirituale; come premessa per un impegno concreto e totale nella
b) verso le altre famiglie (es. compagni di classe dei logica della carità cristiana.
propri figli, amici, vicini ) spesso non credenti, che ci Possiamo infine fare memoria dell'invito che ci viene
guardano e si interrogano su ciò che ci sostiene e ci dà fatto al termine di ogni celebrazione eucaristica : "Andate
forza; in pace. Nel nome di Cristo", frase in cui è condensato
c) sul posto di lavoro, l'invito stesso di Cristo alla missione.
d) in oratorio (catechismo, corso fidanzati, attività va- Biagio e Marina Savarè
rie), dove oggi la difficoltà maggiore sta nel trovare occa-
Équipes Notre Dame - MILANO Giugno 2001 - 5

3 giugno 2001: una giornata in missione.


Gli équipiers di Pavia anche quest'anno hanno saputo organizzare una bella Giornata di Settore
Un grazie particolare a Paolo e Lidia che lasciano il loro servizio

Si sta imponendo una tradizione: svolgere la giornata di La giornata è stata di tempo incerto e questo non ci ha
settore di primavera a Pavia, ogni due anni. L'istituto delle permesso di pranzare all'aperto sul bel prato di cui è circon-
Suore del "Dosso verde" è sempre accogliente per gli amici dato l'istituto delle suore che ci ospitavano; ma è stato
che vengono da fuori. La distanza che separa Pavia dalle ugualmente bello vedere tutti spostare tavoli e sedie per
località di partenza non è eccessiva. Il relatore, don Giulio poter insieme consumare il pranzo al sacco, al coperto.
Girardello, proveniente appositamente da Verona. Il tema La famiglia Tavaroli ha approntato un picnic sul pavimen-
della giornata di to perché non
rilievo: "Un movi- c'erano più tavo-
mento in missio- li. Ma quando i
ne". E poi, un'al- Brambilla hanno
tra chiamata di finalmente trova-
nostro Signore to un tavolo, i
Gesù Cristo. piccoli Tavaroli,
Non potevamo e specialmente
non esserci. Ab- Pietro il più pic-
biamo affrontato colo di 2 anni,
il viaggio di ritor- non volevano
no dalla Puglia la più spostarsi
notte precedente perché trovava-
(eravamo lì per il no bello quel pic-
matrimonio di no- nic improvvisa-
stro nipote). to.
Paolo e Lidia Dopo pranzo, il
Avesani, emozio- tempo si è messo
nati anche per la decisamente al
poesia letta in dia- bello e i bimbi
letto di Verona, Pinacoteca Ambrosiana Giovanni Migliara - La Cerotsa di Pavia sono tornati a
hanno presentato giocare all'aper-
il relatore don Giulio, che era nella loro Parrocchia di Verona, to. Anche i papà hanno giocato con loro a pallone, faticando
quando la frequentavano, molto giovani e non ancora non poco per decidersi a tornare nelle salette dove si
sposati. stavano riunendo le équipes di formazione.
Don Giulio, già missionario, specialmente in America Dopo la S. Messa, i Savarè hanno rivolto a Paolo e Lidia
Latina, attualmente si occupa di missionarietà, all'interno Avesani, ormai alla fine del loro mandato "missionario" di
della diocesi di Verona. Egli ci ha spiegato che essere responsabili di settore, un pensiero di ringraziamento per
missionari vuol dire "fare i discepoli" di Cristo. Ma prima di quanto fatto e per quanto potranno ancora fare per il
poterli fare, bisogna essere discepoli di Cristo. Per essere movimento e, conoscendo ciò che a Paolo riesce meglio
discepoli, bisogna innamorarsi di Cristo, il solo maestro, e fare, quando ci sono delle persone attorno ad un banchetto,
seguire il suo insegnamento. l'Équipe di settore ha voluto offrire loro dell'olio, portato
Sì perché, se ci si innamora di Cristo, si diventa suoi appositamente dalla Puglia, sapendo di fare cosa gradita.
discepoli! Il dono è stato accompagnato da una pergamena sulla
Naturalmente, fare discepoli, non è in nostro potere. E' lo quale alcuni Equipiers hanno composto, in modo estempo-
Spirito Santo che opera, dove, come e nel modo che non raneo, dei versi, cercando di "fare il verso" ad Avesani
comprendiamo. A noi tocca solo fidarci e cercare di capire, poeta, che ha in seguito commentato: - Cosa potevo aspet-
nella situazione in cui ci troviamo (sul lavoro, in famiglia, in tarmi - ?!.
Parrocchia, in Équipe, ecc . . .), cosa il Signore si aspetta da Gli rispondiamo noi ora, dicendo: - Pensiamo che tu
noi. potessi aspettarti di meglio e di più per quanto hai fatto,
Per capirlo, bisogna essere in ascolto della sua Parola. Da insieme con Lidia; ma il nostro è stato un modo semplice,
questo, la necessità di uno studio approfondito della "Pa- scherzoso e fraterno per dirvi "grazie !", per tutto e anche
rola" che le Équipes dovrebbero fare. per questa giornata -.
Alla relazione, che ha entusiasmato noi tutti, anche Michele e Dina Dicorato
perché dalle parole di Don Giulio traspariva la sua fiducia Pavia 2
nella presenza costante dello Spirito Santo, dovunque e in
chiunque, è seguito un momento di ulteriore riflessione su P.S. Ho anche ricordato, per onor di cronaca, che l'olio
domande poste da alcuni Equipiers. si da pure ai moribondi... Paolo
6 - Giugno 2001 Équipes Notre Dame - MILANO

Il CAMMINO PER
SANTIAGO DE CAMPOSTELA
"Perché vai a San- capace a quasi settant'anni di camminare, senza sosta,
tiago de Camposte- giorno dopo giorno, e spesso per oltre trenta chilometri al
la?" mi domanda giorno, nella pioggia e talvolta con il vento contrario?
una signora preci- Sarei stato capace di vivere per quasi un mese con il
sandomi che lei non contenuto solo del mio zaino, dieci chili scarsi?
proviene dalla Ger- E la traversata dei Pirenei, partendo dalla pianura france-
mania ma dalla Ger- se superando i 1500 metri di quota ridiscendendo sul
mania dell'Est e vo- versante spagnolo in un giorno solo? (In questo ho avuto
lendo indicarmi con fortuna. La giornata era splendida. Ma il giorno prima c'era
questo un suo sen- stata una bufera di neve. Il giorno seguente, sono venuto
so di povertà. a sapere che le montagne erano avvolte nella nebbia...)
Vengo a sapere E i muscoli delle gambe? E, soprattutto i piedi? A questo
che è separata da proposito, sarò sempre riconoscente ad una infermiera
suo marito ed è australiana, incontrata durante "Il Cammino", che me li ha
madre di due figli. medicati in due occasioni.
L'ultimo, compiu- "Tieni duro per i primi quattro giorni" ha ripetuto un '
ti i diciott'anni, ha amica, pratica del Cammino. Così, giorno dopo giorno,
lasciato la casa per cercare altrove un lavoro. Lei, sui ritmando la preghiera sui passi, e pregando a volte con i
quarantacinque anni, sola, cercava un senso alla sua vita piedi, ho continuato, portando nello zaino non solo i dieci
che le sembrava ormai vuota. chili ma le intenzioni di tanti: parenti, amici, conoscenti,
"Perché vai a Santiago de Campostela?" mi domanda un preti e missionari, laici, ammalati nel corpo e stanchi nello
belga. La medicina il Talidomide su di lui ha lasciato un spirito, piccoli e grandi.
segno. Ha la mano destra che sembra il piede di un neonato. Non sapevo che si potesse pregare tutto il giorno e
Vengo a sapere che va a Santiago de Campostela imploran- provarne gioia. La natura aiutava, la solitudine pure. Attra-
do un aiuto non per lui ma per suo fratello. Un fratello che versare città medievali, segnate dall'arte, percorrere il sen-
è pure handicappato ma mentalmente. tiero solcato da milioni di pellegrini che hanno lasciato
"Perché vai a Santiago de Campostela?" mi chiede un segni nelle pietre, simboli un po' dappertutto: secoli di
uomo. Ha iniziato il suo cammino in Olanda tre mesi or sono. storia, secoli di fede vissuta erano passati da quel sentiero.
Coltivava campi di meli e di peri. Due anni consecutivi di Tutto questo aiutava.
cattivo raccolto lo hanno mandato in fallimento. Cammina- E finalmente, dopo venti nove giorni, sono arrivato a
va meditando sul suo avvenire e quello della sua famiglia. Santiago de Campostela.
Perché vai alla tomba dell'Apostolo di Gesù? Perché fai Non posso descrivere la commozione e la gioia dell'arri-
800 chilometri a piedi fino a Santiago de Campostela? vo. E' una cosa troppo intima per poter essere descritta.
Perché? Tento una risposta. Certamente Il Cammino de Santiago resterà uno dei mo-
Erano diversi anni che desideravo effettuare un pellegri- menti più alti della mia vita.
naggio nel senso storico della parola. Non un pellegrinag- Un aspetto importante per me di questo pellegrinaggio
gio seduto comodamente sulla poltrona di un autobus da è stato l'affido. Innanzi tutto al Signore.
gran turismo, né piombare in un luogo santo con un volo Poi l'ignoranza del clima, della lingua, della mia resa fisica,
aereo. Ma un pellegrinaggio che richiedesse un impegno, dell'adattamento alle varie circostanze... Quante incognite.
che costasse una certa fatica e, a volte, determinazione. Qualche parola va detta sugli altri pellegrini incontrati
Il Cammino di Santiago de Campostela con il suo intrec- lungo il percorso.
cio di storia, di tradizione e di cultura europea cominciava Normalmente si camminava da soli sia perché i pellegrini
circa vent'anni fa ad attirarmi. in questo periodo dell'anno (aprile) erano pochi (cinque o
Un desiderio che si è formato un po' come le nuvole che, sei al giorno), perché ciascuno camminava col suo passo
in alta montagna, si sviluppano da niente. dovuto al peso diverso dello zaino, alla condizione fisica,
Senz'altro un incoraggiamento mi è venuto da un amico all'età e in particolare alla condizione dei piedi. Molto
belga che ha effettuato "Il Cammino" partendo dal suo spesso il camminare da solo era un desiderio espresso. Ma
paese. Un altro, da una breve permanenza in Santiago de ci sono stati dei momenti forti di apertura e di confidenze,
Campostela l'anno scorso in occasione dell' incontro mon- soprattutto alla sera, quando ci trovavamo riuniti in rifugio.
diale delle Equipes Notre Dame. Mi resteranno sempre i ricordi di queste aperture,
Ma torniamo alla domanda di cui sopra. Cosa è stato per franche e sincere: altre persone in preghiera, altre persone
me questo pellegrinaggio? in ricerca a volte non necessariamente di fede ma di un
E' stato essenzialmente un periodo di preghiera e di senso alla loro vita, di un'identità personale. Anche questi
ringraziamento: ringraziamento per tutte le grazie che ho scambi fanno parte de " Il Cammino per Santiago de
ricevuto nei quarant'anni di matrimonio, soprattutto trami- Campostela."
te mia moglie. Andrea Luquer
Devo dire che avevo forti dubbi alla partenza. Sarei stato Milano 8
Équipes Notre Dame - MILANO Giugno 2001 - 7

GENITORI SI NASCE
MA ANCHE... SI DIVENTA!
Qualche anno fa Biagio ed io siamo stati invitati da una sviluppo della persona in tutti i suoi aspetti. Dell'equipe
coppia di amici, che fanno parte del movimento dei fanno parte vari professionisti esperti interni del movimen-
Focolarini, a partecipare a un paio di incontri tenuti da to, medici, psicologi, assistenti sociali, giuristi, che si
validi psicologi, che si tenevano al PIME ed erano rivolti sforzano di mettere alla base del loro operato non tanto
a genitori di bambini della fascia 0-3 anni. Siccome questi l'idea più giusta, o la teoria psicologica più appropriata, ma
incontri sono stati molto interessanti, abbiamo pensato di l'intervento frutto della comunione reciproca. L'obiettivo
proporli anche ai genitori della scuola materna di nostra fondamentale è quelle di rispondere ai bisogni di formazio-
figlia. Non è stato difficile ricontattare le persone, che si ne e promozione della persona mediante interventi di
sono dimostrate subito disponibili, ed abbiamo così orga- natura educativa, formativa e psicologica. A ciascuna
nizzato tre serate per le mamme e i papà dei bambini attività corrisponde un gruppo di esperti che elabora
dell'asilo. Anche in questo caso gli incontri sono stati progetti e realizza interventi che derivano dalla condivisione
molto apprezzati perché i genitori si sono trovati davanti a di esperienze e saperi professionali.
persone competenti, ma anche disponibili all'ascolto, equi- Le attività principali sono:
librate e profonde. - Corsi d'educazione all'affettività e alla sessualità,
Quest'anno con un gruppo di coppie di amici (cinque rivolti ai ragazzi delle scuole medie inferiori e al biennio
coppie con figli compresi nella fascia di età 5-10 anni) delle superiori. I corsi si propongono di fornire ai giovani
abbiamo nuovamente chiesto di poter organizzare un pic- un'adeguata formazione che li aiuti a elaborare serenamen-
colo "corso". Ci sono stati proposti 5 incontri, con cadenza te le sollecitazioni sessuali sia a livello di pensiero sia
quindicinale, durante i quali le coppie ( i genitori erano d'azione,: (riscoprendo insieme al piacere la gioia che la
caldamente invitati ad essere sempre presenti entrambi) sessualità può dare.)
venivano sempre direttamente coinvolte. I temi affrontati - Corsi di formazione per genitori - rivolti sia a genitori
sono stati: l'autonomia, l'autostima, la comunicazione, con bambini piccoli 0-10 ami sia a genitori con figli
l'ascolto, la relazione educativa. adolescenti. Gli argomenti affrontanti riguardano: la co-
Non si tratta di "lezioni" durante le quali si imparano struzione della famiglia, lo sviluppo psicologico in età
improbabili tecniche per "farsi ubbidire" o "soluzioni" per evolutiva e adolescenziale, i ruoli materni e paterni, i mass
diventare in breve tempo dei genitori quasi perfetti. Si tratta media ecc. Gli incontri sono un momento formativo e di
piuttosto di occasioni per riflettere in coppia sul proprio scambio di riflessioni volti ad aiutare chi desidera appro-
ruolo di genitori, in una certa fase della crescita dei propri fondire il proprio ruolo educativo.
figli, e per aiutarsi a individuare le priorità, gli strumenti e - Consulenza sociale sull'affido e l'adozione - Offre alle
le modalità da mettere in atto. famiglie e alle persone interessate oltre ad un'accurata
Vista l'esperienza positiva, abbiamo pensato di chiedere informazione legislativa, un'occasione di riflessione per
all'ESP un breve presentazione per chi volesse come noi concretizzare una scelta di solidarietà e accoglienza e nel
approfondire i temi dell'educazione o altro, con amici o nella caso dell'adozione accompagna la coppia nel rapporto con
scuola, e non sapesse a chi rivolgersi. il tribunale dei Minorenni e i servizi sociali.
Presentazione dell'ESP = Equipe di Servizio alla Persona - Incontri di formazione di volontariato e per operatori
Il desiderio di vivere sempre più con coerenza e traspa- dell'ambito socio-educativo - questo progetto intende
renza la vita cristiana sta alla base dell'equipe di servizio alla offrire un'occasione di riflessione sulle motivazioni che
persona. Le esperienze di alcune famiglie e professionisti spingono ad un'attività di volontariato in vista di un
che operano nel mondo della famiglia mediante corsi per impegno concreto e maturo, anche attraverso la conoscen-
fidanzati, conversazioni e colloqui con coppie o genitori, za delle leggi sul volontariato, sulle caratteristiche e com-
ha evidenziato un certo tipo di "povertà"o bisogno cultu- piti di questa attività.
rale, dovuto al fatto che i problemi della vita, diventano a - Consulenza sociale, psicologica e legale - E' di pros-
volte di difficile soluzione . Durante l'arco della vita si sima apertura uno sportello di consulenza che vuole essere
verificano a volte situazioni particolarmente delicate che se una risposta rapida e concreta alle più diverse difficoltà e
supportate da consigli e orientamenti possono essere disagi che vivono oggi la singola persona, la coppia e la
affrontate favorendo così il dialogo e l'apertura. E' impor- famiglia. E' uno spazio in cui è possibile ricevere delle
tante prevenire situazioni di degrado sociale e culturale informazioni, ma in cui è anche possibile poter riflettere ed
mediante interventi formativi tesi a sviluppare una cultura insegnare alle persone ad essere esse stesse soggetti di
della solidarietà, dell'equilibrio e dell'altruismo. E' nata così promozione umana e sociale. La consulenza è volta ad
l'idea di costituire un'equipe che, al servizio della società, aiutare a scoprire e potenziare le risorse e le positività della
sia un aiuto per migliorare la qualità dì vita sociale, perso- persona per la risoluzione dei problemi emersi. Aiuta a
nale o di coppia. migliorare la comunicazione di coppia e fa prendere co-
L'Esp, costituitasi nel 94, è il settore di consulenza scienza delle problematiche relative ai figli. La consulenza
normativa e sociale della cooperativa Stella (che deriva legale si effettua relativamente al diritto di famiglia, diritti
dall'esperienza del movimento internazionale Umanità Nuo- e doveri dei coniugi in caso di separazione, procedura del
va, legato ai Focolarini) e si rivolge a Enti Pubblici (comuni, processo di nullità dei matrimonio.
scuole, associazioni) e privati mediante progetti inerenti lo Chi desiderasse contattare l'ESP, lo può fare tramite noi.
Biagio e Marina Savaré
8 - Giugno 2001 Équipes Notre Dame - MILANO

Incontro con:

LUISA SANTOLINI
Presidente del Forum per le Famiglie
Ho partecipato ad una serata organizzata per far conosce- Bisogna lavorare per un rinnovato patto educativo tra
re Luisa Santolini e la sua attività in qualità di presidente del famiglia e scuola nella convinzione che educare si può e
Forum delle Famiglie. Avevo già sentito parlare di lei perché quindi si deve. Si tratta di assumersi delle responsabilità.
il quotidiano Avvenire riporta scrupolosamente i faticosi
passi che questa Associazione muove, soprattutto a livello Il politico, il Preside, il Prof., il parroco devono essere tutti
politico, per difendere la dignità della famiglia. L'incontro è sussidiari alla famiglia.
stato interessantissimo. Luisa Santolini ha parlato per circa Non accontentarsi di partecipazioni di basso profilo, a
un'ora degli obiettivi del Forum in un modo così chiaro, scuola per es., bisogna confrontarsi su cose grandi e farsi
trasparente e lucido che eravamo tutti orgogliosi di essere sentire.
rappresentati da una persona così intelligente, grintosa e Cosa si può fare per dare diritto di cittadinanza alla
profonda. Anche il dibattito che ha seguito il suo intervento famiglia?
ha lasciato tutti soddisfatti e molto speranzosi sulle batta- Vedere i problemi della famiglia e non la famiglia come un
glie che in futuro il Forum porterà avanti in difesa della problema.
famiglia. Bisogna aiutare le famiglie prima che subentrino le emer-
Riporto qui solo qualche appunto, a proposito dell'inter- genze. Si pensa che la famiglia regga tutto ma poi scoppia.
vento di quella serata.
Chi è interessato a conoscere meglio l'associazione e le Le famiglie sono chiuse, se ne stanno per conto loro
sue finalità può collegarsi al sito del Forum. pensando di dover risolversi tutto da sole. Molto spesso
Ricordo che le Equipes Notre-Dame non sono un'Asso- non sono problemi privati e personali. Tutto ha un valore
ciazione familiare, ma un Movimento di Spiritualità coniu- sociale rilevante. Tutto si riverbera sulla comunità.
gale. Ciò non esclude, tuttavia, che le singole coppie,
Il problema della famiglia è soprattutto un problema
consapevoli della loro vocazione, si attivino per testimonia-
culturale, poi naturalmente anche legislativo, economico,
re la loro fede nella Chiesa e nella società.
sociale ecc.
APPUNTI Ci si deve sempre porre il problema del valore sociale dei
gesti, anche quelli che vengono considerati scelte persona-
Rileggete il discorso del Papa ai cardinali del 17 maggio
li. L'aborto non è una scelta personale. 3 milioni di aborti in
01 (*).
20 anni significa aver ucciso un'intera città. Le ripercussioni
L'avvenire del mondo si gioca sul fronte della famiglia. sulla società sono moltissime.

La famiglia è una necessità storica. Tutta la società si A parole la famiglia è riconosciuta come soggetto di
fonda sulla famiglia e dipende dalla salute della famiglia. diritto ma non seguono i fatti. Non ci sono gesti concreti.
La povertà in Italia continua ad essere legata al numero dei
Sono consapevoli le famiglie di essere l'ossatura portante figli. Avere un figlio significa abbassare il proprio reddito
della società? del 30%.
Le famiglie devono essere più consapevoli delle loro
risorse, della loro fondamentale importanza per il bene della Si dice che la famiglia "produce capitale umano" (defini-
società e, infine, dei loro diritti. zione del Sole 24 ore). Ma allora perché non la si incentiva
come si incentivano le aziende che producono materiali?
Educazione: chi dice alle famiglie che sono loro le prime
responsabili dell'educazione dei figli? Nessuno può sosti- In realtà a livello politico in Italia non c'è alcun interesse
tuirsi. nei confronti della famiglia.

I genitori non possono essere gli amici dei figli. Ci sono 1 minore su 7 in Italia è sotto la soglia della povertà.
ruoli precisi che non bisogna dimenticare. I genitori devono
E' molto importante il ruolo delle associazioni familiari.
essere adulti che hanno fatto delle scelte e che le trasmet-
Insieme si conta di più, si può ottenere di più. All'estero le
tono ai loro figli: non bisogna aver paura di educare.
associazioni sono molto più ascoltate.
Accettare la fatica e le difficoltà.
Come Forum abbiamo pochissime risorse sia umane sia
Ci vuole molta coerenza e testimonianza. Indagine dei
finanziarie (circa 30 associazioni iscritte con 3.500.000 di
Salesiani: è stato chiesto ai ragazzi che cosa rimproverano
soci, ma pochissimi partecipano attivamente).
ai loro genitori. E' emerso principalmente che rimproverano
l'incoerenza e l'insignificanza. Siamo riusciti ad ottenere qualche cosa a livello naziona-
le, ma a livello locale, comunale, regionale, non si è presenti.
Il problema dell'abbandono della fatica educativa è un
Nessuno si è mai dato da fare per cambiare l'ICI che si paga
problema trasversale a tutti i ceti.
per metri quadrati e non per carico familiare. Uno è conside-
Équipes Notre Dame - MILANO Giugno 2001 - 9
rato ricco se vive in 150 m2 anche se poi magari ci sono in

IL FORUM
7. Anche il consumo energetico o dell'acqua non cambia
con il numero delle persone: le famiglie dovrebbero ribellarsi
a queste situazioni.
Ci sono 210 persone in parlamento che hanno sottoscrit-
delle
to un nostro documento. Sarà nostro compito seguire il loro ASSOCIAZIONI
lavoro. Anche voi dovete impegnarvi a sapere quello che
fanno le persone che eleggete. FAMILIARI
C'è molto silenzio nel mondo cattolico. Un atteggiamento
rinunciatario in tante situazioni. Non abbiamo tempo, vo- COS'E'
lontà o forse non abbiamo neanche la fede per sostenere il È un'associazione, nata nel 1993, costituita da 32
Santo Padre che è l'unico che ha ben chiaro cosa bisogna associazioni e da 15 comitati regionali che svolgono
fare per la famiglia. attività di promozione e sostegno della famiglia in
rappresentanza di tre milioni di famiglie.
Ridiamo anche ai nostri figli la capacità di scandalizzarsi,
Nella sua specificità di soggetto politico e cultu-
di arrabbiarsi e di reagire.
rale, ricerca, propone e promuove adeguate politi-
Non adeguiamoci ad una cultura che ci chiede di compor- che familiari, funzionali alla formazione ed alla cresci-
tarci come se Dio non esistesse. ta delle famiglie, nel pieno e libero svolgimento dei
loro compiti e funzioni. Verifica gli effetti sulle fami-
La politica sociale e quella familiare non sono la stessa glie delle politiche legislative, governative, ammini-
cosa. All'estero c'è il Ministero della famiglia. Cerchiamo di strative, sindacali e dei pronunciamenti della magi-
ottenerlo anche in Italia. stratura, denunciando possibili situazioni inade-
C'è una strategia più o meno conscia di picconare la guate o controproducenti per la famiglia.
famiglia. I singoli sono più controllabili, la famiglia è un
soggetto più forte. COME OPERA
A. Interloquisce con le istituzioni nazionali e so-
Martin Luther King diceva: "Sono più preoccupato del
vranazionali, in materia di politica familiare, con una
silenzio degli onesti che delle urla dei violenti".
propria rappresentanza;
B. coopera con organismi nazionali e sovranazio-
nali aventi finalità analoghe;
(*) Giovanni Paolo II ai Vescovi il 17 maggio 2001 C. denuncia situazioni ed azioni che risultino
inadeguate e/o contrarie agli interessi ed alle aspira-
...Fattore decisivo per il presente e per le sorti
zioni delle famiglie;
future dell'Italia è senza dubbio la famiglia: su di
D. assume iniziative d'intervento culturale, azione
essa, dunque, giustamente si concentra la vostra
sociale e proposta politica a promozione e tutela
attenzione, come emerge anche dal grande In-
della soggettività familiare.
contro nazionale delle famiglie che avete in pro-
gramma per il 20 e 21 ottobre.
Ad esso, a Dio piacendo, sarò lieto di prendere DOV'E'
parte. Occorre incrementare la pastorale delle La sede del Forum è in V.le Baldelli, 41 - 00146 Roma
famiglie, non limitandola al periodo della prepa- Tel. 06 - 540.34.66 - Fax 06 - 540.34.67
razione al matrimonio o alla cura di qualche E-mail: ass.forum@tin.it
specifico gruppo. È indispensabile che le fami- Sito internet: www.forumasnifam.org
glie stesse diventino maggiormente protagoni-
ste, nell'evangelizzazione e nella vita sociale, COME SI ADERISCE
affinché sia tutelata la loro autentica fisionomia A. Si aderisce al Forum sottoscrivendo il Patto
e sia adeguatamente riconosciuto il loro ruolo. associativo e lo Statuto
Rinnovo, pertanto, la richiesta che siano salva- B. Possono aderire come soci:
guardati i diritti della famiglia fondata sul matri- - le Associazioni familiari che svolgono la loro
monio, senza confonderla con altre forme di con- attività nell'ambito dell'intero Paese;
vivenza. Auspico di cuore che venga realizzata - i Comitati o i Forum regionali per la Famiglia che
un'organica politica per la famiglia, idonea a si costituiscono, condividendo le finalità e gli obiet-
sostenerla nei suoi compiti essenziali, a comin- tivi del Forum nazionale ed il suo Statuto.
ciare dalla procreazione e dall'educazione dei
figli. C. Possono partecipare ai lavori ed alle attività del
L'impegno per la famiglia è inscindibile da Forum altri organismi aventi le stesse caratteristiche
quello a favore della vita umana, dal concepi- dei soci, con la qualifica di osservatori.
mento al suo termine naturale...
10 - Giugno 2001 Équipes Notre Dame - MILANO

Spulciando in libreria
A "LEZIONE" DAI NOSTRI FIGLI AMATEVIDITENEREZZAVOICHEVIAMATE
Il Pontificio consiglio per la famiglia pubblica gli atti del Spiritualità familiare sulle orme dei Padri
convegno Autore: Giancarlo Fregni
Gli atti del congresso nazionale che il Pontificio consiglio Edizione: Effatà editrice
per la famiglia ha dedicato, l'autunno scorso, al tema "I figli: Costo: £12000
famiglia e società nel nuovo millennio" sono ora raccolti in I Padri della Chiesa sono maestri di vita spirituale perché
un volume edito dalla Libreria editrice vaticana (376 pagine, hanno lasciato delle orme da seguire per tutti, anche per gli
38 mila lire). Decine di riflessioni teologiche e pastorali, con sposati. Questo libro vuole offrire in pillole alcuni dei loro
nomi quali il cardinale Alfonso Lopez Trujllo, il rettore della "detti" sul matrimonio e la famiglia: sono frasi che si presta-
Università Lateranense, Angelo Scola, il cardinale Martini no ad una facile lettura negli spazi disponibili della giornata,
e don Luigi Giussani. E anche voci di laici, come quella della da uno spostamento all'altro, in anticamera, in treno. Ma,
docente universitaria norvegese Janne Haaland Matlary, soprattutto, sono indicazioni forti da tradursi quotidiana-
che riflette su maternità e figli nella società attuale. Problemi mente in vita vissuta. Nell'esultanza del Giubileo possano
concreti e comuni a tutto l'Occidente: per esempio il manca- queste antiche orme indicare ad ogni lettore un cammino di
to appoggio alla maternità che si concretizza in sistemi conversione e santità.
retributivi e fiscali per cui lo stipendio di un solo genitore
non basta, e di fatto entrambi sono pressochè costretti a VANITA' · EDUCAZIONE DEI FIGLI · MATRIMONIO
lavorare. La studiosa norvegese, che è anche madre di Autore: Giovanni Crisostomo
quattro figli, analizza poi la "pressione incrociata" sulle Edizione: Città nuova editrice
madri lavoratrici, e quel "secondo turno" di lavoro che per Costo: £16000
tante inizia al rientro a casa. Giovanni Crisostomo (344-407), vescovo di
Dall'analisi sociologica di una maternità di fatto non Costantinopoli, è considerato il più grande oratore cristiano
stimata come lavoro prezioso, il volume passa alla valuta- del suo tempo. Il trattato Sulla vanità è un'opera vivace e
zione filosofica e teologica della concezione di "figlio" nel ricca di spontaneità e la più antica esposizione che noi
nostro tempo. Il cardinale Lopez Trujillo inserisce l'odierna possediamo della concezione cristiana dell'educazione. Si
diffusa reticenza ad avere figli nel quadro delle svalutazioni aggiungono ad essa l'Omelia XX sulla Lettera agli Efesini e
della vita umana proprie di questa epoca; e, ricordando l'Omelia XII sulla lettera ai Colossesi, che riprendono e
Romano Guardini, fa risalire questa svalutazione a una approfondiscono i numerosi accenni relativi alla famiglia e
sottostante messa in dubbio della trascendenza della vita al matrimonio presenti nel trattato. Le osservazioni riguar-
umana nel suo passaggio terreno, che è propria del secolo danti molti aspetti della vita coniugale e familiare nascono
appena concluso. sempre dalle più varie e concrete situazioni, e vengono
Ma in questa congiuntura storica, il figlio irrompe nella analizzate con estrema attenzione senza mai alterarle o
vita dei genitori riportando con la sua stessa presenza a forzarle in uno schema preconcetto. Risalta mirabilmente,
un'originarietà di domanda. Scrive Angelo Scola: "Niente da queste tre opere, la visione profondamente umana,
come la nascita di un figlio mette di fronte all'evidenza di perché profondamente cristiana, che il Crisostomo ha della
qualcosa che, pur venendo da noi, ci eccede da tutte le parti. famiglia e del matrimonio, di cui ha saputo cogliere la
Da un lato sentiamo che nulla è più radicalmente nostro: misteriosa e suggestiva bellezza.
dall'altro, altrettanto radicalmente, percepiamo che nulla è
più ricevuto".
In una cultura dominante distratta e bugiarda, figli dun-
que come possibilità di conversione. È quanto afferma
anche Giussani nel suo intervento: "L'avere dei figli è la più
grande occasione che Dio dà per risvegliare la fede in noi".
Sessione Nazionale
Purchè, aggiunge Giussani, si abbia in mente che "la prima Ciampino 22-26 agosto 2001
condizione per potere educare è che ci sia un senso di
distacco, di rispetto, questo senso di timore e tremore per
il Mistero che è dentro quella creatura, che è così tua eppure
"In ascolto dell'uomo
non è tua. Senza questo (...) padre e madre finiscono
inevitabilmente per compiere la terribile profezia del libro
sacramento di Dio"
della Sapienza, in un possesso del figlio che, mentre lo
stringe a sè, lo soffoca". Non è la storia di tanti amati, troppo Con l'ultima lettera End avete ricevuto la scheda
amati figli unici? Un libro per chi ha figli, o alunni, e una per l'iscrizione. Vi incoraggiamo a "fare il passo".
vocazione a educare che non si esaurisce in facili ricette. Facciamo presente che il settore ha la possibilità
Marina Corradi, Avvenire di offrire un contributo ai partecipanti che ne aves-
sero necessità. Ovviamente nel massimo riserbo.
Équipes Notre Dame - MILANO Giugno 2001 - 11

UNA PREGHIERA INSIEME


Pubblichiamo su ogni numero del giornalino una preghiera che riteniamo significa-
tiva: riportata da un giornale o recitata in comunità o durante una veglia o ad un ritiro
ci può aver fatto pensare e meditare e quindi vogliamo proporla a tutti.
Per questo vi invitiamo a farci pervenire quelle preghiere che volete condividere con
gli altri, saranno sicuramente pubblicate.

PREGHIERA DELLA FAMIGLIA


Signore che abiti e vivi con noi,
ti preghiamo per la nostra famiglia,
aiutaci a conoscerci meglio,
a comprenderci di più:
perchè ciascuno si senta sicuro dell'affetto degli altri,
perchè a nessuno sfugga la stanchezza e la preoccupazione degli altri.
Rendici capaci di tacere e di parlare al momento opportuno,
con il tono giusto:
perchè le discussioni non ci dividano e il silenzio troppo lungo
non ci renda estranei l'uno all'altro.
Signore, liberaci dalle pretese di imporre agli altri il nostro modo
di pensare e di vivere.
Perdonaci quando dimentichiamo di essere tuoi figli e tuoi amici,
quando viviamo in casa come se tu non fossi presente.
Distruggi l'egoismo e la paura che ci chiudono;
la nostra famiglia sia disponibile ai parenti,
aperta agli amici,
ospitale per tutti,
sensibile al bisogno di giustizia e di pace.
Signore tienici uniti per sempre nella tua chiesa e sempre in cammino,
perchè vediamo insieme il tuo volto e la tua gioia nella famiglia vera,
nella comunione perfetta.
Amen
12 - Giugno 2001 Équipes Notre Dame - MILANO

AVETE GIA' IN AGENDA


ESTATE 2001 A IL VOSTRO RITIRO
BOTTA... FRESCA! ANNUALE?
Silvia e Poppi Simonis, équipier di Torino, 25 anni Ecco qualche proposta per chi non può
fa hanno iniziato la ricostruzione di Botta, una partecipare al Ritiro di Settore
piccola borgata abbandonata, a circa 800 m. di
altezza, sulle colline intorno a Torino. Man mano che 15 - 21 luglio
il piccolo paese rinasceva, veniva messo a disposi- Bienno BS - Eremo SS. Pietro e Paolo
zione di tante famiglie, coppie, singoli che, soprat- Don Francesco Baiguini
tutto nel periodo estivo, desideravano abbinare al Tel. 0364 - 400.81
relax di un ambiente ridente e silenzioso, momenti di Famiglie e coppie giovani
incontri con amici vecchi e nuovi, di approfondi-
mento di grandi temi della fede e della vita quotidia- 18 - 22 agosto
na e, non ultimo, di preghiera. Certosa di Pesio (CN) - Missioni Consolata
Anche noi qualche anno fa siamo andati, con PP. F. Peyron e F. Gioda
amici équipier e non, e vi abbiamo trascorso delle Tema: La gioia della fede
giornate molto piacevoli: passeggiate, chiaccherate, Tel. 0171 - 73.81.23
cantate, momenti di preghiera, ascolto di persone Famiglie
che parlavano su argomenti di attualità, pranzi in
comune, hanno effettivamente allietato le ore tra- 29 luglio - 5 Agosto 2001
scorse a Botta e anche per i bambini è stata una vera Perugia Montebello
"pacchia" (le macchine non possono accedere Monsignor Dante Lafranconi
perchè le stradine sono veramente piccole e tutta la Tel. 075 - 33.141
borgata è percorribile a piedi in non piùdi 10 minuti!): Famiglie (per info. tel. a Lucia e Cesare Reverdito)
in piena libertà a giocare all'aperto senza tregua con
tanti amici coetanei. Anche per loro è organizzato un 26 - 31 Agosto 2001
momento di preghiera intanto che i genitori prepa- Triuggio (MI) Villa Sacro Cuore
rano la cena. Tema: Dio che ama fino al perdono e si lascia amare (Lc. 7)
Quest'anno, ricorrendo il 25mo dall'inizio della Don Gabriele Milani
ricostruzione, i coniugi Simonis hanno preparato un Tel. 0362 - 91.93.22/91.93.42
programma quanto mai nutrito per allietare le vacan- Proposta AC per gli Adulti
ze dei loro ospiti e lo hanno fatto circolare a tutti
coloro che in questi anni sono passati per Botta. 27 - 31 Agosto 2001
Ecco alcune proposte: Madonnina del Grappa - Sestri Levante (GE)
Monsignor Dante Lafranconi
Settimana 23-28 luglio
Tel. 0185 - 45.71.31
Seminario di Armido Rizzi sul tema:
Coppie di sposi (per info. tel. a Carla e Giorgio Beghi)
Parola di Dio e vita quotidiana (6 incontri)
Seminario dal 30 luglio al 4 agosto
Relazione di Paolo Pellizzari sul tema:
Cristiani nel vicino Oriente, la difficile situazione
presente e i momenti significativi del passato.
Sommario
Argomento Pag.
Seminario dal 6 all'11 agosto
Le due bisacce - Paolo e Lidia Avesani 1
Seminario di don Giannino Piana sul tema:
Si soffoca - Padre Henri Caffarel 2
L'etica tra l'economia e la Politica (4 incontri)
Fermate il tempo - Alain e Anne Laure Tridon 3
Per prenotarsi, eventualmente anche solo per i In ascolto dell'uomo - P. e A. Roveda 3
week-end: Tel. 011 - 433.2322 Silvia e Poppi Sulla tua parola (équipes miste) 4
Una giornata in missione - M. e D. Dicorato 5
Il commino per Santiago - Andrea Luquer 6
Genitori si nasce ma anche... - B. e M. Savarè 7
Redazione: Biagio e Marina Savarè Incontro con Luisa Santoni 8-9
Équipe Milano 10 Spulciando in libreria 10
Via Ippolito Nievo 28/1 - 20145 MILANO Una preghiera insieme 11
Tel. 02-48007432 Fax. 02-43980432 Estate a Botta 12
E-mail bmsavare@mclink.it Programma ritiri 12
Segretario telefonista: Pietro Savarè