Sei sulla pagina 1di 1

marted 10 dicembre Anno I - Numero 12

sgulp@messaggeroveneto.it

SCIENCE CENTRE
I musei dove la scienza si tocca con mano
La bella notizia che il 7 novembre scorso ha riaperto i battenti a Napoli La citt della Scienza, distrutta nel marzo scorso da un incendio doloso. Accanto agli edici bruciati sorta una tensostruttura che pu ospitare mostre e laboratori, insieme agli spazi sopravvissuti alle amme. Una gara di generosit ha raccolto i 700 mila euro necessari e sono gi partite le prime esposizioni. Napoli pu ricominciare ad attirare quei 350 mila visitatori lanno che arrivavano al suo science centre. Ma cos uno science centre? Un luogo dove si pu toccare con mano la scienza, un museo dove gli oggetti non sono in vetrina ma sono esperimenti da provare in prima persona. I primi risalgono al 900 in Germania e negli Stati Uniti. Negli anni Duemila si cominciato a pensarli e realizzarli anche in Italia. Nel 2004, per esempio, nato nelle Marche, a Saltara, il Museo del Bal. In Friuli-Venezia Giulia c lImmaginario scientico, a Genova la Citt dei bambini, nata con la collaborazione della Cit des Sciences parigina. A Trento ha appena aperto il Muse mentre a Padova sta per aprire WOW, il primo science centre del Veneto.

SULLE TRACCE DEI DINOSAURI


Un team di studiosi ha ricostruito in forma digitale uno dei pi grandi dinosauri del mondo.
Gli esperti della University of Machester hanno ricreato i movimenti del dinosauro Argentinosaurus durante il cammino e la corsa e hanno testato le sue abilit locomotorie per la prima volta in assoluto. Tutto questo, usando una tecnica avanzata che coinvolge lequivalente di 30mila computer da scrivania. Il team ha usato uno scan laser sullo scheletro di 40 metri del dinosauro risalente al Cretaceo. Argentinosaurus pesava circa 80 tonnellate e la simulazione ha mostrato che avrebbe potuto raggiungere una velocit allincirca di 2 metri al secondo. Era capace di passeggiare nelle pianure del Cretaceo di quella che attualmente la Patagonia, in Sudamerica. Il software utilizzato si chiama Gaitsym, ed usato per analizzare la locomozione di animali estinti e viventi.

AHMISA A PASSEGGIO!

a), passeggia Ahimsa, tigre siberiana (Panthera tigris altaic ania. Germ in , urg Duisb di zoo allo to nel suo recin 15 o 16 ore al giorno. Le tigri, sono delle grandi pigrone: dormono

senti questa!

STELLE E SORELLE

Mentre lo scorso novembre scrutava le immagini catturate da un osservatorio astronomico canadese, lastrolo Nathan Gray ha notato un dettaglio sfuggito agli esperti: lesplosione di una supernova, una stella molto grande giunta al termine della sua esistenza. Beh gli osservatori astronomici non servono a esplorare luniverso? Certo, tutto normale, tranne il fatto che il nostro esploratore, Nathan, ha solo 10 anni ed il pi giovane astrolo ad aver scoperto un fenomeno astronomico. Record che nel 2011 aveva conquistato proprio sua sorella Kathryn Aurora (anche lei aveva 10 anni allepoca) con lavvistamento di unaltra supernova!