Sei sulla pagina 1di 17

ROCCE MAGMATICHE

Chiamate anche ignee, sono le rocce che derivano dal raffreddamento e dal consolidamento del magma, cio di quella massa fluida e rovente che ricopriva la Terra primordiale e che ancora presente nelle profondit del sottosuolo. Il 90% della crosta terrestre (se si considera il suo intero spessore) composto di rocce magmatiche. In superficie appaiono nelle zone vulcaniche e nelle catene montuose. Si dividono in intrusive, effusive e ipoabissali. EFFUSIVE: Prodotte dallattivit eruttiva dei vulcani, si consolidano rapidamente allesterno della crosta terrestre, anche nei fondali oceanici. Il magma fuoriesce e, perdendo alcune sostanze sottoforma di fumi e vapori, diventa lava; la lava raffredda pi velocemente del magma. INTRUSIVE: Sono le rocce magmatiche che si formano solo in profondit, allinterno della crosta terrestre. Il raffreddamento del magma lentissimo. Pi il processo di raffreddamento lento, pi saranno grandi i cristalli. IPOABISSALI: Dette anche sub vulcaniche, come le intrusive si formano nel sottosuolo, ma a piccole profondit. NOME Granito SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo, Ortoclasio, Feldspati, Miche DESCRIZIONE E una roccia acida, quindi con grande abbondanza di silice. I graniti sono macchiati, presentano delle chiazze; questo dovuto alla sua struttura olocristallina. Si pu riuscire a distinguere un minerale dallaltro perch si sono formati in tempi lunghi e distinti. Si trovano nei batoliti; oltre ai graniti magmatici, esistono anche graniti anatettici, che si originano metamorficamente per rifusione di rocce gi consolidate, e graniti metasomatici, che si formano per trasformazione chimica di rocce antiche , sostituite da una nuova compagine rocciosa.

NOME Granodiorite SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo, Feldspati, Miche DESCRIZIONE E una via di mezzo tra granito e diorite. Contiene silice tra il 63 % e il 68%, quindi in alcuni casi generata da magmi acidi, in altri da magmi neutri. Laspetto simile a quello del granito, quindi ha tessitura granulare, con la differenza che pi scura. Materiale da costruzione, anche in lastre lucidate. Molto pregiato il Ghiandone, ora estratto solo in alcune cave. NOME Diorite

SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Feldspati, Miche; prevalgono i nesosilicati (olivina) DESCRIZIONE E una roccia neutra, spesso rinvenuta allinterno di batoliti. E piuttosto rara, e si pu formare in zone di subduzione o archi continentali. Presenta una colorazione pi scura rispetto a quella del granito. Roccia molto dura, nonostante ci stata molto usata nellantichit per realizzare sculture ed edifici.

NOME Gabbro SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Nesosilicati (olivina) DESCRIZIONE E una roccia basica, caratterizzata dallinconfondibile colore verde, conferito dalla presenza di olivina. La presenza di olivina in un gabbro indica che il magma originario era povero in silice; infatti lolivina contiene una minore quantit di silice rispetto ai pirosseni o ai tectosilicati. Si pu formare in zone di subduzione o archi continentali.

NOME Peridotite SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Olivina quasi pura DESCRIZIONE E una roccia ultrabasica, costituita da olivina quasi pura, tipica del mantello superiore; infatti Peridoto un altro nome con cui conosciuta lolivina. E pi chiara dei gabbri perch non ci sono miche. La fusione parziale delle peridotiti produce un magma basaltico in corrispondenza delle dorsali oceaniche. Ha colorazione che varia dal nero al verde scuro.

NOME Rocce alcaline SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA //

DESCRIZIONE Tra le rocce basiche ci sono le rocce alcaline, caratterizzate dalla presenza di metalli alcalini (K, Na, Al). NOME Quarzite SOTTOCATEGORIA Roccia intrusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo DESCRIZIONE Le variet pi incolori, trasparenti e dall'aspetto vitreo sono composte quasi esclusivamente di quarzo. Al quarzo possono essere associati altri minerali quali miche, feldspati, plagioclasi, carbonati, ecc La tessitura prevalentemente massiva, ma la presenza di miche pu trasformala in scistosa.

NOME Porfido SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo, in piccola parte feldspati e miche DESCRIZIONE Roccia acida, corrispondente effusivo del granito. Ha una struttura porfirica, una struttura cristallina con fenocristalli (cristalli grandi e ben formati) immersi in una pasta a grana pi minuta e omogenea. Si formano a partire da materiali simile al tufo che durante lattivit vulcanica si rinsaldato e parzialmente ricristallizzato, rendendo i porfidi rocce molto dure, resistenti alla compressione e allabrasione. Nonostante la durezza sono ben lucidabili, e quindi usati anche per pavimenti ed elementi architettonici. -Porfido Rosso: ha colore rosso. Nonostante a distanza possa sembrare una roccia rossastra, ha in realt fenocristalli visibili a occhio nudo. Gli Egizi, i Greci e i Romani usarono molto questa roccia come pregiato materiale ornamentale.

Sopra: a sinistra Porfido Rosso, al centro Porfido Grigio

NOME Riolite o Liparite SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo, feldspati DESCRIZIONE E il corrispondente effusivo del granito bianco. Le isole Lipari (isole vulcaniche) sono costituite da questa roccia. Lorigine magmatica spesso visibile grazie alle bande di flusso, ossia alla disposizione dei componenti mineralogici nello stesso senso dello scorrimento della lava prima del raffreddamento. Contiene parti cristalline e parti vetrose; lossidiana pu essere considerata una riolite vetrosa, in quanto la parte vetrosa prevale su quella cristallina. Anche la pomice e il porfido bianco sono essenzialmente delle forme di riolite.

NOME Lapillo SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA //

DESCRIZIONE Sono scorie vulcaniche che a volte possono avere consistenza monomineralica; vengono espulsi con violenza dai vulcani durante eruzioni di tipo esplosivo.

NOME Pomice SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Silice DESCRIZIONE E una roccia acida con porosit molto accentuata; ha densit talmente bassa che pu galleggiare nellacqua e deve questa caratteristica alla sua origine: esito del raffreddamento di magmi altamente gassosi, nel solidificarsi viene letteralmente crivellata di buchi prodotti dallesplosione di bolle di gas al suo interno; il risultato un corpo fatto pi di aria che di roccia, in pratica una schiuma solida. E generalmente di colore chiaro, ma a seconda della composizione pu assumere diverse colorazioni; ad esempio quando contiene ferro pu essere verde o nera.

NOME Ossidiana SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Silice amorfa DESCRIZIONE Forma amorfa originata da magmi acidi; si forma quando il magma si raffredda talmente velocemente da non consentire alle molecole di disporsi in maniera ordinata. E un vetro di origine vulcanica; di solito si rinviene in piccoli affioramenti associati a colate laviche recenti; solo eccezionalmente, come nel caso del giacimento del Nuovo Messico di Valles Caldera, le colate di ossidiana sono spesse alcune centinaia di metri. Il colore pu andare dal nero, al bruno, al rosso mattone e al verde bottiglia.

NOME Trachite SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Feldspati, miche, silicati DESCRIZIONE E una roccia neutra, corrispondente effusivo della grano diorite e della diorite. E porosa, in quanto nel magma vi era la presenza di gas che non sono riusciti a volatilizzare, formando cos delle bolle, che le conferiscono anche una rugosit superficiale molto marcata. Lorigine magmatica sempre ben visibile, data la disposizione parallela dei fenocristalli, indicativa del fatto che, un tempo, quella roccia era lava fluida e scorrevole. Ha una struttura porfirica. Le quantit di silicio sono basse, per questo generalmente non sono presenti cristalli di quarzo.

NOME Andesite SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva

COMPOSIZIONE MINERALOGICA Miche, nesosilicati DESCRIZIONE E una roccia neutra, corrispondente effusivo della diorite. Ha struttura porfirica, ed indistinguibile dal porfido rosso. Queste rocce hanno colore generalmente nero. La loro giacitura preferenzialmente in colate laviche, oppure in cupole di ristagno di notevole estensione. L'area tipica delle andesiti la cordigliera delle Ande, dove affiorano per centinaia di chilometri.

LAndesite indistinguibile dal Porfido Rosso NOME Basalto SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Miche, nesosilicati (olivina) DESCRIZIONE Roccia basica, corrispondente effusivo dei gabbri, tipica dei fondali marini e del suolo lunare; sono costituiti da lave basaltiche molti vulcani. E uniformemente nero e ad occhio nudo non sono visibili fenocristalli. Tipica di alcuni basalti la tessitura a corde, chiamata cos perch la lava, solidificandosi, si ritorta, dando luogo a forme somiglianti a grosse corde. A volte pu avere tessitura bollosa, in presenza di gas abbondanti; generalmente per forma delle grandi colonne.

NOME Leucitite SOTTOCATEGORIA Roccia effusiva COMPOSIZIONE MINERALOGICA Leucite DESCRIZIONE E una roccia ultrabasica contenente metalli alcalini. E una roccia con cristalli di leucite, sparsi in una pasta di fondo grigia. La struttura normalmente porfirica, ma sono note leucititi compatte senza fenocristalli. Le leucititi sono alquanto diffuse nel Lazio e in Campania. Le leucititi contenenti anche olivina sono denominate leucititi oliviniche.

ROCCE METAMORFICHE
Sono cos chiamate le rocce prodotte dalla trasformazione (metamorfosi) subita da altre rocce: magmatiche, sedimentarie e le stesse metamorfiche di precedente formazione. Le cause sono il calore, la pressione, oppure lazione chimica. I movimenti della crosta terrestre (come i fenomeni derivanti dalla fatturazione della crosta) sono allorigine dei pi evidenti casi di metamorfismo. Si hanno due tipi di metamorfismo: quello regionale e quello da contatto. METAMORFISMO REGIONALE: Derivano tutte dai movimenti della crosta terrestre e in particolare dalle enormi pressioni esercitate dalla spinta delle zolle. Il fenomeno chiamato regionale perch quando avviene interessa vaste aree. Le rocce avranno aspetto schiacciato e orientamento dei cristalli perpendicolare alla forza peso; si formano piani di scistosit; la scistosit cambia a seconda della roccia di provenienza che stata pressata. METAMORFISMO DA CONTATTO: La trasformazione, in questo caso, dovuta al surriscaldamento di rocce che vengono a contatto, in profondit, con masse magmatiche in risalita. Le rocce limitrofe del vulcano anche se non fondono si surriscaldano e si modificano. NOME Ardesia SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale COMPOSIZIONE MINERALOGICA Argilla, Quarzo DESCRIZIONE Le ardesie derivano da rocce argillose, spesso a tendenza marnosa; impermeabile e pu essere ridotta in lastre sottilissime, piane e leggere, grazie alla perfetta scistosit; per questo oltre ad essere utilizzate per realizzare lavagne, usata anche nelle coperture dei tetti, rivestimenti esterni e gradinate, vista la resistenza agli agenti atmosferici.

NOME Micascisto SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale

COMPOSIZIONE MINERALOGICA Miche, Quarzo DESCRIZIONE Roccia a marcata tessitura scistosa, deriva dalla metamorfosi delle miche. I micascisti si distinguono dalle filladi per una struttura pi evidentemente cristallina e per le maggiori dimensioni delle lamelle micacee, e dagli gneiss per la mancanza completa o quasi di feldspati. Il passaggio dall'uno all'altro di questi gruppi graduale e numerosi pertanto sono i termini intermedi dai micascisti filladici ai micascisti gneissici. Se il quarzo molto abbondante si passa ai micascisti quarzosi o alle quarziti micacee; le miche pi comuni sono la muscovite e la biotite. Il colore dei micascisti assai vario, da bruno a giallognolo: le variet pi scure sono date dai micascisti biotitici, mentre in quelli pi chiari prevale la muscovite, dunque il colore varia in base a quale tipo di mica prevale. Sono rocce tipiche, ad esempio, dellIsola dElba.

NOME Selce metamorfica SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale COMPOSIZIONE MINERALOGICA Silice microcristallina DESCRIZIONE Roccia con evidente ricristallizzazione metamorfica (per metamorfismo da contatto) della silice in forma microcristallina, deriva dalla metamorfosi di rocce sedimentarie silicee (selci) di cui conserva la parziale stratificazione. E tipica dellIsola dElba, dove si formata per contatto con i magmi vulcanici che hanno dato origine allisola.

NOME Scisto verde SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale COMPOSIZIONE MINERALOGICA Olivina DESCRIZIONE Deriva da rocce basiche e ultrabasiche, con olivina. Pu essere considerato derivato da metamorfismo di grado intermedio (5-10 km di profondit) dei basalti.

NOME Gneiss SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo, Feldspati, Miche DESCRIZIONE Deriva dal metamorfismo del granito; si riconosce dai minerali orientati lungo piani ed caratterizzato da abbondanza di feldspati. Ha struttura generalmente massiccia, molto resistente alla compressione, ma talvolta presenta una certa scistosit. Il suo colore in generale piuttosto chiaro se deriva da rocce granitoidi, scuro se deriva da arenarie contenenti impurezze argillose. Si definiscono ortogneiss gli gneiss derivanti da metamorfismo di rocce magmatiche, e paragneiss quelli derivanti da metamorfismo di rocce sedimentarie, distinguibili, dato l'aspetto spesso identico, solo in base all'esame delle condizioni geologiche di giacitura e di associazione con altri tipi di rocce metamorfiche. Gli ortogneiss per lo pi sono granitici, ma anche granodioritici o dioritici. I paragneiss derivano dal metamorfismo di rocce sedimentarie clastiche con un sensibile contenuto di materiale eruttivo: paragneiss conglomeratici, arenacei, micacei.

NOME Filladi SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale COMPOSIZIONE MINERALOGICA Quarzo, Feldspati, Miche DESCRIZIONE Deriva dal metamorfismo di rocce argillose; la scistosit molto accentuata, tanto da provocare lo sfaldamento della roccia in sottili fogli. Il quarzo spesso presente sotto forma di lenticelle appiattite secondo l'andamento della scistosit. In alcune flladi, nelle quali il metamorfismo di grado pi elevato per essersi verificato a temperature pi alte, presente anche la biotite, derivata dalla ricristallizzazione di elementi cloritici.

NOME Scisto calcareo

SOTTOCATEGORIA Metamorfismo regionale COMPOSIZIONE MINERALOGICA Calcite DESCRIZIONE Si forma dalla metamorfosi per pressione di una roccia calcarea, ricco di calcite in piani isoorientati, con evidente scistosit.

NOME Marmo SOTTOCATEGORIA Metamorfismo da contatto COMPOSIZIONE MINERALOGICA Calcite, Aragonite, Dolomite DESCRIZIONE E una roccia metamorfica composta prevalentemente da carbonato di calcio (CaCO3). Deriva dalla ricristallizzazione del calcare; se questo viene riscaldato a pressione medio-alta, lanidride carbonica viene ricristallizzata formando calcite microcristallina. Quindi i marmi hanno un aspetto saccaroide. Quando la trasformazione non completa si possono notare venature o pori, allora non si avr un marmo ma ancora un calcare marmorizzato. Come tutte le rocce calcaree reagisce con lacido cloridrico, liberando anidride carbonica. Se ne possono trovare una grande variet di colori; dipende da quali impurit ci sono insieme alla calcite. Se la calcite estremamente pura pu dare origine ai marmi bianchi saccaroidi (tipico il marmo bianco di Carrara).

ROCCE SEDIMENTARIE Costituiscono solo il 5% della crosta terrestre, ma sono le pi diffuse in superficie. Si formano durante la sedimentazione, laccumulo, di sostanze di varia natura (possono provenire, per esempio, dallerosione di rocce preesistenti) che si sovrappongono e spesso, col tempo, si compattano e si induriscono in delle trappole di sedimentazione (fondali di mari e laghi, anse dei fiumi, fondovalle). In questo gruppo di rocce, a volte sono chiaramente visibili i diversi livelli di sedimentazione. I frammenti si compattano per diagenesi, vengono o cementati (vengono uniti da una sostanza collante formata da acqua e carbonato di calcio o silice) o compattati (vengono pressati e lacqua fuoriesce). Si dividono in clastiche, chimiche e organogene. CLASTICHE: I clasti sono frammenti di diverso spessore. Appartengono a questo gruppo le arenarie, i conglomerati, ma anche i materiali incoerenti, cio sciolti, come la sabbia, la ghiaia o largilla. CHIMICHE: In questo caso lazione chimica che prevale nella fase della formazione. Un esempio il travertino, una pietra costruita chimicamente dal carbonato di calcio.

ORGANOGENE: SI formano per azione di organismi costruttori, come le madrepore o per accumulo di resti animali o vegetali. # NOME Breccia Rocce sedimentarie clastiche (conglomerati)

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA // DESCRIZIONE Sono spigolose, e quindi autoctone, cio si sono formate nello stesso luogo dove si formato il sedimento. I clasti hanno spessore maggiore di 2mm (conglomerati). Le brecce rientrano nella categoria dei conglomerati. Ne esistono tre tipi: 1)brecce tettoniche o di frizione, derivate dalla frantumazione di materiale per sforzi meccanici nel corso della formazione di faglie e successiva cementazione, 2)brecce vulcaniche (rocce piroclastiche) formate prevalentemente da elementi angolosi, saldati o no da lava o altri materiali vulcanici, con diametro superiore a 2 cm, 3) brecce ossifere, rocce scarsamente cementate i cui elementi sono costituiti in prevalenza da residui organici fosfatici, ossa, denti di pesce, ecc. # NOME

Puddinga Rocce sedimentarie clastiche (conglomerati) //

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Tipo di clasti (conglomerati) arrotondati, e quindi alloctoni, cio sono stati trasportati, generalmente dallacqua, lontano dal luogo dove si formato il sedimento. I clasti hanno spessore maggiore di 2mm (conglomerati). # NOME Arenaria Rocce sedimentarie clastiche Calcite, Quarzo

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Possono essere composte da sabbia silicea o calcarea, sono rocce di sabbia compatta. Quelle calcaree si possono riconoscere mediante il test dellacido cloridrico, e sopportano bene gli sbalzi di temperatura, anche se soffrono molto gli attacchi delle piogge acide. Si lavorano facilmente e sono poco resistenti. Sono composte da sabbia silicea o calcarea ed hanno spessore compreso tra 2mm e 1/16mm. -Pietra serena (Arenaria grigia): Arenaria di colore grigio, molto usata in architettura. # NOME Argille e argilliti Rocce sedimentarie clastiche Fillosilicati

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Sono fillosilicati che contengono cationi metallici di diverso tipo (NA, K, Al). Sono abbondanti nei

suoli argillosi, che non sono altro che sedimenti non diagenizzati, ancora sciolti. I clasti hanno spessore minore di 1/16mm. -Argillite: E untuosa al tatto e contiene acqua; maggiore il contenuto di acqua, maggiormente la roccia sar plastica. Possono causare rigonfiamenti del terreno; le frane sono spesso causate da giacimenti di argilliti. # NOME Marna Rocce sedimentarie clastiche Calcite, Dolomite, Argille

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE E composta da calcare e argille (ha composizione intermedia tra un'argilla e un calcare. Per progressivo aumento del tenore in carbonato di calcio la marna passa a marna calcarea e a calcare marnoso, mentre se l'aumento percentuale riguarda la componente argillosa passa a marna argillosa e ad argilla marnosa. E utilizzata per la produzione di cemento, in quanto largilla assorbe lacqua, e il calcare va in soluzione; quando lacqua evapora la soluzione solidifica e diventa cemento. -Marna arenacea: contiene sabbia in concentrazioni pi o meno elevate che progressivamente sostituiscono largilla, e ci rende la marna estremamente sfaldabile. E evidente la struttura a strati. # NOME Calcare Rocce sedimentarie chimiche Calcite o calcare microcristallino

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Ne esistono varie colorazioni, e pu contenere venature se nel corso della sedimentazione sono sedimentate anche altre sostanze. Se la formazione lenta pu contenere calcite. Se nel corso della formazione non sono sedimentate altre sostanze ne derivano calcari a grana molto fine, perfettamente stratificati. Anche in ambienti lacustri possono depositarsi calcari chimici: in questo caso la roccia pu inglobare un'alta percentuale di sostanza organica e si presenta perci di colore nerastro. Un gruppo di calcari autoctoni rappresentato dai travertini e dagli alabastri calcarei: sono rocce di origine chimica, depositate in ambienti continentali sempre per precipitazione di carbonato di calcio da soluzioni sature. -Scaglia rossa o Pietra rossa dAssisi: E una variet di calcare rosa tipica della zona del Monte Subasio intorno ad Assisi, riconoscibile in gran parte dei manufatti, edifici, muretti delle citt medioevali della zona; come tutti i calcari pu contenere cristalli di calcite. # NOME Selce Rocce sedimentarie chimiche SIlice

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Rispetto al calcare pi lucida e ha struttura microcristallina; per distinguerla da questultimo si pu anche utilizzare lacido cloridrico: il calcare reagisce, la selce no. E una pietra focaia (inizialmente questo

termine era usato per la pirite, che poi stata sostituita dalla selce). Componente essenziale della selce la silice che pu essere presente come quarzo, come calcedonio e come opale. La maggior parte delle selci contenute nelle formazioni calcaree costituita da minutissime fibre e granuli di quarzo. La grana dei singoli cristalli di SiO2 piccolissima (5-20 m). Pertanto al tatto liscia # NOME Calcedonio Rocce sedimentarie chimiche Silice

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE La silice microcristallina pu formare strati concentrici; in questo caso prende il nome di calcedonio. E semitrasparente in lastrine sottili, ma opaco nella massa; si forma per deposizione da soluzioni in cavit o vene nelle quali assume varie forme; spesso riveste internamente le pareti delle cavit allinterno di una roccia. Il calcedonio, a seconda della colorazione (e quindi delle impurit) e dellaspetto, assume varie denominazioni. -Agata: E una variet con strie di colore molto variabile. LOnice una variet di Agata. -Corniola: E una variet di calcedonio con inclusioni di minerali ferrosi come limonite ed ematite, con colore rosso-arancio. -Opale: Ha un colore variabile dal trasparente al bianco latte, con una infinit di differenti intermedi. # NOME Diaspro Rocce sedimentarie chimiche Quarzo (Silice)

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE E una variet particolarmente dura e lucida di selce. E formata da quarzo e spesso contiene atomi di ferro che le conferiscono una colorazione rossastra, o comunque altre impurit. E sempre opaca, mai lucida come nel quarzo; generalmente si forma per precipitazione chimica della silice, ma si pu formare anche a causa dellaccumulo di scheletri di microrganismi a struttura silicea come i radiolari o alcuni generi di spugne; in questo caso rientra nel gruppo delle rocce sedimentarie organogene. # NOME Gesso Rocce sedimentarie chimiche Gesso

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE E una roccia chimica evaporitica, formata dallomonimo minerale; pu avere diverse possibilit di formazione: pu generarsi dallevaporazione di bacini marini chiusi, ma frequente anche nelle fumarole vulcaniche (per sublimazione) e nelle sorgenti termali. -Rosa del deserto: Di colore che sfuma dall'arancione al giallo-ocra, un aggregato di cristalli di gesso; ad una certa profondit lacqua piovana scioglie il solfato di calcio; la soluzione risultante tende a risalire in superficie,

dove lacqua evapora e il gesso cristallizza insieme alla sabbia. # NOME Salgemma Rocce sedimentarie chimiche Salgemma

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE I giacimenti possono essere inclusi nelle rocce oppure superficiali; nel secondo caso si formano per evaporazione di grandi masse di acqua salata. # NOME Anidrite Rocce sedimentarie chimiche Anidrite

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Di origine evaporitica, i depositi si creano per evaporazione di acque salate in ambienti caldi, prevalentemente deriva dalla trasformazione di depositi di gesso per perdite delle molecole dacqua associate (infatti solfato di calcio anidro). # NOME Travertino Rocce sedimentarie chimiche Carbonato di calcio

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Si compone di calcite o raramente, di aragonite. Pu contenere impurit che ne condizionano il colore, ma anche fossili (si parla allora di travertino organogeno); il travertino deriva dallevaporazione di acque ricche di carbonati di calcio, che pu avvenire in grotte, laghi, o presso le cascate dei fiumi; in questi luoghi che durante la sua formazione la roccia pu inglobare resti animali e vegetali, che fossilizzano. E una roccia molto recente: ha poche decine di migliaia di anni; la sua genesi visibile ancora oggi, nei pressi delle sorgenti termali o di corsi dacqua fluviali ricchi di carbonato di calcio. # NOME Terre rosse Rocce sedimentarie chimiche/clastiche //

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Sono rocce residuali; sono ci che rimane di una spinta ossidazione delle rocce provocata da alte temperature e forti insolazioni. Possono essere considerate lanticamera del deserto, vista la caratteristica sterilit. -Bauxite: Costituisce la principale fonte per la produzione di alluminio; infatti contiene ossidi e idrossidi di alluminio e di ferro.

-Limonite: Si forma per ossidazione di altri minerali contenenti ferro, come lematite. # NOME Tufo Rocce sedimentarie clastiche/ magmatiche effusive //

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Roccia piroclastica formatasi per sedimentazione di materiale proveniente da eruzioni vulcaniche esplosive in ambiente subaereo o subacqueo. I tufi sono aggregati eterogenei costituiti prevalentemente da ceneri e lapilli, contenenti frammenti lavici di maggior dimensione; questi materiali sedimentano e quindi diagenizzano. Ha aspetto poroso e si sgretola facilmente. Queste rocce hanno una certa attivit nucleare latente (sono debolmente radioattivi). -Tufo peperino: In questa variet di tufo la componente della cenere vulcanica prevalente. # NOME Stromatoliti Rocce sedimentarie organogene biocostruite //

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Sono rocce costruite attivamente da esseri viventi, soprattutto cianobatteri. Si formano a partire da stratificazioni alternate di sostanze organiche e sedimenti di sabbia. Sono infatti ben visibili le stratificazioni: i ciano batteri presenti nelle acque fissavano il carbonato di calcio e insieme detriti e granelli di sabbia, grazie al loro involucro appiccicoso; linsolazione induriva limpasto formando, strato dopo strato, intere scogliere. E importante anche perch contiene molto ferro. # NOME Coralli Rocce sedimentarie organogene biocostruite //

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Un ramo di corallo vivo pu essere considerato come unaggregazione di piccoli polipi; si tratta di organismi biancastri con corpo tubolare e tentacoli sulla sommit. Il loro scheletro esterno una struttura calcarea prodotta dagli organismi stessi; deriva dalla fusione di piccoli corpuscoli calcarei, di colore rosso o rosa, che vengono cementati tra di loro dal carbonato di calcio. # NOME Spugna Rocce sedimentarie organogene biocostruite //

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE Sono rocce biocostruite, derivanti dallo scheletro calcareo o siliceo dei poriferi dotati di queste

strutture; possono essere calcaree o silicee. # Esistono anche rocce sedimentarie organogene bioclastiche, che si formano quando i clasti di alcuni esseri viventi diagenizzano; possono essere clasti di molluschi (conchiglie), ma anche di batteri come foraminiferi o radiolari. # ROCCE COMBUSTIBILI NOME Torba Rocce combustibili

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA : Carbonio, acqua, altri elementi organogeni DESCRIZIONE E un deposito composto da resti vegetali e animali. E usata per migliorare le caratteristiche fisiche (porosit, ecc.) del terreno. Di colore bruno giallastro o nero, ha struttura molto porosa e si estrae generalmente impregnata da forti quantit d'acqua. La torba essiccata contiene il 40-60% di carbonio. I depositi di torba (torbiere) sono diffusi specialmente nei Paesi a clima temperato o freddo, ad esempio nel nord della Russia, dove il permafrost consente la conservazione della torba sotto il suolo. # NOME Lignite Rocce combustibili Carbonio, acqua, altri elementi organogeni

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE In queste rocce c unalta concentrazione di carbonio; la presenza di ossigeno e idrogeno lo rendono poco utilizzato come combustibile, in quanto produce molte scorie. Ne esistono diverse variet, tutte intermedie tra la torba e il litantrace: lignite terrosa, lignite xiloide, lignite bruna e lignite picea. # NOME Litantrace Rocce combustibili Carbonio

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE E formato per il 90% da carbonio. il carbon fossile pi diffuso e di maggiore importanza industriale presente in numerose variet; usato anche per creare acciaio, in quanto lacciaio una lega di ferro e carbonio. La variet pi pregiata il litantrace magro, di colore nero con riflessi grigio-azzurri e spiccata lucentezza. # NOME Antracite Rocce combustibili

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

//

DESCRIZIONE E quasi carbonio puro (98%). Lascia una traccia scura. E la roccia combustibile di qualit superiore, molto povera di sostanze volatili; quindi si accende con difficolt, bruciando poi bene, e senza produrre fumi, con fiamma cortissima e poco luminosa. Si presenta in masse dure e compatte di colore nero-grigiastro con lucentezza brillante quasi metallica; molto fragile. # NOME Grafite Rocce combustibili Grafite

SOTTOCATEGORIA

COMPOSIZIONE MINERALOGICA

DESCRIZIONE La grafite ha principalmente origine metamorfica, derivando dalla trasformazione della sostanza organica vegetale contenuta in sedimenti sottoposti a intense azioni termiche; ma si forma anche per cristallizzazione di fluidi magmatici residuali. Pu essere considerata derivata dal metamorfismo completo (carbonizzazione) della sostanza organica fino al 100% di carbonio. Raramente viene usata come combustibile, perch viste le sue numerose propriet la si preferisce utilizzare per altri scopi.