Sei sulla pagina 1di 2

Joseph Halevi I nuovi profitti delle banche 21 07 2009 di su il manifesto del La notizia che alcune grandi banche statunitensi

hanno dichiarato profitti di eccezionale ampiezza non implica che il sistema bancario stia diventando pi disponibile all erogazione di credito per facilitare le imprese in difficolt!" #l contrario$ le societ! finanziarie si stanno allontanando dal credito e si concentrano invece in attivit! lucrative interne ai meccanismi speculativi" %on la crisi che pervade il sistema delle imprese sono tornati di moda i titoli spazzatura e altra robaccia simile ed & su 'uesto tipo di terreno che vengono individuate possibilit! di guadagni speculativi" (n azienda vera che non riesce a vendere non pu) che avere una copertura limitata delle proprie passivit!" %*+,I+(#-.#/I+#10 0ino a che punto possono infatti essere sottoscritte passivit! aziendali che derivano dall accumulo di camice$ piatti$ pentole e auto invendute1 In definitiva la copertura pu) continuare solo se lo 2tato incamera la produzione invenduta$ come ben fece notare oltre 37 anni fa James 4eade$ un economista di %ambridge nonch& premio +obel" Invece le passivit! 5liabilities6 finanziarie delle banche rappresentate dalle cartacce senza valore sono state sottoscritte dallo 2tato in forma illimitata" Inoltre$ fatto candidamente ammesso da 7en 7ernan8e in una rarisssima intervista televisa concessa alla %bs lo scorso marzo$ i 9prestiti: della 7anca 0ederale alle banche private per rifornirle di li'uidit! altro non erano che delle erogazioni simili allo stampare moneta" %itiamolo perch& 7ernan8e svela i meccanismi con cui nel corso della crisi sono state non solo salvate ma anche arricchite le banche" #lla domanda dell intervistatore se gli aiuti della 0ed fossero finanziati dai soldi dei contribuenti 7ernan8e risponde; 9+on sono soldi delle tasse" Le banche hanno dei conti con la 0ed esattamente come lei ha un conto con una banca commerciale" <uindi per prestare a una banca noi usiamo semplicemente il computer per incrementare la grandezza del conto che la banca ha presso la 0ed" = molto pi simile a stampare moneta che all erogazione di un prestito:" +ell intervista il governatore della 0ed annuncia che tale sostegno$ tramite l emissione di moneta direttamente nei conti delle banche$ continuer! fintanto che perdureranno condizioni di fragilt! finanziaria" %on una tale illimitata copertura delle passivit!$ cosa impossibile per le aziende industriali$ la ricerca di guadagni speculativi diventa un gioco soprattutto considerando che il salvataggio e l arricchimento delle banche & avvenuto con una strategia diretta a rafforzare la concentrazione finanziaria" La /oldman 2achs$ ad esempio$ si & vista sollevata da tutte le perdite della societ! assicuratrice #ig$ le cui passivit! sono state assunte dal governo" ,uttavia malgrado il clima istituzionalmente favorevole alla concentrazione bancaria e ai giochi speculativi contro il credito per gli investimenti$ molti dei profitti dichiarati sono dovuti a operazioni una tantum$ 'uale la vendita da parte della 7an8 of #merica della sua 'uota nella %hina %onstruction 7an8" La realt! della crisi in corso si manifesta anche nelle dichiarzioni dei dirigenti di tali istituti i 'uali sostengono che i profitti forniranno da cuscinetto per le perdite che si stanno accumulando nel campo dei credito al consumo dato l aumento del numero delle famiglie i cui debiti vanno in protesto" La crisi attuale$ nel cui ambito i comportamenti delle istituzioni finanziarie hanno avuto un ruolo aggravante$ sta producendo un effetto opposto a 'uello della crisi del 1929>?2" #llora venne creata la 0ederal @eposit Insurance %orporation con ampi poteri di intervento e di nazionalizzazione che port) ad una separazione tra mercato azuonario e sistema bancario commerciale" *ggi gli stessi colpevoli vengono rafforzati con le grandi multinazionali della contabilit! finanziaria e le inaffidabili e s'ualificate agenzie di rating$ incaricate di stilare le riforme stesse" +on vi & un ritorno all economia reale" <uest ultima sta in %ina$ il resto & un sottoinsieme del

capitale finanziario che determina in forma preponderante sia le politiche correnti che le regole istituzionali"