Sei sulla pagina 1di 6

www.bicudi.

net

L'arte della narrativa biblica: un percorso didattico


di Luciano Zappella
tratto da: Nuova Secondaria, XXVIII/7, marzo 2011, pp. 58.63-68

Si sta ormai facendo sempre pi strada la convinzione che la Bibbia, nella sua dimensione di codice dellOccidente, non pu essere assente dalla prassi didattica, in quanto chiave di accesso alla comprensione delle ricadute letterarie, e, pi in generale, artistiche, che ha prodotto si tratta di un discorso a valle, sul versante della gaadameriana !storia degli effetti" #Wirkungsgeschichte$% &ltrettanto importante ' per un discorso a monte, sul versante delle risorse letterarie presenti nel testo biblico la Bibbia ha prodotto #grande$ letteratura perch( ' essa stessa #grande$ letteratura% )a comprensione delle discendenze letterarie non pu quindi prescindere da unanalisi delle ascendenze bibliche*% Scopo di queste note, forzatamente brevi e dal carattere introduttivo, ' di fornire alcuni spunti per un percorso didattico teso a far emergere come la narrazione biblica sia meno ingenua e rozza di quanto sembri a prima vista e come lanalisi narratologica di un passo biblico riservi sorprese non meno piacevoli di quelle offerte dallanalisi, per esempio, di una novella di Boccaccio o di un racconto di +af,a%

1. La Bibbia: un testo in cerca di lettori -ome altri testi, la Bibbia pu essere accostata secondo una prospettiva diacronica #la storia del testo, il suo passato$ o secondo una prospettiva sincronica #il testo come si presenta, il suo presente$% .essuno nega limportanza e i meriti che ha avuto lapproccio storico/ critico% 0uttavia, la Bibbia non ' soltanto un insieme di testi di cui ricostruire la storia genetica, ma anche una biblioteca narrativa che chiede lettori sempre nuovi% Sono ormai trascorsi quasi trentanni da quando 1obert &lter e 2eir Sternberg hanno applicato i principi della narratologia al testo biblico, con esiti a dir poco sorprendenti3% )a Bibbia infatti non ' un trattato teologico o dogmatico, non ' un catechismo o unenciclica ' un macroracconto fatto di microracconti% )a critica narratologica applicata alla Bibbia !' interessata al modo in cui la letteratura biblica ' letteratura% 4l che cosa di un testo #il contenuto$ e il come #la retorica e la struttura$ sono esaminati quali parti di un unico drappo, di un insieme omogeneo% 4 narratologi sono interessati anzitutto alla letterariet5

)a madre di tutte le intuizioni relativamente alle ascendenze bibliche risale a 6rich &uerbach, Mimesis. Il realismo nella letteratura occidentale, 6inaudi, 0orino, 3777 #or% ted% *89:$, il quale individua nella Bibbia una delle fonti del realismo della letteratura contemporanea% Segnalo in particolare i primi due saggi La cicatrice di Ulisse e Fortunata% 3 1% &lter, Larte della narrativa biblica, ;ueriniana, Brescia *887 #or% ingl% *8<*$= 2% Sternberg, The Poetics of Biblical arrative. Ideological Literature and the !rama of "eading, 4ndiana >niversit? @ress, Bloomington *8<A%
*

1|Pagina

www.bicudi.net

dei racconti biblici B ossia alle peculiarit5 che li rendono letteratura= la forma e il contenuto sono di norma considerati ununit5 indissolubile"C% & differenza dellanalisi semiotica che studia la struttura del testo e dellanalisi retorica che studia la composizione del testo, lanalisi narrativa si occupa della lettura del testo questultimo non ' tanto un documento quanto un monumento, cio' un evento che vive solo grazie al lettore% -i vale a maggior ragione per i testi biblici nei quali il narratore esige dal suo lettore una presa di posizione #pro o contro$ pur nel rispetto della sua libert59% @arafrasando @irandello, si potrebbe quindi dire che la Bibbia ' un testo in cerca di lettore% D proprio su questo punto che la narratologia applicata alla Bibbia #o analisi narrativa$ pu offrire squarci di notevole interesse e porsi come prospettiva didatticamente stimolante% &i fini didattici, ' preferibile analizzare brevi sezioni, lasciando da parte i macroracconti, che richiederebbero unanalisi pi articolata% Eorniremo di seguito alcuni esempi di tecniche narrative analizzando due brevi pericopi, non prima per di aver precisato brevemente lo statuto del narratore biblico%

2. Lo statuto del narratore biblico -ontrariamente a quanto avviene per la maggior parte delle opere narrative, per gli autori dei testi biblici #anche di quelli il cui nome compare allinizio del testoA$ ' impossibile distinguere lautore reale #la #ersonalit$ storica$ dallautore implicito #la #ersonalit$ letteraria$% )a maggior parte dei narratori biblici sono anonimi, #lurali, voce collettiva% Fli autori dei testi biblici non sono meri esecutori, ma scrittori ispirati di e da una ispirazione= la qualit5 della loro ispirazione non dipende n( da unascesi intima n( da un personale esercizio letterario/filosofico, ma ' permeata da una dimensione comunitaria= la materia della loro ispirazione non ' lenthusiasm%s platonico, ma una @arola che li precede, senza tuttavia comprimere loro libert5 artistica% Sul piano della voce narrante il narratore biblico fa professione di una onniscien&a che non disdegna la reticen&a% )onniscien&a del narratore ' dispiegata fin dallinizio chi legge lincipitario !racconto dellinizio" #Fenesi *$ non pu non chiedersi come ' possibile che il narratore racconti un fatto #la creazione$ cui non pu aver assistitoG -ome ' possibile che egli possa addirittura assumere il punto di vista di Hio #il narratore vede che Hio vede che quanto ha creato ' buono Fen *,C e #assim$G -ome pu una narrazione cosI pertinente essere svolta da un narratore tanto impertinenteG -i avviene perch( chi narra linizio della creazione crea anche linizio della narrazione% Hio crea il mondo e crea il narratore che narra la creazione= la narrazione della creazione coincide con la creazione della narrazione% .ota
J%)% 1esseguie, arratologia del uovo Testamento, @aideia, Brescia 377<, p% *:% Segnalo due ottimi manuali H% 2arguerat B K% Bourquin, Per leggere i racconti biblici. Ini&ia&ione allanalisi narrativa, Borla, 1oma 377* #or% franc% *88<, 37733$ e J%@% Eo,,elman, 'ome leggere un racconto biblico( guida #ratica alla narrativa biblica, 6HB, Bologna 377C% Si veda anche il sito LLL%bicudi%net% 9 !4l testo, rimasto orfano di suo padre, lautore, diventa il figlio adottivo della comunit5 dei lettori" @% 1icMur, !Nloge de la lecture et de l(criture", in )tudes th*ologi+ues et religieuses :9 #*8<8$, pp% C8A/97A #cit% a p% 97C$% -fr% anche >% 6co, Lector in fabula. La coo#era&ione inter#retativa nei testi narrativi, Bompiani, 2ilano *8O8% A ;uando, per esempio, si parla di !libro di Fiosu'", !libro di Fiobbe" o !libro di 6ster", il di ' complemento di argomento #libro che parla di,$, non una attribuzione autoriale #libro scritto da,$%
C

2|Pagina

www.bicudi.net

opportunamente J% Eo,,elman !in religione e in teologia gli esseri mortali, compresi gli scrittori, sono soggetti a Hio, poich( luomo ' stato creato da Hio% 2a #P$ quando si tratta di raccontare una storia, la situazione ' radicalmente diversa% .ei testi narrativi Hio ' un personaggio, cio' una creazione di colui che scrive e racconta% Hio ' una costruzione linguistica, &bramo ' uno strumento linguistico, Havide ' un ritratto che consiste esclusivamente in segni linguistici% Hio pu agire soltanto se lautore ' disposto a parlarci di lui% D lautore a decidere se Hio ha il permesso di dire qualcosa nel racconto e, in tal caso, con quale frequenza e quantit5 di parole":% & differenza di quello omerico #che mette tutto in primo piano$, il narratore biblico sa anche essere reticente e sobrio% -ome sottolinea &lter, la narrazione biblica ' caratterizzata da !diverse forme di oscurit5 illuminate da fasci di luce intensi ma ridotti, da barlumi spettrali, da improvvisi bagliori intermittenti", tanto che il lettore ' costretto !ad arrivare al personaggio e al motivo #P$ tramite un processo di inferenza, a partire da dati frammentari, spesso con momenti cruciali dellesposizione narrativa strategicamente sottaciuti per essere proposti pi avanti nella trama, e ci conduce a prospettive molteplici e talvolta persino oscillanti sui personaggi% -' in altre parole un mistero presente nel personaggio cosI come lo concepiscono gli scrittori biblici, un mistero che essi esprimono attraverso i loro tipici metodi di presentazione"O% D del tutto evidente che la reticenza apre spazi alla collaborazione interpretativa del lettore% 2oltiplicando i silenzi, le ellissi, gli spazi bianchi<, la narrativa biblica riproduce la stessa dinamica che sta alla base della scrittura ebraica, la quale presenta solo le consonanti, mentre le vocali sono affidate allinterpretazione% 6ssendo la Bibbia la narrazione del patto tra Hio e gli uomini, il narratore istituisce un patto di lettura con il suo lettore%

3. La verit della finzione: il lettore implicato e il patto di lettura -ome ' noto, uno dei generi letterari pi usati nei racconti biblici ' la parabola #in ebraico ma-al$, tramite la quale si tiene insieme #secondo etimologia, da #ara.ball/, !gettare accanto"$ il momento realistico con quello simbolico% @er quanto tipiche dellinsegnamento di Fes, le parabole non sono assenti nell&ntico 0estamento% .e prenderemo in considerazione una particolarmente significativa 3Samuele *3,*/*A%
2 Samuele 12,1-15. *4l Signore mand il profeta .atan a Havide, e .atan and da lui e gli disse !Hue uomini erano nella stessa citt5, uno ricco e laltro povero% 34l ricco aveva bestiame minuto e grosso in gran numero, Cmentre il povero non aveva nulla, se non una sola pecorella piccina, che egli aveva comprato% 6ssa era vissuta e cresciuta insieme con lui e con i figli, mangiando del suo pane, bevendo alla sua coppa e dormendo sul suo seno% 6ra per lui come una figlia% 9>n viandante arriv dalluomo ricco e questi, evitando di prendere dal suo bestiame minuto e grosso quanto era da servire al viaggiatore che era venuto da lui, prese la pecorella di quelluomo povero e la servI alluomo che era venuto da lui"% AHavide si adir contro quelluomo e disse a .atan !@er la vita del Signore, chi ha fatto questo ' degno di morte% :@agher5 quattro volte il valore della pecora, per aver fatto una tal cosa e non averla evitata"% O&llora .atan disse a Havide !0u sei quelluomoQ -osI dice il Signore, Hio d4sraele 4o ti ho unto re d4sraele e ti ho liberato dalle mani di Saul, <ti ho dato la casa del tuo padrone e ho messo nelle tue braccia le donne del tuo padrone, ti ho dato la J%@% Eo,,elman, cit%, pp% :3/:C% &lter, cit%, pp% *A9/*AA% < >n esempio per tutti !4l Signore guard con favore &bele e la sua offerta, ma non guard con favore -aino e la sua offerta" #Fen 9,9/A$% 4l narratore si guarda bene dallo specificare il motivo del non gradimento e questo silenzio innesca il processo dellinterpretazione%
: O

3|Pagina

www.bicudi.net

casa d4sraele e di Fiuda e, se questo fosse troppo poco, io vi aggiungerei anche altro% 8@erch( dunque hai disprezzato la parola del Signore, facendo ci che ' male ai suoi occhiG 0u hai colpito di spada >ria l4ttita, hai preso in moglie la moglie sua e lo hai ucciso con la spada degli &mmoniti% *76bbene, la spada non si allontaner5 mai dalla tua casa, poich( tu mi hai disprezzato e hai preso in moglie la moglie di >ria l4ttita% **-osI dice il Signore 6cco, io sto per suscitare contro di te il male dalla tua stessa casa= prender le tue mogli sotto i tuoi occhi per darle a un altro, che giacer5 con loro alla luce di questo sole% *3@oich( tu lhai fatto in segreto, ma io far questo davanti a tutto 4sraele e alla luce del sole"% *C&llora Havide disse a .atan !Ro peccato contro il SignoreQ"% .atan rispose a Havide !4l Signore ha rimosso il tuo peccato tu non morirai% *90uttavia, poich( con questazione tu hai insultato il Signore, il figlio che ti ' nato dovr5 morire"% *A.atan torn a casa%

)analisi della sequenza deve essere preceduta dalla lettura dellantefatto #3Samuele **$ dopo aver commesso adulterio con Betsabea ed essere stato il mandante dellomicidio di suo marito >ria, Havide viene condotto a riconoscere la propria colpa #limmoralit5 della prepotenza$ non tramite una predica moralistica, ma tramite un racconto di fiction% 4l profeta .atan, nella sua qualit5 di narratore di 44 grado eterodiegetico8, costruisce un racconto performativo, mirato cio' a condurre Havide #il narratario$ B e, con lui, il lettore implicito B verso la consapevolezza delle proprie azioni% )a chiave di accesso alla comprensione della parabola ' rappresentata dalla considerazione del narratore di 4 grado #onnisciente$ !Ma ci% che !avide aveva fatto era male agli occhi del 0ignore" #*Sam **,3Oc$% Si tratta di una affermazione decisiva in quanto ' il peritesto*7 che, conferendo al lettore un surplus di conoscenza rispetto a Havide, fonda il patto di lettura il profeta .atan sa ci che Havide ha commesso, il re Havide sa ci che ha commesso ma non sa che .atan sa, il lettore sa ci che Havide ha commesso #3Sam **$ e sa che Hio ' adirato con Havide #v% **,3Oc$% )a chiave di volta ' invece costituita dalla affermazione di .atan !0u sei quelluomoQ" #!att$ ha.i-Q" v% Oa$% )a frase, tanto essenziale quanto inequivocabile, cade come un colpo di mannaia a separare la finzione dalla realt5% .on si dimentichi che Havide ' stato chiamato ad esprimere un giudizio nellambito della finzione e che ora tale giudizio si ritorce contro di lui facendogli prendere coscienza della realt5% .el cap% ** Havide, nellintento di salvare le apparenze, mette in atto una strategia di finzione che il racconto di .atan, con la sua strategia di finzione #costruzione del racconto$, finisce per smascherare% )a trama del racconto #la sua costruzione$ serve a smascherare la trama ordita da Havide% .e consegue che, nella vicenda #finta$ narrata da .atan, Havide ' costretto a rileggere la propria vicenda #vera$% 0ale coinvolgimento riguarda per anche il lettore dotato com' di un grado di conoscenza superiore, potrebbe limitarsi a gustarsi il momento, fortemente ironico, in cui Havide pronuncia la propria condanna e prendersi, per cosI dire, gioco di un potente che pensava di farla franca% Sennonch(, quel !0u sei quelluomoQ" instilla nel lettore il sospetto che il profeta, uscito dalla finzione, stia parlando anche a e di lui e che lo spinga a chiedersi se la trama del racconto non corrisponda per caso anche alla trama della sua vita, come a quella di Havide% Se infatti Havide non ha potuto fare a meno di identificarsi con luomo ricco della finzione narrativa, perch( non dovrebbe farlo anche il lettoreG !)a narrazione gli propone di interpretare la trama del testo nella trama della propria
4l narratore di 44 grado narra allinterno di unaltra narrazione #affidata al narratore di 4 grado$= il narratore ' eterodiegetico quando ' assente dalla storia da lui raccontata% *7 4l peritesto ' linsieme degli enunciati che precedono #frontespizio, titolo, prefazioneP$ o seguono #conclusione, appendiciP$ un testo e che contengono indicazioni per la lettura%
8

4|Pagina

www.bicudi.net

esistenza SPT 4n questo incontro tra la trama del racconto e quella della propria vita il testo offre al lettore una possibilit5 di modificare la propria trama personale= in una parola, gli offre di diventare un altro"**%

. !uestione di punti di vista: sapere e non sapere


*Hopo

queste cose, Hio mise alla prova &bramo e gli disse !&bramo, &bramoQ"% 1ispose !6ccomiQ"% !Su, prendi tuo figlio, il tuo diletto che tu ami, 4sacco, e vaU nel territorio di 2oria, e offrilo ivi in olocausto su di un monte che io ti dirQ"% C&bramo si alz di mattino per tempo, sell il suo asino, prese con s( due suoi servi ed 4sacco suo figlio, spacc la legna per lUolocausto e si mise in viaggio verso il luogo che Hio gli aveva detto% 9&l terzo giorno &bramo, alzando gli occhi, vide da lontano il luogo% A&llora disse ai suoi due servi !Sedetevi e dimorate qui, con lUasino= io e il ragazzo andremo fin l5, faremo adorazione e poi ritorneremo da voi"% :&bramo prese la legna dellUolocausto e la caric su 4sacco, suo figlio= egli prese in mano il fuoco e il coltello e sUincamminarono tuttUe due insieme% O4sacco si rivolse a suo padre &bramo e disse !@adre mioQ"% 1ispose !6ccomi, figlio mioQ"% 1iprese !6cco qui il fuoco e la legna, ma dovU' lUagnello per lUolocaustoG"% <1ispose &bramo !Hio si provveder5 da s( lUagnello per lUolocausto, figlio mioQ"% 6 proseguirono tuttUe due insieme% 8-osI arrivarono al luogo che Hio gli aveva detto e ivi &bramo edific lUaltare, vi depose la legna, leg 4sacco suo figlio e lo depose sullUaltare sopra la legna% *7@oi &bramo stese la mano e prese il coltello per scannare il suo figliolo%**2a lUangelo del Signore lo chiam dal cielo e gli disse !&bramo, &bramoQ"% 1ispose !6ccomiQ"% *31iprese !.on stendere la mano contro il ragazzo e non fargli alcun maleQ Ora so che rispetti Hio e non mi hai risparmiato il tuo figliolo, lUunico tuoQ"% *C&llora &bramo alz gli occhi e guard= ed ecco un ariete ardente, ghermito dal fuoco, impigliato con le corna in un cespuglio% &bramo and a prendere lUariete e lUoffrI in olocausto al posto del suo figliolo% *9&bramo chiam il nome del santuario !il Signore provvede", onde oggi si dice !Sul monte il Signore provvede"% *A@oi lUangelo del Signore chiam dal cielo &bramo per la seconda volta *:e disse !Fiuro per me stesso, oracolo del Signore perch( tu hai fatto questo e non hai risparmiato il tuo figliolo, lUunico tuo, *Oio ti benedir con ogni benedizione e moltiplicher assai la tua discendenza, come le stelle del cielo e come la sabbia chU' sul lido del mare= la tua discendenza sUimpadronir5 della porta dei suoi nemici *<e si diranno benedette per la tua discendenza tutte le nazioni della terra, in compenso del fatto che tu hai ubbidito alla mia voce"% *8@oi &bramo torn dai suoi servi, e insieme si misero in cammino verso Bersabea= e &bramo abit a Bersabea%
31iprese

)episodio della legatura di 4sacco*3 #Fenesi 33,*/*8$ presenta un duplice itinerario quello di &bramo e quello del lettore% 4n entrambi il filo conduttore ' la conoscenza della volont5 di Hio per &bramo, della reazione di &bramo e dellesito finale per il lettore% )ettore che, anche in questo caso, parte in vantaggio con il peritesto di Fen% 33,*a #!!io mise alla #rova 1bramo"$, il narratore gli mette in chiaro lintenzione divina% D come se il lettore si sedesse in poltrona ad osservare le reazioni di &bramo% -ome nel caso di Havide e .atan, ad essere in gioco ' un conflitto di saperi il lettore sa ci che &bramo non sa ma non pu dirglielo, Hio sa ma non pu dire niente sino alla fine, mentre lo stesso &bramo conosce lo scopo del viaggio ma non pu dirlo ad 4sacco #e il

H% 2arguerat B K% Bourquin, cit%, p% *A7% -ome sottolinea acutamente &% V(nin, !la parabola non mostra la realt5 di Havide, ma mostra la verit5 della sua realt5 SPT )intento non ' di raccontare la storia, ma di proporre al lettore, tramite una storia, una pratica di verit5 in vista della trasformazione del suo essere grazie al potere che la finzione ha di far venire alla luce ci che ' spesso nascosto nellopacit5 di ogni realt5 umana" #&% V(nin, !avid et lhistoire de atan 23 0amuel 4354.675 ou( le lecteur et la fiction #ro#h*ti+ue du r*cit bibli+ue, in H% 2arguerat #cur%$, La Bible en r*cit. Le8*g9se bibli+ue $ lheure du lecteur, )abor et Eides, Fen've 377C, pp% *:C/*:9$%
** *3

1inunciamo alla definizione pi comune #il sacrificio di 4sacco$ in quanto del tutto fuorviante%

5|Pagina

www.bicudi.net

lettore non pu fare e meno di chiedersi fino a che #unto e soprattutto se &bramo riuscir5 a mantenere il segreto con il figlio$% )a costruzione del racconto ' quella tipica del dramma #in termini cinematografici si potrebbe parlare di presa diretta$% 4l narratore onnisciente di Fenesi * ha lasciato il posto ad un narratore reticente che adotta una focalizzazione esterna costruisce cio' un racconto in cui in cui nulla dice circa i sentimenti di &bramo e di 4sacco #va qui in scena il dramma della comunicazione$% D chiaro che si tratta di una strategia narrativa tutto il racconto ' punteggiato da un continuo rimando tra parole e silenzi, tra simulazione e dissimulazione, tra svelare e rivelare% )a laconicit5 del narratore*C serve non solo a sottolineare il dramma, ma anche a dilatare lo spazio del lettore il quale non pu fare meno di riempire le ellissi narrative, chiedendosi cosa fa &bramo tra il ricevimento dellordine e la partenzaG -osa si dicono padre e figlio nei tre giorni di viaggioG -osa pensa 4saccoG ;uando Hio sveler5 il tuttoG 4l narratore esige dal lettore un rapporto di empatia con i personaggi del dramma% Si potrebbe dire che la narrazione ' spietata per suscitare la #ietas del lettore% -erto, il lettore sa tutto in anticipo #33,*a$, ma non sa, se non per inferenza, cosa prova &bramo= le sue domande nel corso della narrazione sono in certo senso riassunte dalle uniche parole pronunciate da 4sacco che non a caso contengono una domanda, anzi la domanda per antonomasia !Hov' lagnello per lolocaustoG" #33,Oc$% Hue ultime considerazioni appena accennate si noti il raffinato gioco tra il tempo della storia e il tempo del racconto #vi ' un progressivo rallentamento$ e si noti pure lesito della vicenda basato sulle categorie aristoteliche della #eri#eteia #rovesciamento della situazione$ e della anagnorisis #passaggio dallignoranza alla conoscenza$*9%

"onclusione !>n maestro della scuola di 1abbI 4shmael ha insegnato .on ' forse cosI la mia parola come il fuoco, oracolo del Signore, e come un martello che frantuma la rocciaG #Fer% 3C,38$% -ome questo martello sprigiona molte scintille, cosI pure un solo passo scritturistico d5 luogo a dei sensi molteplici"*A% -i che i maestri dellinterpretazione infinita dicono della Scrittura non ' forse valido anche per la letteraturaG 6 la Scrittura non ' forse la grande storia di un Hio che non ha paura di avere delle storie con gli esseri umaniG

Fi5 messa in risalto perfettamente da &uerbach, cit%, pp% C/38% &ristotele, Poetica *9A3a *A/*9A3b A% *A 0almud Babilonese, 0anhedrin :;a%
*C *9

6|Pagina