Sei sulla pagina 1di 11

SESSO E SALUTE

Farmarca_Consorzio di Farmacie della Marca Trevigiana _ Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

SOMMARIO
Farmarca Le Notizie Sulla Salute _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

EDITORIALE
a cura del Dott. Alessandro Simionato e del Dott. Livio Patelli

Pag. 04 -

I Benefici di una Sana Attivit Sessuale

Il Sesso Fa Bene Alla Salute


a cura di Maria Sandra Muffato

UNARMA CONTRO LIMPOTENZA... MA NON SOLO!

Pag. 06 -

Intervista al Dott. Roberto Fraioli

Le Cure Del Sesso


a cura di Chiara Cestaro

Pag. 08 - Turni delle Farmacie della Marca

Tutti i Turni delle Farmacie


mesi di gennaio e febbraio 2011

Pag. 12 - Quello Che Vorresti Sapere

Domande Frequenti sulla Sessualit


a cura di Federico Zanatta e Lucia Sartori

Pag. 14 - Come Proteggersi dalle Malattie a Trasmissione Sessuale

Prevenzione
a cura di Anna Maria Del Pia

Pag. 15 - Intervista alla Dott.ssa Elisabetta Guarini

Le Et Del Sesso
a cura di Francesca Pinarello

Pag. 16 - Un Aiuto dalla Natura

Alleviare lAnsia e lo Stress


a cura della Redazione

Pag. 18 - Lettera Alla Redazione

La Posta Dei Lettori


a cura di Federico Zanatta

CONSORZIO FARMARCA Via Cortese, 8 - 31100 Treviso - Tel.: 0422.419232 - Fax: 0422.583252 farmarca@farmacietv.it - www.farmarca.it Direzione Generale DMC Agenzia di Pubblicit Piazza Europa Unita, 37 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel. 0423.494066 - Fax 0423.742449 e-mail: dmc@dmccomunicazione.it Referente Redazione Farmarca: Maria Sandra Muffato Responsabile DMC per Farmarca: Paola Bonora

ntrano nelle farmacie gi con uno sguardo pensieroso, quasi preoccupato. Spesso hanno unet media che va dai 50 ai 55 anni. Si avvicinano al banco della farmacia con timidezza, voltando lo sguardo a destra e a sinistra continuamente, quasi da far suscitare inconsueti timori in noi farmacisti. Restiamo cos, attenti, pronti ad intervenire nel caso ce ne fosse bisogno. Con estrema apprensione guardiamo lattimo in cui, con un movimento veloce infilano la mano allinterno del loro cappotto, facendo rinvenire non una malintenzionata pistola, bens una semplice ricetta bianca. Poi, con voce flebile, sussurrano Dottore, mi raccomando, ora le dar una ricetta e vorrei la massima discrezione! Identikit certamente pittoresco, ma di questi clienti nelle nostre farmacie se ne vedono spesso, quando il medicinale in oggetto la tanto chiacchierata pillola blu. Arrivata nelle farmacie italiane alla fine del 1998, il Viagra ha da subito rappresentato una possibilit di cura alla disfunzione erettile, portando un notevole miglioramento alla vita sessuale di molti individui. E doveroso per ricordare che la pillola blu, e in generale tutti i farmaci contro la disfunzione erettile (Cialis e Levitra), possono avere molti effetti collaterali pericolosi per chi li assume, e pertanto fondamentale che la prescrizione avvenga dopo una visita medica. Inoltre, dalle ultime indagini stato lanciato un allarme, in quanto tali farmaci sono i pi acquistati dagli italiani su internet (in Italia la vendita di farmaci in rete illegale), dove nel 50% dei casi, allordine e al pagamento online non segue alcuna consegna, o quando arrivano, sono assolutamente privi di garanzie di qualit. Per molti largomento sesso e pillola blu utilizzato solo per far audience; qui, invece, ne vogliamo parlare soprattutto per dare maggiori informazioni e risposte su temi che, a volte, o per timidezza, o per pudore, si preferiscono evitare. Affronteremo largomento, quindi, senza vergogna, ben sapendo ormai che questi farmaci, oltre allaspetto sessuale, hanno anche risvolti positivi sulla vita sociale di molte coppie.

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Pag. 03

IL SESSO FA BENE ALLA SALUTE


I BENEFICI DI UNA SANA ATTIVIT SESSUALE
A cura della Dott.ssa Maria Sandra Muffato, farmacista

in menopausa. In questo periodo molte donne soffrono di malinconia e anche di depressione a causa della carenza di estrogeni e avere una vita sessuale attiva e soddisfacente allontana lo spettro della tristezza. 8 . Mi g l i o ra i l s o n n o : grazie alleffetto rilassante dellossitocina la qualit del sonno migliora, con benefici effetti sulla attivit quotidiana. 9 . Mi g l i o ra l as p e t t o f i s i c o : durante un rap p o rt o s es s ual e, n el l uo mo aumen t an o i livelli di testosterone con effetti positivi sullo svi l up p o del l a mus co l at ura; n el l a do n n a l aumen t o di estrogeni determina una miglior circolazione del sangue che rende la pelle visibilmente pi elastica e idratata. 1 0 . Mi g l i o ra l i n t i mi t : lossitocina rende pi sensibili, pi genero si e pi attenti alle es i g en ze del compagno/a; di conseguenza i legami diventano pi profondi e sinceri. La conclusione a cui sono giunti gli scienziati che il sesso un aspetto importante nella vita di un individuo in quanto ne migliora la qualit e che non la bellezza che accende il desiderio, ma la chimica, lamore e la passione.

tudi scientifici condotti da sessuologi, biologi, neuropsicologi letteratura e saggistica internazionali; tutti lavori su un tema comune. Un o s t udi o b ri t an n i c o af f e rma c h e un a v i ta s es s ual e atti v a fa s embrare pi g i o v ani , a p at t o c h e i rap p o rt i s i an o s o p rat t ut t o c o n un c o mp ag n o ab i t ual e . Linfedelt, o la frequentazione di vari partners porta al contrario ad aumento dello stress e del senso di colpa che si riflettono, specialmente nelluomo, in aumento di peso, tensioni sul lavoro e in famiglia, possibile abuso di alcol e fumo, situazioni che predispongono al rischio cardiovascolare. Un peggioramento della sindrome metabolica (ipertensione, diabete, ipercolesterolemia), si verifica anche quando un rapporto in crisi o finisce. Nelluomo la caduta dei livelli di testosterone, imputabile alla mancanza di rapporti sessuali, provoca un aumento della resistenza allinsulina, allaumento delle citochine proinfiammatorie, allaumento della massa grassa corporea e ad aumento di rischio di tumore alla prostata. Per quanto riguarda la donna, i vari studi condotti affermano che essa dovrebbe mantenere una vita

sessuale attiva, ma soprattutto appagante; per il benessere psico-fisico femminile pi importante la qualit del rapporto che la frequenza. Anche solo due rapporti al mese, veramente appaganti, possono garantire alla donna una vitalit molto elevata.

3 . B ruc i a c al o ri e : fare sesso un buon modo di fare at t i v i t fi s i ca; mezzo ra di at t i v i t s es s ual e consuma circa 85 cal. ! 4 . Al l e v i a i l do l o re : fare sesso riduce anche del 70% il dolore di testa e agli arti, grazie allaumento delle endorfine che hanno la capacit di alleviare la sensazione di dolore, sia cronico che transitorio. 5 . Ri duce i l ri s chi o di cancro al l a pro s tata: uno studio inglese ha dimostrato che uneiaculazio n e frequen t e ri duce i l ri s ch i o di can cro , p art i co l armen t e in soggetti in et avanzata. 6 . Ri n f o rz a l a mus c o l at ura: nella donna il rapporto sessuale migliora il tono muscolare del pavimento pelvico; ci previene linsorgenza di incontinenza urinaria. Anche i muscoli della schiena si rinforzano, diventano pi elastici, rendendo la colonna vertebrale pi flessibile ed elastica. 7 . Mi g l i o ra l umo re: le endorfine, gli ormoni della felicit, entrano in circolo e regalano uno stato danimo positivo, soprattutto nella donna

I s es s uo l o g i e g l i ps i co terapeuti hanno s ti l ato un decal o g o dei benefi ci del s es s o . 1 . Abbas s a l a pres s i o ne s ang ui g na e al l ev i a l o s tres s : durante un rapporto il cuore batte veloce, la frequenza della respirazione aumenta con conseguente diminuzione della pressione. Le carezze e i baci abbassano il livello di cortisolo, lormone dello stress, con riduzione del rischio di infarto. La passione e il gioco sessuale alzano anche il livello di prolattina che determina rilassamento e migliora la percettibilit nervosa. 2 . Ri nfo rza i l s i s tema i mmuni tari o : alcuni studi hanno dimostrato che fare sesso almeno due volte alla settimana alza i livelli degli anticorpi IgA la cui funzione quella di proteggerci da infezioni e influenze.

Per curiosit, domande ed informazioni, invia le tue lettere a: Consorzio Farmarca LO SPECIALISTA RISPONDE Via Cortese, 8 - 31100 Treviso Fax: +39.0422.583252 Oppure invia le tue e-mail a: farmarca@farmacietv.it

Pag. 04

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Pag. 05

LE CURE DEL SESSO


INTERVISTA AL DR. ROBERTO FRAIOLI, SPECIALISTA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA, RESPONSABILE ATTIVIT SALA PARTO PRESSO L'OSPEDALE VILLA SALUS DI MESTRE VENEZIA
A cura della Dott.ssa Chiara Cestaro, farmacista

ino alla nascita della sessuologia moderna, alla fine degli anni 70, la cura delle patologie sessuali era demandata alla psicoanalisi, essendo ben definito da questa disciplina il legame tra il disagio psicologico e intralci allo sviluppo psico-sessuale di un individuo. Dall'altra parte, la psichiatria si era occupata delle perversioni sessuali come espressione di quadri psicopatologici molto disturbati. Le cure delle disfunzioni sessuali subirono una grande inversione di rotta, quando si inizi a migliorare la ricerca sul piano diagnostico delle cause delle varie condizioni patologiche. La differenziazione tra cause organiche e psicogene delle disfunzioni sessuali, avvenuta soprattutto grazie al miglioramento che via via si sviluppato

nella diagnostica organica, ha limitato sempre di pi errori di metodo terapeutico. Anche sul piano psicologico e psichiatrico si chiarito sempre meglio quanto fosse importante differenziare le patologie sessuali frutto di un problema psichiatrico pi generale, da quelle dovute a problematiche del profondo a quelle infine, pi di pertinenza sessuologica, dovute a conflitti attuali o a patologie della relazione di coppia. In queste direzioni un contributo importante stato dato da una cultura dell'approccio alle di s f un z i o n i s es s ual i , non pi operato da un singolo specialista, ma frutto dell'interazione tra specialisti di diversa estrazione clinica e terapeutica: organicistica e psicologico-psichiatrica. In questo modo, stato ridotto di molto il rischio che pazienti con patologie organiche venissero trattati con inutili psicoterapie e quello che pazienti con problematiche di natura psicologica fossero trattati con inutili e talvolta dannose terapie ormonali o con terapie chirurgiche (si pensi ai casi di vaginismo). Dal punto di v i s ta ps i co l o g i co -ps i chi atri co le direttrici terapeutiche utili si sono quindi rivelate tre: 1) le terapie sessuali brev i 2) le psicoterapie del profondo 3) le terapie farmacologiche Terapi e s es s ual i brev i Sono terapie brevi, della durata da 12 a 20 sedute, che coinvolgono entrambi i membri della coppia e che tendono a lavorare sul sintomo sessuale. Nel corso di esse il terapeuta, seduta dopo seduta, prescrive comportamenti sessuali che la coppia dovr sperimentare tra una seduta e l'altra e sar il lavoro su quanto pu o non pu essere sperimentato, oltre che sulle vicende della relazione nella coppia che avvier il processo verso l'obiettivo desiderato. Perch una terapia sessuale di coppia abbia probabilit di successo occorre la competenza del terapeuta, ma anche disponibilit al trattamento ed

al cambiamento di entrambi i membri della coppia e una loro buona motivazione alla cura. E' necessario anche che la coppia abbia un ragionevole spazio di sintonia. Queste terapie infatti non possono essere opportunamente svolte quando tra i partner vi ostilit o un conflitto troppo aspro. Terapi e del pro fo ndo Questo tipo di psicoterapia, che si rif solitamente al filone psico-dinamico, indicata nei casi dove i conflitti individuali prevalgono sulle dissintonie nella relazione di coppia e devono essere trattati di per s. Possono essere curati anche con psicoterapie individuali brevi a orientamento psico-dinamico che possono fare da premessa ad un successivo aiuto terapeutico alla riorganizzazione della relazione sessuale nella coppia. Terapi e ps i co -farmaco l o g i che Sono utili innanzitutto nei casi in cui la disfunzione sessuale sia un sintomo di un quadro clinico pi complesso (ad esempio, l'inibizione del desiderio sessuale dipendente da un quadro depressivo). In questi casi gli psicofarmaci potranno costituirsi come l'elemento di sblocco di una sessualit disfunzionale o potranno creare le premesse per un trattamento pi diretto alla disfunzione, in senso psicoterapeutico. Possono essere anche associate a trattamenti psicoterapeutici, soprattutto brevi, quando sia necessario ridurre, ad esempio, uno stata d'ansia o di fobia, o di disturbo ossessivo-compulsivo. In alcune situazioni particolari, come nell'eiaculazione precoce, potranno essere usati farmaci che, in alcuni casi, possono alleviare il sintomo, come il Priligy (dapoxetina). Sul pi ano o rg ani co , le terapie si distinguono in: 1) farmacologiche 2) chirurgiche Terapi e farmaco l o g i che In primo luogo le terapie ormonali. Usate in eccesso fino a tempi piuttosto recenti,

hanno un'utilit quando si tratta di intervenire su disfunzioni sessuali causate da alterazioni ormonali. Si pensi ai casi in cui vi un deficit di testosterone, a quelli nei quali vi una iperprolattinemia, ma anche nella menopausa quando necessaria una terapia ormonale sostitutiva. Vi sono farmaci che, di per s, hanno un'azione efficace sul ripristino della funzione sessuale. I farmaci pi utili in questi casi sono il Viagra (sildenafil), il Cialis (tadalafil) e il Levitra (vardenafil). Terapi e chi rurg i che Indicate raramente nelle disfunzioni sessuali femminili (i casi in cui, ad esempio, necessario un piccolo intervento chirurgico per vaginismo sono l'eccezione), hanno un'applicazione pi ampia nelle patologie maschili. In particolare ci riferiamo alla chirurgia vascolare indicata in alcune situazioni ben diagnosticate per risolvere casi di impotenza. Pi controverso l'impianto di protesi peniene. Fortunatamente meno sollecitate da andrologi ed urologi rispetto a tempi addietro, hanno il difetto che sono interventi demolitivi ed irreversibili la cui messa in atto non pu prescindere da una valutazione del possibile adattamento psicologico del soggetto e della sua eventuale partner. Molto pi utilizzate, sono state le cosiddette "protesi farmacologiche" che non appartengono tuttavia al campo chirurgico. Si tratta infatti di quei supporti terapeutici ottenuti dall'iniezione intracavernosa di sostanze vasodilatatrici (anni addietro la papaverina e, in tempi pi recenti, la prostaglandina1). In ogni caso, per chiarire qual la strada terapeutica pi utile per una data disfunzione sessuale, necessario che venga sempre fatto un approfondimento diagnostico accurato e che venga messo in atto un approccio olistico di queste problematiche che veda coinvolti in sintonia medici del corpo e medici della mente.
Pag. 07

Pag. 06

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: gennaio - febbraio 2011)

Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: January - February 2011)

I TURNI DELLE FARMACIE


[U.L.S.S. _n.7] Bocca di Strada Cappella Maggiore Cison di Valmarino Codogn Col San Martino Colle
Umberto Conegliano Corbanese Cordignano Falz di Piave Farra di Soligo Follina Francenigo di Gaiarine Fregona Gaiarine Godega S.Urbano Mareno di Piave Miane Moriago della Battaglia Orsago Par di Conegliano Pieve di Soligo Ponte della Priula Refrontolo Revine Lago S.Lucia di Piave S. Pietro di Feletto San Fior San Vendemiano Sarmede Sernaglia della Battaglia Susegana Tarzo Vazzola Vittorio Veneto Zopp di S.Vendemiano.
[dal 1 al 7 gennaio 2011] _ [1st to 7th January 2011] [dal 28 gennaio al 4 febbraio 2011] _ [28th January to 4th February 2011] [dal 21 al 28 gennaio 2011] _ [21st to 28th January 2011] [dal 14 al 21 gennaio 2011] _ [14th to 21st January 2011]

PHARMACY DUTY ROTAS


[dal 4 al 11 febbraio 2011] _ [4th to 11th February 2011]

C.franco V .to - MONTI ALLAQUILA REALE - b.go Treviso, 138/A Trevignano - LEONARDI - via Roma, 18/A Vedelago - BOSCARINI - via G. Marconi, 10 Ca Rainati - LA CARINATESE - via Risorgimento, 137 Pederobba - GOBBATO - via Roma, 127

Treville di C.franco V.to - AI DUE ANGELI - via S. Daniele, 1/A Montebelluna - FAGGIONATO - S. GAETANO - via S. Gaetano, 126 Ciano del Montello - BONOTTO - via Boschieri, 95/A Castione di Loria - BARON - via Villa, 43/A Crespano del Grappa - CHIMENTI - p.zza San Marco, 23

[dal 11 al 18 febbraio 2011] _ [11th to 18th February 2011]

Conegliano - MELATI - via Cavour, 7 Vittorio Veneto - ZAMPERLINI - via L. da Ponte, 3 Cison di Valmarino - FONTANIN - via Sanavalle, 1/H Codogn - DE ROIA - via Roma, 20 Fregona - PESSA - via Roma, 43 Colfosco di Susegana - CAIS - via 18 Giugno, 122
[dal 7 al 14 gennaio 2011] _ [7th to 14th January 2011]

Par di Conegliano - MODENESE - v.le Venezia, 34/G Scomigo di Conegliano - FERRARESE - via Bortotti, 61 Vittorio Veneto - COMUNALE 2 - S. Giacomo di Veglia Refrontolo - CICERCHIA - v.le degli Alpini, 13 Vazzola - BOCCARDINI - via Roma, 3 Colle Umberto - CARRARO - via Menar, 14
[dal 4 al 11 febbraio 2011] _ [4th to 11th February 2011]

Castelfranco V.to - STELLA - via Francia, 8 Biadene di Monteb. - DALLE FESTE - v. Feltrina Centro, 56 Crocetta del Montello - MAGAGNIN - via G. Marconi, 40 Castelminio di Resana - BERTUZZO - via Della Croce, 18 Borso del Grappa - SERENA & MARINI - via Piave, 22

Castelfranco V.to - ALLA MADONNA - v.le Europa, 24 Busta di Montebelluna - COMUNALE - v.lo delle Mimose, 2 Fanzolo di Vedelago - BOSCARINI - via dellUnione, 6 Cavaso d. T. - ALLA MADONNA DELLA S. - b.go Filanda, 21 Giavera del Montello - MONTELLO - via Schiavonesca, 105

Conegliano - TONOLO - v.le Italia, 192/C Vittorio Veneto - AI FRATI - via G. Garibaldi, 114 Moriago d. B. - MARIANA - via Montegrappa, 7/A Ponte della Priula - ALLA PRIULA - via IV Novembre, 75 e 75/A San Fior - SABADIN - via Roma, 19 Revine Lago - CESCA - Strada dei Laghi, 5

Conegliano - FIORENZATO - via Veneto, 14 Vittorio Veneto - PANCOTTO - p.zza Flaminio, 10 Pieve di Soligo - SCHIRATTI - p.zza Balbi Valier, 7 San Vendemiano - BENINATO SARTOR - via Roma, 7 Francenigo - FAVERO - via dei Fracassi, 53

[dal 28 gennaio al 4 febbraio 2011] _ [28th January to 4th February 2011]

[dal 18 al 25 febbraio 2011] _ [18th to 25th February 2011]

Castelfranco V.to - ISOLATO (alla Torre) - via F.M. Preti, 1 Caerano - GIACOMELLI-TAGLIAPIETRA - via Montello, 21 Riese Pio X - SAN PIO X - via G. Sarto, 36 Asolo - BONOTTO - p.zza Garibaldi, 79 Nervesa della Battaglia - BORSI - p.zza La Piave, 21

Castelfranco V.to - FABBIAN - via b.go Padova, 65/A Montebelluna - AI PILASTRONI - p.zza Parigi, 32 Vall di Riese - SAN GIOVANNI - via Marconi, 6 Possagno - GALLO - v.le Canova, 11

[dal 14 al 21 gennaio 2011] _ [14th to 21st January 2011]

[dal 11 al 18 febbraio 2011] _ [11th to 18th February 2011]

Conegliano - CARLI - via Matteotti, 13/A Vittorio Veneto - COMUNALE 1 - via Brandolini, 111 Falz di Piave - COMUNALE - p.zza Arditi, 20 Zopp di S. Vendemiano - ZAN - via Marconi, 2 Tarzo - FARMACIA DI TARZO - via Roma, 13
[dal 21 al 28 gennaio 2011] _ [21st to 28th January 2011]

Conegliano - MARSON SNC - via XX Settembre, 64 Vittorio Veneto - COM. 3 / COSTA - via Forlanini, 2 Farra di Soligo - LOSCHI - via Patrioti, 32 Tezze di Piave - COMUNALE - via Strada Vecchia, 1/B Godega S. Urbano - LOLLO - via Roma 20 - corte III^

Opitergino Mottense Campodipietra di Salgareda Cessalto Chiarano Cimadolmo Fontanelle Gorgo al Monticano Mansu Meduna di Livenza Motta di Livenza Negrisia di Ponte di Piave Oderzo Ormelle Piavon di Oderzo Ponte di Piave Portobuffol Salgareda S. Polo di Piave.
[dal 1 al 7 gennaio 2011] _ [1st to 7th January 2011] [dal 28 gennaio al 4 febbraio 2011] _ [28th January to 4th February 2011]

[U.L.S.S. _n.9] _

[dal 18 al 25 febbraio 2011] _ [18th to 25th February 2011]

Conegliano - LOSEGO - via Cavallotti, 11 Vittorio Veneto - PALATINI - via Cavour, 114 Sernaglia della B. - TOSETTO - via della Rimembranza, 6 Mareno di Piave - GRIGIO - p.zza Municipio, 9 Corbanese - via Piave, 2/E

Conegliano - DE LORENZO - p.le Chiesa S.Pio X Vittorio Veneto - ZAMPERLINI - via L. da Ponte, 3 Follina - CESCA - via Sanavalle, 1 Sarano - S.Lucia di P. - COMUNALE - via Distrettuale, 58 Sarmede - POJANA - via C. Battisti, 27 Gaiarine - GENTILI - via Roma, 37

Oderzo - TREVISAN - p.zza Grande, 18 Ormelle - MOLIN - via Roma, 18


[dal 7 al 14 gennaio 2011] _ [7th to 14th January 2011]

Oderzo - TREVISAN - p.zza Grande, 18 Cimadolmo - DE POLO - via Roma, 22


[dal 4 al 11 febbraio 2011] _ [4th to 11th February 2011]

Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza DAviano, 7 Meduna di Livenza - BROTTO - p.zza Umberto I, 9-10
[dal 14 al 21 gennaio 2011] _ [14th to 21st January 2011]

Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza DAviano, 7 Motta di Livenza - ROSSETTO (alla Provvidenza) - via Ballarin, 1
[dal 11 al 18 febbraio 2011] _ [11th to 18th February 2011]

[U.L.S.S. _n.8] Albaredo Altivole Asolo Biadene di Montebelluna Borso d. G. Caerano di S.Marco Casella
d'Asolo Castelfranco Veneto Castello di Godego Cavaso del Tomba Ciano del Montello Cornuda Coste di Maser Crespano d. G. Crocetta del Montello Falz di Trevignano Fanzolo Giavera del Montello Loria Montebelluna Nervesa della Battaglia On di Fonte Onigo di Piave Paderno d. G. Pederobba Possagno Resana Riese Pio X Salvarosa S. Zenone degli Ezzelini Segusino Trevignano Treville Valdobbiadene Vall di Riese Vedelago Venegazz Vidor Volpago del Montello.
[dal 1 al 7 gennaio 2011] _ [1st to 7th January 2011] [dal 7 al 14 gennaio 2011] _ [7th to 14th January 2011]

Oderzo - SCOTTO - via Umberto I, 28 Portobuffol - GRANDE - via Settimo, 7


[dal 21 al 28 gennaio 2011] _ [21st to 28th January 2011]

Oderzo - SCOTTO - via Umberto I, 28 Gorgo al Monticano - GRANATIERO - via Postumia Centro, 15
[dal 18 al 25 febbraio 2011] _ [18th to 25th February 2011]

Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Motta di Livenza - AL PONTE - via IV Novembre, 42

Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Cessalto - CARNIELLI - via Maggiore, 41

Castelfranco V.to - ALLA FONTE della SALUTE -v.Valsugana 3/D Venegazz del Montello - FEDELE - via Montello, 2 Albaredo di Vedelago - SCHIAVETTO - via Fornace, 1 Paderno del Grappa - GARBUIO - via Roma, 5

Castelfranco V.to - ALLA GATTA - p.zza Giorgione, 14 Montebelluna - BASSI - via Montegrappa, 100 On di Fonte - AGOSTINI - via Asolana, 16 Vidor - GONELLA - via Montegrappa, 24

N.B.: Per le U.L.S.S. 7, 8 e 9 Opitergino Mottense, tutte le farmacie fanno turno continuato 24 ore. (Il turno inizia il venerd sera e prosegue ininterrottamente fino al venerd sera della settimana successiva).
N.B.: For the U.L.S.S. 7, 8 and 9 Opitergino Mottense, all the pharmacies work a full 24 hour duty. (The duty will start on the Friday evening and continue uninterrupted until the Friday evening of the following week).

Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: gennaio - febbraio 2011)

Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: January - February 2011)

I TURNI DELLE FARMACIE


Dalle ore 8.45 alle ore 22.00 _ From 8.45 to 22.00 _ Giorno e Notte (dalle ore 8.45 alle ore 8.45 del giorno successivo) _ Settimanale 24 ore (dal venerd alle ore 19.15 continuato fino allle 19.15 del venerd successivo) _ Day and Night (from 8.45 to 8.45 the following day) _ A Continuous Week (from Friday 7.15 pm uninterrupted til the following Friday 7.15 pm) _

PHARMACY DUTY ROTAS


Sabato (Mattina e Pomeriggio) _ Sabato (Mattina) _ Saturday (Morning) _ Dalle ore 15.45 alle ore 19.15 From 15.45 to 19.15 Saturday (Morning and Afternoon) _

[U.L.S.S. _n.9]
Treviso - DALLA ZORZA - via Terraglio, 37 Treviso - FIERA di Marini Paolo - v.le IV Novembre, 84/E Treviso - CALMAGGIORE - via Calmaggiore, 24 Treviso - COMUN. S.ANTONINO - via S. Antonino, 162/A Treviso - SANTAGOSTINO - via S. Agostino, 55/57 Treviso - COMUN. ZONA STADIO - via Rota, 13 Treviso - PONTE S. MARTINO - c.so del Popolo, 2 Treviso - BISETTO TREVISIN - via SantAngelo, 83 Treviso - COMUN. VIALE LUZZATTI - v.le Luzzatti, 38/B Treviso - S. MARIA DELLA ROVERE - via Ellero, 1 Treviso - MILLIONI - p.zza Borsa Treviso - COMUN. EDEN - v.le XXIV Maggio, 5/B Treviso - ALLA TESTA DORO - v.le Burchiellati, 10/A Treviso - COMUN. SAN LAZZARO - via Terraglio, 104 Treviso - GRAZIATI AI DUE POMI - p.zza Monte di Piet Treviso - CALLEGARI - via S. Pelaio, 100 Treviso - EREDI FANOLI - p.zza Duomo, 29 Treviso - COMUN. S. GIUSEPPE - via Noalese, 47 Treviso - S. M. MAGGIORE - p.zza S. M. Maggiore, 6 Treviso - S. BONA - via S. Bona Nuova, 43 Treviso - PATELLI allUNIVERSITA- P.zza Quartiere Latino 18/21 Treviso - COMUN. VILL. SAN LIBERALE - via Mantiero, 4 Treviso - COMUN. SS. QUARANTA - b.go Cavour, 95/A Arcade - INNOCENTI - via D. Guido Tognana, 19 Badoere - TONICELLO - via S. Ambrogio, 32 Biancade - EUROPEA - via Boito, 7/A Breda - BRUSCAGNIN - via Trento Trieste, 21 Campocroce - VIALE - via Zero Branco, 24 Carbonera - IELLOUSHEG - via degli Alpini, 16 Casale sul Sile - SAVIO - via Vittorio V.to, 27/29 Castagnole - via Mons. DAlessi, 4 Catena - CHIARADIA - via Marconi, 129 Dosson - FARMACIA DOSSON - p.zza L. Da Vinci, 13 Frescada - BRUNELLO - via Terraglio, 24/C Istrana - BERTIN - via N. Sauro, 11 Lovadina - GRANZOTTO - p.zza della Repubblica, 1/A Lughignano - RIBAUDO - p.zza S. Martino, 4/2 Mogliano V.to - ALLA MARCA - via Roma, 91 Mogliano V.to - COM. MARIGNANA - via Marignana, 7 Mogliano V.to - RIZZO - via Zermanesa, 35 Mogliano V.to - SAN MARCO - via Ronzinella, 68/A Mogliano V .to - FARMACIA AL TERRAGLIO - via Terraglio, 18 Mogliano V.to - VILLA - via G. Matteotti, 29 Olmi - CLAUDIA AUGUSTA - via Postumia Ovest, 243 Paese - BURLINI - via Pravato, 2 Ponzano Veneto - COMUNALE - via Burlini Povegliano - DR. BREDA GIORGIO - via Capitello, 12 Preganziol - LUCIANI - via Saragat, 9/11 Quinto - GIRARDI - via V. Emanuele, 13 Roncade - COLLOVINI - via Roma, 57 S. Biagio - BELLAVITIS - via Postumia Centro Sala di Istrana - PIVA - via F. Baracca, 22 A/B Silea - INTERNAZIONALE - via Treviso, 22 Spresiano - BUREI - via Menegazzo, 3 Varago - COMUNALE - via Trevisana, 61 Villorba - SIGNORI - p.zza V. Emanuele, 25 Visnadello - CASTELLARI - via Gritti, 41 Zero Branco - SAGRAMORA - p.zza Umberto I Zero Branco - SANTARELLO - via Trento Trieste, 23

Mese di GENNAIO 2011 _ JANUARY 2011


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7

Mese di FEBBRAIO 2011 _ FEBRUARY 2011


8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28

DOMANDE FREQUENTI SULLA SESSUALIT


QUELLO CHE VORRESTI SAPERE
A cura del Dott. Federico Zanatta, farmacista e in collaborazione con la Dott.ssa Lucia Sartori, farmacista

Es i s to no ci bi i n g rado di mi g l i o rare l a pres tazi o ne s es s ual e? molto diffusa lidea che alcuni cibi, come i crostacei o il peperoncino, abbiano un potere afrodisiaco stimolante. Recentemente uno studio condotto su 75 uomini ha evidenziato leffetto positivo della citrulline (contenuta nellanguria, verdure a foglia larga e rucola) sulla prestazione sessuale. Qual e ti po di pres erv ati v o mi co ns i g l i a? Il preservativo funge non solo da anticoncezionale, ma anche da barriera contro le malattie a trasmissione sessuale, pertanto deve innanzitutto essere provvisto del marchio CE a garanzia di qualit. In commercio ci sono diversi modelli che si differenziano per spessore, lunghezza, larghezza e quindi consigliabile acquistare il dispositivo pi adatto alle proprie esigenze. Esistono anche preservativi non in lattice per chi ha problemi di allergia. Altri fattori caratteristici come profumazione o colore si possono scegliere in base ai propri gusti e preferenze. La p i l l o l a de l g i o rn o do p o s i p u ac qui s t are s enza ri cetta? Assolutamente no. un farmaco che pu provocare numerosi effetti collaterali ed quindi soggetto a prescrizione medica con ricetta non ripetibile. A qual e et no rmal e che un uo mo perda l a funzi o ne eretti l e? La perdita della funzione erettile dipende da diversi fattori oltre che dallet anagrafica, tra cui principalmente i livelli di testosterone, per cui non esiste unet precisa. Alcuni anziani anche oltre gli 80 anni mantengono ancora la capacit erettile! Ho pro bl emi di erezi o ne. Ho s enti to parl are di Vi ag ra, funzi o na? Po s s o prenderl o ? Il Viagra, il cui principio attivo il Sildenafil sicuramente efficace per la disfunzione erettile, ma presenta interazioni con molti altri farmaci anche di uso comune e diversi effetti collaterali, tra cui cefalea,

dispepsia, vomito e diarrea. Per questo motivo un medicinale per cui obbligatoria la prescrizione medica. consigliabile rivolgersi al medico curante che valuter attentamente la situazione clinica ed eventualmente lo prescriver. Qual i s o no l e pri nci pal i di fferenze tra i v ari farmaci per l i mpo tenza? Una prima differenza consiste nella forma farmaceutica. La formulazione pi utilizzata quella orale (sildenafil, tadalafil, vardenafil), ma vi sono farmaci (alprostadil) che vengono somministrati tramite iniezione intracavernosa oppure intrauretrale. Per quanto riguarda lefficacia la principale differenza legata ai tempi relativi alla manifestazione delleffetto terapeutico: sildenafil compare dopo 30-60 minuti e dura 3-4 ore, tadalafil compare dopo 30-40 minuti e dura 36 ore, vardenafil compare dopo 25-30 minuti e dura 4-5 ore; perch avvenga lerezione con questi farmaci necessaria la stimolazione del pene. Lalprostadil agisce dopo 5-10 minuti, anche senza stimolazione, e leffetto dura tra i 60 e i 120 minuti. I f armac i p e r l a di s f un z i o n e e re t t i l e ac qui s t ab i l i s u Internet s o no s i curi ? Non sono per nulla sicuri. Non essendo soggetti ai severi controlli dei farmaci che si acquistano in farmacia possono contenere principi attivi contraffatti, in quantit inferiori a quelle dichiarate o persino essere scaduti. So ffro di ei acul azi o ne preco ce, co me po s s o ri s o l v ere ques to pro bl ema? Leiaculazione precoce un disturbo molto diffuso che pu avere molteplici cause, sarebbe quindi opportuno rivolgersi ad un andrologo che valuter la sua situazione personale e le prescriver la terapia adeguata. In commercio vi sono pomate anestetiche locali e specialit medicinali a base di Dapoxetina, che avendo per numerose interazioni con altri farmaci necessita di prescrizione medica.

So no i n g rav i danza. E o ppo rtuno che mi as teng a dal l atti v i t s es s ual e? In cas o di un a g rav i dan za fi s i o l o g i ca n o n es i s t o n o relazioni tra la possibilit di aborto spontan eo e i rapporti sessuali. A meno che il ginecologo non abbia consigliato di astenersi a causa di una gravidan za a risch io , si p u co n t i n uare ad av ere rapport i . E opport uno, p er , s o s p en dere l at t i v i t s es s ual e s e i l co llo dellutero ha ten den za a cedere e se v i sono contrazioni uterine troppo frequenti, se c an ch e qual ch e l o n t an o s eg n o di p art o p remat uro . Seb b en e n on esi st ano ancora dat i certi, molti ginecologi consigliano la prudenza se il bamb ino semb ra voler nascere troppo presto. Nelle ultime settimane di gravidanza, i n o l t re, l accres ci ut o ri s ch i o di i n fezi o n i intrauterine pu rendere consigliabile luso del profilattico. So no una do nna di ci nquantanni e pro v o do l o re e fas ti di o nei rappo rti i nti mi , co s a po s s o fare? Tra i sintomi della menopausa ci pu essere la secchezza della mucosa vaginale, responsabile di questi disturbi. Si pu spesso controllare questi fastidi e migliorare la qualit dei rapporti
Pag. 12

i n t i mi i n t eg ran do l a caren za di o rmo n i medi an t e farmaci s o mmi n i s t rab i l i p er v i a orale o transdermica, che potr prescriverle il suo ginecologo. Esistono anche integratori e creme vaginali che possono essere di aiuto, in questo caso chieda consiglio al suo farmacista. Credo di av ere uni nfezi o ne da candi da, co s a mi co ns i g l i a? Consiglio innanzitutto una cura con lavande e creme antimicotiche che le daranno un sollievo rapido, se poi non fosse sufficiente a debellare linfezione dovr andare dal suo medico che le prescriver dei farmaci per via orale. La candida spesso asintomatica nelluomo, per cui se il problema dovesse ripresentarsi deve rivolgersi al suo medico di fiducia assieme al suo partner, in modo che vi sia prescritta la cura adeguata. Gl i anti bi o ti ci po s s o no pro v o care danni ag l i s permato zo i ? Non ci sono antibiotici propriamente dannosi per gli spermatozoi. Pu effettivamente accadere che una terapia antibiotica ne alteri la qualit, ma solo t emp o ran eamen t e equi n di l i n fezi o n e ch e lantibiotico va ad eliminare potrebbe avere un effetto anche peggiore.

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Pag.13

PREVENZIONE
COME PROTEGGERSI DALLE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE
A cura della Dott.ssa Anna Maria Del Pia, farmacista A cura di Francesca Pinarello

LE ETA' DEL SESSO


INTERVISTA ALLA DOTT.SSA ELISABETTA GUARINI

e Mal atti e Ses s ual mente Tras mi s s i bi l i (MST) sono malattie virali o batteriche che si pos s o n o co n t rarre e t ras met t ere at t rav ers o l at t i v i t sessuale. A causa della maggiore mobilit delle persone ed alla tendenza ad avere rapporti sessuali con pi partners lincidenza delle MST nel mondo in continuo aumento. Le lesioni e le infiammazioni genitali causate dalle diverse MST aumentano considerevolmente il rischio di trasmissione dellAIDS. Anche i rappo rti o ral i s o no una po s s i bi l e v i a di tras mi s s i o ne del l e mal atti e, in quanto le secrezioni vaginali, lo sperma e la saliva sono veicoli di infezione e perci lutilizzo del profilattico rimane sempre la migliore misura precauzionale. Fra le MST pi importanti si ricordano la Sifilide, l a Go no rrea, i l Li nfo g ranul o ma Venereo , lUlcera Molle oltre alle patologie trasmissibili anche in altro modo quali Co ndi l o mi , Scabbi a,
Pag. 14

Herpes Geni tal i s , Epati te v i ral e e AIDS. Si consiglia quindi, in caso di secrezioni anomale dei genitali, ulcerazioni o piccole escrescenze sullapparato genitale o anche solo quando si hanno dubbi sui rapporti sessuali avuti, di ricorrere ad una consulenza con il proprio medico o con lo specialista. Il medico senzaltro in grado di fare diagnosi o suggerire gli accertamenti indispensabili e consigliare la terapia pi opportuna. In ogni modo bisogna ricordare che le malattie sessualmente trasmesse riguardano entrambi i partner ed quindi la coppia che deve essere trattata per una eradicazione della malattia, impedendone cos lulteriore diffusione. Le uniche malattie per le quali la guarigione in dubbio sono quelle a trasmissione virale. Tra queste lAIDS sicuramente quella pi conosciuta e per la quale non esiste ancora un rimedio efficace, quindi l a prev enzi o ne res ta l uni ca v i a per ri durre l e pro babi l i tadi co ntrarre l a mal atti a. Nella sessualit, la principale priorit deve essere la conoscenza: conoscenza di s e dellaltro, del proprio e dellaltrui stato di salute/malattia, dei rischi che si possono correre e dei modi per ev i t arl i . Co n o s cen do s i p o s s o n o p ren dere decisioni responsabili per la propria salute e per il proprio futuro, quindi: ev i tare rappo rti o ccas i o nal i o con partner sospetti e comunque utilizzare il profilattico; pres tare una parti co l are attenzi o ne al pro pri o s tato di s al ute, effettuando le opportune visite mediche; nel caso in cui si s i a co ntratta una qual unque i nfezi o ne ev i tare rappo rti s es s ual i e recarsi da un medico, possibilmente con il proprio partner, per sottoporsi allopportuno trattamento; ev i tare frequenti cambi di partner s es s ual i ; us are s o l o s i ri n g h e mo n o us o ed evitare lo scambio ed il riutilizzo delle siringhe; ricordarsi che molte malattie possono essere contratte non solo con la penetrazione vaginale ma anche con quella anale e nei rapporti orali. Ricordarsi che luso corretto del profilattico, applicato allinizio del rapporto e non poco prima delleiaculazione, rappresenta una protezione dalle malattie a trasmissione sessuale.

li adolescenti di oggi sono molto pi precoci e disinvolti di un tempo, per, sebbene l'informazione sia maggiore, appaiono pi ingenui e disinformati in materia di contraccezione e di malattie sessualmente trasmissibili. Spesso ansiosi ed insicuri, circondati da modelli sbagliati, spinti dall'ambizione ad essere migliori o peggio ancora dalla noia, si avvicinano al sesso senza avere una reale attrazione verso il partner e si ritrovano a consumare il primo rapporto sessuale gi a 14 anni senza amore, solo per l'emozione di provare qualcosa di nuovo, inconsapevoli delle conseguenze fisiche e psicologiche (negli ultimi anni il numero di aborti in giovane et aumentato; sono numerosi i giovani maschi con problemi di eiaculazione precoce e disfunzione erettile). Abbiamo chiesto ad un'esperta la Do tto res s a Elisabetta Guarini, specialista in ginecologia ed o s tetri ci a, o l tre che s es s uo l o g a, quale sia l'et pi giusta per avvicinarsi al sesso. "Non esiste un'et anagrafica definibile per dare inizio all'attivit sessuale - afferma la Dottoressa - piuttosto una questione di maturit, sensibilit, opportunit, sentirsi pronti quando e se si incontra la persona giusta per il soggetto; diciamo che in genere il periodo tra i 16 ed i 18 anni un'et in cui l'approccio ad una sessualit attiva di coppia piuttosto comune". Come dev e comportarsi un genitore dav anti al

figlio adolescente desideroso di nuov e esperienze? "Il genitore deve mettere il figlio adolescente nelle condizioni di fare sesso sicuro, informandolo ed indirizzandolo ad avere nozioni corrette sui rischi legati alle malattie a trasmissione sessuale e a gravidanze indesiderate; deve consigliarlo ad usare sempre il preservativo fin dall'inizio del rapporto e non solo prima dell'eiaculazione. E' importante insegnare, educare ed aiutare l'adolescente (eventualmente con l'aiuto degli specialisti, medici, psicologi) a crescere nel principio di una sessualit sana e consapevole e che il sesso non deve mai diventare strumento di affermazione o merce di scambio". Numerosi sondaggi stabiliscono che per una donna il momento di massimo desiderio, in cui l'interesse rivolto alla qualit ed all'intensit della vita sessuale, si manifesterebbe attorno ai quarant'anni, quando raggiunge la piena maturit fisica e psichica. Qual per una donna l'et migliore per fare sesso? "E' chiaro che - afferma la Dott.ssa Guarini - anche se la maturit sessuale della donna pi avanti rispetto al maschio, non si possono certo aspettare i 40 anni per iniziare l'attivit sessuale. Quello che conta non certo il numero degli anni, ma farlo con la testa oltre che con il corpo assecondando gli impulsi naturali e fisiologici senza dimenticare mai di adottare una protezione valida per le malattie a trasmissione sessuale edi concepimenti indesiderati. Ogni et caratterizzata da aspettative, investimenti e manifestazioni affettive diverse sia nel single che nel rapporto di coppia".

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

Pag. 15

ALLEVIARE LANSIA E LO STRESS


UN AIUTO DALLA NATURA
A cura della Redazione

una buona azione sedativa senza causare, in genere, effetti indesiderati. Riacquistare la serenit in modo naturale possibile quindi grazie allausilio di alcuni estratti vegetali che permettono di controllare ansia e disturbi neurovegetativi. PREZIOS I ALLEATI Al Biancospino riconosciuta unazione sedativa a livello centrale, con effetti benefici sullemotivit, sullo stato ipertensivo e sulla qualit del sonno. Un ruolo importante in questa azione ansiolitica dovuto ai flavonoidi, di cui la pianta ricca, poich si recentemente potuto dimostrare che alcuni di loro potrebbero esplicare attivit sedativa e moderatamente ipnogena. Per questo, il ricorso al Biancospino particolarmente utile per alleviare i sintomi degli stati dansia a livello cardiaco (palpitazioni, battito accelerato) e sul piano emotivo (agitazione, irritabilit, disturbi del sonno). Unaltra pianta largamente validata da indagini scientifiche nel trattamento dei sintomi ansiosi la Melissa officinalis, che agisce sul sistema nervoso centrale con unattivit sedativa e moderatamente analgesica, dovuta ai tannini e ai flavonoidi presenti. A livello periferico, invece, interviene positivamente sullapparato gastroenterico (bersaglio della somatizzazione ansiosa), con unazione spasmolitica sulla muscolatura liscia, efficace in caso di spasmi e coliche addominali. UNA PERDITA IMPORTANTE Oltre allintervento naturale, per lansia efficace anche lintegrazione di magnesio, elemento fondamentale per molti processi dellorganismo, che subisce deplezione in soggetti con sindrome da affaticamento cronico ed alterazioni neurovegetative da stress. Il magnesio svolge un ruolo importante poich previene il rischio di ipertensione, regola la contrazione muscolare e favorisce lassorbimento delle vitamine. Inoltre corrette quantit di magnesio portano a un miglioramento dell a s i n t o mat o l o g i a an s i o s a, i n quan t o i n cremen t an o lo stato di energia e di vitalit del paziente, normalizzano la sua reattivit emotiva e riducono la sensazione di malessere.

Serenit globale

o stress colpisce il Sistema Nervoso infatti gli stimoli esterni e le situazioni particolari possono tradursi in uniperattivit del sistema nervoso, portando ansia e aumento dello stato di stress. I fattori ansiogeni ed i disordini neurovegetativi legati allo stress, come tensione nervosa, affanno, irrequietezza, irritabilit, senso di spossatezza, sonno disturbato e diffuso senso di malessere, sono quotidianamente sperimentati da moltissime persone, in una sempre pi accertata correlazione tra ansia e salute. Inquadrare lansia non semplice, poich si tratta di una malattia dai riflessi estremamente personali: si p u an dare dal l a s emp l i ce di ffi co l t n el co n cen t rars i a veri e propri attacchi di panico che bersagliano lSN Centrale (distonie e insonnia), quello cardiaco (aumento della pressione sanguigna, palpitazioni) e quello digestivo (bruciori di stomaco, spasmi addominali). S ERENITA NATURALE Il trattamento dellansia altrettanto soggettivo in dipendenza dal grado dello stato ansioso. A parte il sostegno psicologico, preferibile ricorrere a farmaci come Benzodiazepine e ansiolitico-ipnotici solo sotto stretto controllo medico, per via della possibile insorgenza di effetti co l l at eral i . Lapproccio fitoterapico (sempre gestito dal medico), invece permette di ottenere

Melissa e Biancospino:
preziosi alleati per contrastare gli effetti dellansia e dello stress.

Pag. 16

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011

LA POSTA DEI LETTORI


LETTERA ALLA REDAZIONE
A cura del Dott. Francesco Zanatta, farmacista

Gen t i l e redaz i o n e, mi stata prescritta la pillola contraccettiv a ma non mi sono state date molte spiegazioni s u co m e us arl a, o s u co m e co m p o rt arm i s e m i di m en t i co di as s um erl a. In ques t o cas o p er quan t o t em p o n o n s o n o p i p ro t et t a dal ri s ch i o di un a g rav i dan z a? Ho t an t i dub b i p o t et e ai ut arm i ? S t ef an i a C.

Cara lettrice, i suoi dubbi sono molto frequenti, nonostante la pillola sia un farmaco molto usato. Prima di tutto importante sapere che nella pillola ci sono due sostanze simili agli ormoni prodotti naturalmente dalla donna (estrogeno e progesterone). Lestrogeno e il progesterone fisiologici stimolano le ovaie a produrre lovulo, mentre estrogeni e progestinici di sintesi danno un falso messaggio al cervello inibendo la produzione degli ormoni naturali. Senza una cellula uovo non sono possibili n la fecondazione, n la gravidanza. Oltre a sopprimere l'ovulazione, la pillola ha in s meccanismi contraccettivi accessori che ne aumentano la sicurezza: provoca infatti l'ispessimento della mucosa cervicale, rendendo difficoltoso il passaggio degli spermatozoi attraverso la cervice.

Co me c o mp o rt ars i s e s i di me n t i c a di as s ume re l a p i l l o l a? Nel caso in cui si dimentichi di assumere pi di una compressa, necessario adottare misure precauzionali aggiuntive, ad esempio il preservativo, per almeno 7 giorni dopo che lassunzione tornata regolare. Una buona norma assumere la pillola sempre alla s tes s a o ra in modo da non dimenticarla facilmente. Se si accorge di aver dimenticato una compressa entro 12 ore dal momento in cui avrebbe dovuto assumerla, non corre alcun rischio. Prenda l a pi l l o l a di menti cata appena s e ne ri co rda e l a s uc c e s s i v a al s o l i t o o rari o , la protezione contraccettiva mantenuta. Questo vale anche in caso di attacchi di vomito o diarrea: per essere assorbita completamente dallo stomaco la pillola necessita di 5 ore: se vomita prima di tale intervallo sar necessario prendere una nuova pillola. Il vomito pericoloso soprattutto nelle prime ore che seguono lassunzione, la diarrea continua ad esserlo fino a 8/10 ore dopo, soprattutto se gli episodi sono frequenti. In generale non sempre facile quantificare il rischio, ma nel dubbio buona norma prendere una pillola in pi. Nel caso in cui siano trascorse pi di 12 ore, il comportamento corretto dipende dalla settimana in cui si trova. Nel l a pri ma s etti mana: prenda la compressa dimenticata appena si ricorda, anche insieme alla successiva, e continui come previsto. Per 7 giorni per la sicurezza contraccettiva diminuisce, pertanto usi precauzioni aggiuntive. Nel l a s eco nda s etti mana: prenda la compressa dimenticata e continui come previsto, la sicurezza contraccettiva della pillola mantenuta e non sono necessarie altre precauzioni. Nella terza settimana si presentano due possibilit ugualmente valide: sospendere lassunzione della pillola passando alla pausa di 7 giorni (osservando un intervallo inferiore se desidera iniziare il ciclo successivo nel giorno abituale), oppure prendere appena possibile la pillola dimenticata, saltare la pausa e passare direttamente alla confezione successiva. In questo caso si salter una mestruazione, ma in ogni caso possibile avere piccole perdite.

Pag. 18

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.47 _ gennaio / febbraio 2011