Sei sulla pagina 1di 11

FEGATO

Farmarca_Consorzio di Farmacie della Marca Trevigiana _ Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

MALATTIE del

SOMMARIO
Farmarca Le Notizie Sulla Salute _ n.37 _ maggio / giugno 2009

EDITORIALE
a cura di Franco Gariboldi Muschietti Presidente di Federfarma Treviso

Pag. 04 -

A colloquio con il Dott. Antonio Maccioni

Fegato: Patologie e Cause


a cura di Maria Sandra Muffato

RITIRO GRATUITO DEI REFERTI IN FARMACIA

Pag. 06 - A colloquio con il Dott. Antonio Maccioni

Fegato: Patologie e Analisi


a cura di Moira Prete

Pag. 08 - Turni delle Farmacie della Marca

Tutti i Turni delle Farmacie


mesi di maggio e giugno 2009

Pag. 12 - Lycopodium e Nux Vomica

LOmeopatia dalla A alla Z


a cura di Anna Maria Del Pia

Pag. 14 - Funzioni della Melatonina

Regolazione del Ritmo Sonno Veglia


a cura della Redazione

Pag. 16 - Obiettivo Benessere Fisico e Mentale

Depurazione e Diuresi
a cura di Francesca Pinarello

Pag. 18 - Estratti Vegetali Rilassanti

Consigli per un Buon Riposo


a cura della Redazione

CONSORZIO FARMARCA Via Cortese, 8 - 31100 Treviso - Tel.: 0422.419232 - Fax: 0422.583252 farmarca@farmacietv.it - www.farmarca.it Direzione Generale DMC Agenzia di Pubblicit Piazza Europa Unita, 37 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel. 0423.494066 - Fax 0423.742449 e-mail: dmc@dmccomunicazione.it Referente Redazione Farmarca: Maria Sandra Muffato Responsabile DMC per Farmarca: Paola Bonora

' ripreso regolarmente il servizio gratuito di prenotazione visite specialistiche e ritiro dei risultati diagnostici presso le farmacie della Marca, frutto di un nuovo protocollo di intesa tra L'Azienda ULSS 9 e Federfarma Treviso, che ribadisce e rafforza la collaborazione gi collaudata fino ad oggi e pone le basi per ulteriori sinergie tra l'Azienda Sanitaria trevigiana e le farmacie del territorio. La possibilit di ritirare gratuitamente i risultati delle analisi di laboratorio e di effettuare prenotazioni di visite specialistiche in farmacia rappresenta un servizio di rilevante interesse per i cittadini, in particolare per la popolazione anziana. Il servizio offerto dalle Farmacie finalizzato inoltre a ridurre le code presso gli sportelli del CUP, garantendo un risparmio per l'intera collettivit in termini di minor costo per lAzienda ULSS 9 che potr diversamente impiegare il personale deputato a tale attivit in altre mansioni. Viene dunque riconfermato il ruolo delle farmacie come presidi sanitari, la cui attivit - oltre all'assistenza farmaceutica - prevede anche altri settori nell'ambito del miglioramento dei servizi ai cittadini assistiti, come per esempio la misurazione della pressione sanguigna, i test di autovalutazione sui valori ematici, e la dispensazione dei vaccini per l'influenza che da anni le farmacie erogano. Ricordiamo per chi viene a ritirare gli esami in farmacia che necessario esibire la cart di identit e chi desidera ritirare i referti per conto di qualcun altro dovr essere munito della delega scritta, per motivi di privacy.

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

Pag. 03

IL FEGATO... PATOLOGIE INFIAMMATORIE, METABOLICHE, NEOPLASTICHE E LORO CAUSE


A CURA DEL DOTT. ANTONIO MACCIONI, PRIMARIO DI MEDICINA INTERNA OSPEDALE DI CONEGLIANO
A cura della Dott.ssa Maria Sandra Muffato, farmacista

l fegato lorgano pi grande che abbiamo; pesa 1,300 Kg, in media. E localizzato in alto a destra nelladdome, nutrito per il 20% da sangue che proviene dal cuore attraverso larteria epatica e per l80% da sangue che gli arriva da una vena, la vena porta, che raccoglie il sangue che ha irrorato lo stomaco, lintestino, il pancreas e la milza. Il sangue che arriva al fegato viene elaborato dalle cellule del fegato chiamate epatociti che sintetizzano proteine come lalbumina ma anche i fattori necessari per la coagulazione, alcuni ormoni, colesterolo, glucosio, e soprattutto la bile. Fondamentalmente la bile serve per la digestione dei cibi: di solito immagazzinata nella cistifellea e, quando il cibo arriva dallo stomaco allintestino, la cistifellea si svuota fornendo allintestino una quantit di bile necessaria per la digestione. La bile in tal modo colora anche quella parte del cibo digerito che viene eliminato con le feci. Se non arriva bile allintestino le feci diventano chiare come il cemento. Le malattie del fegato possono essere ereditarie e sono caratterizzate da accumulo di bilirubina nel sangue (la bilirubina una sostanza che costituisce una parte della bile), genetiche come lemocromatosi o la malattia di Wilson; poi abbiamo malattie infiammatorie, come le epatiti, malattie autoimmuni come la colangite sclerosante, la cirrosi biliare, lepatite auto immune e altre, le epatopatie da alcool, la steatosi (fegato grasso), gli itteri, malattie da infezione diffusa (sepsi) o localizzata alla colecisti (colecistite), da calcoli. Abbiamo poi le malattie di fegato dovute a farmaci, e infine i tumori del fegato (che nascono nel fegato e quindi

primitivi, oppure secondari a tumori che nascono altrove e danno metastasi al fegato. LE MALATTIE INFIAMMATORIE DEL FEGATO comprendono le epatiti acute che sono causate da virus; sono noti finora 5 virus che possono causare epatite (A; B; C; D; E) ma possono causare uninfezione del fegato anche il virus della mononucleosi e, raramente, il virus dellherpes.I virus determinano infiammazione del parenchima epatico con lesione degli epatociti; gli stessi danni li provocano numerose sostanze chimiche e numerosi farmaci; alcune sono sostanze tossiche di origine industriale, alcune sono di derivazione alimentare (funghi ad esempio) e pi comunemente vari farmaci. Il danno al fegato per lo pi dose-dipendente, ossia a quantit maggiori di sostanze dannose corrispondono maggiori danni al fegato. Le epatiti che persistono per 6 mesi o pi vengono definite croniche. Possono diventare croniche sia le epatiti virali che le epatiti tossiche o da farmaci oltre a quelle autoimmuni e quelle ereditarie/metaboliche e, cosa frequente alle nostre latitudini, le epatopatie da alcool. LE MALATTIE METABOLICHE DEL FEGATO La pi nota tra le malattie metaboliche la Steatosi epatica (fegato grasso) che viene chiamata epatopatia non alcolica da accumulo di grasso; lecografia lesame che pi comunemente la rileva; un tempo la steatosi era caratteristica solo dei bevitori di alcool, ora colpisce i soggetti obesi anche non bevitori, chi mangia in modo eccessivo e/o disordinato, chi fa digiuni prolungati, chi riduce drasticamente la dieta ottenendo rapidi cali di peso, chi fa uso di cortisonici o di estrogeni sintetici. La sospensione

dellalcool e/o delle sostanze tossiche, una dieta corretta che realizzi, in caso di soprappeso o di obesit, un calo di peso lento, progressivo e permanente portano di solito alla scomparsa della steatosi. Si potrebbe dire che "tutte le sostanze arrivano al fegato"; qui vengono trasformate, metabolizzate, eliminate. Ci sono per casi in cui vi accumulo, ad esempio di metalli, come nella Malattia di Wilson e nell'Emocromatosi. La malattia di Wilson unalterazione ereditaria, rara, dovuta allaccumulo di rame nel fegato; colpisce adolescenti o giovani adulti nei quali si rileva uneccesso di rame depositato nel fegato dovuto a una alterazione della eliminazione di questo metallo dal sangue in chi portatore di questa anomalia genetica. Lesito finale solitamente la cirrosi. Tra i trattamenti che possono essere messi in pratica per lo smaltimento del rame gioca un ruolo importante un altro metallo, lo zinco, che da un lato limita a livello intestinale lassorbimento del rame, dallaltra lega il rame gi presente nellorganismo del malato che pu essere cos eliminato. Il ferro che introduciamo con la dieta viene assorbito dallintestino verso il sangue in quantit minime; quando questa limitazione dellassorbimento salta e arriva al sangue una eccessiva quantit di ferro per una causa genetica si instaura questa malattia da accumulo chiamata emocromatosi. E questa forse la malattia genetica pi frequente nelluomo; dovuta appunto a un eccessivo accumulo di ferro nel fegato e in altri importanti organi e tessuti ed causata da un eccessivo assorbimento del ferro da parte dellintestino. Esita in cirrosi epatica accompagnata poi da altri problemi che coinvolgono anche altri organi (Pancreas con possibile diabete per citarne ad esempio uno). Una volta posta la diagnosi occorre instaurare una terapia per bloccare laccumulo di ferro e favorirne lo smaltimento (in genere salassi, utilizzo di farmaci che legano il ferro e lo eliminano dallorganismo). LE MALATTIE NEOPLASTICHE DEL FEGATO, si distinguono in due categorie: benigne e maligne. Neoplasie benigne Adenomi epato cellulari: pi frequenti nelle donne tra i 30 e i 40 anni det; sembra che siano favoriti da fattori ormonali, sono chiamati in causa talora i contraccettivi orali e, negli uomini, sono pi frequenti fra coloro che fanno uso di sostanze anabolizzanti, tipo le sostanze

dopanti, proibite, usate da alcuni sportivi per migliorare le loro prestazioni. Se le dimensioni delladenoma rimangono al di sotto dei 3/5 cm consigliato solo un controllo periodico con ecografia e, alloccorrenza TAC o Risonanza magnetica; se le dimensioni raggiungono gli 8-10 cm e oltre consigliabile la rimozione chirurgica. Iperplasia nodulare focale: un tumore benigno che si scopre casualmente durante indagini eseguite per altre ragioni. Anche questo tipo di tumore benigno colpisce pi di frequente le donne, ma i contraccetivi orali non sembrano esserne la causa. E in genere un tumore ricco di arterie e vene che lo irrorano; anche in questo caso se le dimensioni superano certi limiti (8/10 cm) vanno rimossi con un intervento chirurgico. Emangiomi: sono i tumori del fegato pi frequenti; anche questi colpiscono soprattutto le donne e vengono spesso scoperti per caso, durante lesecuzione di esami per malattie diverse. Possono interessare addirittura 7 persone su 100. Che gli emangiomi possano andare incontro a emorragie un fatto raro e non vi indicazione alla loro rimozione a meno che non siano proprio di grosse dimensioni. Neoplasie maligne Carcinoma epatocellulare: il classico tumore primitivo del fegato (ossia che prende proprio origine dalle cellule del fegato). In Europa molto meno frequente di quanto non lo sia in Asia e in Africa ma qui da noi nel Veneto interessa da 8 a 10 persone ogni 100000 abitanti ogni anno. Interessa gli uomini 4 volte in pi delle donne; colpisce per lo pi persone tra i 50 e i 60 anni di et. La sua insorgenza spesso, nel 90% dei casi, la evoluzione di una epatite B o C diventata cronica e poi evoluta in cirrosi. Tale neoplasia pu inizialmente sfuggire alla diagnosi perch spesso nasce su un fegato cirrotico, caratterizzato quindi da noduli, caratteristica questa della cirrosi. Il carcinoma epatocellulare inizialmente un nodulo di piccole dimensioni che tuttavia, talora anche in breve lasso di tempo, tende a crescere di dimensioni. Tumori maligni metastatici al fegato: sono tumori che originano in altri organi e, a causa di metastasi, si localizzano al fegato. I tumori che pi di frequente realizzano ci sono i tumori dello stomaco o dellintestino, ma praticamente quasi tutti i tumori, nel tempo, danno metastasi al
Pag. 05

Pag. 04

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

IL FEGATO... SINTOMI DELLE PATOLOGIE E STRUMENTI DI ANALISI


A CURA DEL DOTT. ANTONIO MACCIONI, PRIMARIO DI MEDICINA INTERNA OSPEDALE DI CONEGLIANO
A cura della Dott.ssa Moira Prete, farmacista

sintomi dellepatite, al di l di quale tipo di virus sia in causa, sono simili: essi compaiono dopo un periodo variabile di giorni dal contatto con il virus e sono sintomi che interessano tutto il corpo e sono piuttosto variabili: c sempre un calo dellappetito, nausea, talora alla nausea si associano alterazioni dellolfatto e del gusto, talora compare il vomito, costantemente presente la stanchezza; possono essere presenti dolori ai muscoli e alle articolazioni, mal di testa. La febbre con temperatura che pu arrivare anche ai 38/39C pi frequente nella epatite A ed E piuttosto che nelle epatiti da virus B o C, che sono le forme pi frequenti alle nostre latitudini. La febbre anche presente nella
Pag. 06

epatite da virus della mononucleosi. Da 1 a 5 giorni prima che compaia la colorazione gialla della pelle e delle congiuntive degli occhi (ittero) possono aversi le feci scolorate (color del cemento) e le urine molto cariche di colore (quasi come la coca cola) Quando compare littero pu cominciare ad aversi calo di peso, dolore al fegato, al fianco destro, subito sotto le coste. Sintomi delle epatiti croniche Lesordio presenta dei sintomi insidiosi, non decisi; il sintomo pi comune la stanchezza, littero un segno che compare nei casi gravi o avanzati. Se lepatite cronica peggiora si arriva alla cirrosi, allora possono comparire edemi declivi (le gambe si gonfiano perch

trattengono liquidi a livello dei piedi e delle caviglie), compare ascite (liquido libero in addome) possono aversi sanguinamenti dallesofago o dallo stomaco ove si formano delle varici che si possono rompere; possono aversi disturbi mentali e comportamentali per laccumulo di ammonio nel sangue che il fegato cirrotico non riesce a smaltire. Sintomi delle malattie metaboliche del fegato Anche per queste affezioni i sintomi sono spesso variabili, talora completamente assenti; quando presenti si pu avere un calo dellappetito, nausea, raramente compare il vomito, costantemente presente la stanchezza, possono essere presenti dolori diffusi e mal di testa. Il colore della pelle tende a essere, soprattutto nellemocromatosi in stadio avanzato, scuro, quasi verdastro. Sintomi delle neoplasie benigne del fegato Non danno di solito nessuna sintomatologia, quando compaiono dei sintomi, questi sono caratterizzati da dolore al fianco destro, presenza di una massa palpabile a carico del fegato e talora segni e sintomi di emorragia acuta se allinterno del tumore si verifica un fatto emorragico. Sintomi delle neoplasie maligne del fegato Anche in questo caso spesso non si hanno sintomi specifici; nei tumori metastatici spesso i sintomi sono solo quelli che originano dal tumore primitivo. Quando compaiono sintomi a partenza dal fegato possono essere caratterizzati da dolore al fianco destro, stanchezza, perdita di peso, calo dellappetito, febbre, sudorazione. In casi avanzati possono comparire disturbi dovuti allingrandimento del fegato o alla presenza di liquido libero nella cavit delladdome (ascite). Esami da eseguire in caso di malattie di fegato Gli esami di laboratorio che consigliabile eseguire in caso si sospetti una malattia di

fegato sono fondamentalmente le transaminasi (AST-ALT), la lattico deidrogenasi e la fosfatasi alcalina; sono queste delle sostanze che sono presenti dentro le cellule del fegato e che in caso di malattia di questorgano vengono, in quantit notevole, immesse dalle cellule stesse nel sangue. Altri esami che indagano la funzione del fegato sono il dosaggio nel sangue della bilirubina, della colinesterasi e la alfa feto proteina, questultimo considerato, quando raggiunge valori elevati, un marker di malattia tumorale del fegato per i tumori primitivi. Esami che siano orientati a mostrare unimmagine del fegato sono poi la ecografia, la TAC (tomografia assiale computerizzata) e da ultimo la Risonanza magnetica.

Per curiosit, domande ed informazioni, invia le tue lettere a: Consorzio Farmarca LO SPECIALISTA RISPONDE Via Cortese, 8 - 31100 Treviso Fax: +39.0422.583252 Oppure invia le tue e-mail a: farmarca@farmacietv.it
If you have a comment, question or require further informations please send your letters to : Consorzio Farmarca LO SPECIALISTA RISPONDE Via Cortese, 8 - 31100 Treviso Fax: +39.0422.583252 Or alternatively, send your e-mail to farmarca@farmacietv.it

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

Pag. 07

Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: maggio - giugno 2009)

Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: May - June 2009)

I TURNI DELLE FARMACIE


[U.L.S.S. _n.7] Bocca di Strada Cappella Maggiore Cison di Valmarino Codogn Col San Martino Colle
Umberto Conegliano Corbanese Cordignano Falz di Piave Farra di Soligo Follina Francenigo di Gaiarine Fregona Gaiarine Godega S.Urbano Mareno di Piave Miane Moriago della Battaglia Orsago Par di Conegliano Pieve di Soligo Ponte della Priula Refrontolo Revine Lago S.Lucia di Piave S. Pietro di Feletto San Fior San Vendemiano Sarmede Sernaglia della Battaglia Susegana Tarzo Vazzola Vittorio Veneto Zopp di S.Vendemiano.
[dal 1 al 8 maggio 09] _ [1st to 8th May 09] [dal 29 maggio al 5 giugno 09] _ [29th May to 5th June 09] [dal 22 al 29 maggio 09] _ [22nd to 29th May 09] [dal 15 al 22 maggio 09] _ [15th to 22nd May 09]

PHARMACY DUTY ROTAS


[dal 5 al 12 giugno 09] _ [5th to 12th June 09]

Salvarosa di Castelfranco V.to - STELLA - via Capitello, 5 Montebelluna - COMUNALE - c.so G. Mazzini, 92 Coste di Maser - SAN GIORGIO - via Bassanese, 189 Resana - PILLA - via Castellana, 10 Alano di Piave - DOTT. STELLA - via Moirans, 9

Castelfranco V.to - ALLA MADONNA - v.le Europa, 24 Trevignano - LEONARDI - via Roma, 18/A Vedelago - BOSCARINI - via G. Marconi, 10 Ca Rainati - La Carinatese - via Risorgimento, 137 Pederobba - GOBBATO - via Roma, 127

[dal 12 al 19 giugno 09] _ [12th to 19th June 09]

Conegliano - TONOLO - v.le Italia, 192/C Vittorio Veneto - COMUNALE 2 - S. Giacomo di Veglia Moriago d. B. - BENEDETTI - via Montegrappa, 7/A Ponte della Priula - ALLA PRIULA - via IV Novembre, 75 San Fior - SABADIN - via Roma, 19 Revine Lago - CESCA - Strada dei Laghi, 5 Fadalto - ZOIA - via Fadalto Alto, 86
[dal 8 al 15 maggio 09] _ [8th to 15th May 09]

Conegliano - FIORENZATO - via Veneto, 14 Vittorio Veneto - AI FRATI - via G. Garibaldi, 114 Pieve di Soligo - SCHIRATTI - p.zza Balbi Valier, 7 San Vendemiano - BENINATO SARTOR - via Roma, 7 Francenigo di G. - FAVERO - via dei Fracassi, 53

Castelfranco V.to - ISOLATO - via F.M.Preti, 1 Venegazz del Montello - FEDELE - via Montello, 2 Albaredo di Vedelago - SCHIAVETTO - via Fornace,1 Paderno del Grappa - GARBUIO - via Roma, 5

Castelfranco V.to - FABBIAN - via b.go Padova, 7 Biadene di Monteb. - DALLE FESTE - v.Feltrina Centro, 56 Crocetta del Montello - MAGAGNIN - via G. Marconi, 40 Castelminio di Resana - BERTUZZO - via Della Croce, 18 Borso del Grappa - SERENA & MARINI - via Piave, 22

[dal 5 al 12 giugno 09] _ [5th to 12th June 09]

[dal 29 maggio al 5 giugno 09] _ [29th May to 5th June 09]

[dal 19 al 26 giugno 09] _ [19th to 26th June 09]

Conegliano - CARLI - via Matteotti, 13/A Vittorio Veneto - PANCOTTO - p.zza Flaminio, 10 Falz di Piave - COMUNALE - p.zza Arditi, 20 Zopp di S. Vendemiano - ZAN - via Marconi, 2 Tarzo - MASATTI - via Roma, 13
[dal 15 al 22 maggio 09] _ [15th to 22nd May 09]

Conegliano - MARSON SNC - via XX Settembre, 64 Vittorio Veneto - COMUNALE 1 - via Brandolini, 111 Farra di Soligo - LOSCHI - via Patrioti, 32 Tezze di Piave - COMUNALE - via Strada Vecchia, 1/B Godega S. Urbano - LOLLO - via Roma 20 -corte III^
[dal 12 al 19 giugno 09] _ [12th to 19th June 09]

Treville di C.franco V.to - AI DUE ANGELI - via Castellana, 42 Montebelluna - BASSI - via Montegrappa, 100 On di Fonte - AGOSTINI - via Asolana, 16 Vidor - GONELLA - via Montegrappa, 24

C.Franco V .to - ALLA FONTE DELLA SALUTE - via Valsugana, 3/D Caerano - GIACOMELLI-TAGLIAPIETRA - via Montello, 21 Riese Pio X - SAN PIO X - via G. Sarto, 36 Asolo - BONOTTO - p.zza Garibaldi, 79 Nervesa della Battaglia - BORSI - p.zza La Piave, 21 Quero - DOTT. GRUBISSA - via Roma, 45

Conegliano - LOSEGO - via Cavallotti, 11 Vittorio Veneto - COM. 3 / COSTA - via Forlanini, 2 Sernaglia della B. - TOSETTO - via della Rimembranza, 6 Mareno di Piave - GRIGIO - p.zza Municipio, 9 Corbanese - ALLA SALUTE - via Piave, 2/E

Conegliano - DE LORENZO - p.le Chiesa S.Pio X Vittorio Veneto - PALATINI - via Cavour, 114 Follina - CESCA - via Sanavalle, 1 Sarano - S.Lucia di P. - COMUNALE - via Distrettuale, 58 Sarmede - POJANA - via C. Battisti, 27 Gaiarine - GENTILI - via Roma, 37
[dal 19 al 26 giugno 09] _ [19th to 26th June 09]

[U.L.S.S. _n.9] _Opitergino Mottense_

Campodipietra di Salgareda Cessalto Chiarano Cimadolmo Fontanelle Gorgo al Monticano Mansu Meduna di Livenza Motta di Livenza Negrisia di Ponte di Piave Oderzo Ormelle Piavon di Oderzo Ponte di Piave Portobuffol Salgareda S. Polo di Piave.

[dal 1 al 8 maggio 09] _ [1st to 8th May 09] [dal 22 al 29 maggio 09] _ [22nd to 29th May 09]

[dal 29 maggio al 5 giugno 09] _ [29th May to 5th June 09]

Par di Conegliano - MODENESE - v.le Venezia, 34/G Vittorio Veneto - ZAMPERLINI - via L. da Ponte, 3 Refrontolo - CICERCHIA - v.le degli Alpini, 13 Vazzola - BOCCARDINI - via Roma, 3 Colle Umberto - CARRARO - via Menar, 14 Scomigo di Conegliano - FERRARESE - via Bortotti, 61

Conegliano - MELATI - via Cavour, 7 Vittorio Veneto - COMUNALE 2 - S. Giacomo di Veglia S. Pietro di Feletto - PETRONE - via Salera, 2 Susegana - TONOLO - via Nazionale, 2/F Cordignano - DAVANZO - via Roma, 27 Miane - DA RUOS - via A. De Gasperi, 70 Fadalto - ZOIA - via Fadalto Alto, 86

Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Negrisia di Ponte di P. - ROSSI S. - via Chiesa, 54/A
[dal 8 al 15 maggio 09] _ [8th to 15th May 09]

Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Campodipietra di S. - DALLOSSO - via Marconi, 48/50


[dal 5 al 12 giugno 09] _ [5th to 12th June 09]

Oderzo - TREVISAN - p.zza Grande, 18 Ponte di Piave - EREDI MORETTO - via Murialdo, 12
[dal 15 al 22 maggio 09] _ [15th to 22nd May 09]

Oderzo - TREVISAN - p.zza Grande, 18 Salgareda - ZANETTE - via Roma, 107


[dal 12 al 19 giugno 09] _ [12th to 19th June 09]

Albaredo Altivole Asolo Biadene di Montebelluna Borso d. G. Caerano di S.Marco Casella d'Asolo Castelfranco Veneto Castello di Godego Cavaso del Tomba Ciano del Montello Cornuda Coste di Maser Crespano d. G. Crocetta del Montello Falz di Trevignano Fanzolo Giavera del Montello Loria Montebelluna Nervesa della Battaglia On di Fonte Onigo di Piave Paderno d. G. Pederobba Possagno Resana Riese Pio X Salvarosa S. Zenone degli Ezzelini Segusino Trevignano Treville Valdobbiadene Vall di Riese Vedelago Venegazz Vidor Volpago del Montello.
[dal 1 al 8 maggio 09] _ [1st to 8th May 09] [dal 8 al 15 maggio 09] _ [8th to 15th May 09]

[U.L.S.S. _n.8]

Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza DAviano, 7 Fontanelle - LEGRENZI - via Roma, 310
[dal 22 al 29 maggio 09] _ [22nd to 29th May 09]

Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza DAviano, 7 S. Polo di Piave - FERRARI - v.le della Repubblica, 80
[dal 19 al 26 giugno 09] _ [19th to 26th June 09]

Oderzo - SCOTTO - via Umberto I, 28 Chiarano - SCOTINI - via Roma, 1/A

Oderzo - SCOTTO - via Umberto I, 28 Ormelle - MOLIN - via Roma, 18

Castelfranco V.to - ALLA GATTA - p.zza Giorgione, 14 Montebelluna - FAGGIONATO - c.so Mazzini, 120 Castello di Godego - GREGGIO - via Roma, 1 Cornuda - BRUNETTA - via Zanini, 1 Monfumo - PISANELLO - via Chiesa, 34

Castelfranco - MONTI ALLAQUILA REALE -b.go Treviso, 138/A Falz di Trevignano - ROSSI - via Privata, 2 San Zenone degli Ezzelini - AGOSTINI - via Marconi, 27 Valdobbiadene - C. DALLA COSTA - p.zza Marconi, 17

N.B.: Per le U.L.S.S. 7, 8 e 9 Opitergino Mottense, tutte le farmacie fanno turno continuato 24 ore. (Il turno inizia il venerd sera e prosegue ininterrottamente fino al venerd sera della settimana successiva).
N.B.: For the U.L.S.S. 7, 8 and 9 Opitergino Mottense, all the pharmacies work a full 24 hour duty. (The duty will start on the Friday evening and continue uninterrupted until the Friday evening of the following week).

Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: maggio - giugno 2009)

Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: May - June 2009)

I TURNI DELLE FARMACIE


Dalle ore 8.45 alle ore 22.00 _ From 8.45 to 22.00 _ Giorno e Notte (dalle ore 8.45 alle ore 8.45 del giorno successivo) _ Settimanale Continuato 24 ore (dal venerd ininterrottamente fino al venerd successivo) _ Day and Night (from 8.45 to 8.45 the following day) _ A Continuous Week (from Friday uninterrupted til the following Friday) _

PHARMACY DUTY ROTAS


Sabato (Mattina e Pomeriggio) _ Sabato (Mattina) _ Dalle ore 15.45 alle ore 19.15 From 15.45 to 19.15 Saturday (Morning and Afternoon) _ Saturday (Morning) _

[U.L.S.S. _n.9]
Treviso - COMUN. ZONA STADIO - via Rota, 13 Treviso - PONTE S. MARTINO - c.so del Popolo, 2 Treviso - BISETTO TREVISIN - via SantAngelo, 83 Treviso - COMUN. VIALE LUZZATTI - v.le Luzzatti, 38/B Treviso - S. MARIA DELLA ROVERE - via Ellero, 1 Treviso - MILLIONI - p.zza Borsa Treviso - COMUN. EDEN - v.le XXIV Maggio, 5/B Treviso - ALLA TESTA DORO - v.le Burchiellati, 10/A Treviso - COMUN. SAN LAZZARO - via Terraglio, 104 Treviso - GRAZIATI AI DUE POMI - p.zza Monte di Piet, 12 Treviso - CALLEGARI - via S. Pelaio, 100 Treviso - EREDI FANOLI - p.zza Duomo, 29 Treviso - COMUN. VILL. SAN LIBERALE - via Mantiero, 4 Treviso - S. M. MAGGIORE - p.zza S. M. Maggiore, 6 Treviso - S. BONA - via S. Bona Nuova, 43 Treviso - COMUN. S. GIUSEPPE - via Noalese, 47 Treviso - PATELLI allUNIVERSITA- P.zza Quartiere Latino18/21 Treviso - FIERA di Marini Paolo - v.le IV Novembre, 84/E Treviso - COMUN. SS. QUARANTA - b.go Cavour, 95/A Treviso - DALLA ZORZA - via Terraglio, 37 Treviso - CALMAGGIORE - via Calmaggiore, 24 Treviso - COMUN. S.ANTONINO - via S. Antonino, 162/A Treviso - SANTAGOSTINO - via S. Agostino, 55/57 Badoere - TONICELLO - via S. Ambrogio, 32 Breda - BRUSCAGNIN - via Trento Trieste, 21 Carbonera - IELLOUSHEG - via degli Alpini, 16 Carit - MAZZOCATO - via Roma, 117 Casale sul Sile - SAVIO - via Vittorio V.to, 27/29 Casier - DODI - via Dalla Chiesa, 1 Catena - CHIARADIA - via Marconi, 129 Dosson - FARMACIA DOSSON - p.zza L. Da Vinci, 13 Istrana - BERTIN - via N. Sauro, 11 Maserada - CREPET - via G. Matteotti, 3 Mogliano V.to - ALLA MARCA - via Roma, 91 Mogliano V.to - COM. MARIGNANA - via Marignana, 86/A Mogliano V.to - RIZZO - via Zermanesa, 35 Mogliano V.to - SAN MARCO - via Ronzinella, 68/A Mogliano V.to - VENTURELLI - via Terraglio, 18 Mogliano V.to - VILLA - via G. Matteotti, 29 Monastier - GIOVANNI XXIII - via Giovanni XXIII Olmi - CLAUDIA AUGUSTA - via Postumia Ovest, 243 Paderno - SAN FRANCESCO S.A.S. - via Cicogna, 23 Paese - COMUNALE - via della Resistenza, 10 Ponzano Veneto - COMUNALE - via Burlini Postioma - SILVESTRI - via E. Fermi, 6 Povegliano - DR. BREDA GIORGIO - via Capitello, 12 Preganziol - LUCIANI - via Saragat, 9/11 Preganziol - RIVA - via Terraglio, 210 Roncade - COLLOVINI - via Roma, 57 Sala di Istrana - PIVA - via F. Baracca, 22 A/B Saletto - GRISOSTOLO - via Davanzo, 12/9 Santrovaso di P. - SANTROVASO SNC - via Franchetti Silea - INTERNAZIONALE - via Treviso, 22 Spresiano - BUREI - via Menegazzo, 3 Visnadello - CASTELLARI - via Gritti, 41 Zenson di Piave - CONTE - via Badini, 14 Zero Branco - SAGRAMORA - p.zza Umberto I Zero Branco - SANTARELLO - via Trento Trieste, 23

Mese di MAGGIO 2009 _ MAY 2009


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8

Mese di GIUGNO 2009 _ JUNE 2009


9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

LYCOPODIUM CLAVATUM
Lycopodium clavatum uno tra i medicinali omeopatici pi prescritti, essendo un policresto, ossia un rimedio che pu essere usato in varie patologie e in tutti gli apparati. Appartiene alla famiglia delle Licopodiacee e significa piede di lupo. Il suo fiore formato da spighe contenenti sporangi gialli. La polvere estratta da questi ha un blando potere lassativo. Le alterazioni digestive dovute al malfunzionamento epatobiliare sono una delle particolarit del soggetto Lycopodium. Accuser pesantezza di stomaco e gonfiore post-prandiale, flatulenza che migliora la sintomatologia. Questi sintomi peggiorano dalle ore 16 alle 20, perch siamo nel momento digestivo di pertinenza epatica. Lycopodium sar utilizzato nel caso di acetone, per allergie, amenorrea, stitichezza, tendenza alle emorroidi, litiasi biliare e renale, cirrosi. Le patologie colpiscono particolarmente il lato destro del corpo. Il soggetto Lycopodium, dopo una breve siesta postprandiale, si sveglia di cattivo umore, oppure deve dormire almeno tre ore. E' un sedentario, non ama il movimento, che peraltro migliora il suo stato fisico. E' un tipo intellettuale, un po' misantropo, che si offende facilmente e non tollera essere contraddetto. Il rimedio Lycopodium utile contro l'ansia mascherata da atteggiamenti autoritari e collerici, poich l'individuo spesso suscettibile e di cattivo umore. Tutto questo frequentemente accompagnato da mancanza di fiducia nelle proprie possibilit. L'ansia allora diventa fretta e bisogno di estendere il proprio controllo su tutto e su tutti. I disturbi gastrici e digestivi, la cefalea digestiva, la presenza di calcoli e le manifestazioni cutanee sono i sintomi fisici pi frequenti in questi individui.

NUX VOMICA
Noce vomica il rimedio omeopatico indicato per le persone mentalmente stressate, che soffrono di sovraccarico psichico. E' d'aiuto contro i problemi di digestione. I semi contengono sostanze molto attive, che causano negli individui marcata ipersensibilit ed irritabilit, cos come crampi muscolari, debolezza e paralisi. Secondo il principio per cui si cura il simile con il simile, l'omeopatia utilizza la preparazione con i semi contro tutti gli stati nervosi. Nux Vomica usata per problemi generati da forte stress e carenza di movimento, come per esempio mal di testa, stomaco irritato, stipsi e nervosismo. I tipi nux vomica sono in continua tensione e sembrano avere sempre fretta. Sono spesso molto agitati, l'individuo si sente oberato. Tuttavia non vuole ridurre gli impegni ed i suoi modi impulsivi ne fanno una persona complicata. Azione terapeutica: la noce vomica contiene alcaloidi molto potenti e velenosi, come stricnina, brucina e vomicina. In preparazione omeopatica queste sostanze stimolano il sistema nervoso e rafforzano gli organi digerenti. I disturbi della digestione dovuti ad un sovraccarico emotivo e a uno stile di vita sregolato rispondono particolarmente bene al trattamento con Nux Vomica. Alcuni problemi come allergie, asma e pressione alta, trattati con questo rimedio, vengono risolti con esiti positivi. Sul piano psichico Nux Vomica agisce in caso di nervosismo e agitazione. Viene utilizzata anche contro la stipsi cronica. Infatti chi rimane seduto tutto il giorno, mangia in fretta e non fa attenzione alle fibre assunte con l'alimentazione, corre il pericolo di stimolare troppo poco la peristalsi naturale dell'intestino. L'evacuazione irregolare e ne consegue una stipsi cronica. Le sostanze della noce vomica favoriscono una regolare attivit intestinale.

Pag. 12

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

PER REGOLARE IL RITMO SONNO VEGLIA


AZIONE BIOLOGICA DELLA MELATONINA
A cura della Redazione

l sonno essenziale per il benessere psicofisico, per lefficienza e la lucidit mentale, per la tranquillit emotiva e per sentirsi in armonia col proprio corpo. Al giorno doggi le alterazioni dei ritmi circadiani sono sempre pi frequenti. Cambiamenti stagionali, terapie farmacologiche, fasi critiche della nostra vita, come la menopausa o lavanzare dellet, viaggi lunghi con attraversamento di pi fusi orari (jet lag), ma anche e soprattutto stress fisici ed emotivi possono infatti ripercuotersi negativamente sullorganismo, causando alterazione di ritmi, come quello sonno/veglia. E cos si manifestano insonnia, cali di attenzione e di rendimento, risvegli frequenti, irritabilit. In questi casi consigliata lintegrazione alimentare con melatonina. La melatonina un bionutriente secreto dalla nostra

ghiandola pineale che, con larrivo delloscurit, induce il sonno, regolandone il ritmo. La melatonina una molecola antichissima, si trova in tutti gli organismi del regno animale e vegetale, ed presente anche nel latte materno e negli alimenti in quantit variabile. La sua principale funzione quella di regolare il ciclo di sonno veglia: la luce, penetrando nell'occhio attraverso i nervi, manda un messaggio alla ghiandola pineale, che, in base alla quantit di luce in arrivo, blocca o stimola la produzione di melatonina. Il buio determina quindi la produzione di melatonina che favorisce un buon ritmo del sonno. Quando i livelli di melatonina, fisiologicamente presente nellorganismo, si abbassano, si consiglia di utilizzare un integratore alimentare di melatonina pura al 99,9%, che contribuisce a regolarizzare il ritmo del sonno, e aiuta a dormire bene e a sentirsi riposati. Esiste una speciale formulazione bifasica, in compresse da 3 milligrammi, che agisce lentamente, assicurando un rilascio lento ma graduale di melatonina durante la notte: il rilascio del primo mg favorisce la fase di addormentamento, mentre il rilascio successivo dei due mg dona continuit al sonno, evitando i risvegli continui. In questo modo permette di risolvere i problemi legati ai risvegli frequenti, o al sonno disturbato.

Pag. 14

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

DEPURAZIONE E DIURESI
OBIETTIVO BENESSERE FISICO E MENTALE
A cura di Francesca Pinarello

on l'arrivo della bella stagione si ripresentano i problemi di tutti gli anni: gonfiore, aumento di peso, pelle spenta e ruvida, umore negativo, tutto a causa degli eccessi alimentari e delle cattive abitudini che hanno interessato i lunghi mesi invernali. Ecco allora la necessit di ridestare il nostro organismo mettendo in atto alcune semplici regole: movimento, alimentazione sana e depurazione. Il modo pi semplice e naturale per pulire l'organismo dalle tossine quello di stimolare gli organi deputati a svolgere il ruolo di smaltimento, quali fegato, grande regolatore biologico, reni, sede di importanti scambi elettrolitici e intestino. La stimolazione consiste di due fasi: la prima, depurazione, attiva questi organi emuntori per trasformare le tossine nella forma pi adatta alla loro eliminazione, nella seconda fase, drenaggio, le tossine vengono eliminate attraverso la diuresi ed il sistema linfatico. In che modo possiamo stimolare questi organi? Innanzitutto, indispensabile bere molta acqua, almeno due litri al giorno, per il buon funzionamento dell'intestino, ma anche per assicurare un buon turgore della pelle. Per purificarci, poi, i nostri migliori alleati sono frutta e verdura, i cui succhi freschi contengono elementi nutritivi ad alte concentrazioni, spesso carenti nella dieta moderna a causa dei processi di raffinazione cui sottoposto il

cibo prodotto in quantit industriale, e sono ricchi di antiossidanti in forma facilmente utilizzabile. Possiamo inoltre avvalerci di piante specifiche che possono farci recuperare in fretta il nostro normale stato di benessere assumendole sottoforma di tisane o di estratti secchi o fluidi. Tra le piante depurative per eccellenza c' il carciofo, che stimola la funzionalit epatica e renale, l'asparago e il tarassaco, di cui si consiglia l'infuso di radici e foglie da prendere lontano dai pasti; il cardo mariano, di cui si usano i semi, e l'aloe, il cui succo ha propriet depurative ed immunostimolanti. A questi rimedi si possono associare quelli che stimolano la seconda fase di drenaggio, eliminando il ristagno d'acqua soprattutto a livello degli arti inferiori: ananas, betulla, le cui foglie hanno anche propriet antisettiche e astringenti, finocchio che migliora anche la digestione, gramigna, diuretico e disinfettante urinario, orthosiphon o t di Java, di cui si usano le foglie, ortica, ottima anche per la cura della pelle macchiata, impura ed eczematosa, e pilosella, pianta diuretica e drenante. Naturalmente, per ottimizzare quanto detto bisogna tenere sotto controllo la dieta, riducendo il consumo di alimenti ricchi di grassi, dolci, carni rosse, fritti, alcolici, caff e praticare quotidianamente un po' di attivit fisica per tonificare il corpo.

Pag. 16

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009

CONSIGLI PER UN BUON RIPOSO


ESTRATTI VEGETALI CON AZIONE RILASSANTE
A cura della Redazione

empre pi spesso si sente parlare di disturbi del sonno e di persone che dormono male, non riescono a dormire, si svegliano durante la notte o addirittura soffrono di insonnia. Per ottenere un buon sonno ristoratore utile seguire alcuni consigli che possono aiutare a raggiungere la buona qualit del sonno. Il tipo di giaciglio su cui si dorme fondamentale: il letto non dovrebbe essere n troppo morbido, n troppo rigido, mentre il cuscino dovrebbe essere costituito di fibre naturali e possibilmente di ridotto spessore, in modo da permettere di mantenere la posizione giusta durante il sonno. E meglio cercare di dormire un certo numero di ore senza interruzioni, in quanto i risvegli notturni possono rendere le persone irritabili ed impedire un vero riposo. A tal fine, utile cercare di addormentarsi e risvegliarsi sempre alla stessa ora, evitando di recuperare le ore perse di sonno posticipando il risveglio. Lesercizio fisico molto valido per facilitare lassopimento, tuttavia meglio concentrare tale attivit nelle ore diurne ed evitare lallenamento ginnico intenso nelle tre ore che precedono il sonno, perch facilita leccitazione anche mentale, mentre in queste ore meglio privilegiare attivit rilassanti, come la meditazione e lo yoga. Per lo stesso motivo, sconsigliabile labitudine di lavorare, controllare le e-mail o leggere libri impegnativi prima di coricarsi. Tutti sanno che vi sono bevande contenenti caffeina, quali il caff, il t e la coca-cola, possiedono azione eccitante, riducono il sonno e possono accentuare durante il giorno ansiet e depressione,
Pag. 18

perch le cellule cerebrali non si rilassano a sufficienza. Non tutti sanno, per, che determinati cibi favoriscono il rilassamento corporea, come ad esempio patate, latte, pane, tacchino e banane. Una valida soluzione per riposare bene rappresentata da alcune erbe, che, se assunte prima di coricarsi, inducono un sonno fisiologico e riposante: I fiori di Tiglio esercitano unazione vasodilatatrice ed ipotensiva, che li rendono efficaci sedativi atti a conciliare il sonno in maniera del tutto naturale. Sono universalmente note le qualit sedative, spasmolitiche e rilassanti di Camomilla e Valeriana. Meno conosciute sono le propriet sedativo-ipnotiche (grazie alla californidina) dellEscolzia (detta comunemente Papavero californiano). Il Biancospino utilizzato come sedativo, ansiolitico ed ipotensivo, grazie allazione vasodilatatrice generale. La Passiflora trova impiego come ansiolitico, oltre che come induttore del sonno: calma gli stati di eccitazione nervosa, grazie soprattutto ai flavonoidi che contiene, senza effetti collaterali (dipendenza o assuefazione). utile anche per controllare le palpitazioni. A queste piante possono essere associati alcuni elementi efficaci per indurre un sonno naturale e riposante: la Vitamina B6, che previene alcuni disturbi del sistema nervoso e combatte gli spasmi dolorosi notturni alle gambe, ed il Magnesio, un minerale importante perch una sua carenza spesso provoca insonnia.

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.37 _ maggio / giugno 2009