Sei sulla pagina 1di 42

POLITECNICO DI BARI FACOLTA DI ARCHITETTURA C.d.L. ARCHITETTURA A.A.

2008-2009

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE URBANISTICA A/B Prof. Leonardo Rignanese Prof. Francesca Calace Arch. Annarita Marvulli Arch. Patri zia Pirro

Il progetto urbano nuova dimensione della costruzione della citt ?

Il Progetto urbano si propone di colmare il vuoto esistente tra la pianificazione del territorio e i progetti architettonici

Pu concretizzarsi attraverso vari strumenti (piani direttori o masterplan) e generalmente non ha carattere vincolante

Caratteristiche del progetto urbano

ci che non progetto urbano


non il grande e firmato progetto di architettura come sembrerebbe affermarsi nell'immaginario dei media e di molti amministratori

Disegno urbano
Disegno urbano come superamento della dissociazione tra urbanistica e architettura della preminenza del disegno architettonico sul disegno della citt

Progetto integrato tra pieno e vuoto


progetto di organizzazione morfologica della citt progetto di struttura urbana progetto di spazio pubblico

La tradizione del progetto urbano


Tavola di Baltimora

Il progetto urbano la tradizione italiana dell'architettura. Per questa tradizione, scopo dellarchitettura la costruzione della citt, affinch si realizzi l'obiettivo pi alto del progetto: la rinnovata capacit dei cittadini di riconoscersi nelle forme urbane. Per quella tradizione, la storia e la comprensione del contesto costituiscono strumenti fondamentali del progetto.
C. Macchi Cassia, Modi e significato del progetto urb ano contemporaneo , in Urbanistica n. 126, genn.-apr. 2005

Tavola di Urbino

NEW YORK Battery Park City

Lower Manhattan 1960 ca.

Ricentralizzazione dello spazio come componente figurale della citt risultato di: - reazione nei confronti delle costruzioni teoriche precedenti - reazione alla condizione urbana ricerca di un rinnovato interesse per il significato dello spazio urbano, per il suo valore narrativo ed evocativo ricerca di una capacit di interpretare e costruire un senso del luogo Lynch, Alexander, Rowe, Krier, Rossi Cinque punti per lurban design - pensare in piccolo - usare ci che esiste - integrare - usare strade per creare luoghi - stabilire linee-guida di progettazione
Lower Manhattan interventi 1969-79

I PRINCIPI PROGETTUALI DEL NUOVO MASTER PLAN Battery Park City non deve essere una "new town in town" contenuta in se stessa, ma una parte di Lower Manhattan. Il lay-out e l'orientamento di Battery Park City deve essere un'estensione del sistema di strade ed isolati di Lower Manhattan. Battery Park City deve offrire una quantit di amenity dinamiche e varie sul fronte acqua. Il design di Battery Park City deve assumere una forma meno idiosincratica, pi riconoscibile e pi comprensibile. La circolazione a Battery Park City deve rivalutare il piano terreno. Battery Park City deve riprodurre e migliorare quanto c' di meglio nei quartieri di New York. Il centro direzionale di Battery Park City deve diventare l'elemento centrale del progetto. Le regole sulle destinazioni d'uso e sui limiti di fabbricabilit devono essere abbastanza flessibili da consentire messe a punto alle esigenze future del mercato.

Master Plan met anni 80

spazi aperti

strade e isolati

mobilit pedonale

mobilit veicolare

Plan Programme de lEst de Paris


lAmnagement
realizzazione di 45.000 alloggi da inserire nei quartieri esistenti abbellimento degli spazi pubblici realizzazione di spazi verdi (soprattutto a Bercy e alla Villette) attrezzature pubbliche strade e attraversamento della Senna

una cinquantina di operazioni realizzare quartieri moderni e funzionali continuit urbana rispetto dellesistente

prescrizioni del nuovo Piano di occupazione del suolo (POS) del 1974 con cui si faceva ritorno allallineamento stradale alloccupazione del suolo e ai limiti di altezza alla struttura morfologica per isolati

Paris Nord Est

Paris Sud Est

ZAC Bercy

60 ha intorno a un giardino di 12 ha Ministero della Finanza Palazzo dello sport 2300 alloggi di cui 2000 nuovi

inizio lavori 1985 35 quipe di architetti

ZAC di Bercy con il progetto per il parco vinto da Huet nel 1987

ZAC Paris Rive Gauche


La pi imponente operazione urbanistica promossa dal Comune di Parigi copre 130 ha da espropriare

900 mila mq di uffici 5 mila alloggi ristrutturazione Gare dAusterlitz Biblioteca Nazionale Polo universitario

Citt compatta il comune voleva un controllo formale dellinsieme piuttosto che dei singoli edifici sistemazione degli spazi pubblici e indicazione delle tipologie che ogni operatore decliner

BARCELLONA
Il piano per la Vila Olmpica mette in luce aspetti rilevanti:
il ruolo che il progetto urbano pu avere nella pianificazione della citt le intenzioni di cui pu essere caricato le procedure pi adatte per coinvolgere diversi operatori salvaguardando gli elementi strutturali e non negoziabili della configurazione formale proposta da un progetto unitario

le aree olimpiche nella strategia generale di modificazione urbana


integrazione tra citt esistente e le modificazioni permanenti connesse alle olimpiadi commisurare gli interventi alle risorse territoriali gi disponibili verificare la compatibilit delle trasformazioni necessarie con i temi di progettazione vecchi e nuovi della citt conciliare il coinvolgimento di tutta la citt con la necessaria concentrazione degli impianti olimpici

Localizzazione aree olimpiche per ogni area PLAN ESPECIAL

recupero del patrimonio storico riqualificazione delle periferie e delle aree dismesse e abusive completamento della rete viaria primaria creazione di un rapporto stabile con la montagna e il mare individuazione e promozione di nuove centralit

BARCELLONA Plnol de les rees de nova centralitat

La citt e il mare
Ex nucleo di Poble Nou 130 ha con affaccio al mare per 1 km Cimiteri, depuratori, depositi e linee ferroviarie, grande viabilit, attivit industriali Rottura della trama di Cerd

Modifica del Plan Especial per la costa


da industriale a usi promiscui con prevalenza residenziale, commerciale, ricreativo e attrezzature pubbliche

Recupero del demanio Apertura al mare

Il piano de la Vila Olmpica realizza il tratto Montjuc al Poble Nou con il recupero di Barceloneta
Convergenza di varie opere: spostamento della ferrovia, realizzazione del cinturon litoral opere di difesa e riqualificazione della costa, aree dismesse di propriet municipale riutilizzare a residenza gli alloggi per gli atleti

forma del piano - riprendere lidea dellEixample: piano strutturato e libert di costruzione entro regole definite - momento unitario e accentrato della ideazione e progettazione, processo decentrato della realizzazione - caratteri dello spazio pubblico

fotomontaggio interventi 1995

Sant Andreu-Sagrera

- A.P. Latini, Battery Park City, New York. Principi e tecniche di Urban Design attraverso la storia di un modello, Officina, Roma, 2001 - Lamanagement de lEst de Paris, in Paris projet, n. 27-28, 1987 - Progetti urbani a Parigi, in Paesaggio urbano, n. 3-4, maggio-agosto 1998 - O. Bohigas, Barcellona: unesperienza urbanistica. La Citt olimpica e il fronte mare, in Aa.Vv, La citt europea del XXI secolo. Lezioni di storia urbana, Skira, Milano, 2002 - J. Busquetz, Gli interventi urbanistici a Barcellona negli anni '80 in Territorio n. 14/1993 - G. Henry, Barcelone. Dix annes durbanisme. La renaissance dune ville, Editions du Moniteur, Paris, 1992 - C. Macchi Cassia, Il grande progetto urbano, La Nuova Italia Scientifica, Roma, 1991 - Manuel de Sol-Morales, Progetto urbano, in Lotus Quaderni Documents, n. 23, 1999, a cura di M. Zardini (Saggio elaborato in occasione della mostra Progetti per Napoli, 1987 e pubblicato sulla rivista "UR (Urbanismo-Revista)", 5, nov. 1987, e successivamente in "Lotus International", 64, 1990, con il titolo Un'altra tradizione moderna) - C. Alexander, A New Theory of Urban Design, Oxford University Press, New York, 1987; trad. it.:Una nuova teoria del disegno urbano, a cura di A. Barresi, Gangemi, Roma, 1997 - Urbanistica n. 126, genn-apr. 2005, sul progetto urbano

CHARLESTON

riconversione aree industriali

connessione aree verdi

aree stabili aree di transizione aree di trasformazione

ROMA Area della Romanina

Progetto preliminare

Progetto Salgado

Almere

Malmo

projet des villes Bassens Cenon Floirac Lormont Sainte Eulalie

projet des villes Bassens Cenon Floirac Lormont Sainte Eulalie

projet des villes Bassens Cenon Floirac Lormont Sainte Eulalie

projet des villes Bassens Cenon Floirac Lormont Sainte Eulalie

English Partnerships - The Housing Corporation Urban design compendium, 2006