Sei sulla pagina 1di 2

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA IN ASSEMBLEA 3/00497

Dati di presentazione dell'atto

Legislatura: 17 Seduta di annuncio: 130 del 03/12/2013


Firmatari

Primo firmatario: GIGLI GIAN LUIGI Gruppo: SCELTA CIVICA PER L'ITALIA Data firma: 03/12/2013
Destinatari

Ministero destinatario:

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA delegato in data 03/12/2013
Stato iter:

IN CORSO Atto Camera Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-00497 presentato da GIGLI Gian Luigi testo di Mercoled 4 dicembre 2013, seduta n. 131 GIGLI. Al Ministro dell'istruzione, dell'universit e della ricerca. Per sapere premesso che: in data 31 ottobre 2013, il Governo aveva accolto come raccomandazione l'ordine del giorno a firma Gigli e Calabr, presentato in occasione della conversione in legge alla Camera dei deputati del decreto-legge n. 104 del 2013; nell'ordine del giorno si raccomandava al Governo: a) di valutare l'opportunit di istituire un osservatorio nazionale con lo scopo di monitorare ogni dato utile per un'analisi attenta delle previsioni di fabbisogno sanitario nei prossimi anni, unitamente a una rivalutazione del fabbisogno di specialisti nelle diverse discipline, anche in relazione al mutamento dei dati epidemiologici, alle innovazioni tecnico-scientifiche e organizzative, e ai flussi pensionistici per le diverse discipline nei ruoli del servizio sanitario nazionale; b) di programmare gli accessi in modo da ridurre progressivamente, nell'arco di non pi di un quinquennio, il gap esistente fra gli ingressi nelle facolt di medicina e il conseguente numero di laureati e le possibilit di ingresso nelle scuole di specializzazione e nei corsi di formazione in medicina generale, con lo scopo di prevenire fughe all'estero causa di sperpero di importanti risorse finanziarie, investite dal nostro Paese nell'impegno didattico per la formazione dei nuovi medici e di evitare ai neo-laureati condizioni avvilenti di disadattamento o di impieghi

dequalificanti; non possibile nel nostro Paese accedere ad alcun ruolo nell'ambito del servizio sanitario nazionale senza il possesso di un diploma di specializzazione o di un diploma di formazione in medicina generale; nel corso degli ultimi cinque anni si assistito, altres, ad un progressivo incremento, su richiesta del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca stesso, del numero di iscritti ai corsi di laurea in medicina e chirurgia, saliti da 7.547 per l'anno accademico 2008/2009 a 10.173 per il 2012-2013; in controtendenza rispetto alle immatricolazioni a medicina, i contratti di formazione specialistica sono stati ridotti nel 2012 da 5.000, peraltro gi insufficienti, a 4.500 e che i contratti per i corsi di medicina generale sono stati ridotti da 981 a 924 : quale sia il numero dei contratti previsti per l'anno accademico 2012/2013 e se sia sufficiente a coprire le carenze di organico previste sulla base del fabbisogno regionale e dei flussi di pensionamento attesi. (3-00497)