Sei sulla pagina 1di 4

Lberati dal condizionamento, non percepire altri, percepisci te stesso!

Ad un amico che tempo fa mi chiedeva consiglio e mi confidava le sue enormi perplessit e le difficolt nel percepire lo Spirito Divino che dovrebbe caratterizzare le cosiddette sacre scritture, risposi pi o meno cos: .Ad essere sincero a me non importa molto di ci che subdoli ecclesiastici e avventati pseudo-sapienti considerano Divino e di cosa mi stato sinora insegnato dalle religioni istituzionalizzate. Voglio dimenticare tutte le assurde teorie che ci hanno propinate, voglio poter comprendere lorigine di ogni consuetudine alla quale siamo soggetti, non voglio essere schiavo del pregiudizio n tantomeno interiorizzare massificanti stereotipi. Vorrei altres comprendere la natura della vita e fare lesperienza di essere realmente vivi e liberi dalle suggestioni. Voglio conoscere. Non mi sono sufficienti le spiegazioni di altri. Voglio scoprire da me stesso tutto ci che pu essere scoperto poi aggiunsi vedi, lo stesso atteggiamento di base del buddhismo ad esempio decisamente empirico ed antiassolutista. Lo stesso Buddha Shakyamuni (come Ges Cristo, Socrate, Krishnamurti, Bhagwan e moltissimi altri del resto), fu decisamente antitradizionalista e contrario ad ogni ipnotizzante ortodossia. Gautama il Buddha non offr i suoi insegnamenti come una raccolta di dogmi, ma piuttosto come un insieme di asserzioni sulle quali chiunque veniva chiamato ad investigare personalmente. Linvito che il Buddha rivolgeva a tutti, era: Venite e vedete. A coloro che lo seguivano ripeteva spesso: Non mettete nessuna testa sopra alla vostra, nemmeno la mia. Con ci egli intendeva raccomandare di non sottomettersi ciecamente alla parola rivelata da chicchessia, o da dubbie fonti scritte, ma piuttosto verificare di persona Vedi, sono convinto che tutto ci che abbiamo artificiosamente imparato pu essere fruttuosamente disimparato, tutti gli errori, le illusioni ed i fallaci condizionamenti possono essere gradualmente rimossi, e il primo passo per fare questo proprio capire cosa stiamo facendo nel momento stesso in cui lo stiamo facendo, vivere nel qui e ora mettendoci in una posizione di quieta e consapevole osservazione..

Siamo costantemente allarmati dal pensiero che qualcosa di spiacevole possa accaderci da un momento allaltro. Ma se sapessimo che lUniverso non ha volont, allora non avremmo pi paura di nulla. Da quando ho iniziato a distribuire il corso gratuito La Chiave Suprema ricevo sempre pi spesso mail di persone che, iniziando a leggere il corso,

scoprono che tutto il testo incentrato sul concetto che la nostra mente governa il mondo in cui viviamo, anzi pi esattamente lo crea letteralmente. Queste mail contengono per lo pi domande su come sia possibile liberare la mente dai pensieri negativi, se poi la nostra vita ha a che fare con una realt dura e per molti versi piena di difficolt e sofferenze. Quasi tutti mi chiedono consigli su come possano fare bene gli esercizi contenuti nel corso per liberarsi dalla negativit ed attirare cos le cose desiderate. Nel leggere queste mail mi rendo conto che moltissime persone non riescono a prendere il controllo della propria mente, e quindi della propria vita, a causa della non comprensione di un concetto basilare. Un concetto che se appreso appieno pu davvero fare la differenza tra chi subisce la propria vita e chi invece riesce a governarla a proprio piacimento. Ma andiamo per ordine. La coscienza solo Una Tutte le volte che pensiamo al mondo reale lo concepiamo come una entit esterna a noi che pu farci qualsiasi cosa in qualsiasi momento. Pensiamo infatti che il pericolo sia dietro langolo, e potremmo subire incidenti, violenze, truffe (e chi pi ne ha pi ne metta), in qualsiasi momento, senza che noi possiamo far nulla per controllare queste casualit. Ebbene, voglio svelarvi la vera natura del mondo che vedete e concepite come esterno a voi. Sapete gi, se avete letto altri articoli di questo blog, che il mondo in realt dentro di noi. Non esiste nulla l fuori. Ma voglio andare un p oltre e approfondire questo importantissimo concetto. Chi ha letto questo mio precedente articolo, e ha eseguito il piccolo esercizio di meditazione in esso contenuto, avr ben chiaro il concetto di Coscienza. Ma pensiamo per un attimo a cos la Coscienza. La Coscienza tutto ci che rimane del nostro essere una volta che togliamo tutti i pensieri dalla nostra mente. E il nostro Vero S, Colui Che E. La Coscienza quello stato dellessere che semplicemente in vigile attesa che un pensiero lo occupi e lo utilizzi per dare forma a qualche concetto o idea. E l per essere utilizzata dalla nostra volont, attraverso il pensiero cosciente. E quindi lo schermo bianco su cui vengono proiettati tutti i nostri pensieri. E siccome i pensieri creano la realt, la Coscienza di conseguenza la sostanza (passatemi il termine) tramite la quale tutta la realt prende corpo e si materializza.

Ma con questa definizione, anche se sconvolgente, non siamo ancora arrivati a comprendere la vera essenza della Coscienza. Forse vi stupir dicendovi che ogni essere vivente, ogni pianta e ogni oggetto inanimato possiede una Coscienza. Anzi fatto di pura Coscienza. Quello che differenzia una pietra da una pianta da un animale solo il livello di Coscienza, che negli organismi viventi di una forma pi elevata, o evoluta. Ma ora viene il bello. Dovete sapere che la Coscienza Una sola. Si, una sola. La Coscienza di fatto tutto ci che esiste nellUniverso. Pensatela come una sostanza che permea tutto lo spazio esistente. Anzi, tutto lo spazio esistente. Siamo quasi arrivati in fondo, non demordete. LUniverso non ha volont propria Ora veniamo al punto centrale di questo articolo. Se la Coscienza una sola, indovinate un p di chi quella Coscienza? Naturalmente la Coscienza dellUniverso (se siete agnostici), o la Coscienza di Dio (se siete credenti). Ma il termine usato non ha importanza. Quel che conta il concetto. Ma siccome la Coscienza solo una, allora anche la nostra Coscienza una con quella Universale. Questo il motivo per cui in molti scritti viene detto che siamo Uno con il nostro Creatore. La realt che lUniverso (o Dio se preferite) si esprime attraverso di noi. Lo fa tramite il nostro pensiero che, plasmando la Coscienza Cosmica, crea la realt che osserviamo. Capite cosa vuol dire questo? Vuol dire che la Coscienza tutto ci che esiste nellUniverso, e siccome una sola, non pu essere diversa dalla nostra. Ecco spiegato perch lUniverso non ha volont propria. Tutte le cose esistenti nellUniverso hanno al loro interno la nostra stessa Coscienza, e quindi devono necessariamente rispondere al nostro pensiero. Ma siccome il nostro pensiero lo governiamo noi e solo noi attraverso la nostra volont, allora lUniverso non ha volont propria, perch quella volont una con la nostra. Rileggete questa frase pi di una volta, se necessario. Ecco allora il perch del funzionamento della Legge di Attrazione. Dobbiamo capire finalmente che nel momento in cui governiamo il nostro pensiero, lUniverso deve necessariamente portarci le cose che chiediamo. Non pu fare altrimenti. Non pu agire indipendentemente dalla nostra volont. E una

legge fisica. Lo ribadisco: lUniverso non ha volont propria, che lo accettiate o meno. Ma qual a questo punto il problema? Il problema che la maggior parte di noi non in grado di controllare i propri pensieri. E allora di conseguenza non in grado di controllare la propria realt. Da questo ne deriva lillusione che il mondo sia qualcosa di separato da noi che pu farci del male in qualsiasi momento. Usciamo da questa illusione e riappropriamoci del nostro Diritto Divino di governare il mondo. Ma per farlo dobbiamo allenarci a riprendere il controllo della nostra mente per pensare solo le cose che desideriamo pensare. Mentre la luce viaggia a velocit di trecentomila chilometri al secondo, il pensiero, praticamente, raggiunge istantaneamente infinite lontananze. Il pensiero impercettibile, impalpabile, invisibile; pi sottile delletere, il mezzo dellelettricit. Difatti, pur stando tranquillamente nella vostra casa, per mezzo di un sintonizzatore, potete ascoltare un cantante che canta in una lontana stazione radio. Tutti i messaggi lanciati nello spazio viaggiano tramite le onde e vengono ricevuti mediante un apparecchio radio. Anche la vostra mente simile ad un apparecchio radio, ma pi perfetta. Un santo che ha conquistato la pace, lequilibrio e larmonia, continuamente invia nelluniverso pensieri e onde spirituali di armonia e di pace che, propagandosi in ogni direzione, raggiungono tutti i luoghi e penetrano nella mente delle persone, nelle quali provocano altri pensieri di armonia e di pace. Quando un uomo ha la mente colma di gelosia, di sentimenti di vendetta e di odio, invia sempre pensieri discordanti, che raggiungono la mente di migliaia di persone e provocano in queste altrettanti pensieri di odio, di gelosia e di discordia.