Sei sulla pagina 1di 2

SCUOLA DI LABVIEW

07

Training per principianti


CREAZIONE E DISTRIBUZIONE DELLE APPLICAZIONI
a cura di Matteo Foini

Questa lezione descrive il processo di creazione di unapplicazione stand-alone e di un installer per le vostre applicazioni in LabVIEW

aratteristiche dello sviluppo del progetto in LabVIEW. LabVIEW ha in dotazione una serie di caratteristiche che potete usare per gestire i vostri progetti in modo pi efficiente.

STORIA DEL VI
Uno degli strumenti di LabVIEW pi utili per lo sviluppo team-oriented la finestra History. Usate la finestra History in ogni VI per visualizzare la storia dello sviluppo del VI. Il numero di revisione parte da zero e aumenta di uno ogni volta che salvate il VI. Registrate e tenete traccia dei cambiamenti che apportate al VI nella finestra History man mano che lavorate. Selezionate EditVIRevision History per visualizzare la finestra History. Potete anche stampare la storia della revisione. Usate la finestra di dialogo VI Properties Revision History per impostare le opzioni per il VI corrente.

gerarchia, come le variabili globali o i VI forniti con LabVIEW, cos come se la gerarchia si espande orizzontalmente o verticalmente. Un VI che contiene dei subVI ha un pulsante freccia sul suo bordo inferiore. Cliccate su questo pulsante freccia per mostrare o nascondere i subVI. Quando tutti i subVI sono nascosti compare un pulsante con un freccia rossa. Quando tutti i subVI sono visualizzati compare un pulsante con un freccia nera. La finestra Hierarchy mostrata nella figura 1 contiene la gerarchia di un progetto. I VI della directory di LabVIEW vi.lib non sono mostrati. Cliccate con il tasto destro su

GERARCHIA DEL VI
Rispamiare memoria un vantaggio importante della suddivisione delle vostre applicazioni principali in subVI. Inoltre la risposta delleditor di LabVIEW migliora perch i VI sono pi facili da maneggiare. Luso dei subVI rende gli schemi a blocchi di alto livello facili da leggere, da sottoporre a debug, da capire e da manutenere. Perci cercate di contenere lo schema a blocchi dei vostri VI di alto livello entro dimensioni inferiori a 500 kB. In generale mantenete i vostri subVI entro piccole dimensioni. Per controllare la dimensione di un VI, selezionate FileVI Properties e selezionate Memory Usage dal menu a tendina delle categorie. Tipicamente dovreste spezzare un VI in diversi subVI se lo schema a blocchi del vostro VI troppo grande per entrare interamente nello schermo. La finestra Hierarchy del VI visualizza una rappresentazione grafica di tutti i progetti e compiti aperti in LabVIEW, cos come la gerarchia di chiamata di tutti i VI in memoria, incluse le definizioni di tipo e le variabili globali. Selezionate ViewVI Hierarchy per visualizzare la finestra Hierarchy. Usate questa finestra per vedere i subVI e altri nodi che costituiscono i VI nella memoria e per cercare nella gerarchia del VI. Usate la barra strumenti in alto nella finestra Hierarchy per mostrare o nascondere varie categorie di oggetti usati nella

Figura 1 - Finestra VI Hierarchy

unarea vuota della finestra e selezionate Show All Vis dal menu rapido per mostrare lintera gerarchia. Quando spostate il cursore sopra degli oggetti nella finestra VI Hierarchy, LabVIEW visualizza il nome di ogni VI in una striscia di suggerimento. Potete usare lo strumento Positioning per trascinare un VI dalla finestra VI Hierarchy allo schema a blocchi per usare il VI come subVI di un altro VI. Potete anche selezionare e copiare uno o pi nodi sulla clipboard e incollarli in altri schemi a blocchi. Cliccate due volte su un VI nella finestra VI Hierarchy per visualizzare il pannello frontale di quel VI. Potete localizzare un VI nella gerarchia anche inserendo

30

SCUOLA DI LABVIEW

ovunque nella finestra il nome del nodo che volete trovare. Appena inserite il testo, appare una stringa di ricerca che visualizza il testo man mano che lo scrivete. LabVIEW evidenzia il nodo con un nome che concorda con la stringa di ricerca. Potete trovare un nodo nella gerarchia anche selezionando EditFind.

nascondere o riposizionare la finestra Context Help. Usate la funzione Control Online Help per visualizzare la tabella dei contenuti, saltare ad uno specifico punto del file o chiudere laiuto online. Usate la funzione OpenURL in Default Browser VI per visualizzare un Url o un file HTML nel navigatore internet di default.

PREPARAZIONE DELLAPPLICAZIONE
Unapplicazione stand-alone consente allutente di avviare i vostri VI senza installare il sistema di sviluppo di LabVIEW. Gli installer sono utilizzati per distribuire lapplicazione stand-alone. Gli installer possono includere il LabVIEW RunTime Engine, che necessario per eseguire applicazioni stand-alone. Tuttavia potete anche scaricare il LabVIEW Run-Time Engine su ni.com. Per creare unapplicazione professionale dovete considerare diversi fattori. Codice esterno Innanzitutto conoscere quale codice esterno la vostra applicazione utilizza. Per esempio chiamate qualche sistema o DLL personalizzato o librerie condivise? State per trattare argomenti command line? Questi sono esempi avanzati che vanno oltre gli scopi di questo corso, ma dovete prenderli in considerazione per lapplicazione. Nomi dei percorsi Un altro problema quello dei nomi dei percorsi che usate nel VI. Assumete di leggere i dati da un file durante lapplicazione e che il percorso al file sia hard-coded nello schema a blocchi. Una volta che unapplicazione costruita, il file inserito come eseguibile, cambiando il percorso al file. Essere consapevoli di questi problemi vi aiuter a costruire in futuro applicazioni pi robuste. Uscire da LabVIEW Un altro problema che colpisce lapplicazione che avete appena costruito che il VI di livello superiore non esce da LabVIEW o chiude il pannello frontale quando termina lesecuzione. Per uscire completamente e chiudere il VI di livello superiore, dovete chiamare la funzione Quit LabVIEW nello schema a blocchi del VI di livello superiore. Fornire aiuto online per le vostre applicazioni in LabVIEW Quando apportate i tocchi finali alla vostra applicazione, dovete fornire aiuto online allutente. Create delle descrizioni del VI e dei loro oggetti, quali controlli e indicatori, per descrivere i fini del VI o oggetto per dare agli utenti istruzioni per luso del VI o delloggetto. Usate le funzioni seguenti, localizzate sulla palette Help, per mostrare o nascondere in maniera programmata la finestra Context Help e mettete un link dai VI ai file HTML o ai file di aiuto compilati: Usate la funzione Get Help Window Status per rilevare lo stato e la posizione della finestra Context Help. Usate la funzione Control Help Window per mostrare,

REALIZZAZIONE DELLAPPLICAZIONE E DELLINSTALLER


Per creare applicazioni stand-alone e installer usate le specifiche costruttive di LabVIEW. Applicazioni stand-aloneUsate le applicazioni stand-alone per fornire ad altri utenti versioni eseguibili dei VI. Le applicazioni sono utili quando volete che gli utenti avviino i VI senza installare il sistema di sviluppo di LabVIEW. (Windows) Le applicazioni hanno estensione .exe. (Mac OS) Le applicazioni hanno estensione .app. Installer(Windows) Usate gli installer per distribuire le applicazioni stand-alone, librerie condivise e distribuzioni sorgente che create con lApplication Builder. Gli installer che includono il LabVIEW Run-Time Engine sono utili se volete che gli utenti possano avviare le applicazioni o usare le librerie condivise senza installare LabVIEW. Specifiche costruttive di LabVIEW Usate Build Specifications nella finestra Project Explorer per creare specifiche costruttive per distribuzioni sorgente e altri tipi di realizzazioni in LabVIEW. Una specifica costruttiva contiene tutte le impostazioni per la costruzione, come i file da includere, le directory da creare e le impostazioni delle directory dei VI. Suggerimento (Windows e UNIX) In funzione della natura della vostra applicazione, pu essere richiesta la presenza di file non-VI per funzionare correttamente. I file comunemente necessari includono i file con le preferenze (.ini) per lapplicazione e di qualsiasi altro file di aiuto che i vostri VI chiamano.

REQUISITI DI SISTEMA
Le applicazioni che create con Build Specifications generalmente hanno gli stessi requisiti di sistema del sistema di sviluppo LabVIEW. I requisiti sulla memoria variano in funzione della dimensione dellapplicazione creata. Potete distribuire questi file senza il sistema di sviluppo LabVIEW; tuttavia gli utenti di applicazioni stand-alone e di librerie condivise devono avere installato il LabVIEW RunTime Engine.

Note sullautore
Laureato in ingegneria nucleare al Politecnico di Milano, Matteo Foini lavora in qualit di Technical Marketing Engineer presso National Instruments Italy

Readerser vice.it n. 725

31