You are on page 1of 1

La peste del 300

Nei primi anni del 300 lEuropa entr in una fase fredda, definita cos a causa di un grave mutamento che influenz lattivit agricola e in generale il lavoro delluomo. Alcuni esempi possiamo trovarli facendo riferimento allIslanda , dove fu abbandonata la coltura dei cereali; in Inghilterra, dove la viticoltura regred. E cos fu in tante altre zone Europee. Nel 1315 si verific poi un periodo di eccessiva piovosit, il quale port carestia nellintero Occidente. Ma non finita qui: la carestia fu poi seguita da crisi alimentari locali, dove la pi grave si verifico a Foez (Francia), la quale dovette subire ben 34 anni di carestia. Gli uomini e le donne tentavano di sfamarsi come potevano, ma la loro alimentazione era troppo debole e scadente, perci il loro organismo era esposto a dei rischi quali le epidemie. Nel 1347 infatti, una grave epidemia di peste ebbe origine a Caffa ( una colonia Genovese ), da dove poi si espand colpendo tutta lEuropa.La peste arriv a Caffa per mezzo delle grandi carovane di merce importate da Khanbalik (Pechino), le quali oltre alle merci iniziarono a trasportare anche diversi batteri generanti successivamente malattie. La peste viene provocata da un bacillo chiamato Yersinia pestis, e la sua forma pi frequente si manifesta nella peste bubbonica, il quale sintomo principale rappresentato dalla comparsa di bubboni alla base degli arti. Se si riusciva ad incidere i bubboni si otteneva unimmediata remissione del dolore, ma il problema era che la maggior parte degli affetti dalla peste bubbonica morivano prima che il bubbone potesse essere operato. Oltre alla peste bubbonica troviamo un altro genere di peste: la peste polmonare. Questa a differenza della precedente non si manifestava esternamente ma allinterno dellorganismo, in quanto colpiva lapparato respiratorio. Pi letale di quella bubbonica, la probabilit di morire per coloro che la assumevano era del 100%. Era trasmissibile per via orale tramite la saliva, a differenza di quella bubbonica che invece veniva trasmessa dalla pulce o dai ratti. La peste provoc il decesso di circa un terzo della popolazione del continente Europeo, e rimase una presenza costante fino al XVIII secolo. Gravi furono le conseguenze della peste, in quanto alcuni villaggi scomparvero del tutto. I contadini poi, smisero di coltivare le loro terre perch non rendevano pi risorse. Avevano per la possibilit di emigrare verso i centri urbani, dove la mano dopera aumentava i salari. Ma il 300 fu un secolo che present violenti conflitti sociali tra coloro che svolgevano lavori manuali. Tali conflitti si verificarono perch le autorit cittadine, a causa della scarsa richiesta di merce mercantile, furono costrette a ridurre in un primo momento le retribuzioni e poi a licenziare diversi lavoratori. Nonostante questo, la fiscalit dei sovrani non diminu affatto, pertanto si verificarono un gran numero di rivolte contadine le quali venivano regolarmente represse dai signori.