Sei sulla pagina 1di 1

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/02473

Dati di presentazione dell'atto Legislatura: 17 Seduta di annuncio: 116 del 12/11/2013 Firmatari Primo firmatario: ZOLEZZI ALBERTO Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE Data firma: 12/11/2013

Elenco dei co-firmatari dell'atto Nominativo co-firmatario DE ROSA MASSIMO FELICE TERZONI PATRIZIA BUSTO MIRKO DAGA FEDERICA MANNINO CLAUDIA SEGONI SAMUELE TOFALO ANGELO VIGNAROLI STEFANO
Destinatari Ministero destinatario: MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE delegato in data 12/11/2013 Stato iter: IN CORSO Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-02473 presentato da ZOLEZZI Alberto testo di Marted 12 novembre 2013, seduta n. 116 ZOLEZZI, DE ROSA, TERZONI, BUSTO, DAGA, MANNINO, SEGONI, TOFALO e VIGNAROLI. Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. Per sapere premesso che: nella discarica di Cupinoro, sita in localit Cupinoro, nel comune di Bracciano, ad oggi, sono conferiti i rifiuti provenienti da ventiquattro comuni (Anguillara, Bracciano, Campagnano, Canale Monterano, Cerveteri, Castelnuovo di Porto, Capena, Magliano, Fiano, Formello, Civitella S. Paolo, Ladispoli, Manziana, Mazzano, Nazzano, Morlupo, Ponzano Romano, Riano, Rignano, Sacrofano, Santa Marinella, Sant'Oreste, Torrita Tiberina, Trevignano, Filacciano) e quattro aziende private; in data 16 ottobre 2013, al n. di protocollo G00480, la regione Lazio ha espresso pronuncia di compatibilit ambientale alla Bracciano Ambiente spa, ente gestore della discarica, in relazione alla proposta di progetto per la realizzazione di un lotto funzionale di discarica denominato Vaira 1 con capacit di 450.000 metricubi; la societ Bracciano spa ha motivato l'intervento, intendendo garantire il corretto funzionamento degli impianti di trattamento gi autorizzati nell'area di Cupinoro (trattamento meccanico biologico e linea compost di qualit in anaerobico autorizzati in autorizzazione integrata ambientale dalla regione Lazio con determina dirigenziale n. B1671 del 4 maggio 2009); la situazione del comprensorio ove ubicato l'impianto necessita di un'attenzione particolare, stante la presenza massiccia di un significativo fattore di criticit ambientale legato alla tutela della avifauna e degli habitat naturali; l'intervento previsto ricade, infatti, in zona ZPS (zona di protezione speciale) identificate con il codice IT6030005 denominato Comprensorio Tolfetano Cerite Manziate facente parte della Rete Natura 2000 istituita dalla direttiva Habitat (ovvero la Direttiva 92/43/CEE del Consiglio del 21 maggio 1992 relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche Gazzetta Ufficiale del 22 luglio 1992 ). La rete comprende anche zone create ai sensi della direttiva Uccelli e mira a fornire una valida protezione per le zone faunistiche pi importanti dell'Europa; gli Stati membri ex articolo 3 della direttiva Direttiva 79/409/CEE del Consiglio, del 2 aprile 1979, concernente la conservazione degli uccelli selvatici classificano in particolare come zone di protezione speciale (ZPS) i territori pi idonei in numero e in superficie alla conservazione di tali specie, tenuto conto delle necessit di protezione di queste ultime nella zona geografica marittima e terrestre in cui si applica la direttiva Habitat; l'ampliamento della discarica di Cupinoro mette a serio repentaglio la tutela delle migrazione degli uccelli e delle specie selvatiche nell'ambito della zone di protezione sociale (ZPS), considerato che attorno all'area in esame, gravitano alcune aree SIC (un sito di interesse comunitario che contribuisce in modo significativo a mantenere o a ripristinare un tipo di habitat) nei comuni di Bracciano, Cerveteri e Manziana che per il loro pregio floro-faunistico creano una rete di flussi migratori che sarebbe inevitabilmente compromessa dall'ulteriore ampliamento del sito di discarica, venendo meno agli obiettivi perseguiti dalla direttiva citata : se il Ministro sia a conoscenza dei fatti narrati e quali azioni intenda adottare alla luce di eventuali accertamenti tecnici effettuati sullo stato di conservazione degli ambienti naturali in relazione al rispetto dell'articolo 3 della direttiva 92/43/CEE del Consiglio del 21 maggio 1992 sul mantenimento ovvero, all'occorrenza, il ripristino, in uno stato di conservazione soddisfacente degli habitat delle specie migratorie, alla luce dell'ampliamento della discarica di Cupinoro a Bracciano. (4-02473)

Gruppo MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE

Data firma 12/11/2013 12/11/2013 12/11/2013 12/11/2013 12/11/2013 12/11/2013 12/11/2013 12/11/2013