Sei sulla pagina 1di 4

PI P IA AN NO OD DI I LE ET TT TU UR RA A

LA MIA FAMIGLIA E LANGELO


GEMMA LIENAS Illustrazioni di Pep Montserrat Serie Arancio n 15 Pagine: 120 Codice: 88-384-3615-0 Anno di pubblicazione: 1994 LAUTRICE Gemma Lienas nata a Barcellona nel 1951. Conosce bene i giovani perch da sempre ha lavorato con loro, prima come professoressa di Lingua e Letteratura, poi nel mondo delleditoria per ragazzi. Ha pubblicato il suo primo racconto nel 1986, e gi nel 1987 ha vinto tre premi: il Premio Recull, il Ramon Muntaner e il Premio Andromina.

Dai 9 anni

Leditore autorizza la fotocopia di questa pagina ad uso didattico

LA STORIA La vita di una tranquilla famiglia viene scombussolata dallimprovvisa comparsa di un angelo, caduto dal cielo la vigilia di Natale mentre provava i suoi poteri. Il problema che langelo, di nome Gabriele, non pi in grado di fare ritorno tra le nuvole. Incomincia cos una difficile convivenza, costellata di tanti piccoli incidenti: la rottura di un prezioso vaso di Murano, il putiferio fra gli inquilini per un breve volo in cortile, le ali che non vogliono saperne di stare dentro a un cappotto e la gita in montagna, che quasi si trasforma in tragedia per il tentativo di Enrico, il piccolo della famiglia, di volare come Gabriele. Mamma e pap vorrebbero sbarazzarsi di quellingombrante presenza, ma proprio non sanno come fare. Lidea viene a Giovanni, il figlio pi grande, che decide di ricorrere alle magie di nonna Tereza per aiutare langelo a ritornare in cielo. Grazie a una bella scorpacciata di dolci e con lausilio di uno specchio splendente, Gabriele pu finalmente tornare a volare fra le nuvole, lasciando a rimpiangerlo, gi sulla Terra, il piccolo Enrico. I TEMI Il racconto, partendo da un avvenimento fantasioso, si addentra nella descrizione del comportamento di una famiglia nei confronti dellospite indesiderato, con abitudini ed esigenze tanto diverse dal solito. Se la mamma prova limpulso generoso di offrire un tetto allo sfortunato angelo che

non sa pi tornare in cielo, subito dopo per si preoccupa di come giustificare quella insolita presenza a parenti e vicini. Ugualmente, il figlio primogenito disposto a spazzolare le ali dellospite e a preparargli un bagno di schiuma per farlo sentire come su una nuvola, ma allo stesso tempo infastidito dalla sua presenza perch costretto a dividere la camera da letto anche con la mamma oltre che con il fratellino. Accanto allimpossibilit di vivere serenamente leccezionale esperienza emerge un altro aspetto negativo di questa famiglia: la sua dipendenza dal televisore. Cos il ritorno dellangelo in cielo strappa una lacrima solo al piccolo Enrico, perch lattenzione degli altri subito catturata dalla TV. SPUNTI DI DISCUSSIONE Se tu dovessi dividere la tua stanza con un ospite saresti contento/a? Come ti comporteresti? A cosa si riferisce la mamma quando chiede allangelo se venuto a portare la buona novella? Perch la mamma decide di portare langelo al supermercato? Secondo te, chi dei quattro componenti della famiglia si comporta meglio con Gabriele? Larrivo di Gabriele nella casa di Giovanni un fatto positivo o negativo? Spiega il perch. Il finale del racconto ti ha suscitato allegria, tristezza o altro? Perch?

LA MIA FAMIGLIA E LANGELO 1

1.

CHI LHA DETTO?

Prova a ricordare chi ha pronunciato le frasi seguenti e scrivine il nome sui puntini. a) Mamma, in cucina c un angelo. Lha detto b) Non voglio che dorma in camera mia! Lha detto c) Per favore, dora in avanti guardi dove mette le sue ali. Lha detto d) Mi verr lesaurimento nervoso! Lha detto e) Vero che sono stato bravo a distribuire i volantini? Lha detto f) Per carit, stellina! Non ho mai avuto a che fare con degli angeli. Lha detto 2. OGGI DISEGNO IO!

Come ti immagini un angelo? Come credi che sarebbe vestito un angelo del giorno doggi? Prova a disegnarli.

Leditore autorizza la fotocopia di questa pagina ad uso didattico

angelo tradizionale

angelo moderno
LA MIA FAMIGLIA E LANGELO 2

3.

OGGI SI FA FESTA!

Il Natale si festeggia il 25 dicembre. Quali altre feste conosci? Riporta nello schema qui sotto il nome della festa e la rispettiva data. Festa: Data:

4.

LE QUATTRO STAGIONI

Riporta nello schema le principali caratteristiche di ognuna delle quattro stagioni. Inverno Primavera Estate Autunno

5.

PRONTI AL DECOLLO?

Gabriele vuole insegnare a Enrico a volare senza pensare ai rischi per il bambino. In quanti modi possiamo volare noi umani senza correre pericoli?
Leditore autorizza la fotocopia di questa pagina ad uso didattico

a) b) c) d) e) f) g) h) i)

6.

QUESTO SIGNIFICA...

Spiega il significato delle espressioni sottolineate e, per ogni frase, trovane una equivalente servendoti di altre parole. Pi che un angelo mi sembra la principessa sul pisello. Pensai: Adesso gli dice di alzare i tacchi. Era ora, Alberto, che mettessi la testa a posto!

7.

UN NUOVO FINALE

Nel racconto, langelo torna in cielo buttandosi a tuffo nello specchio. Prova a immaginare un finale diverso per questa storia.

8.
Leditore autorizza la fotocopia di questa pagina ad uso didattico

DESCRIVI I PERSONAGGI

Descrivi la reazione di ognuno dei seguenti personaggi di fronte allangelo: Giovanni, il protagonista Enrico, il fratello piccolo Elvira, la mamma Alberto, il pap La nonna Tereza