Sei sulla pagina 1di 8

Ministero Greco della Pubblica Istruzione e degli Affari Religiosi

Certificazione di Lingua Italiana

LIVELLO FASE

C1 1

secondo il Consiglio dEuropa comprensione scritta e consapevolezza linguistica

Sessione

maggio 2008

ATTENZIONE

Non aprire il presente fascicolo prima dell'inizio dell'esame. Rispondere a tutte le domande. Per ogni domanda dare una sola risposta sul modulo No 1. Tempo a disposizione: 80 minuti.

PROVA 1
A quale infortunio corrispondono le seguenti norme di primo soccorso?

INFORTUNIO

1. Scottature solari

2. Frattura di un arto 3. Perdita di sangue dal naso 4. Svenimento o malore improvviso

5. Folgorazione da scarica elettrica

6. Avvelenamento da ingestione di farmaci o di funghi.

7. Distorsione della caviglia

8. Punture di ape o vespa

NORME DI PRIMO SOCCORSO A. Staccate la spina o interrompete la corrente nel modo pi rapido e pi sicuro possibile. Se necessario, praticate la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco. B. Togliete il pungiglione con una pinzetta. Applicate del ghiaccio sulla parte dolente. C. Se la pelle solo arrossata, ma senza vesciche, usate una crema emolliente e idratante. D. Immobilizzate larticolazione con bande elastiche e applicate del ghiaccio per ridurre il gonfiore. E. Fate inclinare leggermente la testa del paziente allindietro, stringete le narici per qualche minuto e mettete del ghiaccio sulla fronte. F. Non muovete linfortunato e immobilizzate la parte lesa con oggetti rigidi (bastoni, ombrelli, riviste arrotolate, ecc.) in attesa di un medico. G. Allentate gli indumenti troppo stretti, tenete linfortunato supino con le gambe sollevate per facilitare lafflusso di sangue al cervello. Spruzzategli il viso con dellacqua fresca. H. Fate bere allinfortunato grosse quantit di latte o acqua salata. Poi fatelo vomitare.
D. D. D. D. D. D. D. D. E. E. E. E. E. E. E. E. F. F. F. F. F. F. F. F. G. G. G. G. G. G. G. G. H. H. H. H. H. H. H. H.

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8.

A. A. A. A. A. A. A. A.

B. B. B. B. B. B. B. B.

C. C. C. C. C. C. C. C.

/ Esami di lingua italiana

Maggio 2008

Livello C1 / Fase 1

Pagina 2

PROVA 2
Leggete il seguente articolo e poi dite se le affermazioni sono vere (A) o false (B) o inesistenti nel testo (C). IL CASO

Bancarelle? Non possiamo toccarle


Vorremmo vedere Roma senza le megabancarelle (regolari) che circondano anche Fontana di Trevi e assediano via del Corso. Ma dice Eugenio La Rocca, sovrintendente ai Beni Culturali del Comune di Roma: Non facile intervenire, anzi parecchio complicato. Perch ci troviamo di fronte a una serie di diritti acquisiti negli anni. Vorremmo capire come sia possibile che un camioncino ricoperto da birre, noci di cocco e cose simili possa intrufolarsi in via del Corso senza che nessuno possa dirgli nulla, come mai la bancarella chiassosa di souvenir possa oscurare lArco di Augusto. Purtroppo cos racconta lingegnere Luciano Marchetti, direttore dei Beni Culturali del Lazio: anche solo spostare una di quelle bancarelle che vediamo ogni giorno a ridosso dei monumenti di Roma assai complicato. Non possiamo eliminarle, al massimo possiamo ridimensionarle. Vorremmo potere fare una fotografia al Colosseo senza riservare un angolo anche al camion bar che vende bottigliette di acqua minerale. Ma non ci preoccupa tanto che si vendano bottiglie di acqua minerale, piuttosto che la vista del Colosseo sia oscurata da un vistoso camion bar. Mentre a Fontana di Trevi, piuttosto che in via del Corso, in via dei Fori Imperiali o attorno al Pantheon dominano i signori delle bancarelle,
AFFERMAZIONI 9. Il problema non si risolve per mancanza di interventi politici. 10. Le reazioni sono motivate soprattutto da ragioni estetiche. 11. Contro i venditori ambulanti protestano i proprietari dei negozi. 12. Nel centro di Roma ci sono anche venditori senza licenza. 13. Il centro di Roma sembra ormai trasformato in un grande bazar. 14. Gli interventi prevedono ununiformit delle bancarelle. 15. Sar proibito lingresso ai furgoni. 16. Si aumenteranno gli spazi concessi ad ogni bancarella.
/ Esami di lingua italiana

Roma ora tenta di correre ai ripari. Tutto cominciato qualche mese fa, quando anche il Campidoglio si accorge che il centro storico di Roma non pu pi essere terra di conquista per bancarelle, camion bar, furgoncini che vendono magliette e borse. Se a questo aggiungiamo la presenza massiccia di venditori irregolari, il cuore della Capitale ogni giorno offre limmagine di qualche mercato sterminato del Sud Est asiatico. Non bello. Si decide cos di correre ai ripari. La linea decisa cos sintetizzata: visto che le centinaia di licenze sono spesso inattaccabili perch rappresentano un diritto acquisito, si puntato su tre azioni. La prima quella di convincere tutti i venditori a dotarsi di un banchetto tipo. Si fatto un concorso e si scelta la struttura pi accettabile. Per i camion bar invece nessuna proposta apparsa soddisfacente. Ma comunque agli operatori si chieder di ridurre le dimensioni dei furgoni. Insomma, cacciare non si possono ma imporre loro una cura dimagrante s. Inoltre si provveder a delimitare con segni le aree in cui questi venditori possono operare. Anche questo un modo per evitare che vadano oltre gli spazi loro assegnati. Ma torna la domanda: davvero non c una strada per evitare che alcune aree pregiate siano salvate dai bazar?

A A A A A A A A

B B B B B B B B

C C C C C C C C
Pagina 3

Maggio 2008

Livello C1 / Fase 1

PROVA 3
Leggete il testo e poi scegliete la soluzione giusta.

requentavo il primo anno di Legge nella mia citt, Recife, in Brasile. La sera passavo davanti a un ristorante italiano e spesso mi fermavo per una pizza. Una sera - la sala da pranzo era piena - si sentono urla e rumori sospetti che vengono dalla cucina. I clienti smettono di mangiare in evidente imbarazzo. Mi alzo e vado a vedere. I proprietari - marito e moglie - sono ai ferri corti. Dico: Se dovete proprio litigare chiudete le porte perch in questo modo perdete i clienti. Mi guardano meravigliati e lui mi fa: Ma noi non stiamo litigando, solo discutiamo sul menu di domani. La mia risata riport distensione anche in sala, e per di pi diventammo buoni amici. Il fatto che gli italiani danno spesso di s una visione negativa, che non corrisponde alla realt. Ormai vivo in questo Paese da pi di quarant'anni: qui ho studiato, lavorato, vissuto. L'ho girato in lungo e in largo e godo di un qualcosa che unico e suo: l'italianit (cultura, storia, arte, fantasia, laboriosit e - perch no? furbizia) con aspetti anche meno positivi, ma che rendono il Bel Paese un posto ideale per vivere. Ora l'Italia davvero in profonda crisi. Non certo questo il luogo per un'analisi dei tanti perch. Devo riconoscere, mio malgrado, che vero che Non tutto ci che splende luccica. Che la moralit individuale e collettiva non abita pi

in Casa Italia, pur tuttavia nessuno mi distoglie dal pensare che gli Italiani, dentro, sono di pasta buona e di grandi potenzialit. Io do un voto di fiducia all'Italia, anzi agli italiani. Se guardassero dentro di s come singoli e come popolo, troverebbero tutte le risorse necessarie per superare vecchi vizietti e antiche abitudini ancor meno tollerabili nella modernit. E allora ci aspettiamo un sussulto d'orgoglio tutto italiano in questo momento difficile, una specie di esame di coscienza collettivo che passi attraverso coordinate ben chiare: rispetto della legge, lavorare sodo, creativit e consapevolezza del proprio grande patrimonio morale e religioso. Una specie di patto fra tutte le regioni, classi sociali, categorie lavorative, istituzioni culturali, volontariato, pensionati, mondo dello spettacolo e dello sport, media, e anche (ahim!) classe politica; un patto di comunit fra le tante e ricche diversit; un patto per l'Italia perch possa riprendere la strada della crescita per s e per il mondo. Da brasiliana posso dire agli italiani con amore e rispetto: abbiate fiducia e guardate la vita con gioia perch, come dice Benigni, la vita bella, perch noi la facciamo bella.

Chi scrive...
17. ha cominciato a conoscere il carattere degli italiani ... A. durante un soggiorno in Italia. B. alluniversit, nella sua citt dorigine. C. in un ristorante, in Italia. 18. dellopinione che gli italiani vengano ... A. sottovalutati. B. apprezzati per quel che sono. C. sopravvalutati. 19. stima gli italiani ... A. soprattutto per la loro creativit. B. per il loro patrimonio morale e religioso. C. per la loro singolarit.

20. riguardo allimmagine negativa degli italiani di oggi ... A. la ammette a malincuore. B. non la condivide affatto. C. la approva pienamente. 21. spera che gli italiani ... A. reagiscano. B. si difendano dalle accuse. C. ritrovino la fiducia nelle istituzioni. 22. propone che gli italiani trovino A. unintesa fra lavoratori e politici. B. un accordo di reciproca collaborazione. C. un nuovo piano di sviluppo economico. 23. guarda allattuale crisi italiana ... A. con forte spirito critico. B. con preoccupazione. C. con ottimismo.

/ Esami di lingua italiana

Maggio 2008

Livello C1 / Fase 1

Pagina 4

PROVA 4
Completate il seguente testo scegliendo la parola pi appropriata al contesto.

Lindennit di accompagnamento fra le pi difficili da ottenere. Questo tipo di indennit riservato alle persone non autosufficienti che per, -24- tutti i diritti, raramente riescono ad -25-. La domanda -26- in carta libera agli sportelli della Usl di appartenenza. Ad essa deve essere -27- uno stato di famiglia ed un certificato medico, -28- dal medico di base o da una struttura pubblica o da un ente ospedaliero che, -29- la natura dellinfermit, contenga anche delle precisazioni -30- dellinfermit. In base ad esse si pu richiedere una visita -31-, se sussiste la reale impossibilit per il paziente di eseguire laccertamento sanitario in ambulatorio. Nel caso sia stata -32-, lindennit sar sospesa qualora il paziente -33- presso un istituto con retta a carico di un ente pubblico. -34- alla presentazione della domanda, occorre attendere linvito da parte della Usl a presentarsi alla commissione medica -35- di accertamento. In un secondo momento, il verbale dellesito viene spedito allinteressato e qualora gli fosse -36- il diritto allindennit, ne viene informata la Prefettura, che -37- al pagamento dei benefici economici.
24. A. per averne 25. A. ottenerla 26. A. presentabile 27. A. incollato 28. A. rilasciato 29. A. tranne che assicurare 30. A. dellimportanza 31. A. domiciliare 32. A. concessa 33. A. trovi rifugio 34. A. Necessariamente 35. A. per la visita 36. A. negato 37. A. preveder B. avendo B. acquistarla B. va presentata B. accompagnato B. offerto B. oltre ad attestare B. per la pericolosit B. specialistica B. permessa B. sia rinchiuso B. Successivamente B. sul controllo B. accettato B. provveder C. pur avendone C. conseguirla C. da presentare C. allegato C. consegnato C. pi che garantire C. sulla gravit C. ospedaliera C. offerta C. venga ricoverato C. Coerentemente C. durante la seduta C. riconosciuto C. obbligher

/ Esami di lingua italiana

Maggio 2008

Livello C1 / Fase 1

Pagina 5

PROVA 5
Dal seguente forum sono state cancellate alcune frasi. Completatelo, scegliendo la frase giusta.
lisatti@repubblica Inviato: Gio Apr 26, 2007 5:15 pm Titolo: USO DEL CONGIUNTIVO E VOCABOLI INERENTI L'INFORMATICA

Salve, ho 35 anni, vivo a Roma e voglio esporre il mio contributo sui due temi in oggetto: Primo tema: Il congiuntivo lo uso quotidianamente ed per me sinonimo di eleganza nel parlare -38- (A, B, C, D, E, F, G, H) cosa che 39- (A, B, C, D, E, F, G, H). Secondo tema: anche qui gli italiani sono di una passivit sconcertante. Non diamo la colpa allinglese! Per motivi di lavoro vado spesso allestero e ho potuto constatare (Spagna e Francia insegnano) come -40- (A, B, C, D, E, F, G, H). -41- (A, B, C, D, E, F, G, H): quello che noi chiamiamo hard disk che tradotto in italiano sta per disco rigido ormai in disuso, gli spagnoli e i francesi -42- (A, B, C, D, E, F, G, H). Anche per mouse -43- (A, B, C, D, E, F, G, H), in italiano tradotta, anche se forse un po impropriamente, elaboratore, anche questa in disuso. Quindi cerchiamo di essere meno provinciali e manteniamo in vita la nostra lingua. Ho sentito qualcuno che ironizzava sullargomento, -44- (A, B, C, D, E, F, G, H) piuttosto che a fare discorsi retrivi sulla lingua italiana. Le due attivit sono non solo compatibili ma -45- (A, B, C, D, E, F, G, H). Un saluto Adf

A. invitando gli astanti ad imparare altre lingue B. loro abbiano dei termini equivalenti per ogni vocabolo attinente allinformatica C. oltre ad esprimere come modo il dubbio, lincertezza, D. lo traducono tranquillamente in tutti i loro testi disco duro E. Un esempio per tutti F. aggiungerei complementari G. lindicativo, sicuramente con i suoi tempi non esprime H. si potrebbe fare lo stesso ragionamento ed anche per la parola principe computer

/ Esami di lingua italiana

Maggio 2008

Livello C1 / Fase 1

Pagina 6

PROVA 6
Dallo stesso forum da cui stato tratto il messaggio precedente, abbiamo estrapolato i cinque messaggi seguenti. Rimetteteli in ordine cronologico. Messaggio A. Appunto per non far polemica, in Toscana non c' bisogno di avere un discreto livello culturale per sapere come si usa il congiuntivo e il passato remoto. Ed in questo, glielo assicuro, i toscani non hanno nessun merito. Se vuole accusare i toscani di prosopopea, utilizzi altri argomenti, non far fatica a trovarne. Cordiali saluti Messaggio B. Opportune le correzioni! Si tratta di sviste o di trascuratezza?!? Per il resto, anchio sono pienamente daccordo ma (non per far polemica) non vedo il motivo per il quale si debba precisare di essere toscani. Per lavoro ho quotidianamente contatti con persone, di discreto livello culturale, di tutta Italia: francamente non mi sembra che i toscani possano vantare in tal senso alcun primato se non quello della prosopopea. Non me ne voglia... Messaggio C. Che ne dite di salvare il congiuntivo? Ormai se n' persa traccia ma, forse perch sono toscana, ne sento davvero la mancanza!!! Se provassimo a ricordarcelo e ad usarlo, chiss, magari le persone si abituano di nuovo ad utilizzarlo! Un saluto a tutti Messaggio D. !!! SI ABITUEREBBERO!!! Diamine! Messaggio E. Concordo in pieno. Per ... anche il condizionale non buttiamolo via ("Se provassimo a ricordarcelo e ad usarlo, chiss, magari le persone si abituano di nuovo ad utilizzarlo" Si ABITUEREBBE di nuovo ad utilizzarlo)

46. 47. 48. 49. 50.

A. A. A. A. A.

B. B. B. B. B.

C. C. C. C. C.

D. D. D. D. D.

E. E. E. E. E.

/ Esami di lingua italiana

Maggio 2008

Livello C1 / Fase 1

Pagina 7

PROVA 7
Completate il seguente testo. CONFCOMMERCIO ROMA

Diventare esperti pasticceri, ricette innovative nel rispetto delle tradizioni


Larte della pasticceria da sempre il fiore allocchiello della cucina italiana. Gli -51- di vita cambiano e lavvento di nuove abitudini alimentari ha rivoluzionato il settore, che -52alle nuove esigenze, proponendo nuove preparazioni e presentazioni dei dolci. Nel pieno -53- delle tradizioni, sia regionali che nazionali, la tendenza quella di sperimentare ricette innovative per -54- le esigenze dei consumatori. Ecco perch la Confcommercio Roma ha avviato un percorso formativo -55- a chi desidera imparare il mestiere di pasticcere, e a chi, invece, gi -56- questa attivit ed intende migliorare ed aggiornarsi. Il corso avr inizio alla fine di ottobre e con una durata di 80 ore, e lezioni bisettimanali. Gli allievi -57- a lavorare i prodotti base della pasticceria, accanto a lezioni pratiche per la preparazione di crema, pasticceria salata, semifreddi. Il costo del corso di euro 1000. Ma bisogna -58- perch i posti sono limitati e le iscrizioni gi aperte. Alla fine del corso -59- lattestato di partecipazione. Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni, -60- alla segreteria della Confcommercio Roma, aperta dal luned al gioved dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.00, in via Silvio DAmico n. 40. Telefono: 06.59440305

51. 52. 53. 54. 55. 56. 57. 58. 59. 60.
1


/ Esami di lingua italiana Maggio 2008 Livello C1 / Fase 1 Pagina 8