Sei sulla pagina 1di 33

NTC 14 GENNAIO 2008

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 1

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI
AMBITO SISMICO







VERIFICHE DI DUTTILITA



<
(

C 1
1
C
0
C 1 0
T T _ per _
T
T
) 1 q ( 2 1 5 , 1
T T _ per _ ) 1 q 2 ( 5 , 1

la duttilit di curvatura nelle zone critiche FILE EXCEL 07_01_DIAGRAMMA MOMENTO-CURVATURA


1
T il periodo fondamentale della struttura





















NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 2
TRAVI

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA




TRAVI - LARGHEZZA COLLABORANTE







Rd Sd
M M <


Sd
M il momento flettente sollecitante di calcolo da utilizzare per il dimensionamento o verifica delle travi
sono quelli ottenuti dallanalisi globale della struttura per le combinazioni di carico dellazione sismica con le altre azioni

Rd
M il momento flettente resistente da calcolare sulla base delle armature flessionali effettivamente disposte,
compreso il contributo di quelle poste allinterno della larghezza collaborante di eventuali solette piene, se ancorate al di fuori della campata in esame





NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 3
Rd Sd
T T <

Sd
T taglio sollecitante di calcolo
per il dimensionamento o verifica
CDA

si somma:
il contributo dovuto ai carichi gravitazionali agenti sulla trave (considerata
incernierata agli estremi),
il contributo prodotto dai momenti resistenti delle sezioni di estremit,
amplificati del fattore 20 , 1
Rd
=

(al fine di escludere la formazione di meccanismi inelastici dovuti al taglio)

CDB




00 , 1
Rd
=

Si considereranno due valori dello sforzo di taglio, massimo e minimo, assumendo rispettivamente la presenza e lassenza dei carichi variabili
e momenti di estremit con i due possibili segni, da assumere in ogni caso concordi


Rd
T taglio resistente
CDA

- Il calcolo delle armature si esegue come per le situazioni non sismiche
assumendo nelle zone critiche
1 g cot =

- Se nelle zone critiche
1 R
max , Sd
min , Sd
max , Sd
min , Sd
T
T
T
max e 5 , 0
T
T

<
d b f
T
T
2 T
w ctd
max , Sd
min , Sd
1 R
|
|

\
|
=
w
b la larghezza dellanima della trave
d laltezza utile della sezione

la resistenza deve essere affidata per met alle staffe e per met a due ordini
di armature inclinate diagonali (disposti nel piano verticale di inflessione
della trave luno inclinato di 45 e laltro di -45 rispetto allasse della trave)

deve essere
max , Sd
yd s
T
2
f A

dove
s
A larea di ciascuno dei due ordini di armatura inclinata

CDB

Il calcolo delle armature si esegue come per le situazioni non
sismiche

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 4
DETTAGLI COSTRUTTIVI



NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 5




NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 6



NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 7
PILASTRI

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA























NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 8
{ } { }
Rd Rd Sd Sd
N ; M N ; M <



{ }
Sd Sd
N ; M momento flettente di calcolo e sforzo normale di calcolo
per il dimensionamento o verifica

CDA
I momenti flettenti di calcolo nei pilastri si ottengono moltiplicando i
momenti derivanti dallanalisi per il fattore di amplificazione (per
proteggere i pilastri dalla plasticizzazione)

=
p
Rt
Rd
M
M


30 , 1
Rd
=

Rt
M la somma dei momenti resistenti delle travi convergenti in un
nodo, aventi verso concorde
p
M la somma dei momenti nei pilastri ottenuti dallanalisi, al di
sopra ed al di sotto del medesimo nodo
(nel caso in cui i momenti nei pilastri siano di verso discorde, il solo
valore maggiore va posto al denominatore della formula, mentre il minore
va sommato ai momenti resistenti delle travi).

Il fattore di amplificazione deve essere calcolato per entrambi i versi
dellazione sismica (ed in entrambe le direzioni), applicando il fattore di
amplificazione calcolato per ciascun verso ai momenti calcolati nei
pilastri con lazione agente nella medesima direzione.

Per la sezione di base dei pilastri del piano terreno si applica il maggiore
tra il momento risultante dallanalisi ed il momento resistente della
sezione di sommit del pilastro.

Non si applicano fattori di amplificazione alle sezioni di sommit dei
pilastri dellultimo piano.


Al valore del momento di calcolo ottenuto applicando la procedura
suddetta deve essere associato il pi sfavorevole valore dello sforzo
normale ottenuto dallanalisi, per ciascun verso dellazione sismica.

CDB






10 , 1
Rd
=



NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 9

{ }
Rd Rd
N ; M momento flettente resistente e sforzo normale resistente
La resistenza delle sezioni dei pilastri a pressoflessione si valuta, sia per la CDA che per la CDB, secondo le espressioni applicabili alle
situazioni non sismiche e con gli stessi valori dei coefficienti di sicurezza parziali dei materiali.

La verifica a presso-flessione deviata pu essere condotta in maniera semplificata effettuando, per ciascuna direzione di applicazione del
sisma, una verifica a presso-flessione retta nella quale la resistenza viene ridotta del 30%.

CDA

cls compr , cd Rd
A f 55 , 0 N =

CDB

cls compr , cd Rd
A f 65 , 0 N =




Rd Sd
T T <

Sd
T taglio di calcolo
per il dimensionamento o verifica
CDA
Gli sforzi di taglio nei pilastri, al fine di escludere la formazione di
meccanismi inelastici dovuti al taglio, si ottengono dalla condizione di
equilibrio del pilastro soggetto allazione dei momenti resistenti nelle
sezioni di estremit superiore ( )
sup
Rp
M ed inferiore ( )
inf
Rp
M secondo
lespressione:
p
inf
Rp
sup
Rp
Rd Sd
l
M M
T
+
=
30 , 1
Rd
=
p
l la lunghezza del pilastro


Nel caso in cui i tamponamenti non si estendano per lintera altezza dei
pilastri adiacenti, le sollecitazioni di taglio da considerare per la parte di
pilastro priva di tamponamento sono calcolate assumendo
p
l pari
allestensione della parte di pilastro priva di tamponamento.
CDB








10 , 1
Rd
=



Rd
T taglio resistente
La resistenza delle sezioni dei pilastri a taglio si valuta, sia per la CDA che per la CDB, secondo le espressioni applicabili alle situazioni
non sismiche e con gli stessi valori dei coefficienti di sicurezza parziali dei materiali.

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 10
DETTAGLI COSTRUTTIVI

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 11



NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 12
PARETI

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA

{ } { }
Rd Rd Sd Sd
N ; M N ; M <

{ }
Sd Sd
N ; M momento flettente di calcolo e sforzo normale di calcolo
per il dimensionamento o verifica
CDA - CDB
Il diagramma dei momenti di calcolo si ottiene:
- linearizzando dapprima il diagramma inviluppo dei momenti ottenuti dallanalisi (congiungendo i punti estremi) (se la struttura
non presenta significative discontinuit in termini di massa, rigidezza e resistenza lungo laltezza);
- traslando verticalmente il diagramma inviluppo linearizzato per una distanza pari ad
cr
h (altezza critica: altezza della zona
inelastica di base)

{ } 6 / H , l max h
cr
=

cr
h altezza del piano terra (per edifici con numero di piani fino a 6)

cr
h 2 volte laltezza del piano terra (per edifici con numero di piani superiore a 6)
l 2 h
cr


l laltezza della sezione di base della parete
H laltezza totale della parete


per 2 q >

=
analisi , Sd
analisi _ Sd
Sd
N 5 , 0
N 5 , 1
N




















NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 13
{ }
Rd Rd
N ; M momento flettente resistente e sforzo normale resistente

Nel caso di parete semplice, la verifica di resistenza si effettua con riferimento al rettangolo di base.

Nel caso di pareti di forma composta, la verifica va fatta considerando la parte di sezione costituita dalle anime parallele o
approssimativamente parallele alla direzione principale sismica e dalle ali di dimensioni date da
)
`

4
H
;
2
a
; b min
eff

eff
b la larghezza effettiva dellala
a la distanza fra le anime adiacenti
H laltezza complessiva della parete (altezza delledificio)

La resistenza delle sezioni sia per la CDA che per la CDB si determina secondo le espressioni applicabili alle situazioni non
sismiche e con gli stessi valori dei coefficienti di sicurezza parziali dei materiali

CDA

cls cd Rd
A f 35 , 0 N =
CDB

cls cd Rd
A f 40 , 0 N =

Per le pareti estese debolmente armate occorre limitare le tensioni di compressione nel cls per prevenire linstabilit fuori dal
piano, secondo quanto disposto per i pilastri singoli






















NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 14

Rd Sd
T T <

Sd
T taglio di calcolo
per il dimensionamento o verifica
CDA

analisi _ Sd Sd
T T =

PARETI SNELLE
2
L
H
trasv _ sez
parete

|
|

\
|
+
|
|

\
|
=
) T ( S
) T ( S
1 , 0
M
M
q
q
1 e
C e
2
Sd
Rd Rd


5 , 1
q
PARETI TOZZE
2
L
H
trasv _ sez
parete
< Sd
Rd
Rd
M
M
=
q
2 , 1
Rd
=
Rd
M ed
Sd
M si riferiscono alla sezione di base
1
T periodo fondamentale nella direzione considerata
e
S ordinata dello spettro di risposta elastico

CDB

analisi _ Sd Sd
T 5 , 1 T =

PER PARETI ESTESE DEBOLMENTE ARMATE

analisi _ Sd Sd
T
2
1 q
T |

\
| +
=

PER STRUTTURE MISTE

il diagramma incrementato si corregge come segue















NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 15

Rd
T taglio resistente

Nel caso di parete semplice, la verifica di resistenza si effettua con riferimento al rettangolo di base.

Nel caso di pareti di forma composta , la verifica va fatta considerando la parte di sezione costituita dalle anime parallele o
approssimativamente parallele alla direzione principale sismica e dalle ali di dimensioni date da
)
`

4
H
;
2
a
; b min
eff

eff
b la larghezza effettiva dellala
a la distanza fra le anime adiacenti
H laltezza complessiva della parete (altezza delledificio)


CDA CDB

{ }
scor , Rd s , Rd c , Rd Rd
T T T min T =


{ }
scor , Rd s , Rd c , Rd Rd
T T T min T =
c , Rd
T TAGLIO COMPRESSIONE CLS DANIMA

1) ZONE NON CRITICHE

2
1
2
f
B L 8 , 0 T
cd
c trasv _ sez trasv _ sez c , Rd
=

2) ZONE CRITICHE

)
2
1
2
f
B L 8 , 0 ( 4 , 0 T
cd
c trasv _ sez trasv _ sez c , Rd
=

< <

< +
=
cd cp cd
cd
cp
cd cp cd
cd cp
cd
cp
c
f f 5 , 0 _ per _ )
f
1 ( 5 , 2
f 5 , 0 f 25 , 0 _ per _ 25 , 1
f 25 , 0 0 _ per _
f
1
compresse _ non _ membrature _ per _ 1



cd
cls
Sd
cp
f 2 , 0
A
N
=



c , Rd
T TAGLIO COMPRESSIONE CLS DANIMA

si determina secondo le espressioni applicabili alle situazioni
non sismiche e con gli stessi valori dei coefficienti di
sicurezza parziali dei materiali

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 16

s , Rd
T TAGLIO TRAZIONE DELLARMATURA DANIMA

trasv _ sez Sd
Sd
s
L T
M
= RAPPORTO DI TAGLIO
(ad ogni piano va considerato il massimo valore di
s
)

1) PER 2
s


yd
sw
trasv _ sez s , Rd
f
p
A
L 8 , 0 T =
sw
A area dellarmatura trasversale
p passo dellarmatura trasversale

2) PER 2
s
<

trasv _ sez s trasv _ sez yd
cls
oriz , s
) arm _ non _ elem ( ct , Rd s , Rd
L B f
A
A
75 , 0 T T + =

con

min , Sd trasv _ sez yd
cls
ver , s
trasv _ sez yd
cls
oriz , s
N z B f
A
A
z B f
A
A
+

z il braccio della coppia interna
min , Sd
N forza assiale di progetto (positiva se di compressione)

0 T
) arm _ non _ elem ( ct , Rd
=

nelle zone critiche se lazione assiale di progetto di trazione
















s , Rd
T TAGLIO TRAZIONE DELLARMATURA DANIMA

si determina secondo le espressioni applicabili alle situazioni
non sismiche e con gli stessi valori dei coefficienti di
sicurezza parziali dei materiali

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 17


scor , Rd
T TAGLIO SCORRIMENTO NELLE ZONE CRITICHE
(sui possibili piani di scorrimento, come le riprese di getto)

1) PARETI SNELLE 2
L
H
trasv _ sez
parete

fd id dd scor , Rd
T T T T + + =

sj
yd
yd cd sj
dd
A
4
f
f f A 3 , 1
min T (effetto spinotto delle armature verticali)

=
i si yd id
cos A f T (contributo armature inclinate presenti)

+ +
=

trasv _ sez trasv _ sez cd
Sd
Sd yd sj
fd
B L f 5 , 0
z
M
) N f A ( 6 , 0
min T

(contributo attrito)

con

sj
A area delle barre verticali intersecanti il piano di potenziale
scorrimento
si
A area di ciascuna armatura inclinata che attraversa il piano di
potenziale scorrimento, formando langolo
i

totale
compressa _ zona
L
L
=
|

\
|
=
250
f
1 6 , 0
ck
con MPa _ in _ f
ck


2) PARETI TOZZE 2
L
H
trasv _ sez
parete
<

+ +
=
id
fd id dd
scor , Rd
T 2
T T T
min T



scor , Rd
T TAGLIO SCORRIMENTO NELLE ZONE CRITICHE
(sui possibili piani di scorrimento, come le riprese di getto)






NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 18


DETTAGLI COSTRUTTIVI

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 19



NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 20
NODI TRAVE-PILASTRO

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA

Rd Sd
V V <

La verifica di resistenza del nodo deve essere effettuata per le sole strutture in CDA

Sd
V taglio di calcolo
per il dimensionamento o verifica
(per ciascuna direzione dellazione sismica)
NODI INTERNI

sup _ pil , Sd yd 2 s 1 s Rd Sd
V f ) A A ( V + =

2 , 1
Rd
=
trave _ della _ eriore sup _ armatura ' dell _ area A
1 s
=
trave _ della _ eriore inf _ armatura ' dell _ area A
2 s
=
eriore sup _ pilastro _ calcolo _ di _ taglio _ di _ forza V
sup _ pil , Sd
=


NODI ESTERNI

c yd 1 s Rd Sd
V f A V =

2 , 1
Rd
=
trave _ della _ eriore sup _ armatura ' dell _ area A
1 s
=
eriore sup _ pilastro _ calcolo _ di _ taglio _ di _ forza V
sup _ pil , Sd
=
























NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 21
Rd
V taglio resistente
{ }
diag _ traz , Rd diag _ comp , Rd Rd
V ; V min V =

COMPRESSIONE DIAGONALE

d
jc j cd diag _ comp , Rd
1 h b f V =

|

\
|
=
250
f
1
ck
j

ck
f espresso in MPa

=
esterni _ nodi _ per _ 48 , 0
erni int _ nodi _ per _ 60 , 0
j


{ }
{ }

+ +
=
2 / H B ; 2 / H B min
B ; B max
min nodo _ effettiva _ hezza arg l _ b
pil _ trasv _ sez trave pil _ trasv _ sez pil
trave pil
j


jc
h la distanza tra le giaciture pi esterne di armature del pilastro
(o il massimo tra le dimensioni della sezione del pilastro)


cd sup _ pil _ cls
sup _ pil , Sd
d
f A
N
=

TRAZIONE DIAGONALE

( )
cd d ctd ctd
jw j
ywd sh
jc j diag _ traz , Rd
f f f
h b
f A
h b V +
|
|

\
|
+ =

il diametro delle staffe orizzontali da porre nei nodi deve essere mm _ 6

sh
A larea totale della sezione delle staffe
jw
h la distanza tra le giaciture dellarmatura superiore ed inferiore della trave

In alternativa, lintegrit del nodo a seguito della fessurazione diagonale pu essere garantita integralmente da staffe orizzontali se
) 8 , 0 1 ( f ) A A ( f A
d yd 2 s 1 s Rd ywd sh
+ NODI INTERNI
) 8 , 0 1 ( f A f A
d yd 2 s Rd ywd sh
NODI ESTERNI
d

la forza assiale normalizzata agente:
- al di sopra del nodo per i nodi interni,
- al di sotto del nodo per i nodi esterni




NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 22
DETTAGLI COSTRUTTIVI



NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 23




NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 24




NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 25

TRAVI DI ACCOPPIAMENTO DEI SISTEMI A PARETI

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA

Si rimanda alle disposizioni pertinenti le travi se

3
H
L
trasv _ sez
netta _ uce
o bd f T
ctd Sd


In caso contrario:

Rd Sd
T T <

Sd
T
taglio sollecitante di calcolo
per il dimensionamento o verifica
Rd
T
taglio resistente di calcolo

analisi , Sd Sd
T T =


sin f A 2 T
yd s Rd
=

s
A larea di ciascun ordine di armatura diagonale
disposta ad X, opportunamente staffata e che si ancora
nelle pareti adiacenti

angolo tra ciascun ordine di armatura diagonale e
lorizzontale


















NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 26
DETTAGLI COSTRUTTIVI


NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 27
DETTAGLI COSTRUTTIVI
ZONE NON SISMICHE NTC 2008 INTEGRATO CON DM 1996


NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 28


NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 29


NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 30


NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 31


NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 32

NTC 14 GENNAIO 2008
DIMENSIONAMENTO E VERIFICA DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI - DETTAGLI COSTRUTTIVI ING. VITO ANTONIO MININNI www.scienzalibera.it 33