Sei sulla pagina 1di 7

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI Quando si d mandato ad un agente o ad un rappresentante di commercio, (che deve essere iscritto allalbo professionale

agenti per poter svolgere detta attivit), la casa mandante ha lobbligo di iscrivere i propri agenti e rappresentanti di commercio allEnasarco e ci deve avvenire entro 30 giorni dalla data di decorrenza dellincarico. Dal 1 gennaio 2005, questa operazione deve essere effettuata on line sul sito www.enasarco.it. LEnte, nel proprio sito internet, nella sezione moduli, ha messo a disposizione lintera gamma della modulistica necessaria sia per liscrizione di agenti e rappresentanti operanti in forma individuale (persone fisiche) che per quelli che operano in forma societaria (societ di persone : sas snc- societ di capitale srl spa - sapa). LEnasarco pone a carico delle mandanti inadempienti una sanzione di 250,00 per ciascun agente per ogni mancata comunicazione o per iscrizione tardiva. Anche la cessazione del rapporto, indipendentemente da chi lha proposta, deve essere fatta dalla casa preponente entro 30 giorni dalla data di cessazione. Anche in questo caso la modulistica disponibile nel sito internet dellEnte e, per tale violazione, valgono le sanzioni come sopra riportato per le iscrizioni. Copia dei modelli utilizzati per la comunicazione di cessazione, debbono essere dati con firma e timbro in originale anche agli agenti per poter dar loro modo di sollecitare lEnasarco qualora laccredito non venga effettuato automaticamente. Una volta iscritti gli agenti e rappresentanti di commercio allEnasarco, sia che operino in forma individuale che in societ di persone, la casa mandante, ha lobbligo di accantonare i contributi previdenziali Enasarco nella misura del 13,5% (6,75% a carico dellagente e il 6,75% a proprio carico), da calcolarsi su tutto ci che maturato nel trimestre di competenza, anche se non ancora corrisposto. Concorrono a formare il totale di quanto maturato anche eventuali rimborsi o concorsi spese o di premi. Le date di scadenza dei contributi previdenziali sono: 1 trimestre entro il 20 maggio 2 trimestre entro il 20 agosto 3 trimestre entro il 20 novembre 4 trimestre entro il 20 febbraio dellanno successivo.

MASSIMALE PER PLURIMANDATARI in vigore dal 1 gennaio 2010:

15.810,00 base imponibile delle provvigioni con versamento massimo annuo per ciascuna casa mandante (pari all13,50% di 15.810,00 nella misura del 6,75% + 6,75%), di 2.134,35 se il rapporto di agenzia ha inizio o termine nel corso danno, il massimale provvigionale non frazionabile Il MINIMALE contributivo annuo fissato in 396,00 a partire dal 1 gennaio 2010

MASSIMALE PER MONOMANATARI:

27.667,00 base imponibile delle provvigioni con versamento massimo annuo (pari all13,50% di 27.667,00 nella misura del 6,75% + 6,75%), di 3.735,05 se il rapporto di agenzia ha inizio o termine nel corso danno, il massimale provvigionale non frazionabile

Il MINIMALE contributivo annuo fissato in 789,00 a partire dal 1 gennaio 2010

La monomandatariet deve essere prevista contrattualmente non basta operare per una sola casa preponente per considerarsi tali e operare le ritenute previdenziali sul massimale come sopra evidenziato. Lesclusiva che intende lEnasarco quella di: dovrete operare esclusivamente per noi non potrete assumere incarichi per altre societ anche se non in concorrenza con la nostra. Per non creare interpretazioni diverse, meglio indicare in mandato: vi conferito lincarico di agente monomandatario.

Produttivit:

In base al principio di produttivit il minimale contributivo dovuto solamente se il rapporto di agenzia ha prodotto provvigioni, sia pure in misura minima, nel corso dellanno. E pertanto sufficiente la maturazione delle provvigioni anche per un solo trimestre per far scattare lobbligo di versamento del minimale anche con riferimento agli altri trimestri in cui il rapporto non ha prodotto alcuna provvigione. Se il rapporto di agenzia rimasto improduttivo per tutto lanno, il minimale contributivo non dovuto. Frazionabilit:

In base allart. 6 del nuovo Regolamento il minimale frazionabile in trimestri. Pertanto, nellipotesi di inizio o cessazione dellattivit nel corso danno, sar necessario calcolare il minimale contributivo riferito al singolo trimestre ed effettuare il versamento moltiplicando tale importo per il numero di trimestri in cui si svolto il rapporto di agenzia. Ci naturalmente a condizione che in almeno un trimestre sia maturato il diritto alla provvigione (principio di produttivit) La differenza tra il minimale e lentit dei contributi maturati a totale carico del preponente.

SCHEMA RIEPILOGATIVO

MINIMALE CONTRIBUTIVO ANNUO (frizionabile)

AGENTE INDIVIDUALE

AGENTE IN FORMA DI SNC O SAS

MONOMANDATARIO 789,00

PLURIMANDATARIO 396,00

MONOMANDATARIO 394,50 per ciascun socio illimitatamente responsabile

PLURIMANDATARIO 198,00 per ciascun socio illimitatamente responsabile

MASSIMALI PROVVIGIONALI I massimali provvigionali, previsti esclusivamente per gli agenti che operano in forma di ditta individuale o di societ di persone sono pari a: AGENTE MASSIMALE PROVVIGIONALE

MONOMANDATARIO (agenti di commercio impegnati per atto scritto ad esercitare l'attivit per una' sola casa mandate)

euro 27.667,00

PLURIMANDATARIO

euro 15.810,00

Se il rapporto di agenzia ha inizio o termine in corso anno, il massimale provvigionale non frizionabile.

Per le societ di capitali (srl spa - sapa), non si operano ritenute ai fini previdenziali ma, posto interamente a carico della casa mandante, un contributo assistenziale da calcolarsi su tutto ci che maturato nei trimestri considerati. le aziende dovranno determinare il contributo al Fondo di Assistenza Enasarco come indicato nello specchietto qui sotto riportato: SCAGLIONI DEGLI IMPORTI PROVVIGIONALI ANNUI % CONTRIBUTIVA

Fino a 13.000.000 euro Da 13.000.001 a 20.000.000 Da 20.000.001 a 26.000.000 Oltre 26.000.001

2 1 0,5 0,1

I termini di versamento sono gli stessi validi per i versamenti al Fondo Previdenza e cio: 1 trimestre entro il 20 maggio 2 trimestre entro il 20 agosto 3 trimestre entro il 20 novembre 4 trimestre entro il 20 febbraio dellanno successivo

******

E altres interamente a carico delle case mandanti il F.I.R.R. (Fondo Indennit Risoluzione Rapporto) che si versa all Enasarco entro il 31 marzo di ogni anno e va calcolato su tutto ci che stato corrisposto a favore dellagente nellanno solare (da gennaio a dicembre) da calcolare sulla base imponibile delle fatture emesse dallagente con i seguenti scaglioni:

AGENTI PLURIMANDATARI (sia individuali che societ di persone o di capitale) Da 0 a 6.200,00 4% Da 6.200,01 a 9.300,00 2% Oltre a 9.300,01 1%

AGENTI MONOMANDATARI (sia individuali che societ di persone o di capitale) 4% DA 0 A 12.400,00 Da 12.400,01 a 18.600,00 2% Oltre a 18.600,01 1%

Le ditte che accantonano il F.I.R.R. allEnasarco entro il 31 marzo di ogni anno, non devono stipulare alcuna polizza di assicurazione a favore dei propri agenti e rappresentanti in quanto se ne fa carico lEnte stesso che, come in passato, continuer a calcolare gli interessi sul F.I.R.R. versato e con questi paga il premio ad una propria compagnia di assicurazione in sostituzione della casa mandante. Chi per non provvede a questo accantonamento, ha lobbligo di stipulare una polizza di assicurazione a favore dei propri agenti pagando il premio in proporzione al numero delle mandanti da questo rappresentate. Al termine del loro rapporto, il F.I.R.R. relativo a tutta la durata dellincarico sar versato direttamente allagente.

Solo il F.I.R..R relativo allanno di cessazione non va versato allEnasarco ma direttamente allagente applicando la ritenuta dacconto del 20% se erogato a persona fisica e a societ di persone, mentre le societ di capitale non sono soggette a nessuna ritenuta. Nel primo caso al ricevimento dellimporto lagente emetter ricevuta quietanza con marca da bolla da 1,81 se limporto ricevuto superiore a 77,50, nel secondo caso (societ di persone) fattura non soggetta ad Iva ma con ritenuta dacconto del 20% (sempre con marca da bollo da 1,81 se limporto fatturato superiore a 77,50) nel terzo caso (societ di capitale) fattura non soggetta ad IVA.
Schema Riepilogativo Agente in forma di ditta individuale / snc o sas Monomandatari Plurimandatari Scaglioni provvigioni fino a 13.000.000,00 da 13.000.000,01 Aliquota contributiva a 20.000.000,00 13,50% da 20.000.000,01 a 26.000.000,00 oltre 26.000.000,01 Massimale provvigionale Minimale contributivo 27.667,00 15.810,00 NON SONO PREVISTI N MASSIMALI N MINIMALI 789 (*) 396 (*) 0,5% 0,1% 1% Agente in forma di spa o srl Monomandatario / Plurimandatario Percentuale contributiva 2%

CONTRIBUZIONE ANNUALE

(*) per le societ di persone, in presenza di due o pi soci illimitatamente responsabili, limporto del contributo minimo ridotto alla met per ciascuno di essi.

MODALIT DI VERSAMENTO ED INVIO DELLA DISTINTA


SOGGETTI INTERESSATI Il nuovo Regolamento ENASARCO ha altres modificato le modalit di versamento ed invio della distinta alla Fondazione. Le nuove modalit interessano tutte le case mandanti, indipendentemente dalla tipologia di agenti con cui collaborano.

INVIO DELLA DISTINTA Il versamento dei contributi dovuti alla Fondazione ENASARCO preceduto dall'invio di un'apposita distinta. Dal 2005 previsto l'obbligo di trasmissione della distinta esclusivamente per via telematica. . Contestualmente non pi ammesso l'utilizzo del bollettino postale per il versamento dei contributi dovuti. Le modalit per l'invio telematico delle distinte sono differenziate a seconda che la casa mandante presenti pi o meno di 100 agenti. Linvio telematico va effettuato tramite il sito internet della Fondazione ENASARCO (www.enasarco.it). A tal fine la casa mandante deve registrarsi e richiedere labilitazione ai servizi telematici. Per linvio della distinta da parte delle case mandanti con pi di 100 agenti stato istituito il Protocollo grandi ditte.

INVIO DISTINTA

MODALIT TELEMATICA

TRAMITE SITO INTERNET ENASARCO

TRAMITE SITO INTERNET ENASARCO

PROTOCOLLO GRANDI DITTE


MODALIT E TERMINI DI VERSAMENTO Modalit di versamento Dal 2005 il versamento dei contributi va effettuato mediante addebito automatico sul conto corrente bancario della casa mandante tramite procedura RID (Rapporti Interbancari Diretti) e non pi utilizzando il bollettino postale inviato dalla Fondazione. Per usufruire delladdebito automatico necessaria la sottoscrizione permanente di addebito sul proprio conto corrente bancario. Tale operazione svolta on line sul sito internet della Fondazione. Termini di versamento I termini entro cui devono essere effettuati i versamenti dei contributi (versamenti trimestrali e FIRR) non sono stati modificati e pertanto gli stessi vanno effettuati entro il giorno 20 del secondo mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre. Le scadenze sono le seguenti:

Trimestre di riferimento Primo trimestre Secondo trimestre Terzo trimestre Quarto trimestre 20 Maggio 20 Agosto 20 Settembre

Scadenza

20 Febbraio dell'anno successivo

Il versamento del FIRR dovr essere effettuato entro il 31 marzo di ogni anno.

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI ENASARCO


AGENTI E RAPPRESENTANTI IMPEGNATI AD ESERCITARE LA PROPRIA ATTIVITA'

Per un solo Preponente


Massimale annuo delle provvigioni Minimale annuo dei contributi

Per due o pi Preponenti


Massimale annuo delle provvigioni Minimale annuo dei contributi

Contributo da calcolare nei limiti dei massimali delle provvigioni e con il rispetto dei minimali contributivi

Dal 1/1/1973 L. 2/2/1973, n.12, art.6 (G.U. 23/2/1973, n. 50) Dal 1/10/1978 D.P.R. 24/6/1978, n. 460 (G.U. 19/8/1978,n. 231) Dal 1/7/1983 D.P.R.31/3/1983, n. 277 (G.U.9/6/1983, n. 157) Dal 1/1/1988 D.P.R.11/12/1987 (G.U.1/4/1988, n.77) Dal 1/1/1989 D.P.R.11/12/1987 (G.U.1/4/1988, n. 77 Dal 01/07/1998 Regolamento di Previdenza 01/10/1998 Dal 01/01/2004 Regolamento di Previdenza 31/10/2003 Dal 01/01/2005 Regolamento di Previdenxa 31/10/2003 Dal 01/01/2006 Regolamento di Previdenza 31/10/2003 Dal 01/01/2007 Regolamento di Previdenza 31/10/2003 Dal 01/01/2008 Art. 4, Comma 5 del Regolamento di Previdenza 31/10/2003 Dal 01/01/2009 Art. 4, Comma 5 del Regolamento di Previdenza 31/10/2003 Dal 01/01/2010 Art. 4, Comma 5 del Regolamento di Previdenza 31/10/2003

9.000.000

60.000

7.500.000

36.000

3% + 3%

12.000.000

240.000

7.500.000

120.000

4% + 4%

24.000.000

240.000

10.000.000

120.000

5% + 5%

30.000.000

240.000

16.000.000

120.000

5% + 5%

34.000.000

240.000

20.000.000

120.000

5% + 5%

42.000.000

480.000

24.000.000

240.000

5,75% + 5,75%

24.548,00

247,90

14.027,00

123,95

6,25% + 6,25%

24.548,00

700,00

14.027,00

350,00

6,50% + 6,50%

25.481,00

727,00

14.561,00

364,00

6,75% + 6,75%

25.481,00

727,00

14.561,00

364,00

6,75% + 6,75%

26.603,00

759,00

15.202,00

381,00

6,75% + 6,75%

26.603,00

759,00

15.202,00

381,00

6,75% + 6,75%

27.667,00

789,00

15.810,00

396,00

6,75% + 6,75%

SAGGIO DEGLI INTERESSI

DA APPLICARE NEI CASI DI RITARDO NEI PAGAMENTI NELLE TRANSIZIONE COMMERCIALI AI SENSI DELLART. 5, COMMA 2, DEL D.LGS 9 OTTOBRE 2002, N. 231

Dal 1 luglio 2002 al 31 dicembre 2002 Dal 1 gennaio 2003 al 30 giugno 2003 Dal 1 luglio 2003 al 31 dicembre 2003 Dal 1 gennaio 2004 al 30 giugno 2004 Dal 1 luglio 2004 al 31 dicembre 2004 Dal 1 gennaio 2005 al 30 giugno 2005 Dal 1 luglio 2005 al 31 dicembre 2005 Dal 1 gennaio 2006 al 30 giugno 2006 Dal 1 luglio 2006 al 31 dicembre 2006 Dal 1 gennaio 2007 al 30 giugno 2007 Dal 1 luglio 2007 al 31 dicembre 2007 Dal 1 gennaio 2008 al 30 giugno 2008 Dal 1 luglio 2008 al 31 dicembre 2008 Dal 1 gennaio 2009 al 30 giugno 2009 Dal 1 luglio 2009 al 31 dicembre 2009 Dal 1 gennaio 2010 al 30 giugno 2010

3,35% + 7 = 10,35% 2,85% + 7 = 9,85% 2,10% + 7 = 9,10% 2,02% + 7 = 9,02% 2,01% + 7 = 9,01% 2,09% + 7 = 9,09% 2,05% + 7 = 9,05% 2,25% + 7 = 9,25% 2,83% + 7 = 9,83% 3,58% + 7 = 10,58% 4,07% + 7 = 11,07% 4,20% + 7 = 11,20% 4,10% + 7 = 11,10% 2,50% + 7 = 1,00% + 7 = 1,00% + 7 = 9,50% 8,00% 8,00%