Sei sulla pagina 1di 44

Istruzioni per l'uso

Apparecchi di comando VIBTRONIC

per vibratori magnetici


Serie SC(E)...-2
nel modello a montaggio incassato e ad alloggiamento
01
Collegamenti ed elementi di visualizzazione
Utilizzo conforme alle disposizioni
Gli apparecchi di comando del tipo VIBTRONIC SC...-2 e SCE...-2 sono sviluppati e costruiti quali selettori
a tensione alternata per il controllo di vibratori magnetici; operano in base al principio della regolazione di
tensione (regolazione di fase).
Gli apparecchi di comando sono concepiti per l'utilizzo nelle reti a corrente alternata con una frequenza di
50 o 60 Hz e tensione sinusoidale.
Non impiegare gli apparecchi di comando in ambienti a rischio di scoppio o esplosione! Attenersi alle
avvertenze sui campi d'applicazione nel capitolo 1.3!
Allacciamento vibratore magnetico
Ingressi valori nominali
Rilascio
Messaggi operativi
Potenziometro di regolazione R1
Allacciamento alla rete
Ingressi valori nominali
Commutazione
Rel di stato
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 02
Avvertimenti di sicurezza
Nelle presenti istruzioni per l'uso vengono utilizzati tre diversi tipi di avvertimenti, allo scopo
di richiamare l'attenzione su circostanze importanti:
Lavvertimento di pericolo descrive le modalit operative o le circostanze, da cui potrebbero
scaturire conseguenze pericolose, o addirittura mortali, per linstallatore o per loperatore.
Questa avvertenza viene riportata in caso di procedimenti che potrebbero causare un danno
materiale e di conseguenza anche danni alle persone (ad es. in caso di incendio).
Le avvertenze informano sui singoli passaggi operativi. Le avvertenze contengono
spiegazioni inerenti a determinate situazioni, illustrano concetti particolari o forniscono
suggerimenti per agevolare il procedimento operativo o la sequenza di singoli passaggi.
Bench gli apparecchi di comando VIBTRONIC siano stati sviluppati tenendo conto di tutte
le misure di sicurezza necessarie per proteggere loperatore, non possibile escludere
completamente eventuali errori di manipolazione. Per la propria sicurezza e per quella dei
colleghi, prestare quindi attenzione alle seguenti avvertenze:
Leventuale tensione di rete presente allinterno dellapparecchio di comando
potenzialmente mortale. Il contatto con componenti conduttori di tensione pu essere letale.
Evitare qualsiasi contatto con parti conduttrici di tensione prima dellattivazione della rete.
Le esplosioni possono avere conseguenze mortali e provocare ingenti danni materiali. Non
impiegare l'apparecchio di comando in ambienti a rischio di esplosione! L'apparecchio di
comando di tipo SC(E)...-2 non concepito per ambienti a rischio di scoppio o di esplosione e
non pu essere impiegato senza adottare misure appropriate.
Apparecchi di comando inadeguati oppure il funzionamento con tensione/frequenza di rete
errata determinano il danneggiamento del vibratore magnetico. Prestare attenzione ai
corretti valori di allacciamento e consultare sempre quanto riportato sulla targhetta
identificativa dell'apparecchio.
PERICOLO!
ATTENZIONE!
AVVERTENZA
PERICOLO!
PERICOLO!
ATTENZIONE!
03 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH
COPYRIGHT
Gli apparecchi di comando VIBTRONIC della serie SC...-2 e SCE...-2 e le presenti istruzioni per luso sono
protetti dai diritti di autore. Limitazione degli apparecchi viene perseguita a termini di legge. Tutti i diritti sulle
presenti istruzioni per l'uso sono riservati, cos come la riproduzione, in qualsiasi pensabile forma, sia
fotomeccanica che stampata, su una qualsiasi forma di supporto dati, o anche in forma di traduzione.
La riproduzione, anche parziale, delle presenti istruzioni per luso, possibile solo previa autorizzazione
scritta da parte di AViTEQ Vibrationstechnik GmbH.
VIBTRONIC un marchio commerciale registrato e protetto di AViTEQ Vibrationstechnik GmbH.
Le presenti istruzioni per l'uso illustrano l'utilizzo conforme alle disposizioni degli apparecchi di comando
VIBTRONIC e il relativo impiego. A tale scopo, queste istruzioni per luso descrivono il prodotto nei dettagli
rilevanti per lutenza. In particolare, le istruzioni per luso non costituiscono unassicurazione di garanzia o
una promessa per determinate condizioni ai sensi dei 434, 634 del Codice Civile Tedesco o per il
successo di determinate applicazioni.
AViTEQ Vibrationstechnik GmbH risponde per errori di contenuto delle istruzioni per l'uso solo in caso di dolo
o di colpa grave e comunque solo limitatamente a quei casi in cui le deficienze comportino un effetto
negativo sull'oggetto del contratto (e quindi su altri prodotti di AViTEQ Vibrationstechnik GmbH collegati
oppure in combinazione tecnica o necessaria), tale da annullare o ridurre notevolmente il valore o l'idoneit
alle funzioni pattuite nel contratto. Ci non vale quando, in seguito a lesione che mette a repentaglio la vita,
l'incolumit fisica o la salute, la responsabilit obbligatoria per legge.
La dimostrazione dei difetti, del danno e delle causalit di richiesta e di motivazione d'indennizzo a carico
del cliente. AViTEQ Vibrationstechnik GmbH non risponde in particolare di danni diretti o indiretti risultanti
dall'impiego errato delle istruzioni per l'uso. Ci vale anche per eventuali difetti delle istruzioni per l'uso a
livello di contenuto. Ci non vale quando, in seguito a lesione che mette a repentaglio la vita, l'incolumit
fisica o la salute, la responsabilit obbligatoria per legge. Siamo sempre grati di ricevere proposte di
miglioramento, suggerimenti o critiche.
Salvo indicazione di diverso tipo, determinante lo stato tecnico al momento della consegna congiunta del
prodotto e delle istruzioni per l'uso da parte di AViTEQ Vibrationstechnik GmbH. Ci si riserva il diritto di
apportare modifiche tecniche, senza apposito preavviso; in caso di modiche, le istruzioni per l'uso vigenti
sino al momento della modifica perdono la loro validit.
Si applicano le Condizioni generali di fornitura nazionali e all'estero di AViTEQ Vibrationstechnik GmbH nella
relativa versione in vigore.
In caso di domande o problemi inerenti all'installazione o alla messa in servizio,
si prega di contattarci! Siamo sempre a disposizione!
AViTEQ Vibrationstechnik GmbH
Im Gotthelf 16
65795 Hattersheim-Eddersheim
Telefono 0 61 45 / 503 - 0
Fax 0 61 45 / 503 - 200
Fax. hotline di assistenza 0 61 45 / 503 - 112
Hattersheim-Eddersheim, 04.04.2007
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 04
Contenuto dei capitoli
E poi c' anche questo: Ricerca degli errori
Il Montaggio, l'allacciamento elettrico
Qui sono riportate nozioni di base sull'apparecchio di comando e sulla
relativa gamma: la Descrizione delle funzioni
Premesse generali alle presenti istruzioni per l'uso, alle condizioni
commerciali, alla garanzia e al campo di impiego degli apparecchi di
comando
Trasporto, magazzinaggio, volume di consegna e smaltimento
1
2
3
E ora si comincia:
Messa in funzione passo-passo
4
5
6
Prevenire sempre meglio:
Cura e manutenzione
7
8
Cercato, trovato: l' Indice analitico
Indice
i 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
1 Siamo partner. 1-1
1.1 Premessa alle presenti istruzioni per l'uso .................................................................................................................... 1-1
1.2 Responsabilit sul prodotto e garanzia ......................................................................................................................... 1-2
1.3 Campi dapplicazione ................................................................................................................................................... 1-4
1.4 Personale per linstallazione e lutenza ......................................................................................................................... 1-5
2 Trasporto, magazzinaggio 2-1
2.1 Volume di consegna ..................................................................................................................................................... 2-1
2.2 Smaltimento................................................................................................................................................................ 2-2
2.2.1 Indicazioni inerenti al materiale d'imballaggio ............................................................................................................... 2-2
2.2.2 Ritiro dellapparecchio ................................................................................................................................................. 2-2
2.2.3 Indicazioni sui materiali usati per la fabbricazione dellapparecchio............................................................................... 2-3
3 Descrizione delle funzioni 3-1
3.1 Dimensioni ................................................................................................................................................................... 3-1
3.2 Principio di funzionamento e numero di vibrazioni ......................................................................................................... 3-1
3.3 Insieme delle funzioni ................................................................................................................................................... 3-2
3.3.1 Tipo di regolazione....................................................................................................................................................... 3-2
3.3.2 Indicazione valore nominale.......................................................................................................................................... 3-2
3.3.3 Rilascio esterno........................................................................................................................................................... 3-2
3.3.4 Messaggi operativi ...................................................................................................................................................... 3-3
3.4 Versioni ....................................................................................................................................................................... 3-3
3.4.1 Denominazioni dei modelli ............................................................................................................................................ 3-4
4 Montaggio 4-1
4.1 Montaggio meccanico.................................................................................................................................................. 4-1
4.1.1 Modello a montaggio incassato.................................................................................................................................... 4-1
4.1.2 Modello ad alloggiamento ............................................................................................................................................ 4-3
4.2 Assegnazione dei morsetti ........................................................................................................................................... 4-3
4.2.1 Assegnazione minima dei morsetti................................................................................................................................ 4-3
4.2.2 Rel di stato................................................................................................................................................................ 4-6
4.2.3 Circuito flusso grossolano e flusso fine........................................................................................................................ 4-6
4.2.4 Input di comando esterni ............................................................................................................................................ 4-7
4.2.5 Attivazione/Disattivazione esterna ............................................................................................................................... 4-9
4.3 Allacciamento alla rete .............................................................................................................................................. 4-10
4.3.1 Avvertenze per l'allacciamento elettrico..................................................................................................................... 4-10
4.3.2 Schema elettrico ....................................................................................................................................................... 4-11
4.3.3 Predispositore dellampiezza di vibrazione, manopola e scala graduata........................................................................ 4-12
4.4 Collegamento elettrico con il vibratore magnetico ...................................................................................................... 4-13
4.4.1 Compatibilit elettromagnetica (EMV) ........................................................................................................................ 4-13
4.4.2 Lunghezze dei conduttori............................................................................................................................................ 4-14
5 Messa in funzione 5-1
5.1 Messa in funzione con vibratore magnetico AViTEQ ..................................................................................................... 5-1
5.2 Messa in funzione con vibratori di produttori terzi ........................................................................................................ 5-1
5.2.1 Impostazione della tensione nominale dei vibratori........................................................................................................ 5-1
5.2.2 Messa in funzione........................................................................................................................................................ 5-1
6 Manutenzione 6-1
7 Ricerca degli errori 7-1
7.1 Riparazioni................................................................................................................................................................... 7-1
7.2 Ricerca errori e rimedi.................................................................................................................................................. 7-1
8 Codice 8-i
CONTENUTO
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 11
1
1 Siamo partner.
1.1 Premessa alle presenti istruzioni per l'uso
Chi sono i destinatari?
Queste istruzioni per luso sono destinate
al tecnico addetto al montaggio, che installa e mette in funzione il vibratore magnetico.
Al montatore dellapparecchio di comando, che esegue linstallazione dell'apparecchio
di comando, lallacciamento elettrico alla rete di corrente alternata e lallacciamento al
vibratore magnetico.
Tutti gli interventi sull'apparecchio di comando possono essere effettuati soltanto da
personale specializzato e qualificato (elettricista specializzato o persona competente in
materia di elettrotecnica in base a IEC 364 e DIN EN 60204-1).
Ulteriori stampati
Integrazioni alle presenti istruzioni per l'uso:
Schema elettrico e disegno quotato per l'apparecchio di comando
Definizioni
Vibratore magnetico: unit meccanica elettromagnetica per il funzionamento di un
apparecchio di trasporto a vibrazione
Apparecchio di trasporto a vibrazione: unit composta da vibratore magnetico e
apparecchio utilizzatore (canaletto, tubo, spirale, vaglio, ecc.)
Apparecchio di comando: lapparecchio di comando elettronico fornito separatamente
e assegnato al vibratore magnetico per il collegamento alla rete di corrente alternata
Modello ad alloggiamento: apparecchio di comando in alloggiamento compatto per il
fissaggio a parete o per l'applicazione a telai inferiori (tipo SC...-2)
Modello a montaggio incassato: apparecchio di comando per il montaggio a incasso in
quadro elettrico ad armadio o in un punto di comando chiuso (tipo SCE...-2)
Queste istruzioni per luso si riferiscono al modello a montaggio incassato. Le differenze
rispetto al modello ad alloggiamento vengono segnalate separatamente.
Pittogrammi particolari utilizzati per le presenti istruzioni per l'uso
In precedenza gi stato illustrato il modo in cui vengono contrassegnate le avvertenze di
sicurezza. Qualora vi fossero ancora dubbi in merito agli apparecchi di comando e al relativo
ambiente, la cosa migliore contattarci. In questo modo potremo suggerire i rimedi adeguati
ed evitare rischi per utenti e terze persone.
AVVERTENZA
Stato modifiche
Sulla destra di ogni pagina delle presenti
istruzioni per luso, nel margine inferiore,
riportata la data dellultimo aggiornamento
della pagina.
Siamo partner. Responsabilit sul prodotto e garanzia
12 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
Per favorire la comprensione delle istruzioni per luso, abbiamo adottato i seguenti
pittogrammi:
un punto tondo per lenumerazione di qualit e di stati
` un pollice verso lalto quando occorre svolgere qualche operazione di controllo
un dito puntato in caso di azioni di comando da eseguire autonomamente
1.2 Responsabilit sul prodotto e garanzia
Gli apparecchi di comando riflettono il relativo stato della tecnica e sono stati collaudati
prima della consegna, con verifica di tutte le funzionalit ammesse. Al fine dellevoluzione e
del continuo miglioramento, AViTEQ Vibrationstechnik GmbH conduce analisi di prodotto e di
mercato. Se nonostante tutte le misure di prevenzione si dovessero verificare difetti di
funzionamento o guasti, mettersi in contatto con il nostro servizio d'assistenza tecnica, che
garantir un pronto intervento per l'eliminazione del guasto.
Condizioni di garanzia
Garantiamo l'assenza di difetti del prodotto nel quadro delle informazioni tecniche sul
prodotto rilasciate da AViTEQ Vibrationstechnik GmbH e delle indicazioni rilevanti contenute
nelle presenti istruzioni per l'uso. Non vengono fornite dichiarazioni in merito a eventuali
caratteristiche del prodotto risultanti, n promesse per determinate condizioni. AViTEQ
Vibrationstechnik GmbH non risponde dell'economicit del prodotto o dell'uso difettoso in
applicazioni diverse da quelle definite nella prima pagina interna di destra (pagina 0-1) di
queste istruzioni per l'uso.
Esclusione del diritto di garanzia
Interventi sull'oggetto del contratto o manipolazioni varie da parte del cliente o di terzi sono
permessi solo previa consultazione e approvazione scritta rilasciata da AViTEQ
Vibrationstechnik GmbH. In caso contrario cessa qualsiasi forma di responsabilit per
eventuali danni diretti alle persone e alle cose e indiretti all'oggetto del contratto e ad altri
oggetti giuridici, a meno che non sussista un concorso di colpa da parte di AViTEQ
Vibrationstechnik GmbH. In caso di interventi o manipolazioni decade anche qualsiasi forma
di garanzia.
Viene esclusa qualsiasi richiesta di indennizzo da parte del Cliente/Committente che esuli
dalle condizioni di garanzia delle Condizioni commerciali generali di AViTEQ Vibrationstechnik
GmbH, in particolare le richieste di indennizzo per mancato guadagno o altro supposto danno
della propriet del Cliente/Committente. Questa limitazione di responsabilit non si applica
quando la causa del danno deriva da dolo o da colpa grave e se, in seguito a lesione che
mette a repentaglio la vita, l'incolumit fisica o la salute, la responsabilit obbligatoria per
legge. Non si applica nemmeno nel caso in cui il Cliente/Committente presenti richiesta di
risarcimento danni a causa della mancanza di una determinata condizione promessa o di
caratteristiche assicurate contrattualmente. In caso di violazione colposa di obblighi
contrattuali fondamentali, AViTEQ Vibrationstechnik GmbH responsabile anche per dolo e
colpa grave di organi non dirigenti, nonch per colpa pi lieve; in questo ultimo caso la
responsabilit comunque limitata a danni previsti dal contratto ed evitabili con un
comportamento accorto.
Salvo accordi di diverso tipo, si
applicano le
Condizioni generali di fornitura,
nazionali e allestero
di AViTEQ Vibrationstechnik GmbH
nella relativa versione in vigore.
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 13
1
Il diritto alla garanzia decade in particolare nei casi in cui gli apparecchi vengono impiegati in
ambienti, per usi o con reti di alimentazione o sistemi di comando non adatti agli apparecchi
di comando, danneggiati o non conformi allo stato della tecnica. In particolare non viene
accettata alcuna responsabilit per danni causati da un uso inadatto o incompetente, da
un'installazione o riparazione non a regola d'arte eseguita dal Cliente/Committente o da
terzi, dall'usura naturale, dal trattamento inadatto o incompetente o da materiali aziendali
inadeguati. Lo stesso vale anche per i ricambi, per gli influssi elettrici, chimici ed
elettrochimici, se i danni non sono causati da una manifesta responsabilit di AViTEQ
Vibrationstechnik GmbH e dai suoi dipendenti Per il risarcimento di danni non derivanti
dall'oggetto del contratto, i cosiddetti danni secondari per difetti, AViTEQ Vibrationstechnik
GmbH, indipendentemente dal motivo giuridico, risponde solo per dolo, colpa grave del
titolare/dei relativi organi o dirigenti in caso di violazione colposa che mette a repentaglio la
vita, lincolumit fisica o la salute, per mancanze taciute con reticenza o di cui aveva
garantito lassenza, per difetti delloggetto della fornitura, nonch per danni a persone e
cose secondo la legge sulla responsabilit del produttore o altre prescrizioni legali.
Non ci si assume alcuna responsabilit neppure per danni arrecati agli impianti di trasporto e
di automazione, riconducibili a un funzionamento difettoso del prodotto o a errori contenuti
nelle istruzioni per l'uso. La garanzia non copre danni dovuti all'uso di accessori non forniti o
non certificati da AViTEQ Vibrationstechnik GmbH. AViTEQ Vibrationstechnik GmbH non
responsabile per ci che riguarda contraffazioni di brevetto o altri diritti di terzi al di fuori
della Repubblica Federale Tedesca.
Facciamo notare esplicitamente che esclusa ogni responsabilit per danni all'oggetto del
contratto o per danni secondari ad altri oggetti causati dalla mancata osservanza delle
norme di sicurezza e degli avvertimenti.
Al momento della firma del contratto il Cliente/Committente tenuto a dichiarare
esplicitamente se loggetto del contratto destinato alluso privato e se viene impiegato
prevalentemente dal Cliente/Committente stesso per lo scopo indicato.
Gli apparecchi di comando VIBTRONIC nel modello descritto nelle presenti istruzioni per
luso non possono essere impiegati negli Stati Uniti dAmerica e in altri paesi nei quali si
applica la legislazione degli Stati Uniti dAmerica.
Siamo partner. Campi dapplicazione
14 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
1.3 Campi dapplicazione
Gli apparecchi di comando VIBTRONIC di tipo SC...-2 e SCE...-2 (di seguito abbreviati con
SC(E)...-2 ) consentono una modifica graduale dell'ampiezza di vibrazione nel vibratore
magnetico e quindi della corrente di alimentazione degli apparecchi di trasporto a vibrazione.
Gli apparecchi di comando possono essere impiegati solo con vibratori magnetici AViTEQ
oppure con corrispondenti vibratori magnetici di produttori terzi, nel rispetto del relativo
utilizzo conforme alle disposizioni. Attenersi anche alle avvertenze nelle istruzioni per l'uso
dell'apparecchio di trasporto a vibrazione e del vibratore magnetico!
Gli apparecchi di comando possono essere impiegati con vibratori magnetici di produttori
terzi solo se le relative specifiche di allacciamento sono identiche a quelle dei vibratori
magnetici di AViTEQ. A tale proposito leggere il capitolo 5.2!
Altri scopo di utilizzo per gli apparecchi di comando non sono previsti.
Non impiegare mai nei casi seguenti:
Non impiegare per il funzionamento in ambienti a rischio di scoppio o di esplosione
(esplosivi, ambiente con presenza di gas, pericolo di esplosione da polveri)! Gli
apparecchi non sono antideflagranti!
Non impiegare con temperature ambiente inferiori a -5 e superiori a +40 C (modello a
montaggio incassato ) e +50 C (modello ad alloggiamento), nonch in caso di
condizioni climatiche tropicali e di eventuale sbrinamento in atto! Gli apparecchi sono
concepiti per zone a clima temperato.
Non utilizzare insieme a vibratori magnetici per i quali gli apparecchi di comando non
sono idonei.
Non utilizzare con tensioni e frequenze di rete, per le quali gli apparecchi di comando
non sono idonei.
Non impiegare ad altezze di oltre 1.000 m sul livello medio del mare senza previa
consultazione con AViTEQ Vibrationstechnik GmbH.
Collegamento con la rete e con azionamenti magnetici
Gli azionamenti magnetici AViTEQ possono essere impiegati tramite gli apparecchi di
comando AViTEQ solo nella rete con corrente alternata sinusoidale. Per ciascuna versione
degli azionamenti magnetici AViTEQ esiste lapparecchio di comando adeguato.
Altre possibilit di comando e allacciamento non sono previste.
In caso di allacciamento di un vibratore magnetico direttamente alla rete a tensione
alternata o a un apparecchio di comando non idoneo, il vibratore magnetico pu subire danni.
Utilizzare solo l'apparecchio di comando corrispondente.
ATTENZIONE!
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 15
1
1.4 Personale per linstallazione e lutenza
Ogni persona coinvolta nelle operazioni di installazione, messa in funzione, montaggio o
smontaggio, regolazione e manutenzione, deve aver letto e compreso a fondo le presenti
istruzioni per luso, soprattutto le avvertenze per la sicurezza. Per domande al riguardo,
siamo a completa disposizione.
Tutti gli interventi sull'apparecchio di comando possono essere effettuati soltanto da
personale specializzato e qualificato (elettricista specializzato o persona competente in
materia di elettrotecnica in base a IEC 364 e DIN EN 60204-1).
Gli apparecchi di comando possono essere riparati solo da personale di assistenza
qualificato e competente, autorizzato da AViTEQ Vibrationstechnik GmbH, 65795
Hattersheim-Eddersheim. AViTEQ Vibrationstechnik GmbH, Hattersheim-Eddersheim, non
responsabile per danni a persone e/o a cose causati dal mancato rispetto dellavvertenza!
Ci non vale quando, in seguito a lesione che mette a repentaglio la vita, l'incolumit fisica o
la salute, la responsabilit obbligatoria per legge.
Prima dellinstallazione e/o della
messa in funzione occorre
acquisire familiarit con tutti gli
aspetti dell'apparecchio di
comando e con le opzioni di
collegamento del vibratore
magnetico. Leggere anche i
capitoli corrispondenti per
l'allacciamento dei vibratori
magnetici nelle relative istruzioni
per l'uso.
Trasporto, magazzinaggio
21 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
2 Trasporto, magazzinaggio
Consegna: gli apparecchi di comando e i relativi accessori vengono consegnati in un
imballaggio adeguato, in modo che raggiungano il luogo previsto per limpiego senza
subire danni.
Nel caso in cui limballaggio esterno dovesse mostrare segni di danneggiamento, tali da far
presupporre un guasto del contenuto, mettersi in contatto con lo spedizioniere. Per ogni
ulteriore procedura, attenersi alle condizioni contrattuali dello spedizioniere, per evitare di
mettere in gioco, a causa di errori formali, la liquidazione del danno.
Magazzinaggio: nel caso in cui non siano stati presi accordi particolari in merito
all'imballaggio e all'immagazzinaggio, gli apparecchi devono essere depositati e
trasportati, con o senza imballo, a condizioni "normali". Ci significa esclusivamente in
ambienti chiusi, a temperature comprese fra 25 C e +65 C, con un'umidit relativa
dell'aria non superiore a 80% (senza condensa) e al riparo da urti e vibrazioni.
In caso di magazzinaggio e trasporto in condizioni non consentite, gli apparecchi potrebbero
subire danni permanenti. Tali danni potrebbero non essere riscontrabili dall'esterno. In tal
caso AViTEQ Vibrationstechnik GmbH declina qualsiasi responsabilit e non risponde delle
conseguenze.
2.1 Volume di consegna
` Dopo aver disimballato lapparecchio, accertarsi che tutti i pezzi riportati nella bolla di
consegna e nei documenti di accompagnamento siano presenti e perfettamente integri.
Si tratta dell'apparecchio di comando nel modello a montaggio incassato o ad
alloggiamento, delle istruzioni per l'uso allegate all'apparecchio di comando e, per gli
apparecchi a montaggio incassato, anche del potenziometro separato per la
regolazione dell'ampiezza di vibrazione con manopola e scala graduata.
` Confrontare i dati sulla targhetta identificativa del vibratore magnetico e
dellapparecchio di comando con la bolla di consegna e i documenti di
accompagnamento.
` Verificare che vibratore magnetico e apparecchio di comando siano combinabili sulla
base delle capitolo 3.4 presenti istruzioni per luso. Per i vibratori magnetici di
produttori terzi, assicurarsi che la specifica per il funzionamento con l'apparecchio di
comando VIBTRONIC sia adeguata (vedere capitolo 5.2)! In caso di dubbi, la cosa
migliore contattarci. Siamo sempre a disposizione!
AVVERTENZA
ATTENZIONE!
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 22
2
Uneventuale combinazione non consentita di vibratore magnetico o apparecchio di comando
pu portare alla distruzione di entrambi. Tensione di rete, frequenza di rete e frequenza di
vibrazione devono coincidere! La corrente nominale dell'apparecchio di comando deve essere
uguale o maggiore della corrente massima del vibratore magnetico. Attivare
contemporaneamente solo apparecchi idonei allo scopo.
2.2 Smaltimento
2.2.1 Indicazioni inerenti al materiale d'imballaggio
Per la consegna degli apparecchi di comando, in base al tipo di trasporto, impieghiamo i
materiali seguenti:
Pellicola di plastica (PE) a protezione dell'apparecchio
Cartone ondulato per l'imballaggio esterno e interno
Casse di legno come imballaggio esterno
Pezzetti di carta come materiale di riempimento
Polistirolo (Flo-Pack) come materiale di riempimento e attenuazione urti.
Tutti i materiali d'imballaggio possono essere smaltiti in conformit alle apposite
disposizioni vigenti nel territorio di consegna.
I cartonaggi e i nastri degli imballaggi in carta sono riciclabili in base al sistema di
smaltimento e riciclaggio RESY. Se utilizzati, pellicole per imballaggio, fasce e fogli sottili
sono realizzati in polietilene (PE), mentre le parti imbottite prive di FCKW sono normalmente
in polistirolo espanso (PS). Tutti questi materiali di imballaggio sono formati da puri
idrocarburi aromatici e possono essere quindi riciclati.
In casi speciali impieghiamo anche nastri di tenuta in acciaio e casse di legno non pre-
trattate con agenti chimici.
2.2.2 Ritiro dellapparecchio
AViTEQ Vibrationstechnik GmbH ritira gratuitamente apparecchi di comando di tipo SC(E)...-
2 forniti a partire dal 2002; essi devono essere consegnati ad AViTEQ Vibrationstechnik
GmbH, 65795 Hattersheim-Eddersheim.
ATTENZIONE!
Trasporto, magazzinaggio
23 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
2.2.3 Indicazioni sui materiali usati per la fabbricazione
dellapparecchio
Il cliente pu anche smaltire il prodotto o provvedere alla sostituzione dei componenti
autonomamente, attenendosi alle prescrizioni regionali vigenti per il trattamento dei rifiuti e
il relativo smaltimento. Non ci assumiamo alcuna responsabilit in caso di smaltimento
indebito di elementi costruttivi e di componenti.
Per lo smaltimento degli apparecchi di comando sono valide le apposite prescrizioni
relative allo smaltimento di unit e componenti elettronici.
I semiconduttori impiegati (modulo a tiristore e a diodo) non contengono berillo e
possono quindi essere smaltiti come rifiuti elettronici.
In caso di necessit forniamo informazioni dettagliate sui materiali utilizzati. In caso di
dubbio, avvalersi della nostra offerta per lo smaltimento del materiale!
AVVERTENZA
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 31
3
3 Descrizione delle funzioni
3.1 Dimensioni
I vibratori magnetici AViTEQ devono essere azionati con gli apparecchi di comando
VIBTRONIC adeguati. A seconda del caso applicativo e delle dimensioni dell'azionamento
magnetico, AViTEQ Vibrationstechnik GmbH fornisce apparecchi di comando della serie
SC(E)...-2 nelle dimensioni "CN", "DN", "EN" o "ES", a scelta come modello ad
alloggiamento e a montaggio incassato.
3.2 Principio di funzionamento e numero di
vibrazioni
Numero di vibrazioni e frequenza di rete
Gli apparecchi di comando del tipo SC(E)...-2 sono selettori a tensione alternata e operano in
base al principio della regolazione di tensione (regolazione di fase).
Gli apparecchi di comando per apparecchi di trasporto a vibrazione con numero di
vibrazioni pari a
1.500 min
-1
(25 Hz) con una frequenza di rete di 50 Hz e a
1.800 min
-1
(30 Hz) con una frequenza di rete di 60 Hz
si accendono ogni quattro semionde di rete.
Gli apparecchi di comando per apparecchi di trasporto a vibrazione con numero di
vibrazioni pari a
3.000 min
-1
(50 Hz) con una frequenza di rete di 50 Hz e a
3.600 min
-1
(60 Hz) con una frequenza di rete di 60 Hz
si accendono ogni due semionde di rete.
La frequenza di vibrazione meccanica (25, 30, 50 o 60 Hz) impostata in fabbrica e
codificata nella denominazione del modello.
La nuova generazione di apparecchi di comando illustrata qui stata sviluppata nel rispetto
della Direttiva EMV (89/336/CE) e soddisfa i requisiti di EN 50081-2 e EN 50082-2.
Il numero di vibrazioni viene espresso in "min
-1
" e la frequenza di vibrazione in "Hz".
AVVERTENZA
AVVERTENZA
Descrizione delle funzioni Dimensioni
32 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
3.3 Insieme delle funzioni
3.3.1 Tipo di regolazione
Gli apparecchi di comando VIBTRONIC del tipo SC(E)...-2 sono concepiti per la regolazione
della tensione. Le oscillazioni della tensione di rete rimangono comprese in una gamma ampia
(10%) e non influiscono in modo determinante sull'ampiezza di vibrazione, quindi neppure
sulla portata.
3.3.2 Indicazione valore nominale
Il valore nominale per l'ampiezza di vibrazione pu essere predefinito a scelta tramite
un predispositore dellampiezza di vibrazione (potenziometro) o
un input di comando esterno (0...10 V CC, 4...20 mA o 0...20 mA)
L'ampiezza di vibrazione varia in modo proporzionale al valore nominale, cio: maggiore il
valore nominale, maggiore l'ampiezza di vibrazione.
3.3.3 Rilascio esterno
L'apparecchio di comando pu essere attivato tramite rilascio elettronico e quindi ad
esempio tramite SPS (apparecchio di comando a programma memorizzato). Questo rilascio
esterno pu avvenire tramite
un contatto a potenziale zero o
un segnale di tensione di +24 V CC o
un accoppiatore ottico.
Se non previsto alcun rilascio esterno, i morsetti corrispondenti vengono cortocircuitati
tramite un connettore di ponte.
Le assegnazioni dei morsetti delle singole possibilit di collegamento sono illustrate nel
capitolo 4.2.
In fabbrica viene applicato un connettore di ponte, che in caso di rilascio esterno deve
essere obbligatoriamente rimosso, poich in caso contrario pu verificarsi la distruzione
dell'apparecchio di comando!
AVVERTENZA
AVVERTENZA
ATTENZIONE!
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 33
3
3.3.4 Messaggi operativi
Per la visualizzazione degli stati operativi gli apparecchi dispongono di due appositi LED
(verdi) posti in alto, sul pannello anteriore.
Nella figura 3.1 sono illustrate le visualizzazioni degli stati operativi.
3.4 Versioni
Gli apparecchi di comando sono disponibili nelle dimensioni "CN", "DN", "EN" e "ES", nelle
seguenti varianti:
Modello ad alloggiamento SC... (IP 55): alloggiamento compatto chiuso per il fissaggio
alle pareti o a telai. Predispositore dellampiezza di vibrazione e interruttore di rete
sono installati sul lato anteriore dell'alloggiamento.
Modello a montaggio incassato SCE.. (IP 20): blocco apparecchio di comando per il
montaggio nel quadro elettrico ad armadio o in punti di comando chiusi
Per i relativi dati tecnici, consultare la tabella 3.2:
SC(E)-C..-2 SC(E)-D..-2 SC(E)-E..-2
Frequenze di rete 50 o 60 Hz
Frequenze di vibrazione con rete a 50 Hz 25 o 50 Hz
Frequenze di vibrazione con rete a 60 Hz 30 o 60 Hz
Tensioni nominali con rete a 50 Hz
e rete a 60 Hz
220..0,240 V
380..0,420 V
440..0,480 V
500..0,520 V
Corrente nominale 15 A
Max. potenza dissipata
nel quadro elettrico ad armadio
45 W
tabella 3.2 Dati tecnici dell'apparecchio di comando SC(E)...-2
Il LED lampeggia se ...
presente la tensione di rete.
presente tensione del vibratore nei morsetti 3 e 4.
Power on
Run
Funziona-
mento
(verde)
figura 3.1 Visualizzazione degli stati operativi tramite i LED
Descrizione delle funzioni Dimensioni
34 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
Le tolleranze consentite sono pari a 10,0% per la tensione di rete e a 0,5% per la
frequenza di rete.
La frequenza di vibrazione viene stabilita in base alla versione e non pu essere modificata
dal cliente.
3.4.1 Denominazioni dei modelli
Spiegazione della denominazione del modello degli apparecchi di controllo VIBTRONIC, di
tipo SC(E)...-2:
Gli apparecchi di comando sono concepiti in base a tabella 3.2 (dati tecnici) per le diverse
gamme di tensione. Ricavare dalla targhetta identificativa la gamma di tensione
corrispondente.
AVVERTENZA
AVVERTENZA
Numero di versione

Codifica dell'assegnazione ai vibratori magnetici AViTEQ:
Frequenza di vibrazione
25
30
50
60
Apparecchio di comando Azionamento magnetico
CN MVC ...
DN MVD ...
EN MVE ...
ES MVES ...
SC(E)-CN50-2
Modello a montaggio incassato senza "E" Modello ad alloggiamento
Tipo di apparecchio di comando: apparecchio di comando compatto, a regolazione di
tensione
AVVERTENZA
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 41
4
4 Montaggio
4.1 Montaggio meccanico
Di seguito vengono descritte le fasi di montaggio per le due varianti:
modello a montaggio incassato nel capitolo 4.1.1 e
modello ad alloggiamento nel capitolo 4.1.2
4.1.1 Modello a montaggio incassato
Gli apparecchi di comando vengono forniti quali apparecchi a montaggio incassato (IP 20
secondo EN 60529) per il montaggio verticale in quadri elettrici ad armadio. Sono composti da
apparecchio a montaggio incassato (chiuso),
potenziometro con manopola e scala graduata (forniti a parte) e
documentazione (istruzioni per l'uso, tedesco
1
)
Prima del montaggio: scollegare l'alimentazione del quadro elettrico ad armadio o del quadro
di comando prima dell'apertura; verificare l'assenza di tensione e assicurare l'apparecchio
contro la riattivazione accidentale!
Allineare in base allo schema di foratura; vedere figura 4.1 nella pagina seguente.
L'apparecchio di comando pu essere fissato a scelta sul lato posteriore o inferiore. A tale
proposito, prestare attenzione all'accessibilit dei morsetti di collegamento e alla distanza
minima dagli apparecchi adiacenti indicata in base a figura 4.1!
Serrare l'apparecchio di comando tramite gli appositi fori di fissaggio a una parete
verticale o a una piastra di montaggio priva di vibrazioni nell'armadio elettrico
chiudibile (punto di comando).
Collocare in una posizione idonea (ad es. sportelli del quadro elettrico ad armadio o
parte anteriore del quadro di comando) il potenziometro in dotazione per la regolazione
dell'ampiezza di vibrazione con scala graduata, manopola, indicatore e copertura della
manopola.
1.
Standard, altre lingue a seconda del Paese di fornitura
PERICOLO!
AVVERTENZA
Montaggio Montaggio meccanico
42 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
figura 4.1 Modello a montaggio incassato tipo SCE...-2: tipo di protezione IP20, peso ca. 2,2 kg,
dimensioni e schema di foratura per il fissaggio a pareti verticali con quadro elettrico ad
armadio prive di vibrazioni o a piastre di montaggio
c
a
.
c
a
.
(
d
is
t
a
n
z
a

m
in
im
a
)
( d i s t a n z a m i n i m a )
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 43
4
Gli apparecchi di comando sono sensibili alla temperatura! Assicurarsi che il montaggio
venga effettuato lontano da fonti di calore estranee, ad esempio luce solare diretta o corpo
riscaldante. Durante il funzionamento la temperatura ambiente non deve essere superiore a
+50 C!
4.1.2 Modello ad alloggiamento
Gli apparecchi di comando vengono forniti in un alloggiamento chiuso (IP 55 secondo
EN 60529). Il modello ad alloggiamento adatto al fissaggio su pareti o telai verticali.
Per il montaggio, procedere come segue:
Avvitare all'alloggiamento le fascette di fissaggio in dotazione, in base alla figura 4.2.
Fare riferimento allo schema di foratura nella figura 4.2 e praticare gli appositi fori per
le viti di fissaggio.
Fissare le fascette a una parete o a un telaio verticale priva/o di vibrazioni.
Gli apparecchi di comando sono sensibili alle vibrazioni! Non avvitare mai a parti soggette a
vibrazioni e in nessun caso all'apparecchio di trasporto a vibrazione!
Gli apparecchi di comando sono sensibili alla temperatura! Assicurarsi che il montaggio
venga effettuato lontano da fonti di calore estranee, ad esempio luce solare diretta o corpo
riscaldante. Durante il funzionamento la temperatura ambiente non deve essere superiore a
+40 C!
4.2 Assegnazione dei morsetti
I capitoli seguenti illustrano l'assegnazione dei morsetti negli apparecchi di comando, con le
relative opzioni possibili. Leggere i capitoli prima di iniziare con il cablaggio e prestare
attenzione alle avvertenze sulla compatibilit elettromagnetica!
4.2.1 Assegnazione minima dei morsetti
L'assegnazione minima dei morsetti di un vibratore magnetico per funzionamento a
regolazione di tensione senza input di comando esterno mostrata nella figura 4.3. I
morsetti 12 e 13 devono essere collegati tramite un ponte. Tale ponte viene applicato in
fabbrica.
ATTENZIONE!
ATTENZIONE!
ATTENZIONE!
Montaggio Assegnazione dei morsetti
44 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
figura 4.2 Modello ad alloggiamento tipo SC...-2: tipo di protezione IP55, peso ca. 6 kg,
dimensioni e schema di foratura per il fissaggio a pareti verticali prive di vibrazioni o
a telai
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 45
4
Accertarsi che il tipo di protezione sia corretto in base allo schema elettrico. Predisporre
almeno una protezione (in ogni caso comunque F1 in base allo schema elettrico) figura 4.9
quale valvola fusibile ad azione ultra-rapida per proteggere il tiristore nell'apparecchio di
comando.
Utilizzare come predispositore dellampiezza di vibrazione solo un potenziometro (valore
finale 1 kOhm) che presenti un profilo lineare.
Schermare i cavi di segnale per garantire la compatibilit elettromagnetica appena la loro
lunghezza supera i cinque metri!
Per il funzionamento del vibratore magnetico senza attivazione del rilascio esterno
necessario collegare i morsetti 12 e 13 mediante un ponte. Se il ponte non presente, la
tensione del vibratore nei morsetti 3 e 4 diventa pari a 0; il vibratore magnetico non
funziona.
1 2 3 4 5 6 7 12 13
PE L1 L2(N)
Vibratore
magnetico
Potenziometro
1 kOhm (lineare)
Ponte
0
figura 4.3 Assegnazione standard dei morsetti con ingresso di rete (morsetti PE, 1 e 2),
vibratore magnetico (morsetti 3 e 4) e predispositore dellampiezza di vibrazione
(morsetti 5, 6 e 7)
PE 17 18
Ponte
ATTENZIONE!
AVVERTENZA
AVVERTENZA
Montaggio Assegnazione dei morsetti
46 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
4.2.2 Rel di stato
L'apparecchio di comando dispone di un rel di stato conforme alla rappresentazione
seguente:
possibile riscontrare i seguenti stati di commutazione:
La portata del rel di stato con corrente continua max. 30 V CC e con corrente alternata
max. 125 V CA con corrente massima di 0,3 A.
Distruzione del rel dei messaggi operativi ed ev. dell'apparecchio di comando! Quando si
progetta il carico per il rel dei messaggi operativi, prestare attenzione ai valori consentiti
indicati sopra.
4.2.3 Circuito flusso grossolano e flusso fine
Se si utilizza l'apparecchio di comando per procedure di dosaggio e riempimento, si consiglia
un circuito in base a figura 4.6. Il funzionamento dei due rel K1/K2 il seguente:
K2 avvia la procedura di riempimento.
K1 si attiva quando il riempimento al 95%.
Quando il riempimento completo (100%) entrambi i rel tornano nella posizione di
riposo.
Morsetti
14 e 15
Morsetti
15 e 16
Caso
aperti chiusi Tensione di rete (mors. 1 e 2) presente e contemporanea
emissione di un segnale di avvio (mors. (5), 12 e 13).
chiusi aperti Tensione di rete (mors. 1 e 2) non presente oppure con tensione
di rete presente nessun segnale di avvio (mors. (5), 12 e 13).
figura 4.5 Stati di commutazione del rel di stato
figura 4.4 Rel di stato
K
14 15 16
ATTENZIONE!
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 47
4
Per evitare guasti al circuito, utilizzare solo contatti dorati o incapsulati ermeticamente.
Utilizzare come predispositore dellampiezza di vibrazione solo un potenziometro (valore
finale 1 kOhm) che presenti un profilo lineare.
Schermare i cavi di segnale per garantire la compatibilit elettromagnetica appena la loro
lunghezza supera i cinque metri!
4.2.4 Input di comando esterni
Gli apparecchi di comando possono essere utilizzati con un'indicazione di valore nominale
(input di comando di apparecchio di terzi) esterna. Per l'impostazione dell'ampiezza di
vibrazione possibile usare i seguenti valori nominali terzi:
0...10 V CC, resistenza ca. 200 kOhm
4...20 mA CC, impedenza 250 Ohm
0...20 mA CC, impedenza 250 Ohm
Se necessario possibile commutare con un interruttore o un rel tra input di comando
esterno e indicazione esterna di valore nominale tramite predispositore dellampiezza di
vibrazione (potenziometro).
Per evitare guasti al circuito, utilizzare solo contatti dorati o incapsulati ermeticamente.
La figura 4.7 mostra le diverse possibilit e assegnazioni dei morsetti per l'indicazione del
valore nominale di apparecchi di terzi.
figura 4.6 Circuito flusso grossolano e flusso fine (morsetti 5, 6 e 7, nonch 12 e 13)
5 6 7
Potenziometro (flusso grossolano)
1 kOhm (lineare)
Potenziometro (flusso fine)
1 kOhm (lineare)
Rel K2
Rel K1
0
0
K2
K1
12 13
(posizione di riposo)
(posizione di riposo)
AVVERTENZA
AVVERTENZA
AVVERTENZA
AVVERTENZA
Montaggio Assegnazione dei morsetti
48 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
figura 4.7 Diverse possibilit per l'input di comando esterno
5 6 7
potenziometro (interno)
1 kOhm (lineare)
8 9 10 11
0
_
+
0...10 V input di comando esterno
esterno
interno
5 6 7 8 9 10 11
_
+
0...10 V input di comando esterno
5 6 7 8 9 10 11
4...20 mA
input di comando
5 6 7 8 9 10 11
5 6 7
potenziometro (interno)
1 kOhm (lineare)
8 9 10 11
0
Valore nominale apparecchio di terzi o
Valore nominale apparecchio di terzi
i
n
p
u
t

d
i

c
o
m
a
n
d
o

e
s
t
e
r
n
o

0
.
.
.
1
0

V
i
n
p
u
t

d
i

c
o
m
a
n
d
o

e
s
t
e
r
n
o

4
.
.
2
0

m
A
i
n
p
u
t

d
i

c
o
m
a
n
d
o

e
s
t
e
r
n
o

0
.
.
2
0

m
A
esterno
17 18
17 18
17 18
17 18
_
+
0...20 mA
input di comando
esterno
_
+
0...20 mA
input di comando
esterno
_
+
interno
esterno
17 18
5 6 7
potenziometro (interno)
1 kOhm (lineare)
8 9 10 11
0
_
+
interno
esterno
17 18
potenziometro, commutabile
4...20 mA
input di comando
esterno
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 49
4
Utilizzare come predispositore dellampiezza di vibrazione solo un potenziometro (valore
finale 1 kOhm) che presenti un profilo lineare.
Schermare i cavi di segnale per garantire la compatibilit elettromagnetica appena la loro
lunghezza supera i cinque metri!
4.2.5 Attivazione/Disattivazione esterna
Se non si desidera alcuna attivazione/disattivazione (circuito di rilascio) esterna,
necessario collegare i morsetti 12 e 13 mediante un ponte, in modo da poter comandare il
vibratore magnetico.
L'apparecchio di comando pu essere attivato o disattivato dall'esterno alternativamente
tramite un interruttore (rel), un accoppiatore ottico o un segnale di tensione continua. Le
relative possibilit per l'assegnazione dei morsetti sono mostrate nella vedere figura 4.8.
Distruzione dell'apparecchio di comando:
rispettare il carico massimo consentito di 1 mA!
Prima di un'attivazione/disattivazione esterna necessario rimuovere il ponte applicato in
fabbrica tra i morsetti 12 e 13; in caso contrario pu verificarsi la distruzione
dell'apparecchio di comando.
Per evitare guasti al circuito, utilizzare solo contatti dorati o incapsulati ermeticamente.
Schermare i cavi di segnale per garantire la compatibilit elettromagnetica appena la loro
lunghezza supera i cinque metri!
AVVERTENZA
figura 4.8 Possibilit per attivazione/disattivazione esterna
12
0 I
13 (+) 5 (-)
max. +24 V CC
12 13 (+) 5 (-)
+
max. 1 mA
12 13 (+) 5 (-)
Fonte di tensione Interruttore (contatto Accoppiatore ottico
a potenziale zero)
ATTENZIONE!
AVVERTENZA
Montaggio Assegnazione dei morsetti
410 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
4.3 Allacciamento alla rete
4.3.1 Avvertenze per l'allacciamento elettrico
Per evitare incidenti, rispettare le prescrizioni. Per collegamento a massa, messa a terra del
neutro o collegamento di protezione valgono le prescrizioni VDE e le linee guida della locale
azienda fornitrice di energia elettrica! L'allacciamento pu essere effettuato soltanto da
personale specializzato e qualificato (elettricista specializzato o persona competente in
materia di elettrotecnica in base a IEC 364 e DIN EN 60204-1).
Scollegare il cavo di alimentazione dalla corrente.
Accertarsi dellassenza di tensione!
Assicurarsi che la possibilit di riattivazione accidentale sia esclusa.
Protezione di rete
Quale protezione di rete F11 (vedere figura 4.9) si consiglia un tipo adatto alla corrente
nominale del vibratore magnetico collegato.
Fusibili errati possono causare danni al vibratore magnetico.
Accertarsi che il tipo di protezione sia corretto in base allo schema elettrico. Predisporre
almeno una protezione (in ogni caso comunque F1 in base allo schema elettrico) figura 4.9
quale valvola fusibile ad azione ultra-rapida per proteggere il tiristore nell'apparecchio di
comando.
Protezione del semiconduttore
Negli apparecchi di comando VIBTRONIC nel modello ad alloggiamento, tipo SC...-2,
integrato il seguente semiconduttore F1 (tabella 4-a):
Per gli apparecchi di comando modello a montaggio incassato, tipo SCE...-2, il cliente deve
predisporre una protezione equivalente.
Apparecchio di comando, tipo Semiconduttore F1
SC...-2 220 - 240 V
380 - 420 V
440 - 480 V
500 - 520 V
16 AgR DII/E27
Tabella 4-a
Semiconduttore F1
PERICOLO!
ATTENZIONE!
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 411
4
4.3.2 Schema elettrico
Per lo schema elettrico dell'apparecchio di comando, vedere figura 4.9.
Ogni apparecchio di comando viene consegnato unitamente alle relative istruzioni per l'uso,
con schema elettrico.
Prestare attenzione all'assegnazione minima dei morsetti (figura 4.3 a pagina 4-5)!
figura 4.9 Schema elettrico per l'apparecchio di comando
Interruttore (Q1) e fusibile(i) (F1)
solo per modello ad alloggiamento!
chiuso: viene impiegato l'input esterno nei
morsetti 5, 6, 7; i morsetti 10+11 vengono
ignorati.
aperto: i morsetti 10+11 vengono utilizzati; i
morsetti 5, 6, 7 vengono ignorati.
Montaggio Assegnazione dei morsetti
412 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
4.3.3 Predispositore dellampiezza di vibrazione, manopola e
scala graduata
Di fabbrica viene sempre fornito un potenziometro 1 kOhm lineare
(vedere figura 4.10).
figura 4.10 Potenziometro, manopola, scala graduata
Coperchio per manopola
per SCE...25-2: grigio, tipo 332.664,
per SCE...50-2: rosso, tipo 332.662
Manopola, tipo 332.6
Indicatore per manopola, tipo 4332.6
Scala graduata, tipo 166.22
*forare a 10 mm
Potenziometro 1 k (lineare)
N. ordinazione:
Set accessori potenziometro
per SCE...25-2 / N. ID: 090504
Numero prodotto AViTEQ: 26.779
per SCE...50-2 / N. ID: 090503
Numero prodotto AViTEQ: 26.023
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 413
4
4.4 Collegamento elettrico con
il vibratore magnetico
Ogni apparecchio di comando VIBTRONIC corredato dalle relative istruzioni per l'uso, con
schema elettrico (elemento integrante delle istruzioni per l'uso).
Realizzare tutti i collegamenti tra rete, apparecchio di comando, circuito valore
nominale e vibratore magnetico.
Prestare attenzione alle particolarit tipiche degli apparecchi in relazione alle possibili
opzioni e rispettare le assegnazioni dei morsetti rappresentate, nonch lo schema
elettrico.
Leventuale tensione di rete presente allinterno dellapparecchio di comando
potenzialmente mortale. Il contatto con componenti conduttori di tensione pu essere letale.
Evitare qualsiasi contatto con parti conduttrici di tensione prima dellattivazione della rete.
Collegare il coperchio del quadro di comando oppure la porta (le porte) del quadro elettrico
ad armadio.
4.4.1 Compatibilit elettromagnetica (EMV)
Gli apparecchi di comando della serie SC(E)...-2 sono stati sviluppati e costruiti in base alla
linea guida EMV 89/336/CE. Sono conformi ai requisiti delle norme EN 50081-2 e EN
50082-2.
Gli apparecchi di comando sono concepiti in base a EN 50081-2 (guasto trasmissione) per il
settore industriale e non devono essere impiegati in ambienti domestici, commerciali e
lavorativi, nonch nelle piccole aziende.
Rispettare le informazioni fornite nei capitoli precedenti a proposito dell'assegnazione dei
morsetti per la schermatura dei cavi di segnale!
PERICOLO!
ATTENZIONE!
AVVERTENZA
Montaggio Collegamento elettrico con il vibratore magnetico
414 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
4.4.2 Lunghezze dei conduttori
Per lunghezza del conduttore si intende la distanza tra apparecchio di trasporto a vibrazione
e distributore principale. Sezioni trasversali dei conduttori pi piccole oppure lunghezze dei
conduttori pi grandi possono provocare errori (vedere capitolo 7).
La massima lunghezza del conduttore consentita 300 m.
Utilizzare una sezione trasversale del conduttore adatta alla corrente del vibratore.
La sezione trasversale relativa alla lunghezza pu essere ricavata dalle istruzioni per
l'uso del vibratore magnetico.
La massima caduta di tensione consentita tra apparecchio di trasporto a vibrazione e
distributore principale non pu superare il valore 5%. Le sezioni trasversali dei conduttori
riportate nelle istruzioni per l'uso per vibratori magnetici AViTEQ sono dimensionate in modo
corrispondente. Se si utilizza un apparecchio di terzi (vibratore magnetico), verificare
aritmeticamente la resistenza del conduttore.
AVVERTENZA
AVVERTENZA
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 51
5
5 Messa in funzione
5.1 Messa in funzione con vibratore magnetico
AViTEQ
Per la messa in funzione con il vibratore magnetico AViTEQ originale, attenersi ai passaggi di
cui al corripondente capitolo nelle istruzioni per l'uso del vibratore magnetico.
In caso di errori, consultare il capitolo 7 nelle presenti istruzioni per l'uso. Ulteriori
indicazioni sono riportate nel capitolo Ricerca errori delle istruzioni per l'uso per il vibratore
magnetico AViTEQ o per l'apparecchio di trasporto a vibrazione AViTEQ.
5.2 Messa in funzione con vibratori di produttori
terzi
5.2.1 Impostazione della tensione nominale dei vibratori
La tensione nominale del vibratore U
VN
, misurabile nei morsetti 3 e 4 dell'apparecchio di
comando, viene impostata in fabbrica su un valore fisso per l'utilizzo di apparecchi AViTEQ
originali.
Se occorre utilizzare un vibratore magnetico di un produttore terzo, necessario verificare
l'impostazione della tensione dei vibratori prima della messa in funzione e, se necessario,
regolarla.
L'impostazione della tensione nominale dei vibratori pu essere effettuata da AViTEQ
Vibrationstechnik; a tale scopo, al momento dell'ordinazione dell'apparecchio di comando
occorre comunicare la tensione dei vibratori effettiva del proprio apparecchio di terzi.
Se si desidera impostare autonomamente la tensione nominale dei vibratori, attenersi ai
passaggi di messa in funzione descritti di seguito.
5.2.2 Messa in funzione
Per la messa in funzione si rimanda alle relative istruzioni del produttore terzo del vibratore
magnetico.
Tensioni mortali! Adottare le misure adeguate (copertura di componenti conduttori di
tensione) per evitare incidenti. Rispettare le prescrizioni dellIstituto di assicurazione contro
gli infortuni sul lavoro!
AVVERTENZA
PERICOLO!
Messa in funzione Messa in funzione con vibratore magnetico AViTEQ
52 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
Si consiglia inoltre di seguire la procedura illustrata di seguito, che dovrebbe coincidere con
le istruzioni dell'apparecchio di terzi.
Presupposti: il montaggio dell'apparecchio utilizzatore e del vibratore magnetico,
nonch il cablaggio dell'apparecchio di comando, devono essere stati portati a termine.
In caso di vibratori magnetici e/o apparecchi utilizzatori non forniti da AViTEQ
Vibrationstechnik, nell'ambito delle presenti istruzioni per l'uso non possibile prevedere il
comportamento dell'apparecchio a vibrazione. Contattare eventualmente il produttore terzo.
AViTEQ Vibrationstechnik non si assume alcuna responsabilit per il funzionamento
conforme alle disposizioni degli apparecchi di comando AViTEQ in combinazione con
apparecchi di trasporto a vibrazione di produttori terzi.
La messa in servizio deve avvenire con l'ampiezza di vibrazione minima: ruotare il
predispositore dellampiezza di vibrazione (potenziometro) dell'apparecchio di comando
sul valore di scala "0". Oppure: con input di comando esterno (0...10 V, 4...20 mA o
0...20 mA) definire l'input di comando pi piccolo. A questo punto attivare
l'apparecchio di comando!
La messa in funzione avviene con un'ampiezza di vibrazione pi piccola, affinch sia possibile
rilevare tempestivamente, in seguito a oscillazioni anomale dell'apparecchio di trasporto a
vibrazione, danni dovuti a errori di montaggio. Esempio: collisione dellapparecchio
utilizzatore con componenti di trasporto adiacenti oppure martellamento.
Prestare attenzione a rumori regolari e persistenti! Possono essere dovuti a
martellamento e causare la distruzione dell'azionamento.
In caso di martellamento ridurre l'ampiezza di vibrazione detraendo l'indicazione del
valore nominale (ruotare il potenziometro verso sinistra oppure diminuire il valore
nominale dell'apparecchio di terzi esterno), fino alla scomparsa del rumore. Ruotare il
potenziometro di regolazione R1 sulla piastra anteriore in alto di ca. 10 in senso
orario per diminuire la tensione del vibratore.
Aumentare lampiezza di vibrazione ruotando gradualmente il relativo predispositore
(potenziometro) oppure aumentando l'input di comando esterno, fino al valore massimo
(battuta sulla destra e/o valore scala graduata "10" sul predispositore dell'ampiezza di
vibrazione oppure max. valore nominale apparecchio di terzi).
Anche se nel successivo funzionamento la posizione finale del potenziometro (valore finale
scala graduata "10") non viene impiegata, verificarla comunque durante la prima messa in
funzione, per assicurarsi del fatto che l'apparecchio di trasporto a vibrazione funzioni
correttamente anche con valori limite.
Collegare un apparecchio di misurazione della tensione con una gamma di misura
adeguata (suggerimento: 750 V CA) nei morsetti 3 e 4 dell'apparecchio di comando. In
caso di apparecchio di misurazione digitale, selezionare la gamma di misura pi ampia
(750 V o 1.000 V).
AVVERTENZA
AVVERTENZA
AVVERTENZA
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 53
5
Tensioni mortali! Adottare le misure adeguate (copertura di componenti conduttori di
tensione) per evitare incidenti. Rispettare le prescrizioni dellIstituto di assicurazione contro
gli infortuni sul lavoro!
Per misurare corrente e tensione, utilizzare solo un dispositivo di misura in grado di fornire il
valore effettivo (strumento a ferro mobile o "True RMS"). Altri dispositivi di misura, in caso
di tensioni di forma non sinusoidale, non sarebbero in grado di visualizzare valori attendibili.
In caso di apparecchi di misurazione digitali, selezionare una gamma di misurazione 750 V,
per evitare errori dovuti al fattore di cresta!
Confrontare la tensione dei vibratori misurata con l'indicazione del produttore per il
vibratore magnetico e, se necessario, impostare il valore previsto regolando il
potenziometro R1 in alto sulla piastra anteriore.
La tensione massima consentita per i vibratori non deve superare il valore nominale max.
indicato. Ruotare il predispositore dellampiezza di vibrazione sulla battuta a destra (valore
scala graduata "10") oppure con input di comando esterno definire il valore massimo.
Se non possibile impostare il valore previsto per la tensione del vibratore, in quanto si
manifestano rumori di martellamento, disattivare l'apparecchio e consultare il capitolo
7 (Ricerca errori).
Il martellamento porta alla distruzione del vibratore magnetico! Evitare quindi episodi di
prolungato martellamento durante l'impostazione della tensione del vibratore!
Misurare la corrente del vibratore con uno strumento a ferro mobile o con uno
strumento in grado di fornire una misura effettiva nella gamma di frequenza da 0 a 500
Hz; confrontare i valori con i dati del produttore per l'apparecchio di trasporto a
vibrazione impiegato.
Per misurare la corrente utilizzare solo un dispositivo di misura in grado di fornire il valore
effettivo (strumento a ferro mobile o "True RMS" per la gamma 0-500 Hz). Altri apparecchi
di misurazione, con gamma di misura diversa da 0-500 Hz (senza CC), in caso di misurazione
di tensioni con forma non sinusoidale, non sarebbero in grado di visualizzare valori
attendibili.
Componenti conduttori di tensione. Se la rete non viene scollegata: pericolo di scosse
mortali. Per le misurazioni successive, attenersi alle misure di protezione previste.
PERICOLO!
AVVERTENZA
AVVERTENZA
ATTENZIONE!
AVVERTENZA
PERICOLO!
Messa in funzione Messa in funzione con vibratore magnetico AViTEQ
54 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
Misurare inoltre la massima ampiezza di vibrazione e confronatre il valore con i dati del
produttore per l'apparecchio a vibrazione impiegato.
Non superare i valori consentiti per corrente e tensione dei vibratori, riportati sulla
targhetta identificativa! In caso contrario, pericolo di martellamento con effetto
distruttivo o di surriscaldamento del sistema a magnete!
Se l'ampiezza di oscillazione indicata dal produttore non viene raggiunta, verificare
eventualmente la frequenza di risonanza dell'apparecchio di trasporto a vibrazione.
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 61
6
6 Manutenzione
Controllo del grado di contaminazione
Gli apparecchi di comando AViTEQ in tutti i modelli in linea di principio non necessitano di
manutenzione. Negli ambienti polverosi possono tuttavia verificarsi penetrazione di polvere e
successiva formazione di depositi, le cui conseguenze sono una peggiore prestazione di
raffreddamento dell'elettronica di comando e cortocircuiti causati dalla contaminazione dei
conduttori.
Si consiglia quindi di verificare il grado di contaminazione a intervalli regolari, attuando gli
eventuali interventi di pulizia necessari:
Vi stata penetrazione di polvere? Stabilirne la causa per poter adottare misure tali da
impedire che il fenomeno si ripeta in futuro! Pulire l'apparecchio di comando aspirando
lo strato di polvere, ad esempio con un aspirapolvere per uso industriale.
Verificare che nella lamiera perforata dell'alloggiamento nel modello incassato non vi
sia un accumulo eccessivo di polvere. Pulire l'apparecchio di comando aspirando lo
strato di polvere, ad esempio con un aspirapolvere per uso industriale.
In base ai depositi di polvere nell'ambiente dell'apparecchio di comando, l'operatore
deve definire un ciclo di pulizia adeguato.
In caso di pulizia con aria compressa, prestare attenzione alle disposizioni interne all'azienda
per non sollevare un'eccessiva quantit di polvere.
L'eventuale sollevamento di una quantit eccessiva di polvere pu portare alla formazione di
miscele esplosive polvere-aria. Adottare le misure adeguate per escludere con certezza il
rischio di esplosione.
Leventuale tensione di rete presente allinterno dellapparecchio di comando
potenzialmente mortale. Il contatto con componenti conduttori di tensione pu essere letale.
Prima della pulizia, scollegare l'apparecchio di comando dall'alimentazione e assicurarlo
contro una riattivazione accidentale, chiedendo eventualmente aiuto a colleghi. Evitare il
contatto involontario con componenti o moduli conduttori di tensione.
AVVERTENZA
PERICOLO!
PERICOLO!
Ricerca degli errori Ricerca errori e rimedi
71 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
7 Ricerca degli errori
7.1 Riparazioni
L'apparecchio di comando non contiene componenti che possono essere riparati
dall'installatore o dall'operatore. Non aprire mai l'apparecchio; in caso di danno, spedirlo ad
AViTEQ Vibrationstechnik GmbH, 65795 Hattersheim-Eddersheim.
Leventuale tensione di rete presente allinterno dellapparecchio di comando e
dell'azionamento magnetico potenzialmente mortale. Il contatto con componenti
conduttori di tensione pu essere letale. Evitare qualsiasi contatto con parti conduttrici di
tensione prima dellattivazione della rete.
7.2 Ricerca errori e rimedi
Pericolo di danneggiamenti e lesioni mortali in caso di smontaggio dell'apparecchio di
comando. Al suo interno non vi sono componenti che possono essere riparati dall'operatore.
Non tentare di effettuare riparazioni autonomamente. Non smontare mai l'apparecchio,
neppure se l'alimentazione scollegata. In caso di problemi, spedire l'apparecchio completo
a AViTEQ Vibrationstechnik, GmbH, 65795 Hattersheim-Eddersheim! Provvederemo alla
riparazione il pi rapidamente possibile.
Nella tabella seguente sono riportati gli errori che potrebbero manifestarsi in fase di
installazione oppure durante il funzionamento. Tuttavia, prima di attuare misure per
l'eliminazione degli errori opportuno consultarci!
PERICOLO!
PERICOLO!
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 72
7
Gli errori riportati di seguito si riferiscono all'apparecchio di comando. Per eventuali errori
causati dall'apparecchio utilizzatore o dal vibratore magnetico, consultare le relative
istruzioni per l'uso.
Errore Causa Rimedio
O
Lapparecchio di
trasporto a
vibrazione non
funziona.
Tensione di rete mancante. Nessun LED lampeggiante. Eliminare la causa, verificare il/i fusibile/i.
Fusibile di rete bruciato. Nessun LED lampeggiante. Sostituire il fusibile, ev. verificare l'assorbimento di corr.
Condotto di alimentazione danneggiato. Nessun LED
lampeggiante.
Definire la causa e sostituire il condotto di alimentazione.
Tensione di rete piena nei morsetti 3 e 4 (identica alla
tensione nei morsetti 1 e 2).
Vibratore magnetico non collegato o condotto di
alimentazione interrotto.
Collegare correttamente il vibratore magnetico.
Cortocircuito tiristore, vibratore rumoroso. Far sostituire il tiristore ad AViTEQ Vibrationstechnik.
Componenti dell'apparecchio di comando (tiristore,
trasformatore di alimentazione, scheda o simile)
difettoso, tensione assente nei morsetti di uscita 3 e 4.
Necessit di riparazione.
Spedire l'apparecchio di comando a
AViTEQ Vibrationstechnik.
Predispositore dellampiezza di vibrazione
(potenziometro) o relativa alimentazione difettosi.
Sostituire il predispositore dellampiezza di vibrazione o il
relativo cavo; consultare ev. AViTEQ Vibrationstechnik.
Morsetti 12 e 13 non collegati a un ponte. Verificare interruttore (rel) o accoppiatore ottico (se
presente) oppure inserire un ponte; in alternativa
collegare i morsetti tramite un interruttore (rel) o un
accoppiatore ottico.
Cavo di segnale danneggiato. Sostituire il cavo di segnale.
O
Prestazione ridotta
dell'apparecchio di
trasporto a
vibrazione.
Apparecchio di comando non corretto. Assegnare un apparecchio di comando appropriato,
verificare i dati di consegna di AViTEQ Vibrationstechnik.
Tensione all'uscita dell'apparecchio di comando
(morsetti 3 e 4) troppo ridotta.
Verificare tensione di rete e impostazione
dell'apparecchio di comando. Verificare i dati della
tensione di vibratore magnetico e apparecchio di
comando, aumentare ev. la tensione del vibratore sul
potenziometro di regolazione oppure consultare AViTEQ
Vibrationstechnik.
Tensione all'ingresso del vibratore troppo ridotta. Condotto di alimentazione troppo lungo (... elevata
resistenza di linea); sostituire il condotto di alimentazione
(lunghezza, sezione),
consultare ev. AViTEQVibrationstechnik.
Scostamento dalla frequenza nominale
in caso di alimentazione interna.
Necessit di nuova messa a punto;
chiarire con AViTEQ Vibrationstechnik.
Potenziometro (morsetti 5, 6 e 7) non collegato ai
morsetti, assenza di input di comando esterno.
Collegare potenziometro o input di comando esterno.
L'apparecchio di comando trasmette una frequenza di
azionamento errata; la corrente del vibratore I
v
troppo
elevata, il fusibile pu scattare.
Necessit di riparazione o reimpostazione. Spedire
l'apparecchio di comando a AViTEQ Vibrationstechnik.
Tabella 7-a
Cause degli errori e rimedi
AVVERTENZA
Ricerca degli errori Ricerca errori e rimedi
73 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007
O
Il vibratore
magnetico funziona
con martellamento
(rumori regolari e
persistenti).
Tensione del vibratore troppo elevata. Verificare tensione di rete e impostazione
dell'apparecchio di comando. Verificare i dati della
tensione di vibratore magnetico e apparecchio di
comando, ridurre ev. la tensione del vibratore sul
potenziometro di regolazione oppure consultare AViTEQ
Vibrationstechnik.
Scostamento dalla frequenza nominale in caso di
alimentazione interna.
Necessit di nuova messa a punto;
chiarire con AViTEQ Vibrationstechnik.
Apparecchio di comando non corretto.
Frequenza di vibrazione non impostata correttamente.
Assegnare apparecchio di comando corretto,
verificare i dati di consegna di AViTEQ Vibrationstechnik.
O
Il vibratore
magnetico funziona
indipendentemente
dall'impostazione del
potenziometro con la
massima ampiezza
di vibrazione.
Il cavo di segnale al morsetto 5 interrotto. Verificare e sostituire il cavo di segnale.
O
Con posizione del
potenziometro fino a
ca. 9 il vibratore
magnetico funziona
solo con ampiezza di
vibrazione minima.
Potenziometro non collegato correttamente ai morsetti
(attivato come resistenza addizionale).
Collegare correttamente il potenziometro.
Errore Causa Rimedio
Tabella 7-a (continua)
Cause degli errori e rimedi
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
2007 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Versione 04/2007 i
8
A
Altezze 1-4
Ambienti a rischio di scoppio e di esplosione 0-2, 1-4
Apparecchio di comando 1-1
Apparecchio di terzi 5-1
Apparecchio di trasporto a vibrazione 1-1
Assegnazione 4-3
Attivazione/Disattivazione, esterna 4-9
C
Caduta 4-14
Campi dapplicazione 1-4
Ciclo di pulizia 6-1
Circuito flusso grossolano e flusso fine 4-6
Compatibilit elettromagnetica (EMV) 4-13
Condizioni climatiche 1-4
Condizioni di garanzia 1-2
Copyright 0-3
Corrente 3-3
D
Dati tecnici 3-3
Dimensioni 3-1
Direttiva EMV 3-1
E
Esclusione del diritto di garanzia 1-2
F
Frequenza 3-1, 5-4
G
Garanzia 1-2
I
Impiegati 2-3
Input di comando, esterni 3-2, 4-7
L
LED 3-3
Lunghezze 4-14
M
Magazzinaggio 2-1
Manopola 4-12
Manutenzione 6-1
Martellamento 5-2
Materiale 2-2
Materiali usati per la fabbricazione dellapparecchio 2-3
Meccanico 4-1
Messa 5-1
Messaggi 3-3
Modello 3-3, 4-1, 4-3
Modello a montaggio incassato 1-1
Modello ad alloggiamento 1-1
N
Numero di vibrazioni 3-1
P
Personale per linstallazione e lutenza 1-5
Potenza 3-3
Potenziometro 4-12
Predispositore 4-12
Protezione 4-10
8 CODICE
Codice
ii 1998 AViTEQ Vibrationstechnik GmbH Version 04/2007
R
Regolazione della tensione 3-2
Rel 4-6
Responsabilit sul prodotto 1-2
Ricerca 7-1
Rilascio, esterno 3-2
Riparazioni 7-1
Ritiro 2-2
S
Scala 4-12
Schema 4-11
Sicurezza 0-2
Smaltimento 2-2
Stato modifiche 1-1
Strumento a ferro mobile 5-3
T
Temperature ambientali 1-4
Tensione 5-1
Tensioni 3-3
Trasporto 2-1
True RMS 5-3
U
Utilizzo conforme alle disposizioni 0-1
V
Valore 5-3
Vibratore magnetico 1-1
Vibratori magnetici di produttori terzi 1-4
Volume 2-1
Istruzioni per l'uso dell'apparecchio di comando VIBTRONIC

SC(E)...-2
Dichiarazione di conformit CE
Produttore:
AViTEQ Vibrationstechnik GmbH
Im Gotthelf 16
D-65795 Hattersheim-Eddersheim
Descrizione del prodotto:
Apparecchi di comando per vibratori magnetici
Tipi di apparecchi:
SC...-2, SCE...-2
I prodotti delle serie indicate sono conformi alle prescrizioni della seguente Direttiva Europea:
89/336/CE Direttiva del Consiglio per l'armonizzazione delle disposizioni di legge
degli Stati Membri in materia di compatibilit elettromagnetica,
modificata dalle successive Direttive 91/263/CE, 92/31/CE e 93/68/CE.
La conformit dei prodotti alle Direttive Europee viene garantita dal rispetto completo delle seguenti norme
armonizzate:
DIN EN 50081-2
DIN EN 50082-2
disponibile una documentazione tecnica completa. Sono presenti le istruzioni per l'uso relative agli
apparecchi. Il marchio CE stato apposto.
Rispettare le avvertenze di sicurezza riportate nelle istruzioni per luso allegate.
La presente dichiarazione certifica la conformit alle norme e alle direttive di cui sopra, ma non fornisce alcuna
assicurazione in merito alle qualit del prodotto.
Hattersheim-Eddersheim, 01.10.02
Firma legalmente impegnativa:
Nickmann
Telefono: 0 61 45 / 5 03 - 0
Fax: 0 61 45 / 5 03 - 200
Fax hotline di assistenza: 0 61 45 / 5 03 - 112
www.aviteq.de
AViTEQ Vibrationstechnik GmbH
Im Gotthelf 16
D-65795 Hattersheim-Eddersheim
VIB 12.85 / 0307 IT