Sei sulla pagina 1di 38

RAGIONERIA GENERALE (E-O)

Materiale didattico:
! Contabilit dimpresa e valori di bilancio (4a ediz.) a cura di L.Marchi, Giappichelli Editore ! Bilancio di Esercizio e principi contabili (5a ediz.) di A.Quagli, Giappichelli Editore ! Materiale disponibile su Aulaweb (riferimenti normativi, lucidi del corso) N.B. I lucidi del corso sono un supporto per le lezioni e non sostituiscono in alcun modo i libri di testo

Ricevimento:

! Su Aulaweb (Forum News e Ricevimento Virtuale) ! Tutti i mercoled, ore 11:00 studio n.5 ex Ditea

LA CONTABILIT GENERALE
OGGETTO: IL SISTEMA DELLE OPERAZIONI DI GESTIONE SCOPO: 1) CONTROLLO CONTINUO MOVIMENTI FINANZIARI ED ECONOMICI 2) DETERMINAZIONE PERIODICA CAPITALE DI FUNZIONAMENTO E REDDITO STRUMENTO: IL CONTO

!! prospetto a due sezioni !! intestato a un dato oggetto, variabile e misurabile !! con lo scopo di rilevare la dinamica delloggetto e misurarne la consistenza in un determinato momento !! variazioni positive in una sezione e negative in unaltra

IL CONTO (1)
Dare CASSA Avere

+ cassa
Motivi:
1)! Ottenimento finanziamento 2)! Vendite per contanti 3)! Incasso crediti

- cassa
Motivi: 1)! Rimborso finanziamento 2)! Acquisti per contanti 3)! Pagamento debiti

IL CONTO (2)
Dare CASSA 100 Avere 80 Saldo dare 20 (differenza tra le due sezioni)

Terminologia: ! Intestare (o istituire) ! Accendere (o aprire) ! Addebitare ! Accreditare

! Chiudere ! Spegnere ! Estinguere un conto

LA STRUTTURA DEL CONTO


Conto: Cliente Almaplastica s.r.l. (interrogazione al 16/1/11)
n 1 2 Data Causale dare 200 120 avere Saldo dare 200 80 Saldo avere

10/1/11 Vendita (fatt. n. 208/1/11) 15/1/11 Incasso parziale (fatt. n. 20- 8/1/11)

Sezioni accostate con evidenza del saldo


Conto: Cliente Almaplastica s.r.l. (interrogazione al 16/1/11)
n Data Causale dare 200 n Data Causale avere 120

1 10/1/11 Vendita

2 15/1/11 Incasso parziale

Sezioni contrapposte

IL METODO DI REGISTRAZIONE (1)


Ipotesi: si segue il SISTEMA DEL REDDITO (la contabilit generale rileva le operazioni esterne)

1 PRINCIPIO - OGNI OPERAZIONE OSSERVATA SOTTO DUE ASPETTI (LA CAUSA E L EFFETTO)
! primo aspetto: aspetto originario (serve per misurare) = aspetto finanziario (cassa come valore numerario certo, debiti/crediti commerciali come valori numerari assimilati, debiti/crediti di finanziamento) ! secondo aspetto: aspetto derivato (ci di cui si misura il valore) = aspetto economico (costi/ricavi, finanziam. con mezzi propri) !! aspetto economico come causa operazione !! aspetto finanziario come riflesso delloperazione Se non esiste il secondo aspetto si parla di permutazione finanziaria (es. incasso di un credito commerciale)

IL METODO DI REGISTRAZIONE (2)


2 PRINCIPIO PER OGNI ASPETTO DI OSSERVAZIONE ESISTE UNA SERIE DI CONTI
CONTI FINANZIARI: CASSA, CREDITI, DEBITI CONTI ECONOMICI: REDDITUALI, PATRIMONIALI

3 PRINCIPIO - OGNI CONTO HA DUE SEZIONI: UNA PER LE VARIAZIONI AUMENTATIVE, L ALTRA PER LE VARIAZIONI DIMINUTIVE

IL METODO DI REGISTRAZIONE (3)


4 PRINCIPIO - FUNZIONAMENTO ANTITETICO DELLE DUE SERIE DI CONTI: VARIAZIONI DELLO STESSO SEGNO (+/-) NEI DUE ASPETTI SONO ACCOLTE IN SEZIONI OPPOSTE DEI CONTI APPARTENENTI ALLE DUE SERIE
VARIAZIONI VARIAZIONI VARIAZIONI VARIAZIONI FINANZIARIE POSITIVE: DARE FINANZIARIE NEGATIVE: AVERE ECONOMICHE POSITIVE: AVERE ECONOMICHE NEGATIVE: DARE

+ CASSA (SEZIONE DARE) + RICAVI DI VENDITA (SEZIONE AVERE) - CASSA (SEZIONE AVERE) - CAPITALE PROPRIO (SEZIONE DARE)

LO SCHEMA PER QUADRANTI


VE + COSTI -! RICAVI -! MEZZI PROPRI + CASSA + CREDITI - DEBITI VF + VE + + RICAVI -! COSTI + MEZZI PROPRI -! CASSA -! CREDITI + DEBITI VF 9

IL METODO DI REGISTRAZIONE (4)


Cassa Versamento soci Rimborso soci Ottenimento mutuo Rimborso mutuo 50 15 Banca c/c 30 20 Crediti Vendita a dilazione 40 20 Ricavi vendita 40 15 Mutui Bancari 30 Capitale sociale 50

Cassa Acquisto per contanti 35

Costi per materie 35

IL METODO DI REGISTRAZIONE (5)


5 PRINCIPIO USO STESSA UNIT DI CONTO
I 5 PRINCIPI ASSIEME FORMANO IL METODO DELLA PARTITA DOPPIA CONSEGUENZE DEI PRINCIPI (TEOREMI DELLA PARTITA DOPPIA) 1) TOTALE ADDEBITAMENTI = TOTALE ACCREDITAMENTI 2) TOTALE SALDI DARE = TOTALE SALDI AVERE

UN ESEMPIO APPLICATIVO (1)


1)! Apporto di capitale sociale per 700. Conferimento per 500 in cassa e per 200 su c/c bancario Cassa Banca c/c Capitale sociale

500

200

700

2) Ottenimento di mutuo bancario per 400 con disponibilit su c/c bancario Banca c/c Mutui bancari

200 400

400

UN ESEMPIO APPLICATIVO (2)


3) Acquisto materie per 150, regolamento in conto Acquisti materie Debiti v/fornitori

150

150

4) Regolamento parziale per 50 del debito verso fornitori. Pagamento per contanti Cassa Debiti v/fornitori

500

50

50

150

UN ESEMPIO APPLICATIVO (3)


5) Vendita prodotti per 200. Regolamento differito Crediti v/clienti Vendite prodotti

200

200

6) Incasso della met del credito v/clienti Cassa Crediti v/clienti

500 100

50

200

100

7) Versamento di 100 su c/c bancario Banca c/c Cassa

200 400 100

500 100

50 100

UN ESEMPIO APPLICATIVO (4)


1) ADDEBITAMENTI = ACCREDITAMENTI CONTI CASSA BANCA CLIENTI FORNITORI ACQUISTI Tot. Dare CONTI Tot. Avere 150 200 700 150 400 100 1.700

600 FORNITORI 700 VENDITE 200 CAP. SOCIALE 50 CASSA 150 MUTUI CLIENTI 1.700 Totale

Totale

UN ESEMPIO APPLICATIVO (5)


2) SALDI DARE = SALDI AVERE CONTI CASSA BANCA CLIENTI ACQUISTI Saldi Dare CONTI Saldi Avere 100 200 700 400 1.400

450 FORNITORI 700 VENDITE 100 CAP.SOCIALE 150 MUTUI 1.400 Totale

Totale

IL PIANO DEI CONTI


Sistema dei conti e delle norme che ne regolano il funzionamento ARTICOLAZIONE GERARCHICA SU PI LIVELLI CON CODICI NUMERICI 1.! Attivit 1.1 Immobilizzazioni 1.1.1. Immobilizzazioni materiali 1.1.1.10 Terreni 1.1.1.10.10 Terreni agricoli predisposto secondo le scelte aziendali VINCOLO: Collegamento con schemi di bilancio (rigidi)

RILEVAZIONE CRONOLOGICA
LIBRO GIORNALE Libro dove vengono accolte in ordine cronologico le scritture relative a ogni operazione o a ogni gruppo di operazioni

Esempio:
Acquisto di materie per 50. Pagamento con c/c bancario

RIPORTO A MASTRO
LIBRO MASTRO Libro che raccoglie sistematicamente tutti i conti con le relative scritture in dare e in avere

RAPPRESENTAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI


Articoli di libro giornale:
Materia A c/acquisti a Fornitore ALFA Fornitore ALFA a Banca BETA c/c 50 50

Riporto a mastro:
Materia A c/acquisti

50
Fornitore ALFA Banca BETA c/c

50

50

50

METODO PER QUADRANTI


FORMA DIDATTICA:
VE Materia A c/acquisti VF + VE Fornitore ALFA VF + 50 Banca BETA c/c 50 Fornitore ALFA 50 VFVE + 50 VFVE +

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (IVA) - 1


Imposta che colpisce il consumo (indiretta, non sui redditi) ma che viene versata allerario dalle imprese produttrici

Esempio: Produttore originario A cede beni a B per 100 B trasforma e cede i beni a Consumatore finale per 150
LIVA si applica sul prezzo vendita = 100 IVA = 21% di 100 = 21 -> A cede i beni a B per 100 + 21 IVA. Lincasso di 121 per A sar composto da: ! Ricavo per 100 ! IVA dovuta allerario (debito) per 21 B acquista per 121 (100: costo, 21: credito verso lerario). Poi cede a C per 150. C paga 150 + IVA 21% (31,5) = 181,5 I 31,5 di IVA che B incassa sono un debito verso lerario. 22 Quindi B versa allerario: 31,5 (debito) 21 (credito) = 10,5

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (IVA) - 2


Lerario ha incassato IVA: 21 (da A) + 10,5 (da B) = 31,5 31,5 il 21% di 150 (prezzo applicato da B a consumatore)

A e B non sostengono alcun onere per lIVA: per loro si risolve in un giro finanziario (incassano per versare dopo) C lunico soggetto colpito dallIVA: paga 181,5 un bene che ne vale 150. Ma non lui ad avere rapporti con lerario
!! Sugli acquisti sorge un credito verso lerario per lIVA pagata (o da pagare) !! Sulle vendite sorge un debito verso lerario per lIVA incassata (o da incassare)
23

ACQUISTO DI MATERIE: SCHEMA BASE


a) LA LIQUIDAZIONE: VE-, VF -

Costo acquisto Debito v/fornitori


b) IL PAGAMENTO: VF+, VF-

Debito v/fornitori

Liquidit (cassa, )

Acquisto di materie per 200 + IVA.


Materie c/acquisti Iva ns. credito 200 42 Fornitori materie 242

GLI ONERI ACCESSORI DI ACQUISTO: I COSTI DI TRASPORTO


AZIENDA (P. ASS.) Caso 3 Caso 4

PAGAMENTO (Aspetto finanziario) FORNITORE (P. AFFR.)

Caso 1 FORNITORE (FMC)

Caso 2 AZIENDA (FMV)

COMPETENZA ECONOMICA

ESEMPI DI COSTI ACCESSORI (1)


Caso 1) FMC, P.AFFR. Pagati dal fornitore senza richiesta di rimborso: NESSUNA RILEVAZIONE CONTABILE da parte dellazienda (che acquista le materie) Caso 2) FMV, P.AFFR. Pagati dal fornitore e chiesti in rimborso: 2.a) ONERI DOCUMENTATI 2.b) ONERI NON DOCUMENTATI
2.a) Documentati = fattura autonoma emessa dal vettore e intestata al cliente sulla quale sar gi stata applicata lIVA. Pertanto su di essi il fornitore non applica lIVA per una seconda volta ma chiede semplicemente il rimborso. 2.b) Non documentati = non c fattura autonoma, sono inclusi nella base imponibile IVA da fornitore nella fattura di acquisto delle materie (inclusi o meno nel costo di acquisto delle materie).

ESEMPI DI COSTI ACCESSORI (2)


2.a) Ricevuta fattura per materie per 200 + IVA con oneri documentati per trasporto di 60,5 (IVA inclusa) sostenuti in nome e per conto dellazienda. Costi trasporto Iva ns. credito 50 10,5 Fornitori servizi

60,5

Fornitori servizi Materie c/acquisti Iva ns. credito

60,5 Fornitori materie 200 42 Fornitori materie

60,5

242

ESEMPI DI COSTI ACCESSORI (3)


2.b) Ricevuta fattura per materie di 200 + IVA con rimborso oneri non documentati per trasporto di 60. Materie c/acquisti Costi trasporto IVA ns. credito 200 60 54,6 Fornitori materie 314,6

ESEMPI DI COSTI ACCESSORI (4)


Caso 3) FMC, P.ASS. Sostenuti direttamente dallazienda (comp. ec. del fornitore) La fattura del vettore intestata al fornitore, lazienda si limita ad anticipare il pagamento. 3) Ricevuta fattura per materie di 200 + IVA. Pagato vettore in nome e per conto del fornitore per trasporto relativo di 50 + IVA Materie c/acquisti Iva ns. credito 200 42 Fornitori materie 242

Fornitori materie

60,5 Fornitori servizi

60,5

ESEMPI DI COSTI ACCESSORI (5)


Caso 4) FMV, P.ASS. Sostenuti direttamente dallazienda (comp. ec. dellazienda) Saranno oggetto di fattura a s, assoggettata ad IVA. 4) Ricevuta fattura per materie di 200 + IVA. Ricevuta fattura da vettore per trasporto relativo di 50 + IVA. Materie c/acquisti Iva ns. credito 200 42 Fornitori materie 242

Costi trasporto su acquisti 50 Iva ns. credito 10,5 Fornitori servizi

60,5

LE RETTIFICHE DEI COSTI DI ACQUISTO


!! Resi su acquisti !! Abbuoni, ribassi e sconti !! Premi di quantit o di fedelt !! Rettifica errori di fatturazione
Schema base: Debito v/fornitori storno costo di acquisto storno IVA ns. credito

! Rettifica diretta (movimentando il conto acquisti) ! Rettifica indiretta (movimentando un conto specifico)

RESI SU ACQUISTI
!! Con emissione di nota di variazione valida ai fini IVA (art.26, d.p.r. 633/1972) da parte del fornitore !! Senza emissione di nota di variazione

Esempio: Rilevata nota di accredito per resi su acquisti per 10+IVA


Debito v/fornitori 12,1 Resi su acquisti IVA ns. credito 10 2,1

ABBUONI, RIBASSI E SCONTI


"! Sconti in fattura (es. incondizionati o pronta cassa) "! Sconti successivi !!Con nota variazione IVA (documentati) !!Senza nota variazione IVA (non documentati)

Ricevuta nota accredito per sconti per 40 + IVA


Debito v/fornitori 48,4 Sconti su acquisti IVA ns. credito 40 8,4

Pagamento debito di 400 v/fornitori materie con abbuono non documentato di 4


Debito v/fornitori 400 Abbuoni attivi Cassa 4 396

PREMI SU ACQUISTI
!! Premi di quantit: stesso trattamento dei resi !! Premi fedelt: cessioni di denaro escluse da disciplina IVA

Rilevati con nota premi di quantit per 30+IVA


Debito v/fornitori 36,3 Premi da fornitori IVA ns. credito 30 6,3

Ricevuto premio fedelt per 40, in contanti


Premi da fornitori Cassa 40
34

40

GLI ANTICIPI A FORNITORI


Gli anticipi vanno fatturati e sono imponibili IVA

Emesso assegno di 484 quale anticipo per fornitura.


Crediti v/fornitori 484 Banca c/c 484

Il fornitore ci invia fattura dellanticipo.


Anticipi v/fornitori IVA ns. credito 400 Crediti v/fornitori 84 484

Ricevuta fattura definitiva della fornitura per 800 + IVA Materie c/acquisti 800 IVA ns. credito 84 Anticipi v/fornitori 400 Debiti v/fornitori 484

35

ACQUISTI E BASE IMPONIBILE IVA: RIEPILOGO


Corrispettivo bene/servizio acquistato + Oneri accessori (a carico dellazienda) - Resi (con nota di variazione IVA) - Abbuoni, ribassi e sconti (in fattura o documentati) - Premi di quantit (con nota di var. IVA) - Anticipi a fornitori = Base imponibile
36

MODALIT DI PAGAMENTO
Distinzione in base alla forma tecnica: 1)! Per cassa 2)! Con emissione assegni bancari 3)! Con girata di assegni bancari in portafoglio 4)! Con emissione di assegni circolari (provvista per contanti o a valere sul c/c bancario) 5)! Con giroconto bancario 6)! Con bonifico bancario 7)! Con carta di credito 8)! Girando cambiali attive (effetti attivi) Distinzione in base al tempo: ! Posticipato 1)! Regolamento in conto, a dilazione 2)! Accettando cambiali tratte 3)! Emettendo cambiali pagher ! Anticipato

37

OPERAZIONI DI VENDITA : SCHEMA BASE


a) LA LIQUIDAZIONE: VF+, VE+ Ricavo di vendita Crediti v/clienti b) IL PAGAMENTO: VF-, VF+ Liquidit (cassa, ) Crediti v/clienti

Esempio: Vendita di prodotti per 200 + IVA


Crediti v/clienti Prodotti c/vendite 242 IVA ns. debito 200 42
38