Sei sulla pagina 1di 6

PRIMO ANNO DI VITA

Durante il primo anno di vita il bambino fa pi conquiste che in tutto il resto della sua vita !" un periodo molto bello per i #enitori ma spesso molto stancante soprattutto per le mamme$ a cui % affidata la cura del bambino per la ma##ior parte della #iornata Dal punto di vista biolo#ico il bambino nasce #i& dotato di tutte le fun'ioni che #li serviranno da adulto ma le lascia momentaneamente da parte per far emergere la sua parte psicolo#ica Deve scoprire chi % e lo fa attraverso #li scambi con le persone che si prendono cura di lui e che lo trovano importante e interessante (econdo )innicot non esiste un bambino sen'a una madre che lo pensa Il bambino nasce che sa appena #irare #li occhi e il volto verso chi #li parla e arriva nel #iro di pochi mesi al cammino Attraverso le sue conquiste il mondo attorno a lui viene (perimentato attivamente sen'a dover aspettare che siano #li adulti a portar#lielo Dopo aver assunto il controllo del capo e del tronco per potersi #irare verso chi #li sta attorno e desta il suo interesse$ comincia a stare seduto e in questo modo verso i sei*sette mesi cambia anche il suo punto di vista sul mondo$ comincia a usare le mani per prendere le cose che #li piacciono e avere un controllo sull"ambiente +on il #attonamento il punto di vista cambia ancora e pu, andare vicino alle sue fonti di piacere$ se#uire la mamma$ trattenerla e camminando impara che pu, spostarsi e avere le mani libere nello stesso momento In questo modo scopre attivamente l"ambiente che lo circonda e pu, intera#ire con #li altri I #enitori durante questo processo accompa#nano il fi#lio - sen'a anticiparlo$ perch importante che il bambino affronti #radualmente tutte le tappe$ e sen'a frenarlo per paura che vada incontro a cose troppo #randi per lui !" importante per il bambino che l"adulto assista alle sue conquiste perch le confermi e le consolidi !. importante sapere che spesso il bambino$ dopo aver conquistato una nuova abilit& la lascia un poco da parte$ con #rande sorpresa per i #enitori$ per tornare alla precedente or#ani''a'ione$ va avanti poi torna indietro$ dando l"impressione di regredire. !" invece per lui un modo di consolidare le abilit& #i& acquisite e anche per essere sicuro che i #enitori #li vo#liono bene comunque$ anche quando fa il /bambino piccolo/ 0uesta % una vera e propria re#ressione fisiolo#ica$ il bambino torna nella sicure''a di abilit& pi facili da esercitare prima di affrontare nuovamente le difficolt& delle nuove conquiste Non biso#na farsi de#li schemi troppo ri#idi O#ni bambino ha i suoi tempi e i suoi ritmi e cresce stimolato dalle esperien'e piacevoli e dalla fiducia dei #enitori nei (uoi pro#ressi (altare le tappe$ se pu, essere piacevole per i #enitori che vedono il fi#lio crescere pi in fretta$ non #iova al bambino che deve fare le sue conquiste poco per volta e dev"essere pronto sia fisicamente che psicolo#icamente ai nuovi passi Il bambino piccolissimo che punta i piedi non ha #i& vo#lia di camminare - % ancora solo un riflesso$ lo faceva #i& nella pancia della mamma +amminare % una cosa diversa$ % un atto volontario che presuppone anche alcune competen'e psicolo#iche che un bimbo di pochi mesi non possiede ancora Alcuni #enitori chiedono se lasciare il neonato nella culla non sia troppo limitativo per lo sviluppo dei suoi sensi e che forse la sdraietta #li offre un punto di vista pi ampio Non biso#na per, dimenticare che nei primi mesi di vita i bimbi sono pi concentrati su se stessi piuttosto che (u#li stimoli esterni e devono abituarsi ai loro processi fisiolo#ici che prima non conoscevano A 1 mesi i bimbi sono molto pi interessati alle persone che li circondano piuttosto che a tutti #li o##etti e ai #iochi che i #enitori possono dar#li perch si distra##a$ per cui % facile che a quest"et&$ un bambino che % sempre stato buono anche lasciato solo$ pu, non lasciare andare la mamma per un solo momento protestando vivamente se lei si allontana e calmandosi solo al suo ritorno !2 proprio adesso che si consolida quella caratteristica propriamente umana che % la ricerca della rela'ione

A 3 mesi si comincia a vedere che il bambino si accor#e se intorno a lui ci sono persone diverse da quelle a cui % abituato 4"an#oscia dell"estraneo si pu, manifestare in modi diversi$ da semplici rea'ioni di atten'ione e curiosit& a vere e proprie crisi di paura fanno comunque dei confronti per capire se anche da queste persone si possono ottenere le cose buone che arrivano di solito da mamma e papa Ma % la fami#lia che si deve adattare al bambino o il bambino che si deve adattare ai ritmi della fami#lia 5 4e cose da fare in casa sono tante e loro vo#liono propri te6 !ppure % anche piacevole sapere che pian#e perch vuole proprio te ma quando si % tra amici e devono farsi vedere sono buonissimi$ non potrebbero esser lo anche quando in casa c"% da riordinare 5 I bimbi sono meno inquinati di noi dall"uso del lin#ua##io e percepiscono essen'ialmente la dimensione emotiva delle situa'ioni7 sentono che ci sono momenti in cui #li adulti non pensano a loro e ci si adattano ma questo dipende da come si adattano i #enitori- quando i #enitori sono con de#li amici e stanno bene con loro e parlano del loro bimbo e ricevono or#o#liosi i loro complimenti non stanno proprio con lui ma il bimbo sente che loro ci sono e stanno bene$ cos8 sta bene anche lui Non datevi troppe /imposi'ioni/$ % difficile conciliare tutto - momenti per s9$ la casa$ il lavoro e occuparsi del proprio bambino (i va per prove ed errori ed % sicuramente una delle cose pi stressanti che esistano (e si trova un momento per s9 la testa e comunque sempre col bambino - ci si sente come prosciu#ati (olo quando i #enitori sentono che loro e il bambino sono in #rado di separarsi #li uni dall"altro e viceversa si possono #odere questi momenti 4a dipenden'a % necessaria per le#arsi e per potersi poi separare : ;n buon attaccamento nel primo anno di vita permette al bambino di poter stare me#lio da solo dopo$ di effettuare una buona separa'ione perch ha sperimentato la fiducia nelle persone Per un #enitore % difficile non accontentare il bambino in tutto e per tutto$ dar#li dei limiti$ per paura che troppo presto possa sperimentare la frustra'ione ma % importante che il bambino impari ad aspettare Pian#e ma non muore se quando il #enitore torna$ torna con una disponibilit& mi#liore nei suoi confronti 0uando sono piccolissimi vo#liono una risposta concreta - il seno$ il latte$ la mamma A questa piano piano si a##iun#ono cose in pi - il carillon$ la voce$ una ma#lia della mamma che col tempo diventano o##etti consolatori <o##etti transi'ionali= che #li permettono di aspettare un po" di pi il ritorno della mamma perch attraverso questi sostituti se la possono ricordare 4"assen'a della mamma per un bambino molto piccolo che non ha le capacit& per pensarla equivale alla sensa'ione di morire Non ci si deve Sentire troppo e#oisti nel pensare di aver biso#no di riprendersi un po" di tempo per s9 Riservarsi un po" di tempo per recuperare le for'e$ riuscendo a dele#are ad altri alcuni compiti di cura del bambino$ ci aiuta a stare me#lio con lui dal punto di vista qualitativo Dopo il primo anno sar& lui che$ acquisendo un"autonomia ma##iore$ si prender& de#li spa'i in cui stare da solo lasciando ai #enitori un po" di tempo per /riposarsi/ Per alcune mamme % difficile affidare i propri bimbi a chiunque altro anche solo al marito per altre la necessit& di affidarli ad altri per problemi di tempo le fa preoccupare del fatto che si possano attaccare solo a loro e dipendere solo da loro ;n bambino per, identifica sempre i propri #enitori anche se sono in tanti a prendersi cura di lui$ che lo cambiano$ che #li danno da man#iare !" un riconoscimento biolo#ico che per la mamma comincia dall"odore e dal calore che #li trasmette da quando % nella pancia e per il papa dalla voce che sentono sempre in presen'a della mamma (olo verso un anno di vita cominciano a dire IO, ci vuole un po" di tempo perch capiscano che sono una persona diversa dalla loro mamma e che si #irino chiamandoli per nome

Anche i ritmi del sonno cambiano molto in questo primo anno di vita 7 purtroppo anche quelli dei #enitori 6 Ini'ialmente i ritmi sonno*ve#lia re#olati dall"alimenta'ione (olo dopo i > mesi i bambini

cominciano a prendere il ritmo notte*#iorno$ anche se ma#ari sba#liano orari All"avvicinarsi del momento di dormire molti bambini diventano irascibili$ pian#ono$ si lamentano ma se ci pensiamo anche per molti adulti il sonno % un problema I bimbi percepiscono sentimenti ed emo'ioni de#li adulti e pu, succedere che$ verso i tre o quattro mesi$ alla sera$ percepiscono la stanche''a dei #enitori come un se#no di passa##io$ di cambiamento e comunicano il loro disa#io di fronte a queste emo'ioni con il pianto Di solito basta trovare un piccolo rituale che permetta loro di prepararsi e di affrontare questo passa##io (i tratta di anticipare il momento in cui sar& stanco e favorire il rilassamento - oscurare la stan'a$ una musica$ un #ioco che si ripete$ una filastrocca$ dar#li il ciuccio$ un peluche per rendere il passa##io pi #raduale O#ni bimbo sce#lie poi la sua strada$ sta al #enitore proporre solu'ioni diverse ;na pu, essere quella di portare il bambino a letto con s9 Il /pericolo/ % che il bimbo cerchi di (tare il pi a lun#o possibile nel letto dei #enitori ma che anche i #enitori possano trovare comoda questa solu'ione - % pi complicato trovare alternative che soddisfino entrambi sen'a /vi'iarli/ 0uella di vi'iare i propri fi#li % una delle preoccupa'ioni pi #randi dei #enitori Il problema % quello di decidere se assecondarli o essere pi ri#idi ma una cosa non esclude necessariamente l"altra +i sono abitudini che servono ai bimbi per ambientarsi in quanto la ripeti'ione % la loro principale modalit& di conoscen'a 4e cose che si ripetono hanno un #rande valore nel costruire un senso di continuit& e quindi di identit& per il bambino 4a ripeti'ione costante della sequen'a "piango - la mamma mi da il latte - mi cambia - io sto bene" #li da il senso del tempo e la fiducia che qualcuno arriva sempre 4e prime abitudini si riferiscono spesso a biso#ni primari 7 superata questa fase non biso#na dimenticare la possibilit& di fare nuove proposte per promuovere l"evolu'ione Ini'ialmente i bimbi possono dimostrarsi molto resistenti nel l"accettare nuove solu'ioni ma quando scoprono che queste portano ad una ma##iore autonomia sono pi propensi a cambiare abitudini Anche le paure$ sebbene nei bambini siano difficili da individuare$ diventano una importante fonte di comunica'ione e di prote'ione attraverso cui i #enitori possono capire se il bambino % in #rado di accettare le nuove proposte !" importante far#li capire che % protetto % che le difficolt& si possono superare Il buio$ la separa'ione sono paure molto primitive che il bambino non riesce facilmente a comunicare non potendo ancora parlare Per lui la situa'ione diventa pi tranquilla quando percepisce di poterla controllare in qualche modo- la luce accesa$ il suono familiare di una radio a volume basso$ sono solo alcune idee 4a televisione 5 Gi a quest"et& i #enitori sono preoccupati per la televisione Non % bene che stiano davanti al teleschermo anche se sembra che ne siano attratti e se ne stiano buoni Dal punto di vista neurolo#ico per loro non % stimolante$ risulta semplicemente /ipnotico/ (ono le imma#ini del mondo reale che pi li attra##ono e che sono importanti per il suo sviluppo$ e sono ben diverse dalle imma#ini della TV per luminosit&$ freq en!a, rumore da cui in qualche modo il bambino cerca di difendersi per esempio addormentandosi +he sia la mamma a #uardare la televisione mentre allatta non % controindicato fermo restando che il bimbo si accor#e se la sua mamma in quel momento non % concentrata su di lui
Prendersi cura di un bambino molto piccolo % ini'ialmente una cosa molto pratica <nutrirlo$ cambiarlo$ prote##erlo = ma spesso i pensieri dei #enitori precedono le situa'ioni problematiche del futuro !" importante invece che i #enitori si concentrino sul presente perch9 % in questo momento che si creano le basi della sicure''a futura del bambino - il bambino si affida al #enitore con fiducia e questo sar& un riferimento importante per la solu'ione delle difficolt& future 4a fun'ione del #enitore durate la crescita del bambino pu, essere considerata paradossale - da un lato lo deve consolare$ legare a s, prote##ere dall"altro deve inse#nar#li cose nuove che #li diano la possibilit& di rendersi autonomo e di andare lontano Tenerlo vicino e inse#nar#li a #uardare lontano !" infatti nel le#ame con i #enitori che il bambino si sente di essere importante e modella le sue rela'ioni con #li altri su quella coi #enitori Per i #enitori % un lavoro duro dal punto di vista

emotivo - affe'ionarsi sapendo che si staccher& da noi I #enitori di o##i sono spesso molto informati e competenti sulla crescita dei loro fi#li$ sono capaci di #uardare il bambino ma sono (pesso pre?occupati < nel senso che si occupano in anticipo$ prima ancora che si verifichi = di quello che avverr& 0uesto genera na #rande ansia che spesso si mette davanti impedendo di vedere effettivamente la portata del problema vero e proprio Anche dai mass?media % data una #rande importan'a alla fun'ione dei #enitori ma spesso questi si trovano soli a crescere il proprio bambino$ % difficile trovare la misura #iusta - il fatto di sapere che si % il sole per loro e che abbiamo il potere di farlo stare bene e % una cosa che riempie di or#o#lio i #enitori 7 allo stesso tempo o#ni piccola difficolt& li precipita in un #rande senso di impoten'a$ la paura di non riuscire$ di far#li del male$ la stanche''a$ la fatica 4a vita cambia del tutto$ soprattutto al primo fi#lio$ % una #rande #ioia e allo stesso tempo una #rande fatica Il senso di responsabilit& % uno dei sentimenti pi forti Anche i #enitori crescono$ trovano la strada col proprio bambino - si sba#lia e si impara facendo de#li errori Aiuta la propria esperien'a come fi#li$ ripensando ai propri #enitori$ a quello che (i avrebbe voluto$ a quello che ci % stato dato$ che non ci si aspettava serve per #uardarsi un po" dall"esterno +on un fi#lio il tempo scorre in un modo diverso - sembra passare velocissimo quando si #uardano i suoi pro#ressi e lentissimo se si pensa a quando pian#e ed % noioso Avere un bambino si#nifica anche ripensare al ciclo della vita$ alla propria crescita e all"inevitabile invecchiamento si diventa davvero adulti$ si ripensa ai propri #enitori che diventano nonni (i entra nell"ordine di idee che si vedr& solo in futuro quello che stiamo facendo adesso - ci vuole pa'ien'a$ i semi che si piantano adesso #ermo#lieranno in un tempo e forse anche in un luo#o lontano 0uando nasce un bambino si deve creare un posto fatto apposta per lui nella casa$ rimodellarla per poterlo acco#liere al me#lio ma questo posto speciale deve essere creato anche nello spa'io mentale dei #enitori Ini'ialmente questo spa'io % totalmente occupato dal bambino e pu, anche risultare difficile non avere pi spa'io per se stessi e mettere da parte i propri interessi (i#nifica ripro#ettare la propria vita$ il futuro$ non pi in due ma in tre$ il che comporta anche mettere in discussioni decisioni e abitudini che prima erano intoccabili (i deve entrare nell"ottica che biso#ner& affrontare dei cambiamenti 0uesti cambiamenti accompa#nano tutte le crisi a cui si andr& incontro O#ni crisi % una rottura$ qualcosa che cambia$ si rompe un equilibrio ma per crearne un altro Il bambino vorrebbe rimanere com"% ma deve scoprire cose nuove che #li fanno paura perch sono difficili - i #enitori non possono sostituirsi a lui in queste sue tappe$ non possono risparmiar#li la fatica ma devono esserci e sostenerlo in queste crisi O#ni nascita porta crisi e conflitti e ha sempre delle andate e dei ritorni ;no dei compiti pi faticosi dei #enitori % quello di dare dei limiti$ di dire dei no +i vuole for'a$ soprattutto quando si arriva a casa stanchi alla (era e si ha tanta vo#lia di lasciar correre poi forse non capiscono$ sono piccolini +apiscono quelle che sono le loro necessit& concrete$ quello di cui hanno biso#no e anche (e non hanno ancora a disposi'ione il pensiero co#nitivo percepiscono le emo'ioni$ comprendono le situa'ioni e il limite passa anche da queste e non % mai troppo presto anche per far#li capire che i #enitori hanno dei limiti quando (ono stanchi$ quando sono arrabbiati (ono regole non divieti 6 !" la loro prima palestra$ si allenano ad affrontare i no che si troveranno davanti nella vita Ini'ia una contratta'ione che continuer& per tutta la loro vita$ nei primi tempi si svol#e su fatti molto pratici poi diventer& verbale I consi#li e le sollecita'ioni che ven#ono dal mondo intorno alla nuova fami#lia sono tanti- spesso i nonni ma anche #li amici$ i vicini tutti si permettono di avere la ricetta #iusta per crescere i fi#li de#li altri Per alcuni #enitori sono fonte di sicure''a$ soprattutto se ven#ono da persone di cui ci si fida$ per altri sono solo di impiccio e difficili da mettere in pratica anche perch o#ni bimbo %

diverso da#li altri e o#ni coppia di #enitori ha anche vo#lia di provare ed eventualmente di sba#liare da sola +he questo #eneri dei conflitti % inne#abile 0uando non si % d"accordo con un punto di vista che proviene da qualcuno che % al di fuori dalla sfera familiare % un conflitto pi facile da #estire$ influen'a meno Pu, succedere che il conflitto sor#a nella coppia su modalit& di #estione di educa'ione del fi#lio e in questo caso % pi difficile da sostenere$ perch9 % esterno ma interno contemporaneamente$ nel senso che % un punto di vista diverso dal proprio ma proveniente da una persona con cui condividi una stretta intimit&$$anche mentale$ che fa percepire il partner come una parte di s9 Non biso#na per, preoccuparsi che questi conflitti siano dannosi per il bambino- sono fondamentali per la sua crescita$ lui stesso % in conflitto tra la vo#lia di stare e la spinta ad andare avanti$ tra cosa si aspetta dall"altro e cosa l"altro si aspetta da lui Discutendo e contrattando il bambino cresce consapevole che non si % sempre d"accordo su tutto ma che alla fine si trova una solu'ione e lo sperimenta osservando le contratta'ioni che avven#ono tra i #enitori perch normale che nella coppia ci siano due caratteri diversi e in questo modo il bambino pu, tener conto dell"esisten'a di punti di vista differenti +he non si debba discutere davanti al bambino dell"applica'ione immediata di una re#ola % #iusto7 per non dare al bambino due messa##i differenti % bene che i #enitori si mettano d"accordo sulle re#ole e sui limiti in un altro momento D"altra parte si verificheranno spesso interferen!e educative tra la fami#lia e il mondo esterno e il bambino imparer& ad uniformarsi in modo non ri#ido se lo faranno i #enitori- per le cose non importanti si possono avere atte##iamenti differenti e il bambino imparer& presto quali sono le cose che fanno star bene la mamma e quelle che fanno star bene il papa$ a#endo poi di conse#uen'a Per le cose importanti la coeren'a % necessaria$ sen'a per, dimenticare una #iusta dose di tolleran'a verso le proposte de#li altri e una certa flessibilit& ad ade#uare le re#ole al bambino che cresce "he il bambino assista ai liti#i familiari sentire i #enitori al'are la voce forse non % bello ma non % neanche pericoloso- ci (ono bimbi che si mettono a pian#ere altri che #irano incuriositi verso la voce pi alta ma nonostante tutto capisce quando la voce % arrabbiata con lui o se i #enitori discutono tra loro !2 importante che i #enitori cerchino di far#li vivere anche le emo'ioni ne#ative in un modo non troppo faticoso Il bambino non deve sperimentare solo cose positive ma anche situa'ioni ne#ative che si risolvono o che non escludono la possibilit& di una solu'ione (e invece i #enitori sono proprio arrabbiati col fi#lio non c"% biso#no di traumati''arlo ma % bene che capisca che una cosa non ci piace +on il #ioco il bambino scopre il mondo che lo circonda ma anche il suo mondo interno (olo da poco si % data tutta la sua importan'a alla fun'ione del #ioco I #iochi del bambino evolvono con la sua crescita Nei primi mesi bastano #li occhi della mamma$ il suo seno$ i capelli 0uando sperimenta il proprio movimento lo esercita traendo piacere dal (uo stesso corpo$ le (ue mani e i suoi piedi e #li o##etti che comincia ad esplorare$ quando acquisisce la competen'a motoria$ diventano interessanti anche del punto di vista emotivo perch % il #ioco che #li da la mamma$ quello con cui #ioca con papa Non % necessario che abbia tantissimi o##etti diversi ma pi che altro che insieme ai #enitori scopra e sperimenti tutte le fun'ioni del #iocattolo Numerose sono o##i le fami#lie bilin#ue o che$ straniere$ crescono loro fi#lio qui in Italia Il problema di questi #enitori % conservare la lin#ua madre ma anche la cultura del Paese d"ori#ine Ini'ialmente % bene parlare al bambino con la propria lin#ua madre$ che ma#ari % anche diversa tra la mamma e il papa$ ma % la lin#ua con cui si % in confiden'a e che ci fa trovare parole pi adatte$ can'oncine e filastrocche$ da pi sicure''a a chi parla e di conse#uen'a anche al bambino 0uando sar& pi #rande % inevitabile che ven#a a contatto con la lin#ua italiana e quindi che la impari semplicemente uscendo di casa$ frequentando la scuola materna

4"asilo nido % un"esi#en'a per un numero sempre ma##iore di fami#lie - esigen!e dei #enitori pi che del bambino 4"et& di in#resso varia pi in fun'ione dell"autonomia conquistata dal bambino$ se riesce a stare un minimo seduto$ se sta con persone diverse dai #enitori piuttosto che dell"et& ana#rafica Ini'iando #radualmente si pu, raffor'are la sua autonomia e non affaticarli troppo tempi troppo lun#hi non sono pensabili per lui perch non ha ancora il senso del tempo e la possibilit& di pensare che la mamma ritorner& # questa et& possono anche stare bene in me''o a#li altri$ non si trovano ancora de#li amici e spesso instaurano rela'ioni pi con #li adulti dell"asilo che coi coetanei Ma possono anche non essere ancora pronti quindi non avendone l"esi#en'a biso#na proprio vedere come stanno loro