You are on page 1of 3

LA PIETRA FILOSOFALE

L'energia creatrice usata da Dio per porrein manifestazione un sistema solare e lenergia usata dalle Divine Gerarchie per costruire i veicoli fisici dei regni inferiori nei quali devono incarnarsi le animegruppo - si manifestano nella duplice forma di VOLONT e !""#G!N#$!ON%& ed ' la stessa energia& maschile e femminile& che si unisce per creare un corpo umano( Vi fu un tempo in cui luomo era )isessuale e perci* ogni individuo poteva propagare la specie senza concorso altrui( +uccessivamente& per* & met, della forza creatrice dellindividuo )isessuale fu usata per costruirgli il cervello e la laringe& affinchpotesse creare mentalmente .cio' formare pensieri/ e pronunciare la possente parola che li trasforma in realt, materiale( A questa operazione presero parte tre grandi Gerarchie Creatrici : gli Angeli Lunari, i Signori di Mercurio e gli Spiriti Luciferici di Marte. Gli alchimisti ritennero gli Angeli Lunari governanti le maree - in relazione con lelemento SALE, i Luciferici Spiriti di Marte in relazione con lelemento ZOLFO e i Signori di Mercurio in relazione col minerale MERCURIO . Si servirono di questa simbolica raffigurazione in parte per lintolleranza religiosa, che a quellepoca proibiva qualsiasi insegnamento allinfuori di quelli sanciti dalla chiesa ortodossa , e in parte perch lumanit, in generale, non era in grado di capire le verit contenute nella filosofia ermetica. Gli alchimisti parlavano pure di un quarto elemento, lAZOTO, nome in cui sono contenute la prima e lultima lettera dellalfabeto greco, volendo con ci indicare che il significato di tale termine si estendeva dallalfa allomega, ossia che esso tutto abbracciava e comprendeva. Detto elemento veniva riferito a ci che ora si chiama Raggio Spirituale di Nettuno, lottava di Mercurio o sublime essenza del potere spirituale. Gli alchimisti sapevano che sia la natura fisica che quella morale delluomo si erano abbrutite a causa delle passioni inculcate dagli Spiriti Luciferici e che , di conseguenza, era necessario un processo di distillazione e di purificazione per eliminare tale calamit ed elevare luomo alle sublimi altezze ove il fulgore dello Spirito giammai viene oscurato dal grossolano involucro che lo ricopre. Gli alchimisti, pertanto, consideravano il corpo come un laboratorio e parlavano del processo spirituale in termini chimici. Essi osservarono che detto processo inizia ed ha il suo peculiare campo di attivit nella colonna verte)rale& la quale costituisce il collegamento fra i due organi creatori 0 il cervello - o campo di operazione degli intellettuali +piriti "ercuriani - e gli organi genitali& dove tengono la loro vantaggiosa posizione i lussuriosi e passionali +piriti di Lucifero( La tripartita colonna verte)rale era per gli alchimisti il crogiolo della coscienza( +apevano che gli #ngeli Lunari erano particolarmente attivi nella sezione simpatica della stessa& la quale ' in relazione con gli organi che esplicano le funzioni di conservare la vita e il )enessere al corpo& e designavano detta sezione con lelemento +#L%( Vedevano chiaramente che gli +piriti Luciferici di "arte governavano la parte

in relazione con i nervi motori& i quali diffondono lenergia dinamica immagazzinata nel corpo con lalimentazione& e sim)olizzavano detta sezione con lo $OL1O( La terza sezione& che riceve e trasmette le sensazioni comunicate dai nervi& ricevette il nome di "%2342!O& perch- dicevano che essa era retta dagli %sseri +pirituali di "ercurio( 3ontrariamente a ci* che affermano gli anatomisti& il canale formato dalle verte)re dove ' contenutoil midollo spinale - non ' riempito di liquido ma di un gas somigliante al vapore acqueo& il quale si condensa quando viene esposto allazione atmosferica e pu* anche surriscaldarsi per lattivit, vi)ratoria dello +pirito& fino a un grado in cui si converte nel )rillante fuoco della rigenerazione( 5uesto ' il campo di lavoro dove operano le grandi Gerarchie spirituali di Nettuno e gli alchimisti lo chiamarono #$OTO( Detto fuoco spirituale non ' identico in tutti gli uomini e neppure )rilla in tutti in eguale misura& la sua intensit, dipendendo dal grado di evoluzione spirituale degli individui( 5uando per laspirante alla vita superiore& istruito su tale sim)ologia& giungeva il momento di parlargli con tutta chiarezza& gli venivano dati i seguenti insegnamenti& sia pure in diverso modo e con diverse parole( Gli si faceva chiaramente capire che dal punto di vista anatomico luomo appartiene al regno animale& e che immediatamente inferiore a detto regno vi ' quello vegetale& costituito dalle piante& le quali sono pure ed innocenti e si propagano senza passionalit,& in modo che tutta la forza creatrice si dirige in alto& verso la luce& manifestandosi nei fiori& la cui )ellezza ' godimento per coloro che li contemplano( !ndu))iamente le piante non possono procedere in altro modo& perch- mancano di intelligenza& non conoscono il mondo esteriore n- operano con li)ero ar)itrio 0 esse sono solo atte a creare nel modo fisico( Nella scala dellevoluzione& al di sopra delluomo stanno gli Dei& i quali creano nel piano fisico e spirituale( +ono puri come le piante& perch- tutta la loro forza creatrice si dirige verso lalto e si consuma secondo gli ordini della loro intelligenza( 3onoscono il )ene e il male e operano sempre )ene a loro li)ero ar)itrio( 1ra il regno degli Dei e quello delle piante& dunque& vi ' luomo& essere dotato di intelligenza& di potere creatore e di li)ero ar)itrio per usare di esso in )ene o in male( Nel suo attuale stato si trova sotto il dominio della passionalit, inculcatagli dagli +piriti di Lucifero e cos6 dirige verso il basso& anzich- verso la luce& la met, della sua forza creatrice per soddisfare i sensi( 7er potere progredire spiritualmente ' indispensa)ile mutare questa condizione e& pertanto& occorre tenere in considerazione la similitudine tra la casta pianta e i puri Dei spirituali& poich- entrambi dirigono tutta la loro forza creatrice verso la luce. Nel cammino dellevoluzione luomo ha varcato la tappa del vegetale& il cui potere si limita al mondo fisico& e assomiglia agli Dei in quanto possiede potere creatore nei piani fisico e mentale& e li)ero ar)itrio e intelligenza per dirigerlo( +i ottenne tale risultato sottraendogli met, dellenergia sessuale e dirigendola verso lalto per costruire il cervello e la laringe( 3os6& detti organi furono formati e nutriti con la met, dellenergia sessuale sottratta(

7er*& mentre gli Dei impiegano - con il potere della mente - tutta la loro forza creatrice per manifestazioni altruistiche, luomo dissipa met, della sua forza creatrice in desideri e piaceri sessuali( Pertanto, chi desidera elevarsi ed essere come gli Dei deve imparare a dirigere verso lalto tutta la sua energia creatrice e impiegarla integralmente secondo gli ordini dellintelligenza. +olo cos6 luomo potr, essere come gli Dei e creare con il potere della propria mente e della grande parola che equivale al 1!#T creatore( %gli deve ricordare che un tempo fu come le piante& cio' fisicamente ermafrodito e& quindi& capace di procreare da solo( 3onsideri ora il progresso compiuto attraverso le tappe del tempo& e consideri anche che il suo attuale stato unisessuale ' solo una temporanea fase di evoluzione e che in futuro dovr, dirigere tutta la sua energia creatrice verso lalto& in modo da essere spiritualmente ermafrodita& capace di dominare le proprie idee e di pronunciare la parola vivente( La duplice energia creatrice& che viene cos6 espressa per mezzo del cervello e della laringe& ' l%L!+!2 D! V!T# che scaturisce dalla 7!%T2# V!V# del filosofo spiritualmente ermafrodita( !l processo alchemico di )ruciare e trasformare questa energia si effettua nella colonna verte)rale& dove a))iamo il +#L%& lo $OL1O& il "%2342!O e l#$OTO( ! pensieri elevati& la meditazione di concetti spirituali e laltruismo manifestato nella vita quotidiana& rendono incandescente il midollo spinale( La seconda met, dellenergia creatrice diretta verso lalto& lungo la colonna verte)rale& ' il 14O3O +7!N#L% o +%27%NT% D! +#7!%N$#& che ascende gradatamente e quando& nel cervello& raggiunge il corpo pituitario e la ghiandola pineale& pone in vi)razione questi organi& aprendo alluomo i mondi spirituali e rendendolo atto a comunicare con gli Dei( !rradia allora detto fuoco in tutte le direzioni ed il suo smagliante fulgore supera quello del diamante( %gli '& allora (((( L# 7!%T2# 1!LO+O1#L%( Tutto quanto su esposto costituiva ripetiamo -linsegnamento impartito allaspirante alla vita superiore