Sei sulla pagina 1di 45

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 - 2003 Prof.

Giuseppe Noto Manuale: a cura di Alfredo #estuale $disponi%ili in formato elettronico all&indirizzo '''.lalunga.it( Premessa: non conosco il latino, mi scuso in anticipo per gli strafalcioni. Al fondo vi un indice analitico. )efinizione di Filologia Romanza: Romanzo un aggettivo, relativo alle lingue che derivano dal latino volgare, deriva dal francese romance, dal latino romanice (alla maniera dei romani romanice loqui: parlare alla maniera dei romani . !atino volgare: latino ordinario, parlato, che diverso dal latino scritto e grammaticizzato. !a differenza esiste in tutte le lingue ma nel latino notevole. !inguistica: studio scientifico della lingua (glottologia !inguistica romanza: si comparano le lingue romanze e il loro punto di partenza, "uindi il latino Rom#nia: indica "uei luoghi in cui sono o si sono parlate lingue romanze Rom#nia continua o antica: ancora oggi si parla una lingua romanza, territori che facevano parte dell$%mpero Romano Rom#nia ac"uisita: per esempio il &anada francese, 'udamerica spagnolo Rom#nia perduta: territori che facevano parte dell$impero romano per( per motivi storici "ueste parlate sono mancate. &itazioni sul significato di )ilologia: scienza che studia la lingua e la letteratura di un popolo o di un gruppo di popoli deducendola dai testi scritti. *isciplina che si occupa degli aspetti linguistici + letterari cercando di ricondurre i documenti alla loro forma originale
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A . laura@lalunga.it

tussi! Fondamenti di "ritica

*i sono tre accezioni di Filologia: .. la somma di linguistica e letteratura (/produzione scritta, indipendentemente dal suo valore estetico0artistico, per esempio anche gli statuti . 1uesta accezione poco presente in %talia 2. ci( che nasce dalle aree di sovrapposizione delle due (/aspetti linguistici presenti nella produzione scritta , studia i momenti in cui le due si sovrappongono. 1uesta accezione pi3 presente in %talia 4. si intende lo studio scientifico dei fenomeni letterari e tutti i pro5lemi connessi alla loro edizione scritta Critica del testo: pro5lemi legati all$edizione dei testi medievali o antichi. !a critica del testo il processo razionale che mi permette di arrivare a definire un$ipotesi, pro5a5ile, di come doveva essere un testo alla sua origine. &ritica del testo un$espressione calcata dal tedesco, (te6t 7riti7 ma non un lavoro storico0estetico come pu( essere la critica letteraria. !a critica del testo si 5asa sul principio di maggioranza e sul calcolo delle pro5a5ilit#. Ecdotica: critica del testo, termine preferito, calcato da francese, ecdoti"ue e significa l$insieme dei procedimenti funzionali che mi permettono di rispondere alla domanda com$era il testo alla sua origine8 !a )ilologia Romanza intesa in diversi modi %n 9: *. 9'A: non tanto una disciplina0materia, ma un am5ito di applicazione, un am5ito del sapere (storia della lingua francese, letteratura italiana . %n %talia invece la filologia romanza si costituita come una disciplina che fondamentalmente si occupa di almeno tre aspetti: .. disciplina che si caratterizza per il suo aspetto comparatistico perch; mette in relazione, paragonandole, le lingue romanze ed il loro punto di partenza, il latino. <$ una disciplina storica perch; si
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2 laura@lalunga.it

occupa delle lingue e della loro evoluzione (diacronico, che attraversa il tempo . 2. 9n altro aspetto lo studio della letteratura medievale e dal momento in cui si vedono nascere le varie lingue nazionali. =erso la fine del >%% secolo un trovatore provenzale, Raim5aut de =a"ueiras, si trova a ,enova e mette insieme un$opera sul contrasto tra un uomo e una donna che gli risponde in genovese: il primo esempio scritto della lingua genovese, scritta per( in provenzale. + <$ s5agliato suddividere le letterature in letterature nazionali perch; spesso le une caratterizzano ed influenzano le altre + 4. !$ultimo aspetto il pro5lema dell$edizione dei testi medievali ovvero il come rendere frui5ili i testi letterari. %n letteratura medievale ci sono inoltre pro5lemi sui modi di trasmettere i testi: meccanismo nel copiare? no cop@right, il copista si sente autorizzato a modificare forma e sostanza dell$opera. !$argomento di "uesto modulo propedeutico, non specifico, per comprendere di cosa si occupa la filologia romanza nel suo terzo aspetto. &he cosa accade "uando si parla di letteratura prima della nascita della stampa8 'i tratta di letteratura manoscritta. 'pesso il numero di copie di un$opera varia a seconda del suo successo, per esempio la *ivina &ommedia ha moltissime copie. <sempio: AA& *< !ettura > !ettura B *i fronte a cin"ue copie come possi5ile che ci siano due o pi3 edizioni differenti8 1ual la lettura corretta8 Aisogna chiarire i rapporti genealogici dei manoscritti, necessario capire la storia di trasmissione di "uesto testo. %n "uesto caso non vale il principio di maggioranza. <sempio
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4 laura@lalunga.it

!a possi5ilit# che in A e A ci siano gli stessi errori negli stessi punti molto remota. AA a A A > &5 *c &on le lettere CA%9'&D!< dell$alfa5eto latino si indicano i

&

manoscritti (testimoni, manoscritti che riportano un$opera letteraria &on le lettere minuscole o dell$alfa5eto greco si indicano manoscritti che pro5a5ilmente esistevano e che vengono chiamati codici interpositi. &on le lettere maiuscole, in Provenza, si indicano codici pergamenacei perch; medievali, mentre con le lettere minuscole, "uelli cartacei. Pro5lema che si pone anche nella filologia 5i5lica, un pro5lema di rilevanza importantissima perch; la Ai55ia dovre55e essere fonte di verit# assoluta. !e varianti adiafore sono varianti e"uipollenti, entram5i possi5ili. +arl ,ac-man colui che diede organicit# ad una serie di ragionamenti che la filologia classica aveva gi# fatto. 1uesto metodo un insieme di procedure che egli applica per la prima vola nell$introduzione al *e Rerum -atura di !ucrezio, che gli viene pu55licato postumo nel .EF2. Prima di !achman di fronte al pro5lema dell$edizione di un testo ci si comportava cosG: gli umanisti (coloro che riscoprono la letteratura classica tra il .HII e il .FII sceglievano il principio del Codex Optimus ossia
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A H laura@lalunga.it

il manoscritto migliore, con pi3 senso. <ra chiaramente un principio non scientifico e soggettivo. 'eguivano anche il principio del Codex Vetustissimus, ossia del codice pi3 antico. Anche "uesto principio ascientifico perch; potre55e essere una copia antichissima di un errore. % codici pi3 recenti non sempre sono i peggiori (!achman . %l principio dei Codices Plurimi, ossia il principio di maggioranza, metodo a scientifico perch; nove codici possono essere s5agliati e un solo giustoJ %l principio del Codex Receptus ovvero i codici tradizionali come sono stati letti per secoli. Kradizione non significa verit#: la nuova edizione di =ita -uova di *ante modifica il modo tradizionale che era di leggere "uesto testo. Alcuni lo considerano un tur5amento ancora oggi. %n presenza di varianti adiafore "ual "uella da scegliere e "uella da scartare8 Archetipo: la prima copia tratta dall$originale che conteneva gi# degli errori. !a tradizione diretta di un$opera "uella tradizione di opere copiate direttamente dall$originale o dalle altre. !a tradizione indiretta di un$opera sono tutte le citazioni dell$opera contenute in altre opere. <sempio

Antigra fo di .

&

&ode6 descriptus che deriva da un altro, . viene eliminato a priori

&i interessano solo per sapere com$era a

!achman parla di una prima fase che egli chiama Recensio (raccolta in cui si raccolgono tutti i testimoni di "uel testo, tutta la tradizione diretta e possi5ilmente anche "uella indiretta.
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A F laura@lalunga.it

!a seconda fase viene chiamata Collatio, ossia il confronto fra tutti i testimoni per comprendere i rapporti genealogici. Ca cosa pu( condurci a comprendere i rapporti genealogici8 'e due manoscritti coincidono strettamente tra loro in una lezione corretta significa semplicemente che essi derivano entram5i dall$originale. <$ altamente impro5a5ile che siano esatti perch; dove c$ errore c$ innovazione. !$errore ogni tipo di innovazione rispetto all$originale (Avalle . Per guidarci alla scoperta dell$al5ero genealogico (stemma codicum 5isogna guardare la coincidenza in errore, ma non "ualsiasi errore. Caas nel .L2M aggiunge altri concetti chiave a "uelli di !achman, fra i "uali il concetto di errore guida. Per Caas ci sono errori congiuntivi (2 codici sono imparentati ed errori separativi (2 codici non sono imparentati . Ad esempio nei manoscritti medievali la grafia era diversa dalla nostra? difficile distinguere la - dalla 9, "uesto per( non un errore guida. *eve essere proprio un errore, non spiega5ile su 5asi grafiche o sulla psicologia della copia (au mNme au mNme . 9na lacuna di .I versi in due testimoni dimostra che essi sono imparentati. 9n errore guida un errore che assolutamente impro5a5ile che si ripeta uguale in due o pi3 copisti. *eve essere un errore di sostanza (aspetto che riguarda i concetti e non un errore di forma (aspetto grafico o linguistico . -el Cedioevo non esisteva il concetto di ortografia, ossia che una parola ha un solo modo di essere scritta, "uesto un concetto moderno. Per esempio la parola &A'A si pu( trovare scritta in diversi modi: &A'A &OA'A :A'A &AO'A. 1uesto accade soprattutto per i suoni che non c$erano in latino: ,! / !O !! !% O!O. &onclusioni: non esistevano leggi grafiche codificate normale l$adattamento linguistico
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A P laura@lalunga.it

!a coincidenza di "uesti errori in due manoscritti non ha importanza, "uesti non sono errori guida che mi permettono di comprenderne l$al5ero genealogico, gli errori di forma vengono eliminati. -egli errori di sostanza 5isogner# ancora trovare gli errori guida. "opisti: copiavano opere sulla cui lingua sapevano 5en poco. % manoscritti dei trovatori sono stati esemplati in %talia da copisti che non conoscevano l$occitano. % copisti copiavano per molte ore al giorno perch; dovevano restituire il li5ro in fretta (era raro e costoso ? inoltre esistevano officine scriptorium professionali dove il capo rivedeva il lavoro dei copisti e correggeva i manoscritti in interlinea con varianti. Manoscritto: foglio retto (davanti e foglio verso (dietro , nei manoscritti medievali !a posizione con la "uale scrivevano era scomoda, non si scriveva sotto dettatura (si commettere55ero meno errori ma dall$occhio alla mano. Colte volte nei manoscritti vi sono degli strafalcioni. &on pi3 versioni di un testo medievale, con manoscritti recuperati di una certa opera, il pro5lema capire la versione giusta o che si avvicina di pi3 a "uella originale. 'e un verso ha una silla5a in pi3 o in meno o se la rima non torna, lo si elimina. 'e ci sono pi3 lezioni adiafore (e"uivalenti per capire "ual "uella corretta 5isogna riunire tutti i testi disponi5ili per fare il confronto per capire "uali siano i rapporti genealogici che legano i testi per applicare il principio di maggioranza. Per cogliere i rapporti genealogici tra manoscritti, non la lezione esatta, ma l$errore, che ci aiuta perch; la presenza di un errore in comune importante. =arianti formali: lingua e grafia =arianti sostanziali: concetti? a "uesti che do55iamo guardare perch; non esisteva il concetto di grafia. ,li errori sostanziali posso essere:
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A M laura@lalunga.it

errori guida: terminologia adottata da Caas nel .L2M, errori che ci guidano a capire, si suddividono in: errori congiunti/i: altamente impro5a5ile che due copisti lo a55iano commesso indipendentemente l$uno dall$altro, se non fraintendimento grafico e se non salta dallo stesso allo stesso ("uesti non sono errori congiuntivi . *efinizione: se trovo lo stesso errore nello stesso punto si ipotizza che i manoscritti siano imparentati fra di loro e 5isogna capire. A / presenta una lacuna di .I versi A / non presenta "uesta lacuna. errori separati/i: errore tale che pu( non essere corretto per ragionamento da un copista in 5ase alle sue conoscenze. Presente in un testimone e assente da un altro, se la lacuna non c$ vuol dire che l$esemplare non ce l$aveva "uindi AA. !$errore separativo ci fa capire la direzione della parentela. Attraverso un errore congiuntivo si capisce che A e A sono parenti e la presenza di un errore separativo ci fa capire anche che due manoscritti sono fratelli e che ci manca un codice interposito (a / codice interposito indicato da una lettera minuscola a

originale

archetipo

&opia assente

<rrori congiuntivi + separativi

&opia assente

&

<

'e tutti i manoscritti hanno lo stesso errore congiuntivo discendono tutti dall$archetipo, esiste "uindi un archetipo. %n presenza di varianti si applica il principio di maggioranza, ma non sempre s pu( applicare meccanicamente.

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A E laura@lalunga.it

Giorgio Pas0uali : in alcuni casi la scelta meccanica, automatica (in caso di recensio chiusa in altri si pu( scegliere e le soluzioni sono diverse secondo "uali strumenti si utilizzano: usus scribendi: modalit# dello scrivere, linguistica. Kra le due varianti scelgo "uella pi3 vicina al modo di scrivere dell$autore o del genere letterario o la lingua della storia. 1uesto concetto delicato perch; soggettivo e rischia di eliminare elementi innovativi dell$autore originale. (ad es. APA> / parola usata una sola volta dall$autore . -ella letteratura medievale a una certa forma corrisponde un certo contenuto, "uindi un criterio attendi5ile ma difficile da maneggiare, gli autori possono variare la loro forma, *ante ad esempio un innovatore. Lectio difficilior : lezione difficile, il copista ha 5analizzato. 1uando trovo una lezione pi3 difficile, pi3 rara, la scelgo perch; il copista ha sicuramente semplificato (la *ivina &ommedia, ad esempio, ne piena . Anche "uesto metodo rischioso perch; ci( che leggo oggi pu( sem5rare difficile, FII anni fa non lo era. 1uesti due strumenti sono concetti comun"ue ar5itrari e "uindi da maneggiare con capacit#. 1uando arriviamo al testo finale do55iamo sanare gli errori che ci sono serviti per costruire lo schema: emendatio (correzione o divinatio. Colte volte gli errori congiuntivi e separativi non ci sono e "uindi non si riesce a mettere ordine. Emendatio : correggere gli errori per divinazione, attraverso la mia capacit# Metodo di ,ac-man: mettere in ordine i manoscritti ricostruire i rapporti genealogici individuare gli errori guida congiuntivi o separativi applicare il principio di maggioranza
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A L laura@lalunga.it

se "uesto non possi5ile utilizzare la lectio dificilior o l$usus scribendi . &on 1osep- .edier entra in crisi. =edere fotocopia manoscritto $allegato A( Primo foglio dell&allegato A )oglio 2. verso del manoscritto P della 5i5lioteca vaticana. P un canzoniere. 1acopo da ,entini Cadonna dir vi voglio *erivazione dalla lirica tro5adorica e prima traduzione artistica di una poesia di )alchetto di Carsiglia (citato nel Paradiso di *ante <$ un canzoniere che vede la letteratura italiana primitiva l$ortografia non esiste non si usano segni di interpunzione si va a capo solo "uando termina la strofa i versi sono trascritti come prosa perch; la pergamena (inizio del .LII il metodo di !achman

costa molto vi sono segni tachigrafici (scrittura veloce segni 5rachigrafici (scrittura 5reve, a55reviazione n m r l le cosiddette li"uide vengono a55reviate con il

trattino foglio s"uadrato con rigatura (a secco, con una punta si

riga, non pu( essere cancellata vi sono tre metodi di cancellatura: o o 5iffatura espunzione (si mette Q sotto la lettera che deve essere cancellata o rasura (si gratta con una punta

econdo foglio dell&allegato A pag. 23

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .I laura@lalunga.it

&i( che si chiama edizione diplomatica riproduce in modo fotografico il testo, ma aggiungendo le a55reviazioni. 'cioglie le a55reviazioni e separa le parole. #erzo foglio dell&allegato A <dizione critica dello stesso componimento fatto da R. Antonello. 4uarto foglio dell&allegato A Edizione interpretati a : riproduce il testo secondo le norme della grafia moderna, dando un senso ed una interpretazione da presentare ad un pu55lico moderno, dividendo in versi e intervenendo dove sia evidente che c$ una lezione erronea. A/alle : edizione interpretativa di tutti i canzonieri delle origini di cui fa parte anche "uesto. 'ui li5ri si legge l$edizione critica "uindi non "uella esatta. Edizione critica : 5asandosi sul metodo di !achman cerca di ricostruire un$ipotesi di testo fondata e possi5ile, 5asata su tutti i testimoni di un testo. -essuno pi3 crede, come !achman, che il testo ricostruito sia come "uello uscito dalla mente dell$autore. %l metodo scientifico verifica5ile da chiun"ue, un$ipotesi di lavoro. *edere fotocopia pag. 235 $allegato .( Edizione diplomatica : si limita a sciogliere i segni grafici ma li riporta evidenziati e trascrive il testo cosG com$. !a definizione di .ram%illa , completamente diversa da Aalduino (riproduzione fotografica . 1uesta definizione vicina all$edizione interpretativa, mentre la diplomatica lo introduce, la interpretativa lo interpreta (J , lo rende leggi5ile al lettore moderno. Perch; la diplomatica riporta esattamente il manoscritto8 -ell$ REII non c$erano le fotocopie ma oggi si. !$edizione diplomatica ci aiuta la lettura e permette a chiun"ue di usufruire dei manoscritti senza avere l$originale. -on si preoccupa del significato, del senso.

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .. laura@lalunga.it

<dizione interpretativa: d# una lettura del testo, inserisce le lettere mancanti, fornisce il senso e "uindi corregge e integra, segnalando al lettore le modifiche effettuate. 'e la distinzione semplice, non sempre esiste un$edizione diplomatica pura perch; dire che una C una 9 anch$essa (ad esempio un$interpretazione. Ad esempio, lo scioglimento delle a55reviazioni, sono un$interpretazione e non diplomatica, ma compaiono nelle edizioni diplomatiche. !a divisione delle parole un altro esempio e no sempre evidente come vanno divise le parole, a volte fa cam5iare il significato delle parole. =er5o &ollimare: etimologicamente sconosciuto fino a che hanno visto il manoscritto dove per la prima volta compare &ollinare ma fu letto in modo s5agliato un travisamento grafico. 1uindi ogni atto di lettura e copiatura implicano un$interpretazione. 9na diplomatica pura "uindi non esiste e il ver5o collimare, per esempio, non sare55e dovuto esistere. !$edizione interpretativa si 5asa su un solo manoscritto. <sempi di dificilio ("uando l$al5ero genealogico non utilizza5ile 5isogna scegliere, si sceglie il pi3 semplice <$ fondamentale per lo stemma codicum della costruzione di un testo critico che l$al5ero sia fondato.

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .2 laura@lalunga.it

Piani alti

interpositi

<

Piani 5assi A A & * testimoni

!o schema non va interpretato come un al5ero genealogico ma come percorso storico, non c$ la certezza assoluta dei passaggi ma le sintesi di un percorso storico. !ezione cosG configurata: AA / a : 6 / . (un solo testimone *< / 5 si sceglie "uesto perch; presente in due rami su tre &, / c : B / . ) / d : unico testimone, uno strafalcione, una lezione isolata ai piani 5assi del sistema, innovazione riportata solo su ).

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .4 laura@lalunga.it

>

>

<

&

AA / a / = / . *< / 5 / z / . &, / & / T / . ) / d / singolares, eliminata *ue filologi differenti utilizzano valori di errori diversi. 1uesta una recensio aperta, non possi5ile applicare il principio di maggioranza, si parte da P testimoni in entram5i i casi ma con la costruzione di due al5eri differenti. -el primo caso si pu( applicare il principio di maggioranza, nel secondo no, si utilizza "uindi la difficilio. %l concetto di errore guida da usare con attenzione e cura, l$al5ero deve essere fondato su 5asi certe, se non lo sono, meglio che non vi siano scelte meccaniche. %l metodo di !achman non per( inutile perch;, anche sesi arriva alla conclusionoe di scegliere non meccanicamente, si sa che ) singularis, isolata e "uindi unica e la si elimina. &i sono tanti casi dove la meccanicit# del metodo non regge, ad esempio in
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .H laura@lalunga.it

casi di recentio apera con al5ero a due rami e siccome nei piani alti l$al5ero a due rami, !achman entra in crisi. Pas"uali evidenza altri casi di crisi del sistema, nella sua versione rigida di Maas codicum non funziona. Anche Aedier lo aveva detto prima di per capire "ual la lezione esatta. 'e nel testo da lui. !$utilizzo degli errori guida serve a costruire lo stemma ricostruire trovo diverse versioni devo scegliere. *ifficilio: l$autografo della *ivina &ommedia perduto. % primi manoscritti risalgonoa .I02I anni dopo la morte di *ante. 'econdo molti da "uesti testimoni non possi5ile costruire l$archetipo. 9no di "uesti, =aticano !atino =AK !AK 4.LL il codice pi3 importante perch; "uello che Petrarca tra il .4F. e il .4F4 don( al Aoccaccio per poi finire alla Ai5lioteca 'torica =aticana. Prima di darla al Petrarca, Aoccaccio la copi( tre volte, vi sono tre copie che non a55iamo ancora. <sistono decine di manoscritti in ogni area geografica. Cettere ordine difficile: Petrocc-i ci ha provato e ha ricostruito la storia dei testimoni e dice che la prima edizione a stampa ed. Aldine (edite da Canunzio la edizione del .FI2, a cura di .em%o Pietro ed tratta dal =AK!AK 4.LL. 'econdo l$uso del tempo il codes optimus considerato corretto. 'e s5agliato viene corretto in 5ase ad altri codici (i tre copiati . -el .FLF esce l$edizione dell$Accademia della &rusca che riprende l$edizione Aldina. 1uindi .occaccio Aem5o &rusca Aoccaccio. )ino agli anni $PI del .LII la *ivina &ommedia stata letta secondo l$edizione della &rusca, "uindi di Aoccaccio. )oscolo ne fa un$edizione nel .EH20H4 che risale a Aoccaccio Aem5o &rusca. -el .LPP, Petrocchi dice che l$edizione attuale non scientifica e che impossi5ile ordinare le centinaia di copie (forse ora si con i P& e "uindi di leggerla come era stata letta prima di Aoccaccio, o pensando che egli intervenuto personalmente. <dizione critica 5asata su tutti i testimoni precedenti a "uello di Aoccaccio, l$edizione di Petrocchi fondamentale e la intitola: la *ivina &ommedia secondo l$antica vulgata e modifica il testo con il metodo della difficilio. <sempio: inferno 4U canto verso 4.
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .F laura@lalunga.it

<* %D &$A=<A *$DRRDR 0 <RRDR !A K<'KA &%-KA Aoccaccio Aem5o + &rusca

Petrocchi: <RRDR / *9AA%D: difficilio, un significato raro della parola.

<sempio: inferno .U canto verso HE '% &O< PAR<A &O< !$A<R< -< K<C<''< 0 KR<C<''< Aoccaccio Aem5o + &rusca Petrocchi

Risposta per le rime: rispondere con lo stessa schema metrico. %l metodo di !achman rivisitato da Caas. Caas nel .L2M pu55lica Principi di critica testuale, stampo scientista tedesco, scuola pi3 importante nella filologia moderna e ci sar# uno scontro ra lachmaniani e 5edieriani, scontro nazionalistico che si ricompone solo ora. %l testo di Caas d# rigore geometrico al medodo di !achman, fu presentato da Pas"uali in %talia, filosofo classico (non romanzo che alla fine degli anni $2I (il volume esce nel .L4H scrive 'toria della tradizione e critica del testo. Centre Caas puntava sull$ectodita, Pas"uali inserisce la storia della tradizione. % manoscritti hanno ognuno una storia e "uesta un elemento indispensa5ile. %l modo in cui il testo arrivato a noi importante. ,li elementi che mettono in crisi il metodo di !achman e che vengono sollevati dal Pas"uali sono: Recensio aperta: se non si pu( applicare il metodo di maggioranza si applica la difficilio etc. ma un pro5lema. <$ un elemento di de5olezza. 'olo "uando c$ Recensio chiusa si applica !achman &oncetto di errore congiuntivo e separativo: essere sicuri Pag. .F del manuale: al5ero a due rami
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .P laura@lalunga.it

originale

archetipo

&opia assente

<rrori congiuntivi + separativi

&opia assente

&

<

& fa parte di 5 ma contaminato

Colto spesso uno o pi3 testimoni a volte facevano gruppo con 5 e altre volte con a, Pas"uali se ne accorge, i testimoni fanno parte di pi3 di una famiglia, Contaminatio, e si spiga che negli scriptorium venivano lasciate delle lacune nei manoscritti che venivano riempite dopo e "uesto pertur5a la meccanicit# dei rapporti genealogici. 1uindi i manoscritti si trasmettono anche per via orizzontale e non solo verticale. Caas dice che contro la contaminazione non c$ rimedio. 1uesto un grosso pro5lema di 'toria della tradizione e critica del testo. Rimaneggiamento del copista: nei testi medievali i copisti hanno un atteggiamento attivo, la storia della tradizione ci d# codici fatti da copisti come a gareggiare, modificano l$opera. !$esemplare ha una lacuna e al copista si presentano delle alternative: lascio la lacuna, riempio la lacuna, riempio la lacuna a fantasia. %n "usto ultimo caso il copista rimaneggia l$opera (li5ro del Auenamor . %n "uesto caso non si pu( usare !achman. =arianti d$Autore: non detto che l$opera nasce da un autore e poi non la modica pi3. Ad esempio le poesie dei trovatori venivano recitate dai giullari, l$ultima strofa (tornada era di dedico, e "uindi cam5iavano l$ultima strofa. 1uale veste linguistica dare al testo critico8 'ciegliere la lingua e la grafia per il testo critico di "uale testimone mi devo fidare8
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .M laura@lalunga.it

%l copista adatta alle sue carateristiche linguistiche il manoscritto. !a lirica dei siciliani toscanizzata e "uindi sappiano poco dellalingua dei siciliani. !a ricostruzione della lingua dell$autore, la sua restaurazione, restauro paleontologico, che risale alle origini: "ueta soluzione ha dato vita a dei mostri perch; non possi5ile ricostruire la lingua di ,iacomo da !entini, perch; ci sono parlate che sono note tramite la letteratura. %n poesia con le rime si sicuri di ricostruire la volont# linguistica dell$autore. 'i utilizza il sistema del manoscritto 5ase: criterio molto utilizzato per la forma fonetica e grafica si utilizza il manoscritto pi3 vicino al tempo e nello spazio all$autore. =este linguistica. 1uella che comporta minor numero di passaggi possi5ili, la ricostruzione dell$originale un mito. %n epoca positivistica reagendo al si cercava di dare fondamento scientifico. *opo Pas"uali oggi nessuno crede che il metodo di !achman serva a ricostruire l$originale, serve a eliminare testimoni e a costruire un$ipotesi di testo. Per arrivare alla edizione critica definitiva mancano molte cose: %l lettore deve essere in grado di verificare "uanto fatto dall$editore Apparati: vi sono vari tipi di apparati e l$edizione critica seria deve averne uno con le varianti rifiutate. !$edizione critica dovr# avere un commento: i testi non sono frui5ili immediatamente al pu55lico Kraduzione e parafrasi Analisi linguistica &oncordanza e formario: lemma del voca5olario (andare / lemma? vado / forma la presenza delle concordanze importante in una edizione critica. *edere allegato ) pag. 362 ,uido "a/alcanti Rime .LFM, adotta 'trategia Kotalizzante %l lemma anima molto usato e "uesto d# indicazione sull$opera, sull$ideologia dell$autore. -ei Promessi 'posi il lemma pi3 diffuso casa
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .E laura@lalunga.it

!$apparato critico. Ai5liografia: ). Aram5illa Aghemo: <dizione critica dei testi volgari Padova, Antenore .LEH, %% edizione. Ai5liografia: *. Avalle: Principi di critica testuale. 9no degli elementi che costituiscono un$edizione critica l$apparato. =edi l$edizione critica di Antonelli su ,iacomo da !entini. %l modo di organizzare l$apparato critico (ci( che ci informa sulla forma rigettata perch; ritenuta erronea vario, diverso a seconda dello studioso che lo fa. !$unica regola generale che l$apparato "uel luogo dove si informa il lettore delle varianti che non sono state accettae. %l modo di organizzare l$apparato dipende da due varia5ili: il numero dei testimoni la "uantit# e la "ualit# dei materiali raccolti, in sede di collazione. Ad esempio, l$edizione della *ivina &ommedia di Petrocchi deve governare centinaia di testimoni, indica la lezione comune a un gruppo di testimoni. *edere Allegato " - 7dizione critica dell&Antonelli Pag. .., primo verso, madonna dir vo volgio riporta diversi testimoni perch; sono in realt# pochi. %ndica tutte le varianti anche "uelle formali (madona non una variante sostanziale ma formale <sempio, "uesto di apparato negativo. !$apparato positivo indica le varianti rigettate ed i relativi testimoni (ma poco usata !$apparato negativo non indica il testimone in cui c$ la lezione giusta <lemento negativo di "uesto procedimento *o55iamo chiederci "uali sono i testimoni, perch; non sono citati. Per( molto sintetico ma possi5ile solo "uando i testimoni sono pochi. !i ricaviamo per( per esclusione (vedi verso P pag. .. dell$allegato & . Alcuni indicano solo gli errori sostanziali e non "uelli formali. Antonelli non lo fa perch; gli errori formali sono pochi, (gli errori formali non sono errori guida "uindi possiamo anche eliminarli, se non danno importanza alle varianti di forma . 'e il nostro
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A .L laura@lalunga.it

o5iettivo lo studio della storia della lingua, sono invece importanti, perch; ci dicono come poteva ad sempio scrivire un copista veneto. Anche nei giullari che recitano opere tramandate oralmente e "uindi varia5ili, non si pu( dire "uale giusta e "uale s5agliata !ezione riassuntiva Ai5liografia: Come si legge unedizione critica ,iorgio 8nglese *efinizione di critica del testo: serie di procedure razionali che ci permettono di ricostruire un$ipotesi di testo scientificamente fondata ed economica (con minor numero di passaggi . Razionale: 5asata sul principio di maggioranza e calcolo delle pro5a5ilit# %potesi: nella seconda met# dell$ REII l$idea che per via ricostruttiva fosse possi5ile ricostruire un organismo (leggi: testo idea positivista, che poi viene a55andonata. Avalle: tranne che in casi particolari l$originale inattingi5ile. Cetodo di !achman: teorie della filologia classica, sono una serie di procedure Recensio : catalogazione della tradizione diretta (ha portato a noi l$opera consapevolmente e indiretta (citazioni secondarie del testo che portano al noi il testo. Collatio: rapporti genealogici tra testi tramite l$analisi degli errori (definiti da Caas errori guida <rrori: non tutti gli errori sono significativi per la definizione dello stemma codicum (al5ero genealogico dei testimoni <rrore gruida congiuntivo: errore tale che, presente in due o pi3 testimoni, altamente impro5a5ile sia stato compiuto da due copisti indipendentemente, deve essere realmente un errore e tale che non sia poligenetico. !a presenza di un errove congiuntivo parentifica il testimone. <rrore guida separativo: presente in uno e assente in un altro testimone. &odice interposito =ariante adiafore: ininfluente, e"uivalente, entram5i accetta5ili.

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2I laura@lalunga.it

=este linguistica: per la scelta della veste linguistica si localizza un manoscritto 5ase, il pi3 vicino nel tempo e nello spazio all$autore. %CPDRKA-K< *ifferenza fra suoni e lettere. !ettera + grafema: mezzo grafico che identifica un suono, un artificio grafico 'uono: entit# tangi5ile con le orecchie Ricostruire la veste linguista, fonetica di un testo e poi riprodurlo graficamente, la scelta della grafia da usare dipende dalla finalit# dell$edizione. !$edizione critica si compone di: 8ntroduzione del metodo usato di presentazione. Apparato: pu( essere apparato positivo e negativo, a seconda della indicazione o meno dei testimoni della lezione messa a testo. !$apparato deve essere diviso per fasce e di verificare i criteri seguiti? senza apparato non esiste testo critico. "ommento o traduzione: (apparato esegetico per colmare la distanza che ci separa dai testi dandogli una interpretazione, un commento, tipo una parafrasi di servizio tudio linguistico "oncordanze della lingua dell&autore: suddividendo in lemmi (arcivore, sintesi che scelta per rappresentare "uella voce il voca5olario dell$autore. <sempio: amara, amer(, amava. .ar%i definisce "uesto: strategia totalizzante. )ormario: elenco delle forme %CPDRKA-K< !$edizione critica nasce dall$ela5orazione delle procedure con tutti i testimoni !e edizioni diplomatica e interpretativa riguardano un solo testimone. Colte miniature raffigurano il copista durante il suo lavoro? la copiatura non e ra sotto dettatura ma un rito individuale. %l
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2. laura@lalunga.it

copista tende a riprodurre cosG com$ il suo modello. % manoscritti variano, con rientri per la miniatura, a . o 2 colonne, ecc. !a copiatura inoltre non avveniva sul tavolo o scrivania ma sul leggio o sulle proprie ginocchia per tante ore al giorno. <$ un atto faticoso, a lume di candela, o luce del giorno. A volte i copista non capisce ci( che scritto in un$altra lingua. Passaggio da =olumen a code6: il volumen, volvo latino, significa volgere, girare. Rotoli di pergamena e arrotolati. Per leggere 5isogna svolgerli e arrotolare la parte gi# letta, si lima l$attaccatura per rendere i lem5i perfettamente uniti 1uesto vale per letteratura greca e latina. &ode6 il li5ro antico, "uello che interessa a noi. Permette di usare il sistema dei fascicoli. Pergamena: un lato carne, un lato pelo. 'ul primo foglio (retto e verso, poi passo ad un secondo folgio stando attento che peol e pelo corrispondano e carne e carne pure. 'i crea un fascicolo. Colti errori, lacune, derivano dal modo di organizzare il fascicolo. %l copista fur5o scrive in piccolo sull$ultimo foglio le prime parole del foglio seguente in modo da evitare errori di legatura. *opo tocca al miniatore che deve riempire gli spazi vuoti, poi passa al ru5ricatore, se il copista d# linee guida, il ru5ricatore lavora meglio. <rrori nelle iniziali sono comuni. % vari fascicoli sono cuciti insieme, racchiusi in un foglio e poi cuciti e rilegati su struttura di legno o stoffa. 1uesta fase pericolosa perch; il rilegatore rifila i fogli per farli com5aciare perfettamente ecosG pu( anche tagliare una nota a margine. %noltre le rilegature nel tempo vengono cam5iate e ogni volta un taglio e ci( , naturalmente, rischioso. =i sono altri errori legati alla rilegatura e copiatura: il copista tende a copiare perfettam,ente la coia che ha di fornte ( pi3 facile , nel Cedioevo accadeva che in un unico codice venivano rilegate pi3 opere,anche di autori diversi, in "uesto modo se il copista si dimenticava di aggiungere il termine Expicit alla fine della prima opera, la prima e la seconda opera diventavano un
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 22 laura@lalunga.it

solo testo. 'e pensiamo che "uesto errore pu( essere copiato, un caos. %noltre i copisti riempivano gli spazi 5ianchi (nel medioevo non esistono "uasi spazi vuoiti nella pagina , allora lo riempivano con porzioni di testo che nulla c$entravano con l$opera copiata. Ad esempio usavano la *ivina &ommedia per riempire "uesti spazi, anche i notai lo facevano per riempire gli spazi vuoti di atti. 'e l$opera ad esempio mi d# veresi di ,iacomo da !entini e riempiti con un altro e il copista non lo capisce, mette tutto come fosse un$unica opera. 9n altro copista poteva ricopiare tutto "uesto caos. %l copista ricopiava addirittura la sottoscrizione del suo esemplare, la firma. &i( non rende sicura la data di "uel codice, perch; se copio anche la data, ad esempio .2FH, ma l$ho copiato nel .2LI di fatto ai posteri ginger# un$informazione s5agliata. Altro esempio: se devo copiare trenta righe non detto che ci resca, se avanza spazio io continuo, poi nel foglio seguente riscrivo e cancello parte del precedente. 'e si va fuori della linea di scrittura, faccio trentuno righe oppure salto "ualche parola. *avano pi3 importanza all$estetica che alla forma. %noltre l$idea di imitare il modello anche fascicolo per fascicolo. 'istema della Pecia: copiatura per fascicoli scam5iati, per fare pi3 in fretta. 'e non preciso "uesto sistema pu( creare pro5lemi. -ei canzonieri (macrotesto ad esempio cam5ia l$ordine dei componimenti o i componimenti stessi. Prima di !achman: gli umanisti riscoprono la letteratura classica e: si attengono al codice migliore (Dptimus al codice pi3 antico (vetustissimus ma fallace perch; non detto che il pi3 vicino sia anche il pi3 fedele al testo receptus che arrivato fino a noi in un certo modo e cosG rimasto *edere Allegato F <$ un esempio di edizione critica.
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 24 laura@lalunga.it

*ifrazione: termine preso dall$ottica, un fascio di luce che colpisce un colore lo diffonde in vari colori, inserito da ,. contini: spesso ci sono testimoni che divergono fra loro. Ad esempio in F testimoni diversi una donna viene definita in F modi diversi. 'pesso accade che in presenza di una difficilio i copisti modificano la sostanza del testo, magari perch; sono cam5iati i canoni estetici e la modificano perch; non la comprendono. 'e la donna viene definita grassa il copista non lo capisce, per lui non vero e "uindi riporta 5ella o gioiosa. &ontini dice che ci sono: una difficilio perduta stata male interpretata "uindi modificata dal copista. *edere Allegato F Aram5illa Agemo: pag. .PH + stemma D / originale copiato in un archetipo dal "uale nascono un codice Pe (da un interposto due altri codici. !a concordanza di = con P vuol dire che il loro testo risale all$archetipo. %CPDRKA-K< Ripreso dalla fotocopia: "uando B e P discordano, > incerto (a meno che una delle due sicuramente s5agliata . %l pro5lema si pone "uando da due rami nascono due testi adiafore. %n "uesto caso si fa l$emendatio a cura del singolo editore (vedi laudato0caudata . *i norma l$apparato critico contiene solo le varianti di sostanza ("uelle di forma le mette in un altro posto , "uesto un apparato negativo perch; non riporta le sigle dei testimoni. Kelescopizzare: parola che a -oto piace molto, sintetizzare l$apparato. 'i tratta di un testo siciliano, di cui sappiano poco, la natura del materiale discriminante per vedere che metodo usare. %n "uesto caso: numero dei testimoni varianti formali (perch; in "uesto caso la lingua

importante non si pu( dire "uale sia l$apparato giusto da fare perch; dipende da un sacco di varia5ili.
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2H laura@lalunga.it

Kutti i versi sono settenari e "uindi va 5ene l$apparato negativo? l$apparato dovre55e avere la forma rigettata in parentesi "uadra ma se non necessaria non si mette !e parti costitutive di un$edizione critica sono: .. nota introduttiva 2. testo ricostruito 4. apparato H. commento -el verso 2 *%'KR%,-< da rifiutare perch; guasta la rima e poi ! e P concordano "uindi risalgono da > e la scegliamo. -el verso 4 sull$edizione di &ontini (presente in tutte le antologie diverso: 'D9<- interpretativa 'D=<-. P riporta C%K<-< (&ontini e il testo di > appare incerto perch; ci sono due varianti adiafore, il &ontini appare pi3 attendi5ile ma 'D=<- per la difficilio attendi5ile (rispetto a C%K<-< pi3 difficile . !a scelta deve essere fatta in modo chiara perch; la si possa constatare. %CPDRKA-K< Pur partendo dagli stessi dati i due arrivano a percorsi differenti, il metodo sperimentale di ,alilei che dice che il percorso sia esplicitato e chi lo vede lo possa rifare. -el verso H si legge &DC< DCD &O< K<-< C<-K< ci sono tre versioni differenti e "uella a testo non nessuna di "ueste, facciamo "uindi la collazione: s5agliata: E silla5e 'em5ra l$aggiustamento di "uella sopra -on si rispetta lo stesso ver5o 1uesta soluzione funziona ma non ha realt# tangi5ile, non un dato gestito dalla storia !$edizione critica senza apparato che mi spieghi perch; a testo c$ una lezione invece di un$altra, non va 5ene. -el verso E =<*% *<-KRD !D &DR< C<D la scelta tra un ramo e l$alro (P oppure ! cade su P perch; dificilio. &DC &DC :DC &DC DCD DCD DC DC &O< &O< :< &O< K<-< C<-K< K<C<-K< PD-< C<-K< K<-< C<-K< = ! P

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2F laura@lalunga.it

-el verso .. si sceglie P e ! perch; sono 2 a . e poi perch; dificilio (&DC< PAR<K< / &DC< =D% '%<K< . *ifrazione (&ontini : in presentia o in a5sentia -el verso 4. in presenza di un termine complesso, dificilio come !D&D i copisti 5analizzano, "uesto spiega perch; i codici hanno ognuna una versione differente, un caso di difrazione in presentia perch; la versione corretta c$ ed su =. -el verso 44 ('inalefe (8 divisione, la vocale finale si fonde con la vocale iniziale la lezione P messa a testo per dificilio perch; orma latineggiante. *edere allegato G !a pagina H. un$opera monotestata, c$ solo un$esemplare ma 5isogna proporlo con i codici moderni. !$editore deve ricostruire anche la veste grafica: moderna o del Aoccaccio8 -on c$ una risposta unica, dipende dalla finalit# dell$edizione, se deve rendere la veste linguistica e la grafia (ad esempio per studiare come si rendevano i suoni ai tempi di Aoccaccio . %l filologo fa da filtro e il lettore deve essere messo in grado di capire come si arrivati all$edizione finale. "ronologia della storia della critica del testo :arl !achman (.E.P+.EFI %l metodo di !achman trova la sua ela5orazione "uando tira le fila di un di5attito a lui precedente e contemporaneo, ma non un metodo inventato da !achman ma sistema una serie di "uestioni intorno al di5attito. 1uesto metodo ha tre tipi di applicazione: .. testi classici: edizione del Rerum natura di !ucrezio, postuma (!achman era gi# morto 2. -uovo Kestamento, nascono i pro5lemi di critica del testo, cosa voleva dire l$autore. 4. % -i5elunghi (il carme : !achman tedesco e il clima romantico, poi positivistico. %l metodo di !achman
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2P laura@lalunga.it

.. Razionalista 2. 'cientista 4. Ceccanico 'i 5asa su principi del ragionamento logico formale e con la loro applicazione si passa dal non conosciuto al conosciuto attraverso il metodo ricostruttivo. %n "uesto periodo la paleontologia si fonda sugli stessi principi, nell$am5ito della linguistica indoeuropea si cerca di ricostruire l$indoeuropeo originale. !$applicazione dei principi delle scienze esatte porta a raggiungere grandi risultati. *opo pochi anni dalla morte di !achman, :ant (positivista scrive della sociologia. <$ un periodo di grande fiducia nella scienza e il mito delle origini. *urante il Romanticismo si sviluppa il concetto di -azione. 'i vuole ricostruire l$originale andato perduto con metodi meccanici, senza l$intervento del giudizio individuale del critico. 'i vuole arrivare alla recentio senza interpretazione, con l$applicazione dello stemma codicum si doveva generare l$originale senza l$intervento del critico. 1uesto metodo nasce in opposizione a "uelli precedenti risalenti all$9manesimo dove c$era il &ode6 Dptimus da emendare. -on do55iamo solo a !achman il metodo: nel .LP4 con il li5ro !a genesi del metodo di !achman, si spiega come il metodo di !achman sia l$elemento terminale della genesi di "uestioni precedenti. 1uali sono le applicazioni del metodo di !achman nelle letterature Romanze: .. -el .EFM :arl Aartsch pu55lica le opere di un trovatore, (Pier =idal utilizzando tutti i testimoni e cominciando ad applicare i principi del metodo di !achman. 2. -el .EFL ,ustav Gro%er pu55lica uno studio su un$opera epica )iera5ras in provenzale, non ne fa un$edizione ma uno studio 5asato sul metodo di !achman 4. -el .EM2 ,aston Paris pu55lica un$edizione critica di un$opera agiografica (vita dei santi , la vita di 'ant$Alessio. Centre ,aston Paris un francese, gli altri due sono tedeschi: "uesto un periodo di forti attriti tra )rancia e ,ermania.
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2M laura@lalunga.it

,aston Paris recensendo l$opera di ,roe5er dice che non il caso di lasciare ai tedeschi la redazione. <$ anche un$opera politica, "uindi Paris un$importante filologo del tempo che cerca di togliere alla cultura tedesca "uesto tipo di studio e la scelta della vita di 'ant$Alessio significativo (-i5elunghi per i tedeschi 'ant$Alessio per i francesi . 1uindi "uesto si pu( considerare il primo esperimento compiuto del metodo di !achman. %n %talio nel .ELF Pio Ra9na pu55lica il *e =ulgari <lo"uentia e nel .LIM Cichele Aar5i la =ita -uova. -ell$introduzione di RaVna si spiega 5enissimo il metodo di !achman (manca il concetto di errore guida che successivo con Caas . -el .EM2, "uindi, ,aston Paris pu55lica la =ita di 'ant$Alessio: nell$introduzione alla sua edizione si sofferma sulle caratteristiche del metodo di lachman e ci insegna come deve essere strutturata un$edizione !achmaniana: ricostruire tutti i testimoni che riportano all$opera indicare i principali dati relativi ai testimoni Gaston Paris capisce che i testimoni sono H: "uali rapporti ci sono fra loro e tra di essi e l$originale o l$archetipo8 &ritica ai metodi utilizzati finora A pag. F4 del nostro manuale (concetto fondamentale da ricordarsi e che ,aston Paris scrisse nel .EM2 W non raggiunge mai completamente "uesto scopo "uesto "uindi un concetto gi# presente in Paris prima che in &ontini. !a tradizione manoscritta in volgare molto diversa da "uella classica, i copisti delle opere in latino le riproducono con maggior rigore mentre con la letteratura in volgare i copisti sono molto attivi. .ar%ero: tradizione "uiescente e tradizione attiva (volgare , i copisti hanno pi3 rispetto per le opere in latino. 1uesto atteggiamento attivo a cui ,aston Paris fa riferimento anche nella forma (arrivare al linguaggio moderno ad esempio l$epica: !A''A (insieme di molti versi uniti dall$assonanza , R%CA (uguaglianza fonetica fra due o pi3 parole a partire da una vocale tonica cane, pane
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2E laura@lalunga.it

A''D-A-XA: uguaglianza fonetica dei suoni vocalici (cane mare a partire dalla vocale tonica &D-'D-A-XA: ha in comune i suoni consonantici % poemi epici si 5asano sull$assonanza, un certo numero di versi uniti dall$assonanza. !a !A''A al contrario della strofa, un$insieme di versi uniti dall$assonanza. !a &hanson de Roland, ad esempio: tra il >%% e il >%%% secolo si a55andona l$assonanza per la rima, i copisti modificano gli antici poemi epici da assonanze a rime (atteggiamento attivo . !$editore per eccellenza della &hanson de Roland egre. ,aston Paris parla di errori guida, il principio di maggioranza, testimone interposito perduto, divinatio, etc. (cose gi# viste . !a distinzione tra critica delle lezioni e delle forme, varianti di forme e di sostanza, alle "uali noi do55iamo guardare. !$interpolazione testo presumi5ilmente aggiunto dal copista indicato in parentesi "uadra. &ome ricostruire la lingua originaria del testo. 'ta5ilire la vicinanza nel tempo e nello spazio del manoscritto al suo autore: nello spazio molto difficile, con il gioco delle rime pi3 semplice perch; il copista non pu( cam5iarle. 'istema del testo di partenza, sistema dell$uso linguistico del copista: d# origine al diasistema ('egre : un$interferenza che la Meneg-etti paragona a manoscritti a rel; che modificano e ritrasmettono il testo. Ca le caratteristiche linguistiche di un$opera letteraria non sempre corrispondono alla lingua parlata? il 'iciliano illustre (non una lingua parlata , la letteratura ha un codice proprio diverso dalla lingua parlata. -ella letteratura provenzale si usa attendersi al manoscritto guida, il pi3 vicino nel tempo e nello spazio. %l metodo !achmaniano detto stemmatica con accezione negativa e tra la fine dell$ REII e i primi .I0.F anni del RLII con"uista la filologia dei testi medioevali, sia romanza che in germania: %talia, )rancia, ,ermania, la 'pagna ne resta fuori. Kra il .L.4 e il .L2E l$allievo di ,aston Paris, Y. .edier
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 2L laura@lalunga.it

uccide il maestro svuotando le teorie di ,aston Paris su !achman e il suo metodo e Aedier non lo fa solo per la critica del testo ma anche sull$origine della &hanson de ,este e sui )a5liau6. Aedier un personaggio accattivante che scrive molto 5ene e per "uesto ha anche avuto successo. &$ da parte sua la volont# di affrancarsi dalle idee del Caestro. 'iamo nel .EEL, tutto ruota intorno a un testo !ai de l$om5re componimento cavalleresco fantastico in versi fatto per le corti con connotati fantastici del ciclo 5retone, octosilla5e (in francese . <$ di Yean Renart del primo "uarto del >%%% secolo. Aedier .M anni dopo il maestro pu55lica "uesto testo applicando il metodo di !achman come gli ha insegnato il Caestro Paris. Oa M testimoni e si 5asa su un al5ero (vedi pag. PM del manuale e costruisce il suo testo. -el .ELI ,aston Paris gli fa una recensione, il saggio del .L2E (vedi manuale : secondo Paris nell$opera di Aedier vi un nuovo stemma codicum avevo perso una 5ella occasione pag. PE del manuale. )ino a che si tratta di studi preliminari gli al5eri sono almeno a tre rami, (fin "uando ci si limita a costruire uno stemma ma non un$edizione . 1uando lo studio non si limita solo ai manoscritti ma si pu55lica un$edizione, l$al5ero diventa a due rami, "uindi "uando ci si limita allo studio applica5ile il metodo di !achman e tutto funziona. -e deriva (pag. M. del manuale una legge che pu( essere cosG formulata W di "ueste due soltanto. Aedier dice che in realt# l$editore lavora in maniera tale da far discendere tutto da un al5ero sempre a due rami. %l metodo non sare55e scientifico ma 5asato sulla soggettivit# dell$editore. <ffettivamente il metodo di !achman non insegna a fermarsi nei raggruppamenti, se gli al5eri sono tutti a due rami l$editore che scegli in 5ase alla propria cultura e "uindi il testo non avr# alcun valore storico. !a meccanicit# del metodo di !achman pura illusione. .. gli editori cercano di arrivare alla situazione dei due rami per costruire un testo che non mai esistito, ci( avviene per loro comodit# 2. il testo che a55iamo davanti non il mitico reale ma delle scelte operate dall$editore
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4I laura@lalunga.it

'econdo Aedier 5isogna attenersi al manoscritto (bon manoscript storicamente piuttosto che incrociare diversi rami, cercando di ricostruire l$originale (impossi5ile solo cosG saremo sicuri di leggere "ualcosa di storicamente esistito, eliminando solo gli errori evidenti e attenendosi al testimone. %n assenza di errori sicuri congiuntivi o separativi, meglio astenersi dal costruire uno stemma codicum. % testimoni sono individui che rappresentano stazioni intermedie verso l$originale, non esistendo un metodo giusto o s5agliato? non giusto !achman e neppure Aedier, e nel contempo sono entram5i giusti. %n altre parole, secondo Aedier, il metodo di !achman non indica come fermarsi fino a creare i due rami per poi crearne uno. ,li stemma codicum possono essere infiniti (vedi pag. E. del manuale Yean Renart. Aedier ha una posizione storicistica: ci( che avvenuto su ci( che virtuale, lo stemma serve a costituire le varianti erronee e "uelle corrette. <gli ritiene comun"ue necessario lo studio dei testimoni per scegliere il Aon manoscript che comun"ue, anche essendo soggettivo, almeno esistito storicamente. 'e5astiano #impanaro cerca di affrontare la "uestione su come sia possi5ile spiegare il 5osco degli al5ero a due rami. !$archetipo nel corso del tempo si modificato per cause meccaniche (perdita di pagine, ad esempio e "uindi lo stesso archetipo pu( aver generato due rami. Colte volte accade che una famiglia risulti con errori evidenti (B e A mente Z un individuo, mentre A frutto del filologo che ha messo di tutto dentro (vedere pag. 2FP del manuale . %l testo critico 5asato sullo stemma codicum un$ipotesi. Per essere lachmaniani oggi 5isogna prima essere stati anti Aedier+ Pas"uali, nessuno oggi in grado di ricostruire come parlavano, ad esempio, gli antichi siciliani. %eri si visto Aedier che accusa gli editori di fare testi con nessuna realt# storica. Ceglio un 5uon manoscritto realmente esistito. % manoscritti sono individui storici, infatti, momenti
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4. laura@lalunga.it

della trasmissione di un testo che, spesso, (ad esempio fra le due guerre si riproducevano a caso. %n %talia la forza delle o5iezioni di Aedier si colloca 5ene? fra le due guerre vi un clima culturale improntato alle idee di Aenedetto "roce e del suo idealismo, la filologia in %talia ha dei pro5lemi perch; la critica 5asata sul senso estetico non attenta alla ricostruzione di un testo. Per &roce la filologia ha una funzione ancillare (serva per la costruzione estetica. 9n$intera collana edita da !a Kerza, diretta da Aenedetto &roce, 'crittori %taliani era priva di apparato critico. Kranne l$edizione del .L2E di )e%enedetti dell$ Drlando )urioso. *e5enedetti fu il pi3 importante filologo che ha insegnato all$9niversit# di Korino e fu tra i docenti cacciato con le leggi razziali (era, tra l$altro, zio materno di 'egre . %n %talia vi una situazione a+ filologica se non antifilologica: ci sono solo Aar5i (=ita -uova e Pas"uali che propone l$edizione con un sistema (introduzione, apparato, etc. fra gli anni R4I0$HI. Pas"uali pu55lica 'toria della tradizione e critica del testo che nasce come recensione al volume di Caas del .L2M dove identifica gli errori guida? Aedier gi# disse che gli al5eri si costruivano su al5eri poco giustificati. ,i# nel titolo dell$opera di Pas"uali c$ il programma: la ricostruzione delle edizioni dei testi non pu( essere separato dalla storia di "uella edizione. !a tradizione di un$opera (diretta o indiretta che ha portato fino a noi l$opera. Pas"uali non critica !achman, ma l$applicazione ad ogni tipo di tradizione ogni situazione, determina i modi dell$edizione: i rimaneggiamenti del copista ad esempio, ma do55iamo

conoscere i testimoni, la loro storia, capire come sono fatti variante d$autore: volont# dell$autore di dare pi3 versioni

della stessa opera !a nostra idea di letteratura sta5ile e monumentale non la stessa di un tempo, un$idea classica e poi romantica? nel Cedioevo non c$ "uesta idea se non per la lirica, ma i cantori, fa5liau6, sono pi3 modifica5ili perch; concepi5ili come di nessuno.
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 42 laura@lalunga.it

Azione che il ricordo mnemonico ha sul copista vuolsi colG

col#.. &ontaminazione: manoscritto che per alcuni tratti fa

gruppo ad una famiglia e per altri ad un$altra famiglia. Kutti "uesti elementi fanno dire a Pas"uali che il metodo di !achman non pu( essere usato universalmente, non una critica al metodo in se stesso ma alla sua indistinta applicazione. Ancora oggi l$idea che 5isogna dare un ordine razionale ai manoscritti esiste, il metodo di !achman formida5ile per ordinare i testimoni e Pas"uali non lo ha mai messo in du55io, egli mette in du55io la sua rigidit# e solo studiando la tradizione del testo si pu( raggiungere "ualche risultato. 'ul concetto di variante d$autore, all$inizio molto utilizzato, eccessivamente, ora 5isogna fare pi3 attenzione e Pas"uali sull$ultima edizione del suo volume, negli anni $PI, insiste di meno su di esse. Per capire la critica del testo oggi 5isogna essere passati per Aedier e per Pas"uali per pu55licare un testo. <sempio: l$edizione critica dei Promessi 'posi ha creato "ualche pro5lema, tenuto conto che )ermo e !ucia una macrovariante d$autore. A / le stampe del )ermo e !ucia X / Promessi 'posi B2M / Promessi 'posi edizione del .E2M >HI / Promessi 'posi edizione del .EHI =arianti evolutive: lo stesso autore modifica nel tempo e Aar5i lo capisce e li tratta come individui a se. Petrarca: L fasi di riela5orazione del &anzoniere. A55iamo l$autografo del &anzoniere, le variazioni riguardano anche l$ordine dei singoli componimenti. Kutto "uesto per dimostrare l$importanza della storia della tradizione di un testo (Pas"uali

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 44 laura@lalunga.it

-el .L4E .al%i pu55lica !a nuova filologia e l$edizione dei nostri scrittori da *ante a Canzoni. Alla fine della seconda guerra, con "ontini, in %talia vi un ritorno a !achman che non prescinde dalle osservazioni di Aedier e Pas"uali. &ontini sostiene che per essere lachamaniani oggi necessario aver fatto un$esperienza antilachmaniana (con Aedier e postlachmaniana (con Pas"uali . !$idea della difrazione in absentia un concetto translachmaniano (/edi pag. :6 dell&allegato ; . -eolachmanismo: corrente che da &ontini recupera !achman per il metodo di razionalizzare ma con le eccezioni di Aedier e Pas"uali e a55andonando l$idea che sia possi5ile ricostruire l$originale, un mito &ontini: edizione critica un$ipotesi di lavoro, la pi3 scientifica e "uindi frui5ile in modo da poter essere criticata + ed economica + con il minor numero di passaggi + , "uesto neolachmanismo. 1uindi in sostanza: .. !achman serve per ricostruire, dare un senso ai vari testimoni 2. l$edizione critica cosG fondata "uindi un$ipotesi modifica5ile nel tempo Aedier: non c$ un metodo solo, unico, valido per tutti, ma per ogni situazione cam5ia. Dgni singolo prodotto editoriale ha una sua individualit# !achman va 5ene per dare ordine a dei dati -egli anni HI0FI0PI vi era la contrapposizione tra lachmaniani e 5edieriani con connotati nazionalisti e grazie al neo o translachmanismo, che nasce in %talia, viene superata. &oncetto francese di muovere, variance. -egli anni $MI si con Roncaglia si sviluppa lo strutturalismo: A l$emittente, il testo scritto nel momento vissuto dall$autore, R come lo vediamo noi. 'e vogliamo gli stadi intermedi a55iamo 5isogno di !achman, 'egre prende da Aedier e da !achman sostenendo che c$ un luogo del reale (l$edizione critica e un luogo del virtuale (l$apparato ? egli apporta al di5attito molti elementi, tra i "uali:
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4H laura@lalunga.it

*iasistema: alla fine delgi anni $MI 'egre si collega al "uadro tipico dopo &ontini, di contrapposizione Aedier !achman. &oncetto di 'egre preso dalla dialettologia, frutto della reciproca interrelazione fra due sistemi linguistici? noi non a55iamo un solo sistema linguistico (parlato e scritto *%A sta per attraversamento e 'egre con "uesto concetto introduce l$idea che i testimoni di un$opera sono da considerarsi diasistema e cio compromesso tra sistema di partenza, l$origine di un$opera, insieme di forme, di stili, di idee: "uando il coista copia l$opera ha un suo sistema e lo applica. -on riguarda solo la forma perch; gi# Paris l disse, ma anche i contenuti, la cultura e le ideologia e la copia dell$opera il riadattamento mediato dal copista. Dgni copiatura un diasistema e 'egre sostiene che si ha un sistema con una serie di diasistemi che creano entropia con fuga dal centro, allontanamento dalla forma originaria. Ca "uesto non semplice e se ogni testimone un diasistema, allora i rapporti genetici tra i testimoni avranno certe caratteristiche ideologiche che fanno pare di uno stesso sistema e "uindi di un unico originale. 'egre parla di dialisi, operazione che serve a separare elementi puri e impuri, immaginando l$al5ero lachmaniano di due rami (che Aedier critica aspramente si avranno i due rami che si allontanano dall$originale ma le caratteristiche di ogni lato sono uguali. <$ una sistematizzazione non del tutto nuova, &ontini (ipotesi di lavoro Paris (sistema di partenza pi3 sistema di arrivo . 1uindi non si guardano solo gli errori congiuntivi e separativi. Per mettere ordine tra i testimoni si usano gli errori guida, i diasistemi, dopo possiamo fare delle ipotesi di testo originale, nello stesso tempo ('egre l$edizione deve rimanere fedele al dato testuale, c$ un una nuova relazione tra testo (luogo del reale e apparato (luogo del virtuale i manoscritti valgono pi3 della ricostruzione com5inatoria del filologo. 'e il testo il luogo del reale, nell$apparato possiamo fare tutte le congetture che vogliamo, che rimangono ipotesi, non ricostruiscono un testo mai esistito. %l testo critico si atterr# il pi3 possi5ile al manoscritto, l$apparato proporr# altre soluzioni, ma non a testo,
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4F laura@lalunga.it

per non creare un mostro mai esistito storicamente. <$ un$idea molto interessante. 'i cam5ia il modo di percepire l$apparato, come luogo di discussione, del virtuale, non statico, no proposte, discussioni per non proporre a testo "ualcosa che storicamente non mai esistito. <$ vero che il restauro di un$opera non rovina i precedenti ma in ogni modo il lettore legge ci( che il filologo ela5ora, secondo "uindi un$ipotesi. %mperativo etico a comprendere ('egre , 5isogna cercare di capire ci( che ci circonda e per il filologo fornire l$interpretazione dei dati che il contrario di Aedier con il 5uon manoscritto. 'egre il superamento di !achman e di Aedier perch; l$edizione critica non pu( prescindere dalla tradizione storica. Avalle a55iamo due verit# da ricostruire: dell$autore e dei testimoni. Kra testo critico e verit# del protagonista vi differenza, sono ipotesi fondate, argomentate, discusse ma mai da identificare con l$originale. !a storia culturale di Avalle, che ha portato la semiologia di Avalle. Oa insegnato all$9niversit# di Korino. -el .LPI, "uarantenne, pu55lica il Krovatore (edizione critica a cui &arl .artc- aveva dedicato per primo, alcuni studi lachmaniani. <$ neolachmaniano e consapevole che l$edizione critica un$ipotesi, la pi3 economica, ma apporta alcune novit#: agli inizi della sua esperienza alla ricerca della verit# d$autore analizzando la tradizione manoscritta, non solo poesia per poesia ma l$intera opera del Krovatore. 'i accorge che esiste una specie di li5ro di poesie, dove i componimenti sono messi in un certo ordine dall$autore e si trasmesso manoscritto per manoscritto con "uest$ordine. Petrarca, per primo, costruisce un li5ro dove le poesie hanno un senso fra di loro, sono collegate in un certo ordine deciso dall$autore. 'tudiando la tradizione del Krovatore Avalle dice che esiste una raccoltina che deriva dall$autore stesso. !a tradizione viene usata sia per ricostruire il testo della poesia, sia "uello del canzoniere. &ritica interna: "uella inerente al testo, gli errori che ci indicano la relazione tra i testimoni
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4P laura@lalunga.it

&ritica esterna: paratesto, se"uenza dei componimenti, le miniature, l$analisi delle varianti, gli errori guida. 'e in .I testimoni, F poesie sono sempre nello stesso ordine, non ininfluente, se non casuale, esisteva un li5ro d$autore8 'ono tutti testimoni dello stesso archetipo8 <$ casuale8 1uesti elementi di critica esterna non 5astano per dire che sono imparentati ma sommati alla critica interna la pro5a5ilit# aumenta. Avalle dice di usare la critica interna pi3 la critica esterna. !a critica esterna non sufficiente, lo diventa solo "uando si coniuga con "uella interna. Avalle "uindi ricostruisce un$ipotesi di Pierre *idal, Krovatore, sul li5ro !a letteratura tro5adorica e la sua tradizione manoscritta nel .LP.. <$ un caso unico di cercare di dare una tradizione unica di un$intero fenomeno letteraio e viene fuori, ad esempio, che dovevano esistere dei manoscritti con varianti in interlinea fatti usciti dagli scriptorium, sono le editio variorum (vedere pag. .4P dell$Allegato < , da cui discendono i manoscritti esemplati in %talia, riportano "uindi delle varianti aggiunte in interlinea che il copista non si accorto fossero varianti. Avalle cerca delle concordanze della lingua poetica delle origini e per fare "uesto si chiede se pu( utilizzare le edizione critiche ma non esiste edizione critica che non tralasci molto materiale. !$interesse linguistico per ricostruire un voca5olario della lingua, poetica delle origini e che sia dell$autore o del copista ha poca importanza. -on usa le edizioni critiche ma i manoscritti come portatori di poetica della letteratura italiana dalle origini (vedi: Cadonna dir vo voglio . 'e prendiamo l$edizione critica si rischia che molto materiale non sia censito, allora guardiamo i singoli testimoni perch; si capisce come veniva fruita la forma li5ro nel medioevo, alle volte un$antologia selezionata e mirata e non casuale, la scelta dei componimenti significativa, la loro se"uenza anche. 1uesti canzonieri che a55iamo sempre svuotati, Avalle li considera degli organismi con alle spalle un progetto, un$idea non sempre "uindi frutto del caso e di conseguenza, da ricostruire. 'e 5isogna ricostruire la lingua della letteratura italiana, non uso le edizioni critiche ma i
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4M laura@lalunga.it

testimoni, le interpretative (non le diplomatiche dei singoli testimoni. Ricostruire un dizionario per ricostruire il testo, per comprendere l$usus scribendum del tempo, a discernere tra una variante e l$altra, non soltanto un$operazione lessicografica ma anche vedere come veniva usata una certa parola. 'i parte "uindi da !achman, o neolachmanesimo (Aedier, Pas"uali, &ontini , per arrivare alla fine della sua para5ola (personaggio con grande fascino con "uesta grande idea: fin$ora si cercato l$originale che per( spesso in attingi5ile, ora cerchiamo la volont# dei singoli testimoni, come veniva fruito, come era la forma del li5ro, la lingua. &on i sistemi informatici, ora pi3 semplice, le concordanze, ad esempio, le sono su &*. &ostellazione [ (epsilon : serie di edizioni variorium accomunate tra loro a formare una costellazione. *iscendono tutti i canzonieri tro5adorici edizionati in %talia ,ruppo B: un su5archetipo esistito da cui hanno avuto origine alcuni testimoni di area )rancese Kerza tradizione: costituita da testimoni esemplati in %talia (lettere maiuscole codici pergamenati, minuscole, cartacei e strettamente imparentati. 1uesto canone conferma l$idea che ,roe5er ()iera5ras che nel .EMF, con uno studio sulla tradizione manoscritta dei Kro5adori, sulla 5ase di critica esterna, aveva gi# individuato la terza tradizione. )ilologia d$Autore: come rendere visi5ile e frui5ile opere con continue revisioni dell$autore stesso. <$ un ramo recente della filologia, anche se Aar5i, sul volume su )ante e Manzoni, si era gi# posto il pro5lema con i Promessi 'posi. !e redazioni plurime di una stesa opera riguardano poco la letteratura medievale, pi3 "uella moderna e contemporanea (Kasso, la ,erusalemme con"uistata li5erata, noi leggiamo la li5erata perch; ci piace di pi3, ma "uella che #asso considerava sua la con"uistata . *ei Ricordi di Guidcciardini, ad esempio, ve ne sono 4 edizioni. -el medioevo troviamo il !i5ro del 5ueno amor di ,uis, 'pagna, vi sono due versioni, secondo alcuni. &$ il
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4E laura@lalunga.it

rimaneggiamento d$autore, ad esempio modificare il destinatario della poesia. -oi lavoreremo su un$opera Sor7 in progress, %l canzoniere di Petrarca, l$Drlando )urioso, vi sono F canti che l$autore ela5or( successivamente e mai usciti, canti pessimisti frutto degli ultimi anni di Ariosto che non vennero mai integrati nel corpo. *el &anzoniere di Petrarca a55iamo il codice degli a55ozzi (vedere pag. 4F dell$allegato % , "uesto tipo di studi, oltre ad essere interessanti, ci mettono di fronte al fatto che ogni opera un sistema di segni e ogni segno va messo in relazione con tutti gli altri segni. =edere Allegato ! )rancesco Petrarca, &anzoniere, ristampa .LL2 %ntroduzione del &ontini, canzone 2IM del &anzoniere. Roman<, codice degli a55ozzi, edizione interpretativa del codice degli a55ozzi di lavoro di Petrarca. =! 4.LP+.LFF. )ilologia d$autore: stata usata nel .LEM per la prima volta da *ante %sella ne !e carte mescolate. <sperienze di filologia d$autore. !$oggetto non nasce con %sella ma la pratica che analizza le varianti evolutive, il Sor7 in progress, gi# esisteva (varianti d$autore . %n %talia a &ontini che do55iamo l$illuminazione dell$importanza di "uesti tipi di approccio, nel .LH4 con il 'aggio di un commento W dove per la prima volta si dimostra come un testo arrivato a noi? &ontini per la prima volta (viveva in 'vizzera, esule politico in %talia affronta "uesto pro5lema, l$evolversi di un$opra con le diverse versioni di autore importante ai fini letterari, come aver davanti un la5oratorio di scrittura. !a filologa d$autore riguarda poco la letteratura medievale perch; non a55iamo gli autografi o diversi autografi. Riguarda am5iti e6tramedievali, Canzoni, &arlo Porta (poeta in dialetto del romanticismo italiano Contale, !eopardi, )enoglio. !a filologia romanza in %talia ha connotazioni "uasi esclusivamente medievali. %l lettore deve poter avere davanti a se lo svolgersi del lavoro nelle varie fasi (vedere pag. 4F allegato % . 1uesta edizione diplomatica di difficile lettura, non usa le interpunzoni, non va a capo alla fine di ogni verso. A pag. 4P si discute verso per
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A 4L laura@lalunga.it

verso e poi si mette a testo l$ultima redazione (degli a55ozzi e si discute in apparato le varianti evolutive. A pag. 4F c$ il processo evolutivo con un solo colpo d$occhio? a pag. 4P c$ l$ultima redazione e in apparato tutte le modifiche e diventa pi3 leggi5ile. Dggi "uesta operazione agevolata dall$ipertesto. !a struttura di Roman( delle edizioni interpretative non comoda e un po$ complicata. =edere allegato C pag. 2PF: l$edizione critica di Petrarca si 5asa su un unico manoscritto autografo o comun"ue scritto da copisti con l$autorizzazione di Petrarca. !$edizione critica non si preoccupa delle fasi evolutive, l$edizione di &ontini non ha apparato perch; deve avere altri contenuti. &onclusione: Roncaglia tra i due apparati dell$edizione di lachman e di Aedier non c$ conflitto ma sono diversi perch; si riferiscono a due oggetti e finalit# differenti: a cosa serve l$edizione, la sua finalit# a chi destinata l$edizione *ar/aro: i filologi non devono essere accomunati da un metodo ma dal pro5lema di come proporre le opere ai lettori, la ricezione scientifica dei testi, il metodo deve per( essere spiegato.

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A HI laura@lalunga.it

8ndice Analitico a55reviazioni................................................................., .2 Accademia della &rusca.......................................................F adiafore.........................................................................H, F adiafora..........................................................M, 2I, 2H, 2F allegato......................................I, .., .E, .L, 2P, 4H, 4L, HI Allegato......................................................L, 24, 2H, 4M, 4L allegato A....................................................................I, .. Antonelli...........................................................................L Antonello........................................................................... apparati............................................................................... Apparato........................................................................E Apparati.............................................................................. apparato........................................................................E apparato....................................L, 2., 2H, 2F, 42, 4H, 4F, HI apparato negativo...................................................L, 2H, 2F apparato positivo..........................................................L, 2. archetipo................................................E, .F, 2H, 2E, 4., 4M Archetipo...........................................................................F A''D-A-XA.....................................................................2L au mNme au mNme.............................................................P Avalle....................................................P, .., .L, 2I, 4P, 4M Aal5i................................................................................4H Aalduino............................................................................ Aar5ero............................................................................2E Aar5i.........................................................2., 2E, 42, 44, 4E Aartch.............................................................................4P Aedier..................I, .F, 2L, 4I, 4., 42, 44, 4H, 4F, 4P, 4E, HI 5edieriani....................................................................P, 4H Aem5o..............................................................................F Ai5liografia.......................................................................... %ndicazione 5i5liografica..............................................L, 2I 5i5lioteca vaticana..............................................................I 5iffatura............................................................................I Aoccaccio....................................................................F, 2P 5on manoscript.................................................................4. Aon manoscript.................................................................4. 5rachigrafici......................................................................I Aram5illa................................................................, .L, 2H Auenamor.........................................................................M cancellatura.......................................................................I &anzoniere.................................................................44, 4L &avalcanti.........................................................................E &hanson.....................................................................2L, 4I &ode6 Dptimus.............................................................H, 2M &ode6 Receptus..................................................................F &ode6 =etustissimus...........................................................F codice interposito................................................................E &odice interposito.............................................................2I &odices Plurimi...................................................................F &ollatio........................................................................P, 2I collazione....................................................................L, 2F &ollimare..........................................................................2
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A H. laura@lalunga.it

&oncordanza......................................................................E &D-'D-A-XA..................................................................2L &ontaminatio.....................................................................M &ontini.................................2H, 2F, 2P, 2E, 4H, 4F, 4E, 4L, HI copisti................................................................................. copista..............................P, M, E, .M, 2I, 24, 2H, 2P, 2E, 2L &opisti................................................................................. copista............................................................................M &ostellazione [.................................................................4E &ritica del testo.................................................................... critica dei testi.................................................................2 &ritica esterna..................................................................4M &ritica interna...................................................................4P &roce...............................................................................42 &ronologia della storia della critica del testo.........................2P *ante.................................................F, L, .I, .F, 4H, 4E, 4L *e Rerum -atura................................................................H *e =ulgari <lo"uentia........................................................2E *e5enedetti......................................................................42 *efinizione di critica del testo.............................................2I dialisi...............................................................................4F diasistema..................................................................2L, 4F *iasistema.......................................................................4F dificilio...................................................................2, 2F, 2P *ifrazione...................................................................2H, 2P difrazione in a5sentia.........................................................4H difrazione in presentia.......................................................2P diplomatica............................................................., .2, 2. *ivina &ommedia...........................................4, L, .F, .L, 24 divinatio.......................................................................L, 2L <cdotica.............................................................................2 edizione critica....., .E, .L, 2I, 2., 24, 2F, 2M, 44, 4H, 4P, 4M, HI <dizione critica........................................................., .F, .L edizione diplomatica......................................................., .2 <dizione diplomatica............................................................ edizione interpretativa...................................................., .2 <dizione interpretativa..................................................., .2 edizioni variorium..............................................................4E emendatio....................................................................L, 2H <mendatio.........................................................................L errore................................................................................. errori.......................................F, P, M, E, .H, .P, 2I, 24, 2E errore congiuntivo.........................................................E, .P <rrore gruida congiuntivo...................................................2I errore guida......................................................................... errori guida..........................................................P, .H, 2E <rrore guida separativo......................................................2I errore separativo................................................................E errori congiuntivi.................................................................. errore congiuntivo...............................................P, E, L, 4F errori guida.......................................................................... errore guida............................M, E, L, .F, .L, 2I, 2L, 42, 4F errori separativi.................................................................... errore separativo.............................................................E
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A H2 laura@lalunga.it

errori sostanziali............................................................M, .L espunzione........................................................................I <6picit.............................................................................22 fa5liau6............................................................................42 )a5liau6...........................................................................4I )alchetto...........................................................................I )ermo e !ucia...................................................................44 )iera5ras....................................................................2M, 4E )ilologia..............................................................., 2, 4E, 4L foglio...........................................................M, .I, .., 22, 24 formario............................................................................E )ormario..........................................................................2. ,alilei..............................................................................2F ,aston............................................................2M, 2E, 2L, 4I ,ro5er.............................................................................2M ,ruppo B..........................................................................4E ,uidcciardini.....................................................................4E %nglese............................................................................2I interlinea......................................................................M, 4M interpolazione...................................................................2L interposti...........................................................................H interpunzione.....................................................................I ipotesi..............................................2, .., .E, 2I, 4., 4H, 4F %sella...............................................................................4L Yacopo da !entini...............................................................I :ant................................................................................2M :arl !achman.....................................................................H !achman..H, F, P, L, .I, .., .H, .P, .M, .E, 2I, 24, 2P, 2M, 2E, 4I, 4., 42, 44, 4H, 4F, 4P lachmaniano.....................................................................4F !ai de l$om5re...................................................................4I !A''A........................................................................2E, 2L !ectio difficilior...................................................................L lectio dificilior....................................................................I !entini...................................................................E, .L, 24 !i5ro del 5ueno amor.........................................................4E !inguistica........................................................................... li"uide..............................................................................I !ucrezio.......................................................................H, 2P !uis.................................................................................4E luogo del reale............................................................4H, 4F luogo del virtuale.........................................................4H, 4F Caas..................................................P, E, .P, .M, 2I, 2E, 42 Cadonna.....................................................................I, 4M Canoscritto........................................................................M manoscritto 5ase..........................................................E, 2. manuale...........................................................P, 2E, 4I, 4. Canzoni................................................................4H, 4E, 4L Ceneghetti.......................................................................2L Cetodo............................................................................2I Cetodo di !achman.............................................................L neolachmanesimo.............................................................4E neolachmanismo...............................................................4H -eolachmanismo...............................................................4H -i5elunghi..................................................................2P, 2E
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A H4 laura@lalunga.it

octosilla5e........................................................................4I Drlando )urioso...........................................................42, 4L ortografia.....................................................................P, .I Paris..........................................................2M, 2E, 2L, 4I, 4F Pas"uali...........................L, .F, .P, .M, .E, 4., 42, 44, 4H, 4E pergamena..................................................................I, 22 Petrarca......................................................F, 44, 4P, 4L, HI Petrocchi.....................................................................F, .L Porta...............................................................................4L postlachmaniana...............................................................4H principio di maggioranza...................2, 4, F, M, E, L, .H, 2I, 2L Promessi 'posi.......................................................E, 44, 4E provenzale..............................................................4, 2M, 2L Raim5aut de =a"ueiras........................................................4 RaVna...............................................................................2E rapporti genealogici......................................4, P, M, L, .M, 2I rasura...............................................................................I Recensio.................................................................F, .P, 2I Recensio chiusa.................................................................P receptus...........................................................................24 Renart........................................................................4I, 4. restauro paleontologico.......................................................E R%CA...............................................................................2E Rom#nia............................................................................. romanice lo"ui..................................................................... Roman(......................................................................4L, HI Romanticismo...................................................................2M Roncaglia....................................................................4H, HI scriptorium.............................................................M, .M, 4M 'egre........................................................2L, 42, 4H, 4F, 4P separativi............................................................P, L, 4., 4F 'iciliano illustre.................................................................2L stemma codicum...............................................................2 stemma codicum.....................................P, .F, 2I, 2M, 4I, 4. stemmatica......................................................................2L strategia totalizzante.........................................................2. 'trategia Kotalizzante.........................................................E tachigrafici........................................................................I Kasso...............................................................................4E Kerza tradizione................................................................4E te6t 7riti7...........................................................................2 Kimpanaro........................................................................4. tornada.............................................................................M translachmaniano..............................................................4H translachmanismo.............................................................4H Kro5adori.........................................................................4E tro5adorica........................................................................I Krovatore...................................................................4P, 4M umanisti.............................................................................. umanista...................................................................H, 24 usus scri5endi...............................................................L, .I usus scri5endum...............................................................4E variante d$autore.........................................................42, 44 =arianti d$Autore................................................................M =arianti evolutive..............................................................44
Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A HH laura@lalunga.it

=arianti formali...................................................................M =arianti sostanziali..............................................................M =arvaro............................................................................HI =AK!AK 4.LL.....................................................................F vetustissimus....................................................................24 =idal..........................................................................2M, 4M =ita di 'ant$Alessio............................................................2E =ita -uova..............................................................F, 2E, 42

Appunti del corso di Filologia e linguistica Romanza a.a. 2002 2003 PA,%-A HF laura@lalunga.it