Sei sulla pagina 1di 2

IV DOMENICA DI AVVENTO A

In questa IV domenica di Avvento, la liturgia della Chiesa ci introduce a prepararci alla ormai prossima festa della nascita del Signore. Le orazioni e le letture riferiscono gli eventi che hanno preceduto la nascita di Ges, dove la vergine aria ci occupa un posto privilegiato.

L!orazione colletta " quella che si fa prima le letture " a##raccia l!incarnazione e il mistero pasquale e chiede di guidarci alla gloria della risurrezione$ Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre, tu, che nellannunzio dellangelo ci hai rivelato lincarnazione del tuo Figlio; per la sua passione e la sua croce, guidaci alla gloria della resurrezione. La prima lettura offre i %segni dell!&mmanuele', ripresi da Isaia$ Il Signore stesso vi dar un segno. Ecco, la vergine concepir e partorir un figlio, che chia l!evangelista er E anuele. E anuele, che, come dichiara atteo, significa !io con noi.

(el #rano della lettera ai )omani, *aolo parla della sua chiamata ad annunziare il vangelo$ Paolo, servo di "risto #es$, apostolo per chia ata, scelto per annunciare il vangelo di !io. a chi l!ha chiamato+ Chi l!ha scelto+ C!, stato proprio Ges Cristo, nato dal se e di !avide secondo la carne, costituito Figlio di !io con potenza, secondo lo Spirito di santit, in virt$ della risurrezione dei orti.

Il vangelo di questo anno riferisce il conflitto interiore di Giuseppe davanti alla gravidanza inaspettata di prendere con saria, e l!invito dell!angelo a aria perch- il #am#ino che attende viene dallo Spirito

Santo e salver il suo popolo dai suoi peccati. Infine, l!orazione dopo la comunione ci fa chiedere che cresca il nostro fervore per cele#rare degnamente il (atale del Signore$ % !io, che ci hai dato il pegno della vita eterna, ascolta la nostra preghiera& 'uanto pi$ si avvicina il gran giorno della nostra salvezza, tanto pi$ cresca in noi il nostro fervore, per cele(rare degna ente il )atale del tuo Figlio. Vorrei farvi un invito per le feste natalizie, una proposta semplicessima com!, quella di meditare i testi #i#lici e liturgici con i quali la Chiesa rinnover. la (ascita del Signore. *otete prendere il foglio %La /omenica', portarlo a casa, meditare le letture e le preghiere, e cos0 entrare in dialogo amicale con Ges. Vi invito ad entrare nel presepio e diventare un personaggio qualsiasi di questo evento. In questa rappresentazione, il nostro modello, la nostra Vergine aria, adre del Signore. Guardate come aestra, sar. la

aria si rapporta col

1am#in Ges$ ella , la figura della Chiesa in ascolto della *arola di /io che in lei si fa carne. della vita. 3gni cristiano che crede, in un certo senso, concepisce e genera il Ver#o di /io in se stesso$ se c!, una sola accaduto a adre di Cristo secondo la carne, secondo la fede, invece, Cristo , il frutto di tutti. /unque, quanto , aria pu4 riaccadere in ciascuno di noi ogni giorno nell!ascolto della *arola e nella cele#razione dei Sacramenti. aria , anche sim#olo dell!apertura per /io e per gli altri2 ascolto attivo, che interiorizza, assimila, in cui la *arola diviene forma