Sei sulla pagina 1di 9

Instapaper.

com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

Instapaper
November 21, 2013 Come legge il nostro cervello | equazioni.org Sceodno una rcircea dlelUvitrisen di Cmbairgde non ipromta lodirne dlele lrteete in una proala, luicna csoa che cntoa che la pimra e lutlmia ltetrea saino al psoto gusito. Ttute le atlre lrteete dlela poalra psonoso esrsee itinvtere snzea carere prleobmi alla letutra. Qstueo acdcae pcher la mtene non lgege ongi lteetra senigolnarmte ma la proala cmoe un ientro qudini il clrveelo cnouqmue in gdrao di asblsemare le lterete e iernttaprere la ploara crottrea. *** No, non siamo impazziti, n questo il primo tentativo del nostro piccolo Ale di scrivere un articolo. Questo un esperimento che cerca di dimostrare la fondatezza o linfondatezza di alcune teorie riguardanti il modo in cui il nostro cervello legge e interpreta i segni, le lettere e le parole. Ho da poco finito di leggere il libro di Glenn Doman sullinsegnamento precoce della lettura ( a breve la recensione) e per saperne di pi ho curiosato in rete e sono finito su questo blog. Per vedere se per caso dietro allo scombinamento delle lettere ci fosse uno studio accurato sulla loro disposizione apparentemente casuale, ho provato a tradurlo e scombinare io personalmente le lettere. Ebbene, quello che avete letto il risultato, ugualmente efficace ed affascinante. Qui sotto invece trovate la soluzione : Secondo una ricerca dellUniversit di Cambridge non importa lordine delle lettere in una parola, lunica cosa che conta che la prima e lultima lettera siano al posto giusto. Tutte le altre lettere della parola possono essere invertite senza creare problemi alla lettura. Questo accade perch la mente non legge ogni lettera singolarmente ma la parola come un intero quindi il cervello comunque in grado di assemblare le lettere e interpretare la parola corretta.

Alfabeto - Wikipedia it.wikipedia.org Disambiguazione Se stai cercando il termine alfabeto nella suo significato comune di sistemi di scrittura, vedi Sistema di scrittura. Una A, la prima lettera dellalfabeto latino. Lalfabeto un sistema di scrittura i cui segni grafici (i grafemi) rappresentano singolarmente i suoni delle lingue (foni e fonemi). Nei sistemi di scrittura alfabetici, generalmente un grafema rappresenta un fonema, ma spesso uno stesso grafema pu rappresentare pi fonemi o, viceversa, uno stesso fonema pu essere rappresentato da pi grafemi. La parola alfabeto deriva dallunione dei nomi delle prime due lettere dellalfabeto greco (che il primo sistema di scrittura alfabetico), Alpha e Beta. I sistemi alfabetici sono tra i sistemi di scrittura pi diffusi al mondo e, data la caratteristica di possedere un numero limitato di segni, sono anche sfruttati per la trascrizione fonetica: inoltre la quasi totalit degli alfabeti del mondo usa i grafi della scrittura latino, a volte assegnandogli valori fonetici diversi da un sistema allaltro e a volte modificandoli aggiungendo o togliendo tratti grafici.

Alfabeti, abugida e abjad


Genericamente per alfabeto, si intende un sistema di scrittura segmentale a livello fonemico che ha glifi separati per suoni individuali. I grafemisti definiscono invece tre tipologie di scrittura segmentale alfabeto, abjad e abugida. Questi tre differiscono luno dallaltro nella maniera in cui sono trattate le

1 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

vocali: gli abjad hanno le lettere per le consonanti e lasciano le vocali inespresse; gli abugida sono anchessi basati sulle consonanti, ma indicano le vocali con segni diacritici o con modificazioni grafiche sistematiche alle consonanti. Quindi gli alfabeti rappresentano le consonanti e le vocali come lettere indipendenti. Il pi antico alfabeto conosciuto in senso ampio la scrittura Wadi el-Hol, che si crede sia un abjad, che attraverso il suo successore il fenicio, lantenato dei moderni alfabeti, tra cui larabo, il greco, il latino (attraverso gli antichi alfabeti italici), il cirillico (attraverso lalfabeto greco) e lebraico (attraverso laramaico). Gli Abjad dei giorni nostri sono la scrittura araba e lebraico; alfabeti veri invece comprendono il latino, il cirillico e lhangul coreano; e gli abugida sono usate per scrivere il tigrino, lamarico, lhindi e lalfabeto tailandese I sillabici aborigeni canadesi sono anche abugida piuttosto che un sillabario come il suo nome farebbe pensare, giacch ogni glifo sta per una consonante che modificata dalla rotazione per rappresentare la vocale seguente. In un vero sillabario, ogni combinazione vocale-consonante sarebbe rappresentata da un glifo separato. Queste tre tipologie possono essere incrementate con i glifi sillabici. Lugaritico, per esempio, di base un abjad, ma ha lettere sillabiche per /a, i, u/. Il cirillico di base un alfabeto vero, ma ha lettere sillabiche per /ja, je, ju/ (, , ); il copto ha una lettera per /ti/. Il Devanagari tipicamente un abugida incrementato con lettere dedicate per le vocali iniziali, sebbene alcune tradizioni usano come una consonante zero come base grafica per quelle vocali. I confini tra le tre tipologie di scritture segmentali non sono sempre ben delineate. Per esempio il curdo sorani scritto con lalfabeto arabo, che di norma un abjad. Sebbene, nel curdo, scrivere le vocali sia obbligatorio, e sono usate lettere complete, cos la scrittura un alfabeto in senso stretto. Altre lingue possono usare un abjad semitico con vocali obbligatorie diacritiche, facendo effettivamente di loro un abugida. Daltro canto, la scrittura Phagspa dellImpero Moghul fu basato strettamente sullabugida tibetano ma tutte i segni vocalici sono scritti dopo la consonante che le precede piuttosto che come segni diacritici. Ancora pi estremo lalfabeto Pahlavi, che un abjad ma che diventa logografico.

Gli alfabeti nelle lingue tonali


Questa prima classificazione degli alfabeti riflette la condizione di come essi trattano le vocali. Per le lingue tonali, c un ulteriore classificazione basata su come trattano il tono, sebbene non esiste un nome per distingue le differenti tipologie. Alcuni alfabeti ignorano il tono del tutto, in particolare quelli che non portano alcun significato funzionale forte, come nel somalo e altre lingue africane e delle Americhe. Alcune scritture trattano i toni come gli abjad trattano le vocali. La maggior parte dei toni indicati con segni diacritici, alla stessa maniera con cui sono trattate le vocali negli abugida. Questo il caso del vietnamita, un alfabeto vero, e del Tailandese (abugida). In tailandese, il tono determinato prima di tutto dalla scelta della consonante, con luso di diacritici per la disambiguazione. Nella scrittura Pollard, un abugida, le vocali sono indicate da diacritici, ma il posizionamento del relativo diacritico alla consonante modificato per indicare ilt ono. Pi raro, in caso in cui, una scrittura abbia lettere separate per indicare i toni, come nel hmong e nello Zhuang. Per la maggior parte di queste scritture, indipendentemente dal fatto che si usano lettere o segni diacritici, il tono pi comune non contrassegnato, proprio come la vocale pi comune non contrassegnato negli abugida indoari, nello Zhuyin non solo uno dei toni non segnati, ma vi un diacritico per indicare la mancanza di tono, come il virama indiano.

Ordine alfabetico
Gli alfabeti spesso vengono associati con un ordine standard delle loro lettere, che pu essere usato per scopi di confronto - vale a dire per lelencazione di parole e altri oggetti in quello che viene chiamato ordine alfabetico. Lordine di base dellalfabeto latino ( A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V

2 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

W X Y Z), che derivato dallordine del Abgad semitico nord-occidentale, ben consolidata, sebbene le lingue che usano questo alfabeto hanno diverse convenzioni per il trattamento delle lettere modificate (come nel francese , , e ) e di una certa combinazione di lettere (multigrafi). In Francia, queste non sono considerate lettere aggiuntive per gli scopi dellordinamento e de confronto. Sebbene nellislandese, le lettere accentate come , , e sono considerate lettere distinte dellalfabeto. In spagnolo la considerata una lettera separata, ma le vocali accentate come e invece non lo sono. La ll e la ch sono considerate lettere singole, ma nel 1994 la Real Academia Espaola cambi lordine cosicch la ll tra lk e lam nel dizionario e ch tra la cg e la ci, e nel 2010 al decimo congresso dellassociazione delle accademie di lingua spagnola cambi ulteriormente non considerandole pi lettere. In Germania, le parole che inziano con sch- (che rappresenta il fonema tedesco / /) sarebbe intercalato tra parole con liniziale sca- e sci- (tutti prestiti linguistici) invece di questo cluster grafico appare dopo la lettera s, come se fosse una singola lettera, una politica lessicografica che sarebbe dobbligo in un dizionario di albanese come per esempio con: dh-, -, gj-, ll-, rr-, th-, xh- and zh- (tutti rappresentano fonemi e sono considerate lettere singole separate) che seguono rispettivamente le lettere d, e, g, l, n, r, t, x e z Invece nei dizionari ingelsi, la sezione lessicale con liniziale th- trova posto tra tee ti-. Le parole tedesche con lumlaut saranno ulteriormente alfabetizzati come se non lavessero a differnza del turco che avrebbe adottato i grafemi tedeschi e , e dove una parola come Tufek, sarebbe venuto dopo Tuz, nel dizionario. Un eccezione si trova negli elenchi telefonici tedeschi dove le lettere con lumlaut sono ordinate diversamente come = ae. Gli alfabeti danese e norvege termiano con , come anche lislandese, lo svedese, e il finlandese convenzionalmente inseriscono le parole che iniziano con alla fine. La famiglia delle scritture Brahmi usate in India usano un unico ordine basato sulla fonologia. Le lettere sono arrangiate secondo come e dove sono prodotte nel cavo orale. Questa organizzazione usata anche nel Sud-est asiatico, in Tibet nellhangul coerano, e anche nei kana giapponesi, che non sono alfabeti.

Gli alfabeti oggi


Alfabeti africani
Alfabeto geez Alfabeto NKo Tifinagh

Alfabeti asiatici
Alfabeto avestico Alfabeto arabo Devanagari Thaana Brahmi Alfabeto ebraico Alfabeto fenicio Hangul Jawi Alfabeto tibetano Alfabeto thai Alfabeto turco ottomano Alfabeto mandaico Alfabeto mongolo latino Alfabeto ugaritico

3 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

Alfabeto persiano

Alfabeti europei
Oltre allalfabeto latino, di cui sopra, sono ufficiali, in alcuni stati europei, i seguenti alfabeti: Alfabeto cirillico Alfabeto greco

Alfabeti speciali
Alfabeti fonetici Alfabeto fonetico NATO o Alfabeto marittimo Alfabeto fonetico internazionale Braille Alfabeto Morse Alfabeto manuale Nova Help-Alfabeto

Alfabeti artificiali
Tengwar Sarati Cirth Rune Naniche Aurebesh Alfabeto Mandaloriano Lingua antreski

Voci correlate
Sistema di scrittura Alfabeto italiano Fonema Fono Geroglifico Grafema Lettera alfabetica Storia dellalfabeto Vocoide Abjad Abugida Traslitterazione

Altri progetti
Commons Commons contiene immagini o altri file su Alfabeto

Collegamenti esterni

4 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

TerritorioScuola EduSoftware - Collezione di alfabeti interattivi, visuali e sonori, in diverse lingue. Elenco dei vari alfabeti con traslitterazione (in inglese) An Early Hellenic Alphabet for Common, Ikonogrammaton & Paleogrammikon, System Writing and Reading of the Ancient Speech Categoria: Alfabeti

Lettura - Wikipedia it.wikipedia.org Un uomo intento nella lettura David Laing, lettura, Sir William Fettes Douglas, 1862 La lettura il processo che permette di recuperare e comprendere informazioni o idee conservate o immagazzinate in forma scritta. Nellaccezione pi comune, la lettura si riferisce alla decodificazione di testi prodotti in una lingua e codificati nello scritto per mezzo di simboli che possono essere percepiti con la vista, o col tatto (nel caso della scrittura Braille). Altri tipi di lettura possono non essere basati sul codice lingua, come nel caso della notazione musicale o dei pittogrammi. Per analogia, nella scienza dellinformazione, la lettura lacquisizione di dati da qualche tipo di memoria.

Caratteristiche della lettura


La lettura avviene prevalentemente su carta stampata o scritta con inchiostro: in libri, riviste, giornali, volantini, block-notes. Oggi testi scritti sono letti anche su schermi di computer, televisione, telefoni cellulari, e altri apparecchi simili. Oggigiorno normale la lettura mentale (o endofasica), con cui si immagazzinano le informazioni senza bisogno di recitare con la voce quello che si sta leggendo. Anche se i pareri non sono concordi, un tempo sembra che questo modo di leggere fosse inconsueto e la lettura fosse prevalentemente orale, prevedesse cio di norma anche lintervento della voce. Un celebre brano di S. Agostino descrive la meraviglia di questultimo nellosservare come SantAmbrogio solesse leggere mentalmente (c.d. lettura endofasica) e non ad alta voce. Testi brevi possono essere scritti o dipinti su un oggetto. Spesso il testo collegato alloggetto stesso, come lindirizzo su una busta, informazioni sul prodotto sulla sua confezione, o testo su un segnale stradale. Uno slogan potrebbe essere dipinto su un muro. Un testo pu anche essere creato disponendo pietre di colori diversi in un muro o una superficie stradale. Il gesso su una lavagna spesso usato durante lezioni o corsi. A volte il testo o le immagini sono in rilievo, dotate oppure no di un contrasto di colore. Parole o immagini possono essere intagliate nella pietra, nel legno o nel metallo; le istruzioni duso di un apparecchio possono essere stampate in rilievo sulla sua superficie esterna, e cos via, con altri innumerevoli esempi. Per la lettura sono necessari un buon grado di contrasto tra le lettere (o altri segni) e lo sfondo (il contrasto variabile a seconda del colore delle lettere e dello sfondo, della presenza di motivi o immagini sullo sfondo, e dellilluminazione) e unadeguata dimensione (corpo) del carattere. Nel caso di uno schermo di computer, importante non dover far scorrere il testo in direzione orizzontale. La disciplina del riconoscimento visuale delle parole studia come gli esseri umani leggono le singole parole. Una tecnica fondamentale per studiare come le persone leggono il tracciamento dei movimenti oculari. Questo ha rivelato che la lettura eseguita come una serie di fissazioni oculari intervallate da saccadi. Sembra inoltre che locchio non si fissi su ogni singola parola nel testo, ma soltanto su alcune, e che il lettore ricavi linformazione mancante in base al contesto. Ci possibile perch le lingue umane sono dotate di certe regolarit linguistiche. La comprensione delle lettere dellalfabeto avviene ugualmente anche in assenza della met inferiore delle parole perch nella met superiore che si riconoscono i simboli-lettere ed quindi sbagliato

5 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

tenere un cartoncino sotto le righe (come insegnano alcune volte a scuola) perch si rallenta[appare come una contraddizione] ; se lo si usa per tenere il segno, che sia posto da sopra le righe per non intralciare gli intervalli oculari. Il procedimento con il quale si registra linformazione destinata ad essere letta in seguito la scrittura. Nel caso di testi immagazzinati in memorie informatiche o microfiches, per la lettura necessaria la previa visualizzazione o la stampa del testo. Per gli esseri umani la lettura di solito pi facile e veloce della scrittura. Tipicamente la lettura unattivit individuale, ma in certe occasioni (per esempio, una conferenza o una lezione) una persona legge ad alta voce per altre. Leggere ad alta voce per proprio uso, per conseguire una migliore comprensione, una forma di comunicazione interpersonale. La lettura ad alta voce destinata a bambini un mezzo efficace per migliorare le loro capacit linguistiche, espressive e di comprensione del testo. La lettura in silenzio (la cosiddetta lettura endofasica) era considerata una capacit piuttosto notevole prima del tardo medioevo, epoca in cui si riprese a scrivere le singole parole con spazi che le separavano. Lalfabetizzazione la capacit di leggere e scrivere; gli analfabeti di solito sono tali per non aver avuto la possibilit di apprendere questa capacit. La difficolt di lettura e scrittura detta dislessia, e pu consistere in un disturbo dellapprendimento, oppure pu essere acquisita a causa di un danno cerebrale.

Teoria
Edouard Manet - Lecture La capacit umana di leggere oggi ampiamente comprensibile dal punto di vista biologico grazie agli studi sulla fisiologia dellocchio umano. La psicologia aiuta a definire i processi mentali che vengono attuati durante la lettura, sia in fase di decodifica di caratteri, simboli e immagini, sia nello sviluppo delle visualizzazioni sollecitate dalle parole lette. Il campo visivo umano in grado di vedere unarea decisamente superiore a qualche lettera durante lattimo di fissazione. La memoria sensoriale, legata cio alla percezione nellattimo di fissazione, in grado di registrare ci che compreso nel campo visivo per un tempo massimo di 300 millisecondi. La memoria a breve termine, o memoria di lavoro, pu invece trattenere solo 5-9 elementi alla volta, ma per un tempo maggiore (intorno ai 30 secondi). Gli elementi possono essere parole, immagini, titoli o simboli, a seconda delle conoscenze del lettore, della priorit che egli assegna a ci che vede, allampiezza del suo campo visivo, al livello di attenzione e alle sue abilit nelle tecniche di lettura. Nel caso in cui gli elementi o i concetti evocati dalla lettura si ripetano, sollecitino un coinvolgimento emotivo significativo o siano ragionevolmente correlabili a conoscenze pregresse, saranno trasferiti alla memoria a lungo termine, dalla capienza virtualmente potenzialmente illimitata e dalla persistenza variabile da 10 minuti allinfinito, a seconda dellintensit dei processi messi in essere e dalla relativa possibilit di richiamarli. Constance Weaver ha identificato tre definizioni per la lettura: 1. Imparare a leggere significa imparare a pronunciare le parole. 2. Imparare a leggere significa imparare a identificare le parole e individuarne il significato. 3. Imparare a leggere significa imparare a conferire significato a un testo per estrarne significato.

Velocit di lettura
La velocit di lettura varia a seconda degli obiettivi. In assenza di conoscenze specifiche o di un allenamento particolare tali velocit prevedono: lettura per memorizzare: meno di 100 parole al minuto (pam) lettura di apprendimento di testo discorsivo: 100-200 pam lettura per comprensione generale (rauding): 200-400 pam lettura per scrematura (skimming) e individuazione di punti chiave: 400-700 pam lettura per scansione o ricerca di elementi specifici (scanning): pi di 700 pam
6 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

Nello specifico, la normale lettura prevede lalternanza fra rauding, skimming e scanning. Quotidianamente per leggere si utilizzano normalmente le abilit di base (rauding), che consentono di comprendere i concetti elementari presenti nel testo. Nel momento in cui si renda necessario fissare qualche elemento la velocit di lettura rallenta, in modo da permettere la memorizzazione. Se il testo risulta poco interessante si pu passare a una scrematura delle parti di testo meno significative, oppure possibile spaziare nel testo facendone una rapida scansione per tornare a un concetto sul quale si vuole tornare o avanzare verso una data o un nome. In assenza di allenamento specifico, maggiore la velocit, minore la comprensione: durante le operazioni di scrematura e scansione la comprensione cala del 50% rispetto alle normali capacit. Nondimeno skimming e scanning sono utilizzati, in una fase preliminare alla lettura per lapprendimento, da specifici metodi di studio come lSQ3R. Indicazioni per una scelta appropriata della velocit di lettura possono essere: acquisire flessibilit nella lettura, imparare a rallentare quando si incontrano concetti importanti o numerosi, o quando largomento non sia familiare, per poi accelerare se il testo torna ad essere discorsivo o familiare. Corsi e libri spesso invogliano ad accelerare senza fornire reali competenze per riuscirci senza pregiudicare la comprensione, e molti test correlati fanno pensare che si sia effettivamente migliorata la propria capacit di leggere velocemente. Ma senza un adeguato supporto che permetta di usare bene gli strumenti di scrematura e scansione, unitamente a tecniche di memorizzazione efficaci, il rischio quello di prendere abitudini poi non sostenute da capacit di fissare gli apprendimenti, rendendo cos inutile se non pi lenta la velocit di lettura. Imparare a leggere in un linguaggio differente dal proprio, specialmente nellet adulta, solitamente coinvolge processi di lettura differenti rispetto a quelli messi in essere imparando a leggere nella lingua madre. I correttori di bozze utilizzano tecniche di lettura specifiche per lindividuazione di errori tipografici nel testo, come la lettura per blocchi e la scansione. Sono documentati casi di bambini che hanno imparato a leggere precocemente da soli, come descritto nel libro Learning From Children Who Read at an Early Age di Rhona Stainthorp e Diana Hughes. Si tratta, ad esempio, di bambini particolarmente curiosi e attenti ai quali vengono proposte letture appropriate. Lassociazione logica tra figura e testo e una sequenzialit nella storia permettono di arrivare a tradurre i simboli in immagini e solo successivamente in suoni. In tali casi si arriva a una lettura inizialmente visiva, che solo in seguito si trasforma in fonetica. La scrittura cinese a ideogrammi si dimostrata la pi rapida da apprendere proprio grazie alle sue caratteristiche visive. Anche in termini di velocit di lettura, i risultati pi esaltanti sono appannaggio della popolazione cinese. Con sollecitazioni appropriate possibile aiutare i bambini a sviluppare la capacit di leggere prima dellet scolare, anche se, in assenza di una predisposizione personale particolare, preferibile attendere che le attivit psicofisiche cerebrali siano sufficientemente mature da consentire un apprendimento pi semplice e funzionale.

Valutazione della velocit di lettura


Leggere implica diversi tipi di conoscenze, pertanto la capacit di lettura pu essere valutata in molti modi diversi. La scelta del test da somministrare dipende anche dallet del soggetto. I test standardizzati vengono tarati tenendo conto di un largo campione di popolazione, consentendo di determinare quale sia il livello tipico medio di prestazione da attribuire a una certa et. Ad esempio, ci si riferisce al livello per un bambino di 10 anni e 0 mesi con la definizione 10;0. Anche un bambino di 8 anni con abilit superiori rispetto alla sua et pu arrivare a leggere a un livello 10;0 o pi alto. Questo perch, come gi accennato, leggere implica pi conoscenze e abilit diverse, e non si tratta di unabilit strettamente correlata con lintelligenza.

Esempi di test di livello per la lettura


Lettura nel campo visivo: consiste nel leggere parole di complessit sempre maggiore finch non si commettono errori nella lettura delle parole o nella loro comprensione. La difficolt varia a seconda del numero di lettere diverse presenti nella parola, dalla natura inusuale del termine e dalla scarsa attinenza tra simboli grafici e suono corrispondente (questo vale soprattutto per le lingue come
7 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

quella inglese, dove a diverse combinazioni di lettere corrispondono suoni diversi). Lettura di parole senza significato: si propongono liste di parole senza significato da leggere ad alta voce. La difficolt varia a seconda della lunghezza delle parole o dalla scelta di associazioni di lettere pi complesse da pronunciare. Comprensione del testo: si presenta da leggere tra s o a voce alta un testo al lettore. Quindi si chiede di rispondere a una serie di domande attinenti al testo appena letto. Accuratezza nella lettura: labilit di ricordare correttamente una parola in una pagina data. Solitamente i test considerano pi elementi contemporaneamente, anche perch, ad esempio, una lettura velocissima ma che non consenta alcuna comprensione non sarebbe funzionale. Cos i test pi comuni valutano il lettore in merito alla velocit di lettura di un passaggio e anche la sua abilit nel rispondere compiutamente a domande relative al testo.

Benefici
Recenti studi hanno dimostrato che bambini americani che hanno imparato a leggere a quello che per loro corrisponde al terzo grado sono meno soggetti a infrazioni della legalit, abbandono scolastico e dipendenza da droghe. Adulti con una conoscenza letteraria di base sono tre volte pi inclini a partecipare a manifestazioni artistiche, quattro volte a visitare un museo, pi di due volte e mezzo disponibili ad attivit di volontariato o nel sociale e oltre una volta e mezza desiderosi di partecipare ad attivit sportive. E la consapevolezza di accettare la realt con la vita stessa ed degli altri, considerando i valori appropriati e che ci insegnano una cultura per distinguerci.[senza fonte]

Illuminazione
Leggere richiede una quantit di luce superiore a molte altre attivit. La possibilit di disporre di una buona illuminazione in bar, ristoranti, mezzi pubblici, alla fermata dellautobus, o sulle panchine di un parco varia grandemente a seconda della qualit di luce disponibile e dellora del giorno. A partire dagli anni 50 in molti uffici e scuole americani si verificato un eccesso di illuminazione, anche perch la pubblicazione di alcuni libri stata influenzata da produttori di sistemi di illuminazione. Dal 1990 si sono promosse attivit di controllo per un grado corretto di illuminazione (approssimativamente compreso tra i 600 e gli 800 lux).

Note
1. ^ Un forte indizio in tal senso dato, tra laltro, dal fatto che la radice QR, che nelle lingue semitiche impiegata per leggere, significa anche chiamare ad alta voce, declamare (ebraico) e recitare (arabo: da questa polisemia nata la questione, tuttora irrisolta, se Dio abbia rivelato a Maometto il Corano in forma scritta od orale, perch la prima parola sarebbe stata iqra, che pu voler dire sia leggi! sia recita!). 2. ^ Sed cum legebat, oculi ducebantur per paginas et cor intellectum rimabatur, vox autem et lingua quiescebant. Saepe cum adessemus () sic eum legentem vidimus tacite et aliter numquam Ma mentre leggeva gli occhi percorrevano le pagine e il cuore era rivolto a comprendere, mentre la voce e la lingua riposavano. Spesso, entrando da lui () ci capit di vederlo leggere cos, in silenzio, e mai in modo diverso. S. Agostino, Confessioni, VI, 3,3. 3. ^ Ian Ayres, Super Crunchers, Sperling&K. 2008, pag.217. 4. ^ Wolfgang Zielke, Le tecniche di lettura rapida, Franco A. 1992, pag.38,39. 5. ^ Weaver, Constance Reading Process and Practice: From Socio-Psycholinguistics to Whole Language; Portsmouth, NH: Heinemann. 1994. Pag. 15

Bibliografia

8 di 9

21/11/2013 22.10

Instapaper.com Printable Edition

http://www.instapaper.com/p

Storia della lettura nel mondo occidentale, a cura di G. Cavallo e R. Chartier, Roma-Bari, Laterza, 1998, ISBN 88-420-5491-7 ISBN-13 978-88-420-5491-7 (EN) (PDF)National Endowment for the Arts (June 2004). Reading at Risk: A Survey of Literary Reading in America (EN) Littlefield, Jamie (2006). Promote Reading: Share Books Retrieved Jun. 20, 2006. (EN) Shaywitz, S. E. et al.: Evidence that dyslexia may represent the lower tail of a normal distribution of reading ability. The New England Journal of Medicine 326 (1992) 145-150.

Voci correlate
Biblioteca Lettura orientativa Lettura lenta Lettura rapida Parole al minuto Lettura endofasica Concentrazione Mappe mentali

Altri progetti
Wikiquote contiene citazioni sulla lettura Wikizionario contiene il lemma di dizionario lettura Commons contiene immagini o altri file sulla lettura

Collegamenti esterni
Lettura in Tesauro del Nuovo Soggettario, BNCF, marzo 2013. Lehrl, S., & Fischer, B. (1990) Measuring of reading rate Paper on word recognition at Microsoft typography site Sight Words Exercises How users read on the Web and how to write for the Web International Reading Association Homepage ReadingDoctor Software Information and literacy software made by a specialist Speech-Language Pathologist. [1] Categoria: Lettura | 1. 2. 3. 4. 5. [1] [2] [3] [4] [5]

9 di 9

21/11/2013 22.10