Sei sulla pagina 1di 2

Maria Antonietta Pinna

Fiori Ciechi
pp.144 - 9 ISBN: 978 88 95187 35 8 Collana NarrAzioni Agosto 2012 Sinossi Fiori Ciechi

Fiori Ciechi un romanzo-favola diviso in due racconti, Fiori Ciechi e Probobacter, due storie che si muovono tra surreale, magico e meta-teatralit, cercando di portare alla luce luomo nudo, senza difese o sovrastrutture protettive. Favole che si bagnano di finzione e di torrida attualit , scoprendo e descrivendo situazioni ed esistenze simboliche. Il microcosmo di Florandia, Repubblica dei Fiori, uno specchio deformato che riflette situazioni uroboriche, tra spicchi di magia, alchimia e fredda realt . I Fiori di Florandia sono ciechi di rabbia e di paura, cinici, arrivisti, mercanti, puttanieri, guerrafondai. Uomini travestiti da garofani nel dannato tempo cosmico delluniverso. Un protagonista in carne e ossa, in compagnia del suo enigmatico, umbratile, omonimo alter ego di nome Tibbs, attraversa le regioni sconosciute del suo cervello per ritrovare un se stesso ormai alla deriva. un universo delirante quello dove proliferano i batteri Probobacter, espressione del caos e della malattia, un mondo sommerso dai rifiuti nel quale la cura, un batterio-mostro che ingurgita tutto, rappresenta limmagine della cattiva coscienza delluomo, e in cui lo spazio del delirio si assottiglia e si avvicina pericolosamente allordinaria vita quotidiana.

Biografia Maria Antonietta Pinna

Maria Antonietta Pinna nata a Sassari il 28 giugno del 1972, laureata in materie Letterarie con indirizzo storico e specializzata in Criminologia. collaboratrice del sito culturale di Bartolomeo di Monaco, recensionista per il webmagazine Sul Romanzo e curatrice del sito www.marylibri.it Gi autrice del volume Dalle galee al bagno al carcere , dei racconti Io vedo! pubblicato dalla rivista Notabilis e Il morto, ovvero tutta colpa del polistirolo , pubblicato nell'antologia Quinto colore racconta l'Italia, esperta di libri antichi e moderni. Fiori Ciechi il suo primo romanzo.

Dicono di loro
Questo libro ci fa prendere atto delle emozioni disarmoniche a cui ci siamo ridotti, perch , con un efficace paradosso/rovesciamento, le trasforma proprio in quelle voci della Natura piante e fiori da cui possiamo trarre spunto per riavvicinarci alla nostra Fonte. Giovanni Agnoloni per il blog La poesia e lo spirito In entrambi i racconti non racchiusa la classica morale, pi uno sprone per un risveglio collettivo strutturato con fantasia e genialit. Un libro che va letto dalle persone adulte per risvegliare il bambino che in tutti noi, un libro che va letto dai bambini che, nella loro semplicit , carpiranno con immediatezza gli insegnamenti in esso racchiusi. Maria Capone Adrena per il blog espressionelibri Consiglio di tenere docchio questa scrittrice, il suo un esordio di tutto rispetto, lontano dagli stereotipi commerciali, lontano dai romanzetti strappalacrime alle adolescenti. Fiori ciechi un libro di denuncia, per palati forti, per gente che ama ragionare con la propria testa. Salvo Zappulla per il sito del quotidiano siciliano La Voce dell'Isola Fiori ciechi" ha le suggestioni che mi ha dato "Tim Burton's The Nightmare Before Christmas", potrei quasi sentirne le musiche mentre leggo di Florianda e del Probobacter. Giovanni Sicuranza per il blog Neurotopia Maria Antonietta Pinna racconta con entusiasmo; la sua scrittura viva, nervosa, eccitata, scorre fluida per immagini e nel suo procedere acquista spessore fin quasi a farsi oggetto. materia duttile al servizio della fervida fantasia e della capacit immaginativa dellautrice, e Maria Antonietta Pinna si diverte a plasmarla per dare vita a unopera volatile e instabile come un composto alchemico. Paolo Pizzato per il blog Il consigliere letterario Con uno stile molto incisivo e scevro di orpelli che, in alcuni passi, addirittura feroce, la Pinna ci offre un quadro colorato dalle evanescenti tinte della malinconia olezzanti di presagi di morte []. Ci si pu smarrire in queste pagine dal forte sapore surreale, ma pur sempre vere. Anche troppo. Sonia Argiolas per il blog Girasola Una scrittura fuori dai cori, insomma, con dialoghi non-dialoghi quasi beckettiani, ma dotati di un anima che arriva dal mare. Remo Bassini per il quotidiano piemontese La Sesia Della letteratura non si possono dare definizioni scientifiche. Ma questo testo sfugge, in particolar modo, agli schemi. Si avvicina molto a un sogno. Potrei definirlo cos, sapendo di cadere in errore. Ma ci cui pi si avvicina, ad un'esperienza onirica. Nicola Nicodemo per il blog Blog Novel: Il Romanzo Lautrice del libro senzaltro una combattente che esprime la fiamma etica che lanima in maniera talmente raffinata che non facile riuscire a comprendere. Ed questa la sua vera sfida verso il mondo della letteratura, prima, e verso il complesso degli uomini pi o meno viventi, poi. Mario Lozzi per Art-Literam Lautrice gioca con la fantasia, con le parole, con le immagini; sovrappone i livelli semantici; contrappone primi piani e punti di vista; usa dialoghi a pi voci. Il tutto d origine a un insieme singolare, insolito, che confonde il lettore, lo costringe a leggere e a rileggere, a fermarsi e a riflettere, a decifrare messaggi e simbolismi e, attraverso uno stile veloce, immediato, ma armonioso e musicale, restituisce il gusto della lettura. Ida Verrei per il blog La Signora dei filtri fin troppo facile riconoscere nella trama certi regimi dittatoriali da poco abbattuti e certe guerre che costituiscono ossimori nel loro definirsi umanitarie. Ma laspetto principale del testo, oltre lo stile impeccabile, cristallino e spiazzante, il libero dispiegamento duna fantasia allucinata. Patrizia Poli per il sito Critica Letteraria

Annulli Editori di Leonardo Annulli Via Vittorio Veneto 150, 01025 Grotte di Castro (VT), Italy Tel-Fax: 0763 796528 Cell: 329 9597635 skype: annulli.editori annullieditori.wordpress.com - info@annullieditori.it