Sei sulla pagina 1di 9

Tentano furto di auto: presi tre lentinesi

A pagina otto www.libertasicilia.com

FONDaTO NEL 1987 Da GIUSEPPE BIaNCa

CRONACA

Uccise la collega di lavoro: priolese rimedia 14 anni


A pagina sette e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

Bonifica coi fondi Ue


Lo assicura il ministro Carlo Trigilia
AVOLA

gioved 17 21 marzo novembre Anno N. DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato 20122013 Anno XXVXXVI N. 64 261 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. viavia Mosco 5151 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

QUoTIDIaNo DELLA PRovINCIa DI SIRaCUsa SIRACUSA

Cronaca

Il ministro per la Coesione Territoriale audito in Commissione

Sentendosi ormai braccato, ha ritenuto opportuno costituirsi presso il commissariato di pubblica sicurezza di Avola il presunto autore della gambizzazione di un fabbro avolese. Le indagini degli investigatori erano arrivate a buon punto con una serie di indizi convergenti sul presunto autore del ferimento. Cosicch D. M. di 26 anni, avolese, di professione pastore, ha pensato bene di presentarsi spontaneamente ai poliziotti, accompagnato dal proprio legale difensore, lavvocato Sebastiano Troia. Secondo quanto ricostruito dagli agenti del locale commissariato, sarebbe stato il ventiseienne ad imbracciare il fucile e a recarsi nelle campagne di Avola il 17 novembre scorso.
A pagina sei

Fer fabbro Pastore costituito

fondi per la bonifica delle aree dismesse del petrolchimico priolese potrebbero arrivare dallUnione europea. Questa la prospettiva disegnata dal ministro per la Coesione Territoriale, il siracusano Carlo Trigilia, nel corso dellaudizione presso la Commissione Ambiente della Camera. Trigilia ha fatto il punto sui fondi europei e nazionali per lambiente previsti tra il 2014 ed il 2020: 9 miliardi di euro pi 1, ha detto il ministro, specificando che questa la proposta che il suo dicastero avanzer allEuropa. I fondi europei saranno da destinare agli obiettivi.
A pagina tre

ATTUALITA

Risarcite le vittime di attentati a Sortino


A pagina quattro

Voto di scambio: il Gip di Catania si astiene

Sar nominato un altro Gip che dovr decidere sulla posizione

giudiziaria dell'ex deputato regionale dell'Udc Nunzio Cappadona e l'ex sindaco di Augusta Massimo Carrubba rimasti coinvolti assieme ad altre dodici persone in un'indagine della Dda di Catania per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio in occasione delle elezioni amministrative del 2004 e le regionali del 2008.
A pagina cinque

21 NOVEMBRE 2013, GIOVED

di Arturo Messina Il dott. Remo Romeo, una delle figure pi note a Siracusa, pure essendo nato a Genova, ma da genitori catanesi, non finisce di stupire per la sua versatilit e, malgrado gli anni, la sua dinamicit soprattutto caratteriale se- pur gestendo egregiamente a Piazza Adda, collaborato dallaltrettanto vivace sua gentile consorte Maria, la sua Fisiomed- gestisce pure il museo del cinema, da lui stesso fondato, ma soprattutto scrive commedie siciliane che non hanno uguali perch scritte in accurata ortografia; non solo, ma egli stesso le mette in scena, ne fa il regista e lottimo protagonista. Dopo la pubblicazione delle prime due sue pregevoli raccolte, edite dal figlio Emanuele, che ha fondato una delle case editrici pi stimate, e non solo a Siracusa, si accinge a pubblicarne la terza , avendo gi scritto e messo in scena parecchie altre sue commedie, sempre in decorosa lingua siciliana. Lultima, dal titolo Aspittannu lanima gemella lha rappresentata, sempre nella Sala Vittorini del Museo del Cinema, sabato e domenica scorsi con il solito grande successo da parte dei buongustai del teatro di qualit. Lha scritta per celebrare, in questo singolar modo, il sessantesimo anno della lacrimazione della Madonna, avvenuta la fine di agosto del 1963. E infatti la storia dun grande devoto della Madonna delle lacrime, Che tiene esposta al centro della stanza di soggiorno, tra tanti altri quadri di Madonne, di Cristi e di santi. E unopera rappresentante alcuni santi, Ges e la Madonna, sta egli stesso realizzando, scolpendoli in modo estroso, originale: in polisterolo.. La scena si apre, infatti, con Mario (porta persino il nome della Madonna!) che si sta rivolgendo alla Madonna delle lacrime per domandarLe come mai, malgrado la grande devozione che egli ha per Lei, e le continue ferventi preghiere che le rivolge perch gli faccia trovare lanima gemella, Lei ha fatto trascorrere ben 50 anni senza esaudire la sua fervente preghiera semisecolare, per cui Le confessa che sarebbe tentato di rivolgersi a qualche altra santa, come santa Lucia o come Santa Rita, la santa che fa ottenere anche le cose

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

La bonifica di Priolo con i fondi dellUe


I fondi per la bonifica
delle aree dismesse del petrolchimico priolese potrebbero arrivare dallUnione europea. Questa la prospettiva disegnata dal ministro per la Coesione Territoriale, il siracusano Carlo Trigilia, nel corso dellaudizione presso la Commissione Ambiente della Camera. Trigilia ha fatto il punto sui fondi europei e nazionali per lambiente previsti tra il 2014 ed il 2020: 9 miliardi di euro pi 1, ha detto il ministro, specificando che questa la proposta che il suo dicastero avanzer allEuropa. I fondi europei saranno da destinare agli obiettivi a diretta finalit ambientale: energia, mobilit sostenibile, prevenzione dei rischi, servizi ambientali ed asset naturali. Non trascurabile sar anche lapporto del Fondo Sviluppo e Coesione (Fsc), il cui rifinanziamento per il periodo 2014-2020 previsto nella Legge di Stabilit 2014 per un importo complessivo pari a 54 miliardi.Nel Fondo sono previsti circa 54 miliardi in 7 anni, allinterno dei quali devono trovare spazio la prevenzione del rischio, la bonifica, la depurazione: interventi che non sono compatibili con le regole Ue: il problema pi legato alla capacit di progettazione e di intervento che al reperimento di risorse. Il Ministro ha spiegato che il problema italiano non tanto garantirsi i 10 miliardi

Lo ha detto il ministro per la Coesione Territoriale Trigilia in audizione

Il professore Trigilia ha fatto il punto della situazione sui fondi europei e nazionali per lambiente previsti fino al 2020

Aspittannu lanima gemella


Nella Sala Vittorini del Museo del Cinema il dott. Remo Romeo ha messo in scena la sua nuova commedia
impossibili E a questo punto che viene a fargli visita il suo caro amico Melo, (al secolo il bravo attore Roberto Lombardo) che da parecchio non lo vede. Naturalmente lingua batte dove dente duole: gli domanda come mai alla sua et si mantiene ancora verginello, casto e puro. Mario gli spiega che sua madre gli diceva sempre, fin sul letto di morte, di sposarsi con lanima gemella, che avesse persino il nome uguale al suo Il che fino allora non gli era capitato. Il compare a questo punto gli riferisce che gli amici, appunto perch ancora non si sposato, vanno dicendo che egli siadallaltra sponda; al che egli risponde che non cos, perch in certi posti ci andava anchegli quando era giovanotto. Da l lautore-attore-regista prende lo spunto per sviluppare la trama tessuta di problemi sociale attuali: affronta infatti quello della convivenza e la stigmatizza sostenendo che il matrimonio una cosa seria, ma che oggi marito e moglie si scucchianu, mentre le unioni tra maschi e maschi, tra femmine e femmine, restano inseparabili. Un altro problema sociale che leccellente medico-commediografo affronta quello della pubblicit che ci tormenta non solo con la televisione ma anche venendo a visitarci casa per casaNe porta uno spassosissimo esempio facendo entrare in azione due venditrici: Ambra e Giada (interpretate briosamente da Cinzia Bufalino e Jessica Amodeo), ma che con lui non fanno presa. Come non fa presa con lui la visita, anchessa propagandistica (pardon! missionaria) di una coppia di testimoni di Geova che esercitano levangelizzazione domiciliare (resa devotamente ma brillantemente da Cettina Aliotta e Mario Giardina). Per lautore, che d chiara prova di essere (nella vita e nella scena) del partito fascicomunista, cio di avere un grande rispetto dellopinione altrui, anche se non la condivide, con la speranza che il suo interlocutore rispetti la sua, se alla prima loro apparizione presenta Mario che li mette garbatamente alla porta, alla fine della commedia, quando annunzia finalmente di avere trovato lanima gemella e invita tutti al suo matrimonio, invita anche loro alla messa nuziale. In questo modo il medicocommediografo attua lo scopo che si deve prefiggere non solo il commediografo, ma anche lo scrittore, il poeta, il pittore, lo scultore, chiunque intende comunicare il proprio messaggio agli altri: larte deve essere formatrice e non deformatrice! Infatti i due testimoni di Geova saranno presenti alla celebrazione del matrimonio di Mario che finalmente trova lanima gemella. E Maria ( la bravissima pimpante Gi Bari) una signorina attempata e illibata, siciliana romanizzata, nel senso che da ragazza lasci la Sicilia per andare a Roma, dove divenne maestra elementare e dove insegn fino al pensionamento. Dopo di che si messa a viaggiare in cerca della sua anima gemella, facendo un pellegrinaggio da santuario a santuario, fino a quello della Madonna delle lacrime. Ed stato cos che shanu cuciutu i favi, tra il tripudio di tutti, comprese la cognata Santa ( al secolo Loredana Lombardo) e Tura, sorella di Santa ( Angelica Rubera), che non vedevano lora di levarsi dattorno, accasandolo, il vecchio scapolone parente. Che si chiami anche lei Maria doppiamente significativo: come anima perfettamente gemella, quindi persino nel nome e come celebrazione del sessantesimo anno dalla lacrimazione della Madonna. Circostanza che prima che si aprisse il sipario stata annunziata con la proiezione del filmato realizzato dal pi che garantito tecnico della visione e dei suoni Orazio Pistorio, che ha rievocato i momenti pi salienti del prodigioso evento.

In foto, il ministro Carlo Trigilia.

dei Fondi strutturali europei per lAmbiente: ha infatti messo in evidenza come il

problema delle politiche ambientali sia maggiormente legato al mancato rispetto dei

il titolare del Ministero dellAmbiente, Andrea Orlando, affinch si dispongano le opportune misure di sostegno allAutorit di Gestione dei programmi. Secondo il Ministro saranno in ballo, nei prossimi 7 anni, oltre 100 miliardi: 30 miliardi dallUe per il 2014-2020, 30 miliardi di derivazione nazionale, e 54 miliardi del Fondo sviluppo e coesione. Per il ciclo di programmazione 20142020 sar assicurato limpegno dei fondi strutturali per il rafforzamento delle politiche ambientali. [] Occorrer una selezione degli obiettivi, concentrandosi e limitando lo spettro degli interventi: lidea che ci debba essere una visione nazionale per poi scendere nel dettaglio con la Regione. Un esempio lampante quello del petrolchimico di Priolo che, nonostante tempi ed alle carenze di realizzazione degli ingenti finanziamenti garantiti nel corso dedella progettazione, interventi. che rallentano o inter- Trigilia ha spiegato di gli anni ne ha ottenuti rompono il processo aver gi sensibilizzato davvero pochi.

Ieri mattina la consegna del decreto del Commissario straordinario del governo

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

Risarcite le vittime sortinesi di estorsione che denunciarono


l prefetto di Siracusa, Armando Gradone, ha consegnato ieri mattina al titolare dellagriturismo Villa Casrrubba di Sortino, il decreto del commissartio straordinario del governo per le iniziative antiracket ed antiusura con il quale stata disposta lelargizione del risarcimento dei danni subiti nellattentato incendiario di nove mesi fa. Come si ricorder, la struttura ha subito gravi danni in un incendio che si sviluppato la notte del 5 febbraio scorso e che le successive indagini hanno collocato come attentato di natura estorsiva. Non solo, pochi giorni dopo stato distrutto da un altro incendio anchesso di natura dolosa, un immobile, sito nelle ampagne di Sortino, di propriet del professore Mauro Magnano, esponente storico del movimento antiracket e attuale presidente regionale del Fai, la federazione antiracket italiana. Latempestiva collaborazione da parte delle vittime dei due episodi incendiri ha permesso alle forse dellordine di venire a capo della situazione e di individuare ed arrestare i presunti responsabili degli attentati, i fratelli sortinesi Innocenzio e Cesare Pandolfo, sottoposti a processo penale al cospetto del giudice monocratico del tribunale di Siracusa. Lagriturismo ha ripreso a funzionare regolarmente dal mese di luglio scorso dopo uno straordinario intervento di ristrutturazione dei locali coinvolti nel rogo del febbraio scorso. La vicenda dellagriturismo di Sortino esemplare di come lalleanza tra istituzioni, associazioni antiracket e soggetti economici possano sconfiggere la criminalit, ha detto il prefetto di Siracusa Gradone, il quale ha proseguito: E difficile convincere gli operatori economici vittime di racket ed usura a denunciare - dice - masi deve avere fiducia nello Stato perch tutto ci ripaga. La collaborazione funziona e il caso di Sortino ne una forte testimonianza di come si possa sconfiggere la pressione criminale. Sia la cooperativa titolare dellagriturismo, sia il presidente Magnano a cui stata bruciata labitazione, hanno ottenuto il ristoro del danno, grazie al quale

Si tratta dei titolari della cooperativa che gestisxce lagriturismo Villa Carrubba e il presidente della Fai, Mauro Magnano

Voto di scambio: il Gip si astiene Si procede a una nuova nomina


Imputate sono quattordici persone tra le quali lex parlamentare regionale Nunzio Cappadona e lex sindaco di Augusta, Massimo Carrbba
Sar nominato un altro Gip che
dovr decidere sulla posizione giudiziaria dell'ex deputato regionale dell'Udc Nunzio Cappadona e l'ex sindaco di Augusta Massimo Carrubba rimasti coinvolti assieme ad altre dodici persone in un'indagine della Dda di Catania per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio in occasione delle elezioni amministrative del 2004 e le regionali del 2008. Nelludienza di ieri mattina, il gip del tribunale di Catania Paola Cosentino si astenuta dopo che i legali della difesa, avvocati Sebastiano Troia, Puccio Forestiere, Carmelo Peluso, Dina D'Angelo, Nuccio D'Angelo, Salvatore Terrone, Ugo Pera, Beniamino D'Agata, Maria Licata, Salvatore Catania e Fabrizio Iaia, avevano sollevato l'eccezione di incompatibilit avendo lo stesso gip firmato i provvedimenti di custodia cautelare in carcere in uno dei quattro filoni in cui suddivisa linchiesta. E stata, quindi, fissata una nuova udienza prelimionare per il 28 novembre prossimo, non prima di avere trasmesso gli atti al presidente del tribunale per la nomina di un altro gip che dovr assumere lincarico di valutare la richiesta di rinvio a giudizio a carico degli imputati. Il pubblico ministero Andrea Ursino della direzione distrettuale antimafia di Catania ha concluso, infatti, l'inchiesta chiedendo il rinvio a giudizio per Cappadona e Carrubba (quest'ultimo ha chiesto il rito immediato e la sua posizione stata quindi stralciata) e per altre dodici persone, alcune delle quali ritenute affiliate a vario titolo al clan mafioso Bottaro-Attanasio e al gruppo malavitoso di Augusta legato al clan Nardo di Lentini. Imputati in questo processo sono il tipografo Salvatore Minniti, l'imprenditore Emanuele Gambuzza, Maurizio Carcione, Salvatore Alescio, Francesco Falco, Tullio Tedesco, l'ex assessore ai servizi cimiteriali del comune di Augusta Luigi Antonio Giunta, i fratelli Sergio e Tony Ortisi, l'ex consigliere comunale di Augusta Francesco Blandino, detto Jimmy, Marcello Ferro e Carmelo Trovato. Le indagini sono state eseguite dai carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Siracusa e sono collegate ad altre tre inchieste confluite nelle

Gli atti del processo passano al presidente del Tribunale di Catania per le decisioni

In foto, la conferenza stampa di ieri mattina in Prefettura.

hanno ripristinato luso dellesercizio pubblico e la casa. Quella di oggi la dimostrazione che denunciare un bene - afferma

Magnano - Nel mio caso non possa ripristinare un immobile vengono restituiti gli affetti per- che altrimenti sarebbe rimasto sonali, ma certamente un fatto un rogo. importante che quantomeno si R.L.

In foto, lex parlamentare regionale Nunzio Cappadona e lex sindaco di Augusta, Massimo Carrubba.

Oggi la premiazione del concorso di idee sulle mura dionigiane


Il sindaco, Giancarlo Garozzo, e lassessore alla
Politiche culturali, Alessio Lo Giudice, parteciperanno alla premiazione dei vincitori del Concorso di idee per la valorizzazione del sistema della Mura dionigiane, che si terr oggi alle ore 17 nel salone Paolo Borsellino di palazzo Vermexio. Un evento che far da apripista a un altro appuntamento, fissato per le 19 ma allex convento del Ritiro di via Mirabella 29: linaugurazione della mostra dei progetti presentati per il concorso. La doppia iniziativa, patrocinata dal Comune, rientra nel programma della Settimana Unesco di educazione allo sviluppo sostenibile, aperta luned scorso e che si concluder domenica prossima. Il concorso era riservato agli studenti di Architettura ed stato vinto dal gruppo di progettazione composto da Simone Iannucci e Simona Iachetti delluniversit di Pescara. Il secondo premio andato agli studenti del Politecnico di Milano Bovisa (Alessandra Nassivera, Alice Citterio, Claudio Giampietro, Carlo Maria Cislaghi e Michela Tettamanti); il terzo a quelli di Ferrara: Francesco Tonnarelli, Giacomo Moretti, Michele Pelliconi, Giacomo Quercia e Matteo Viciani. Al gruppo primo classificato sar assegnato un premio di 2.500 euro, al secondo 1.500, al terzo 1.000. Al gruppo della Struttura didattica speciale di Architettura di Siracusa, composto da Alessio Marino e Paolo

EVENTI

Mercorillo, la commissione giudicatrice ha riconosciuto la menzione speciale. Menzione anche per due gruppi del Politecnico di Milano Bovisa (composti rispettivamente da Petra Montuschi, Mirko Franzoi, Marco Morlacchi, e da Alessandro Rigamonti e Yuan Hao Li). e per il progetto di Daniela Lazzari, iscritta a Firenze. Il concorso il frutto di una collaborazione tra soggetti pubblici e privati: la Sds di Siracusa, il Consorzio universitario Archimede, il Comitato per i parchi Santi Luigi Agnello e lo studio legale Giuliano di Siracusa. Erano state 81 le richieste di ammissione; 52 le idee progettuali esaminate da una commissione composta da: Vincenzo Cabianca, urbanista e coautore del secondo PRG di Siracusa; Teresa Cannarozzo, ordinario di Urbanistica, universit di Palermo; Alberto Ferlenga, ordinario di Composizione architettonica e urbana dellIuav (Istituto universitario architettura Venezia); Corrado V. Giuliano, avvocato, esperto in diritto urbanistico e ambientale; Dieter Mertens, gi direttore dellIstituto archeologico germanico di Roma; Giuseppe Voza, archeologo; Emanuele Fidone, professore associato di Architettura, delegato del presidente della Sds di Siracusa; Roberto Meloni, presidente del Consorzio universitario Archimede; Vincenzo Latina, ricercatore della Sds, delegato dal presidente del Comitato per i parchi.

operazioni antimafia denominate Morsa 1 , Morsa 2 e Nostradamus. Cappadona indagato invece per scambio elettorale politico-mafioso l'ex deputato regionale Nunzio Cappadona che, secondo l'accusa, sarebbe stato aiutato dal clan Bottaro-Attanasio per le elezioni regionali del maggio 2006 e dalla cosca Nardo per quelle dell'aprile 2008. A Carrubba, invece, vengono

contesti i reati di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio in occasione delle elezioni comunali dellanno 2008 quando Carrubba fu eletto per il suo secondo mandato con uno scarto di meno di trecento voti sul sul canddato sindaco del centro destra. Il coinvolgimento dellex sindaco e dellex assessore Giunta ha spinto il presidente della Repubblica

Giorgio Napolitano ad emettere il 7 marzo scorso un decreto con il quale ha dichiarato ufficialmente lo scioglimento del comune di Augusta , in quanto, sono emerse forme di ingerenza della criminalit organizzata che hanno esposto lamministrazione a pressanti condizionamenti, compromettendo il buon andamento e limparzialit dellattivit comunale. F.N.

Un milione e mezzo per le spettanze dei forestali e degli allevatori


LAssemblea Regionale Siciliana ha approvato il Disegno di Legge che prevede un contributo di un milione e mezzo di euro per lAssociazione Regionale Allevatori per la Sicilia e labolizione del Comma 9 dellArt. 25 della L.R. 9/13 che aveva reso alquanto complicato il pagamento delle spettanze ai lavoratori della forestale. Il Testo di Legge, inoltre, approvato dallAssemblea, prevede anche lo stanziamento di 200 mila euro per combattere il diffondersi del morbo della blue tongue, cio della lingua blu, che sta decimando le greggi delle province di Trapani, Palermo e Messina, ed il cui presentatore stato sempre lOn. Vinciullo. Con il provvedimento approvato, ha proseguito lOn. Vinciullo, si raccolgono importanti istanze provenienti dal mondo della zootecnia e dai lavoratori forestali

REGIONE

dando certezza occupazionale ai 158 lavoratori dellARAS, di cui 15 della provincia di Siracusa, certezza di assistenza a tutte le aziende zootecniche della Sicilia ed infine si assicura i lavoratori della forestale che potranno cos prendere nuovamente gli stipendi senza attendere i tempi biblici che hanno dovuto attendere in questi ultimi mesi a causa di una legge che, anzich rispondere alle esigenze del territorio, aveva ulteriormente ampliato le difficolt dei lavoratori nel percepire lo stipendio. Ancora una volta, ha concluso lOn. Vinciullo, con soddisfazione, prendo atto che il Parlamento, nella sua interezza, ha accolto le mie Proposte di Legge e nello stesso tempo non posso non ringraziare i componenti della Commissione Bilancio e il suo Presidente che mi hanno scelto come relatore per questi tre importanti Disegni di Legge.

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

In compagnia del proprio avvocato, lindagato si presentato in Commissariato ad Avola

Fucilata contro un fabbro Si costituisce il presunto autore


Alla base dellinsano gesto vi sarebbero le continue pressioni della vittima che avrebbe importunato la moglie del pastore denunciato

Uccise collega di lavoro 14 anni ad un priolese


E stata confermata in via definitiva la condanna a 14 anni e 4 mesi di reclusione inflitta dai giudici d'Appello al priolese Corrado Pantano, 53 anni, arrestato il 24 aprile 2010 per avere ucciso a coltellate la collega di lavoro Silvana Scarlata, 48 anni, impiegata precaria del Comune di Priolo Gargallo. La Corte di Cassazione ha di fatto respinto il ricorso presentato dal difensore dell'imputato, avvocato Domenico Mignosa, che aveva chiesto la riforma della sentenza e la concessione dell'attenuante della provocazione. In primo grado ikl Gup del tribunale, Vincenzo Panebianco aveva emesso a suo carico la condanna a 20 anni di reclusione. Anche in secondo grado il difensore dell'imputato aveva insistito perch i giudici riconoscessero l'attenuante della provocazione sostenendo che Pantano avesse agito perch esasperato dalle continue derisioni rivoltegli dalla vittima. Lepisodio si verificato alle ore 16 del 24 aprile 2010 in via Ippolito Pindemonte. Corrado Pantano, che allepoca dei fatti era impegnato nei lavori socialmente utili del comune di Priolo, si costitu in commissariato poche ore dopo il delitto. Stando a quanto ricostruito dalla magistratura, e confermato dallimputato che del delitto reo confesso, tra Corrado Pantano e Silvana

La sentenza ormai definitiva stata emessa dalla Corte di Cassazione

ormai braccato, ha ritenuto opportuno costituirsi presso il commissariato di pubblica sicurezza di Avola il presunto autore della gambizzazione di un fabbro avolese. Le indagini degli investigatori erano arrivate a buon punto con una serie di indizi convergenti sul presunto autore del ferimento. Cosicch D. M. di 26 anni, avolese, di professione pastore, ha pensato bene di presentarsi spontaneamente ai poliziotti, accompagnato dal proprio legale difensore, lavvocato Sebastiano Troia. Secondo quanto ricostruito dagli agenti del locale commissariato, sarebbe stato il ventiseienne ad imbracciare il fucile e a recarsi nelle campagne di Avola il 17 novembre scorso. Ha puntato larma ed ha quindi esploso un colpo attingendo con i pallini alle gambe la vittima un uomo di 49 anni per poi tagliare la corda. Luomo fu soccorso e trasportato in ospedale dove gli sono state riscontrate le ferite alle gambe. A seguito delle indagini, svolte dagli investigatori del Commissariato di Avola, stato individuato il presunto autore del ferimento. Il movente del ferimento sarebbe legato a questioni di tipo passionale, oggetto di approfondimento da parte degli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Delia Boschetto. I due protagonisti della vicenda sono vicini di casa e pi volte avrebbero avuto discussioni anche accese relativamente a molestie che avrebbe subito la moglie dellindagato ad opera della vittima. Agli investigatori che lo hanno sottoposto ad interrogatorio, lindagato ha riferito di avere agito al culmine di un litigio verbale, lennesimo avuto con la vittima del ferimento. Ha riferito, tra le altre cose, di essere assillato dalla vittima che si sarebbe vantato in paese di avere avuto una relazione con sua moglie. Una situazione insostenibile per il pastore avolese, che sarebbe andata avanti da diverso tempo fino a quando, allennesimo tentativo di chiarimento, la vittima non lo avesse aggredito. A quel punto, lindagato ha im-

Sentendosi

Il fatto avvenne il 24 aprile di tre anni fa in via Pindemonte dove i due ingaggiarono lennesimo diverbio sfociato nel sangue

In foto, Corrado Pantano.

bracciato un fucile per esplodere un colpo ai piedi con lintento, ha tenuto a sottolineare, di farlo spaventare una volta per tutte e di allontanarlo cos dalla

In foto, pattuglia del 113.

sua famiglia. Lindagato, non avendo possibilit di eludere ulteriormente le indagini, ha deciso di presentarsi spontaneamente agli inqui-

renti, confermando limpianto accusatorio a suo carico. Pertanto luomo stato denunciato in stato di libert per il reato di lesioni personali aggravate.

Scarlata i rapporti si erano incrinati da qualche tempo a causa dei presunti comportamenti discriminatori adottati dalla donna nei confronti

del suo collega di lavoro. Quel drammatico pomeriggio di oltre tre anni fa Silvana Scarlata stava percorrendo a piedi via Pindemonte

quando si imbattuta nel collega. Erano da poco passate le ore 16. La donna gli avrebbe rivolto ancora una volta parole poco dignitose

facendo riferimento al suo abbigliamento trasandato, alla sua igiene personale ed allo scooter con cui era solito effettuare gli spostamenti in

paese. Tra i due precari iniziata una discussione dai toni accesi ed in pochi istanti sfociata in litigio vero e proprio sotto gli occhi di numerosi passanti. Pantano, che in sede di confessione ha dichiarato di non avere pi retto latteggiamento sfottente e le offese verbali pronunciate dalla donna nei suoi confronti, estrasse un grosso coltello da cucina e colp la collega procurandole una profonda ferita alladdome ed al torace. Poi si diede alla fuga. La donna venne subito soccorsa e trasportata in ospedale a Siracusa ma mor poco dopo il suo ricovero. I medici cercarono in tutti i modi di salvarla sottoponendola ad un delicato intervento chirurgico ma la donna non riusc a sopravvivere, lasciando tre figli da accudire. Qualche ora dopo il delitto Corrado Pantano si present spontaneamente in commissariato confessando in lacrime di essere lautore dellomicidio. F.N.

CRONACA

Le scuole siracusane presidia-

Implementato il servizio di controllo della polizia davanti alle scuole

te dai poliziotti di quartiere. Nellambito di predisposti servizi di controllo del territorio, agenti dellunit di prevenzione generale e sicurezza pubblica del servizio Poliziotto di Quartiere della Questura di Siracusa, dalla mattinata odierna, hanno implementato ulteriormente i servizi di vigilanza, gi in atto dallinizio dellanno scolastico, nelle adiacenze degli edifici scolastici di Siracusa. La vigilanza in argomento effettuata, principalmente, durante gli orari di entrata e di uscita degli studenti.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

RAV4 2WD 2.0 D-4D 124CV. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusa I.P.T. E Contributo Pneumatici Fuori Uso, PFU, ex DM n. 82/2011 E 5,25 + IVA) con il contributo dei Concessionari Toyota aderenti all'iniziativa. Offerta valida anche senza rottamazione o permuta. La versione raffigurata del modello RAV4 puramente indicativa. Valori massimi: consumo combinato 13.9 km/i, emissioni CO2 176 g/km

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

Raduni fuoristrada nelle riserve Manca una regolamentazione


A
seguito dellincontro della Commissione consiliare del Comune di Noto, avente come oggetto lattraversamento della rete viaria minore del territorio ibleo da parte di mezzi fuoristrada (enduro, quad, fuoristrada), al quale incontro hanno partecipato rappresentanti del Club 4x4 Val di Noto e uno delle associazioni ambientaliste, le associazioni ambientaliste Acquanuvena, Case sparse nellagro netino, Ente Fauna Siciliana, Natura Sicula, Notoambiente e Sciami precisano che tale documento da intendersi come denuncia generale di uno stato di fatto, ovvero lassoluta mancanza di una regolamentazione regionale, provinciale e comunale della pratica fuoristrada e non intendeva attribuire al Club 4x4 val di Noto la responsabilit degli effetti dannosi denunciati sulla rete viaria minore, escursionistica e di pregio naturalistico archeologico di cui ricco il nostro territorio. Ribadiscono che lassoluta mancanza di una regolamentazione per la pratica del fuoristrada danneggia in primis coloro che la praticano con correttezza, lasciando viceversa spazio a chi vive questo sport come diritto alluso selvaggio del territorio nel totale spregio dei diritti delle altre pratiche sportive (escursionismo a piedi, ciclismo, trekking, ecc.) Da queste considerazioni, parte linvito a tutti coloro che hanno a cuore il rispetto per il territorio e le associazioni di fuoristrada (alcune delle quali si sono impegnate in attivit di valorizzazione del patrimonio ambientale) a collaborare affinch finalmente venga posta una regolamentazione della pratica del fuoristrada, resa oramai imprescindibile e urgente, a tutela del territorio e dei diritti degli stessi fuoristradisti. Le precisazioni giungono a seguito delle dichiarazioni perentorie rilasciate in un precedente documento sottoscritto dai rappresentanti delle associazioni in questione e diffuso alla stampa. La precedente comunicato possa aver suscitato un fraintendimento per tutti coloro che aderiscono al 4x4 Val di Noto e pertanto li invitano a ritenere il presente comunicato quale rettifica e chiarimento del precedente . Le associazioni auspicano che si stabilisca urgentemente un tavolo

Cinque associazioni ambientaliste chiariscono il senso della loro protesta

vita di Quartiere
n incontro Culturaledal Titolo: Come agli orli della vita, magie, maschere ed epifanie nella scrittura pirandelliana cui far da relatoreil semiologo Salvo Sequenziaavr luogo a piazza San Giuseppe 2, sede della Galleria Roma, in agenda per la data di oggi, gioved 21 novembre 2013 alle 18,30. Ingresso libero. Il teatro, ultima dimora del mito.Il nesso fra sogni, desideri e realt, le identit delle persone e la necessit della libert, la violenza schiacciante dei regimi totalitari, la durezza della societ di massa, la crisi perenne del teatro e dei teatranti, sono alcuni fra i temi cogenti dellopera di Luigi Pirandello. Se vero che nella produzione teatrale pirandelliana realismo analitico e visionariet si alternano - ma spesso convivono anche - succedendosi con una regolarit quasi ciclica, altrettanto vero che nell'ultima fase della vicenda creativa dello scrittore agrigentino si coglie un incremento dell'irrazionale.Questo percorso riassume i momenti salienti di un lavoro di indagine sul rapporto tra lopera di Pirandello ed il mito nel confronto pi ampio con la cultura del primo Novecento. Rapporto complesso, stratificato, spesso enigmatico e polisemico, non solo per la portata del messaggio che lo scrittore agrigentino ha consegnato al mito e ai miti allinterno della sua produzione poetica, novellistica, narrativa e teatrale e perci non attestabile e non esauribile, in modo esclusivo, soltanto allultimo periodo della produzione del Nostro bens anche per le implica-

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

Si parler dellopera di Pirandello nellincontro culturale con il semiologo Salvo Sequenzia in agenda per stasera alle 18,30 in piazza S. Giuseppe
Dottor Hinksuff), Il berretto a sonagli (il notaio Ciampa); mitici sono personaggi che si muovono tra le pagine de Il fu Mattia Pascal ( Adriano Meis, Anselmo Paleari), de I quaderni di Serafino Gubbio operatore; mitici, infine, sono le grandi creazioni legate ai Colloqui: la Madre, i Personaggi, i fantasmi, le lucciole, la luna: visitazioni notturne, dolorose nella enormit di storia che bramano raccontare, tragiche per il dissidio che li divora.Privi di un ordine conoscitivo e di una gerarchia nellesperienza, i personaggi dellopera pirandelliana si ritrovano schiavi della casualit e investiti da uninfinit di dettagli inessenziali superflui - fra i quali tentano di selezionare quelli con i quali poter ri-comporre la trama disajutata della vita, necessariamente concatenata e solidamente provvista di senso; per arrendersi, infine, e dichiarare lo scacco, divenendo come il mago Cotrone o come la compagnia della Contessa Ilse Paulsen ne I giganti della montagna, dimissionari da tutto.Linconscio, il caos, lassenza di Dio, il crollo della fiducia nella Legge - sociale, morale o scientifica che sia - linsensatezza della Storia: qualunque tentativo di meglio specificare quei mali influssi risulta necessariamente forzato o riduttivo.Lo strappo nel cielo di carta della realt rivela la natura precaria e illusoria delle certezze sulle quali gli uomini si sono costruiti la vita; al di l delle quali c appunto il mistero - o, come Pirandello scrive nell Umorismo, labisso.

Nessuna accusa in particolare se non la mancanza di una normativa che regoli il flusso dei veicoli in riserve e luoghi che dovrebbero essere tutelati

Scardinamento della Prometheia come possibilit per tutta la civilt

Ortigia: Come dagli orli della vita, magie


zioni che la funzione mito assume allinterno della riflessione pirandelliana sulla vita, sullarte, sulla societ e sul destino della storia dellOccidente. Luigi Pirandello analizza approfonditamente - e, direi, dolorosamente - le ragioni della morte del mito nella modernit, valutandone con lucidit critica le numerose implicazioni. E il nodo fondamentale di questa riflessione va a mio parere individuato nel primo decennio del secolo Novecento, negli anni della ideazione del Fu Mattia Pascal e della composizione del saggio su Lumorismo.L'interesse per il mito, frequente in molti autori del primo Novecento (dagli espressionisti ai surrealisti, da Kokoshka a Cocteau fino al Brecht dell'Antigone, da D'Annunzio a Thomas Mann fino a Cesare Pavese) consiste, nella stragrande maggioranza dei casi, in una riscrittura della tragedia classica o della mitologia ellenica o altro; oppure, in una attualizzazione a fini propagandistici diretti o indiretti Krenyi ha definito tale operazione come "tecnicizzazione" del mito svuotato del suo carattere genuino originario.Pirandello non appartiene alla categoria dei rifacitori, bens a quella dei creatori di miti (nonch a quella dei distruttori di miti, come ha ben messo in luce Rssner; e qui valga ancora una volta l'esempio del Serafino Gubbio, opera demolitrice del mito cinematografico allora in ascesa). I miti "dichiarati" di Pirandello sono i tre drammi che ne recano, come sottotitolo, l'inequivocabile explicit: La nuova colonia (1928), Lazzaro (1929), I giganti della montagna (1931-34); mentre la frequentazione della materia mitologica avviene gi in giovanissima et, durante il soggiorno a Bonn, con il poemetto Pasqua di Gea (1991), versificazione nostalgica di epifanie telluriche pagane. Ma "mito" si presterebbe ad essere definita anche La Sagra del signore della nave (1925), opera, comunque, anticipatrice di quelle tematiche che sottintendono uno studio degli archetipi del comportamento individuale e collettivo, anteriore a qualsiasi discorso sull'essere e sull'apparire, discorso che pure non manca di ripresentarsi in questopera; mitiche sono le apparizioni, le epifanie che alitano sulle tavole del palcoscenico in pieces teatrali come La giara, Il piacere dellonesta, Sei personaggi in cerca dautore (Madama Pace, i sei Personaggi stessi), Questa sera si recita a soggetto ( il

In foto, una gara di fuoristrada in riserva. In basso, da sinistra, Lorenzo Narzisi, Cirino Nigro e Giuseppe Stuto.

di lavoro con le istituzioni e tutte le associazioni coinvolte e interessate con il seguente programma: 1)Mappatura della rete viaria di pregio storico naturalistico insistente nel nostro territorio;

2) Criteri di valorizzazione e salvaguardia della medesima; 3) Regolamentazione della pratica del fuoristrada sulla suddetta rete, che ne preveda il divieto laddove si rilevino zone di par-

ticolare fragilit archeo-storico, naturalistico, con particolare riguardo alle aree protette dalla legislazione europea (SIC), regionale e locale (Riserve Naturali e Piano Paesaggistico).

Tentano di rubare unauto: presi

CRONACA

Utilizzando un sofisticato apparecchio elettronico, stavano per impossessarsi di una vettura, parcheggiata lungo la via nel quartiere della Borgata santa Lucia a Siracusa. I tre presunti ladri in trasferta non hanno, per, fatto i conti con il transito di una pattuglia delle unit Volanti della polizia , i cui agenti, mentre erano in normale servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto per il reato di tentato furto aggravato in concorso e resistenza a Pubblico

Ufficiale Lorenzo Narzisi di 27 anni , Giuseppe Stuto di 33 e Cirino Nigro di 29, lentinesi. I tre arrestati sono stati sorpresi mentre tentavano di rubare unautovettura Alfa Romeo 156 parcheggiata in via Torino. Gli Agenti inseguivano i tre ladri che tentavano la fuga a bordo di una Golf, liberandosi di tutta lattrezzatura in loro possesso, tra cui una centralina programmata per avviare qualsiasi motore, ma venivano raggiunti e tratti agli arresti domiciliari

o stesso scardinamento della prometheia, come possibilit della civilt di dare continuit e senso alla storia, assume in se la fine del mito come possibilit di dare alluomo lillusione eroica, prometeica appunto, di poter governare il mondo e continuare a muovere le fila della storia.Questo ineluttabile tramonto del mito, che Pirandello avverte splenglerianamente come tramonto delloccidente, instaura lo statuto epifanico e prodigioso dellopera pirandelliana, che irrompe in Lazzaro e nella Nuova colonia, e che ne I Giganti della montagna assume un senso ed un significato testamentario, dove non pi vige una rappresentazione naturalistica del reale come nella forma meta-teatrale che ha nei Sei personaggi la sua massima espressione - la quale venga, allimprovviso e per un solo istante, infranta dallirruzione del prodigio (miracoloso terribile), rivelando epifanicamente la presenza di una realt altra - il mistero, luniverso degli archetipi o la mistica comunione dellEssere.

10

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

seguito il testo dellappello diffuso anche a Siracusa sul tema della promozione dellaffido condiviso. Se credi che i ruoli della madre e del padre siano complementari, ed entrambi indispensabili ad un equilibrato sviluppo dei figli; se credi che la bigenitorialit sia un valore, e che tale valore debba sopravvivere alla rottura della coppia; se credi che i figli mantengano inalterati i propri diritti, a prescindere dallo stato civile dei genitori; se credi che laffido vissuto come possesso esclusivo sia una stortura a beneficio degli adulti ed una lesione dei diritti dei minori; se credi che vendette e rancori personali non debbano essere veicolati attraverso i figli; se credi che il disagio della famiglia separata non sia risolvibile col mero intervento giuridico;

Di

Se poi ci credi realmente anche tu


riforma, della volont del Legislatore che lha formulata, del voto del Parlamento che lha approvata; allora sei convinto/a anche tu che il paravento discrezionalit della magistratura non possa essere usato per oltrepassare i confini della legalit, calpestando i diritti dei minori firma a favore dellaffido condiviso, una conquista sociale, un diritto dei nostri figli, una pietra miliare nel processo di crescita dellintero paese. E stato approvato, non viene applicato. Questo recita il testo dellappello alla promozione dellaffido condiviso diffuso anche nella nostra citt. L'affidamento condiviso regola l'affidamento dei figli e quindi l'esercizio della potest genitoriale in caso di cessazione di convivenza dei genitori in modo che ciascun genitore sia responsabile in toto

Fai comprendere che tutto ci davvero un patrimonio di crescita sociale

se credi che la normativa debba tutelare il diritto dei minori e non i privilegi degli adulti; se credi che il progetto genitoriale non sia un contratto che pu essere sciolto da un magistrato; se credi che la nuova legge sullaffido dei figli sia un patrimonio della crescita sociale e culturale di una nazione; se credi che laccanimento nel rifiutarsi di applicarla sia una grave violazione del diritto in generale e dei diritti dei minori in particolare, dellimpegno delle associazioni di genitori che hanno promosso la

quando i figli sono con lui. Al contrario dell'affidamento congiunto, che richiede completa cooperazione fra i genitori, l'affidamento condiviso, in caso di conflitto, suddivide in modo equilibrato le responsabilit specifiche e la permanenza presso ciascun genitore, mantenendo inalterata la genitorialit di entrambi e tutelando quindi la relazione genitoriale con i figli. Il provvedimento, sulla carta, costituisce un cambiamento molto rilevante in quanto stabilisce il cos detto "principio di bigenitorialit": alla separazione personale dei genitori non consegue, quindi, necessariamente come nella precedente disciplina l'affidamento esclusivo ad uno dei due genitori dai figli. La L. 54/2006, sulla scorta dell'esperienza maturata in molti paesi europei, prevede, infatti, come regola standard e di partenza per tutte le separazioni l'affidamento dei figli ad entrambi i genitori. Attualmente, tuttavia, la legge non applicata da tutti i tribunali o applicata in modo da mantenere molte delle caratteristiche della giurisprudenza precedente. Esiste quindi un'ampia variet di interpretazioni sul territorio nazionale. In particolare l'affidamento condiviso era stato disegnato dal legislatore per gestire sia il caso conflittuale che quello non conflittuale, quest'ultimo trattato dalla giurisprudenza precedente tramite l'affidamento congiunto. Molti tribunali, pur tuttavia, spesso non applicano tale istituto, privilegiando invece, ancora l'istituto dell'affido esclusivo del minore.

Nei Giganti lo sentiamo dalla voce del

Ortigia: Lo strappo del cielo di carta del mero reale

Territorio: Niente tregua per nessuno


21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

11

mago Cotrone - lo strappo nel cielo di carta del reale si fatto soglia dalla quale il mistero penetra nel reale, ampliandone le possibilit e mutandone profondamente la fisionomia, in un senso per molti aspetti analogo a quello sintetizzato nella formula novecentista del realismo magico.E alle parole infatuate di mistero e di magia, alle apparizioni poeticissime di lucciole e di creature notturne, uscite come da un acquarello di Casimiro Piccolo, alla poesia di Ilse Paulsen, tormentata, ferita, uccisa nella sua favola, Pirandello affider lultima espressione della possibilit, per luomo contemporaneo, di sperimentare lincontro con il mito.Nel teatro, sua ultima dimora. Prima che giungano i Giganti. Oltre quellabisso si situa lorizzonte mitico, come esibizione, dis-velamento dellultima possibilit di accostarsi al mito, che costituisce lesito finale cui, di per s, tende inesorabilmente la riflessione pirandelliana: lartista che sente di essere al tramonto di unera culturale avverte lurgenza di offrire lultima versione dei miti in cui essa si espressa e riconosciuta, una versione tale da non ammettere alcuna rielaborazione ulteriore, cos che il lettore non possa fare a meno di chiedersi: cos ancora possibile dopo questo?.Sono parole del semiologo Salvo Sequenzia, che stasera alle 18,30 alle Galleria Roma di Piazza S. Giuseppe interverr per approfondire l'opera di Luigi Pirandello dal punto di vista semiologico. Luigi Pirandello (Agrigento, 28 giugno 1867 Roma, 10 dicembre 1936) fu un drammaturgo, scrittore e poeta italiano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934. Pirandello, figlio di Stefano e Caterina Ricci Gramitto, appartenenti a famiglie di agiata condizione borghese, dalle tradizioni risorgimentali, nacque nel 1867 in contrada Cvusu a Girgenti (Agrigento). Nell'imminenza del parto che doveva avvenire a Porto Empedocle, per un'epidemia di colera che stava colpendo la Sicilia, il padre Stefano aveva deciso di trasferire la famiglia in un'isolata tenuta di campagna per evitare il contatto con la pestilenza. Porto Empedocle, prima di chiamarsi cos, era una borgata (Borgata Molo) di Girgenti (l'odierna Agrigento). Quando nel 1853 si decise che la borgata divenisse comune autonomo La linea di confine fra i due comuni venne fissata all'altezza della foce di un fiume essiccato che tagliava in due la contrada chiamata "u Cvuso" o "u Cusu" (pantaloni) Questo Cvuso apparteneva met al nuovo comune di Porto Empedocle e l'altra met al Comune di Girgenti. A qualche impiegato dell'ufficio anagrafe parse che non era cosa (che si scrivesse che qualcuno fosse nato in un paio di pantaloni) e cangi quel volgare "Cusu" in "Caos". Il padre, Stefano Pirandello, aveva partecipato tra il 1860 e il 1862 alle imprese garibaldine; aveva sposato nel 1863 Caterina, sorella di un suo commilitone, Rocco Ricci Gramitto. Il nonno materno di Luigi, Giovanni Ricci Gramitto, era stato tra gli esponenti di spicco della rivoluzione siciliana del 1848-49 ed escluso dall'amnistia al ritorno del Borbone era fuggito in esilio a Malta dove era morto un anno dopo, nel 1850, a soli 46 anni. Il nonno paterno, Andrea, era stato un armatore e ricco uomo d'affari di Pra', ora quartiere di Genova.

fermezza nelle parole del comandante della Polizia stradale della provincia di Siracusa, vice questore aggiunto, dott. Antonio Capodicasa, nellaffermare di controlli serrati per scongiurare i furti di rame lungo lasse autostradale Siracusa-Catania. Non daremo tregua a nessuno afferma Capodicasa mobiliter se occorre tutto il personale in servizio per fermare questo scempio ad opera di ladri scellerati e irresponsabili per il danno consistente che fanno allintera comunit siracusana. Anche l'Anas ammette le continue difficolt legate ai furti dei cavi, non riguardanti esclusivamente le colonnine Sos. Nella tratta di competenza Anas - sezione compartimentale di Catania fanno sapere dalla direzione generale - tutti gli impianti di illuminazione a servizio della sicurezza stradale degli svincoli del Ra 15 Tangenziale di Catania e gli impianti di illuminazione e tecnologici a servizio

Per arginare lo scempio dei continui furti di rame attuato da ladri irresponsabili e scellerati
per oltre 22.000 metri di cavi oltre a correlati ingenti danni a fibra ottica, semafori, Sos, Plc, Pmv e altro ancora. Attualmente sono gi in corso dei lavori di ripristino e altri risultano in fase di appalto. Tra quest'ultimi, sembra, c' anche l'installazione di ponti radio all'interno delle gallerie. Cos, almeno, un cellulare potr salvare la vita. Ovunque. Per il comandante della Polizia stradale della provincia di Siracusa, vice questore aggiunto, dott. Antonio Capodicasa il reato che si prefigura per chi commette furti di rame quello di furto aggravato e attentato alla sicurezza ai trasporti non c scampo per chi commette questi gravi furti. L'avviso, infatti, non ripetuto su tutte le colonnine allinterno delle gallerie, ma soltanto in quelle collocate nelle area di sosta. Ma questo niente prosegue Capodicasa viene dato per scontato che ogni utente debba essere dotato di telefonino e che l'automobilista non debba mai

Fermezza nelle parole del comandante della Polizia Stradale dottor Antonio Capodicasa

dellautostrada Catania - Siracusa sono stati, pi volte, oggetti di furto di cavi in rame di alimentazione elettrica, furti che sono

stati puntualmente denunciati agli organi di Polizia territorialmente competenti. Per la sola Autostrada CT SR sono stati stimati furti

trovarsi in panne, dato che allinterno delle le gallerie non c campo per consentire una semplice chiamata telefonica. La Polstrada per evitare possibili tragici incidenti, effettuer un servizio continuo di pattugliamento, nelle more di ripristino del servizio Sos, per ovviare alle carenze segnalate ma soprattutto di acciuffare i responsabili di furto di rame e consegnarli alla giustizia. Il furto un atto di prevaricazione e si intende in genere l'impossessamento indebito di un bene di propriet altrui ed l'azione tipica del ladro. Si riferisce classicamente alla sottrazione di un bene mobile in danno del legittimo proprietario, ed in tempi recenti la disciplina stata estesa anche al furto di beni immateriali. Il furto in diritto penale un reato contro il patrimonio previsto dall'art. 624 c.p. Tale disposizione stata oggetto di riforma negli ultimi anni. Con la l. 205/99 il legislatore ha modificato il regime di procedibilit.

Mattinata agromusicale con il cantautore Carlo Muratori annotata per la data del 23 novembre

n agenda per la data del prossimo sabato 23 novembre 2013 levento, Il giardino del chiantautore, mattinata agromusicale promossa dallassociazione di marca ambientalista Natura Sicula. Informazioni maggiori sullevento contattando la sezione Natura Sicula di Siracusa attraverso lutenza telefonica cellulare 328.8857092. Il raduno degli interessati fissato per le 9:30 a Belvedere presso il Cinema Aurora. La durata dellevento assorbir la mezza giornata. Il contributo richiesto a ciascun partecipante di 6 euro, arance e degustazione inclusi. Attivit riservata ai soci. Numero chiuso, obbligo di prenotazione. Il cantautore Carlo Muratori, avendo deciso di vivere in campagna, si ritrovato, senza volerlo, a coltivare un aranceto, trasformandosi da

Belvedere: Il giardino del Chiantautore


ristico navel o ombelico, che per il Chiantautore simboleggia la sua continua ricerca della memoria e del legame con la propria terra. Per oggi laranceto a disposizione dei soci che vogliano raccogliere i frutti, ormai perfettamente maturi, direttamente dallalbero (max 5 kg a persona). Carlo Muratori. Vive le prime esperienze giovanili come chitarrista rock e pop, nel 1975 inizia ad appassionarsi alla cultura popolare siciliana; gli usi tradizionali, i canti e le musiche della povera gente della sua terra. Si dedicato, quindi, per anni allo studio ed alla ricerca della musica di tradizione orale, collaborando fra l'altro con linsigne studioso ibleo Antonino Uccello allinterno della sua Casa Museo di Palazzolo Acreide. Nel 1977 ha formato I Cilliri, gruppo

Cantautore a Chiantautore. Agli alberi d nutrimento, acqua, luce, e li tiene lontani da pesticidi, diserbanti e anticrittogamici. Ogni tanto gli canta pure una canzone. Essi ringraziano esplodendo di zagara e producendo tonnellate di arance bionde, grosse, profumate e apirene della cultivar Navelina. Ogni frutto sviluppa al suo interno unaltra piccola arancia, il caratte-

musicale con il quale ha divulgato alcuni dei canti popolari di lavoro, di lotta e d'amore portati alla luce con le sue ricerche. Con I Cilliri ha eseguito decine di concerti in tutta la Sicilia ed ha inciso due album: Sutta 'n velu (1979) e Dda bbanna a muntagna (1980). Nel maggio 1987 ha pubblicato l'album Afrodite, come solista: un album sperimentale, una musica di chiara matrice etnica, ma ripensata in chiave moderna. Insieme agli strumenti acustici tradizionali, si mescolano suoni di altre culture e suoni elettronici, canti popolari e nuove canzoni. Contaminando jazz, folk e pop, nel 1983 ha costituito lassociazione culturale Folkstudio-SR, con un ensemble musicale stabile con cui ha intrapreso campagne di ricerca sulla musica sacra siciliana di tradizione orale.

Il Papa: Sono un peccatore Rocciatori francesi per pulire le vetrate dellAngelo, e ogni 15 giorni mi confesso 270.000 euro in 5 anni Discorso di Bergoglio alludienza generale
E il confessore mi consiglia e mi perdona
Anche i sacerdoti devono confessarsi, anche i vescovi: tutti siamo peccatori. Anche il Papa si confessa ogni quindici giorni, perch anche il Papa un peccatore!. Francesco parla a braccio alludienza generale, durante la catechesi dedicata alla remissione dei peccati. Come sempre il pontefice procede con lesempio, parla di s per spiegare ai fedeli il valore del sacramento della confessione: Il confessore sente le cose che io gli dico, mi consiglia e mi perdona, perch tutti abbiamo bisogno di questo perdono. A volte capita di sentire qualcuno che sostiene di confessarsi direttamente con Dio. S, come dicevo prima, Dio ti ascolta sempre, ma nel sacramento della Riconciliazione manda un fratello a portarti il perdono, la sicurezza del perdono a nome della Chiesa. NON MALTRATTARE - Certo quello del sacerdote che confessa un servizio, avverte. Il potere delle chiavi, cio di perdonare i peccati, dato da Ges alla Chiesa e il protagonista lo Spirito Santo, i sacerdoti devono tenerlo a mente : La Chiesa non padrona del potere delle chiavi: non padrona, ma serva del ministero della misericordia e si rallegra tutte le volte che pu offrire questo dono divino. Per questo il servizio che il sacerdote presta da parte di Dio nel sacramento della confessione un servizio molto delicato ed

12

21 NOVEMBRE 2013, GIOVED

esige che il suo cuore sia in pace, che abbia il cuore in pace, che non maltratti i fedeli ma che sia amico fedele e misericordioso, che sappia seminare speranza nei cuori. ROSSO E GIALLO - Francesco ripete, come fa spesso: Non dobbiamo stancarci di andare a chiedere perdono. A chi dice che si confessa direttamente da Dio e si vergogna a parlare con un prete dei propri peccati, Bergoglio risponde con una battuta: Le nostre mamme, le nostre donne dicevano che meglio diventare una volta rosso e non mille volte giallo!. E tu diventi rosso una volta, Dio ti perdona i peccati e vai avanti. MISERICORDIANDO - Chi Jorge Mario Bergoglio? Nellintervista a padre Antonio Spadaro, direttore della Civilt Cattolica - il libro, La mia porta sempre aperta, in edicola con il Corriere - il Papa

Sono novantamila metri cubi di rifiuti. Potrebbero riempire il palazzetto dello Sport di una citt di provincia. La questione che si tratta di spazzatura molto speciale: scorie prodotte dalla stagione nucleare italiana (quella chiusa con il referendum del 1987) e residui di altre attivit, soprattutto medico-radiologiche. Sono tutte radioattive, ma in grado diverso: quelle pi delicate, ad alta attivit, occupano quindicimila metri cubi ma sono responsabili del 90% della radioattivit emessa. Una buona parte allestero - in Francia e in Gran Bretagna ma anche in Svezia - in attesa di fare ritorno in Italia sotto forma di blocchi vetrificati.

Via alle procedure per stoccare 90 mila metri cubi di rifiuti: i residui delle centrali ora in Francia, Regno Unito e Svezia
Il problema che da qualche parte prima o poi dovranno pur essere sistemate; la notizia che probabilmente entro dicembre lIspra render noti i criteri tecnici ai quali il deposito nucleare nazionale dovr uniformarsi ed in sette mesi, quindi entro il prossimo agosto, la Sogin (la societ pubblica che si occupa dello smantellamento delle vecchie centrali) dovr mettere nero su bianco la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee. Strana e curiosa coincidenza: dieci anni fa, proprio in questi giorni, i cittadini di Scanzano Jonico scatenavano una rivolta contro la decisione di costruire nel loro Comune il famigerato deposito, che prevedeva

Spazzatura nucleare, ecco dove finiranno le scorie

risponde: Io sono un peccatore. Questa la definizione pi giusta. E non un modo di dire, un genere letterario. Sono un peccatore. E spiega cos il motto episcopale che ha scelto per s: Sono un peccatore al quale il Signore ha guardato. Io sono uno che guardato dal Signore. Il mio motto Miserando atque eligendo lho sentito sempre come molto vero per me. La frase tratta dalle Omelie di san Beda il Venerabile, il quale, commentando lepisodio evangelico della vocazione di san Matteo, scrive: Vide Ges un pubblicano e, siccome lo guard con sentimento di amore e lo scelse, gli disse: Seguimi. Francesco spiega: Il gerundio latino miserando mi sembra intraducibile sia in italiano sia in spagnolo. A me piace tradurlo con un altro gerundio che non esiste: misericordiando.

Ma possibile che per pulire la grande vetrata a vela dellospedale dellAngelo bisogna scomodare luomo ragno? O meglio, la sua declinazione al secolo, cio un gruppo di esperti tra speleologi e alpinisti francesi procurati dalla societ Air process Mditerrane alla Sodexo, la multinazionale che ha in gestione le pulizia del polo di Mestre. Professionisti abituati a far splendere gli esterni di grattacieli e aereporti e che, in turni di dieci per altrettanti giorni, si calano lungo i 7 mila metri quadri della grande vela di vetro, lunga 180, partendo dal tetto. Protetti da una speciale imbracatura, utilizzando la doppia corda per la discesa e la messa in sicurezza e muovendosi con ventose applicate alle scarpe, i rocciatori scendono lungo le superfici rimuovendo lo sporco. Dapprima passano un rullo imbevuto di sostanza sgrassante, poi un tergivetro per dare brillantezza alle superfici. Il tutto al prezzo di 30 mila euro a intervento, moltiplicato per tre volte nei primi anni a partire dal 2009, e per 12 mesi negli ultimi. Facendo i conti della serva, se per 2009 e 2010 si sono spesi 180 mila euro in totale e per il triennio 2011/2013 altri 90 mila, la spesa ammonta gi a 270 mila euro. Solo per la pulizia di un vetro. Poi c quella dei 16 mila metri quadrati di finestre a specchio delle stanze di degenza, rivolte sia allesterno che nella hall, e dei quattro pozzi di luce interni, alti 31 metri.

La confessione della serial-killer dalla stella tatuata: Ho ucciso 3 uomini


ucciso John Chapman, Lukasz Slaboszewski e Kevin Lee a distanza di pochi giorni uno dallaltro. LAVVOCATO - Si dichiara colpevole o innocente? Sono colpevole. Ha lasciato tutti senza parole. I giudici e soprattutto il suo avvocato che si stava preparando a chiederne il rilascio. Non mi ha mai detto niente. Joanna, vestita elegantemente di bianco, si alzata pochi secondi. Ha confessato con freddezza e non ha pi voluto aprire bocca. Neppure col suo difensore. I SOSPETTI Era stata arrestata il 2 aprile dalla polizia. Alcuni circostanze avevano convinto la polizia a fermare la donna e il marito. Ma nessuna prova che ad accoltellare ferocemente quei tre uomini (uno era il proprietario di casa), fosse stata la coppia o soltanto uno dei due.

La Guardasigilli in bilico attende la decisione dei pm: potrebbe essere indagata per false informazioni al pubblico ministero

Elezioni in Basilicata, nessuna donna eletta


Nessuna donna eletta e il tasso di astensionismo altissimo . Lascia lamaro in bocca la vittoria di Marcello Pittella (Pd) eletto consigliere regionale della Basilicata. E se un lucano su due non ha votato, tra i 20 consiglieri regionali eletti non ci sono donne, e lo stesso capitato nella precedente legislatura, con quote rosa pari a zero: ci sono cinque neo eletti under 40 e sei riconfermati, cui si aggiunge il presidente della giunta, Marcello Pittella (Pd), anche lui consigliere nello scorso quinquennio. Leletto con pi voti Piero Lacorazza (11.234 preferenze), candidato nella lista provinciale di Potenza del Pd, rispetto al meno votato Giovanni Perrino (lista provinciale di Matera del Movimento 5 stelle) che ha ottenuto 1.168 preferenze.I consiglieri riconfermati sono sei. Ricordando le polemiche

21 NOVEMBRE 2013, GIOVED

13

Ha ammesso allimprovviso. Sono colpevole. Colpevole di avere ammazzato tre uomini, fatti fuori a coltellate al petto e al collo, poi scaraventati in un fosso del Cambridgeshire. IL PASSATO - Si svela il mistero di quei delitti, scoperti nel marzo scorso nelle ricche campagne inglesi. E la verit

La Camera vota la fiducia alla Cancellieri


del Pd Pippo Civati commentando il s del gruppo Pd alla linea del premier Letta di difesa del ministro Cancellieri. Civati non aveva gradito anche lattacco ricevuto da Gianni Cuperlo suo concorrente alla corsa alla segretaria del Pd. Ha usato parole di disprezzo per la mia iniziativa, supportata da 15 parlamentari tra Camera e Senato, ha raccontato sul suo blog. Il Pd si merita un altro gruppo dirigente. Persone che non facciano gli stronzi con le minoranze quando sanno di essere maggioranza (e quando sanno di avere la platea favorevole: che tristezza), che non

viene fuori inaspettata. Joanna Dennehy, donna trentenne di intelligenza sopra la media ma con una adolescenza burrascosa (droga), ha pronunciato solo due parole davanti alla corte di Old Bailey (il palazzo di giustizia londinese) per dire che, s, lei la serial killer con la stella verde tatuata sulla guancia destra che

Entrambi, da allora, hanno sempre negato le imputazioni. Lei di avere ammazzato. Lui di averla aiutata o coperta. IN AULA Stesso copione nelle udienze preliminari. Ma mentre il coniuge rimasto fermo sulle sue posizioni, Joanna ha cambiato versione e si autoaccusata, senza un apparente segno di sofferenza. Ha lasciato trascorrere pochi minuti e di fronte al magistrato che la riconvocava per la prossima settimana ha risposto: Non torno per ripetere la stessa cosa. IL MOVENTE Tutto da decifrare. Joanna dice la verit? Il marito che cosa sa? Per ora gli inquirenti sospettano che la donna con la stellina verde tatuata sulla guancia abbia tentato di ammazzare altri due uomini. Ma lei su questo ancora tace. di ufficializzare tutto ci con la deroga alla Costituzione e al suo art.138. Questi non sono metodi mafiosi?, chiede Nuti. Che poco dopo rincara in un altro post: per la coerenza i renziani e tutti gli altri parolai, voteranno contro le dimissioni, cedendo al ricatto Letta. Accesa la discussione nellaula di Montecitorio. Il ministro diceva che si sarebbe messa a disposizione della famiglia Ligresti. E tutti gli altri detenuti? si chiedeva Giulia Sarti, del M5S. Da questa vicenda emerge chiaramente che ci sono cittadini di serie A e di serie Zeta, una volta bisognava conoscere persone influenti per avere raccomandazioni o favoritismo. Ora siamo oltre: occorre il numero di cellulare del ministro per avere

e le divisioni che caratterizzarono le primarie di centrosinistra per scegliere il candidato presidente (con Pittella vincitore contro la volont e il candidato dei maggiori esponenti del Pd, Piero Lacorazza, ora per anche lui in consiglio regionale e da primo degli eletti), il successo stato notevole, sfiorando il 60 per cento dei consensi. E infatti, parlando con i giornalisti, Pittella si detto orgoglioso della vittoria. Un orgoglio mitigato, per dal fatto, di non avere alcun consigliere donna. Tanto che il neo presidente ha annunciato di essere costretto a tenerne conto nella formazione della Giunta. Non ho ancora fatto delle valutazioni sulla presenza di donne, certamente ne terr conto. Ma una cosa voglio dire: il primo criterio nella scelta degli assessori sar la competenza, ha spiegato Pittella. del caso Ligresti non dimostra lesistenza di una giustizia di classe, che distingue fra cittadini di serie A e B, fra ricchi e poveri. Poi concludeva dicendo di non aver mai delegittimato toghe e di avere fiducia nei pm. Infine un grazie a Letta per il sostegno e lappello: Confido che il Parlamento mi voglia confermare la fiducia. BRUNETTA - Noi daremo la fiducia al ministro Cancellieri e gliela daremo convintamente, noi. Da parte del Pd arriva invece un voto fasullo presidente Letta,sottolineava poco dopo il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta annunciando il no del suo gruppo alla mozione di sfiducia presentata dal M5S.

ledificazione di una struttura a settecento metri di profondit, in uno strato di salgemma impermeabile. La faccenda, oggi, non proprio la stessa ma ci somiglia. Dieci anni dopo Scanzano, un luogo deputato a ospitare il deposito nazionale ancora non esiste. A differenza di allora, per, non si tratter di scavare il sottosuolo, ma di costruire una struttura di superficie che possa comunque resistere per duecento anni e che dovr ospitare le scorie a bassa e media attivit (in modo permanente), e per qualche decennio quelle ad alta attivit, in attesa di trasferirle a un deposito europeo di profondit di cui, peraltro, ad oggi non c traccia.

Alla Camera ce lha fatta. Montecitorio ha respinto infatti la mozione di sfiducia del M5S nei confronti del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri. I voti a favore sono stati 154, 405 i contrari. Tre deputati si sono astenuti. Superati dunque i problemi e i mal di pancia in seno al Pd. Dopo lintervento di Letta di marted (Sfiducia a lei sfiducia al governo) nel Pd cera tensione. I miei compagni di partito hanno deciso diversamente, accogliendo lennesimo, impolitico, ricatto: o cos, o nulla, aveva sottolineato il candidato alla segreteria

facciano i prepotenti con chi non la pensa come loro, e tutto quello che gli dice chi comanda. Ma poi in aula aveva annunciato che avrebbe votato no alla sfiducia per disciplina di partito. Nel frattempo anche Riccardo Nuti, del M5S, sulla sua pagina Facebook attaccava Letta: LItalia non pu avere come presidente del consiglio un ricattatore e un partito (Pd) di ricattati. Se il Parlamento non deve svolgere il ruolo di controllo sullazione del governo (sono due istituzioni diverse eh!) tanto vale cancellarlo, ed cos che stanno facendo - accusa Nuti - tentando

corsie preferenziali. Ministro, meglio non farle certe telefonate, concludeva Sarti mentre i suoi colleghi M5S faceva squillare i cellulari in Aula. CANCELLIERI - Non vi stato nessun favoritismo n interventi calati dallalto e questo ci che dicono i fatti, replicava il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri nel suo discorso alla Camera. Sono stata ferita nel mio onore. I miei doveri di ministro e la mia coscienza - assicurava la Guardasigilli - non mi avrebbero consentito di comportarmi nel caso di Giulia Ligresti diversamente da come mi sono comportata in tanti altri casi di cui arrivata segnalazione. Cancellieri sottolineava che lesito

Lamara vicenda dei 15 anni volti a tentare di creare larchivio storico di Siracusa sar raccontata il 4 dicembre prossimo durante un incontro in agenda in p.zza S. Lucia.

14

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

S. Lucia: Raccogliete frammenti che altrimenti si perderanno


n agenda per la data di mercoled 4 dicembre 2013 lincontro intitolato Raccogliete i frammenti perch non vadano dispersi. Lamara vicenda dellArchivio Storico Comunale di Siracusa Una conferenza in agenda per le 18:30 presso la sede di Natura Sicula Siracusa, in piazza S. Lucia 24/B-C. Relatore Marcello Cio (Biblioteca dei Cappuccini di Siracusa). Interviene Alessio Lo Giudice, Assessore comunale alla

Cultura. Fedele cronistoria di 15 anni di tentativi volti a creare lArchivio Storico di Siracusa. Il disinteresse delle ultime amministrazioni comunali ha reso inutile tutti gli sforzi e ha letteralmente affossato il progetto. Il titolo della conferenza la traduzione del noto detto latino di Giovanni 6,12, sulla necessit di non disperdere gli avanzi dei pani e pesci moltiplicati, citato spesso in ambito culturale per incitare alla conservazione della me-

moria storica. La biblioteca nasce con il convento annesso nel 1582, ma acquisisce la attuale consistenza libraria solo dal 1932 quando vi confluiscono biblioteche di conventi chiusi, in particolare Militello, Melilli, Mineo, Chiaramonte, Vizzini e Vittoria, oltre a collezioni private di frati e sacerdoti. Per archivio si intende un complesso ordinato e sistematico di atti, scritture e documenti prodotti e/o acquisiti da

un soggetto pubblico o privato (ente, istituzione, famiglia o individuo nel normale esercizio delle proprie funzioni), durante lo svolgimento della propria attivit, e custoditi in funzione del loro valore di attestazione e di tutela di un determinato interesse. L'interesse potr essere di varia natura: politico-sociale (amministrativo, giudiziario, scientifico, militare, religioso...) o patrimoniale. In secondo luogo, per estensione, si chiamato "archivio" anche il locale destinato alla loro conservazione e l'ufficio, organo o ente cui affidata istituzionalmente la conservazione, tutela e valorizzazione dei documenti storici. Secondo un'etimologia accettata, il termine archivio deriva dal greco tramite il latino archium/archivum/ archivium, che significa "palazzo dell'arconte", luogo in cui, presumibilmente, si conservavano anche gli atti emanati dal magistrato. Nel senso comune un archivio un agglomerato di carte o altri materiali, una raccolta di informazioni conservata per la consultazione, un campionario. Non mancano nel linguaggio generico le accezioni negative: si pensi al verbo "archiviare", che pu essere sinonimo di "dimenticare", "mettere da parte", "seppellire". In realt uno degli elementi essenziali dell'archivio proprio la consultabilit e la fruizione. Il termine "archivio" in realt comprende entit diverse a seconda se usato nel linguaggio strettamente archivistico o in quello delle discipline affini o nel linguaggio comune.

SPORT Siracusa
Partendo dal presupposto che lo Scordia , con i venti gol messi a segno e con i diciotto subti, dispone a lume di naso di una squadra sbilanciata in avanti, Pippo Strano sta disegnando per domenica una linea difensiva rafforzata da due incontristi di centrocampo, uno come Calabrese sul portatore di palla e laltro come Di Mauro con compito ambivalente di copertura e rilancio.Attacco atipico con due pedine mobili e interscambiabili come Bufalino Bonarrigo, col compito di stanare dal probabile arroccamento la difesa avversaria imperniata sullesperto Crisafulli e sullaitante Castiglia. Sulle mire degli ospiti, Natale Serafino, tecnico dei rossobl stato fin troppo esplicito. I programmi della societ, come hanno ribadito, anche il pa-

21 NOVEmbRE 2013, gIOVED

15

La squadra di Pippo Strano insegue una vittoria scacciacrisi per risalire la corrente
un gruppo senza primedonne ma composto da elementi con caratteristiche complementari.Tutto sommato, una buona squadra di centro classifica che dopo un inizio piuttosto incerto (un punto nelle prime tre partite), si ripresa fino ad infliggere alla nona giornata la prima sconfitta alla capolista Acireale.Anche se, dopo aver toccato il cielo con un dito, domenica scorsa si fatta irretire da quella sorta di mina vagante che il Rometta, rimediando unimprevista battuta di arresto che ha mandato su tutte le furie lallenatore Serafino che aveva invano raccomandato prudenza. Contro un avversario imprevedibile come la Gymnica di Scordia, il Siracusa non pu pi concedersi distrazioni. Ha gi perso troppo terreno per pensare di perderne ancora. E anche se manca di un goleador dovr fare di necessit virt per spuntarla. Non lo suggeriscono solo le ormai urgenti esigenze di classifica, ma anche i sofferti, difficili rapporti con la tifoseria. Domenica scorsa a Rosolini accanto ad unaccoglienza inspiegabilmente indegna e ad episodi da libro Cuore come quello di Gigi Calabrese, si consumata lennesima puntata della contestazione dei tifosi verso la squadra alla quale il calendario ora offre la possibilit di riguadagnare un po della perduta fiducia con una prestazione maiuscola. Bonarrigo e compagni vorranno provarci ? Armando Galea

Per esorcizzare il tab del De Simone

Assalto allarma bianca al bunker dello Scordia

Lattaccamento di Eric alla maglia della Trogylos pi che mai sincero e, soprattutto, importantissimo in questo momento di difficolt della societ priolese, cos come lo lattaccamento alla Sicilia. Nelle sue dichiarazioni la disamina di una stagione difficilissima. Quella di questanno sar una stagione difficile. Nonostante sia rimasta sempre in contatto con la societ in questi mesi, non credevo ci fosse la possibilit di tornare a Priolo. Ho visto poi la buona volont che sta mettendo la societ per cercare di rimanere in A1 e considerando che credo fortemente nella voglia di Santino Coppa di riuscir-

Basket A1/F. Trogylos una marcia Pallamano A2/F. L'Hybla Mayor in pi con Marija Eric in campo resiste solo un tempo
si, sono felice di essere tornata. Sono legata alla Sicilia e tengo molto alla societ Lobiettivo di questanno la salvezza. Lo ha continuato Eric questo il nostro obiettivo stagionale e desidero che la squadra si salvi. Non so se sar possibile, adesso una missione impossibile, ma con il mio arrivo e con gli acquisti che la societ potr fare sperando nellarrivo di qualche sponsor, potrebbe essere pi facile. La squadra giovane non sar facile, anche se il livello di questanno molto basso. Quanto stata importante la vittoria a Chieti? La vittoria a Chieti serve assolutamente per dare il morale. E servita soprattutto alle ragazze che lavorano qui dallinizio, ma che non hanno mai concluso le partite con una vittoria. Chi gioca pu capire quanto difficile lavorare duro in palestra e non vincere mai. Quella di Chieti stata un bella vittoria: certo loro non sono una squadra di alto livello, ma aver vinto in casa loro con la nostra squadra giovane stata importante. Con un nuova, importante, marcia in pi la Trogylos Priolo torner domenica al Pala Enichem per disputare il match contro il Cus Cagliari. E durata solo trenta minuti la gara dellHybla Mayor contro le ospiti della Guidotto Licata. Un primo tempo, quello delle avolesi, giocato con ordine ed attenzione nel corso del quale si riusciti a tenere a bada le avversarie, cos come indicato dal punteggio della prima frazione di gioco 10 5 per le guidottine.Alla ripresa delle ostilit, fra le ospiti, la veterana Iacona suonava la carica malgrado le sue ormai non perfette condizioni fisiche, spronando le compagne ad un impegno maggiore. Per contro, mister DellAlbani era costretto ad affidarsi alle pi giovani, parsimoniando lutilizzo delle sorelle Di

In foto Gaetano Di Mauro in gol domenica scorsa trn Lino Gurrisi e il aperture improvvise presidente Dario An- per le scorribande in tonucci, sono quelli avanti dei furetti Oudella difesa della ca- smane e Bellino, untegoria e di una tran- dici reti in due, veloce quilla salvezza.Usci- ma piuttosto imprere imbattuti dal De ciso il primo, meno Simone equivarrebbe appariscente ma con ad un successo e in maggiore sostanza il questottica la squa- secondo. dra proporr contro Il segreto della squagli azzurri il gioco dra ospite lassimicorto che lha portato lazione di un modulo in classifica a ridosso semplice ed equilidelle battistrada, con brato interpretato da

Grandi a causa di risentimenti muscolari. Con il trascorrere dei minuti, le avolesi si smarrivano e le ospiti ne approfittavano per dilagare nonostante alcuni interventi risolutivi di Pawlukowska, estremo difensore avolese. Il prof. Gaetano DellAlbani tecnico dellHybla, nel dopo gara si limitativa a prendere atto di quando accaduto sul rettangolo di gioco: Non posso certo colpevolizzare le ragazzine affermava che si sono trovate, loro malgrado, a reggere un peso superiore alle loro possibilit. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno e aspettiamo con pazienza - concludeva - che il gruppo faccia la giusta esperienza".

16

21 NOVEmbRE 2013 gIOVED

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918

Yaris Active 1.0 3P E 9.950. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di E 5,40 + Iva) con il contributo della Casa dei Concessionari Toyota. Offerta valida fino al 30/11/2013 valida solo per i concessionari che aderiscono alliniziativa. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l, emissioni CO2 127 g/km. *Promozione valida solo sulla gamma Diesel.