Sei sulla pagina 1di 3

27 - Traduzione giornalistica

Lui conosceva soltanto la scrittura aramaica in cui era scritto lebraico spagnolo, e i giornali li leggeva soltanto in quella lingua. Avevano nomi spagnoli come El Tiempo e La Boz de la Verdad, erano composti in lettere ebraic e e uscivano, mi sembra, solo una volta alla settimana!. La traduzione giornalistica a alcune peculiarit" c e la distinguono dalla traduzione di non #iction generica. A prima vista, si potrebbe pensare c e il testo giornalistico, dato c e esprime #atti, comunica in#ormazioni, sia un testo puramente denotativo, e perci$ relativamente #acile da tradurre sul piano stilistico e sintattico, con al pi% qualc e di##icolt" di ordine lessicale. &n realt" allinterno di un giornale si trovano testi piuttosto eterogenei. Tralasciamo le pubblicazioni periodic e semestrali, mensili o settimanali c e contengono a volte testi molto poco giornalistici, ossia testi c e si potrebbero #acilmente reperire anc e in pubblicazioni non periodic e. 'oncentriamo lattenzione esclusivamente sui quotidiani. La cronaca. Le sezioni dedicate alla cronaca sono quelle normalmente a maggiore contenuto denotativo. (i#erendo gli avvenimenti di natura locale, nazionale o internazionale, limitandosi a para#rasare le notizie delle agenzie di stampa, solitamente il commento personale o politico del giornalista ) molto scarso, perci$ gli aspetti connotativi sono ridotti al minimo. &n questo tipo di traduzione le di##icolt" sono legate principalmente alla #orma standard in cui si comunicano le notizie nelle varie culture. &n inglese, per esempio, nelle notizie di cronaca di norma il verbo della #rase principale ) inserito alla #ine del periodo, soprattutto i verba dicendi, come per esempio* T e s ot +as eard in t e area o# al# a mile, ,r -omer reported. Traducendo testi del genere in molte altre lingue c e non prevedono in modo sistematico la collocazione della principale in posizione #inale, se non si vuole produrre calc i sintattici occorre ricostruire la #rase del metatesto in modo da inserire il verbo reggente della principale in una posizione standard. I commenti politici. .uesti possono creare seri problemi ai traduttori. & politici anno grande #acilit" a coniare parole e termini di grande #antasia. /i pensi per esempio in italiano a parole come preambolo, opposti estremismi, compromesso storico, congiuntura, scala mobile, ripresina, convergenze parallele, condono, #iscalizzazione degli oneri sociali, quorum 0in inglese per esempio road map1. /ono parole c e in un discorso politico possono trovarsi in quantit" davvero notevoli, creando al traduttore prima di tutto problemi di decodi#ica, e poi, una volta superati questi, enormi problemi di traduzione. 2aturalmente bisogna distinguere la traduzione di un articolo di cronaca politica da pubblicare in un quotidiano di un altro paese dalla traduzione di un articolo di cronaca politica da pubblicare in un altro contesto nella cultura ricevente. &n questultimo caso non ) di##icile creare note del traduttore e dare una resa metatestuale dellinevitabile residuo traduttivo. ,a in caso di traduzione per un giornale, dove le note non sono previste e il lettore deve riuscire a 3consumare3 il prodotto anc e in condizioni ambientali s#avorevoli 0sul tram, nella pausa di lavoro, la mattina ancora mezzo addormentato1, il problema diviene molto acuto. La pratica delle c iose ) pro#essionalmente deprecabile in generale, e la traduzione giornalistica non #a eccezione. /arebbe molto grave mettere in bocca a questo o a quellautore 0si noti c e a volte gli autori dei pezzi politici sono a loro volta politici1 precisazioni o altri commenti del traduttore. Al traduttore quindi non resta c e, quando necessario, aprire una parentesi quadra, spiegare rapidamente e sinteticamente ci$ c e non riesce a tradurre, inserire una sigla 2. d. T. e c iudere la parentesi proseguendo.

4eres a dic iarato c e la road map 5piano dell6nione europea e degli /tati 6niti per trovare una soluzione al con#litto nel Vicino oriente. 2.d.T.7 ) ancora una strategia praticabile. 2aturalmente tali precisazioni sono necessarie soltanto quando una locuzione non ) ancora entrata nelluso. 2ellesempio in questione, in un giornale non sarebbe necessaria tale precisazione gi" dopo poc e settimane dallintroduzione del termine. I riferimenti contestuali. 4roprio il #atto c e i giornali siano per loro natura e per luso c e ne viene #atto cos8 parc i di precisazioni, e diano tanto per scontato, determina un problema traduttivo di primaria importanza. Il testo giornalistico contiene una percentuale di implicito culturospecifico altissima. .uesto ) dovuto soprattutto al #atto c e sono quotidiani. La #requenza cos8 alta con cui escono #a s8 c e una delle dimensioni cronotopic e sia data per scontata, e precisamente quella del tempo. 'e ne si accorge quando si va allestero per un mese e, al ritorno, si #atica a capire quello c e ) scritto sul giornale. 4er capire il giornale di oggi, bisogna avere letto quello di ieri, e cos8 via. Linsieme dei giornali nella serie storica costituisce una sorta di gigantesco ipertesto al quale il giornale di oggi #a rimandi impliciti a piacimento. 6n altro elemento delle coordinate cronotopic e c e nei quotidiani ) sempre dato per scontato ) quello del luogo. .uando una notizia non riporta alcuna in#ormazione sullubicazione, si sottintende c e ) ambientata nella citt" in cui il quotidiano a sede 0e in questo caso a volte viene riportata la via o piazza dove il #atto si ) svolto, senza speci#icare a c e citt" appartiene1. /e la notizia ) di carattere politico nazionale e non si nomina il luogo, ) sottintesa la citt" dove a sede il governo. /e la notizia ) di carattere politico locale e non si nomina il luogo, ) sottintesa la citt" dove a sede il governo locale in questione. E cos8 via. /pesso anc e le coordinate culturali sono implicite, poic 9 il lettore di quotidiano, implicitamente, appartiene a una cultura ben precisa, oltre c e a un tempo e a un luogo obbligatori 0naturalmente #anno eccezione i lettori di quotidiani in arc ivio, c e compulsano pezzi scritti altrove e c iss" quanto tempo prima1. 4erci$, per esempio, il nome di un giocatore di calcio o di una trasmissione televisiva di##usa possono essere inseriti come traduzione intertestuale, come meta#ore di altro, e il lettore : anc e quello c e non segue il calcio e non guarda la televisione : deve essere in grado di capirne quanto meno il valore connotativo per compiere la lettura. Il lessico locale. 6naltra caratteristica dei quotidiani ) luso del lessico locale. 2ei giornali di certe citt" possono comparire articoli in dialetto. /pesso comunque, tranne in giornali implicitamente internazionali come per esempio la International Herald Tribune,prevale la variante locale della lingua in questione, anc e senza passare al vero e proprio uso del dialetto. 4er esempio, in un giornale romano si trover" scritto c e un #atto ) successo a via 2azionale, mentre nel resto d&talia si legge in via 2azionale. Analogamente, un #atto accaduto vicino (oma segue reggenze diverse da un #atto accaduto vicino a Torino. 'ome anc e tante questioni riguardo quello c e si ) detto ieri c e diventano nel 2ord riguardo a quello c e si ) detto ieri. Gli articoli di fondo e le terze pagine. /ui quotidiani si trovano poi articoli cosiddetti di terza pagina, termine c e si estende anc e a pezzi non materialmente presenti sulla terza pagina, ma di carattere saggistico e spesso non incentrati sulla giornata particolare appena trascorsa, ma c e potrebbero essere pubblicati anc e un mese o un anno o dieci anni prima o dopo. .uesti testi sono veri e propri saggi, e per la loro traduzione rimando alla prossima unit". Riferimenti Bibliografici

'A2ETT& EL&A/ Die gerettete Zunge. - Die Fackel im Ohr. - Das Augenspiel, ,;nc en, 'arl -anser Verlag, !<<=, &/B2 >?@@A?!BCAD?!. 'A2ETT& EL&A/ a lingua sal!ata. "toria di una gio!ine##a, traduzione di Amina 4andol#i e (enata 'olorni, ,ilano, Adelp i, !<BC, &/B2 BB?@=<?C@!E?D.
http://courses.logos.it/IT/4_27.html