Sei sulla pagina 1di 13

ESISTE IL SOCIALISMO DEL XXI SECOLO?

(scritto il 16 maggio 2013)


Scritto da: Gianni Petrosillo (13/11/2013)

1. Socialismo !l XXI s!colo? Il 5 marzo scorso deceduto, dopo una lun a malattia, il Presidente !u o "#a$ez, il leader carismatico c#e #a incarnato %uasi ininterrottamente, dal 1&&' al 2013 (tranne c#e per il periodo del (re$e olpe del 2002), la continuit) di un considere$ole $ento di cam(iamento nella *epu((lica $enezuelana+ "ertamente, si trattato di un lun o %uindicennio di radicali ri,orme c#e, tra alti e (assi, #a inciso su li assetti e le strutture estionali del Paese, contri(uendo alla sta(ilizzazione politica interna e alla ripresa economica, %uest-ultima armonizzata con una pi. e%ua redistri(uzione della ricc#ezza $erso le ,asce pi. (asse della popolazione, dopo lustri di dar$inismo sociale, di esasperata di$aricazione censuale e di pre$aricazione /classista0 a $anta io delle 1lite pi. a((ienti le ate a li Stati 2niti+ Il 3enezuela di "#a$ez si , inoltre, presentato sullo scacc#iere lo(ale con alcune particolarit) ideolo ic#e, di$enute presto terreno comune di intese ed alleanze (soprattutto, ma non solo, con i $icini in crisi), le %uali a$re((ero a$uto sicuramente meno appeal senza li aiuti elar iti con enerosit) da "aracas, ricorrendo ai lauti uada ni deri$anti dallo s,ruttamento delle materie prime ed ener etic#e, pro ressi$amente nazionalizzate+ Inoltre, Il 3enezuela si a,,acciato sullo scenario mondiale come un interlocutore credi(ile, con cui con,rontarsi ed a ire siner icamente, sui temi della so$ranit) nazionale, dell-autodeterminazione politica, dell-iniziati$a commerciale, del multipolarismo eopolitico, con tutte %uelle potenze /non allineate0 al sistema 4ccidentale, dell-5sia, dell-6urasia, del 7edio oriente, comprendendo anc#e il cono sud del continente

americano, in cui si ,anno sentire pesantemente l-in erenza e i malumori statunitensi+ 8a principale arma ideolo ica dello c#a$ismo stato il cosiddetto socialismo del 99I secolo sul %uale cerc#eremo di concentrarci in %uesto (re$e inter$ento, al ,ine di comprendere le sue principali caratteristic#e, li e,,etti prodotti sulla societ) in %uestione : in particolare sulle classi su(ordinate c#iamate a identi,icarsi con esso dopo il periodo di assoluta so ezione al li(erismo s,renato, imposto dai ceti capitalistici autoctoni, eterodiretti da li 2sa e indirizzati dai di;tat de li or anismi internazionali : i suoi ris$olti planetari, nonc#1 i suoi limiti propa andistici e dottrinali+ Se((ene i risultati della /ri$oluzione0 neo(oli$arista siano stati a tratti esaltanti diciamo su(ito c#e tutto ci< non #a nulla a c#e $edere col socialismo, n1 con %uello dell-epoca trascorsa n1 con %uello dell-attuale secolo, n1, in,ine, con i suoi dise ni teorici ori inari+ Il socialismo, scienti,icamente e storicamente inteso, un radino intermedio $erso la piena a,,ermazione di un nuo$o rapporto sociale (di tipo comunistico) emer ente dal seno del capitalismo e dalle sue contraddizioni= o$$ero, detto rapporto di ri>produzione sociale si sare((e do$uto a,,ermare nei ,atti e ne li e$enti, e non per semplice $olont) so etti$a, nelle $iscere del capitalismo ormai maturo tramite la socializzazione delle ,orze produtti$e, cio con la ricon iunzione pro ressi$a delle potenze mentali e manuali della ,orza>la$oro salariata nel ciclo la$orati$o proprio mentre le $ecc#ie classi proprietarie, in $ia di restrin imento per l-accelerato accentramento della ricc#ezza in poc#e mani (,ase monopolistica intesa nella sua irre$ersi(ilit) stadiale), al %uale sare((e corrisposto l-altrettanto ine$ita(ile l-allar amento della (ase esecuti$a (con tutto ci< c#e %uesto comporta$a in termini di concentrazione della spinta ri$oluzionaria), si sare((ero distanziate dalla produzione reale per dedicarsi a li a,,ari di (orsa+ In %ueste condizioni di disparit) numerica sare((e stato ,acile ed indolore a((attere esse ed il loro Stato protettore+

?ale colletti$izzazione spontanea, per e,,etto di una intrinseca dinamica capitalistica, portata ,ino alle sue estreme conse uenze, a$re((e reso l-in$olucro dei precedenti rapporti di produzione o(soleto ed inade uato a contenere le ,orze produtti$e associate e ,inalmente consape$oli del loro ruolo centrale per il pro resso umano+ @all-e$oluzione ine$ita(ile di %uesti ,attori sare((e principiata l-espropriazione de li espropriatori (i capitalisti ormai rentierizzati), di$enuti alieni alla produzione ed adusi unicamente ai ioc#i dell-alta ,inanza, la cui e emonia sulla colletti$it) sare((e discesa dal puro controllo dei corpi speciali dello Stato, posti a tutela della propriet), ma non dall-amministrazione dei luo #i di la$oro in cui la ricc#ezza $eni$a e,,etti$amente enerata ed in$estita (la ,a((rica)+ @un%ue, la propriet) si sare((e di$isa dalle potenze mentali (direzione) e manuali (esecuzione) del ciclo produtti$o causando %uella di,,erenziazione duale tra il redditiere possessore delle condizioni di produzione attra$erso la sua supremazia ,inanziaria e la ,orza la$oro complessi$a (manuale e intellettuale, esecuti$a e diretti$a) costituente l-operaio combinato o General Intellect preconizzato da 7arA, il %uale detene$a le a(ilit) e i saperi, ,inalmente riuniti, nelle unit) produtti$e+ Il socialismo del 99I secolo non niente di tutto %uesto e nemmeno prende in considerazione tali ela(orazioni marAiane (per %uanto $olentieri se ne ric#iami commettendo marc#iani errori ese etici) mentre per ,isionomia concettuale e perorazione idealistica assomi lia ,in troppo alle dottrine prescienti,ic#e dei ,iloso,i utopisti del settecento e dell-ottocento+ Si tratta, in sostanza, di un mito ,ondati$o comunitario su (asi psicolo ic#e, moralistic#e e, persino, reli iose+ Bulla di pi. distante da 7arA e, purtroppo, anc#e dalla realt)+ Bel prossimo para ra,o lo $edremo in detta lio+ In passato a((iamo i) assistito ai suddetti pro etti d-in e neria sociale tutti miseramente ,alliti+ 6t pour cause+ 7a sono anc#e

andati a rotoli, seppur pi. lentamente, li esperimenti discendenti da autentici processi ri$oluzionari (il socialismo reale), i %uali, (enc#1 siano riusciti a determinare risultati storicamente rile$anti in termini di crescita della potenza nazionale, sono saltati proprio a causa del raddoppiamento ideolo ico con il %uale a$e$ano ,ormalmente a(olito il capitalismo senza riuscire ad atti$are di$ersi e pi. con ruenti rapporti sociali+ 8a conse uenza ,u c#e in %uesti contesti la propriet) pri$ata dei mezzi produtti$i di$enne propriet) di Stato e di Partito e la socializzazione dei medesimi una colletti$izzazione $iolenta e costritti$a+ Poic#1 nel ,rattempo erano per< stati repressi e soppressi li elementi e li istituti pi. dinamici del modo di produzione capitalistico, come la concorrenza e l-iniziati$a imprenditoriale, inelutta(ilmente si iunse alla sta nazione pi. nera e alla decisi$a implosione di tutta l-impalcatura socialistica+ 8-unico /esperimento0 c#e #a resistito, con successi$i a iustamenti di tiro, stato %uello cinese del socialismo di mercato, ossimoro ,uor$iante atto a celare rapporti capitalistici (elli e (uoni, pur se incanalati da ruppi spadrone ianti nel partito>stato, di cui %uelli economici sono stati diretta emanazione, e c#e adesso $anno autonomizzandosi+ "apitalismo da li occ#i a mandorla, a se nalarne la speci,icit), ma pur sempre capitalismo (asato sui capisaldi dell-impresa e dello scam(io nella s,era economica (in $irt. dei %uali #anno e$itato la misera sorte dell-economia so$ietica), mentre le di,,erenze sostanziali coi nostri sistemi di li(ero mercato sono tutte nell-articolazione diri ista dei poteri e nella ,orma costituzionale, a partito unico, do$e si accendono i con,litti tra i $ertici apicali per il controllo de li or ani diretti$i di %uella particolare ,ormazione sociale+ "i< non to lie, come a((iamo i) accennato, c#e molti ris$olti e,,ettuali del neo(oli$arrismo, siano da acco liere positi$amente a$endo stimolato la ma ior soddis,azione economica di ran parte della cittadinanza ed il coin$ol imento de li strati popolari nelle decisioni c#e pi. li #anno ri uardati, circa il mi lioramento

del loro (enessere %uotidiano+ ?utta$ia, lo spettro di %ueste scelte in condi$isione con le masse resta di tipo secondario mentre %uello strate ico cardinale, nonostante i $alori democratici declamati, , iustamente ed ine$ita(ilmente, di esclusi$a competenza delle cerc#ie superiori delle ,azioni dominanti e del potere centrale, i cui capi ("#a$ez prima e 7aduro ora) costituiscono il terminale pi. a$anzato e riconosci(ile+@un%ue " #o# c$% #!ss&# socialismo" i #!ss&# s!colo" 'r!s!#t! o (&t&ro" s!m'lic!m!#t! '!rc)* t&tt! l! s&! +i! so#o (i#it!. Purtroppo, o per ,ortuna, %uesto il $erdetto impietoso pronunciato da li e$enti c#e pu< essere messo in discussione soltanto dai nostal ici o dai ,ur,anti+ "- poi, o$$iamente, la proiezione eopolitica del 3enezuela c#e si messo alla testa di un ruppo di Paesi recalcitranti all-ordine mondiale, s$ol endo un- utile ,unzione multipolaristica ed antie emonica $erso il colosso Statunitense+ Cui sta il suo e,,etti$o ed indu(ita(ile merito+ Si pu<, insomma, anc#e credere c#e il sole iri intorno alla terra (socialismo) e, tutta$ia, iun ere a deduzioni limitate ma corrette (contrasto della supremazia 2sa)+ In attesa di corre ere il tiro ci si de$e accontentare+ 2. ,to'ia ! r!alt-. 5 con,erma di %uanto andiamo sostenendo do((iamo addentrarci nel mantra di %uesta concezione mitico>mistica del 99I secolo, analizzando i sin oli passa i ed e$idenziando le contraddizioni pi. perniciose+ Innanzitutto, dice$amo delle (asi moralistic#e del (oli$arismo+ 6il trion,o di Proudhon su Marx, dellillusione arcadica e reazionaria sulla razionalit scientifica. Eppure, Chavez si proclamato marxista-leninista, anche se ha corretto il tiro in un secondo momento. on una incoerenza da poco. on per niente, il socialismo del !!" mette al primo posto, nella scala delle sue prero#ative, un presupposto inaccettabile per $ualsiasi scienziato sociale o a#ente politico che non vo#lia fondare la sua prassi rivoluzionaria sulle nuvole% & 8a moral+ 6l primer ras o es el

moral+ @e(emos recuperar el sentido 1tico de la $ida+ 8uc#ar contralos demonios %ue sem(rD el capitalismo: indi$idualismo, e oEsmo, odio, pri$ile ios+ 6s unarma en la luc#a contra la corrupciDn, un mal %ue es propio del capitalismo+ 6l socialismo de(e de,ender la 1tica, la enerosidad0+ Parole sue e dissenso nostro+ 'uando, per lappunto, si tralasciano i capisaldi razionali, da cui ricavare le cate#orie per interpretare i fenomeni storici e i principali nodi conflittuali dellepoca in cui si opera, la morale prende il sopravvento sul resto, in attesa di trasformarsi in terrore contro i suoi stessi propu#natori. 'uestultima la scorciatoia dei puri di spirito che vivono di so#ni ed illusioni, i $uali dopo aver alimentato il culto dellumanitarismo finiscono col richiedere i pi( atroci sacrifici personali pur di tenere fede al loro credo. Poich) il pensiero #i non riproduce la realt ma la elabora secondo particolari ta#li teorici, esister in o#ni caso un #ap incolmabile tra il so##etto pensante e lo##etto pensato, che non $uello tan#ibile ma una sua proiezione mentale fondata empiricamente. Ci* implica che la conoscenza sar sempre parziale perch) la stessa potrebbe, nel suo incedere lo#ico, tralasciare an#oli di visualizzazione o trascurare punti di vista che potranno per* essere recuperati in se#uito, nellaffrontamento di successive problematiche o nel tentativo di approfondimento di $uelle pre#ressamente trattate. 'uesto il metodo delle scienze che non ci d la +erit ,di $uesta si occuper la filosofia- una volte per tutte ma ci apre costantemente continenti di comprensione via via pi( articolati e complessi. Chi invece percorre la strada del moralismo e delle chiacchiere umanistiche di salvezza universale non avr altra possibilit, di fronte ai costanti mutamenti del panorama storico e sociale, che ricorrere ad un sovrappi( di idealismo e dinventiva. Per un certo lasso tempo la cosa pu* anche funzionare, com appunto successo in +enezuela, dove vaste fasce di popolazione partivano da livelli minimi di di#nit esistenziale e alle $uali il

&Presidente. ha schiuso orizzonti meno an#usti di sopravvivenza e di coinvol#imento pubblico. 'ueste masse di diseredati hanno accolto entusiasticamente le riforme bolivariste con le $uali sono state concretamente mi#liorate le loro condizioni di vita, predisponendosi allaccettazione e allesaltazione dellideolo#ia di soste#no. Ma alla lun#a, la superficialit dottrinale e lincapacit di discernere, seppur a #randi linee, landamento del flusso de#li avvenimenti storici si pa#ano, e a caro prezzo. /atalmente #li effetti benefici dello chavismo rallenteranno. " tentativi di riformare per decreto in senso collettivista leconomia falliranno perch) non hanno mai funzionato da nessuna parte ,se non per periodi ridotti- e $uei postulati sociali calati dalletere della fantasia dimostreranno di non poter competere con la pi( flessibile e performante vivacit capitalistica. 0e non saranno introdotti dei correttivi si #iun#er alla putrefazione e alle precipitazione di tutti #li indici economici, indebolendo il paese, prima finanziariamente e poi politicamente, rendendolo facilmente preda della##ressivit di #ruppi capitalistici, politici e finanziari, interni ed esterni. &Cooperati$ismo, asociati$ismo, propiedad colecti$a, (anca popular, nFcleos de desarrollo endD eno, auto estiDn, co estiDn, propiedad cooperati$a G colecti$a0 sono cose i) sentite e non riuscite, o c#e, comun%ue, #anno sempre a$uto un impatto mar inale nella creazione e nel mantenimento del (enessere economico, ,i urarsi nella tras,ormazione dei rapporti sociali+ "n breve, se il bolivarismo chavista non acco#lier al suo interno delle revisioni sostanziali, ma##iormente aderenti allo sviluppo della fase politica ed economica in corso, probabilmente assisteremo al crollo del suo edificio con tutte le conse#uenze del caso, compreso il pauroso arretramento delle recenti e mirabili con$uiste sociali. 1e varie misiones volute da Chavez per risollevare le classi svanta##iate costituiscono un esempio di civilt in $uanto

ta#liano sensibilmente le detestabili dise#ua#lianze da cui era affetta la collettivit venezuelana. 2uttavia, per conservare $uesti trionfi biso#na far marciare leconomia e puntellare la potenza #eoeconomica e #eostrate#ica del paese, $uesta s3 condizione dirimente in epoca multipolare, senza spin#erlo nel vicolo cieco delle riforme irrealizzabili di stampo sovietico o cubano. 1e politiche per la sovranit alimentare, $uelle per la salute, le abitazioni, il lavoro, la diffusione tecnolo#ica ecc. ecc, possono e devono continuare ad esistere e perfezionarsi ma senza attribuire ad esse pi( valore strate#ico di $uello che effettivamente hanno. 1o scandalo lampante per* che $uesta forma di socialismo dei barrios, alla $uale riconosciamo dei meriti inconfutabili nel suo perimetro di riferimento, considerando laccerchiamento internazionale e larretratezza socio-politica e culturale in cui si dispie#ata, $uindi $uale risposta alle atrocit commesse dalle locali )lite #uidate da sapienti teste straniere, fino allascesa di Chavez, ven#a riproposto tal $uale dai fronti di estrema sinistra del nostro &habitat. occidentale. 'uesti sono esempi balu#inanti di cretinismo pro#ressista delle cosiddette avan#uardie no #lobal e movimentiste, soprattutto in "talia, che #radirebbero farci tornare indietro di secoli per renderci ancor pi( succubi della finanza mondiale e delle lo#iche atlantiche. Perch) se in +enezuela il socialismo pu* ancora infastidire la lon#a manus statunitense che sta vedendo frenati i suoi pro#rammi di espropriazione dei tesori di 0tato e di consolidamento del suo modello speculativo finanziario, da noi produrrebbe proprio leffetto contrario, con lindebolimento dello 0tato e lulteriore perdita di sovranit nazionale. 1a domanda % sono solo idioti o anche traditori4 "n o#ni caso non c pi( molta differenza. 5. Una nuova geopolitica del XXI secolo? "n campo #eopolitico lo slancio venezuelano stato molto cora##ioso. /orse non ha #enerato i maestosi spostamenti annunciati dai suoi profeti ,anche nostrani- ma nemmeno stato

cos3 velleitario come proclamato dai suoi detrattori. 6d o#ni modo, si deve dare un #iudizio positivo di alcuni intenti scaturiti e se#nali ricevuti dalle sue iniziative. 0ono stati piantati i pilastri di collaborazioni concorrenziali ed antitetiche a $uelle 7sa che, se pur finora hanno raccolto meno del seminato, anche perch) alcuni 0tati sudamericani, pi( maturi economicamente, a partire dal 8rasile e dall6r#entina, si muovono con molta pi( circospezione ne#li spazi multipolari, promette si#nificative novit ed opportunit per il futuro. 16186 ,6lternativa 8olivariana para 6m)rica 1atina 9 el Caribe- fa parte di tale tracciato #eopoliticamente caratterizzato. Costituisce una proposta, almeno nei tra#uardi ufficiali, orientata ad edificare il consenso necessario a &ripensare #li accordi di inte#razione in funzione del ra##iun#imento dello sviluppo endo#eno nazionale e re#ionale, con lo scopo di sradicare la povert, corre##ere le dise#ua#lianze sociali e assicurare la crescente $ualit della vita dei poveri.. Ma ha anche obiettivi pi( ambiziosi, come $uello di consolidare una leadership autonoma ,politica, economica ed anche militare- di tutta l6merica 1atina e i Caraibi, mettendosi di traverso a#li allestimenti or#anizzativi e a#li strumenti di controllo finanziario di matrice statunitense ,vedi l61C6- che deprimono le aspirazioni sovrane di $uesti #overni, costretti a sottostare a re#ole di mercato che, peraltro, impediscono allindustria nazionale di affermarsi, soprattutto nei settori pi( avanzati e strate#ici. Come diceva leconomista tedesco /. 1ist% &&1a storia ci propone esempi di intere nazioni che sono state annientate perch) non avevano compreso in tempo che dovevano assicurarsi lindipendenza, economica e politica, attraverso la fondazione di una propria industria e la formazione di una potente classe di industriali e commercianti.,cfr. /. 1ist, "l 0istema azionale di Economia Politica, edizione "sedi :;<=-. 6d ora ne fanno parte 6nti#ua e 8arbuda, 8olivia, Cuba, >ep. ?ominicana, Ecuador, icara#ua, 0aint +incent e @renadine e +enezuela. 1a 0iria e l"ran sono membri osservatori.

ondimeno perman#ono incidenti divisioni nella zolla sudamericana, frutto di strate#ie differenziate dei sin#oli stati, che impediscono di considerarla una zona omo#enea di interessi e di mete in #rado di competere con entit #eopolitiche pi( vaste e consolidate. Per $uesto i propositi di Au#o Chavez di principiare un discorso di unit complessiva dellarea, su presupposti dindipendenza ed ori#inalit ,antimperialismo e anti#lobalismo-, hanno rappresentato un #rande passo in avanti, fino a diventare un atout della#enda politica di tutto lemisfero preso in considerazione. 1azione concertativa e persuasiva del +enezuela stata fluidificata dalla disponibilit di risorse primarie #razie alle $uali stato promosso, attraverso aiuti e soste#ni alle economie affini, affamate di fonti ener#etiche o colpite da crisi finanziaria, limpulso verso il multipolarismo, il $uale passa necessariamente dallinte#razione e dallirrobustimento del polo latinoamericano. onostante rimbalzino, da un lato allaltro del #lobo, inattendibili notizie sullesaurimento imminente del petrolio, il $uale durer ancora abbastanza per scatenare ulteriori conflitti e scardinare molti e$uilibri, la diri#enza venezuelana, in buona compa#nia mondiale, ha puntato parecchie fiches sulla #eopolitica de#li idrocarburi. E verosimile che per i prossimi BC anni $uesto comparto continuer a monopolizzare la scena #eoeconomica e ad accrescere #li attriti nello spazio #eopolitico, illuminando con le sue traiettorie, ricalcanti i percorsi dei dotti e la #eo#rafia dei pozzi, le ostilit multipolari e poi anche $uelle policentriche che saranno decisamente asperrime. Au#o Chavez ed il suo entoura#e si sono riappropriati delloro nero venezuelano sin dal =CC:, scatenando le ire dei petrolieri e dei loro referenti esteri, tanto che il #olpe del =CC= pu* essere ricondotto a tale disputa. 1industria petrolifera fu nazionalizzata e #estita secondo #li interessi dello 0tato, il $uale avendo

recuperato posizioni di preminenza ha richiamato alla collaborazione le compa#nie straniere, comprese $uelle a stelle e strisce, senza timore di perdere il controllo dei suoi averi. 0i nota un elevato realismo politico in $ueste decisioni che permettono, al contempo, di preservare ade#uati livelli di produttivit, efficienti ed efficaci in termini economiciD instaurare canali privile#iati di dialo#o commerciale e strate#ico con le potenze emer#enti o riemer#enti ,vedi la Cina, biso#nosa, pi( di altre, di approvvi#ionamenti dato il suo tasso di crescita-, in funzione dellavanzamento del multipolarismoD nonch) evitare di arrivare ad uno scontro troppo diretto, almeno in $uesto passa##io intermedio, col versante a #uida statunitense. Come si pu* riscontrare, il socialismo del !!" secolo non ha portato allisolamento di Caracas che opera realisticamente nel mercato #lobale, attribuendosi il diritto di perse#uire i propri interessi specifici. Che non sono mai al sicuro e perennemente ac$uisiti. 6 fortiori se si valutano attentamente i dise#ni del vicino #i#ante statunitense, il $uale assorbito su scenari ,Pacifico, Eurasia, Mediterraneo, 6frica- considerati ma##iormente strate#ici ma che presto potrebbe tornare a mettere ordine anche nel &#iardino di casa.. 'uando si materializzer $uesta eventualit verificheremo la consistenza e la solidit dei re#imi sudamericani e caraibici. "l #rande #ioco sulla scacchiera mondiale non si ancora ben delineato. Possiamo percepire $uali saranno, approssimativamente, i principali attori e i loro movimenti sul campo, ma non possiamo anticiparne tutte le mosse e le fibrillazioni che desteranno tante sorprese, specialmente in chi convinto dellesistenza di un compatto e solidale fronte antioccidentale. 0icuramente $uestultimo avr $uale pivot indiscusso ancora la >ussia, essendo essa la formazione nazionale con una proiezione storica, culturale, #eostrate#ica e #eopolitica pi( avanzata, tutte condizioni favorevoli accumulate lun#o la passata epoca bipolare ,e relativamente disperse in se#uito alla dissoluzione dell7>00 -.

"noltre, Mosca tornata alla ribalta internazionale, pur se tra mille difficolt e #ravi rivol#imenti dei suoi assetti economici e militari, libera dalla #abbia ideolo#ica socialistica che ne aveva anteriormente limitato i movimenti. Contrariamente alla Cina, impri#ionata nelle pastoie di un fantomatico socialismo di mercato che un vespaio di incoerenze, la $uale rischia di mettere a repenta#lio la sua transizione capitalistica piena, diretta dallalto. @li 7sa hanno ancora le carte mi#liori al tavolo e ne sapranno approfittare, saranno obbli#ati ad accettare un arretramento parziale ma la loro volont, #i allopera in numerosi teatri caotici e ventri molli mondiali, $uella di impedire a chiun$ue di avvanta##iarsene. Per $uesto assisteremo, prima di entrare nellepoca policentrica conclamata, a balletti di coalizioni o intese temporanee inimma#inabili hic et nunc. Conclusioni 1e con$uiste sociali del chavismo in +enezuela ,che sono senzaltro da preservare- re##eranno unicamente se il Paese riuscir a collocarsi intelli#entemente ne#li spazi in ridefinizione della #eopolitica intercontinentale, conservando ed accrescendo la propria autonomia decisionale. Parliamo di un popolo che fino ad alcuni anni fa soffriva di analfabetismo, elevata mortalit infantile, malnutrizione, disoccupazione, bassi salari, assenza di cure mediche ecc. ecc. 2utti temi messi al centro della#enda politica dallex Colonnello con le sue missioni volte a for#iare uno stato sociale funzionale ed accessibile. "n era di scoordinamento multipolare E in cui i sistemi faticano a trovare la $uadra perch) non esistono stabili centri di riferimento e di re#olazione politico-economica e in cui si accende una strenua concorrenzialit tra i competitors #lobali E non si respin#e la crisi finanziaria senza fortificare le imprese di punta e la sovranit statale. 6d o#ni modo, il bolivarismo dovr coniu#arsi, fino a snaturarsi

nei suoi elementi idealistici incon#rui, con lo##ettivit di un certo modello di sviluppo, esco#itando formule di identificazione e partecipazione pubblica meno fantasiose del socialismo del !!" secolo. Che sar costretto dal corso de#li eventi, $uasi certamente, a se#nare il passo. 7naltra inco#nita seria per i bolivaristi si apre proprio in $uesto periodo, con la successione ad Au#o Chavez. icolas Maduro ha $ualit inferiori ed esercita meno seduzione del suo predecessore. 6lle ultime elezioni si affermato di misura sullo sfidante Aenri$ue Capriles >adonsFi, che dice di ispirarsi al leader del P2 brasiliano, "nGcio 1ula. 0ta di fatto che scopriremo presto se dietro lex Presidente Chavez si formato un #ruppo diri#ente allaltezza dei suoi compiti o se $uesta esperienza si concluder tra spinte centrifu#he intestine e provocazioni indotte da a#enti forestieri, sempre allopera in tutto il 0ud 6merica. Ci sono sintomi di lotte interne e divisioni acerrime che non promettono nulla di buono. 0taremo a vedere. 1avvenire dello 0tato +enezuelano le#ato al destino dellintera area sudamericana e caraibica. on si pu* dire che #eopoliticamente il socialismo del !!" secolo abbia interpretato $uel ruolo di a##re#azione che era nei proponimenti dei suoi fautori, tanto che il pi( potente vicino nordamericano sembra non esserne cos3 preoccupato. @li 7sa lasciano fare, convinti di ristabilire lordine in un secondo tempo, essendo attualmente trascinati su palcoscenici re#ionali e transcontinentali da essi ritenuti pi( fulcrali nellattuazione della loro strate#ia #enerale.