Sei sulla pagina 1di 3

La nuova procedura Breve ricapitolazione della procedura: nuovi sviluppi dellalgoritmo.

Il rilassamento delle esportazioni il rilassamento delle esportazioni ha portato alla definizione di un nuovo concetto di esportazione, ora il nodo IR che vuole disattivare un link, deve trovare un percorso alternativo per le destinazioni per cui era usato il link da disattivare. In questo modo una esportazione caratterizzata da un nodo IR che esegue l'esportazione e uno o pi nodi ER che verranno usati come possi ili !". #da copiare la slide !o. $%&. questo nuovo algoritmo l'evoluzione dell'E(R. )a fase di esportazione consiste nella selezione del nodo che tenta di disattivare uno dei suoi link, secondo un criterio di selezione presta ilito. )'esportazione consiste nel trovare un path alternativo a quei percorsi che prima utilizzavano quel link. ( livello del singolo nodo, questo implica semplicemente nel trovare un !" da sostituire nella ta ella di routing. Il nodo che esegue l'esportazione chiamato IR, mentre il nodo !" che viene usato come nuovo !" chiamato ER. *vviamente se chiamiamo esportazione il cam io del !" per una singola destinazione, per disattivare un singolo link potranno essere necessarie pi esportazioni . +ome d'altronde ovvio che, i nodi ER, potranno essere diversi. ,er ora con il termine esportazione ci riferiremo al cam io glo ale dei !" necessario per la disattivazione de link sotto esame. *vviamente, dato che si sta modificando la topologia della rete, potr- succedere che una scelta errata del !" o della disattivazione di un link possa portare all'insorgere di cicli nel sistema. +ondizione sufficiente affinch. non si creino cicli a causa di una esportazione, la seguente. /n link che sia stato scelto come !" a seguito di una esportazione, non potr- pi essere disattivato. 0uesta condizione pu1 essere raggiunta, introducendo il concetto dei link loccati. Il CAC e il CAM Control Message *ccorre spiegare questi due criteri e perch. sono importanti nell'algoritmo distri uito L applicazione in un contesto distribuito ,er prima cosa va definito un criterio di selezione del nodo che deve iniziare la procedura, per questa simulazione stato scelto il ma2 degree, si seleziona il nodo che ha il maggiore numero di link attivi. #possi ile simulazione con la scelta del nodo casuale cosi da determinare una dipendenza del numero di esportazioni con il nodo selezionato, ovviamente il nodo scelto determina una lista che rimarr- tale fino alla fine dell'esportazione&. *vviamente non si ancora valutato come operare se il numero di link uguale per due diversi nodi. 3etto ci1, ogni nodo indipendentemente dagli altri pu1 generare la lista cosi da sapere in che modo dovr- comportarsi per tutta la fase dell'algoritmo. ,er lo specifico il nodo con pi link crea il token, essenzialmente consiste in una lista di nodi che devono eseguire l'esportazione. 4ulla lista deve essere presente un flag aggiuntivo per ogni entr5, il flag indica se il nodo corrispondente ha tentato di eseguire l'esportazione su tutti i link. In caso in cui tutti i nodi hanno eseguito l'esportazione l'algoritmo si interrompe. /na volta creato il token la lista dei nodi che devono eseguire l'esportazione en definita e non varia per tutto il round. +oncetto fondamentale che la lista pu1 essere creata con semplicit- dalla matrice

della topologia. *vviamente saranno possi ili criteri di selezione diversi, che raggiungano l'ottimo. /na volta nota la lista ogni nodo esegue un turno, in ogni turno il nodo riceve il token. Il nodo seleziona il possi ile link da disattivare. ,er ora si da la possi ilit- ad ogni nodo di provare una sola esportazione a turno, seleziona il link da disattivare secondo un criterio presta ilito di selezione, per ora i criteri scelti sono 6: $& si sceglie un link a caso %& si sceglie il link con il peso massimo 7& si sceglie il link con il peso minimo 6& si sceglie il link che viene meno usato come !" 8& si sceglie il link con il traffico pi asso. /na volta scelto il link da disattivare, inizia la fase di verifica del percorso, in questa fase ogni nodo che non detiene il token entra in modalit- +(9, mentre il nodo che detiene il token invia sui nuovi percorsi dei messaggi di verifica della raggiungi ilit- della destianzione, in caso tutte le destinazioni fossero instaura ili #il nodo che detiene il token attende un periodo di time out per poi interrompere il processo di esportazione, questo perche in caso si crei un ciclo per un esportazione lontana questo non tornere e pi indietro.& il nodo esegue l'esportazione e rilancia il token verso il nodo della lista successivo. )o scam io di messaggi fatto per due motivi: $& il nodo non conosce una strada alternativa per il !", e quindi deve trovare un !" in maniera intuitiva. %& i nodi che vengono attraversati sanno che sta avvenendo un esportazione, e a tal fine in caso di ricezione del messaggio di conferma instaurazione devono loccare i link soggetti al nuovo path # i nodi entrano in modalit- +(9, cio implica che si aspettano il transito di pacchetti che prima non arrivavano per una prefissata destinazione ma con sorgente distinta, potre e accadere che durante questa procedura il pacchetto di conferma venga perso o in qualche modo non arrivi al nodo che ha eseguito l'esportazione, cosi da non eseguirla, il nodo che per1 ha visto passare la conferma ha loccato un link che non sare e dovuto essere loccato, come cisi comporta:&. ( questo punto un secondo nodo che deve eseguire l'esportazione ha tutte le informazioni che gli servono, cio se ha un link loccato e quindi evitare la sua disattivazione. ,er permettere di loccare il minor numero di percorsi, cosi da permettere il maggior numero di esportazioni, all'interno dei messaggi di controllo pu1 essere inserito un contatore che venga incrementato ogni volta che si attraversa un link loccato. In un contesto di controllo di congestione si vede come la fase di controllo del percorso a ia un secondo risvolto, cio il controllo della possi ile instaurazione del percorso sul nuovo path. Presentazione dei risultati il numero di esportazioni che si riesce a raggiungere al variare della rete e della distri uzione dei pesi dei link. Il legame che c' tra il numero di esportazioni e i modo di selezione dei nodi e il criterio di selezione dei link e la rete. Il legame tra esportazioni e criterio di selezione del percorso, e la dipendenza dalla rete. )'allungamento dei percorsi al variare del metodo di selezione del percorso alternativo.

Appunti 4i passati dal E(R al nuovo concetto di esportazione considerando un rilassamento del concetto di esportazione. *ra il nodo Importatore IR non utilizza un sotto al ero del nodo esportatore ER ma solo un reve percorso. 4e prima il nodo IR per eseguire un esportazione doveva ricalcolare l'al ero importato applicando 3i;kstra, ora asta semplicemente cam iare il !" nella ta ella di Routing. )a difficolata in un contesto

distri uito trovare tra i vari ER se esiste uno che ingrado di raggiungere la nuova destinazione. 0uesto possi ile introducendo uno scam io di messaggi durante la fase di esportazione, in questo modo si pu1 garantire il controllo di congestione. +ome a iamo visto nel precedente algoritmo era possi ile che a seguito di alcune esportazioni si presentassero dei cicli nella rete. 0uesto evento viene del tutto eliminato garantendo la non spengi ilit- dei link reinstradati. 0uesti link verranno chiamati link non spengi ili. ,ro lema iniziale lo startup dell'algoritmo, cio la selezione del nodo che deve eseguire l'esportazione. )'approccio stato quello di permettere ai nodi di creare una lista uguale per tutti. 0uesto possi ile creando una lista dei nodi con il numero di link connessi. *vviamente questo approccio concide proprio con il ma2 degree. 4orge il pro lema di come trattare i nodi con pari numero di link. !on trovando per ora soluzioni si sono ordinati i nodi per valore dell'id. In questo modo si ottiene una lista di nodi. )a creazione da parte di un nodo di questa lista coincide con il token. Analisi immagini