Sei sulla pagina 1di 41

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

UN MATERIALE SI DEFORMA PER MOBILITARE LA RESISTENZA. La deformabilit dei terreni dipende da: Tipo di materiale: mineralogia, dimensioni, forma e granulometria delle particelle, cementazione

Indice dei vuoti: grado di addensamento, numero di contatti, mutuo incastro tra le particelle Struttura: micro, macro e mega struttura, isotropa o anisotropa Stato tensionale efficace !ij: tensione di confinamento, anisotropia indotta Storia tensionale e deformativa: OCR Percorso tensionale "sij: carico, scarico, compressione, estensione, velocit di carico o di deformazione Livello deformativo raggiunto (la rigidezza diminuisce allaumentare della deformazione)

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

RIGIDEZZA DEL TERRENO

dq 0 E 0 = lim ! a " 0 d! a dq 0 Et = d! a q " q0 Es = !a E eq = q sa

la rigidezza diminuisce allaumentare della deformazione

! sa

RIGIDEZZA DEL TERRENO

! RC
!!TX

(A) molto piccole

(B) piccole

(C) grandi

Fioravante 1993

DEFORMABILITA
REGIME E SOGLIE DELLE DEFORMAZIONI

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Deformazioni molto piccole: regime elastico (# < 10-5) ! La struttura rimane inalterata ! Le deformazioni osservate sono principalmente controllate da deformazioni a livello di contatto intergranulare ! Le perdite di energia per attrito sono piccole ! Non c accumulo di "u a seguito di carichi ciclici Deformazioni intermedie: regime non lineare (10-5 < # < 10-3) ! Il terreno inizia a manifestare un comportamento non lineare ! Carichi ciclici provocano piccole riduzioni di resistenza ! Iniziano piccoli cambiamenti di struttura Grandi deformazioni: regime di degrado (10-3 < # < 10-1) ! Le deformazioni sono causate da importanti cambiamenti di struttura fino alla rottura ! Contrazione/dilatanza sotto carichi deviatorici drenati ! Grandi perdite di energia per attrito ! Generazione di "u a seguito di sollecitazioni cicliche

DEFORMABILITA
REGIME E SOGLIE DELLE DEFORMAZIONI Deformazioni molto grandi: regime di stato critico (# > 10-1)

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

! Stato stazionario a volume e stato tensionale costante raggiunto a grandi deformazioni da terreni soggetti a taglio Quando il terreno raggiunge questo stato perde la memoria della sua struttura iniziale Deformazioni molto grandi: regime residuo (# > 1) Condizione che un terreno fine raggiunge a seguito del riallineamento dei grani: ! Resistenza al taglio minima ! Localizzazione delle deformazioni

DEFORMABILITA
NON LINEARIT DELLA DEFORMABILIT

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

(A) deformazioni molto piccole (# < 10-5) da un punto di vista ingegneristico ragionevole assumere una rigidezza praticamente costante
"

"# MODELLO ELASTICO LINEARE (B) deformazioni piccole (10-5 < # < 10-3) curva sforzi deformazioni altamente non lineare, la rigidezza si riduce allaumentare del livello deformativo raggiunto
"

#MODELLI ELASTICI NON LINEARI (Ramber OsgoodDuncan e Chang) "#MODELLI ELASTO-PLASTICI (three yield surface) (C) deformazioni grandi (# > 10-3) il terreno si deforma verso la rottura e la rigidezza diventa molto piccola; le deformazioni plastiche sono significative "#MODELLI ELASTO-PLASTICI (modello Cam-Clay)

DEFORMABILITA
(B) (10-5 < ! < 10-3)
#a/(!1-!3) *10-6
a e b parametri da determinare sperimentalmente

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Modello iperbolico Duncan e Chang (1979) #a/(!1-!3) = a + b #a

Et = Ei(1-R*f)2 f = grado di mobilitazione R = fattore riduttivo

Deformazione assiale %

(B) (10-5 < ! < 10-3) !1-!3 [kPa]

Modello iperbolico Duncan e Chang (1979)

risultati sperimentali

Deformazione assiale %

DEFORMABILITA
(B) (10-5 < ! < 10-3)

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Modello elasto-plastico three yield surface

q/p0 $3 A E O A B C
log #

C B O "u D O $1 $2 p/p0 B "u D C #$1 #$2 #$3


log #

#$1

#$2

#$3

(B) (10-5 < ! < 10-3)

Modello elasto plastico three yield surface (Jardine et al., 1993)

Eu/po

#a

DEFORMABILITA
(C) (# > 10-3)

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Modello elasto plastico CAM-CLAY


q

G Curva di decadimento del modulo

P Y MODELLO CAM CLAY

log #

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Taglio semplice ciclico/dinamico: in termini %-$ il comportamento del terreno pu essere rappresentato attraverso una coppia di parametri ! MODULO DI RIGIDEZZA A TAGLIO G ! FATTORE DI SMORZAMENTO D =WD/(4&WS) %'
arctgG0 curva di primo carico arctgG0 arctgG0 arctgG

G = caratteristiche di deformabilit D = propriet dissipative del materiale nel corso di un ciclo di carico e scarico (fenomeni attritivi) $c

$'

ampiezza di picco del ciclo di carico scarico


Energia accumulata nel 1 carico (WS) Energia dissipata nel ciclo (WD)

G e D variano con il livello di deformazione imposto

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Il modulo secante G assume un valore iniziale massimo G0 che si mantiene circa costante per livelli deformativi inferiori ad una soglia di linearit % G=G 0 0.0001% < $e < 0.01% G0 = massimo valore misurabile sperimentalmente $

La risposta durante un ciclo completo caratterizzata da energia dissipata molto piccola rispetto a quella impressa (D trascurabile) ed il legame %-$ rappresentabile con un modello elastico lineare La soglia elastica pu essere individuata in corrispondenza di: G($) = 0.95 G0
Terreni a grana grossa: $e diminuisce al crescere del D50, aumenta in presenza di cementazione, cresce con la pressione di confinamento p Terreni a grana fine: struttura pi continua (pi contatti tra particelle), permanenza maggiore in campo lineare, $e aumenta al crescere di IP e di p

! RC

!!TX

(A) molto piccole


SOGLIA ELASTICA

(B) piccole

(C) grandi

!e
Fioravante 1993

DEFORMABILITA
1 0.8

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

IP=200 IP=100 IP=50 IP=30 IP=15 IP=0

G/G0 (-) (-) G/G 0

0.6 0.4 0.2 0 30 25

VUCETIC & DOBRY (1991)

(%) DD (%)

20 15 10 5 0 0.0001 0.001 0.01 ! (%) 0.1 1 10

DEFORMABILITA
RIGIDEZZA IN CAMPO ELASTICO LINEARE
G0 funzione dei parametri di stato del terreno G0 = CG (e) ((!ij) g(OCR) CG = valore di riferimento proprio del materiale (e) = e-x =funzione decrescente dellindice dei vuoti ( (!ij) = (!i/pa)ni (!j /pa)nj = funzione tensionale

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

g(OCR) = (OCR)m = funzione storia tensionale (solo per i terreni a grana fine) x>0 0 < m, ni, nj < 1 CG x m nj ni = f (caratteristiche fisiche-meccaniche del terreno)

DEFORMABILITA
INFLUENZA DELLINDICE DEI VUOTI (e) Sabbie silicee Hardin e Richard (1963) (e) = (2,97- e)2/(1+e) Lo Presti (1989) (e) = e -1/3

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Sabbie e ghiaie silicee e sabbie carbonatiche Fioravante (2000) Terreni a grana fine Jamiolkowski et al. (1995) (e) = e 1.3 (e) = e 0,8

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

INFLUENZA DEL LIVELLO TENSIONALE ((!ij) Modulo di deformazione volumica K/pa = mK(p/pa)n con (teoria di Hertz)

pa = pressione di riferimento mk = costante adimensionale n = 0,3-0,5 = costante (Lade e Nelson 1987)

Modulo di taglio G/pa = mG(p/pa)n Modulo di Young E/pa = con mE[(I1/pa)2 + RJ2/pa2]n R = 6[(1-))/(1-2))]

n o c o ell d o M

ivo t a v ser

DEFORMABILITA
Per i materiali granulari
sabbia del Ticino sabbia del Kenya
TS: e = 0,5780,927

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

(Fioravante 2000) [MPa] [MPa]

G0 = 83 e-0,8(p/pa)0,44 G0 = 106 e-0,8(p/pa)0,52


KS: e = 1,2821,776 Terreno Panigaglia Pisa

Da prove RC e TX-BE isotrope su sabbie ricostruite in laboratorio G0*Gvh


nv=nh x Svh 0,25 1,3 520 0,22 1,43 640 (BE) 500 (RC) Garigliano 0,29 1,11 560 (BE) 440 (RC) Fucino 0,20 1,52 640 Montalto di Castro 0,2 1,33 632 (BE) 500 (RC) Avezzano 0,23 1,27 810 (BE) 740 (RC)

Per i materiali fini (Jamiolkowski et al. 1995)


(OCR)k

G0 = Svh (e)-x (!v)nv (!h)nh pa(1-nv-nh)

K=1.3 Da prove di laboratorio su campioni indisturbati

DEFORMABILITA
INFLUENZA DI OCR g(OCR)

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

In un deposito di terreno uniforme, supponendo e ed OCR costanti con la profondit, lunica variabile rappresentata dallo stato tensionale:

G0 = f (natura del terreno,e,!,OCR) = A f(e) ((!ij) g(OCR)

G0 = CG e-1 (p/pa)0.5 (OCR)0.5


Landamento di G0 con la profondit pu essere dedotto da prove dinamiche in sito (CH, DH, SASW) o da prove dinamiche di laboratorio (Tx con bender elements, RC) G0(z) In campo elastico la rigidezza del terreno e la velocit di propagazione delle onde di taglio sono legate da: G0 = +VS2 con + = densit del mezzo poroso saturo
(il fluido interviene solo con contributo inerziale e il mezzo poroso saturo viene trattato come mezzo continuo avente ! = ! del monofase equivalente)

z'

!v(z)

DEFORMABILITA
VALORI INDICATIVI DI + e VS
Materiali Terreni organici, torbe argille molto molli Terreni piroclastici sciolti argille tenere, sabbie sciolte Terreni piroclastici densi/cementati argille consistenti, sabbie dense Roccia tenera Roccia lapidea +Hg (kN/m3) 10 13 14 17 10 17 16 19 12 19 18 21 15 22 25 30

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

VS (m/s) <100 100-200 200-400 400-800 >800

! RC

!!TX

(C) grandi

(A) molto piccole

!e

(B) piccole

!p
Fioravante 1993

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Per $e<$<$p il comportamento del terreno non lineare e dissipativo: allaumentare della deformazione di picco $c, G diminuisce e D aumenta $p > 0.01%

I cicli %-$ cambiano al crescere dellampiezza della sollecitazione (decadimento di G) ma il comportamento stabile: sotto una sollecitazione ciclica di ampiezza costante il terreno ripercorre lo stesso ciclo %-$' Ad ogni valore di $ corrisponde una coppia G e D: il comportamento del terreno si pu modellare con un modello lineare equivalente %
G(1) = = G(N) *

$e < $ < $p:

CAMPO NON LINEARE STABILE

$
* a parit di $'

! RC

!!TX

(C) grandi

(A) molto piccole

(B) piccole

Fioravante 1993

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Per $ > $p il terreno accumula deformazioni irreversibili, la rigidezza del terreno varia allaumentare del numero di cicli, a parit di $c: sottoposto alla medesima storia di carichi tangenziali il terreno non riproduce la stessa curva sforzo-deformazione $ > $p: CAMPO NON LINEARE INSTABILE

$p = f (caratteristiche granulometriche e microstrutturali)


%'
G(1) G(2)

$'

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

COMPORTAMENTO DEL TERRENO A MEDIE DEFORMAZIONI ($ D aumenta al crescere della deformazione

< $v )

decadimento del modulo secante G da prove monotone = decadimento del modulo equivalente da prove cicliche Il comportamento dissipativo stabile e in condizioni non drenate ma non c accumulo di !u MODELLO LINEARE EQUIVALENTE [G = G($), D= D($)] Modelli non lineari: Hardin & Drnevich Ramberg & Osgood

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

DEFORMABILITA
120

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

G (MPa)
100

80

60

40

20

4.7m 18.3m 32.1m

6.4m 16.9m 40.6m

9.35m 23.2m 48.1m

16.7m 28.9m 49.9m

0 0,0001

0,001

0,01

! (%)

0,1

DEFORMABILITA
12

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

D (%)

10
4.7m 18.3m 6.4m 16.9m 40.6m 9.35m 23.2m 48.1m 16.7m 28.9m 49.9m

32.1m

0 0,0001

0,001

0,01

! (%) 0,1

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

120

G (MPa)
100 80 60 40

Modulo di taglio, G(z, $) da prove di colonna risonante su provini indisturbati (terreni fini)

12
20 0 0.0001 0.001 0.01
4.7m 18.3m 32.1m 6.4m 16.9m 40.6m 9.35m 23.2m 48.1m 16.7m 28.9m 49.9m

D (%)
10
4.7m 6.4m 16.9m 40.6m 9.35m 23.2m 48.1m 16.7m 28.9m 49.9m

! (%)

0.1 8

18.3m 32.1m

Fattore di smorzamento, D(z, $) da prove di colonna risonante su provini indisturbati (terreni fini)

4 2 0 0.0001 0.001 0.01

! (%) 0.1

Curve di decadimento del modulo, G($) da prove di colonna risonante sui provini indisturbati
1

$n
G/Go

0.8 0.6 0.4 0.2 0.0001 0.001 0.01

! (%) 0.1

G($/$ n) e D($/$ n) da prove di colonna risonante sui provini indisturbati


1 5

G*(! /! n)
0.8 4

0.6

0.4

D*(! /! n)
0.2 1

0 0.01 0.1 1 10

!/!n

0 100

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

RIGIDEZZA E SMORZAMENTO IN CAMPO NON LINEARE Legame costitutivo in condizioni di taglio semplice: G($) = variazione della rigidezza secante G con $' D($) = variazione dello smorzamento D con $ La determinazione delle leggi G($) e D($) in genere basata sui risultati sperimentali di prove di laboratorio cicliche Le leggi di variazione si esprimo in forma adimensionale: G($) = G0 G*($) D($) =D0 D*($) G*=legge di attenuazione della rigidezza (adim) D*=legge di aumento dello smorzamento (adim)

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

G*($) = CURVA DI DECADIMENTO DEL MODULO ADIMENSIONALE In campo non lineare stabile la curva di decadimento pu essere approssimata con una retta di pendenza m (schematizzazione) Per $e< $ <$p:
1

G/G0'

G*($) = 1-"ln($/$e)

"=f(materiale) $e=f(materiale, IP)

" 1

Terreni a grana grossa G(z, $) = G0(z)G*($) G*($) = G/G0 = 1-"ln(#/#e)


ln$'

$e

DEFORMABILITA
1

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

G/G0' IP
$ 1

Terreni a grana fine G(z, $, IP) = G0(z)G*($/$e) G*($/$e) = G/G0 = 1-#ln($/$e )


$
ln$'

G/G0'

$e

$ 1

$/$e

ln$/$e

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

PER SABBIE PULITE ASCIUTTE O SATURE NON TROPPO ADDENSATE ED ARGILLE OMOGENEE

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

TECNICHE DI CARATTERIZZAZIONE SPERIMENTALE


Tipo di prova Convenzionali In sito Geofisiche Laboratorio Dinamiche SPT Litostatico CPT DH CH SASW TX >10-2 0.01-1 Simmetria radiale
Stato tensionale

$ (%) -

f (Hz) -

Rigidezza NSPTYVsYG0 qcYVsYG0 VsYG0

D -

<10-3

10-100

VsYG0 VRYVsYG0 !Y#YEYG

Poss.

DESCRIVONO LE CARATTERISTICHE -2 Cicliche CON CONTINUITA TD >10 0.01-1 %-$YG DEL si TERRENO IN SEDE PROVE GEOFISICHE
TT TX-BE CR

TEORIA TRASMISSIONE ONDE NEL <10-3 >100 VsYG0 Poss. MEZZO ELASTICO IDEALE INDAGANO SOLO CAMPO LINEARE
10-5 - 1 >10 frYG0, G si

10-4 - 1

0.01-1

%-$YG0, G

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

TECNICHE DI CARATTERIZZAZIONE SPERIMENTALE


Tipo di prova
Stato tensionale

$ (%)

f (Hz)

Rigidezza

D -

SPT Convenziona CAMPO SOLLECITAZIONI E DEFORMAZIONI le CPT $!DISTURBO CAMPIONAMENTO Litostatico

NSPTYVsY PIU AMPIO G0 qcYVsYG0 VsYG0 VsYG0 VRYVsYGo

$!STATO TENSIONALE DAL SITO $!PROVINI DIMENSIONI LIMITATE SAS


W TX Cicliche TS TT Dinamiche TXBE CR Laboratorio Simmetria radiale Geofisiche CH <10-3 10-100

In sito

DH

Poss.

>10-2 >10-2 10-4 - 1 <10-3 10-5 - 1

0.01-1 0.01-1 0.01-1 >100 >10

!-#YEYG %-$YG %-$YG0, G VsYG0 frYG0, G Poss. si si

DEFORMABILITA

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

campo quasi lineare

campo non lineare stabile

campo non lineare

%
1 0.8 0.6 0.4 0.2 0 0.00001

G=G0

G/Go

D/Do

$
4

%
3 2 1 0 0.0001 0.001 0.01 $ (%) 0.1

G(1)==G(N)

$ %
G(1) G(2)

$e

$p