Sei sulla pagina 1di 11
Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura In vigore dal 26 Marzo 2007 RINA

Regolamento

per

la

certificazione

degli ispettori di verniciatura

In vigore dal

26 Marzo 2007

RINA S.p.A. Via Corsica, 12 - 16128 Genova - Italy Tel. +39 01053851 - Fax: +39 0105351000 www.rina.org

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

INDICE

CAPITOLO 1 - GENERALITA'

1

CAPITOLO 2 - SCOPO

1

CAPITOLO 3 - DEFINIZIONI

1

CAPITOLO 4 - NORME DI RIFERIMENTO

2

CAPITOLO 5 - LIVELLI DI COMPETENZA

2

CAPITOLO 6 - REQUISITI PER L'AMMISSIONE ALL'ESAME

2

CAPITOLO 7 - PROCESSO DI VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE

3

CAPITOLO 8 - RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE

6

CAPITOLO 9 - VALIDITA' DELLA CERTIFICAZIONE

6

CAPITOLO 10 - RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE

6

CAPITOLO 11 - UPGRADE DELLA CERTIFICAZIONE

6

CAPITOLO 12 - ANNULLAMENTO DELLA CERTIFICAZIONE

7

CAPITOLO 13 - ELENCO PERSONALE CERTIFICATO DA RINA

7

CAPITOLO 14 - CONDIZIONI CONTRATTUALI

7

Allegato 1: Modulo di richiesta

Allegato 2: Form di Certificato di qualifica di ispettore di verniciatura

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

CAPITOLO 1

GENERALITA’

1.1

Il presente Regolamento illustra le procedure applicate da RINA per la valutazione e la certificazione del personale impiegato in attività ispettive relative alla verniciatura di strutture, manufatti e prodotti in acciaio, nonchè le modalità che devono seguire le Organizzazioni per chiedere, ottenere e mantenere tale certificazione.

1.2

L’accesso alla certificazione è aperto a tutte le Organizzazioni sotto definite e non è condizionato dalla loro appartenenza o meno a qualsiasi Associazione o Gruppo. Per l’attività di certificazione RINA applicherà le proprie tariffe vigenti, garantendone l’equità e l’uniformità di applicazione.

1.3

La certificazione rilasciata da RINA è riferita al personale indicato nel certificato di qualificazione operante nell’ambito dell’Organizzazione richiedente, dove per Organizzazione s’intende una società, impresa,

ditta, ente o associazione, giuridicamente riconosciuta o meno, pubblica o privata, che possieda proprie funzioni

ed una sua amministrazione oppure persona fisica. Per

Organizzazioni con più unità operative, una singola unità operativa può essere definita come Organizzazione.

1.4

Le informazioni acquisite nel corso dell’attività di certificazione vengono considerate e trattate come strettamente riservate.

1.5

La terminologia usata nel presente Regolamento è

quella riportata nelle norme UNI CEI EN ISO/IEC 17024

ed

UNI CEI EN 45020.

1.6

Qualora le attività di certificazione o una parte di esse vengano svolte da personale RINA presso la sede dell’Organizzazione, l’Organizzazione deve prendere le misure necessarie affinché i tecnici del RINA possano eseguire gli accertamenti in tutta sicurezza. Indipendentemente dalla natura del servizio prestato dai tecnici RINA o da altre persone agenti per conto dello stesso, l’Organizzazione assume nei confronti dei suddetti tecnici ogni responsabilità che un datore di

lavoro ha nei riguardi dei propri dipendenti in modo da rispettare tutte le condizioni della legislazione applicabile.

Di norma, durante le attività certificative, il tecnico deve

essere costantemente accompagnato dal personale dell’Organizzazione.

1

CAPITOLO 2 SCOPO

2.1

Il presente Regolamento stabilisce i principi, i criteri e le procedure per la gestione delle attività relative alla certificazione ed al successivo mantenimento della certificazione del personale addetto ad attività ispettive

relative alla verniciatura di strutture, manufatti e prodotti

in acciaio sia di nuova costruzione che durante attività di

manutenzione.

Ai fini del presente regolamento gli ispettori di verniciatura

verranno classificati

- sulla base delle conoscenze, della formazione e delle esperienze personali nei due livelli A e B come nel seguito definiti

- in

funzione del loro ambito operativo

professionale, ovvero industriale o industriale e navale.

CAPITOLO 3 DEFINIZIONI

3.1

Addestramento: insieme delle nozioni teorico-pratiche impartite tramite apposito corso di formazione basato su un programma prestabilito, approvato dall’Organismo di certificazione come idoneo al fine di fornire o incrementare le conoscenze e l’abilità del personale ispettivo nel proprio ambito operativo.

Ambito operativo: ai fini del presente Regolamento si definisce ambito operativo quello industriale oppure quello industriale + navale.

Candidato: persona che ambisce alla qualifica di ispettore di livello A o B attestata dal certificato RINA.

Certificato: documento rilasciato in conformità alle regole del sistema di certificazione definito dal presente Regolamento.

Certificazione: procedura utilizzata per dimostrare la qualificabilità del personale ispettivo in un certo livello ed ambito operativo e che porta al rilascio di un certificato.

Centro di esame: Centro approvato dall’Organismo di certificazione dove vengono svolti gli esami di qualifica dei candidati ispettori.

Centro di formazione: Centro approvato dall’Organismo

di certificazione dove viene svolto l’addestramento del

personale ispettivo.

Comitato Tecnico di Certificazione del Personale: è l’organo RINA nel quale operano esperti del settore oggetto del presente Regolamento e che, sulla base della documentazione d’esame ricevuta dal Centro d’esame, ha potere decisionale circa il rilascio dei certificati ai candidati.

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

Corso Approvato: corso di formazione approvato dall’Organismo di certificazione in quanto svolto su un programma conforme ai requisiti del presente regolamento e delle norme di riferimento.

Datore di lavoro: Organizzazione per la quale il candidato lavora con continuità; un datore di lavoro può anche essere contemporaneamente un candidato.

4.1.2

Per il personale candidato alla certificazione nell’ambito operativo industriale+navale è considerata norma aggiuntiva di riferimento la “Procedure for Assessment of Coating Inspectors’ Qualifications” dell’International Association of Classification Societies (IACS).

Esame: processo di valutazione dei candidati svolto dal Centro d’esame e composto da prove teoriche orali e scritte ed attività ispettive pratiche.

4.1.3

Sarà

facoltà

di

RINA, qualora richiesto

Ispettore di verniciatura di Livello A: grado di qualificazione del personale attribuibile a candidati che dimostrino il possesso dei requisiti di conoscenza, capacità professionale e formazione previsti dalle norme di riferimento e dal presente Regolamento e che abbiano superato le relative prove d’esame per la certificazione.

Ispettore di verniciatura di Livello B: grado di qualificazione del personale attribuibile a candidati che dimostrino il possesso dei requisiti di esperienza, conoscenza, capacità professionale e formazione previsti dalle norme di riferimento e dal presente Regolamento e che abbiano superato le relative prove d’esame per la certificazione.

Rinnovo: atto emesso dall’Organismo di certificazione a fronte dell’accertamento che la persona risponda ai requisiti, con cui viene prolungata per un periodo di cinque anni la certificazione alla scadenza del primo periodo di validità e successivamente ogni cinque anni.

Organismo di certificazione: Organismo operante in conformità alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024 che amministra le procedure di certificazione ed emette la certificazione del personale ispettivo di verniciatura in conformità ai requisiti tecnici delle norme di riferimento (nell’ambito del presente Regolamento, se non diversamente specificato, il RINA).

Requisiti: l’insieme delle esperienze, percorsi formativi, conoscenze e capacità professionali previsti dalla norma di riferimento che il candidato deve dimostrare per ottenere la qualificazione.

Responsabile del Centro d’esame: Tecnico in possesso di certificato di Ispettore di verniciatura di Livello B ed incaricato come responsabile del centro ed unico referente nei confronti dell’esterno e verso l’Organismo di certificazione.

Upgrade della certificazione: allargamento dell’ambito operativo dell’ispettore certificato o suo passaggio dal livello A al livello B.

CAPITOLO 4 NORME DI RIFERIMENTO

4.1.1

La norma applicabile ai fini della certificazione in oggetto per tutti gli ambiti operativi del personale candidato (sia quello industriale che quello industriale+navale) è la UNI ENV 12837:2000.

2

dall’Organizzazione richiedente, svolgere le stesse attività

di qualifica del personale sulla base di altre norme

nazionali o internazionali riconosciute.

CAPITOLO 5 LIVELLI DI COMPETENZA

riferimento UNI ENV

12837:2000, una persona può essere certificata in uno

dei due livelli di competenza A e B come riportato nel

Secondo

la

norma

di

paragrafo 3 della norma regolamento.

stessa

e

del

presente

CAPITOLO

6

REQUISITI

PER

L’AMMISSIONE

ALL’ESAME

Per essere ammesso all’esame, il candidato deve possedere i requisiti minimi di addestramento, di esperienza e di idoneità fisica richiesti dalla norma UNI ENV 12837:2000 definiti nel seguito.

6.1 Idoneità fisica: il candidato deve dimostrare di

avere una capacità visiva soddisfacente, valutata ad un oculista, un optometrista o altra persona abilitata alla professione medica, anche relativamente alla corretta percezione cromatica. L’esito deve essere riportato su un attestato di data non anteriore di sei mesi rispetto alla data della richiesta d’esame.

6.2 Scolarità: i candidati ispettori di livello A o B

debbono essere in possesso di diploma di maturità ad indirizzo tecnico o scientifico o titolo superiore quale laurea/diploma universitario ad indirizzo tecnico/scientifico (ingegneria, architettura, chimica, chimica industriale etc.).

6.3 Addestramento: il candidato deve dimostrare di

possedere le conoscenze necessarie per svolgere i compiti propri dell’ispettore di verniciatura previsti ai punti 4.1, 4.2 e 4.3 della norma UNI ENV 12837:2000.

Costituisce dimostrazione d’addestramento conforme

ai requisiti delle norme di riferimento l’attestato di

partecipazione a specifico corso approvato rilasciato da

un Centro di formazione riconosciuto dal RINA.

Il programma d’addestramento svolto dal candidato presso il Centro di formazione deve consentirgli l’acquisizione delle seguenti conoscenze e capacità:

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

a) teoriche di base relative a nozioni di chimica, elettrochimica e fisica della corrosione, al comportamento dei materiali, ai metodi di protezione dalla corrosione, alla preparazione delle superfici, ai prodotti vernicianti e alla loro applicazione, alla protezione ambientale ed alla sicurezza;

b) pratiche relative ai metodi di ispezione, al controllo di qualità in verniciatura, alle attività di cantiere, alla strumentazione di misura, prove di laboratorio etc.

c) specifiche delle attività ispettive su nuove costruzioni navali e navi in esercizio in conformità ai requisiti della norma IACS di riferimento (4.1.2).

La durata minima dell’addestramento per ognuno dei tre gruppi delle materie suddette è riportata nel seguente prospetto 1.

PROSPETTO 1 Requisiti minimi d’addestramento in ore

 

MATERIA

 

AMBITO OPERATIVO

 

Industriale

Industriale+

GRUPPO

Navale

Base

Elementi

di

4

4

elettrochimica,

corrosione,

protezione

catodica;

metallizzazione

e

zincatura

Prodotti Vernicianti

4

4

Cicli Protettivi (*)

 

4

4

Preparazione delle

12

12

superfici

e

applicazione dei cicli protettivi (*)

Protezione

 

4

4

dell’ambiente

e

sicurezza

Pratico

Prove

e

4

4

strumentazione

di

laboratorio

Strumentazione, misure e prove in campo (*)

20

20

Metodi

di

12

12

ispezione

e

Controllo Qualità

Pratica in cantiere

8

8

Navale

Nuove

costruzioni

//

4

navali

e

verniciatura

Vita

operativa

//

4

della

nave

e

verniciatura

3

TOTALE ORE 72 80

TOTALE ORE

72

80

(*) Nell’ambito di queste materie l’addestramento dovrà fare riferimento per quanto possibile alle norme tecniche della famiglia UNI EN ISO 12944.

Per i candidati ispettori nell’ambito industriale+navale il corso di formazione frequentato dovrà essere approvato da RINA anche per garantire l’avvenuto addestramento del personale sugli specifici argomenti previsti dalla norma IACS di cui in 4.1.2.

6.4 Esperienza: ai sensi del punto 4.5 della norma UNI ENV 12837:2000 non sono previsti requisiti di

esperienza minima per i candidati ispettori di verniciatura

di livello di competenza A.

I candidati ispettori di verniciatura di livello di competenza B dovranno invece dimostrare un’esperienza minima continuativa di due anni di lavoro nel campo delle

attività ispettive su sistemi di protezione dalla corrosione

di strutture e manufatti in acciaio tramite verniciatura.

CAPITOLO

7

PROCESSO

DI

VALUTAZIONE

E

CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE

7.1

Le Organizzazioni che desiderino ottenere la suddetta certificazione per il proprio personale devono inviare a mezzo fax, posta od e-mail un’apposita richiesta che

contenga almeno le seguenti indicazioni:

a) nome dell’Organizzazione;

b) numero delle persone da qualificare;

c) livello di competenza ed ambito operativo richiesti;

d) copia dell’attestato di frequenza al corso di addestramento del personale candidato rilasciato da

Centro di formazione riconosciuto o altro titolo ritenuto equivalente.

In alternativa all’attestato d’addestramento suddetto, RINA si riserva di prendere in considerazione altri titoli riconosciuti in possesso del candidato atti a dimostrare le sue conoscenze e capacità specifiche nel campo della verniciatura.

Costituiscono titoli riconosciuti gli attestati e le certificazioni rilasciate dalla NACE (National

Association of Corrosion Protection) nell’ambito del programma CIP (“Coating Inspector Certification”).

e) Per i candidati ispettori di verniciatura di livello B curriculum vitae analitico corredato di dichiarazione d’esperienza minima (2 anni) rilasciata dal datore di lavoro;

f) certificazione medica attestante il possesso dei requisiti di idoneità fisica del personale da qualificarsi secondo quanto previsto al punto 6.1 di cui sopra.

Per le richieste di certificazione potrà essere utilizzato dall’Organizzazione richiedente il modulo di cui in allegato 1 al presente regolamento.

Sulla base dei dati ricevuti con la richiesta RINA formulerà - dopo un esame preliminare di completezza

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

delle informazioni fornite - una proposta di servizi che verrà inviata all’Organizzazione richiedente.

7.2

Al

ricevimento

dell’accettazione

della

proposta

di

servizi

emessa,

RINA

invierà

all'Organizzazione

per

iscritto

la

conferma

dell’accettazione

della

richiesta

stessa.

La richiesta dell'Organizzazione e la relativa accettazione da parte di RINA formalizzano contrattualmente le attività certificative RINA espletate secondo il presente Regolamento.

RINA si riserva la facoltà di richiedere in esame, a sua discrezione, altri documenti previsti dal presente Regolamento ad integrazione e supporto delle informazioni ricevute in precedenza dall’Organizzazione richiedente.

RINA comunicherà preventivamente all’Organizzazione il nome del Responsabile dell’esame per la certificazione degli ispettori di verniciatura; l’Organizzazione potrà eventualmente fare obiezione sulla nomina di tale tecnico, giustificandone i motivi.

7.3

L’esame di qualificazione potrà essere svolto dal RINA presso i propri Centri d’esame o presso le Organizzazione richiedenti. Il Responsabile del Centro deve nominare per ogni sessione d’esame una Commissione adeguata al numero di candidati iscritti.

Il Responsabile del Centro d’esame può essere l’unico membro della Commissione d’esame o può avvalersi – nel caso di sessioni numerose - della collaborazione di altri membri. Gli ulteriori membri della commissione eventualmente nominati dal Responsabile del Centro dovranno essere qualificati almeno come ispettori di verniciatura di livello A per sessioni di esame di livello A, mentre dovranno essere qualificati come

ispettori di verniciatura di livello B per sessioni di esame

di livello B.

Prima dell’inizio della prova la commissione

provvederà alla completa identificazione del personale tecnico candidato tramite documento personale in corso

di validità.

7.3.1 Esame per ispettori di livello di competenza A:

L’esame di qualifica comprende

- una prova scritta, costituita da un set di domande distribuite per gruppo di materie e per ambito operativo come da prospetto 2;

- colloquio/prova orale con discussione ed approfondimento dei risultati della prova scritta.

La prova d’esame scritta comprenderà quiz a risposte multiple scelte da RINA dalla propria raccolta di domande.

PROSPETTO 2 Numero minimo di domande livello A

 

DOMANDE PER AMBITO OPERATIVO

Industriale

Industriale+

GRUPPO

Navale

Base

40

44

Pratico

50

54

Navale

//

8

Totale

90

106

Domande

Il tempo di risposta concesso al candidato per la prova scritta è in media di due minuti a domanda.

Per superare la prova d’esame scritta il candidato deve:

ottenere una percentuale totale di risposte esatte pari ad almeno 80% delle domande dell’ambito operativo nel quale aspira essere certificato, ovvero 72 per l’ambito industriale e 85 per quello industriale+navale;

fornire almeno il 70% di risposte esatte su ognuno dei gruppi di pertinenza del prospetto 2, ovvero

o

base

e

pratico

per

l’aspirante

ispettore industriale

o

base,

pratico

e

navale

per

l’aspirante

ispettore

industriale+navale.

Il colloquio/prova orale verrà svolto dalla commissione successivamente alla correzione della prova scritta in modo tale da consentire la discussione e l’approfondimento col candidato dei risultati.

Verranno

ammessi

al

colloquio/prova

orale

i

soli

candidati che hanno superato la prova scritta.

Nel corso del colloquio/prova orale potranno essere mostrati al candidato dalla commissione campioni verniciati sui quali esprimere giudizi valutativi, risposte a specifiche domande o effettuare misurazioni.

Il colloquio/prova orale verrà considerato superato dalla commissione se il candidato dimostrerà sufficiente livello di conoscenza su tutte le materie trattate senza evidenziare lacune sistematiche di addestramento. Ai fini della valutazione la commissione valuterà anche la capacità d’analisi critica e rettifica degli eventuali

4

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

errori della prova scritta e i risultati dell’eventuale esame dei campioni verniciati.

Al termine delle due prove deve essere compilato da parte della commissione un verbale d’esame per ogni singolo candidato che ne documenti lo svolgimento, le valutazioni e l’esito. Un candidato che non supera l’esame deve attendere non meno di trenta giorni per potersi ripresentare, se è stato escluso per motivi fraudolenti deve attendere almeno un anno.

Un candidato che abbia superato la prova scritta ma che non superi il colloquio/prova orale può essere ammesso a risostenere il solo colloquio/prova orale - senza ripetere la prova scritta – entro sei mesi dalla data del primo esame. Trascorso tale periodo il candidato dovrà risostenere entrambe le prove d’esame per intero.

Al completamento degli esami la Commissione d’esame si riunisce per stilare il rapporto finale d’esame che dovrà essere controfirmato da tutti i componenti della Commissione d’esame e dal Responsabile del Centro. Il rapporto finale dovrà essere inviato dal Responsabile del Centro al Comitato Tecnico di Certificazione del Personale per l’approvazione e il rilascio dei certificati proposti.

7.3.2 Esame per ispettori di livello di competenza B:

L’esame di qualifica comprende

- una prima prova scritta, costituita da un set di domande distribuite per per gruppo di materie e per ambito operativo come da prospetto 3;

- una seconda prova scritta costituita dallo svolgimento da parte del candidato di un argomento tecnico assegnato dalla commissione;

- colloquio/prova orale con discussione ed approfondimento dei risultati delle prove scritte.

La prima prova d’esame scritta comprenderà quiz a risposte multiple scelte da RINA dalla propria raccolta di domande.

PROSPETTO 3 Numero minimo di domande livello B

 

DOMANDE PER AMBITO OPERATIVO

Industriale

Industriale+

GRUPPO

Navale

Base

40

44

Pratico

66

74

Navale

//

8

Totale

106

126

Domande

Il tempo di risposta concesso al candidato per la prova scritta è in media di due minuti a domanda.

Per superare la prova d’esame scritta il candidato deve:

ottenere una percentuale totale di risposte esatte pari ad almeno 80% delle domande dell’ambito operativo nel quale aspira essere certificato, ovvero 85 per l’ambito industriale e 101 per quello industriale+navale;

fornire almeno il 70% di risposte esatte su ognuno dei gruppi di pertinenza del prospetto 3, ovvero

o

base

e

pratico

per

l’aspirante

ispettore industriale

o

base,

pratico

e

navale

per

l’aspirante

ispettore

industriale+navale.

Verranno ammessi alla seconda prova scritta ed al

colloquio/prova orale i soli candidati che hanno superato

la prima prova scritta.

La seconda prova scritta sarà costituita dallo svolgimento da parte del candidato di un argomento tecnico quale la redazione di un piano di controllo, la stesura di una specifica tecnica, la risoluzione di una problematica di cantiere etc.

Per lo svolgimento della seconda prova scritta il candidato avrà a disposizione 30 minuti; la seconda prova scritta non verrà corretta dalla commissione, ma lo svolgimento verrà presentato e spiegato direttamente dal candidato alla commissione durante il successivo colloquio/prova orale.

Il colloquio/prova orale verrà quindi svolto dalla commissione al termine della seconda prova scritta da parte del candidato.

Nel corso del colloquio/prova orale potranno essere mostrati al candidato dalla commissione campioni verniciati sui quali esprimere giudizi valutativi, risposte a specifiche domande o effettuare misurazioni.

Il colloquio/prova orale verrà considerato superato dalla commissione se il candidato dimostrerà:

-

di aver svolto in modo corretto ed esauriente la seconda prova scritta, spiegandone lo svolgimento e rispondendo alle domande in materia poste dalla commissione;

-

di possedere un sufficiente livello di conoscenza su tutte le materie trattate senza evidenziare lacune sistematiche di addestramento o di esperienza operativa.

Ai

fini

della valutazione la commissione valuterà

anche la capacità di analisi critica e rettifica degli eventuali errori delle prove scritte e i risultati

dell’eventuale esame dei campioni verniciati.

Al termine delle prove deve essere compilato da parte

della commissione un verbale d’esame per ogni singolo candidato che ne documenti lo svolgimento, le valutazioni

e l’esito.

5

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

Un candidato che non supera l’esame deve attendere non meno di trenta giorni per potersi ripresentare, se è stato escluso per motivi fraudolenti deve attendere almeno un anno.

Un candidato che abbia superato la prima prova scritta ma che non superi la seconda e/o il colloquio/prova orale può essere ammesso a risostenere la seconda prova scritta ed il colloquio/prova orale - senza ripetere la prima prova scritta – entro sei mesi dalla data del primo esame. Trascorso tale periodo il candidato dovrà risostenere tutte le prove d’esame per intero.

Al completamento degli esami la Commissione d’esame si riunisce per stilare il rapporto finale d’esame che dovrà essere controfirmato da tutti i componenti della Commissione d’esame e dal Responsabile del Centro.

dal

Responsabile del Centro al Comitato Tecnico di Certificazione del Personale per l’approvazione e il rilascio dei certificati proposti.

Il

rapporto

finale

dovrà

essere

inviato

CAPITOLO 8 RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE

8.1

Sulla base dei risultati degli esami di qualifica RINA provvede direttamente all’emissione dei certificati e dei tesserini corrispondenti del personale qualificato (v. Allegato 1).

CAPITOLO 9 VALIDITA’ DELLA CERTIFICAZIONE

9.1 CERTIFICAZIONE

Il periodo di validità del certificato emesso dal RINA è

di cinque anni salvo eventuale revoca.

La

competenza

dell’eventuale

esclusivamente del RINA.

revoca

è

La validità della certificazione emessa nel periodo suddetto è vincolata ad una convalida intermedia da parte

RINA (nel corso del terzo anno di validità del certificato)

in occasione della quale verranno verificate le seguenti

condizioni

-

il

personale qualificato;

corretto

comportamento

professionale

del

- la continuità di svolgimento nel biennio delle attività ispettive professionali nel campo della verniciatura;

- le attività formative e di aggiornamento professionale fruite dall’ispettore nel biennio;

- il mantenimento dei requisiti di idoneità fisica del personale ai fini delle specifiche attività di controllo;

- la continuità del rapporto di lavoro degli ispettori certificati presso la stessa Organizzazione che ha richiesto ed ottenuto la certificazione.

CAPITOLO 10 RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE

10.1

Allo scadere del quinto anno dalla data d’emissione, il certificato scade e l’ispettore dovrà sostenere apposito esame di rinnovo per il rilascio di nuova certificazione.

La richiesta di rinnovo della certificazione deve essere presentata presso un Centro d’esame RINA secondo quanto previsto al precedente punto 7,

CAPITOLO 11 UPGRADE DELLA CERTIFICAZIONE

11.1 UPGRADE DELL’AMBITO OPERATIVO

Un ispettore di verniciatura già certificato nell’ambito operativo industriale può ottenere l’upgrade della propria certificazione all’ambito operativo industriale+navale, presentando apposita domanda presso un Centro d’esame RINA.

Ai

fini

dell’ottenimento

dell’upgrade

di

operativo il candidato dovrà:

ambito

- presentare attestato di partecipazione al modulo formativo per ispettori di verniciatura navali rilasciato da Centro di formazione riconosciuto;

- sostenere un esame scritto integrativo costituito da un set di domande distribuite per argomento e livello di qualificazione come da prospetto 4;

- sostenere un colloquio/prova orale con discussione ed approfondimento dei risultati della prova scritta.

PROSPETTO 4 Numero minimo di domande per upgrade di ambito

MATERIA

 

LIVELLO DI

 

QUALIFICAZIONE

A

B

I

cicli protettivi

6

8

Protezione dell’ambiente e sicurezza

6

8

Assistenza in cantiere

6

8

Strumentazione, misure

8

12

e

prove

in

campo e in

laboratorio

Nuove costruzioni navali

4

4

e

verniciatura

 

Vita operativa della nave

4

4

e

verniciatura

 
 

TOTALE DOMANDE

34

44

6

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

11.2 UPGRADE DEL LIVELLO DI QUALIFICAZIONE

Un ispettore di verniciatura in possesso di certificato di livello A in corso di validità può ottenere l’upgrade della propria certificazione al livello B presentando apposita domanda di presso un Centro d’esame RINA.

Ai

fini

dell’ottenimento

dell’upgrade

di

livello

di

qualificazione il candidato dovrà:

- aver maturato almeno due anni di esperienza professionale continuativa in attività ispettive dalla data di rilascio della certificazione di livello A;

- sostenere un primo esame scritto integrativo costituito da un set di domande distribuite per gruppo di materie e per ambito operativo come da prospetto 5;

- sostenere una seconda prova scritta costituita dallo svolgimento di un argomento tecnico assegnato dalla commissione;

- sostenere un colloquio/prova orale con discussione ed approfondimento dei risultati delle prove scritte.

PROSPETTO 5 Numero minimo di domande per upgrade da ispettore di livello A a ispettore di livello B:

 

DOMANDE PER AMBITO OPERATIVO

Industriale

Industriale+

GRUPPO

Navale

Base

20

22

Pratico

34

38

Navale

//

4

Totale

54

64

Domande

11.3

Le modalità di:

- svolgimento e di superamento delle prove scritte e del colloquio/prova orale

- rapportazione dei risultati per il rilascio della certificazione da parte della commissione

- possibilità di ripetizione dell’esame di upgrade

sono analoghe a quelle illustrate nei paragrafi 7.3.1 e

7.3.2.

7

CAPITOLO

CERTIFICAZIONE

12

ANNULLAMENTO

DELLA

12.1

RINA può esercitare attività di monitoraggio o controllo sull’operato del personale qualificato nell’ambito di sue attività istituzionali, quali:

sorveglianza

cantieri ed officine di

presso

produzione;

certificazione o visite periodiche sui sistemi di qualità aziendali secondo le norme della UNI EN ISO

9001:2000;

certificazione o visite periodiche sui prodotti regolamentati in regime cogente (es.: Direttive CE);

attività di certificazione industriali di terza parte.

Nell’ambito

di

tali

attività

RINA

può

procedere

all’annullamento

di

certificati

di

personale

qualificato

qualora:

venga riscontrato che le condizioni di cui al punto 9.1 non sono soddisfatte;

a seguito di evidenze oggettive documentate che testimonino l’incapacità del personale qualificato di garantire la capacità professionale dimostrata in sede di qualificazione.

di

certificati di personale qualificato per morosità nei

pagamenti delle prestazioni verso RINA stesso.

RINA

può

altresì

procedere

all’annullamento

12.2

L'avvenuto annullamento del Certificato sarà notificato per iscritto con lettera raccomandata all'Organizzazione, ed implicherà la relativa cancellazione della persona in questione dall’elenco di cui al capitolo 13. L’Organizzazione cui venga annullata la certificazione deve restituire a RINA il relativo certificato. L’Organizzazione che dopo l’annullamento intenda

nuovamente accedere alla certificazione, dovrà presentare una nuova domanda seguendo l’intero iter.

12.3

L’Organizzazione avente personale certificato non potrà far uso del/i Certificato/i e sue/loro copie quando la certificazione stessa sia annullata.

CAPITOLO 13 ELENCO DEL PERSONALE CERTIFICATO DA RINA

13.1

RINA tiene a disposizione del pubblico ed aggiorna, ad intervalli regolari, l’elenco delle Organizzazioni che hanno ottenuto la certificazione del proprio personale. Tale elenco contiene:

la ragione sociale dell’Organizzazione;

il nome del personale certificato in corso di validità con relativa data di scadenza, livello e ambito operativo delle qualificazioni rilasciate; Qualora l’Organizzazione sia una persona fisica che ha espresso esplicito consenso al fine del trattamento dei propri dati personali, l’elenco, in luogo della ragione

Regolamento per la certificazione degli ispettori di verniciatura

sociale, riporta cognome, nome ed indirizzo della stessa e la scadenza del Certificato.

CAPITOLO 14 CONDIZIONI CONTRATTUALI

Per le condizioni contrattuali trovano applicazione le disposizioni contenute nel Regolamento RINA "Condizioni generali di contratto per la certificazione di Sistemi, Prodotti e Personale", nella edizione in vigore.

8