Sei sulla pagina 1di 4

Monica Lavagna

Dettagli

Interni portoghesi
Luce, materia e forma creano lo spazio interno delle architetture portoghesi, dove semplicit e chiarezza spaziale si traducono anche in semplicit e chiarezza costruttiva

duardo Souto de Moura esprime appieno la concezione portoghese dello spazio: essenziale, scultoreo, netto, animato solo dalla variabilit della luce. Questo si pu dire sia della percezione dallesterno dei volumi che costituiscono gli edifici, tanto quanto della ideazione dello spazio interno.Addirittura questultimo sembra essere concepito come proiezione verso lesterno: i confini che lo racchiudono tendono a rendersi indecifrabili, tagli di luce prorompono dai soffitti, le partizioni interne opache si interfacciano con chiusure completamente trasparenti. La progettazione parte dal vuoto: gli interni sono caratterizzati da continuit degli spazi, fluidit dei percorsi, condivisione (come gli spazi pubblici costruiscono percorsi urbani delimitati dai volumi degli edifici, cos lo spazio condiviso dellabitazione in continuit, delimitato solo dai volumi chiusi delle stanze a uso privato). Questo corrisponde anche a una diversa modalit duso: non vi una suddivisione di ambienti funzionalmente organizzati e gerarchizzati, ma una osmosi di spazi polifunzionali a uso variabile.Tale flessibilit si riflette nella scelta di partizioni interne in laterizio, che si interfacciano con i rigorosi setti portanti in cemento armato che connotano la maggior parte degli edifici di Souto de Moura. Il laterizio, dunque, diventa elemento costruttivo di completamento e articolazione interna, che permette di suddividere gli ambienti allinterno di ciascun appartamento, lasciando la possibilit di modificare nel tempo la distribuzione interna. Accostamento necessario, quello tra cemento armato e laterizio, anche per garantire lattrezzabilit impiantistica, soprattutto in corrispondenza di bagni e cucine. Il laterizio in questo caso permette di realizzare contropareti e cavedi impiantistici, garantisce la possibilit di intervenire per manutenzioni e permette di avere uno spazio attrezzabile diffuso e continuo. La scelta del laterizio diventa essenziale anche per supportare una corretta ed efficace utilizzazione della luce: gli interni sono sempre chiari, trattati a intonaco bianco, e la luce scorre su superfici lisce e continue. Il laterizio ben si presta

a costituire una superficie omogenea per la stesura dellintonaco e soprattutto ad accogliere le interfacce con la serramentistica (porte ad anta, porte scorrevoli a scomparsa) che nei progetti portoghesi tendono sempre ad avere dimensioni minime e ad essere nascoste,per lasciare il pi possibile pulito il passaggio materico tra una superficie e laltra. Porte a filo senza battuta e coprifili, ante scorrevoli a scomparsa nel muro, serramenti minimalisti in acciaio o in legno richiedono estrema abilit realizzativa e un accurato studio progettuale di compatibilit materiche e possibilit costruttive. I tagli delle aperture (sia delle porte che delle finestre) risultano netti, puliti, privi di ornamenti e di soglie, espressione di una poetica dellessenzialit che fa parte di una regione in cui la decorazione deriva gi dallesaltazione della matericit ottenuta grazie alla intensit e limpidezza della luce che colpisce le superfici. La scelta di pochi cambi materici e di rapporti senza soluzione di continuit tra superfici ben esemplificato dalle residenze della Pasteleira, a Porto. Qui presente uno spazio centrale destinato a vano scala, in cui la porzione alta delle pareti e il soffitto sono trattati a intonaco, mentre la porzione inferiore delle pareti rivestita con pannelli in legno, che vanno cos a costituire una superficie uniforme e continua con le specchiature delle porte e degli armadi. Tali pannellature, siano esse aperture o rivestimenti, si trovano a filo con le superfici intonacate, in modo da ottenere sempre lo scorrimento uniforme della luce nel passaggio da un materiale a un altro. Nella tradizione portoghese i materiali acquistano un valore simbolico e poetico, svincolandosi dal puro ruolo funzionale, proprio per il loro stretto legame con la costruzione dello spazio. Nello stesso tempo tale valore simbolico non diventa astrazione: vi un forte senso di concretezza e di verifica costruttiva nellarchitettura portoghese, che radica scelte materiche e spaziali alla realt. Per questo motivo anche lattenzione per il trattamento della superficie non rimane pura questione estetica, ma profonda riflessione sullo spazio che da tali superfici racchiuso, delimitato e determinato.

72

CIL 108

Eduardo Souto de Moura, Residenze a Porto, 2002


Dettaglio 1 Sezione orizzontale del piano terra. Descrizione Ledificio in linea si articola in una serie di appartamenti duplex con ingresso autonomo. La struttura portante costituita da setti in cemento armato, collocati tra un appartamento e laltro, e da nuclei portanti in cemento armato in corrispondenza dei vani scala. Tali setti vengono rivestiti da un paramento in laterizio, che svolge anche la funzione di controparete attrezzabile. Legenda 1. intonaco 2. setto portante in cemento armato 3. materiale isolante 4. intercapedine attrezzabile 5. mattoni forati 8x25x25 cm 6. cavedio impiantistico 7. pannelli di rivestimento in legno 8. anta scorrevole 9. profilo strutturale in acciaio 10. canalizzazione verticale 11. porta di ingresso 12. serramento fisso in legno

Pianta del piano terra e vista di uno spazio interno in corrispondenza della chiusura trasparente.

73

DETTAGLI

Eduardo Souto de Moura, Residenze a Porto, 2002


Dettaglio 2 Sezione orizzontale del primo piano. Descrizione Le partizioni interne in laterizio permettono un controllo del comfort acustico: nei progetti di Souto de Moura si nota unattenzione particolare a diversificare le pareti di separazione tra gli ambienti di soggiorno, gli ambienti di servizio e gli ambienti della zona notte. Le partizioni aumentano di spessore nel passaggio da zona giorno a zona notte e vengono messe in opera pareti doppie con intercapedine isolata in corrispondenza delle camere da letto. Motivazioni acustiche determinano anche la posa al rustico delle partizioni interne, in modo da interrompere la continuit di massetto e pavimentazione ed evitare la formazione di un ponte acustico tra ambienti adiacenti. Legenda 1. setto portante in cemento armato 2. mattoni forati 8x25x25 cm 3. materiale isolante 4. setto portante in cemento armato 5. intonaco 6. cavedio impiantistico 7. mattoni forati 12x25x25 cm 8. canalizzazione verticale 9. serramento in legno scorrevole 10. porta in legno 11. pannelli di rivestimento in legno

Pianta del primo piano e veduta del vano scala.

74

CIL 108

Eduardo Souto de Moura, Residenze a Porto, 2002


Dettaglio 3 Sezione verticale in corrispondenza dellintercapedine attrezzata del bagno. Descrizione La cura per il dettaglio arriva al controllo del rapporto tra parete ed elementi di arredo: il bagno, in particolare, richiede attenzione progettuale nei punti di interfaccia tra i sanitari e limpiantistica, che viene integrata a parete. La raffinatezza progettuale si esprime nella realizzazione della partizione tripla con intercapedine attrezzabile solo fino allaltezza del lavabo, a sintesi dellintegrazione tra parete, arredi e impianti. Descrizione 1. intonaco 2. mattoni forati 12x25x25 cm 3. mattoni forati 8x25x25 cm 4. intercapedine 5. solaio in cemento armato 6. materiale isolante 7. massetto 8. pavimentazione 9. cavedio impiantistico

Sezione verticale trasversale dellintero edificio e scorcio del fronte nord.

Le immagini sono tratte da El Croquis n. 124, 2005, pp. 78-83.

75

DETTAGLI