Sei sulla pagina 1di 9

Giancarlo Tringali ucciso con un solo colpo di pistola

A pagina sei www.libertasicilia.com

FONDaTO NEL 1987 Da GIUSEPPE BIaNCa

CRONACA

Celava in casa 10 chili di hascisc Patteggia la pena


A pagina otto e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

Segreteria a due piazze


Due assemblee proclamano due segretari
POLITICA

gioved 17 7 novembre 2013 Anno XXVI 64 N. 250 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: Mosco 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato marzo 2012 Anno XXV N. DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via via Mosco 51 51 Tel.Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUbbLICIT: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

QUotiDiaNo DELLA pRoViNcia Di DI SiRacUsa SIRACUSA

Eventi

I renziani convocano la riunione contestualmente a quella dei delegati

Liddo Schiavo Avanzati i ricorsi


C
anche il sindaco Gaozzo alla parfocchia di San Corrado Comfalonieri dove un nutrito gruppo di persone si dato appuntamento per stringersi attorno a Liddo Schiavo, salutrato da oltre un kinuto di applausi come segretario del Pd. Ma quale Pd? Abbiamo partecipato alla competizione per la segreteria provinciale - ha esordito Schiavo - ma sin dal primo momento abbiamo riscontrato notevoli difficolt e delle forme di ostruzionismo che poi sono state sanate dagli organismi di garanzia del partito. Per arrivare a questo punto ce ne vuole. Abbiamo applicato il programma del partito. Noi non abbiamo fatto alcuna forma di inquinamento tessere.
A pagina quattro

letto il segretario provinciale del partito democratico. Anzi, i segretari sono due. Gi perch non sembrano essere stati sufficienti i congressi cittadini dai quali emersa la posizione preminente di Carmen Castelluccio che ha riportato 1408 voti. Il gruppo dei renziani ha convocato presso la chiesa di San Corrado Confalonieri alla Mazzarrona lassemblea dei delegati contestualmente a quella convocata dal Pd al Minareto per la proclamazione della Castelluccio e lespletamento delle incombenze in vista del congresso nazionale di dicembre.

vrebbero dato vita ad atti di intimidazione e di violenza ai danni delle ditte concorrenti per lerogazione dei servizi cimiteriali.
A pagina sette

Pressioni al cimitero Due arresti

A pagina cinque

La lirica a luglio al teatro greco


l Teatro Greco di Siracusa si apre alla grande lirica: arriva finalmente in porto, su iniziativa dellAssessore regionale ai Beni Culturali, Mariarita Sgarlata, il progetto ambizioso e mai riuscito prima dora di aprire limponente spazio scenico del Teatro Greco alla grande lirica, con lobiettivo di avviare un festival permanente di opera, danza e musica che possa competere con lArena di Verona e i grandi festival operistici estivi internazionali.
A pagina tre

7 NOVEMBRE 2013, GIOVED

di Arturo Messina Che poeta e che scultore, quellex maresciallo dei Carabinieri Antonio Randazzo, che tutti ormai a Siracusa conoscono come colui che di siracusanit ne sa un pozzo , per essere effettivamente diventato unautentica biblioteca ambulante, tanti sono i personaggi storici del passato e del presente, le chiese, i monumenti, i periodi storici, i documenti fotografici di ieri e di oggi della citt aretusea e gran parte della sua provincia che con certosina ricerca riuscito a scovare e ad inserire nel sito dell internet che egli stesso si formato, gestisce e quotidianamente arricchisce e aggiorna! Qualcuno sospetta addirittura che la prima bomba che fu lanciata a Siracusa proprio appena ebbe inizio la seconda guerra mondiale non fu lanciata da un aereo inglese ma piuttosto fu partorita da una siracusana cu u scoccia, in via Gargallo, proprio ntu scogghiu, in Ortigia, tanto esplosivo egli da sempre apparso, con il suo modo vulcanico di esprimersi, sia con la lingua, sia con la penna, sia con lo scalpello. Con lo scalpello innanzitutto cronologicamente, giacch egli sia per forma mentis, sia per formazione scolastica ( frequent lallora Scuola dArte in via Mirabella) ma anche come espressione darte e d uomo scolpisce in ogni sua manifestazione che chiara e distinta, essenziale e significativa, adeguata ai mass media per potere farsi capire da tutti, anche nei suoi messaggi anche poetici, che esprimono soprattutto lamore viscerale che egli da sempre nutre per la sua Siracusa, che lepicentro della sua fonte di ispirazione. In Vespiru a lu spiazzettu, per esempio, egli inneggia a uno dei momenti pi meravigliosi della giornata aretusea: il tramonto visto dalla fonte Aretusa, decantato anche da tanti insigni visitatori stranieri, che io ho voluto musicare, ma di cui gli ha voluto semplicemente usare la musica come sottofondo per poterla personalmente declamare, mentre fa vedere un centinaio di meravigliose cartoline illustrate che illustrano i pi suggestivi angoli della citt. Una grandissima parte delle sue numerose opere di scul-

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

La lirica approda al teatro greco


n progetto sempre tentato da molti e mai riuscito ed ora finalmente concretizzatosi grazie allapporto e allorganizzazione della Fondazione Festival Euro Mediterraneo, che da anni produce ed organizza in Sicilia le pi importanti rappresentazioni operistiche al Teatro Antico di Taormina, molte delle quali trasmesse addirittura in diretta televisiva in tutto il mondo con la regia e la direzione artistica del maestro Enrico Castiglione, regista e scenografo di fama internazionale, protagonista in Sicilia di spettacoli acclamati da migliaia di spettatori in teatro e milioni di telespettatori in televisione e nei cinema di tutto il mondo, ora chiamato ad una nuova ed ancora pi avvincente sfida: quella di portare la grande lirica a Siracusa. Autentico deus ex machina di una programmazione gi distintasi negli anni precedenti anche a Siracusa con i concerti e gli eventi del Festival Euro Mediterraneo, Enrico Castiglione ha predisposto per Siracusa un nuovo ed ambizioso programma di opere, concerti e spettacoli di danza, mirato a recuperare la dimensione internazionale dellofferta culturale in citt, ogni anno nel mese di luglio, unendo il richiamo dellopera lirica internazionale alla valorizzazione

A luglio del prossimo anno una rassegna di primissimo livello

A coordinare gli eventi stato chiamato il maestro Enrico Castiglione, espertissimo di opera e danza
porto determinante della Fondazione Festival Euro Mediterraneo, intestataria in esclusiva dellintera programmazione, avviata nellintento di competere subito e quindi fin dal primo anno con gli altri festival musicali internazionali grazie al coinvolgimento e alla supervisione artistica del maestro Enrico Castiglione. Siamo impegnati in una vera e propria sfida, quella di consolidare un festival operistico per la prima volta al teatro Greco di Siracusa senza al momento disporre di un solo euro di budget pubblico, ma con lobiettivo di attrarre fondi europei ed investitori priva-

Il pi estroso figlio dArchimede


Tra le iniziative che si stanno progettando per concludere alla grande lanno archimedeo ce n una ancora incognita
tura ispirata anchessa alla sua citt natale, dei suoi pi stupendi monumenti, come il teatro greco, lanfiteatro, il tempi di Atena( oggi duomo) il tempio di Apollo e Diana C chi scrivendo di lui lha definito gnomo; e no! Se Gnomo, dal latino gnomus, derivato dal greco gnome, secondo la mitologia nordica= spirito della terra, custode di tesori, delle minieredi piccola statura e deforme, questo epiteto non gli si addice, anche perch Antonio Randazzo ha ancora oggi una marcata prestanza fisica, oltre che di comportamento! N gli si addice il termine di satiro, che significherebbe rozzo, anche se il satiro mitologico era a suo modo un artista, che accompagnava Bacco suonando il flauto o la zampogna. Lo definiremmo invece uno dei pi estrosi Pan: pien di risate e chiasso (19 Inno Omerico) Cui piaceva vagare zufolando per monti e boschi, quasi a voler dire per qualsiasi tipo di informazione, come il nostro poeta-scultore-ricercatore di storia patriageneroso come il mitologico Pan, che soleva dare aiuto ai cacciatori di selvaggina o a chiunque avesse bisogno di lui. E Antonio Randazzo anche e soprattutto conosciuto per la sua generosit; la Via Crucis della parrocchia di Bosco Minniti lha scolpita gratis et amore Dei, come gratis et amore Syracusarum ha scolpito la pregevole statua di Archimede che d unottima nota darte al Parco Robinson, per la quale proprio in questi giorni a scatola chiusa sono stati stanziati ben 75 mila euro E proprio di questi giorni un altro ammirevole esempio della sua grande generosit: la scultura donata alla CIAO, la benemerita associazione fondata dal noto oncologo dott. Giovanni Moruzzi, primario allospedale Rizzo, di cui Libert si interessata andando ad intervistare in questi giorni il presidente Giuseppe Immmmm. Lartista geloso delle sue opere e non ne vende e tantomeno regala a nessuno; ci perch uno dei suoi sogni quello che esse vengano prelevate dallamministrazione pubblica per farne un museo delle opere ispirate da lui e dai migliori pittori e artisti suoi concittadini. Se ha offerto una delle pi significative sue opere, Elevazione, tanto adeguata a suggerire lattivit assistenziale che svolge la benemerita CIAO tuttavia forse c un motivo, un motivo diremmo affettivo: avendo conosciuto questa benemerita associazione di volontariato sanitario, ne diventato un entusiasta assertore e propagatore dellammirevole attivit socio-sanitaria, tanto da invitare anche gli amici a lui pi vicini a conoscerla, a praticarla e ad adoperarsi a svolgere lopera di volontariato che cos intensamente e ammirevolmente essa svolge da alcuni anni. A tale scopo ha messo anche lintervista che stata fatta per suo invito al presidente della stessa CIAO e ne ha fatto un servizio filmato che ha gi sistemato nella sua biblioteca computerizzata, gi da tanti visitata chattando il suo sito. Proprio in questi stessi giorni il Pan aretuseo ha ricevuto linvito pervenutogli da un gruppo di architetti milanesi a realizzare un originale progetto ancor pi ambizioso e allettante riguardante, a quanto siamo riusciti a intuire, Archimede, essendo egli un siracusano verace che venuto a conoscenza di quanto si intende fare, non solo a Siracusa, ma in tante altre parti dItalia, dEuropa e del mondo, per celebrare lanno archimedeo. Essendogli stato chiesto di che cosa si tratti, egli con il suo solito modo di dire e di fare ha risposto: Non vendiamo la pelle dellorso prima daverlo ucciso!. Ma si sa che quando dice una cosa la mantiene.

In foto, il teatro greco di Siracusa.

dellarea archeologica della Neapolis. Un evento culturale e artistico di rilievo per

la Sicilia, che vede la Regione Siciliana impegnata a supportare liniziativa senza

al momento dover impegnare un solo euro di denaro pubblico, grazie allap-

ti a sostegno della possibilit di fare arte e cultura senza sprechi e allinsegna della grande qualit, con immediato ed evidente ritorno economico per il territorio, ha dichiarato lAssessore Mariarita Sgarlata, continuando i sei eventi proposti nellambito del Festival si configurano come un apripista ad altre proposte di qualit che possano restituire a Siracusa un alto profilo culturale di cui da tempo sentiamo la mancanza. Questa volta sar possibile acquistare on line i biglietti otto mesi prima, non diversamente da ci che avviene in Italia e negli altri paesi europei. Ho risposto ad un richiamo damore, irresistibile ed appassionante, ha confidato il maestro Enrico Castiglione perch resta per me inconcepibile pensare che in un Teatro Greco cos importante e maestoso come quello di Siracusa non sia mai stato consolidato in tutti questi anni un festival operistico

Parla Liddo Schiavo che rilancia lazione legale di chi non ha potuto esprimere il voto

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

La nostra una provocazione aspettando lesito dei ricorsi


Sin dallinizio di questo congresso abbiamo subito solo vessazioni e adesso vogliamo che si esprimano gli organi di garanzia
C
anche il sindaco Garozzo alla parrocchia di San Corrado Confalonieri dove un nutrito gruppo di persone si dato appuntamento per stringersi attorno a Liddo Schiavo, salutato da oltre un minuto di applausi come segretario del Pd. Ma quale Pd? Abbiamo partecipato alla competizione per la segreteria provinciale - ha esordito Schiavo - ma sin dal primo momento abbiamo riscontrato notevoli difficolt e delle forme di ostruzionismo che poi sono state sanate dagli organismi di garanzia del partito. Per arrivare a questo punto ce ne vuole. Abbiamo applicato il programma del partito. Noi non abbiamo fatto alcuna forma di inquinamento tessere. Anzi, ci devono spiegare come mai nel 2007 vi erano 4 mila iscritti al Pd ed oggi ve ne sono soltanto 300. Ammettendo tutti gli iscritti, arriviamo ad un migliaio di tessere mentre nei soli quartieri di Acradina e Tiche a stento si toccano poche decine di tessere. Doveva tessere fatta una verifica, labbiamo richiesta a gran voce ma il coordinatore di quel coordinamento al quale abbiamo aderito non lo ha fatto. Un mistero il tesseramento. Io stesso non ho la tessera del 2012. Ci hanno rilasciato la tessera per il 2011 poi all'atto del voto ci hanno chiesto quella del 2012 ben sapendo che non ce l'avevamo. Queste non sono regole - continua Schiavo - e la commissione non ha dato garanzie agendo a colpi di maggioranza e questo segno che democrazia non c stata in questo congresso. Liddo Schiavo, che al tavolo della presidenza era affiancato da Giovanni Cafeo, Salvo Baio e Paolo Gulino, ha incalzato: In questa sede avrebbero dovuto votare 600 persone che si erano iscritte per avere la tessera e non c'erano motivi ostativi per negargliela. Unico problema, non rientravano tra quelli che avevano gi avuto la tessera nel 2012 e gli stato impedito di esprimere il loro voto. Impedire di esprimere il loro voto. Non si pu dire a una persona che apparteneva ad un partito adesso precludergli la possibilit di essere attivo nel Pd. Questi sono principi democratici, che nessuno pu decidere di mettere in discussione. Qui ci sono dei candidati che

I renziani si autoconvocano in concomitanza con lassemblea dei delegati Pd

Proclamati due segretari Caos partito democratico


letto il segretario provinciale del partito democratico. Anzi, i segretari sono due. Gi perch non sembrano essere stati sufficienti i congressi cittadini dai quali emersa la posizione preminente di Carmen Castelluccio che ha riportato 1408 voti. Il gruppo dei renziani ha convocato presso la chiesa di San Corrado Confalonieri alla Mazzarrona lassemblea dei delegati contestualmente a quella convocata dal Pd al Minareto per la proclamazione della Castelluccio e lespletamento delle incombenze in vista del congresso nazionale di dicembre. La convocazione alla Mazzarrona stata avanzata dai componenti della commissione provinciale per il congresso Giovanni Cafeo, Armando Foti e Vera Corso. Nella convocazione si legge testualmente allordine del giorno: adempimenti congressuali e proclamazione di Liddo Schiavo a Segretario Provinciale. Gi, il candidato dei renziani e dellarea Letta, che nei congressi ha riportato 1107 voti viene proclamato segretario anche se di una parte del Pd. Potevano evitarsela questautentica buffonata ha tuonato il parlamentare regionale Bruno Marziano Il segretario che noi riconosciamo perch venuto fuori dalla consultazione elettorale Carmen Castelluccio. Altri segretari non ve ne sono. Peraltro, abbiamo fatto bene ad adottare il regolamento nazionale sul tesseramento, visto che proprio in queste ore il vertice nazionale del partito ha annullato i congressi laddove si sono riscontrati fenomeni di tes-

Liddo Schiavo reclama il diritto alla segreteria, mentre Carmen Castelluccio riceve limprimatur del partito. Segreteria a due piazze
E

In foto, la riunione del Pd renziano alla parrocchia di Mazzarrona.

si presentano coi bersaniani e domani saranno con Renzi al congresso nazionale. E questa unaltra situazione che dovrebbe quanto meno creare imbarazzo. Schiavo replica anche a chi sostiene che quella andata in scena ieri sera alla parrocchia di Mazzarrona sia solo una buffonata. Qui ci sono studenti, professio-

nisti, lavoratori che hanno trovato il catenaccio al partito - dice -. Questa sede legittimata al voto ed hanno votato quelle persone che si erano iscritte in via Socrate ma qui non le hanno fatto votare. Queste cose sono accadute solo a Siracusa, no a Floridia o a Palazzolo e in altri comuni dove hanno fatto votare anche quelli

che non avevano la tessera del 2012. La nostra unazione provocatoria che servir a chi dovr decidere sui ricorsi che abbiamo presentato per le vessazioni che abbiamo subito. In questa settimana la commissione nazionale e di garanzia decideranno. In quel caso sar propenso ad accettare il responso del congresso.

In foto, la riunione del Pd allhotel Minareto.

Lon. Sofia Amoddio

Risponde alle critiche di Liddo, Cafeo e Gulino

Schiavo, Cafeo: fate esame di coscienza


Tutti i nuovi iscritti che si sono presentati ai circoli per votare, venivano accolti in ordine cronologico di arrivo ed ammessi a votare fino al limite del 25%. Se Gulino o altri, hanno consegnato le tessere a nuovi iscritti al di sopra della percentuale del 25% potranno restituire i soldi. Dove finito l'elenco dei nuovi iscritti? Perch non stato consegnato al comitato provinciale per il congresso? Ci tengo a sottolineare continua lOn. Amoddio che proprio Gulino ha contribuito a questa grande confusione. Qualche mese fa present le sue dimissioni da segretario cittadino, poi un sedicente comitato pro-Gulino, chiese che le ritirasse ed in seguito ad una riunione convocata appositamente gli stato accordato di rimanere, perch si credeva che avrebbe aderito alle regole congressuali. Se vero che sono deputata del PD anche vero che situazione attuale del partito non a me imputabile. Le responsabilit di quanto accaduto non sono mie; meglio che Liddo Schiavo, Giovanni Cafeo e Paolo Gulino, si facciano un esame di coscienza di come hanno gestito il partito,.

la deputata nazionale Sofia Amoddio: Fa bene Paolo Gulino a chiedere scusa a tutti i cittadini recatisi per il congresso Pd alla parrocchia San Corrado Confalonieri, stato lui a convocarli in quella sede pur non essendo di sua competenza tale convocazione. Non deve essere il segretario cittadino Gulino a convocare i circoli per i congressi, sono gli stessi circoli nella loro autonomia a dovere fare le convocazioni. Infatti, il circolo di Akradina- Grottasanta, dove gli organismi sono attivi, ha convocato il congresso di circolo, mentre per i restanti due, non essendosi attivati gli organismi di circolo, si attivato il comitato per il congresso. A Gulino rispondo che non sono io che "blatero regole" che limitano la partecipazione al voto, ma la circolare nazionale che ha sancito che per i nuovi iscritti si ritengono compatibili le tessere che non superano il 25% degli iscritti nel 2012 al fine di evitare fenomeni di inquinamento politico da parte di aderenti ad altri partiti o movimenti.

seramenti gonfiati. Proprio quello che stava accadendo a Siracusa. Siracusa, insomma, come Trapani da questa sera ha due segretari provinciali, espressione di altrettante anime del partito democratico e di uninquietudine che continua a dilaniare il partito che chiedeva a questa fase congressuale lunit dintenti. Ipotesi clamorosamente fallita. Anzi, si profila adesso una guerra dichiarata a colpi di carta bollata. Schiavo ha gi preannunciato di avere fatto ricorso agli organi nazionali del partito per avere ragione

rispetto alla gestione del tesseramento in provincia di Siracusa, nei ventisei circoli in cui si celebrata la fase congressuale. Di contro, laltra anima del partito sostiene di essere nel giusto e di avere fatto rispettare le regole. Si sono celebrati due congressi - ha tuonato Salvatore Raiti della commissione provinciale per iol congresso - Uno reale e laltro viertuale. Si creato il caos perch c chi ha interpretato il regolamento non tenendo conto che in questa fase avrebbero dovuto votare solo i tesserati e non tutti i

cittadini, anticipando una fase che quella dellelezione del segretario nazionale in programma lotto dicembre. Chi ha ragione? E chi ha torto? Saranno gli organi statutari a stabilirlo. Nel frattepo si sono tenute due distinte proclamazioni, una (Castelluccio) allhotel Minareto, laltra (Schiavo) alla parrocchia di San Corrado Confalonieri alla Mazzarrona. Sembra proprio che la convivenzanon possa essere cosa da fare. Una segreteria a due piazze proprio no, dice Nino Consiglio.

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

Lo ha riferito ieri mattina in Corte dAssise il medico legale Francesco Coco

Giancarlo Tringali ucciso con un colpo di pistola alla testa


Limprenditore augustano dormiva quando gli stato teso lagguato nella camera dellalbergo di contrada San Foc a Priolo Gargallo

Illecita concorrenza: arrestate due persone


vrebbero dato vita ad atti di intimidazione e di violenza ai danni delle ditte concorrenti per lerogazione dei servizi cimiteriali. Con laccusa di concorrenza illecita sono finite in manette due persone. Sono stati gli agenti del Commissariato di Lentini hanno dato seguito allesecuzione di unordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Catania, con esecuzione curata dalla Procura della Repubblica della Direzione Distrettuale Antimafia, sottoponendo a misura cautelare degli arresti domiciliari Eleonora Sambasile di 47 anni lentinese e Giuseppe Borrata di 55 anni, residente a Carlentini, dipendente della omonima ditta individuale la Sambasile che esegue opere cimiteriali in muratura. Nella circostanza stato eseguito il sequestro preventivo della societ Bisepo costruzioni. Gli indagati sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, della commissione dei reati di illecita concorrenza ed intestazione fittizia di beni, con laggravante di aver commesso il fatto con metodo mafioso, avvalendosi della forza di intimidazione del clan Nardo di Lentini. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la Sambasile, nellesercizio dellattivit dellomonima ditta individuale prima e della ditta Bisepo poi, entrambe operanti nel settore dei servizi cimiteriali, in concorso con il Borrata, operaio

Il provvedimento notificato ad unimprenditrice e al suo collaboratore

CRONACA

Detenevano hascisc: scarcerati


l Gip del tribunale Vincenzo Panebianco ha disposto la convalida degli arresti nei cofnronti di Sebastiano Romano, 22enne di Pachino, e Nicola Lorefice, 19enne di Pachino, arrestati dai carabinieri perch trovati in possesso di hascisc. I due hanno ottenuto la meno afflittiva misura dellobbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I due giovani, fermati per un controllo alla circolazione stradale, sono stati trovati in possesso rispettivamente di 100 grammi e di 50 grammi circa di sostanza stupefacente tipo hascisc, che nascondevano nelle scarpe. Gli arrestati sono stati tradotti presso il carcere di Siracusa su disposizione della Procura della Repubblica di Siracusa in attesa di comparire dinanzi al Gip del tribunale per essere sottoposti a udienza di convalida e ad interrogatorio di garanzia.

stato ucciso con un singolo colpo di pistola da distanza ravvicinata Giancarlo Tringali, limprenditore augustano, trovato morto in una stanza di albergo alla periferia di San Foc a Priolo Gargallo nel marzo dello scorso anno. Questo emerge dalla testimonianza resa dal medico legale Francesco Coco, che ha eseguito lautopsia sul cadavere della vittima. Il consulente della Procura della Repubblica di Siracusa, escusso ieri mattina in Corte dAssise al processo a carico del presunto autore dellomicidio, limprenditore ed ex socio di Tringali, Francesco Giarracca, ha riferito di avere riscontrato un foro dingresso del proiettile di una pistola allaltezza occipitale della testa, appena sopra lorecchio sinistro. Logiva rimasta ritenuta nella tempia ed stata letale. Il medico legale ha riferito che il Tringali stesse presumibilmente dormendo quando il killer ha aperto la camera dellalbergo per esplodere il colpo fatale. Secondo il dottore Coco, la morte risalirebbe a due giorni e mezzo prima della scoperta del cadavere. Nel corso delludienza di ieri stato escusso un poliziotto di quartiere, il quale ha rilevato la presenza sospetta di una Bmw X5 nel settore parcheggio per taxi della stazione ferroviaria centrale di Siracusa, appartenuta alla vittima e trasportata sul posto, come ipotizzato dagli inquirenti, dallo stesso Giarracca con laiuto di qualcuno. Si sottoposto alle domande del pubblico ministero Antonio Nicastro, anche lispettore capo della Polizia di Stato Giunta, in servizio presso il commissariato di pubblica sicurezza di Priolo. Il verbalizzante ha riferito in aula di essere stato molto amico del Giarracca, che avrebbe frequentato durante i sedici anni di suo servizio a Priolo, condividendo la passione per il tennis. Lispettore ha anche riferito rispetto a delle confidenze che gli aveva fatto il Giarracca sul conto del Tringali, suo ex socio daffari. Quelluomo mi sta rovinando la vita - avrebbe detto limputato - Qualche giorno prendo una pistola e gli sparo in testa.

La titolare di unimpresa che svolge lavori di muratura al cimitero di Lentini, faceva pressioni sulle aziende concorrenti

In foto, la vittima, Giancarlo Tringali. Lispettore ha poi detto di avere ricevuto degli sms da parte del Giarracca durante la fase delle indagini. Chiedeva notizie sullo stato di avanzamento delle indagini sullomicidio Tringali. E lui avrebbe riferito tutto al dirigente con il quale avrebbe concordato la strategia da seguire per tentare di poterne sapere di pi sulla posizione dellimprenditore. Il processo stato aggiornato alludienza del 21 novembre prossimo, quando saranno escussi in aula altri testi citati dal rappresentante della pubblica accusa. In ala anche in questa circostanza la moglie ed il fratello della vittima che si sono costituiti parte civile. F.N.

In foto, Giuseppe Borrata e Eleonora Sambasile.

attivo allinterno del Cimitero, avrebbero consumato, in date diverse, atti di concorrenza con violenza e minaccia nei confronti di altre dit-

te, fra cui il Consorzio che nellaprile 2010 si era aggiudicato la gara indetta dal Comune di Lentini per lespletamento dei servizi cimiteriali.

Le indagini hanno permesso di accertare che la donna, per eludere gli effetti della misura di prevenzione patrimoniale di sequestro gi emesso

a carico della omonima ditta cimiteriale, trasferiva risorse e competenze alla Bisepo, formalmente riconducile ad altri. R.L.

Aggredisce il fratello disabile 54enne arrestato dai carabinieri


Una
convivenza difficile tra fratelli, sfociata in unaggressione ai danni di quello pi debole che ha avuto leffetto di provocare una ferita alla testa al malcapitato e di arrestare il presunto aggressore. La triste vicenda si consumata in unabitazione di Siracusa dove una pattuglia dei Carabinieri del Radiomobile del Comando Compagnia di Siracusa dovuta intervenire nella tarda serata di ieri. Era stata segnalata ai militari dellArma la presenza di due persone che litigavano. Al loro arrivo, i carabinieri hanno tratto in arresto Pietro DAngelo 54enne siracusano, al quale vengono contestati i reati di lesioni personali e maltrattamenti nei confronti del fratello disabile ma anche resistenza a pubblico ufficiale. La vicenda prende spunto dai presunti continui maltrattamenti subiti dal fratello pi debole che da tempo convive nella stessa abitazione con il fratello adesso indagato. Questultimo nonostante la presenza dei militari, intervenuti nella propria abitazione, si scagliato contro il fratello, incapace di difendersi, provocandogli una

CRONACA

lieve ferita alla testa, considerata successivamente guaribile dai medici del pronto soccorso dellospedale Umberto primo di Siracusa in 10 giorni. In questa circostanza, lintervento dei militari ha impedito che la situazione degenerasse ulteriormente. Il Di Pietro, dopo le formalit di rito, stato condotto presso la casa circondariale di Cavadonna in attesa di comparire dinanzi al Gip del tribunale di Siracusa per ludienza di convalida degli arresti.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Celava in casa 10 chili di hascisc Siracusano patteggia la pena


a patteggiato la pena a 4 anni e 8 mesi di reclusione il siracusano Piero Monaco, arrestato il 14 aprile scorso perch trovato in possesso di un carico di ben dieci chilogrammi di hascisc, scoperto dagli investigatori della squadra mobile che hanno eseguito una perquisizione presso la sua abitazione. La condanna stata applicata dal Gup del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco, che ha accolto la richiesta concordata tra il pm Marco Bisogni ed il legale difensore dell'imputato, avvocato Junio Celesti. Gli investigatori hanno sospetta-

Era stato acciuffato dai poliziotti della squadra mobiloe della Questura di Siracusa

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

vita di Quartiere

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

Molteplici le attivit che la realt associativa fondata dal giornalista Salvatore Cimino si appresta a varate gi dal corso dei prossimi mesi a venire
tarie per lassistenza domiciliare ad alunni non vedenti, ad insegnanti di sostegno ed a quanti altri volessero parteciparvi; Il I convegno sul tema Infortuni sul lavoro e disabilit : valutazione dei rischi e prevenzione. Il II convegno sul tema : lintegrazione scolastica - bisogni educativi speciali - limportanza della metodologia e dei linguaggi metacognitivi. Deposizione, in occasione della festivit di Santa Lucia, di un omaggio floreale ai piedi del simulacro della Santa, Patrona di Siracusa e protettrice dei non vedenti. La VI serata musicale denominata Voci e Musica per la Disabilit con la partecipazione di cantanti di musica lirica e leggera, pianisti e musicisti di chiara fama presso il Salone Musicart di Contrada Spalla - Melilli. Organizzazione della Sesta settimana della comunicazione sulla disabilita che verr aperta da una Cerimonia Solenne delle Premiazioni che si svolger presso il Salone Borsellino di Palazzo Vermexio sede del Comune di Siracusa per la consegna dei premi e degli attestati agli studenti vincitori delle varie sezioni del 6concorso grafico e letterario sui temi della disabilita (di cui abbiamo parlato allinizio del nostro progetto) selezionati da una speciale Giuria presieduta dal Dirigente dellUfficio Scolastico Territoriale e dal Presidente dell Associazione Volontari per i Diritti dei Disabili, da Dirigenti Scolastici, Docenti, Giornalisti e rappresentanti di alcune Associazioni dei Disabili. La Mini - Paraolimpiade dellAssociazione Volontari per i Diritti dei Disabili riservata agli studenti disabili delle varie scuole di Siracusa e Provincia. Il 6 Corteo di sensibilizzazione contro le barriere architettoniche uditive e mentali che attraverser le principali vie cittadine, con apposizione di speciali volantini (Multe virtuali) sui parabrezza di auto lasciate in sosta senza averne diritto, nei posteggi riservati ai disabili o davanti agli scivoli per lattraversamento dei disabili in carrozzina. Incontro con le Istituzioni per richiamare la loro attenzione sui problemi dei disabili. Rinnovo della richiesta al Sindaco per la creazione di una Casa Famiglia, per accogliere i Disabili privi di Assistenza Familiare e per la quale sono gi state raccolte centinaia di firme dai Volontari dell Associazione Volontari per i Diritti dei Disabili. Conferenza di incontri nelle Scuole per evidenziare il rapporto che deve esistere fra i ragazzi normodotati ed i compagni o le altre persone disabili. Il Progetto annuale si conclude con la celebrazione della 6 giornata dell Associazione Volontari per i Diritti dei Disabili: una Rosa per tutti durante la quale i gazebo dell Associazione verranno dislocati in vari punti nevralgici della Citt e presso i quali le nostre Volontarie, oltre a continuare a raccogliere le firme per la Casa Famiglia della quale abbiamo gi parlato, presenteranno ai Cittadini le finalit dell Associazione Volontari per i Diritti dei Disabili offrendo loro degli opuscoli illustrativi sullAssociazione Volontari per i Diritti dei Disabili e delle Rose in ceramica.

Luomo, che ha rimediato la condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione, nascondeva lingente quantitativo di droga a casa della madre

In foto, Piero Monaco e lo stupefacente sequestrato.

to che il Monaco, gi coinvolto nelloperazione antidroga denominata Itaca, scattata il 24 luglio dello scorso anno, potesse

in qualche modo essere coinvolto nuovamente in un traffico di sostanze stupefacenti. Sono scattate diverse perquisi-

PACHINO

Morte di Stefano Biondo: i parenti si costituiscono parte civile


C stata la costituzione di parte civbile da parte dei familiari di Stefano Biondo, il giovane con problemi psichici, morto in circostanze ancora poco chiare subito dopo il suo ricovero presso la comunit alloggio di Via delle Madonie al Villaggio Epipoli a Siracusa 25 gennaio 2010. Iri mattina, udienza preliminare dinanzi al Gip del tribunale di Siracusa, Patricia Di Marco. Imputato linfermiere Giuseppe Alicata, accusato di non avere saputo praticare il corretto intervento per affrontare la crisi subita dal giovane. Tutti i familiari della vittima si sono coastituiti parte civile. Questo lunico atto espletato nelludienza di ieri mattina prima di rinviare ludienza al febbraio del prossimo anno per entrare nel vivo del processo con la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procyra della Repubblica di Siracusa a carico dellinfermiere, ritenuto lunico responsabile della morte di Stefano Biondo per la quale i congiunti chiedono che venga fatta giustizia.

In foto, Stefano Biondo

zioni domiciliari ed andata a buon fine quella realizzata dagli investigatori presso la casa della madre del Monaco (che era del tutto alloscuro della presenza del consistente carico di hascisc), sita nel popoloso rione di Mazzarrona dove i poliziotti hanno rinvenuto lo zaino contenente numerosi panetti di hascisc per un carico complessivo di 10 chilogrammi, opportunamente sequestrato. Per gli investigatori potrebbe trattarsi di sostanza stupefacente che farebbe capo ad una delle cosche malavitose che operano nel capoluogo. Del resto, loperazione Itaca, che aveva visto finire agli arresti venti persone lo scorso anno, aveva smascherato un asse preferenziale tra la Calabria e Siracusa. La droga sarebbe stata destinata al clan BottaroAttanasio. Infatti, a coordinare quellinchiesta era stata la direzione distrettuale antimafia di Catania. Che esistessero collegamenti con la Calabria lo accerta anche il fatto che una parte delle indagini sullomicidio di un corriere della droga, avvenuto in quel periodo nella Locride, si stavano affettuando proprio nel nostro territorio vista la contiguit della vittima con lambiente dedito al traffico di stupefacenti. R.L.

Prosegue

Citt: AVDD in favore delle diversabilit


tanto il Consiglio direttivo dellAssociazione Volontari per i Diritti dei Disabili composto dal Presidente, dalla Dr.ssa Carmela Fronte Vice Presidente e dai Consiglieri: Dott.ssa Carmela Pace, Prof. ssa Paola Simonetti, dalla Prof.ssa Oriana Carstia, e prof.ssa Marina Ligama, ha approvato il seguente progetto da realizzare nel corso nei prossimi mesi. La comunicazione sulla disabilit ed i volontari dellAssociazione Volontari per i Diritti dei Disabili a tutela dei diritti dei disabili . Il progetto che verr realizzato con lalto patrocinio del Comune e della Provincia Regionale di Siracusa, delle Associazioni di Disabili: Ens, Anmic, Anmil, Unms, Anvcg, Ivdasa, del Rotaract Palermo Ovest, del Comitato Provinciale dell Unicef di Siracusa e con la collaborazione delle Redazioni di Siracusa dei Quotidiani, dei Settimanali e delle Emittenti Televisive, comprende quanto elencato di seguito. Il 6 concorso grafico e letterario sulla comunicazione sulla disabilita riservato agli studenti di tutte le Scuole di ogni ordine e grado di Siracusa e Provincia, gi bandito con lalto patrocinio degli Uffici Scolastici Regionale e Provinciale. Lorganizzazione di un Corso di Braille, il sistema di lettura e scrittura adatto a soggetti non vedenti tenuto da una valente Insegnante specializzata e riservato alle volon-

con intensit lattivita dellAssociazione Volontari per i Diritti dei Disabili. Varato infatti il nuovo progetto di importanti iniziative per il 2014. Con una ampia serie di brillanti iniziative prosegue lattivit dellAssociazione Volontari per i Diritti dei Disabili (Onlus), fondata e presieduta dal giornalista Salvatore Cimino, lAssociazione siracusana, per la sua elevata valenza sociale ed educativa, stata gi iscritta nel Registro Generale delle Organizzazioni di Volontariato della Regione Sicilia al n 1442 Sez. A - Solidariet Sociale, come previsto dallarticolo 6 della Legge Regionale 07 giugno 1994 n 22. Nei giorni scorsi, in-

a disabilit la condizione personale di chi, in seguito ad una o pi menomazioni, ha una ridotta capacit d'interazione con l'ambiente sociale rispetto a ci che considerata la norma, pertanto meno autonomo nello svolgere le attivit quotidiane e spesso in condizioni di svantaggio nel partecipare alla vita sociale. Il mondo della disabilit negli ultimi quarant'anni ha vissuto profonde trasformazioni e, a partire dagli anni '70, ha preso corpo un'azione di rinnovamento dei servizi e degli interventi a favore del disabile. Questa fase di mutamenti coincide con l'inizio di un progressivo decentramento delle competenze, che dallo Stato sono passate alle Regioni. Tanto che il cosiddetto processo d'inserimento dei portatori di handicap, oggetto delle politiche sociali di quegli anni andato via via affinandosi, sino a diventare, oggi, un processo d'integrazione. Inoltre, tra i due termini inclusione sociale ed integrazione sociale va fatta un'importante distinzione: linclusione sociale pu essere definita come la situazione in cui in riferimento ad una serie di aspetti multidimensionali, che permettono agli individui di vivere secondo i propri valori, le proprie scelte, di migliorare le proprie condizioni e rendono le disparit tra le persone e i gruppi socialmente accettabili. Con il termine integrazione sociale, si intende, invece, qualcosa di pi profondo.

Una condizione personale di ridotta possibilit dinterazione nel sociale

10

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

A chiederselo la presidente dellAssociazione NOI dott.ssa Valentina Maci

stessa presidente dellassociazione Noi, la dottoressa Valentina Maci Valentina Maci, riceviamo e pubblichiamo quanto segue. Si diffonde in Italia il Codice Rosa. Un codice di pronto soccorso per intenderci, un percorso di accoglienza per chi subisce violenza. Fin qui tutto ok, anzi perfetto. Peccato che in alcune regioni italiane, leggendo la carta che regolamenta i percorsi di codice rosa si legge spesso: non solo donne ma anche anziani, disabili, omosessuali e immigrati. Anche in provincia di Ragusa lAsp ha iniziato a parlare di Codice rosa, sembrerebbe gi pronto. Notizie stampa hanno diffuso la ventilata possibili-

Dalla

Cosa centrano gli immigrati con il codice rosa al pronto soccorso?

Neapolis: Il doveroso ricordo per Christiane Reimann

Citt: Un gran successo di pubblico


7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

11

Un successo di pub-

Un urlo che vuol far sentire in un luogo del tutto disabitato che chi esiste anche colui che sa
con laccompagnamento musicale di Giulio Mirto, le tele di scena del maestro Tommaso Lillo, il movimento coreografico di Elina Bottaro e la partecipazione di Marco Scuotto. Il regista De Angelis ha creato latmosfera giusta, proiettando il pubblico allinterno del pensiero pasoliniano, della politica italiana e internazionale degli anni 60-70. Lo spettacolo era strutturato con video proiezioni di vecchie interviste rilasciate da Pasolini alla tv e ai giornali, molto taglienti nei confronti del potere politico, ecclesiastico e capitalistico e la lettura dei testi, armoniosa e poetica, recitata dagli attori. Una serata ben riuscita, che ha lasciato la discussione aperta su tematiche ancora attuali, che il profetico Pasolini ci aveva gi annunciato 40 anni fa. A fine spettacolo il pubblico ha potuto assaporare prodotti tipici della nostra terra, accompagnati da una degustazione organizzata dallOnav con i vini della cantina Gulino. Lorganiz-

Per lo spettacolo sul personaggio Pier Paolo Pasolini per la regia di Agostino De Angelis

In foto, la presidente di NOI dottoressa Valentina Maci. t che anche Ragusa possa dotarsi di codice che mischi persone vittime di violenza e immigrati, anziani e donne stuprate, omosessuali e immigrati. La speranza che siano solo voci di corridoio e che almeno la Sicilia, e la nostra provincia di Ragusa riesca a partorire qualcosa di diverso, di utile ed utilizzabile, un percorso funzionale ed efficiente per chi vittima di violenza, donne, bambini, persone, indipendentemente dal sesso, dalla razza come maldestramente la definiamo, dal colore della pelle, dallet. Lassociazione NoiNational Organized Integration chiede apertamente che prima di attualizzare questi percorsi si

parli non di obiettivi ma di persone, non di problematiche ma di attenzione al singolo. Non pu esistere nessuna stanza dove si mischino pazienti cos diversi, n personale cos diverso. Un immigrato che si spezza un piede non sar mai uguale ad un bambino vittima di violenza, cos come un anziano con la pressione alta non sar mai uguale ad una donna picchiata o violentata. Altre regioni italiane non lhanno capito, meno male che si chiama Codice Rosa! Ma noi ci distingueremo di certo grazie alle professionalit dellAsp, a chi si spende ogni giorno nei pronto soccorso e a tutti coloro che nel supporto a chi vittima di violenza ci credono davvero. Una donna violentata una donna violentata, non importa se immigrata, anziana o disabile. Il punto questo. La Noi applaude al Codice Rosa. Ben venga, la provincia iblea ne ha bisogno. Cos si esprime la presidente dellassociazione Noi, la dottoressa Valentina Maci, sul tema della gestione del Codice Rosa presso le unit operative d'urgenza dei nosocomi italiani.

l doveroso ricordo di chi ha amato tanto la nostra citt da donarle ci che aveva di pi caro. Infatti in occasione della giornata dei defunti, anche la sezione di Italia Nostra, con una sua rappresentanza, ha voluto rendere omaggio alla memoria della signorina Christiane Reimann portando dei fiori al monumento a lei dedicato la cui realizzazione, su progetto della prof. Pina Cannizzo, si deve allinteressamento dellAssociazione che non ritenne dignitosa la sistemazione assegnatale precedentemente. Italia Nostra considera molto importante ricordare loperato di questa donna che Siracusa ha avuto il privilegio di ospitare e dalla quale la citt stata ampiamente gratificata dalle cospicue donazioni che devono essere tutelate e valorizzate secondo i dettami dalle sue volont testamentarie. Latto ideale di nascita di Italia Nostra sta nel cuore barocco di Roma, tra il Tevere e Trinit dei Monti, in quel tessuto stratificato e denso di storia che nel 1951 doveva essere cancellato dallattuazione dellennesimo sventramento concepito nel ventennio tra le due guerre tra piazza di Spagna e piazza Augusto Imperatore. Contro quel progetto uomini di lettere, artisti, storici, critici darte, urbanisti si cercarono e si unirono a difesa del nostro patrimonio artistico e delle nostre bellezze naturali sempre pi minacciate. Il 29 ottobre 1955 Umberto Zanotti Bianco, Pietro Paolo Trompeo, Giorgio Bassani, Desideria Pasolini dallOnda, Elena Croce, Luigi Magnani e Hubert Howard siglarono latto costitutivo di Italia Nostra. Da oltre cinque decenni le attivit di volontariato culturale organizzate da Italia Nostra hanno contribuito a diffondere nel Paese la cultura della conservazione del paesaggio urbano e rurale, dei monumenti, del carattere ambientale delle citt. I beni culturali, levoluzione naturale e storica, i centri storici, la pianificazione urbanistica e territoriale, i parchi nazionali, lambiente, la questione energetica, il modello di sviluppo del Paese, la viabilit e i trasporti, lagricoltura, il mare, le coste, le isole, i musei, le biblioteche, gli archivi storici: questi sono alcuni dei capitoli pi importanti dellattivit capillare di Italia Nostra, spesso sostenuta da una ricerca approfondita e documentata da una vasta pubblicistica che oggi costituisce patrimonio unico e insostituibile a disposizione del Paese. Italia Nostra, insieme alle altre associazioni culturali e di protezione ambientale, ha promosso anche unintensa attivit di suggerimento legislativo, come stimolo per la redazione di nuove norme sul patrimonio storico e ambientale italiano. Per questa via sono giunti a maturazione gli alleggerimenti fiscali per la manutenzione e le donazioni allo Stato di raccolte, opere darte, archivi e lacquisizione pubblica di numerosi edifici storico-artistici.

blico per lo spettacolo su Pier Paolo Pasolini per la regia di Agostino De Angelis. Ma nei rifiuti del mondo, nasce un nuovo mondo: nascono leggi nuove dove non c pi legge; nasce un nuovo onore dove onore il disonore; Solo lamare, solo il conoscere conta, non laver amato, non laver conosciuto...; E un urlo che vuol far sapere, in questo luogo disabitato che Io Esisto oppure, che non soltanto esisto, Ma Che So. Tematiche forti queste, che hanno riecheggiato in occasione dello spettacolo teatrale multimediale Per Non Dimenticare Pierpaolo Pasolini, tra le pareti della Scuola Vincent Van Gogh di Siracusa, formando un elastico temporale dove 40 anni di storia si sono fusi in unora, dove le parole di Pasolini hanno dipinto la nostra societ moderna. La voce dellattore Agostino De Angelis, nonch regista dello spettacolo, insieme alla brava attrice Deborah Lentini, hanno saputo

ancora una volta dar colore alle parole a

volte taglienti a volte innocenti di Pasolini,

zazione stata a cura dell associazione culturale Extramoenia di Siracusa. Nella notte tra il 1 novembre e il 2 novembre 1975 Pasolini venne ucciso in maniera brutale: percosso e travolto dalla sua stessa auto sulla spiaggia dell'idroscalo di Ostia, localit del Comune di Roma. Il cadavere massacrato venne ritrovato da una donna alle 6 e 30 circa. Sar l'amico Ninetto Davoli a riconoscerlo. L'omicidio fu attribuito a un "ragazzo di vita", Pino Pelosi di Guidonia, di diciassette anni, che si dichiar colpevole. La tragedia sarebbe scaturita per delle pretese sessuali di Pasolini alle quali Pelosi era riluttante, sfociando in un alterco che sarebbe degenerato fuori dalla vettura. Lo scrittore avrebbe quindi minacciato Pelosi con un bastone del quale il giovane si sarebbe poi impadronito per percuotere Pasolini. La versione del Pelosi fu riportata dal telegiornale nazionale Rai la sera stessa del 2 novembre.

Al di la degli aspetti esteriori legati al versante pi strettamente formale di ogni cerimonia

a giornata del 4 Novembre, con la quale ricordiamo lUnit Nazionale e la Festa delle Forze Armate, ma anche il sacrificio dei tanti civili che hanno permesso e garantito libert e democrazia al nostro Paese, deve indurci ad una profonda riflessione su quelli che sono i concetti di unit e di solidariet. Di cosa voglia dire fare una scelta di servizio per il proprio Paese e per i propri con-cittadini, e nello stesso tempo dare valore a principi come la tolleranza, fratellanza ed integrazione. E in questa giornata il nostro pensiero deve andare ai tanti che fuggono dalle guerre, dalla povert e dallintolleranza per una speranza nuova. Ai tanti che purtroppo hanno trovato la morte per rag-giungere la nostra isola. Mai pi morti nel Mediterraneo e in nessun altro

E necessaria un profonda riflessione


Mare. Il nostro pensiero va agli uomini e alle donne delle nostre Forze Armate, dei Carabinieri, delle Forze di Polizia, dellAssociazionismo, che oggi giorno garantiscono assistenza a questi nostri fratelli, e a tutti gli uomini e le donne in divisa che sparsi nel mondo, dove ci sono conflitti o ci sono tensioni sociali, lavorano per riportare la pace e la distensione. Il nostro pensiero e la nostra riflessione anche per i nostri giovani a quali una classe politica irresponsabile, e la crisi che attraversa il Paese, hanno rubato i sogni. Noi con le nostre scelte, con la nostra determinazione dobbiamo fare in modo che i nostri giovani riprendano a sognare e a disegnare il loro futuro. Dobbiamo fare in modo che la tolleranza e lintegrazione, cos come la pace, diventino il percorso stabile del nostro cammino e di quello della classe dirigente del nostro Paese. Per questo migliaia di italiani negli anni hanno dato la loro vita. Tutti insieme, uniti, dobbiamo ridare speranza al futuro e soprattutto a quello delle giovani generazioni. Questo, il forte significato del 4 Novembre oggi. Cos il sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, parlando davanti al Monumento ai Caduti allinterno della Villa Comunale, in occasione della cerimonia celebrativa del 4 Novembre, dove ha deposto una corona di fiori. Con il primo cittadino, subito dopo la Santa Messa celebrata in Chiesa Madre da don Sebastiano Ferla

e da don Maurizio Casella, in corteo, con in testa la Banda Musicale Citt di Canicattini Bagni, hanno raggiunto la Villa per la cerimonia della deposizione della corona di fiori, anche i due parroci della citt, il presidente del Consiglio comunale, Antonino Zocco, gli Assessori e i Consiglieri comunali, il comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Casella, il comandante della Stazione dei Carabinieri, maresciallo Sebastiano Pappalardo, lAssociazione Carabinieri in Congedo presieduta dal maresciallo luogotenente Francesco Cianci, le Associazioni dArmi, Reduci e Combattenti, il Centro Anziani con il suo presidente Emanuele Tringali, la Protezione Civile, i bambini delle Scuole Elementari con i loro insegnanti e tanti cittadini.

12

Attivit a Palazzo San Domenico sul Cibo degli dei

Cioccolata e Carabinieri uniti nellElogio del bruno nettare


7 NOVEMBRE 2013, GIOVED

La cultura si alimenta di conoscenza, afferma Rosalba Panvini, soprintendente ai BB.CC.AA. di Ragusa e il cioccolato uno strumento formidabile per alimentarla visto che il risultati di storia, tradizione, tecnica artigianale. Un valore che va al di l del significato del prodotto
tradizione nelle aree in cui questi operano nel quotidiano. E lazione che si fa solidariet e genera sicurezza. Il lavoro meritorio dellArma dei Carabinieri, secondo lassessore alla Cultura Orazio Di Giacomo, scrive, in citt, un doppio appuntamento: nellalluvione del 26 settembre del 1902 fu il tenente Giuseppe Montanari a strappare a sicura morte persone colte improvvisamente dalla furia delle acque; il 30 settembre del 2013 il maresciallo Carmelo Floriddia, salva, da sicuro annegamento, numerosi migranti nella tragedia di Sampieri dove morirono tredici eritrei in cerca di lavoro e di libert. Agli immortali, cos definiti quelli che hanno sacrificato la loro vita per gli altri, fa riferimento il col. Salvatore Gagliano. Dai trecento delle Termopili, guidati dallo spartano Leonida, agli eroi del Ground Zero. Uomini di ogni corpo o divisa che sapevano di morire per salvare altre vite, donando la loro andando incontro al pericolo. E questa la forza che alimenta lattivit delle forze dellordine. Con uno spirito comune agiscono Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, ogni giorno nei loro campi di azione. Se il Prefetto di Ragusa promuove il cioccolato di Modica rilevando lopera meritoria del Consorzio di tutela e degli artigiani che vi operano, il direttore del CTCM, Nino Scivoletto ha puntato sul prossimo riconoscimento IGP del cioccolato di Modica ( ha annunciato la pubblicazione, da parte del Ministero alle politiche agricole, del do-

7 NOVEMBRE 2013, GIOVED

13

Lelogio del bruno nettare, ovvero il titolo di un articolo pubblicato sul numero di ottobre del periodico dellArma dei Carabinieri, Il Carabiniere, a firma del gen. Umberto Pinotti ( legato a Modica per motivi affettivi) ha dato lo spunto, ieri sera, per unampia riflessione sul cioccolato di Modica e sullattivit dei Carabinieri nel nostro territorio. Nella sala consiliare P. Garofalo di Palazzo San Domenico, organizzata dal comune assessorato alla Cultura - e dal Consorzio di tutela del cioccolato artigianale di Modica e patrocinato dal comando provinciale di Carabinieri di Ragusa, si sono tenuti gli interventi programmati che hanno registrato, oltre la presenza del sindaco, Ignazio Abbate, quelle del Prefetto di Ragusa,

Annunziato Vard, del Questore di Ragusa, Giuseppe Gammino, del comandante provinciale dei Carabinieri, Salvatore Gagliano, del

comandante provinciale della Guardia di Finanza, Alessandro Cavalli, del commissario straordinario della provincia regionale di Ragusa,

Giovanni Scarso. Assente, per motivi legati al suo ufficio, lautore dellarticolo. Presente la moglie, la signora Marcella Cicciarella in

Finalmente il Consorzio potr presentare il Dossier per il riconoscimento del Cioccolato di Modica quale prodotto a marchio IGP. In data 25 ottobre stato, infatti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dellAgricoltura che recepisce la normativa europea tanto attesa dal Consorzio che negli ultimi anni ha condotto una battaglia, unitamente alla CCIAA e alla Cna, per linserimento fra i prodotti ammissibili a tutela il cioccolato. Il Consorzio ringrazia quanti si sono battuti per questo ultimo adempimento a cominciare dal Sindaco di Modica che appena insediatosi, lo scorso 9 luglio, resosi conto del problema, ha richiesto allAssessore Regionale Cartabellotta, per il tramite dellOn. Ragusa, di incontrare i vertici del Consorzio per esercitare, nei confronti del Ministro dellAgricoltura,

Decreto del Ministro della Agricoltura recante disposizioni per lattuazione del Regolamento Ue nr.1151/2012 sui regimi di Qualit dei prodotti Dop, Igp e Stg

la dovuta pressione. Altro ringraziamento doveroso al Commissario della CCIAA On. Sebastiano Gurrieri che ha impegnato lEnte Camerale ad assicurare una qualificata assistenza tecnica, al Consorzio, mediante la stipulazione di una convenzione con la DINTEC, societ del sistema Unioncamere. Per il tramite della Dintec sar possibile formulare, nel rispetto del nuovo decreto attuativo, il Dossier per lIGP avviando al pi presto liter per il meritato riconoscimento. Il Consorzio rinnova la gratitudine allOn. Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, cui riconosciuto il merito di avere trasferito nelle istituzioni europee e nelle norme regolamentari il bisogno di tutela per un prodotto che sempre pi connota il territorio di Modica.

Pinotti, modicana di nascita. Larticolo, uno straordinario viaggio che innerva le origini della cioccolata, dal sud America alla Spagna e sino al cioccolato di Modica, con la storia della Citt, dei suoi monumenti e dei suoi personaggi: ciucculattari e gli arnesi del mestiere, caff e dolcerie, plebe e aristocrazia che consumano cioccolato, gli uni per sostentamento e gli altri per pura delizia del palato. E lo spaccato di una societ del XVIII secolo che mette in atto le sue trasformazioni generando tradizioni e nuovi mestieri. In questa direzione si affianca la meritoria attivit dei Carabinieri e il loro impegno, non solo militare e civile, ma soprattutto di condivisione per i valori della

cumento attuativo del regolamento comunitario che d il via alla pubblicazione del dossier che contiene il disciplinare di produzione), narrando tutta la fase preparatoria in termini di ricerca utile a dare fondamento al legame storico documentale tra la cioccolata e il territorio. Lobiet-

tivo quello di avere un prodotto uniforme, elaborato secondo le regole di un disciplinare a cui si devono attenere i produttori che operano esclusivamente nel territorio di Modica in modo da offrire una medesima qualit. Il cioccolato il territorio ammette la prof.

essa Grazia Dormiente. Esso il frutto di un viaggio straordinario che attraversa secoli e popolazioni. Con la tavoletta ispanica si recuperano le identit storiche, sociali ed economiche di Modica. C una citt disperata, c a volte una citt triste ma c anche una citt dolce. Questo il frutto del lavoro encomiabile degli artigiani, di ogni tempo, ai quali fanno riscontro le loro botteghe e i lori attrezzi per lavorare la cioccolata. Nel Museo delle Arti e Tradizioni popolari S.A. Guastella di Via Merc c il simbolo pi autentico del recupero e del riparo di questa memoria: la bottega del dolciere ricostruita a regola darte che richiama continuamente la perizia di un antico mestiere che segn unepoca nella citt. La cultura si alimenta di conoscenza, afferma Rosalba Panvini, soprintendente ai BB.CC. AA. di Ragusa e il cioccolato uno strumento formidabile per alimentarla visto che il risultati di storia, tradizione, tecnica artigianale. Un valore che va al di l del significato del prodotto. Al termine dellincontro il sindaco fa dono al Prefetto di Ragusa, alla signora Pinotti, che ri-

cever, dopo, dal primo cittadino un omaggio floreale, e al maresciallo Carmelo Floriddia di alcune tavolette, offerte dal CTCM, di cioccolato con un incarto che riproduce la copertina del mensile Il Carabiniere e Lelogio del bruno nettare. La serata si chiude con la consegna di una targa, da parte del sindaco e dellamministrazione, al maresciallo Carmelo Floriddia come segno di riconoscimento al valore civile per lazione compiuta il 30 settembre scorso nella spiaggia di Sampieri. Una serata straordinaria, commenta il sindaco Abbate, che ha esaltato, in modo sobrio ed altamente educativo, una delle specificit del nostro territorio e nel contempo ha confermato lunione di due istituzioni che operano con interessi comuni: la crescita socio economica e la sicurezza della collettivit. Questo appuntamento evidenzia il lavoro di tanti artigiani dolcieri che con le loro produzioni aiutano a veicolare il nome della Citt nel mondo. Choco Modica alle porte e dar ulteriore occasione per rafforzare questo legame tra Modica e il suo cioccolato.

Conformemente a quando si va profilando sulla scena regionale e nazionale ma nel rispetto dei profili propri della cittadina porta degli Iblei.

14

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

Canicattini: Le identit del luogo gi in movimento


Si svolto nella Sala Riunioni del Gal Val dAnapo di Canicattini Bagni, cos come annunciato, il Congresso del Circolo del Partito Democratico di Canicattini. Alla fine delle procedure congressuali che hanno visto coinvolti 74 degli 86 iscritti al Circolo, Oliviero Guzzardo, 25 anni, laureando in Architettura, stato eletto con 47 voti segretario del Circolo di Canicattini Bagni. Mentre la candidata alla segreteria provinciale Carmen Castelluccio ha prevalso sul candidato Liddo Schiavo con 45 voti contro 29. Il Congresso presieduto da Paolo Gallo alla presenza del garante provinciale Jose Sudano, ha visto solo una lista ammessa per la Segreteria ed il Coordinamento di Circolo, quella guidata da Oliviero Guzzardo, che proponeva, cos come approvato dal Congresso, un Coordinamento-Direttivo di 15 componenti. Stessa cosa per quanto riguarda i rappresentanti allAssemblea Provinciale, per cui lunica lista ammessa stata quella collegata alla candidata segretaria provinciale Carmen Castelluccio. Non sono state ammesse, dal garante per il Congresso, le liste, sia per la Segreteria di Circolo che per quanto riguarda i rappresentanti allAssemblea Provinciale, presentate dal gruppo Innovazione, in quanto non supportate dal

numero minino di sottoscrizioni in base agli iscritti del 2012. Sono stati eletti nel Coordinamento di Circolo, oltre al segretario Oliviero Guzzardo: Cugno Angela, Gallo Paolo, Scaglione Sebastiano, Cassarino Francesca, Montineri

Salvatore, Cultrera Mariangela, Di Mauro Giuseppe, Ficara Asia, Amato Emanuela Elita, La Rosa Gianni, Frasca Giovanna, Cugno Salvatore, Petrolito Sandro, La Rosa Veronica. Mentre sono stati eletti allAssemblea Provinciale, in base alle percentuali assegnate al Circolo: Scaglione Sebastiano; Cugno Angela; Guzzardo Gaetano. Il Partito Democratico (in acronimo Pd) il partito politico italiano di centrosinistra fondato il 14 ottobre 2007. Secondo il Manifesto dei Valori, approvato dal partito il 16 febbraio 2008, il Partito Democratico intende contribuire a costruire e consolidare, in Europa e nel mondo, un ampio campo riformista, europeista e di centro-sinistra, operando in un rapporto organico con le principali forze socialiste, democratiche e progressiste e promuovendone l'azione comune. Il Partito Democratico il maggior partito italiano per numero di voti (dato riferito alle Politiche 2013) e prima forza politica del centro-sinistra. Il 29 luglio 2009, al termine della fase di tesseramento in vista del congresso, il partito annuncia 820 mila, 607 iscritti, risultando essere il secondo partito europeo per numero di iscritti seguito dalla Christlich Demokratische Union Deutschlands tedesca e dal Partido Popular spagnolo.

SPORT Siracusa
Ricominciata la rutine degli allenamenti evidente lo scoramento che regna nel gruppo a seguito della sconfitta di San Gregorio che, per come si materializzata, superfluo aggiungerlo, ha lasciato il segno. Uno strascico che obbliga Pippo Strano ad improvvisarsi psicologo per cercare di esorcizzare le conseguenze di questo ennesimo passo falso e vedere di ricominciare la risalita. Il Modica che veleggia tranquillamente in zona play-off e che reduce della netta vittoria di domenica scorsa sul modesto Rometta, per avversario ostico, pi di quanto abbia dato a vedere nellincontro di Coppa e cercher di approfittare del momento difficile che il Siracusa sta attraversando per cercare

7 NOVEmbRE 2013, gIOVED

15

Ma il cambiamento di rotta presuppone modifiche alla sfera tecnica e agonistica


che deve interessare tutti indistintamente i giocatori, ma anche ai presupposti pratici che non possono prescindere dallinnalzamento del tono agonistico con lattuazione di un forcing a tutto campo, oltre che dagli ormai irrimandabili accorgimenti tecnici, come lassoluta necessit di snellire la manovra che, cos com, lenta, farraginosa e prevedibile, oltre che inadatta ad un campionato come quello di Eccellenza. Bisogna infine approfondire i motivi per i quali la vena realizzatrice del bomber Mastrolilli si improvvisamente inaridita, tanto da lasciarlo allasciutto in fatto di reti da ben quattro turni, e se non si riesce a trovare una spiegazione plausibile, che si consideri, quanto meno, la possibilit

Serve uno scatto di orgoglio

Per lancora possibile risalita del Siracusa

di uscire indenne dal De Simone. Quello che fra gli azzurri lascia bene sperare che finalmente un po tutti si sono resi conto di essere arrivati ad un bivio che mette ognuno davanti alle proprie responsabilit e che presenta da una parte lipotesi (da scongiurare) del fallimento del progetto

Cutrufo, con tutte le conseguenze che ci comporta, e dallaltra lultima possibilit di ripresa costante che riporti la squadra almeno in zona playoff. E se fra i tifosi prevale ancora lipotesi di una ripresa , bisogna anche dire che questa legata ad un processo di autostima

di riproporre Spampinato come attaccante di manovra, una mossa che non si riesce a capire perch non sia stata riproposta a San Gregorio, considerata la sua riuscita nellincontro del mercoled precedente. E se pu servire, accantoniamo il pessimismo e la rassegnazione, per dare a questa squadra unultima chance che riesca a farla sganciare dalla zona anonima del centro classifica per rilanciarla, non diciamo pi ( ma solo per scaramanzia) in prospettiva di promozione diretta, ma almeno in proiezione play-off. Un ridimensionamento dei programmi iniziali imposto da quellauspicabile risveglio che, purtroppo, ancora tarda a venire. Armando Galea

Dopo la deblacle di Palermo, per Vasquez e compagni si aprono due settimane di duro lavoro, prima di tornare in campo al PalaLoBello il 16 novembre contro la formazione laziale del Fondi. Una sconfitta, quella di Palermo, che pesa sia sul morale della squadra che su quello relativo alla classifica. In settimana, mister Vinci, ha ribadito: Nessuno sicuro del posto che occupa e nessuno intoccabile, quindi tutti sono in discussione e tutti possono essere sostituiti. Bisogna ritrovare grinta, determinazio-

Pallamano. Mister Vinci: Ho fiducia nei miei ragazzi


Si possono perdere le partite ma giocando sempre con onore fino alla fine. Ho chiesto, gi dalla prossima gara, concentrazione, grinta e soprattutto, tanto cuore per la maglia che indossano. In questo campionato, la cosa certa che se sbagli paghi, perch i valori sono equivalenti. Chi mantiene alta la concentrazione e fa meno errori, si aggiudica la partita e va avanti in classifica. Ho fiducia nei miei ragazzi, credo che la gara contro Palermo sia stato solo un caso isolato ed unico.

Corsa. Oggi presentazione della maratonina Citt di Siracusa

ne e voglia di vincere, giocando partita dopo partita con la giusta concentrazione. Contro il Palermo ho visto,anzi, non ho visto lAlbatro che conosco io , che ha giocato a pallamano nelle prime gare di questo campionato. Una squadra senza grinta rassegnata alla sconfitta. Questo non deve pi accadere.

Conferenza stampa di presentazione, oggi a partire dalle ore 10 nella sala stampa Archimede di via Minerva, per la 4 edizione della maratonina organizzata dallASD Archimede di Siracusa, con il Patrocinio del Comune. Allincontro con la stampa saranno presenti lassessore comunale alle Politiche sportive, Maria Grazia Cavarra, ed il presidente della societ organizzatrice, Ottavio Borrometi. La corsa su strada, valida come sesta prova del Grand Prix Sicilia di maratonine, punta a battere il record di presenze tra i concorrenti che lo scorso anno furono pi di 600. Le iscrizioni sono ancora aperte e il numero dei partecipanti sta aumentando. La gara si svolger a Siracusa su un circuito prevalentemente pianeggiante con partenza e arrivo nei pressi di Piazza Pancali ed interesser le seguenti vie: Piazza Pancali, Via dei Mille, Via Ruggero Settimo, Pass. Adorno, F. Aretusa,Via Castello Maniace, Via Abela, Lungomare Ortigia, Via Nizza, Belvedere S. Giacomo, Via Tolomei, Lungomare di levante, Via Trieste, Piazza Pancali (periplo di Ortigia da fare due volte) Corso Umberto, P. Marconi, Via Elorina, Via Rubino, V.le Ermocrate, P. Paolo Orsi, Via necropoli del Fusco, S.P. 14 Maremonti, S.P. 3 (andata e ritorno).

16

7 NOVEMBRE 2013 GIOVED