Sei sulla pagina 1di 1

La relazione tra alessitimia e dissociazione nelle Crisi Psicogene Non-Epilettiche

Andrea Poli 1, 2, Cristina Meoni 1, Claudio Bartolozzi 3, Giancarlo Muscas 4 & Ferdinando Galassi 5
Cognitiva di Firenze, via delle Porte Nuove, 10, Firenze; 2Istituto di Neuroscienze, CNR, via Moruzzi, 1, Pisa; 3AOU Careggi, Dipartimento di Fisiopatologia Clinica, Reparto di Genetica Medica, Firenze; 4AOU Careggi, Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche, Reparto di Neurologia, Firenze; 5AOU Careggi, Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche, Reparto di Psichiatria, Firenze.
1Scuola

1.! Introduzione
Le crisi psicogene non epilettiche (PNES, Psychogenic Non-Epileptic Seizures) sono comportamenti parossistici che somigliano alle crisi epilettiche (EP, Epileptic Seizures) ma che, tuttavia, non presentano i cambiamenti dellattivit elettrica corticale che mostrano le EP (Devinsky et al., 2011; Szaflarski et al., 2003). A differenza delle EP, le PNES hanno unorigine psicologica e sono classificate nel DSM-IV-TR come un tipo di disordine da conversione (APA, 2000). Nonostante i pazienti con PNES mostrino unesperienza emotiva pi intensa (Roberts et al., 2012), e un estremo arousal emozionale possa risultare in un fallimento integrativo della memoria (van der Kolk, 2006), oltre a provocare difficolt nei pazienti ad identificare i triggers emotivi scatenanti le crisi (Ehlers & Clark, 2000), non vi sono ancora, ad oggi, evidenze definitive sulla relazione tra dissociazione ed alessitimia nei pazienti con PNES e nei pazienti con PNES in comorbilit con EP (PNES + EP) (Myers et al., 2013; Schacter & LaFrance, 2010). La ricerca si propone di verificare le seguenti ipotesi: 1) la predisposizione alla dissociazione un fattore predittivo per lo sviluppo di PNES; 2) lalessitimia mediatore degli effetti della dissociazione sulle probabilit di sviluppare PNES.

3. Risultati (1):
Absorption
(Variabile Indipendente)

7. Risultati (5):
c PNES
(Variabile Dipendente)

EOT
(Variabile Mediatore)

Absorption
(Variabile Indipendente)

PNES
(Variabile Dipendente)

a: effetto diretto della variabile indipendente sul mediatore coeff.=0,19; S.E.=0,08; t=2,22; P<0,05 b: effetto diretto del mediatore sulla variabile dipendente coeff.=-0,12; S.E.=0,02; t=-5,86; P<0,0001 c: effetto totale della variabile indipendente sulla variabile dipendente coeff.=-0,04; S.E.=0,01; t=-3,18; P<0,001 c: effetto diretto della variabile indipendente sulla variabile dipendente coeff.=-0,02; S.E.=0,01; t=-1,37; P>0,05

Figura 2. Analisi di Mediazione: X=Absorption, M=EOT, Y=PNES. Nella predizione di appartenenza al gruppo PNES, la sottoscala Absorption in grado di avere un effetto totale significativo (c: P<0,0001); inoltre il suo effetto pienamente mediato (full mediation) dalla sottoscala EOT (b: P<0,0001), se inserita nel modello, poich annulla leffetto diretto di Absorption (c: P>0,05).

8. Discussione e Conclusioni:
Complessivamente, i nostri risultati dimostrano che: !! Il fattore EOT in grado di predire la diagnosi di PNES e di PNES+EP, ma non discrimina tra le due. !! La predisposizione alla dissociazione risulta essere il fattore determinante nel discriminare lappartenenza al gruppo PNES. !! Leffetto del fattore Absorption pienamente mediato (full mediation) dal fattore EOT nel predire la diagnosi di PNES.

2. Metodi
! Partecipanti e procedure:

Tutti i soggetti partecipanti a questo studio sono stati reclutati nel Centro di Terapia Cognitivo-Comportamentale dellAzienda Ospedaliero-Universitaria dellOspedale di Careggi, reparto di Psichiatria, allinizio del loro trattamento cognitivo-comportamentale.

Tabella 1. Il confronto statistico tra i 4 gruppi sperimentali non ha mostrato differenze significative per quando riguarda le principali variabili demografiche, come il sesso (P=0,480) e let (P=0,834), mentre i gruppi PNES e PNES+EP sono risultati significativamente diversi dai gruppi EP ed HC per quanto riguarda i punteggi totali ottenuti ai test BDI-II, STAI-S, STAI-T, TAS-20 e alle sottoscale TAS-DIF e TAS-EOT (P<0,001); il gruppo PNES, invece, presenta punteggi significativamente diversi dai gruppi PNES+EP, EP ed HC per quanto riguarda il punteggio totale al test DES-II (P=0,007) e alla sua sottoscala DESAbs (P<0,001).

4. Risultati (2):
Variabile
TAS-20-T DES-II-T
!

Coeff.
0,00752 0,0207

Err.St.
0,00365 0,00588

F
4,241 12,442

P
0,045 <0,001

EEG durante la crisi (Video-EEG) Non-ictale

Diagnosi
PNES (n=14)

Campione clinico

Ictale e non-ictale

PNES + EP (n=13)

Tabella 2. Primo modello di regressione logistica multinomiale (Backward Stepwise), in cui la variabile dipendente lappartenenza al gruppo PNES e le variabili indipendenti sono Sesso, Et, BDI-II, STAI-S, STAI-T, DES-II-T e TAS-20-T: solamente i punteggi di TAS-20-T (P=0,045) e DES-T (P<0,001) sono stati in grado di predire in maniera significativa lappartenenza al gruppo PNES nel modello.

!! Un mediatore una variabile che misura uno stato psicologico sensibile alle valutazioni cognitive dell hic et nunc (Muller et al., 2005), quindi EOT pu essere inserito allinterno di protocolli di intervento su cui lavorare.

5. Risultati (3):
Variabile Coeff.
0,0185 0,0147

Err.St.
0,00862 0,00412

F
4,623 12,673

P
0,038 <0,001

9. Riferimenti:
! American Psychiatric Association. Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders. 4th edition, Text Revision. Washington DC (2000). ! Baron, R.M. & Kenny, D.A. (1986). J Pers Soc Psychol, 51, 1173-1182. ! Devinsky O, Gazzola D, LaFrance WC Jr. ( 2011 ). Nat Rev Neurosci, 7(4): 210-20. ! Ehlers , A., & Clark, D.M. (2000). Behav Res Ther, 38:319-345. ! Hayes, A. F. (in press). Guilford Press, New York.

Ictale Campione non clinico Anamnesi negativa per crisi

EP (n=9) HC (n=16)
!

EOT Abs

! Strumenti somministrati:
"! DES-II - (sottoscale: Amn, Abs, Dep/Der) "! TAS-20 - (sottoscale: DIF, DDF, EOT) "! BDI-II "! STAI-S "! STAI-T

Tabella 3. Secondo modello di regressione logistica multinomiale (Backward Stepwise), in cui la variabile dipendente ancora una volta lappartenenza al gruppo PNES e le variabili indipendenti sono, stavolta, i punteggi alle sottoscale sia della TAS-20 che della DES-II: solamente i punteggi alla sottoscala EOT della TAS-20 (P=0,038) e alla sottoscala Abs della DES-II (P<0,001) sono stati in grado di predire in maniera significativa lappartenenza al gruppo PNES.

6. Risultati (4):
EOT
(Variabile Indipendente)

! Hicks, R., & Tingley D. (2011). Stata Journal, 11(4), 609-615.


PNES+EP
(Variabile Dipendente)

! Muller, D., Judd C.M., Yzerbyt V. (2005). J Pers Soc Psychol, 89, 852-863. ! Myers L, Matzner B, Lancman M, Perrine K, Lancman M. (2013). Epilepsy Behav, 26(2):153-7.

Absorption
(Variabile Mediatore)

! Roberts NA, Burleson MH, Weber DJ, Larson A, Sergeant K, Devine MJ, Vincelette TM, Wang NC. (2012). Epilepsy Behav, 24(1):107-15.
PNES+EP
(Variabile Dipendente)

Le analisi statistiche utilizzate sono regressioni logistiche multiple e combinazioni di modelli di regressione lineare e logistica multinomiale per lanalisi di mediazione/ moderazione secondo i criteri raccomandanti da Baron e Kenny (Baron & Kenny, 1986), aggiornati e migliorati da Hicks e Tingley (Hicks & Tingley, 2011) e da Hayes (Hayes, in press). Tutte le analisi statistiche sono state effettuate utilizzando SPSS 20 per Macintosh (IBM, Armonk, NY) e SigmaPlot 12 (Systat software, Chicago, IL).

EOT
(Variabile Indipendente)

! Schacter SC, LaFrance WC Jr. (Eds.), Cambridge University Press, New York, NY (2010). ! Szaflarski, J.P., Hughes, C., & Szaflarski, M. (2003). Epilepsia, 44(2):236-242. ! van der Kolk BA. (2006). Ann N Y Acad Sci, 1071:277-93.

a: effetto diretto della variabile indipendente sul mediatore coeff.=0,83; S.E.=0,32; t=2,61; P<0,05 b: effetto diretto del mediatore sulla variabile dipendente coeff.=0,01; S.E.=0,01; t=0,80; P>0,05 c: effetto totale della variabile indipendente sulla variabile dipendente coeff.=-0,13; S.E.=0,02; t=-8,53; P<0,0001 c: effetto diretto della variabile indipendente sulla variabile dipendente coeff.=-0,14; S.E.=0,02; t=-8,62; P<0,0001

Figura 1. Analisi di Mediazione: X=EOT, M=Absorption, Y=PNES+EP. Nella predizione di appartenenza al gruppo PNES+EP, solamente la sottoscala EOT in grado di avere un effetto totale significativo (c: P<0,0001), ma il suo effetto non mediato, n pienamente n parzialmente, da Absorption (b: P>0,05).