Sei sulla pagina 1di 5

LASTRA TRALICCIATA PER IMPALCATI

GENERALITA
Le lastre tralicciate (predalles) per impalcati sono elementi progettati e realizzati per la chiusura, nei viadotti, degli spazi tra le travi portanti e per la creazione di sbalzi laterali per il posizionamento delle velette di coronamento assemblate su inserti precedentemente inseriti in fase di getto della lastra tralicciata. Le lastre tralicciate possono essere utilizzate indistintamente su strutture portanti in acciaio, su strutture in cemento vibro compresso, su tratti lineari e su tratti in curva.

LASTRA TRALICCIATA PER SOLAI


Scheda tecnica Tralicciati per solai

INFORMAZIONI GENERALI SULLE LASTRE TRALICCIATE


Le lastre tralicciate sono formate da una soletta in c.a.v. di spessore variabile da 410cm, armate longitudinalmente con tralicci di irrigidimento e trasversalmente con rete elettrosaldata e ferri di ripartizione; in base alle varie condizioni di carico dovr essere predisposta allinterno della soletta ulteriore armatura. I tralicci vengono confezionati con i diametri e le altezze risultanti da calcolo per soddisfare tutte le varie ta per il collegamento con larmatura perimetrale. Il modulo di confezionamento presenta una larghezza che pu variare da 120250 cm, mentre la lunghezza pu variare da 601.300 cm. struttura stessa. Il giunto che si realizza dallaccostamento di lastre pu essere lasciato a vista oppure si pu procedere alla sigillatura che risulter completamente invisibile.Lelemento in c.a.v. prodotto dalla Prefabbricati Barili Silvio S.r.l. munito di marcatura CE in conformit della UNI EN 13747; realizzato secondo le indicazioni delle normative UNI 9858 e UNI EN 206-1 utilizzando un calcestruzzo a prestazione garantita con un opportuno mix-disegn idoneo alla classe di esposizione ambientale e alle caratteristiche di resistenza da soddisfare Ispezione).

AUTOPORTANZA
BAUSTRADA, con altezza e ferri longitudinali di elevato diametro, garantiscono alla lastra tralicciata lautoportanza nelle varie fasi di getto di completamento.

* Il numero e la tipologia di tralicci varia in funzione dellautoportanza

POSA IN OPERA E GETTO DI COLLEGAMENTO


Nella fase di posa in opera occorre predisporre preventivamente la puntellatura prevista per i vari campi dimpiego in funzione anche del tipo del traliccio impiegato e delle dimensioni delle lastre. Dopo lavvenuto posizionamento di tutte le armature previste dal calcolo, si provveder alla stesura del A maturazione del calcestruzzo di completamento (minimo 28 giorni) si passer al disarmo delle lastre provvedendo a togliere in maniera graduale i puntelli partendo da quelli intermedi per terminare con quelli pi vicini agli appoggi.

MOVIMENTAZIONE
La movimentazione delle lastre tralicciate relativamente al carico, scarico e alla loro posa in opera dovr avvenire evitando strappi e/o urti e assicurandosi, prima dello sgancio dal mezzo di sollevamento, la loro collocazione e stabilit per la dovuta sicurezza. Per elementi di lunghezza superiore a 7.00 m, la movimentazione dovr avvenire obbligatoriamente con sulla loro stabilit. Lo stoccaggio in cantiere dovr avvenire formando adeguate cataste con strati successivi di lastre in con il terreno, si dovranno utilizzare elementi in legno quali bancali e/o vergoli.

TRASPORTO
Il trasporto delle lastre tralicciate dovr avvenire in cataste ben distribuite sul pianale dellautomezzo, poggiate su listelli in legno in quantit e misura tale da compensare il loro peso. Le banchine dovranno essere posizionate e assicurate allautomezzo, per tutta la durata del trasporto, con opportuni cavi in acciaio, fasce e/o funi, previa la predisposizione di elementi salva angoli per garantire la loro integrit.