Sei sulla pagina 1di 8

Euro 0,80

vicenzaabc
venerdì 14 maggio 2004, numero 9, anno III
SETTIMANALE DI INFORMAZIONE, CULTURA, POLITICA, ASSOCIAZIONISMO, SPETTACOLO
la città a chiare lettere
Editore: VicenzaAbc scarl, Corte dei Molini 7, 36100 Vicenza. Partita Iva 03017440243. Telefono 0444.305523. Fax 0444.314669. E mail: info@vicenzaabc.it. Spedizione in abbonamento postale 45% Comma 20/B, legge 662/96 - DC Vicenza
Redazione: Corte dei Molini 7, Vicenza. Telefono 0444.504012. Fax 0444.314669. E mail: redazione@vicenzaabc.it www.vicenzaabc.it

Voglio Inchiesta. Il rondò della discordia e tutti i nuovi punti caldi:


una vita da Corso Padova a San Lazzaro, ecco dove non se ne può più
che non
se ne frega
Albera, Campo Marzo, Canneti.
Tre luoghi differenti della nostra
città, tre appuntamenti diversi che
evocano un’aspirazione comune:
Dal tramonto
all’Albera
la richiesta di una migliore qualità
della vita, la consapevolezza di
poter cambiare le regole e i princi-
pi dello sviluppo urbano.
All’Albera, i cittadini che scendo-
no in strada si espongono in
prima persona per reclamare il
diritto di vivere sicuri in casa pro-
pria ed essere finalmente liberi
Decine di persone
sulle strade con il sole C’era una volta una città rassegnata a tutto.
Oggi lotta per una migliore qualità della vita
dall’oppressione dei Tir e dell’in- o con la pioggia, a sfi-
quinamento. Una protesta che
non si può relegare a fenomeno dare le contravvenzio-
passeggero, come qualcuno pre- ni dei vigli e le “atten-
tende di fare. zioni” della Digos. Un suggestivo ritratto serale dell’Albera, trafficata anche di notte
A Campo Marzo, sabato pomerig- Così la città dormito-
gio, l’associazione Tuttinbici parte Servizi a pagina 4-5
in gruppo per consegnare al rio punta i piedi per
Municipio la bellezza di 12 mila riappropriarsi dei
firme in favore della mobilità cicli- suoi spazi. Così i
stica. Ciò che chiedono è una vicentini riscoprono
Vicenza a misura delle due ruote,
dove ci si possa spostare lasciando la voglia di lottare per
a casa l’auto e senza paura di esse- una migliore qualità
re investiti ad ogni incrocio o nelle
rotatorie.
della vita.
All’Auditorium Canneti, stasera Il nostro viaggio-
(venerdì 14), la città esprime tutta inchiesta attorno alla
la sua voglia di verde pubblico rotatoria maledetta
con “Vicenza città verdissima”, indica le possibili
un’assemblea aperta a tutti – agli
amministratori in modo particola- soluzioni del proble-
re - dove verranno presentate le ma ma anche la
esperienze delle tante associazioni mappa delle zone che,
e comitati che da anni si battono come l’Albera, diven-
per una maggiore disponibilità di
verde e di spazi collettivi. tano ogni giorno più
Foto Pedon

Da decenni non si viveva un invivibili.


momento di così forte partecipa- A pag 4-5
zione.
Una maggiore sensibilità per le
questioni ambientali, si riscontra (m.r.) Eccoli qua i vicentini: Piramidi, che a Torri avevano sua celebre bottega in viale co del Comune (oggi commis-
anche nella svolta in atto al verti-
ce di Confindustria, il mito della
produttività ad ogni costo sta per
I miracolati date loro un polmone e si pren-
dono pure l’altro.
Succede a Torri di Quartesolo
perso alcune sane abitudini
come respirare o uscire di casa
il sabato. Quasi quindici anni
Roma - e sarà meglio ancora
quando l’intera tangenziale
sarà percorribile. Strano ma
sariato, alle urne in giugno)
concorda in pieno. E raddop-
pia: “Fino a ieri questa era pra-
essere spazzato via dalla concor-
renza del colosso cinese, è giunto
il tempo di pensare maggiormente
di Torri: dove l’apertura della nuova
tangenziale ha fatto riscoprire
ai cittadini il piacere di vivere.
in mezzo allo smog, con un’e-
terna colonna di auto a tagliare
in due il comune. Una vitaccia,
vero, vanno meglio anche gli
affari: senza traffico la gente è
meno stressata, si ferma più
ticamente un’autostrada. Oggi
è una statale, che siamo riusciti
a vietare almeno ai mezzi
alla qualità dei prodotti e alla sal-
vaguardia del nostro territorio.
Purtroppo in tanto dinamismo, a
Che vita Al punto che la già rivoluziona-
ria diminuzione del traffico non
basta più: adesso vogliono
dal mattino del lunedì alla sera
del venerdì. Poi per fortuna
arrivava il sabato ed era tutta
volentieri.”
“Un’altra vita davvero - fa eco
il parrucchiere del salone
pesanti. Ora bisogna puntare a
trasformarla in comunale, con
passaggi pedonali protetti, limi-
dimostrarsi statica e troppo spesso
assente è proprio la Politica, quel-
la con l’iniziale maiuscola, quella
senza smog retrocedere la loro via Roma da
Statale a Comunale. Uno dei
pochi casi in Italia dove un
declassamento è più ambito di
un’altra musica: via i pendolari,
ecco le famiglie per lo shop-
ping. E la colonna d’auto tripli-
cava, dal centro commerciale
Carisma, sulla stessa strada -
Nessuno meglio di me, al
momento costretto ad attraver-
sare la strada con le stampelle,
ti precisi, aree verdi”.
Il sogno è che i figli, guardando
un domani le vecchie foto di via
Roma, non la riconoscano più.
capace di rielaborare la protesta,
preconizzare il divenire della Meno traffico, più prospettive una promozione. alla Caserma Ederle. ve lo può assicurare. Fino a ieri Stupiti del coraggio con cui i
società, fare sintesi degli interessi “Migliorano pure gli affari” Era dal 1991, anno dell’apertu-
ra del centro commerciale le
“Oggi è tutta un’altra vita - rac-
conta il pasticciere Busato dalla
era un’impresa impossibile”.
Diego Marchioro, ex vicesinda-
loro genitori riuscivano a vivere
in un posto così.
divergenti mediante gli strumenti
della democrazia.
Chi amministra questa città non questa settimana
potrà distogliere lo sguardo anco-
ra per molto, è in atto un movi-
mento dal basso, che chiede corre-
sponsabilità e condivisione nelle
elezioni sanità nel caos città proibita economia Baggio addio
scelte, ma pretende di essere ascol-
tato e per ottenerlo è disposto Tradimenti e parenti La soluzione Povere bici I vicentini Gli amici di Caldogno
anche a sfidare le vecchie regole
della rappresentanza.
serpenti: la folle sfida dei medici piste ciclabili alla carica raccontano
di Isola Vicentina “Dateci più soldi” riservate... alle auto di Confindustria il campione
Ciro Asproso
consigliere comunale Verdi 2 3 6 7 8

Un piccolo
Tina Anselmi uccisa in Regione
Gaffe di An sull’odiato ex ministro e partigiana: ma non era morta?
segreto... Non bastava il volume Italiane ben oltre il limite del giudizio va il piano triennale degli pensato il capogruppo di An
edito e diffuso gratuitamente politico e iscritte a pieno titolo interventi veneti di solidarietà Paolo Scaravelli che ha preso
nelle edicole a cura della nella categoria degli insulti. internazionale, presentato la parola e con lo sguardo spi-
Presidenza del Consiglio dei Non bastava questa prodezza dalla stessa Coppola. Era l’oc- ritato ha urlato: “Lo abbiamo
Ministri e del Ministro alle Pari governativa nazionale: ci si è casione che le opposizioni del sempre detto che Tina
...fra voi e la vostra Classe C. Oppor tunità Stefania Presti-
giacomo (Fi) con il suo ormai
messo anche il Governo vene-
to con il suo assessore al
centrosinistra attendevano per
far rimangiare all’assessora le
Anselmi è un’incapace: è
diventata ministro solo per
Light-Lease da € 119* al mese. notissimo capitolo firmato da
Pia Luisa Bianco che si è
Bilancio Maria Luisa Coppola
che ha rincarato la dose. In
sue dichiarazioni. Attesa vana
perché la signora Coppola era
aver fatto la Resistenza. Anzi,
sinceramente credevo che
sbizzarrita in una sequela di un’intervista al Corriere del ben lontana da Venezia. Le fosse già morta”. Più chiaro di
*L’esempio si riferisce alla nuova versione C 200 CDI Classic, prezzo chiavi in mano € 30.030 (esclusa IPT). Anticipo sprezzanti giudizi su Tina Veneto, dopo aver precisato bordate, però, sono partite così. E tutti a domandarsi il
€ 13.608,39 o eventuale permuta e 35 rate mensili da € 119 e possibilità di riscatto € 13.513,50. Spese d’istruttoria € 218,40. T.A.N.
2,69% e T.A.E.G. 3,26%. Iniziativa valida fino al 31 maggio 2004. Salvo approvazione della DaimlerChrysler Servizi Finanziari S.p.A. Anselmi, irridendo la sua che il suo percorso politico è ugualmente e all’assessore è perché di tanto furibondo livo-
Consumo (l/100 Km.): urbano 8,3 - extraurbano 4,5 - combinato 5,9. Emissioni di CO2: 156 g/Km.
esperienza di staffetta parti- mille miglia lontano da quello stato chiesto di tornare quanto re. Si tratta semplicemente di
giana, dimenticando la sua dell’Anselmi, (e ti credo: l’as- prima in aula per “ritrattare” un ennesimo esempio del
opera di primo ministro donna sessora, vicentina d’origine e quanto affermato. Qualche ex clima che si respira nel nostro
della Repubblica italiana e residente a Rovigo, è cresciuta democristiano della maggio- paese governato da persone
Concessionaria Ufficiale Mercedes-Benz demonizzando la sua azione di tra le file di An) la Coppola ha ranza, visibilmente imbarazza- che alla parola Resistenza per-
TORRI DI QUARTESOLO BASSANO DEL GRAPPA THIENE presidente della commissione affermato di non aver trovato to, ha detto che forse le paro- dono il lume della ragione con-
0444/250710 0424/886000 0445/380020 P2 (“improbabile guerriera”, tracce nel Veneto dell’opera le della Coppola era state fermando che, in barba agli
ARZIGNANO BOLZANO VICENTINO LONIGO “armata di furbizia contadina” dell’ex ministro Anselmi. fraintese dal giornalista. Un sforzi di Fini, molti esponenti
0444/450011 0444/351290 0444/436271 si legge tra le pagine a lei dedi- Due giorni dopo nell’aula del classico. di An sono stati, sono e saran-
www.trivellato.it cate). Affermazioni che vanno Consiglio regionale si discute- A dissipare ogni dubbio ci ha no sempre fascisti.
2 sette giorni di politica vicenzaabc
Mentre vengono sbugiardati i trionfali numeri della destra, il Paese pare avviato verso una deriva giustizialista

Dal caso Torri alla tortura


decisiva la sfida sulla sicurezza
Anche il ministro Alemanno sceglie Vicenza per fare propaganda forcaiola. Ma la democrazia è un’altra cosa
dava la sicurezza ma le pensioni. zioni drastiche e risolutive esisto- poliziotti per aver ucciso un plu-
Tra le stranezze di un paese anor- no solo nelle fantasie dei sempli- ripregiudicato con Kalashnikov è
male, bisogna abituarsi anche a ciotti. una situazione di cui andare fieri.
un ministro delle politiche agrico- Però è doveroso, e sarebbe bello
le, invitato a parlare di pensioni, I numeri che il centrosinistra riuscisse a
È giusto che dei poliziotti siano che divaga sulla sicurezza. del fallimento mantenersi compatto (almeno) su
sotto inchiesta per aver ucciso un Trovate voi un nesso, se ci riusci- questo. La spaccatura con la
bandito durante una rapina? In te.) Oggi, come quattro anni fa, i destra, su questo fronte è totale.
un Paese normale la risposta Le parole di Alemanno scivolano numeri di furti, borseggi, rapine, Da una parte chi cavalca il pro-
sarebbe sì. Ma in un paese nor- via perché sono le stesse che sen- omicidi, stupri, truffe sono sem- blema sicurezza conscio che que-
male politici e media si farebbero tiamo ripetere sempre più spesso pre gli stessi, con sporadiche sto è percepito (il corsivo è d’ob-
in quattro per spiegarne le ragio- per le strade, negli uffici, nei bar. variazioni del tutto fisiologiche. bligo) come il più importante da
ni: l’inchiesta di Torri non è una Meglio fermarle invece. Perché La differenza è che un 6 per milioni di italiani. Dall’altra chi
punizione, ma un atto dovuto segnano, ben più delle teorie sulle cento in meno di rapine diventa deve continuare a battersi per
per garantire che la Polizia segua politiche sociali, sulla scuola, sul- subito un titolo d’apertura per spiegare che la realtà è diversa.
sempre regole precise a tutela dei l’economia, la differenza tra la sette telegiornali, mentre un 8 della destra ha raggiunto un co di Torri di Quartesolo che, La destra ha vinto le elezioni rac-
cittadini. Un’inchiesta di questo destra e la sinistra italiana di que- per cento in più di borseggi si obiettivo: convincere qualche all’indomani della rapina costata contando che viviamo in un
genere è un impiccio e può appa- sti anni. riduce a una breve nell’edizione milione di italiani che il pugno la vita a un uomo, dice ai giorna- paese ostaggio di rapinatori di
rire umiliante per uomini che della notte. duro è necessario. Così oggi listi: “Sarebbe stato più grave se borsette e comò. La sinistra spie-
facevano il loro dovere. Ma una Il falso mito Per quanto fallimentare, la ricetta diventa normale sentire il parro- fosse morto un agente”. E diven- ghi che questi rapinatori esistono
democrazia non può farne a della sicurezza ta normale che il ministro dell’a- e vanno combattuti, ma che sono
meno. Da noi, che pure preten- gricoltura pretenda di giustificare poca cosa rispetto ai rapinatori
diamo di essere una democrazia Dai tempi dell’ultima grande Miracolo fallito il comportanmente criminale di di tangenti ospedaliere, alta
avanzata, chi governa preferisce
ignorare questa logica e cavalcare
campagna elettorale che ha visto
vincere la Casa della Libertà, la
omicidi e rapine in aumento molti poliziotti del G8 alla caser- finanza, soldi pubblici e finanzia-
menti privati. Sbugiardare le loro
ma Diaz di Genova.
l’onda delle emozioni. E più sono destra italiana ha puntato molto Frodi triplicate: da 54000 nel 2002 a 187000 nel 2003. Scopriamo un po’ alla volta che promesse di sicurezza non è diffi-
viscerali, più molla le briglie. sul tema della sicurezza. le conseguenze sono peggiori di cile. Difendere l’inchiesta di Torri
Non sfugge alla regola il ministro
Omicidi in crescita: dopo 10 anni di costante diminu- lo è, ma è doveroso provarci.
Nell’Italia raccontata dai Tg della zione, nel 2003 sono aumentati del 10,3%. quanto avessimo immaginato.
Gianni Alemanno di Alleanza Fininvest, il paese governato Mezzo centrodestra italiano chie- Una democrazia non può creare
Nazionale. Ospite, lo scorso dall’Ulivo era un Far West di cit- Rapine al top: + 14,2% nel 2002, + 4,3% nel 2003. È de oggi di ampliare il concetto di un precedente che permetta un
venerdì 7 maggio al convegno tadini terrorizzati da truffatori, il livello più alto degli ultimi 40 anni. legittima difesa fino a poter inse- nuovo caso Diaz o la morte di un
vicentino del Sap - il sindacato ladri e puttane, indifesi da una Borseggi in salita: 165 mila nel 2003 (più 6,9% rispet- guire un ladro disarmato per spa- ladruncolo disarmato che sta for-
autonomo di Polizia - Alemanno polizia con le mani legate. to al 2002) rargli alla schiena. Pochi giorni zando una macchina. Non fos-
ha promesso che si batterà per Poi venne il governo Berlusconi e Scippi in aumento: saliti del 2,8% nel 2003 dopo, un gruppo compatto della s’altro perché il ladrucolo potre-
tutelare gli agenti di Torri di tutto si quietò. Stando agli stessi Furti negli appartamenti: in aumento maggioranza si rifiuta di conside- ste essere voi, che avevate sempli-
Quartesolo perché, parole sue, “il tg, i poliziotti ottennero mezzi e Totale reati: 2001: 2.163.000 - 2002: 2.231.000 - rare la tortura come un crimine. cemente dimenticato le chiavi.
problema della sicurezza è trop- fiducia, i cittadini protezione, i Poche settimane e mezzo mondo Sotto questa luce, l’avviso di
po importante per rischiare che le
2003: 2.457.000 garanzia inviato ai poliziotti non
ladri leggi speciali e fogli di via. Secondo i manifesti elettorali di Berlusconi, i furti sono scopre che la suddetta tortura è
forze dell’ordine siano demotiva- Tutte bugie ovviamente. Come effettivamente una prassi consoli- è solo un bel colpo per fare un
te. È inaccettabile che siano dimostrano i dati, niente è cam- calati del 17% data del sistema militare america- titolone sui giornali e scatenare le
ancora sotto indagine e addirittu- biato. Vuoi perché la moltiplica- no. polemiche nei bar. È un bel colpo
ra sospesi alcuni poliziotti per i zione dei poliziotti si è dimostra- Dati su base nazionale, fonte Istituto Cattaneo di Bologna, Con queste premesse diventa per l’intera democrazia.
fatti del G8 di Genova”. (Tra ta uno dei tanti miracoli italiani 2004 obiettivamente difficile spiegare Matteo Rinaldi
parentesi, il convegno non riguar- malriusciti, vuoi perché le solu- alle persone che indagare dei

La singolare storia del comune dove si va al voto tra le più incredibili alleanze traversali

A Isola tradimenti e parenti serpenti


marasma di Isola è complesso. Un potenti del portata avanti Baruchello dal giorno della sua
punto di riferimento arriva da paese) ha rico- nell'interesse elezione, rappresenta l'ultimo dei
Insieme per Amministrare, la lista perto la posizio- generale e non in quattro gruppi attualmente in
del sindaco uscente Valter ne di presidente quello di pochi. lizza. La leghista De Bei però,
Baruchello. Il primo cittadino della casa di Speravo di met- nenanche a farlo apposta, è in
azzurro non può più ricandidarsi e riposo e ora tere insieme un rotta con i leader provinciali del
Partiti che si spaccano. Alleanze il suo successore più accreditato è corre contro l'ex numero maggio- partito, che sembra non abbiano Assindustria Massimo Calearo "si
trasversali. Amici che diventano il vicesindaco Matteo De Rossi. I alleato precisan- re di persone gradito il suo attivismo contro "gli comincia a capire come mai ad
nemici. Una guerra di frazioni e due sono appoggiati da una parte do: "Sono con- attorno al mio abusi, gli sprechi ed una concezio- Isola la temperatura sia salita così
campanili. È questa la sciarada cospicua di Fi e dell'Udc, ma nel tento che i Ds e il progetto, pur- ne feudale del territorio". rapidamente".
elettorale di Isola Vicentina, un loro entourage non mancano per- centrosinistra ci troppo tutte le E lo stesso Gasparella spara a zero Ma la questione fondamentale di
paese di appena ottomila abitanti sone con un passato nel centrosini- diano un appoggio esterno, ma la altre liste hanno legami organici su tutti: "Se si vuole la trasparen- Isola, l'argomento di cui solo
sul quale però si sono accesi i stra o nella sinistra Dc. Baruchello nostra lista (Partecipare) contiene con l'attuale primo cittadino. A za, ci siamo rimasti solo noi. Gli pochi parlano riguarda le cave. Il
riflettori più importanti della poli- da alcune settimane porta avanti il nomi che vengono dal centrosini- ogni modo abbiamo già appronta- altri hanno tanti altri interessi, che futuro sindaco avrà le chiavi per
tica locale. Uno scenario da milio- suo programma di opere realizza- stra, dal centrodestra e dalla socie- to i sedici nominativi che correran- spesso coincidono con quelli di radiografare la situazione, ordina-
ni di euro che ruotano attorno al te: asfaltature, riqualificazione del- tà civile". Scuole, bilancio parteci- no per il rinnovo del consiglio famiglia". Una posizione dura che re controlli, vedere se le escavazio-
più importante distretto vicentino l'arredo urbano, nuovi impianti pativo, attenzione al sociale, sono comunale". è in linea con le azioni eclatanti ni sono state effettuate secondo le
delle cave. Uno scenario che ha la sportivi. Un programma contenu- i punti salienti del programma dei messe in campo in questi ultimi norme vigenti. I cavatori, si mor-
sua chiave di lettura nel controllo to in un elegantissimo quaderno a candidati, i quali fanno della qua- Una posizione che Giobattista diciotto mesi dai due: esposti in mora in paese, sono sempre stati
della politica urbanistica di Isola. colori di sedici pagine intitolato lità della vita la linea di indirizzo Gasparella, capolista della civica procura sui presunti abusi edilizi molto vicini agli amministratori e
Uno scenario con equilibri così "Cinque anni di scelte concrete". principale. Isola Pulita (candidato sindaco la del primo cittadino, volantini a negli ultimi tempi, nel novero dei
delicati da far saltare ogni schema Nel volumetto il primo cittadino leghista Paola De Bei) non condi- bizzeffe, sit in contro le lottizzazio- potentati locali, si sarebbero affac-
politico tanto da mandare in spiega: "Passati cinque anni pos- Pepe alla contesa lo mette Onorio vide: "Dov'era De Franceschi ni selvagge, richieste per una com- ciati anche gli immobiliaristi. Per
panne molti partiti della Cdl. La siamo dire di aver rispettato le De Franceschi, conosciutissimo ex quando facevamo le battaglie con- missione speciale sulle cave "volu- Baruchello si tratta di voci campa-
Lega locale infatti contesta quella promesse fatte all'inizio del man- presidente dell'Ater di Vicenza, in tro l'amministrazione durante ta anche dal segretario provinciale te per aria. Isola Pulita, la lista
provinciale. Fi è divisa da una dato". campo con la civica Per Isola: "Ho questi cinque anni? Non vorrei dei Ds, ma ignorata dalla sinistra della De Bei, è sul versante oppo-
guerra interna. Ma pure il centro- deciso di scendere in campo come mai che fosse stato impegnato con locale". E soprattutto fucile punta- sto e dice di essere pronta a sco-
sinistra annaspa, non corre in pro- Se la lista che fa riferimento a candidato sindaco perché sono l'amministrazione ad identificare to contro la maxi lottizzazione per perchiare la pentola se vincerà le
prio, sceglie un profilo basso. E a Baruchello è quantomeno compo- stato contattato da moltissime per- aree edificabili. Il problema è che lo Sporting club: "Un piano - dico- elezioni. Gli altri nei programmi
Isola intanto la gente si chiede se sita, ancora più articolata lo è sone. Dopo dieci anni di strapote- lui non sopporta il sindaco perché no i due - che doveva inizialmente non fanno nomi e cognomi. Solo
durante questa campagna saranno quella del candidato Massimo De re di Baruchello è bene che ci sia sono due galli in un pollaio dove consegnare alla città i campi di dopo il 13 giugno si saprà se sotto
scoperchiate un po' di pentole, Franceschi, che nel mandato del un cambio di rotta. La nostra lista domina la medesima politica, allenamento del Vicenza Calcio e le argille di Isola si nasconde qual-
dentro alle quali non si guarda da 95-99 era stato capogruppo per le ha ottenuto l'appoggio esterno di quella che noi contestiamo a que- che invece si è trasformato nella che segreto inconfessabile.
anni. forze di centrosinistra quando An, ma siamo aperti a tutti gli sta amministrazione". opportunità di costruire quattro- Marco Milioni
quest'ultimo governava assieme a schieramenti. Siamo per un paese Gasparella, consigliere uscente, cento appartamenti". E siccome Nella foto: Valter Baruchello
L’Isola che non c’è. Fare ordine nel Baruchello. De Franceschi (uno dei più vivibile, siamo per una politica iscritto a Fi, ma in guerra con tra i promotori c'è il presidente di discusso sindaco uscente

ACQUE MOSSE IN LAGUNA. La consigliera Donazzan: “Grembiulini obbligatori”


La pasionaria di An che combatte le griffe
Con la cosiddetta “legge dei grembiulini” il tosto. Ha lasciato volentieri il ruolo di tene- tite della “spedizione”, la strapazzano. “antifasciste” di Fini e tenta di compen-
gruppo di Alleanza Nazionale in Consiglio ra mascotte di palazzo Ferro-Fini alla con- Rischia l’arresto e si sfiora l’incidente sarle in loco sponsorizzando ogni possibile
regionale ha ottenuto, come si suol dire, sigliera leghista, anch’essa bassanese, diplomatico. e immaginabile iniziativa pubblicistica sui
un’esposizione mediatica senza preceden- Mara Bizzotto, nata nello stesso mese Guerrigliera ma anche, a suo modo, pacifi- due storici cavalli di battaglia del post
ti. I giornali veneti e quelli nazionali si sono dello stesso anno (il giugno del 1972) ma sta. Lo scorso anno alla vigilia dell’apertu- fascismo italiano: “le vittime delle foibe” e
fatti in quattro (scomodando con interviste 19 giorni prima di lei e si è specializzata ra delle ostilità in Irak vola a Bagdad insie- i “crimini” dei partigiani.
anche Lidia Ravera e perfino il leader sto- in incursioni politiche dentro e fuori il me ad un altro consigliere regionale,il Ma torniamo alle divise scolastiche. Elena
rico del ‘68 Mario Capanna) per illustrare palazzo. Membro della commissione agri- padovano Iles Braghetto dell’Udc ma Donazzan le predica ma personalmente
questa proposta che punta, in sostanza, a coltura, Elena è una paladina convinta del- soprattutto di Comunione e liberazione. Lì preferisce alternare mises maliarde che
privilegiare nell’assegnazione dei finanzia- l’attività venatoria al punto che un giorno i due incontrano alcuni rappresentanti provocano qualche brivido maschile nei
menti della Regione Veneto le scuole ele- ha annunciato in aula di aver finalmente delle chiese cristiane locali. Vengono corridoi di palazzo Ferro-Fini ai tailleurs-
mentari e medie venete che renderanno conseguito la licenza di caccia. imbarcati nell’ultimo volo di linea che pantalone da donna in carriera e ai jeans
obbligatoria per i propri allievi la divisa di Per coerenza. lascia Bagdad prima che l’aeroporto e lo da combattimento.
istituto. Un po’ Diana cacciatrice e un po’ Giovanna spazio aereo irakeno vengano chiusi. Va detto che questa proposta ha probabi-
“È per scoraggiare il consumismo dei vesti- d’Arco. Due anni fa alla guida di un mani- Seguace della corrente del ministro lità molto vicine allo zero di diventare legge
ti griffati, eliminare imbarazzanti differenze polo di Azione Giovanile si fionda in Istria Alemanno, Elena Donazzan si muove spes- regionale. An lo sa benissimo però l’obiet-
Foto Pedon

sociali e alimentare lo spirito di apparte- per rendere omaggio alle tombe italiane so per conto suo spiazzando gli altri consi- tivo è stato raggiunto: in tempi in cui l’im-
nenza” hanno spiegato i presentatori. Tra nei cimiteri locali che vengono progressi- glieri di An che si sforzano (anche se poco magine del partito, soprattutto in Veneto, è
questi la bassanese Elena Donazzan che vamente fatte sparire dalle autorità croate. convinti) di adeguarsi alle metamorfosi un po’ sbiadita, pagine di giornali e riflet-
con i suoi 32 anni è la più giovane dei con- Alla frontiera trova il modo di aver da ridire imposte dalla segreteria nazionale: non fa tori delle TV sono stati assicurati.
siglieri veneti. La più giovane, ma un tipo con le guardie di confine che, forse avver- mistero di essere perplessa dalle uscite
Belli dentro. Nella foto, l’austero look della sobria Elena.
vicenzaabc cronaca 3
Malasanità. Reazioni alle gravissime accuse lanciate dal procuratore Pecori Tangenti
5 regole
Malati di mazzette per non
sbagliare
Il sindacato: ignorate le regole anti corruzione. Ma intanto Le norme ci sono
grazie a Forza Italia, controllare i furbi sarà più difficile ma chi le rispetta?
Le accuse lanciate dalle pagine damento al decreto sull'emer- I punti contenuti nella lettera
del Corriere del Veneto sono genza sanitaria presentato inviata a primari, aiuti e diret-
durissime: la sanità è malata. dalla senatrice di Forza Italia tori medici dal Direttore gene-
Di mazzette. Parole destinate a Alberti Casellati (la stessa che rale Antonio Alessandri il 19
lasciare un segno. Perché a pro- aveva imputato alla rigidità dicembre 2003.
nunciarle è il Procuratore reg- della Legge Bindi, la prima
gente di Vicenza Paolo Pecori, causa ad aver spinto Soranzo 1. Silenzio in Sala
impegnato nell’inchiesta sulle “a fare il furbo”). L’utilizzo delle sale operatorie
tangenti al San Bortolo. L'emendamento prevede che i per l’attività libero-professio-
Nell’intervista rilasciata al medici ogni anno scelgano se nale deve essere programmato
quotidiano, Pecori lascia chia- optare per il rapporto di lavoro fuori dall’attività istituzionale
ramente intendere che il caso esclusivo con il Servizio sanita- e non interferire con esse.
Soranzo (il primario di otori- rio nazionale oppure no. In
nolaringoiatria arrestato) è questo modo viene modificato
solo la punta di un iceberg. La il principio dell'irreversibilità
corruzione sarebbe molto più della scelta, previsto dalla legge
diffusa di quanto finora emer- attuale. Bell’affare: sarà ancora
so dalle indagini. Talmente dif- più difficile effettuare i control-
fusa da far dichiarare al li”. Dello stesso avviso
Procuratore: “la fine della cor- Maurizio Dei Zotti della Cisl:
ruzione è solo un’illusione”. “L’Ulss di Vicenza è ingoverna- 2. Timbrare il cartellino
Solo che, contrariamente a bile. Ricorda l’Italia del L’attività deve essere svolta
quanto accaduto per tangento- Medioevo con i suoi feudi, negli orari concordati previa
poli dove la falla aperta con quantomeno subodorato? un po’ quello del laissez faire. Anche rispetto alle prestazioni ducati, comuni. Ognuno pro- timbratura
Mario Chiesa liberò una casca- “Nessun dubbio: se avessimo Insomma, le regole ci sono. per conto Ulss svolte in cliniche cede come meglio gli aggrada.
ta, qui mancano (ancora) le saputo avremmo certamente Basterebbe farle rispettare”. private. Al massimo abbiamo Salvo riscoprire l’unità quando
prove e qualcuno che parli denunciato” dice Claudio Già, perché questa difficoltà? ottenuto generiche risposte c’è da difendere gli interessi di
mettendo a nudo l’intero siste- Scambi, responsabile Sanità “Scarse risorse? Mancano verbali. Alessandri – e con lui qualcuno. Che, evidentemente,
ma. Scoperchiare la tangento- della Uil, che continua: “Il pro- uomini per effettuare le dovute tutti gli altri direttori delle Ulss sono poi anche degli altri.
poli sanitaria vicentina sarà blema è quello del rispetto verifiche?” a chiederselo è – invece di limitarsi a ricordare L’impressione d’insieme è quel-
compito della Magistratura. delle regole. La riforma Bindi Giancarlo Puglioni della Cgil: le regole, le faccia rispettare”. la di un ambiente dove – in
Resta la gravità delle dichiara- ha ben determinato gli spazi “Nella sanità i medici sono l’u- Come riuscirci? “Purtroppo il assenza di controlli – tutto è
zioni rilasciate da Pecori. per l’interesse privato del sin- nica categoria a poter godere di futuro si apre a scenari sempre lasciato alla responsabilità del 3. Registrarsi, prego
Affermazioni che, ne siamo golo sanitario all’interno della tutti questi benefici. Come più torbidi. Per i medici del ser- singolo individuo. E si sa, l’oc- Ogni richiesta di prestazione
certi, sono state fatte a ragion struttura pubblica. Solo che – Sindacato abbiamo più volte vizio sanitario nazionale si pro- casione fa l’uomo ladro. Non va registrata attraverso il Cup
veduta. Con in mano elementi, nonostante il recente richiamo chiesto, senza mai avere rispo- fila la fine del rapporto di mi stupirei affatto se, come (Centro Unico Prenotazioni)
se non probanti, certamente di Alessandri alle regole da ste esaurienti, una rendiconta- esclusività. Una regola chiave. lascia intendere Pecori, stessero
molto significativi. Possibile rispettare nell’esercizio della zione completa rispetto alle Proprio in questi giorni il per scoppiare altri bubboni”.
che nessuno sapesse? Avesse libera professione – il clima è attività libero-professionali. Senato ha approvato un emen- Davide Lombardi

Il presidente dell’Ordine: “Alzare gli stipendi ed eliminare la commistione tra pubblico e privato”

I medici: “Dateci più soldi” 4. 30 e lode


Le attività in libera professio-
ne richieste a pagamento dagli
utenti e svolte in altri ospedali
Ezio Cotrozzi, presidente dell’Ordine dei iscritto. Per poter coordinare la nostra azione questo sistema è sbagliato perché non è stato sono consentite, previa con-
Medici di Vicenza, che cosa pensa delle con quella della Procura. Ma per quel che mi portato fino in fondo. Bisognerebbe dare più venzione, solo a carattere
dichiarazioni di Pecori? riguarda, ripeto, ho grande fiducia nella clas- soldi ai medici, molti di più di quelli che pren- occasionale e fino ad un limite
La classe medica vicentina è molto attenta e se medica. dono oggi, ed eliminare l’intramoenia. Tra di 30 prestazioni all’anno
corretta. Non ho dubbi che vi sia un assoluto Pensa vi sia una correlazione tra l’attuale nor- l’altro, il nostro contratto è scaduto da tre
rispetto delle regole e della legge da parte di mativa e quello che è successo al San Bortolo? anni.
tutti. La situazione attuale ha bisogno di correttivi. Dunque lei è favorevole alla liberalizzazione
Il caso Soranzo sembra indicare il contrario. In questo caso si è avuto un pessimo uso del- proposta dal centro-destra.
Infatti, lui è iscritto all’ordine di Padova. l’intramoenia (la libera professione all’interno La medicina deve essere libera per definizio-
Allora, la corruzione non supera la barriera di nelle sedi pubbliche ndr) Tra l’altro, questa ne.
Grisignano? confusione normativa va contro i cittadini. Ma lei crede che l’emendamento proposto
Dico solo che a Vicenza, come Ordine, siamo Per una visita in lista d’attesa si può aspettare dalla Alberti Casellati, per cui di anno in 5. Mai fuori sede
attentissimi di fronte a situazioni di questo anche sei mesi. Pagando, la si fissa in un’ora. anno potrete decidere se dare l’esclusiva al I medici sono autorizzati a
genere. La riforma sanitaria è qualcosa lasciato a Servizio Pubblico o meno, vada in direzione svolgere attività libero-profes-
Evitiamo di fare di ogni erba un fascio? metà. Di qui lo spazio per possibili abusi. di una chiarificazione normativa?
Evitiamo. Il Ministro Sirchia, in un’intervista al Sole 24 Credo che aggiunga confusione alla confusio- sionale in un’unica sede ester-
Resta il fatto che Pecori è andato giù durissi- ore, dice che controllarvi è impossibile, ci ne. Comunque, prima di esprimermi a riguar- na se mancano spazi all’inter-
mo. vorrebbe un carabiniere per ogni medico. Il do, preferisco attendere l’incontro che abbia- no dell’ospedale (entro il 2005
Il Procuratore avrà i suoi motivi per rilasciare che – parole sue - non sarebbe elegante. mo convocato con il Senatore Flavio Tredese però – fatte salve modifiche
queste dichiarazioni. Tiri fuori quello che sa. Non è un problema di per la prossima settimana. Servirà per all’attuale normativa – le due
Del resto è mia intenzione andare a parlare al eleganza, ma di logica. farci idee più precise su cosa bolle in sedi dovranno essere ricondot-
più presto con lui. L’Ordine deve essere infor- Quel che dice Sirchia è pentola. te ad una).
mato di eventuali scorrettezze di qualche suo giustissimo. Dice che d.l.

LOTTA
SENZA
A Campo Marzo
QUARTIERE approdano i pirati
Centro Storico: già ridimensionata e resa più appetibile per le
famiglie” – commenta il consigliere diessino
CAF UIL•ITAL UIL•UIL PENSIONATI ironia alla Vicentina Andrea Tapparo. Continua inoltre la protesta
Continua la vertenza sulla manutenzione di
Campo Marzo. L’area necessita un risanamento ormai infinita per la situazione di emergenza
immediato. Le sponde della Seriola sono un dell’Albera (articoli nelle pagine seguenti).
“immondezzaio” e igienicamente pessime. Lo spa-
Modello RED zio alle spalle dello storico bar Moresco versa in Pomari: Comune, fuori i soldi
uno stato di abbandono, inoltre il viottolo centra- Non si è ancora risolta la questione sull’ex area
Compilazione gratuita del modello RED le non possiede adeguati sgorghi per l’acqua pio- Zambon (l’area, inquinata, necessita di una messa
in sicurezza se non addirittura di una bonifica).
vana e per questo si allaga. I cittadini si sono fatti
spedito ai pensionati da INPS e INPDAP sentire più volte lasciando eloquenti cartelli “Qui “Il Comune deve farsi carico al più presto della
molo 4” o “Acqua alta a Vicenza”. La situazione e provvedere ai costi – dice Tapparo –
che in seguito potrà eventualmente recuperare
Modello 730 Circoscrizione ha inoltre fatto richiesta per un
miglioramento dell’illuminazione e l’installazione dalla Zambon.”
Consulenza e compilazione della dichiarazione dei redditi di un palco per eventi musicali e per creare un
luogo di aggregazione. Laghetto: occhio alle buche
Sono iniziati i lavori per il miglioramento del
attraverso il modello 730 Stanga: strade anti polemica manto stradale in via dei Laghi. Le condizioni di
Sono state inaugurate due nuove vie laterali di molti marciapiedi delle strade lateriali sono però
Via Caminer divise da Via Vittime di Guerra. ancora pessime e pericolose soprattutto per gli
Sono state intitolate a Elisa Salerno e Vittoria anziani.
Per una completa e competente assistenza fiscale Madurelli. Due personaggi... apolitici dopo il caso
rivolgetevi presso i nostri uffici di via delle Foibe che aveva provocato una pole- Viale Cricoli:
mica. riprendiamoci il quartiere
VICENZA CAF BASSANO SCHIO La Circoscrizione pone l’attenzione sull’area
Tel. 0444 564265 Tel. 0424 227593 Tel. 0445 670900 Villaggio del Sole: attorno a viale Cricoli, sempre più disastrata. E’
ridateci il rock necessario un piano per recuperare la zona e sot-
VICENZA MONTECCHIO MAG. THIENE Pare che non avrà buon fine la richiesta dell’area trarla all’abbandono.
Castaneda per il Villazza Rock. Matteo Tosetto,
Tel. 0444 562477 Tel. 0444 490703 Tel. 0445 362259 presidente della Circoscrizione Sei, dichiara che la Ca’ Balbi: 30 all’ora
ARZIGNANO RECOARO TERME VALDAGNO decisione deve essere presa dal Comune ma in E’ previsto un volantinaggio e una raccolta firme
realtà l’area è di pertinenza della Circoscrizione. per sensibilizzare i cittadini sul progetto 30 all’ora
Tel. 0444 671640 Tel. 0445 780905 Tel. 0445 401843 “L’area scelta dall’organizzazione era perfetta per i cui lavori sono stati lasciati a metà.
una festa che, quest’anno, avrebbe dovuto essere Sara Sandorfi
C’era una
volta una
4 la nostra inchiesta vicenzaabc

C’era una volta una città rassegnata a tutto. Oggi scende in strada per una m

L’Albera ha dato i su
Le soluzioni: i pro e i contro di bretella, semaforo, pedaggio...

Foto Pedon
Le nuove Albere: da Corso Padova a viale San Lazzaro
Retroscena: perché ai camionisti l’autostrada non piace
Quante volte sono scesi in strada? Ormai abbiamo perso il conto. I cittadini della zona dell’Albera, il rondò
più grande e malfamato della città, da tempo hanno scatenato una rivolta contro la circolazione, che nella
zona ha raggiunto livelli da raccordo autostradale. Un traffico che assomma migliaia di camion e decine di
migliaia di auto che, giorno e notte, rombano attorno al rondò e si disperdono tra viale Trento, viale Diaz e
soprattutto viale del Sole e la statale Pasubio. Un traffico che ha spinto una cittadinanza storicamente chiusa,
paziente e timorosa a organizzare manifestazioni di protesta clamorose e coraggiose: mascherine davanti alla
bocca, cartelli in mano, striscioni tesi e via, su e giù per le zebre pedonali. Tanto basta per far letteralmente
impazzire il traffico, creare colonne chilometriche, far saltare i nervi agli automobilisti. E agli amministratori.
Per i quali l’atteggiamento dei cittadini è comprensibile ma ingiustificabile. Si chiede loro di portare pazienza.
Il tempo di realizzare la bretella. Una decina d’anni.

Scendono numerosi, nonostante l’acqua, armati di Gaetano Callegaro ed Annamaria Berton di crepe in cucina. Mi sento soffocare. Di notte il letto
bandiere, striscioni, cartelli, megafoni. Sono i residenti
dell’Albera che esprimono tutta la loro rabbia perché
non hanno ancora ricevuto non solo le risposte alle
Legambiente spiegano: “Il vero problema è il trasporto
delle merci via strada. Si dovrebbe incentivare il tra-
sporto via treno, creando le infrastrutture adatte.
trema, la foto del mio povero marito, si è spostata
nella cornice. Stavimo meio quando ierimo poareti” .
Andrea Tapparo, Presidente della Circoscrizione 6: “E’
Da est a Ov
loro rivendicazioni ma neanche la sacrosanta conside- L’Albera è solo la punta di un iceberg”. preoccupante l’assenza degli amministratori. Il Sindaco
razione da parte dell’Amministrazione. Ma cerchiamo
di capire chi sono e cosa vogliono.
Le persone protestano in modo semplice ed effiace:
aspettano il segnale verde all’attraversamento pedonale
vorrebbe ma non può, eppure nel ’91 il suo predeces-
sore Variati lo fece (si riferisce al blocco del traffico Colonne, smog, mu
Nella primavera del 2001 nasce il Coordinamento dei per impegnare le zebre. Tanto basta a creare un caos. pesante su quella tratta). Queste persone si sentono
Comitati: Villaggio del Sole, viale Trento, via Pecori Sono perlopiù anziani, sole, abbandonate, hanno l’impressione che si stia È probabile che l’Albera sia solo la spi
Giraldi, Maddalene di Vicenza e Motta di uomini e donne comuni, a prendendo tempo, cercando di passare la patata bol- re sempre più forte. Perché di case che
Costabissara, costituito dagli abitanti di quelle zone, sostegno di un movimento lente magari alla prossima amministrazione”. saggio di un mezzo pesante ce ne sono
esasperati per il gravissimo inquinamento ambientale “No Trafic” pacifico e Fa la sua apparizione anche l’onorevole Lalla Trupia, zone della città. Ecco le principali.
ed acustico provocato soprattuto dai mezzi pesanti rispettoso delle regole, deputato dei Ds, venuta a portare “solidarietà e non
che trasportano le merci da e per la ricca e produttiva
provincia vicentina, verso l’imbocco dell’autostrada
tanto che le forze dell’or-
dine non intervengono se
indifferenza, perché gli amministratori devono stare
vicini alla gente, sporcarsi le mani, cercare soluzioni, il Corso Padova - Viale
Vicenza ovest. non per invitare, con Sindaco ha fatto come Ponzio Pilato; se n’è lavato le
Il monossido di carbonio è al di sopra dei livelli massi- garbo e gentilezza, qual- mani”. Corso Padova è ancora considerata un
mi consentiti (Dal 1988!) e che passante “troppo Fiorenzo ha portato prestigiose del semicentro. Per quanto
le polveri prodotte dai lento” che ingombra la Ilaria, la figlia di circa dato sapersi. È certo invece che la vivi
motori a gasolio dei camion sede stradale quando scat- sette anni, alla manifesta- cala giorno dopo giorno. A causa anch
rende l’aria irrespirabile, ta il verde per le auto, a zione. Se ne stanno tor- di Ponte degli Angeli, il traffico è aum
sporca ogni cosa stia fuori camminare più in fretta. nando a casa e lei gli dice: di punta, le colonne partono dal ponte
per più di qualche minuto. Tra le lamentele degli abitanti c’è anche il fatto che “Papà, ma non è successo tavolta al semaforo di viale della Pace.
Il rumore e le vibrazioni alla lentezza nello scattare del verde dal momento niente, i camion continua- bus è un incubo per chi vive nelle vecc
provocano danni agli stabi- della chiamata pedonale (4 minuti circa), si contrappo- no a passare.” zona: vibrazioni e crepe su soffitti e pa
li; crepe si aprono sui muri, ne la velocità con cui dal verde si passa al rosso (pochi A vedere le fotografie una cosa normale. Non bastasse, preo
disturbano il riposo ed il secondi). delle persone che scendo- una sorta di assalto alla diligenza edili
sonno degli abitanti. Il pro- La signora Elena Miani dice: “Per andare in chiesa no in strada appare chia- cando le abitazioni in Corso Padova. t
blema si potrebbe arginare devo solo attraversare la strada, 400 metri circa, ma è ro che la politica con so della Fiat Savi – che vedrà nascere d
a detta di uno dei fondatori un’impresa. E poi a causa dell’aria malsana non posso l’Albera ha poco a che tamenti - e tre nuovi centri residenzial
del Coordinamento, Giuseppe Farina, “Rendendo aprire le finestre di casa, neanche in estate”. Da quan- fare. A protestare non vicinanze, crescono in modo esponenz
obbligatorio l’uso dell’autostrada A/31 per i mezzi do un anno fa è stata costruita la rotatoria ed installa- sono certo i soliti noti, come sostiene qualcuno, ma Non crescono ovviamente strade e par
pesanti, molti dei quali vanno oltre Thiene. Una nor- to il semaforo per il passaggio dei pedoni sono state casalinghe, commercianti, pensionati. Buona parte di segue un aumento di traffico micidiale
mativa regionale prevede un rimborso per il supple- investite tre persone. Una di queste è Sonam Uddin, di queste persone non ha mai fatto nemmeno uno sciope- da ancora a doppio senso che sopport
mento di strada percorso. Non costerebbe niente, è origine bangladese: “Stavo andando a comprare il ro, altro che rivolte premeditate. Questi anziani con la na un senso unico.
solo una questione politica…”. latte al bambino nella farmacia di fronte. Pioveva ed mascherina antismog sono invece il segnale che i tempi
“La situazione è insostenibile, come ha ammesso lo ho attraversato in fretta. Una macchina non si è fer- stanno cambiando: anche nella pacifica Vicenza il con-
stesso sindaco” dice il Consigliere comunale Ds
Giovanni Rolando, portavoce di uno dei comitati,
mata e mi ha colpito. Ho fatto un volo di alcuni metri
ma per fortuna non mi sono fatto niente! La signora
cetto di qualità della vita sta diventando sempre più
importante. Chi una volta dedicava mezz’ora in più
IV Novembre - Viale
“ma la soluzione auspicata è ancora lontana da venire; alla guida non è neppure scesa dalla macchina, ha del suo tempo per fare gli straordinari al lavoro, oggi
la dichiarazione dello Stato di emergenza Sanitaria e aperto il finestrino e mi ha chiesto se stavo bene. Poi preferisce dedicarla al miglioramento della sua vita. Se Peggio di Corso Padova: tra via IV No
di conseguenza l’emissione dell’Ordinanza Sanitaria di se n’è andata. Per non dire dei piatti sulla tavola che l’amministrazione della città non capisce il significato Scroffa si concentra una quantitò di sm
divieto di transito ai mezzi pesanti 24 ore su 24 nelle tremano per le vibrazioni provocate dai camion”. di tutto ciò, non potrà mai rispondere alle richieste impallidire l’Albera. Mancano solo i c
zone interessate, per tutelare il bene primario; la salute Faccin Letizia dice: “È dal ’48 che abito qui, vivo da della sua città. zine di bus e corriere Ftv (con centinai
del cittadino”. sola, negli ultimi tempi ho riparato già due volte le Claudio Carolo fanno egregiamente le veci. Metteteci p

Se i tir danneggiano. Asproso: “Trasformiamo viale Pasubio in una tratta a pedaggio”


Una barriera elettronica contro i bisonti della strada Road
Ciro Asproso, consigliere dei verdi, non si pagano e quindi fanno di procedere ad un dialogo costrut- Pricing
non ha dubbi: lui la ricetta per risparmiare: è questo il pensiero tivo. Un gran peccato, perché sono
risolvere il problema dell’Albera ce da cambiare. Passare per le stata- soprattutto i cittadini, attraverso le
l’ha. Facendo pagare un pedaggio li è un costo e deve essere soste- loro manifestazioni, a richiedere
ai mezzi di trasporto pesanti si nuto soprattutto dai suoi utenti risposte da chi li governa. Quando
limiterebbe la loro presenza. che maggiormente logorano que- ho proposto il pedaggio in viale
“Questo sistema – spiega Asproso ste vie. Pasubio, pochi giorni fa, Cicero e
– si chiama ‘Road Pricing’. È un la maggioranza hanno storto il Cos’è:
utile alleato contro il traffico, già In questo modo, però, aumentano naso. Eppure pochi giorni dopo il road pricing è l’attivazione
affermato in altre città”. A Londra, i costi per i trasportatori e di con- una soluzione del genere è stata del pedaggio per l’utilizzo di
per sempio, è stato installato un seguenza per i trasporti. Non ci presa in considerazione anche in certe strade. può essere limitato
imponente meccanismo denomi- sono alternative? Trentino. ad alcune categorie di veicoli
nato ‘Congestion charging zone’ (camion, bus turistici). Lo
che regola il flusso automobilisti- Il trasporto su gomma è costoso. Quindi la situazione dell’Albera è scopo è di limitare l’accesso ad
co. In poco tempo ha diminuito la Questo deve essere capito. I tra- la diretta conseguenza di una aree sensibili
pressione sulle congestionate gitti medio-lunghi dovrebbero esse- gestione negligente del traffico
strade della capitale inglese. re affidati a mezzi più compatibili urbano da parte dell’attuale Dove è già adottato: Singapore,
Misure simili, nel nostro piccolo, ed economici come il trasporto amministrazione? Oslo, Trondheim, Melbourne,
sono state adottate anche a fluviale e su ferrovie, molto svilup- Los Angeles, Londra, Venezia,
Genova e Venezia.” pati in Italia, tempo fa, ma ora La questione non è così semplice. Genova
Centro di Londra: un’area per entrare nel “Congestion charging zone”. Oltre abbandonati per una politica dei Capisco la posizione di Cicero. Ci
Come potrebbe essere applicato 400 porte d’accesso e 800 telecamere per far pagare un pedaggio ad ogni auto trasporti su gomma che non ha troviamo di fronte a un problema Pro:
il road pricing a Vicenza? E che portato e non porterà risultati dalla non facile soluzione – spiega È un sistema democratico per-
benefici porterebbe? necessarie (barriere fonoassor- traffico è destinato ad aumenta- positivi. Come è facile intuire è un Asproso – Lottiamo contro la ché non vieta l’accesso. I costi
bendi, asfalto speciale) a migliora- re. problema risolvibile solo in scala potente lobby degli autotrasporta- per la realizzazione del progetto
Attraverso dei portali elettronici, re la qualità della vita dei residen- nazionale attraverso una politica tori, ben decisi a tutelare in ogni sono ammortizzabili attraverso
tutti i mezzi pesanti che attraver- ti del quartiere. Le vie alternative per i trasportato- concreta sui mezzi di trasporto modo i loro interessi economici, l’entrata del pedaggio. Il guada-
sano la zona interessata sono ri, come l’autostrada da prendere alternativi. senza badare alla sicurezza dei cit- gno netto può essere utilizzato
costretti a pagare un pedaggio per Molti trasportatori, però, devono a Thiene, ci sono. Il problema mag- tadini. Non dobbiamo dimenticare per opere di insonorizzazione e
il transito. Questo pedaggio deve passare obbligatoriamente per giore è l’enorme quantità di A livello locale le autorità compe- la debolezza normativa delle ordi- miglioramento della qualità
essere sufficiente a scoraggiare il l’Albera: è la naturale prosecuzio- camion e tir che attraversano sol- tenti credono in soluzioni alterna- nanze di limitazione del traffico. della vita delle aree interessate
passaggio. Il ricavato dell’opera- ne della statale Pasubio per rag- tanto il nostro territorio, entrando tive? Per questo chi ha il potere deci-
zione, inoltre, servirà a pagare la giungere la zona industriale e la in autostrada, per esempio, verso sionale deve impegnarsi di più. Contro:
messa in opera del progetto e l’e- statale per Verona. Ora che nel Verona o Padova. Questo perché il Purtroppo l’attuale amministrazio- Costo iniziale che deve essere
ventuale realizzazione e manuten- casello di Vicenza ovest si è allac- pedaggio è ancora la barriera psi- ne sembra più interessata ad i.t. sostenuto dal Comune. Tempi
zione di tutte le infrastrutture ciata la tangenziale per Padova, il cologica da superare. Le statali arroccarsi sulle sue scelte invece di realizzazione lunghi
vicenzaabc la nostra inchiesta 5

iglior qualità della vita

Le soluzioni. I pro e i contro


uoi frutti Tante idee. Con vantaggi e svantaggi
Da attuare il prima possibile
La bretella
Cos’è: un tratto di strada che, collegandosi prima e
dopo viale Pasubio e l’Albera, dirotta la maggior parte
del traffico che dalla circonvallazione est prosegue per
la statale verso Thiene e viceversa.
Pro: deviando il traffico si migliora la qualità della vita
nell’area residenziale. La bretella, inoltre, velocizza ulte-
riomente il passaggio dei veicoli senza danneggiare gli
automobilisti.
Contro: i tempi di realizzazione sono estremamente lun-
ghi, da cinque anni – la migliore delle ipotesi – a quin-
dici anni. La bretella non risolve il problema ma lo spo-
sta soltanto. Tra le varie alternative, inoltre, risulta tra
quelle più onerose e a maggior impatto ambientale.

Autostrada
Cos’è: la proposta consiste nel rendere appetibile il
transito dei veicoli pesanti attraverso l’autostrada con
incentivi fiscali. Gli autotrasportatori saranno agevolati
nell’utilizzare una rete di trasporto veloce già esistente,
limitando l’afflusso nelle zone urbane.
Pro: è attuabile immediatamente. I fondi per una inizia-
tiva del genere sono – in teoria – già stati previsti da
alcune leggi regionali. È una soluzione ideale soprattut-
to per la maggior parte dei trasporti che attraversano
soltanto il nostro territorio, senza fermarsi.
Contro: anche se disponibili, i fondi sono estremamente

vest, l’Albera che verrà Il traffico alla bilancia limitati e risolverebbero la situazione solo per un breve
periodo. Per il passaggio autostradale i trasportatori
hanno già a disposizione delle agevolazioni.
Per ridurre il caos facciamo vedere Divieto di accesso
uri che tremano e auto che sfrecciano ai padroncini quanto pesa una multa Cos’è: una proibizione del transito di tutti mezzi pesan-
ti, come è già stato attuato in viale Dal Verme.
Pro: si risolve il problema alla radice, eliminando la
ia di un malesse- auto, perennemente in colonna a causa del rondò di Cos’è: il controllo pianificato e sostenuto del causa dei danni. Le spese sono contenute e, dopo un
tremano al pas- ponte degli Angeli. E metteteci poi il parcheggio sel- peso di tutti i tir periodo iniziale di controllo e vigilanza stradale soste-
o in molte altre vaggio di fronte all’istituto Farina (ovviamente nelle Dove è già adottato: Austria, al confine con nuta, senza ulteriori costi aggiuntivi.
ore di punta): basta una 500 per bloccare due bus in il Brennero Contro: si eliminerebbe l’unica strada ancora percorri-
entrambi i sensi di marcia e creare un tappo di cento bile per attraversare a nord-ovest la città. L’intero traffi-
Per far dimagrire il traffico all’Albera non c’è co pesante passerebbe per le aree dei comuni limitrofi,
e Pace auto. Per non rischiare, le premurose mamme che
accompagnano i figli al Farina vanno sul sicuro par- niente di meglio che una bilancia. Con un po’
di astuzia e senza le continue verifiche della
saturando vie non adatte al flusso dei mezzi pesanti,
cheggiando una dozzina di gipponi. Ne consegue uno con un aumento dei costi di trasporto e dell’inquina-
situazione e delle possibili soluzioni, è già mento diffuso.
na delle zone più strombazzamento che fa schizzare i livelli di inquina- possibile attuare un sistema per dirottare
ancora, non è mento acustico che neanche a Città del Messico. velocemente tutto il traffico pesante. Limitare la velocità
bilità nella zona Proseguendo verso Anconetta la situazione non miglio- Questo meccanismo, è bene precisarlo, più Cos’è: attraverso dei dissuasori di velocità (semafori che
he della rotatoria ra: l’incrocio con via Ragazzi del 99 è ai limiti della che da un’analisi approfondita delle dinami- si azionano quando si supera una certa velocità, autove-
entato. Nelle ore saturazione. Ma non fatelo sapere a Cicero: potrebbe che del traffico, è nato dall’osservazione del lox permanenti, dossi artificiali) si limita la velocità dei
e per arrivare piazzarci un risolutivo rondò. comportamento di alcuni camionisti. veicoli in transito.
. Il passaggio dei È vero che molti autotrasportatori utilizzano Pro: sparirebbero le vibrazioni eccessive e l’inquinamen-
chie case della le strade provinciali per risparmiare sui costi dell’autostrada, ma è to acustico. Il traffico sarebbe più omogeneo e meno
avimenti sono
ccupa il futuro:
San Lazzaro - SS Felice e F. anche vero che in autostrada i controlli sul peso delle merci trasporta-
te sono molto maggiori rispetto alle statali. È lecito domandarsi, dun-
pericoloso per pedoni e ciclisti.
Contro: non risolverebbe l’inquinamento atmosferico.
zia sta moltipli- que, se la maggior parte dei trasportatori, soprattutto tra i padroncini Aumenterebbero le code in prossimità dell’area interes-
tra l’ex comples- Per comprendere la gravità della situazione del traffico che lavorano in proprio, evitino i controlli. sata, soprattutto nelle ore di punta. L’uso di dossi e
decine di appar- in questa zona basta fare un semplice esperimento: Da qui nasce l’idea: perché non appostare una pattuglia permanente limitatori fisici, inoltre, otterrebbero il risultato oppo-
i nelle immediate attraversare la strada in un punto qualsiasi. Nelle ore all’imboccatura dell’Albera? In Austria ci hanno pensato prima di noi: sto, aumentando il rumore e le vibrazioni.
iale i residenti. normali ci vuole sangue freddo e uno scatto da atleta al Brennero, appena entrati in territorio austriaco, la polizia locale
rcheggi. Ne con- (oppure un raro automobilista pietoso). Va meglio blocca tutti i tir per un controllo a tappeto. Il semaforo
, lungo una stra- nelle ore di punta, infilandosi tra un cofano e un por- All’Albera la stessa strategia limiterebbe l’afflusso dei camion stracari- Cos’è: il ripristino del vecchio sistema semaforico per
erebbe a malape- tabagagli. Verso viale San Lazzaro il traffico si fa più chi, proprio quelli che producono la maggior parte di danni relativi l’incrocio dell’Albera. Non sempre, visto che la rotato-
alle vibrazioni e all’inquinamento, oltre ai gravi problemi di sicurezza ria si è rivelata molto efficace per il passaggio durante
scorrevole, e gli automobilisti, granzie anche alla stra- che un sovraccarico comporta. E premierebbe i trasportatori che sono
da larga, ne approfittano per liberare i motori ingolfa- le ore di traffico controllato, ma almeno la mattina e la
in regola con la legge. sera, quando vi si riversa la maggior parte dei veicoli.
ti. Quando i vigili piazzano l’Autovelox, le casse dei Le direttive su questi controlli sono precisate nell’articolo 167 del Pro: il sistema semaforico è già presente e non è stato
Trieste Comune gioiscono. Putroppo i residenti non hanno il
piacere. Non è un caso se in zona i prezzi degli appar-
Codice stradale e prevedono multe fino a quasi 1400 euro e ben
quattro punti in meno nella patente.
ancora rimosso. I costi per la riattivazione e l’organiz-
zazione sono minimi. Se attivato in orari costanti rende-
tamenti sono più abbordabili che altrove. Non è un I controlli, poi, possono essere eseguiti dalla Stradale, dalla Polizia di rebbe omogeneo il traffico, perché chi può eviterebbe il
ovembre e Borgo caso se chi abita sulla strada cerca spesso e volentieri Stato, dai Carabinieri, dalla Finanza e anche dalla polizia provinciale passaggio durante le ore di punta.
mog da far di vendere. e municipale, naturalmente nel proprio territorio di competenza (arti- Contro: durante le ore di attivazione aumenterebbero le
amion, ma doz- colo 12 del codice stradale). Non ci sarebbero, dunque, scuse relative code – e di conseguenza l’inquinamento – ripristinando,
ia di furgoni) ne alla mancanza di pattuglie da parte del Comune. di fatto, la ben peggiore situazione precedente la realiz-
poi migliaia di Perché da palazzo Trissino non è partita una direttiva a riguardo? zazione della rotatoria.

Mostra promossa da O pere appartenenti a Gallerie di Palazzo


Fondazione G iorgio Cini, Leoni Montanari
Fondazione Q uerini Stampalia,
G allerie dell’ Accademia, Vicenza, S. C orona 25
con il patrocinio del Musei Vaticani,
dal 20 marzo
Reliquiariodel capo di Santa Prassede (part.), Musei Vaticani.

Ministero per i Museo B agatti Valsecchi,


B eni e le Attività Culturali Museo Poldi Pezzoli, al 20 giugno 2004
Pinacoteca Ambrosiana, da mercoledì a domenica
T esoro di San Marco dalle 10 alle 18
e altre istituzioni culturali
e religiose del Veneto e della ingresso libero
Lombardia, restaurate grazie a
B anca Intesa in collaborazione
con le Soprintendenze per i
B eni Archeologici e per il
Patrimonio Storico, Artistico e
Demoetnoantropologico del
Veneto e della Lombardia.
6 città e persone vicenzaabc
Intanto Tuttinbici raccoglie 12 mila firme: “Non ci possono più ignorare” E intanto
nasce il
Piste ciclabili, che farsa manuale per
sopravvivere
Ma la città vuol pedalare Dalle mappe anti vigili
a come chiudere
bene il lucchetto
Altro che percorsi riservati: un’impresa attraversare il centro tutti i bici-segreti
Dodicimila firme in un colpo Abbasso le piste ciclabili! Boicottate i
solo oggi li raccoglierebbe mezzi pubblici!”. Una affermazione
che generalmente si associa ai vari
forse sono una petizione con- ‘autofili’ che scorrazzano nella nostra
tro la guerra in Iraq. La guerra città, inquinando e dribblando perico-
che combattono i volontari di losamente tra pedoni e ciclisti.
Tuttinbici, per fortuna, è molto Invece l’affermazione viene da un
meno tragica ma altrettanto ciclista doc, che ha visto nascere e
difficile: vogliono far scendere i diffondere il critical mass (proteste
vicentini dall’auto e far scopri- in bici contro il traffico) di Milano e
re loro il valore della bicicletta. che ha viaggiato in lungo e largo con
Per farlo, si sono rimboccati le le due ruote anche in Sicilia, sco-
prendo luoghi e realtà dimenticate.
maniche e hanno raccolto un “Sono contro le piste ciclabili perché
numero impressionante di sono una forma di ghettizzazione
firme, dodicima appunto, delle due ruote – ci spiega Alberto,
ovvero più di un vicentino su milanese – e contro i mezzi pubblici
dieci. Se pensiamo che i volon- dal momento in cui a Milano, dove
tari di Tuttinbici che hanno Ore 8:29, pista ciclabile di Corso Fogazzaro. Un eroe Ore 8:55, centro storico. È giovedì di mercato e i par- Ore 9:16, di nuovo in Corso Fogazzaro. Giacca, cra- vivo, il biglietto della metro è passa-
raccolto le firme si contano della resistenza scarta a destra il tre tonnellate e cheggi liberi latitano. Nel vano tentativo di far entra- vatta e Suzuki: davanti alla Chiesa dei Carmini inizia to da 1500 lire a 2 euro. Una scelta
mezzo. L’auto che sopraggiunge alle spalle avrà la re una Clio nel posto di una bicicletta, un ardito la dura giornata del vicentino medio. All’eventuale condivisi dalla maggior parte delle
sulle dita di una mano, capite pazienza di aspettarlo mentre completa l’ardita incappa nell'idrante. vigile potrà sempre dire: “Mi son fermato solo un persone che vive in centro, soprattut-
il valore del risultato. manovra? attimo” to ora, dopo i fatti di Madrid. I mezzi
“Abbiamo trovato una città pubblici fanno paura”. “Sempre
ben disposta e soprattutto tra- meglio che a Vicenza – riprende
sversale – raccolta la presidente Silvano – da noi è pure vietato attra-
vicentina Anna Maria De Vigili versare i parchi in bici. E Cicero vieta
– La bici non ha colore politico di pedalare nelle rotatorie. Ma sono
e nemmeno età: hanno firmato le bici a provocare gli incidenti se le
ragazzi, giovani, anziani. macchine non rispettano la preceden-
za?”
Persone di ogni credo politico Un dibattito acceso si è aperto alla
e di ogni ceto sociale.” libreria “Librarsi” per la presentazio-
Le 12 mila firme di Tuttinbici ne vicentina del “Manuale di soprav-
saranno consegnate al sindaco vivenza ciclica urbana”. Il libro è
sabato 15 con una cerimonia stato scritto dal collettivo Elsinki, di
semplice e volutamente chias- cui Alberto e Silvano fanno parte, e
sosa: una carovana di biciclette riporta la storia della bici come
– tanto meglio se munite di mezzo di trasporto e rivendicazione
politica nel corso del tempo, dalle
seggiolini con bimbi – che par- suffragette al g8. “Elsinki era il nome
tirà da Campo Marzo per arri- di battaglia di una partigiana
vare in Municipio. dell’Ossola che per prima si rese
Il bello di queste 12 mila firme Ore 15:47, panoramica di viale Trento. Una Opel Ore 15:50, Corso Fogazzaro. Questo automobilista conto dell’importanza strategica
Ore 9:17, ancora in corso Fogazzaro. “Ma io lavo-
è che non serviranno a finan- ro!” Con questa scusa, tipicamente vicentina, operai Vectra duemilaedue turbodiesel grigio metallizzata tenta un parcheggio impossibile, ma poi - spaventato della bicicletta per la resistenza:
ziare chissà qualche progetto e artigiani occupano lo spazio ciclabile per caricare e parcheggiata in pista ciclabile si gode l’incredibile dalle auto in arrivo, non certo dal ciclista fotografo organizzò le staffette partigiane nel
faraonico. Macchè, sono state scaricare il materiale. Che si fa? Si chiude un occhio? paesaggio. desiste dall’impresa. Piemonte.” Ma il libro non è un mani-
raccolte semplicemente per festo politico. Parla, con ironia ma
senza disimpegno, della gioia di viag-
chiedere al comune di fare giare piano, di gustarsi un viaggio
quello che è già stato stabilito: facendo del bene per sé e per gli
la realizzazione del piano delle altri. Parla delle esperienze del G8 e
piste ciclabili, un programma del pedalare nella Sicilia segreta.
pluriennale (già approvato in Parla degli itinerari da seguire per
consiglio comunale nel lontano visitare, pedalando, le città italiane,
2002) per cinque percorsi con tanto di cartine dove sono
ciclabili, sempre protetti, conti- segnalate i belvedere, i punti di risto-
nui che permettano di attraver- ro e quelli critici, dove tener d’occhio
“auto e vigili urbani”.
sare la città. Il piano prevede Il colorato manuale si conclude con
un totale di 140 chilometri una breve ma esaustiva serie di
interamente ciclabili. schede su come utilizzare e riparare
Attualmente sono solo 24. la propria bici. “Perché la bici è un
Chiediamo semplicemente di mezzo amico, simpatico, popolare,
rendere sicuro l’uso della bici- alla portata di tutti. Se si rompe la si
cletta e dunque di realizzare può aggiustare da sé, basta non aver
una mobilità diversa che limiti paura di sporcarsi le mani. La bici-
cletta è libera, come dovrebbe esse-
i danni provocati dall’inquina- re la strada.”
mento: percorsi ciclabili sicuri Ore 16:17, L'ora della siesta in corso Fogazzaro: Ore 16:38 – Corso Fogazzaro, venti minuti dopo: il Ore 17:08, Corso Fogazzaro. Si esce dal lavoro ma la i.t.
e condizioni di vivibilità ciclisti e pedoni tutti al bar. Offrirà da bere il pro- proprietario della Punto è ancora al bar. La signora pista è sempre occupata. Servizio domiciliare conse- Manuale di sopravvivenza
migliore per i piccoli e gli prietario della Punto nera? tenta un sorpasso azzardato. Ma chi le ha dato la gna pasti pronti e medicinali Istituto Salvi. ciclica urbana
anziani. patente? Un’infrazione etica è meno grave? Terre di Mezzo Editrice Berti
Euro 10,00

PARACADUTE
Sul piccolo schermo tre film da Francia e Spagna che non lasciano indifferenti
il locale tele
mai banale
visioni L’Europa vince, almeno col cinema
E per i nostalgici dell’America che fu, “Tutti gli uomini del presidente”
Il ristorante dai 900 sapori
La piazzetta di Brendola è una ter- asparagi di Bassano di pieno sapo- Sabato 15 mente “perfetto”. Attori perfetti e misteriosa e straziante, un 'giallo' sistema sociale americano.
razza sulla pianura e fronteggia, in re anche se la besciamella abbon- mostruosamente bravi; sceneggiatu- malinconico, un capolavoro. Per me, Comunque da vedere, ma con le
linea d’aria, il Castello di dava…Le paste sono tutte casalin- Disney Channel, 20.30, Il pianeta ra perfetta: non c‚è una battuta sba- il più bel film di Hitchcock. pinze.
Montecchio. In un lato della piazza ghe ed i maccheroncini hanno un del tesoro. Ma il povero Stevenson, gliata, una parola fuori posto.
(l’altro ha la chiesetta in stile goti- ragout bianco di vitello da farne il aveva proprio bisogno di questa ver- Tutto il film è esaurito in se stesso Mercoledì 19 St.Universal, 23.25, Apollo 13. Se i
co di bella eleganza) un palazzetto bis! sione cartoon modernista ed ipertec- nella sua eleganza. Avevamo urlato tre astronauti americani coinvolti nel-
semplice e squadrato ospita questo Sapidi bocconcini di faraona in nologica? Ai vostri figli, regalate il di entusiasmo alla sua opera prima, Rai1, 21.00, John Q. Buon film, ma l'incidente del '70 sono sopravvissu-
ristorante che lascia stupiti, appena tecia fra i secondi, con patate al libro. e con ragione, lo ripeto, ma questo è discontinuo e mal riuscito. Da un ti, quello che rischiano di morire, ma
entrati, per la elegante semplicità forno e verdure saltate nelle quali solo onanismo stilistico. lato, viene descritta perfettamente la di noia, sono gli spettatori di questo
dell’arredo, per la incredibile pre- si avverte, lontano, il profumo di Domenica 16 spietata realtà del proletariato ameri- piatto e pallosisssimo film.
senza di prodotti alimentari che si aglio. Non mancano il tradizionale Sky, 21.30, Essere e avere. Film- cano alle prese con un sistema sani-
possono comprare, messi su ripia- spezzatino di musso, le costolette St.Universal, 14.30, Tutti gli uomini documentario sull'esistenza quotidia- tario crudele e disumano, che nega Giovedì 20
ni, su credenze in stile, su cassetto- d’agnello ed il carrè di maiale al del presidente. Datatissimo racconto na di una pluriclasse elementare le cure e la stessa sopravvivenza a
ni, senza che ci si senta oppressi rosmarino (perché una cottura “al dello scandalo Watergate. Ennesima francese in una scuola di montagna, chi non se la possa pagare. Da que- Rai2, 21.00: Parla con lei - Rai2,
dalla presenza di pasta di Fara San rosa” per questa carne bianca?), versione del mito americano n.1 EA è un racconto immensamente sto punto, una lezioncina di politica 23.10: Tutto su mia madre. Due
Martino, di riso di Grumolo, di prima di terminare con un dolce (anche se commettiamo degli errori, semplice quanto commovente e poe- ed educazione civica davvero esem- film consecutivi di Almodòvar, con
mostarda vicentina, di olio del come il tortino al cioccolato o la poi abbiamo il coraggio di ammetterli tico sul percorso interiore di un grup- plare. Ma si vede che al regista è tutto il relativo carico di morbosità e
Garda, di vini di produttori nostra- torta di ricotta e mele servita tiepi- e chiedere scusa) e n. 2 (la stampa po eterogeneo di bambini di fronte al sembrato troppo, ed allora, per farsi di perversioni, rischiano di stroncare
ni. Locale rustico, solo apparente, da. Una gradevole realtà in evolu- è libera e onnipotente). Vi viene in sapere ed all'umanissima 'autorità' perdonare, ha pensato di stempera- chiunque. Da evitare accuratamente.
nelle tovaglie a quadrettoni (ma i zione, accattivante anche nel prez- mente niente, in giorni come questi? del loro maestro. Le loro vicende re il tutto con un‚overdose di retorica
coprimacchia sono bianco candi- zo: ci vorranno 25 euro circa per sono filmate con pudore e rispetto, american-patriottarda quale raramen- St.Universal, 23.15, L'esercito delle
do), di buon gusto, caldo, acco- una pausa rilassante in cima al St.Universal, 17.00, Harry Potter e ma anche con pulizia e verità. Bene te si è vista. Così il marito è lo ste- dodici scimmie. C'è un premio in
gliente. Ne anima la cucina il gio- colle. Qualche discreta bottiglia e la camera dei segreti. Dignitosa ver- ha detto sulla Stampa Fabio Ferzetti: reotipo dei mariti americani, rude ma palio, a cura dell'Internazionale
vane Riccardo che, dopo un perio- servizio sorridente e professionale sione cinematografica del romanzo, "Un film Zen". Un grandissimo capo- buono; e soprattutto è lo stereotipo Masochista, per chi riesce a raccon-
do passato al Golf Club, prima di della giovane moglie Manuela. ben raccontata, ben recitata, ben lavoro, da amare e meditare. del padre americano, che carica di tare logicamente la trama di questa
Creazzo e poi di Brendola, (in pre- D’estate si mangia fuori , il che illustrata: nulla di più e nulla di Assolutissimamente imperdibile. buoni consigli moralistici e maschili- insopportabile palla, ma non l'ha
cedenza aveva lavorato all’Hosteria aumenta il piacere. meno. Davvero bravo e raffinato sti suo figlio; e i comprimari sono gli mai vinto nessuno. Le estimatrici
delle Bele di Valdagno) ora si è Jason Isaacs nella parte dell'infido Sky, 22.55, Debito di sangue. stereotipi dell‚americano buono, la possono godersi Brad Pitt, ma non
messo in proprio. Mastro Ghiottone Lucius Malfoy: superiore alla media. Decisamente, al grande Eastwood i cui coscienza è stata sì avvelenata so se basta a compensare Bruce
Cucina di semplice ma non banale film 'civili' riescono male, come que- dal culto del denaro e del profitto, Willis.
esecuzione, curata, legata alle sta- Novecento Lunedì 17 sta storia banale e goffa, troppo ma che poi, messo di fronte ad una
gioni con piatti di breve cottura e Piazza del Popolo 3 simile ad un altro suo flop: Fino a scelta “da uomo”, ritrova, nel proprio Venerdì 21
di sapori immediati. Brendola Sky, 21.00, Era mio padre. Che prova contraria. Ma ha fatto tanti e cuore palpitante da pioniere, una
Non chiedete l’antipasto perché è 0444 400664 delusione. Con American Beauty, tali capolavori - fino all'ultimo, mera- lacrima ed uno scatto d’orgoglio St.Universal, 21.00, Excalibur. Film
offerto: abbiamo gustato sopressa Apre solo la sera : sabato e dome- Mendes ci aveva dato un capolavoro viglioso Mystic River - che gli possia- come solo i veri uomini sanno fare. elegantissimo, colto e stupendamen-
vicentina con sfogliatelle calde ed nica anche a pranzo sulla solitudine esistenziale, ed mo perdonare anche questo. E non poteva mancare, conseguente- te visionario, senz'altro il migliore tra
un’ottima polentina di Marano Chiuso il lunedì anche un film di rara bellezza ed ele- mente, un happy end, ambiguo e i (non molti) ispirati al Ciclo
con funghi di primavera. Fra i Carte di credito tutte ganza formale. Forse con questo Martedì 18 confuso quanto mai, perché non Arturiano. Assolutamente imperdibil
primi assaggiate le tagliatelle coi 12.5/20 voleva farci vedere di poter essere sarà certo una scandaletto come
bisi o la “cocotte” di pasta ed ancora più bravo, ma ha davvero St.Universal, 11.30, La donna che questo a far mutar opinione e regole Giuliano Corà
esagerato. EMP è un film assoluta- visse due volte. Una storia d'amore alle compagnie assicuratrici e al
vicenzaabc economia e società 7
Brunetta (Fi) non scalda la platea: gli industriali stanchi di liberismo Posti che contano
Compagno padrone Vicenza attacca
Da Paolo Scaroni a Dalla Fontana
All’assemblea vicentina, Assindustria fa l’occhiolino a sinistra ecco chi conquisterà Confindustria
Ancora non si è capito bene buto importante”. Qualcosa
quale sarà il posto assegnato a di più per accontentare la pla-
Vicenza nella Confindustria tea. Ma ancora niente di
targata Montezemolo. Nessun certo. Vicenza paga il fatto di
vicentino – né veneto - è stato essere comunque parte della
inserito nel comitato di regione che ha sostenuto fino
Presidenza. In molti si aspetta- all’ultimo il concorrente
vano una poltrona importante Tognana? Improbabile. Dopo
per Calearo dopo l’appoggio la rinuncia di Calearo, la par-
dato al manager Ferrari tita non pare affatto chiusa.
durante la campagna elettora- Intanto si dà per certa l’inve-
le. Poltrona che, a quanto stitura di Adamo Dalla
pare, gli è stata offerta. Ma Fontana, vicepresidente vicen-
che il leader di Assindustria tino, a diventare braccio ope-
avrebbe rifiutato. Perché rativo di Confindustria pro-
incompatibile con la carica prio nella promozione all’este-
territoriale alla quale, ad un
solo anno dall’elezione, non
sarebbe parso serio rinunciare.
Per Calearo la poltrona in
Viale dell’Astronomia non
Calearo e Montezemolo per- li della famiglia, ad evitare la azienda, “meglio avere un politica (“Gli imprenditori sembra essere priorità assolu-
fettamente compresi nella finanza e privilegiare i prestiti, figlio ricco e scemo in meno e abbandonino ogni desiderio di ta. Anche perché – a detta dei
parte di locomotori – nei a spendere poco in innovazio- una manager in più”), alla appoggiare questo o quello suoi collaboratori - il filo
rispettivi ruoli – del treno con- ne, ad essere attenti al prodot- crescita di un sistema d’impre- schieramento. Bisogna puntare diretto con Montezemolo c’è
findustriale. All’assemblea ter- to e poco al servizio, ad essere se in grado di produrre aggre- al confronto sui progetti di eccome. Nonostante all’assem-
ritoriale vicentina tenutasi restii a crescere, ad allearci e gazione (“Lo dico qui nel sviluppo, modernizzazione e blea di Assindustria l’uomo di
lunedì 10 maggio - ospite illu- fare massa critica”. La critica Nordest, basta col piccolo è innovazione del sistema”), Maranello sia rimasto tutto
stre il presidente designato di ai nodi irrisolti che frenano lo bello”). altrettanto vero è che l’amore sommato abbastanza sul vago,
Viale dell’Astronomia che ha sviluppo: Europa - “la nostra con l’attuale compagine di
scelto proprio Vicenza per la più grande opportunità” - ma Industriali governo è morta e sepolta.
sua prima uscita territoriale - i anche “gigante economico e da pensionare Lontanissimi i tempi in cui ro. Ma non è tutto. Quanto
due non hanno deluso le atte- nano politico” (e chissà se a Berlusconi a Parma (era il siano solide le cambiali che
se scaldando una platea biso- Calearo è venuto in mente un Del tutto prevedibile che i due 2001, quasi un secolo fa) Calearo ha ancora da esibire
gnosa di essere stimolata, ma parallelo in chiave locale…), cavalli da corsa di dichiarava ad un’entusiasta rispetto a Montezemolo lo
soprattutto rassicurata. Nella la competizione – insostenibile Confidustria tirassero le fila a assemblea di Confindustria “il sapremo tra breve. Alberto
sua relazione introduttiva se giocata sugli stessi piani - tutto il gruppo con relazioni, mio programma è il vostro Bombassei, presidente di
Calearo ha affrontato con con il colosso Cina, l’inerzia se non vincenti, almeno con- programma”. E a Vicenza, tra Federmeccanica, è entrato
determinazione lo spettro che della pubblica amministrazio- vincenti. Le paure, i dubbi, i politici presenti (Enrico Letta nella presidenza. Il nuovo
aleggiava sull’assemblea, il ne, l’arretratezza del paese quell’aria di crisi e declino da per il Centrosinistra, Renato incarico lo costringerà a
declino dovuto al lungo perio- nella formazione e nella ricer- cui tutti cercano di ritrarsi Brunetta per la Casa delle lasciare Piazzale Juarez (sede
do di recessione (meno 21,4% ca. Ma anche la grande voglia come la peste, è emersa nel Libertà), quello che ne è della potente federazione) e
l’export delle aziende vicentine di recuperare orgoglio e otti- dibattito che ha intervallato i indubbiamente uscito meglio è traslocare in Viale
nel 2003) e a un’economia che mismo attraverso un “nuovo due interventi. A partire dalla l’esponente del centrosinistra, dell’Astronomia. Lasciando
ancora non trova la strada patto per lo sviluppo” da fon- consapevolezza di un paese apparso disponibile al con- vacante il posto. Chi lo sosti-
della ripresa. Le parola d’ordi- darsi su qualità, ricerca, inno- che sta irrimediabilmente fronto (“E’ ora di finirla coi puntando sulla solita metafora tuirà? L’attuale vicepresidente?
ne lanciata – e ripresa poi da vazione, internazionalizzazio- invecchiando (“in America gli finanziamenti a pioggia tipo calcistica: la nuova Che, per chi non lo sapesse, si
Montezemolo – è quella ormai ne e – ultimo citato non certo industriali hanno 20 anni” ha Tremonti-bis”) e pragmatico Confindustria sarà una squa- chiama Massimo Calearo.
diventata il suo leit-motiv: per ordine d’importanza – detto Mario Carraro, presi- di fronte al dogmatismo tur- dra compatta con una panchi- Veneto fregato, vicentini in
“fare squadra”. Ma se il pre- rispetto dell’ambiente. Per il dente dell’omonima azienda) boliberista di Brunetta che, na lunga. “Non possiamo” ha carrozza? Potrebbe essere.
sidente di Assindustria sa che disastrato territorio Veneto, fino all’ammissione di “una come un disco rotto, ripete detto “rifarci alle logiche della Anche perché a fine anno
uno slogan va bene per strap- un richiamo non solo formale. situazione così grave da non sempre le stesse ricette sia che politica e dell’occupazione dei l’Enel entrerà ufficialmente in
pare un applauso, è altrettanto riuscire più a farcela da soli”. l’economia voli, sia che impaz- posti. Dobbiamo lavorare tutti Confindustria.
consapevole che per realizzare Montezemolo Parola di Andrea Riello, presi- zi la recessione (“Si lasci libe- insieme per una Confindustria Amministratore delegato è un
l’ambizioso programma di in rosso dente dell’Ucimu. ro il mercato di agire. Io amo autorevole. E se nello spoglia- vicentino di Creazzo, Paolo
“ripensare il capitalismo” la caoticità del mercato, per- toio ci sono idee diverse, que- Scaroni. L’entrata del colosso
(oggetto della sua relazione) A completare l’intervento Enrico Letta ché è il mercato a fare la sele- sto deve essere uno stimolo. energetico a fianco degli indu-
serve qualcosa di più. proiettato verso il futuro di batte Brunetta zione naturale”). Tutto que- Basta che quando scendiamo striali non potrà passare sotto
Calearo, un Luca di sto, mentre tutti gli industriali, in campo remiamo tutti nella silenzio. E allora forse, anche
Più politica Montezemolo incravattato di Ed è proprio su questo punto ma proprio tutti, chiedono stessa direzione”. Panchina nella nuova Confindustria
meno mercato rosso per festeggiare l’ennesi- – il rapporto con gli altri sog- alla politica più ordine, più lunga sì, ma sempre panchina. postindustriale in cui le logi-
mo trionfo Ferrari. getti del sistema Italia, la poli- chiarezza, più concordia sui Anche se Montezemolo ha che delle poltrone non conta-
Di qui l’autocritica di Calearo Richiamandosi anch’egli all’u- tica in particolare – che è grandi temi. Detta altrimenti: lasciato la porta aperta: “Ho no più, il Veneto – oggi seduto
ai limiti del modello produtti- nità “per una nuova emerso uno degli spunti più più aiuti. Qualcosa che, con il tenuto per me l’incarico della in panchina – potrà scendere,
vo italiano, agli industriali Confindustria moderna e interessanti del meeting vicen- caos creativo del mercato promozione all’estero come in piedi, in campo.
stessi, incapaci di andare oltre autorevole”, alla necessità di tino. Se è vero che sia Calearo lasciato libero a se stesso, ha segnale forte dell’importanza d.l.
i propri limiti strutturali che li modernizzare il capitalismo che Montezemolo hanno ben poco a che fare. di questo settore. Vicenza, così
portano “a confondere gli italiano (e veneto) distinguen- espresso una (scontata) volon- impegnata sui mercati interna- Nelle foto: Massimo Calearo e
interessi dell’impresa con quel- do tra proprietà e gestione (in tà di autonomia rispetto alla Davide Lombardi zionali, dovrà dare un contri- Paolo Scaroni

Lettere
ogni giorno riusciamo ad annusare solo in Tv o al Devo dire comunque che col tempo è molto migliora- fabeto chiamava gli ultimi e viceversa. Non serve
Morire in moto cinema. Per dirlo in altri termini, una volta il mito era ta, nel senso che già nella nostra classe i voti partivano aggiungere altro...
il tour fino a Capo Nord, adesso è fare la salita del dal 2 e non più dallo zero, e che ben metà di noi, me Antonio Astorino
per volontà di chi? Costo a 200 Km/h. compreso (modestamente), è riuscita ad arrivare alla
Gioca a favore di questo modo comportamentale sufficienza. (m.r.) I semiseri ritratti sui maestri del terrore, ovvero
Non passa settimana senza apprendere dai giornali anche il fatto che i controlli stradali sono esigui; si ha Volevo aggiungere che oltre all' atteggiamento alla Lilli gli insegnanti vicentini più temuti proposto sul numero
notizia di incidenti che coinvolgono motociclisti, gene- la netta impressione che in traffico stradale sia notevol- Gruber aveva un singolare gusto per abbinare i colori del 30 aprile, si prestano ovviamente a mille interpreta-
ralmente di giovane età, e generalmente con conse- mente aumentato rispetto a qualche anno fa, ma che dei vestiti (tipo il rosso assieme al viola) e un clamoro- zioni e sfumature personali. C’è stato anche chi si è
guenze drammatiche. gli organici e i mezzi di chi deve effettuare il controllo so profumo, che i poveri cristi dei primi banchi erano stupito nel trovarci professori - a loro dire - buoni
Sarebbe interessante sapere se questo problema si pre- del rispetto del codice stradale siano rimasti quelli di costretti a repirare per tutta l' ora. Un' altra caretteri- come il pane. Il commento più gettonato: “C’era di
senta con le stesse modalità anche in altri Paesi, per trenta anni fa. stica di questa insegnante: per interrogare scorreva con ben di peggio!” Ne deduciamo che parlare di scuola è
capire se la causa sta nel mezzo, nella situazione stra- Voglio porre due interrogativi, uno da utente della il dito il registro e quando andava verso i primi dell'al- peggio che parlare di calcio.
dale o nel sistema di educazione stradale che vige nel strada ed uno da genitore, ai redattori e lettori: la
nostro paese. società e le istituzioni hanno recepito la gravità della
Si percepiscono chiaramente due probabili cause prin- situazione e stanno facendo il possibile per invertire
cipali: le attuali motociclette hanno prestazioni e carat-
teristiche molto prossime a veicoli realizzati per com-
petizioni ed il comportamento stradale che ne deriva
da un utilizzo non tipicamente stradale, porta ad una
costante trasgressione del codice stradale.
questo trend? È giusto che i nostri figli, il futuro di
questa nostra società, mettano in forse le nostre e le
loro speranze e aspettative ogni volta che salgono su
una motocicletta?
Antonio Cunico
vicenzaabc la città a chiare lettere

Direttore responsabile Amministrazione (info@vicenzaabc.it)


Per fare un esempio pratico rivolto alla prima causa, è Matteo Rinaldi Gabriele De Rugna, Carla Toffolon
come se gran parte della popolazione automobilistica (d.l.) Verrebbe da dire, al solito, che non conta il Redazione (redazione@vicenzaabc.it) Stampa
viaggiasse con una Ferrari o una Porsche. mezzo, ma il modo in cui viene usato. E invece credo Davide Lombardi, Ilario Toniello Artigrafiche Urbani
Sul secondo punto ci sono alcune cose che andrebbero che in questo caso non sia vero. Forse abbassare il Comitato editoriale Via Galvani, 30 Sandrigo (VI) - 0444
analizzate con un adeguato approfondimento e che livello di prestazioni di moto (e auto) sempre più Franco Candiollo, Paolo Gurisatti, Gianni 659384
possono rispondere a interrogativi quali: la formazione potenti potrebbe essere una delle scelta possibile (e Zulian Registrazione Tribunale di Vicenza
effettuata dalle autoscuole è adeguata? Gli esami per auspicabile). Intanto però, in autostrada, si potrà
l’ottenimento della patente rispondono a criteri di andare ancora più veloci. Serve aggiungere altro? Consiglio di amministrazione n. 1024 del 7/11/2002
omogeneità e qualità dei risultati finali? E’ corretto che presidente Lorenzo Bernardi Abbonamento Annuale Sostenitore 50 €
si possa guidare un mezzo con caratteristiche così esa- vicepresidente Matteo Salin C.C. Postale: 37233509 a: Vicenza Abc
sperate con una scarsa esperienza di guida precedente? Professori cattivi consiglieri Marina Cenzon, Giorgio Sala, S.c.a.r.l. Corte dei Molini, 7 - Vicenza
Stefano Soprana, Giorgio Stefani, Bonifico: Unicredit C.so Padova
E’ da notare inoltre una interessante e sostanziale diffe-
renza nella psicologia “motociclistica”: venti-trenta
alunni ancora di più PaoloTodescan c.c. 19719000 ABI 02008 CAB 11802
anni fa la motocicletta era vista come un mezzo per Collegio sindacale Intestato a: Vicenza Abc S.c.a.r.l.
viaggiare in maniera spartana, ma soprattutto “libera”, Riguardo al pezzo sugli insegnanti che terrorizzavano presidente Margherita Monti Corte dei Molini, 7 - Vicenza
una alternativa anche idealizzata all’auto per intra- gli alunni nelle scuole superiori di Vicenza, posso dire sindaci Giampaolo Chiodi, Luigi Scarso Contanti:
prendere grandi tour alla scoperta di luoghi e genti e che sono stato studente per tre anni (dalla terza alla Progetto grafico Presso la sede di Vicenza (info@vicenzaabc.it)
magari altri motociclisti. Attualmente è vista come un quinta) della prof. Marilisa Dalla Pozza, soprannomi- Michele Vezzaro Corte dei Molini, 7 - il lunedì e il martedì
mezzo per procurarsi quell’adrenalina che nella vita di nata da noi ''la Vecchia''.
8 cultura vicenzaabc
A Caldogno “Di notte
Tre immagini di Roberto
il campione a far bisboccia Diego Ceola, Mauro Carli,
Baggio: primo piano per le saluta la sua città di giorno a fare gol Antonio Piccoli e Marco Caron.
fans, capriola dopo un gol in
Nazionale, il celebre codino sul
Gli amici raccontano era un talento Raccontano che Baggio non lo
suo numero 10 “Una grinta senza sempre, e senza vedevano mai. Lui si allenava già
pari, ma mai un bisogno di fare con la prima squadra anche se
aveva quindici anni. Con la squa-
Lunedì 10 Maggio cinquecento gesto arrogante” vita da atleta” dra Allievi fanno di tutto per vin-
persone convengono a Villa cere il campionato e ci riescono:
Caldogno per festeggiare Roberto gli hanno promesso che se
Baggio, il calciatore più amato andranno in finale Roberto sarà
d’Italia “il nostro figlio più illu- aggregato alla loro squadra e
stre” come afferma il sindaco potranno tornare a giocare assie-
della cittadina alle porte della me come facevano quando erano
città. Chi scrive, peraltro, pensa bambini sul campo dietro alla
che quella di lunedì sera più che la Chiesa. La prima partita di finale
celebrazione di Baggio sia stata la li vede opposti al Torino; zero a
festa di Caldogno e dei caldogne- zero all’andata, quattro a zero al
si: e non tanto e non solo perché ritorno con quattro goal di
hanno potuto aprire a molti per- Baggio e loro che possono vantar-
sonaggi la meravigliosa Villa si con tutti: lui è un nostro amico,
Caldogno, illuminata e festante, viene dal nostro paese, è cresciuto
perché hanno ospitato giornalisti con noi nel campo dell’oratorio!”
da tutta Italia e operatori di molte Poi arriva la Fiorentina e il gol di
televisioni, belle ragazze ed ex Baggio su punizione basta solo
calciatori, quanto perché hanno per ottenere uno striminzito
potuto finalmente aprire i loro pareggio, al ritorno è sconfitta
cuori e raccontare le loro storie con il minimo scarto e le strade
fatte di piccoli episodi di condivi- tornano a separarsi. Nottolo
sione. Hanno potuto sentire da Casarotto ricorda, ancor oggi,
Ilvo Diamanti cosa lega Baggio quella volta che lui e Roberto
alle sue origini, scoprire che uscirono assieme di sera per
anche per il sociologo più famoso andare in discoteca e poi, tornati
d’Italia, il “divin codino” non a casa a tarda notte, convinsero la
potrà mai staccarsi dalla sua terra sorella di Roberto a mettersi ai
e sentire che quella è la stessa loro fornelli per preparare un piatto di

L’ULTIMO
pulsione, lo stesso loro sentimen- pasta. Quella notte dormirono
to. Baggio ha sì ricevuto premi ed assieme a casa di Roberto e il
attestati, è sceso sul loro campo di mattino, in due sul motorino di
calcio in elicottero, è arrivato, in Nottolo, si recarono allo Stadio
ritardo di un’ora, è passato fra “Menti”. Roby, come se avesse
loro come la madonna pellegrina, Sindaco ha promesso di ché portava il cavallo dei

BAGGIO
dormito tutta la notte, giocò una partita
scortato da body guard e carabinieri, realizzare presso il nuovo pantaloncini un po’ trop- stupenda, e il Vicenza vinse tre a zero,
incalzato da frotte di cameraman, foto- centro sportivo. Assieme po basso) Baggio non anche grazie ad una doppietta del giova-
grafi, cacciatori d’autografi. Ma questo alla foto di quella squadra aveva il sopranome; era ne talento di Caldogno.
era solo uno sfondo, la realtà era che loro d’esordienti allenata da Roby per tutti e ancor Ma loro, Carli e Ceola, Casarotto e
tornavano ad essere i protagonisti; quan- Giampietro Zenere, detto oggi questo fatto appare Cervato, e tutti quei ragazzi di venti anni
do la villa palladiana spegnerà le luci, Piero “fornaro”, perché è scontato, logico. “L’unica fa, aspettano solo un momento (sarà forse
quando Baggio attaccherà le scarpe al

DI SOLE
stato, per anni, il fornaio differenza rispetto a noi a settembre o forse mai) quando il macel-
tanto decantato chiodo, tutto ritornerà di Caldogno. Piero che era nell’incredibile passio- laio convincerà Andreina a chiedere al
come prima ed egli finalmente sarà sem- racconta con il gusto di un ne che già da piccolo ci marito di giocare assieme a loro l’ultima
plicemente uno di loro. L’Andreina, la filò dei tempi andati la sua metteva. Gliela coglievi partita. Sanno che, se questo avverrà, a
moglie di Roby, tornerà come quasi tutti i storia, sempre la stessa. nello sguardo. fine partita, andranno a mangiare fuori e
giorni a fare la spesa dal macellaio che è Lui che nella notte fra il venerdì ed il Bianchina e partivano per andare a gioca- Tecnicamente era bravissimo, era nato sarà come tornare indietro nel tempo.
stato, anche lui, un suo compagno di sabato si alzava alle 1.30 per fare il pane, re. Quando arrivava in prossimità del con delle doti innate di palleggio, di tocco “Ma sì dite pure che andrà in Giappone,
squadra. I figli andranno a giocare con gli che, quando il pane era sfornato, lo cari- campo Pietro “fornaro” spegneva il di palla, ma soprattutto era incredibil- che andrà in Argentina- ripetono quasi in
amici che saranno i figli dei suoi amici. E cava sulla Bianchina e girava tutto il motore per risparmiare i soldi della benzi- mente determinato”. maniera ripetitiva i suoi vecchi compagni
al Bar Sport i ritagli dei giornali ingialli- paese per distribuirlo; finiva le consegne na, tanto arrivavano a spinta per la voglia “Cabubi” Cervato racconta di aver fatto di squadra- Ma alla fine lui da qui, da
ranno ma lui passerà a prendersi il caffè e all’una, giusto in tempo per cambiarsi e che avevano di scendere in campo. E tutti piangere Roberto perché “quell’anno il Caldogno, dal suo mondo non si sposte-
magari a giocare a “briscolon con l’accu- per andare ad accompagnare i ragazzi in portavano un soprannome: il terzino campionato lo dovevamo vincere noi rà, perché lui non è cambiato ed è sempre
so”. Il primo presidente, Mutterle conti- trasferta o per giocare in casa “Spesso Loris Cervato era “Cabubi”, come un (Roberto aveva segnato 54 goal in 24 par- quello di venti anni fa!”
nuerà a conservare gelosamente il primo indossavo due scarpe diverse, una da gin- personaggio dei cartoni animati, Stefano tite) ma in finale feci un clamoroso auto-
cartellino di Roberto (anno 1979-80) e nastica l’altra da “festa” perché ero com- Piccoli era “Befana”, Maurizio gol e questo decretò la sconfitta della Federico Formisano
nessuno potrà portarglielo via a meno che pletamente cotto!” Casarotto era “Nottolo”, poi c’erano squadra”. L’anno dopo Baggio va al
non lo espongano nel museo che il I ragazzi salivano anche in sette sulla sua “Magnaortighe”e “Cagainbraghe” (per- Vicenza ma subito lo seguono in quattro,

Secondo l’ex presidente Dalle Carbonare il rientro del campione avrebbe portato miliardi, altro che spese

Roby in biancorosso: un affarone gettato al vento


A festeggiare Baggio, fra i vec- Carbonare, l’ex presidente del un buco nero nella storia cente- giocate a livello internazionale, Baggio hanno quindicimila si le proprie responsabilità, ma
chi compagni, c’è anche il por- Vicenza, perché con Pieraldo naria del Vicenza; non aver con gli incassi dei biglietti ven- abbonati, noi oggi ne contiamo anche perché è più facile per
tiere Rovrena che si è allenato c’era piena sintonia, usavano lo offerto, quattro anni fa, a duti. Il Brescia che ha preso duemila e cinquecento” tutti i giocatori della rosa
con Roby nel periodo in cui il stesso linguaggio”. Se Dalle Baggio l’opportunità di ritorna- Baggio e non era sicuramente garantirsi i premi legati al ren-
fantasista era tornato da Carbonare fosse stato presiden- re è stato un errore gravissimo, una squadra tecnicamente di I suoi compagni avrebbero dimento e ai risultati. Inoltre,
Milano, dopo la conclusione te del Vicenza Baggio avrebbe un’occasione persa”. livello superiore al Vicenza, ha potuto risentire della diversità chi gioca con Baggio può impa-
del rapporto con l’Inter. indossato nuovamente la ottenuto quattro anni di salvez- di trattamento? rare moltissimo e migliorare
Rovrena ha ascoltato le sue casacca biancorossa con la Si parlava di un problema d’in- ze in serie A, due partecipazioni “Anche questo è un ragiona- tecnicamente: l’esempio è dato
confessioni e sa bene che Roby quale aveva esordito a soli sedi- gaggio. all’InterToto la coppa che mento che non regge. Un gioca- da alcuni giocatori che dopo
avrebbe voluto tornare a ci anni in serie C. Su quest’ar- “Assolutamente no; è evidente ammette alla partecipazione tore sa che se nella sua squadra aver giocato con lui hanno otte-
Vicenza. “In quel periodo gomento Dalle Carbonare non che l’ingaggio di Baggio sareb- alla Coppa Uefa. Ha incassato c’è un giocatore di questo livel- nuto il passaggio a grandi squa-
–ricorda Rovrena- Roberto stempera i toni della polemica, be stato recuperato attraverso i molto di più del Vicenza nello lo non può che trarne vantaggi: dre o addirittura la convocazio-
parlava spesso con Dalle anzi rincara la dose: “Questo è diritti televisivi, con le partite stesso periodo. A Brescia con perché il campione sa assumer- ne in Nazionale.”.