Sei sulla pagina 1di 127

F AR CON

FACILE, O IMMEDIAT TI!


PER TUT

Le Guide Pratiche di

EDIZIONE

2009

INTERNET

COME GUADAGNARE CON IL WEB ED EVITARE LE FREGATURE

NEGOZIO ONLINE IN 10 MINUTI


DRITTE E PROGRAMMI PER APRIRE LA TUA VETRINA SUL WEB

128 PAGINE DI CONSIGLI PRATICI


I SEGRETI DEI PROFESSIONISTI PER SCOMMETTERE IN RETE!

INCASSA SENZA FATICA


I TRUCCHI PER FAR SOLDI CON LA PUBBLICIT SUI SITI

VINCITE SICURE

SO

MMARI

Sommario
Guadagnare con il Web

06 13 16 18 26 30 32 36

Vendiamo oggetti usando eBay Apriamo un negozio su eBay Evitare le frodi

64 72 78 84 90 101 108 114 118 126

Facciamo rendere lo spazio sul Web 10 Aumentare le visite del sito Internet Ottimizziamo il sito per Google Creiamo un blog di successo La pubblicit con Google AdSense Scopriamo il PageRank Stringiamo accordi Registrarsi a TradeDoubler

Scattiamo fotografie e guadagniamo! 80 Come trovare lavoro su Internet Facciamo soldi con le scommesse I segreti delle surebet I concorsi a premi Guadagniamo navigando Attenzione a truffe e tranelli

Affiliamoci ai siti Internet dei negozi 44 Vendiamo dal nostro negozio online 52 Guadagnare con i White Label

Laspetto fiscale dei guadagni online 122 Glossario


redazione@computerweek.it

59

GUADAGNARE CON INTERNET N.1 2008


Direttore Editoriale: Stefano Spagnolo Art Director Silvia Taietti Coordinatore Editoriale Giancarlo Calzetta giancarlo.calzetta@computerweek.it Responsabile di redazione: Andrea Rota Nodari andrea.rota@computerweek.it Impaginazione: Luciana Mascolo, Cesare Salgaro Segreteria di redazione: Tania Rainini taniarainini@sprea.it Manuela Mastrogiuseppe m.mastrogiuseppe@sprea.it Redazione: Christian Antonini, Mattia Caruso, Mark Fleming Ha collaborato: Oku Studio Foto: 2009 iStock International Inc. 2009 Jupiter Images Corporation Stphane Gautier, Eric Durand, Studio Groupe Tests, Marco Coppola Illustrazioni: Rmi Malingry, Didier Marandin

Le guide pratiche di Computer Week N.4 2009


to del decreto legislativo ora enunciato anche per attivit connesse allazienda. La avvisiamo, inoltre, che i Suoi dati potranno essere comunicati e/o trattati (sempre nel rispetto della legge), anche allestero, da societ e/o persone che prestano servizi in favore della Sprea. In ogni momento Lei potr chiedere la modifica, la correzione e/o la cancellazione dei Suoi dati ovvero esercitare tutti i diritti previsti dagli artt. 7 e ss. del D.Lgs. 196/03 mediante comunicazione scritta alla Sprea e/o direttamente al personale Incaricato preposto al trattamento dei dati. La lettura della presente informativa deve intendersi quale presa visione dellInformativa ex art. 13 D.Lgs. 196/03 e linvio dei Suoi dati personali alla Sprea varr quale consenso espresso al trattamento dei dati personali secondo quanto sopra specificato. Linvio di materiale (testi, fotografie, disegni, etc.) alla Sprea Editori S.p.A. - Socio unico Medi & Son srl deve intendersi quale espressa autorizzazione alla loro libera utilizzazione da parte di Sprea Editori S.p.A. - Socio unico Medi & Son srl per qualsiasi fine e a titolo gratuito, e comunque, a titolo di esempio, alla pubblicazione gratuita su qualsiasi supporto cartaceo e non, su qualsiasi pubblicazione (anche non della Sprea Editori S.p.A. - Socio unico Medi & Son srl), in qualsiasi canale di vendita e Paese del mondo. Il materiale inviato alla redazione non sar restituito.

Sprea Book una divisione di: Sprea Editori S.p.A. Socio unico Medi & Son S.r.l. Via Torino, 51 20063 Cernusco sul Naviglio (Mi) Tel. (+39)02.92.43.21 Fax (+39)02.92.62.63.147 editori@sprea.it www.sprea.it CDA Luca Sprea (Presidente) Stefano Spagnolo (Vice Presidente) Mario Sprea Stampa: Grafiche Mazzucchelli SpA - Seriate (BG) Carta: Valpaco Paper Supply Chain Optimizer Distribuzione: M-Dis Distribuzione SpA Milano LE GUIDE PRATICHE DI COMPUTER WEEK Pubblicazione registrata al Tribunale di Milano il 25.02.05 con il numero 141.

Computer Week realizzato in collaborazione con Micro Hebdo (pubblicato in Francia da Groupe Tests) da cui vengono tratte le pagine di interesse internazionale. Sprea Editori la sola responsabile di detti contenuti pubblicati su Computer Week. I test scientifici sono realizzati dal laboratorio di Groupe Tests - Paris Direttore Responsabile: Luca Sprea Copyright Sprea Editori S.p.A. - Socio unico Medi & Son srl. La Sprea Editori titolare esclusiva di tutti i diritti di pubblicazione e diffusione. Lutilizzo da parte di terzi di testi, fotografie e disegni, anche parziale, vietato. LEditore si dichiara pienamente disponibile a valutare - e se del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi per la pubblicazione di immagini di cui non sia stato eventualmente possibile reperire la fonte Informativa e Consenso in materia di trattamento dei dati personali (Codice Privacy d.lgs. 196/03) Nel vigore del D.Lgs 196/03 il Titolare del trattamento dei dati personali, ex art. 28 D.Lgs. 196/03, Sprea Editori S.p.A. - Socio unico Medi & Son srl (di seguito anche Sprea), con sede in Cernusco sul Naviglio (MI), via Torino, 51. La stessa La informa che i Suoi dati, eventualmente da Lei trasmessi alla Sprea, verranno raccolti, trattati e conservati nel rispet-

SP

Forse non diventeremo milionari ma seguendo i suggerimenti di questo manuale potremo toglierci qualche soddisfazione economica...

ECIALE

Guadagnare con il Web


G
uadagnare senza lavorare, uno dei sogni pi ricorrenti delluomo moderno. Fare soldi senza alzare un dito davvero difficile, ma oggi col Web possiamo pensare di mirare a guadagnarci uno stipendio facendo cose divertenti, operando da casa e sfruttando in molti casi le nostre passioni. Allinterno di questo manuale su come guadagnare
6

sul Web non troveremo formule magiche o metodi per fare soldi in modo disonesto. Non troveremo il sacro Graal dei guadagni perch dovremo comunque metterci del nostro se vogliamo fare soldi. Troveremo per tantissimi consigli davvero utili su metodi per guadagnare soldi che probabilmente neanche immaginavamo esistessero, tutti legali.

SP

ECIALE

La pubblicit lanima del commercio

Questo manualetto non poteva non iniziare con un ampio spazio dedicato ai siti Web e alla pubblicit che possono generare. Vedremo quindi come ottimizzare il nostro sito Internet per farlo fruttare, come creare un blog di successo e come trovare pubblicit. Fra Google e i circuiti di affiliazione possiamo oggi infatti incassare delle buone cifre semplicemente con un buon sito Internet visitato da un sufficiente numero di utenti interessati ai prodotti pubblicizzati. Potremo scegliere se affidarci al gigante del Web nato come motore di ricerca ma oggi diffuso ovunque sulla Rete, oppure passare tramite circuiti di affiliazione che ci riconoscono una percentuale sulle vendite che portiamo ai siti che pubblicizziamo. Infine possiamo anche rivolgerci direttamente ai negozi, che ci daranno materiale pubblicitario ancora pi dettagliato per promuovere i prodotti. E se abbiamo un sito internazionale possiamo affidarci addirittura ad Amazon, negozio online per eccellenza pronto a riconoscerci commissioni per ogni prodotto che i nostri visitatori acquistano sul celebre megastore.

evitare le truffe e come di fatto mettere in piedi una nostra attivit remunerativa. Se siamo appassionati di fotografia possiamo anche mettere a frutto il nostro hobby vendendo i nostri capolavori: possiamo affidarci a siti specializzati e vendere cos le nostre opere ottenendo interessanti commissioni, soprattutto se cediamo i diritti in esclusiva. E c naturalmente poi il modo pi diretto di guadagnare: trovare un lavoro tradizionale! Vediamo allora come farlo grazie a Internet, come creare un curriculum di successo e come gestire le offerte.

Chi non risica non rosica...

Mettiamoci a vendere

E perch non fare soldi vendendo direttamente o indirettamente prodotti? Oggi abbiamo tante alternative per vendere e guadagnare. Possiamo per esempio mettere in piedi un sito Internet e vendere oggetti o servizi che produciamo noi. Oppure possiamo affidarci al White Label e vendere per conto terzi prodotti e servizi: le aziende ci creano il negozio o il sito e noi dobbiamo solo preoccuparci di vendere. Naturalmente poi c sempre la soluzione numero uno al mondo per la vendita fra privati, e cio quel gigantesco mercato rappresentato da eBay. Vedremo quindi come vendere i nostri oggetti, come

Sempre nellambito del legale, su Internet ci sono sistemi meno limpidi per guadagnare denaro. Sono sistemi che richiedono rischi maggiori, richiedono di dialogare con partner finanziariamente meno stabili, offrono guadagni pi aleatori o sono in parte visti male dagli inserzionisti. Dal momento per che sono diffusi perch non dar loro unocchiata? Partiremo quindi col grande mondo delle scommesse: si possono davvero fare soldi guardando partite alla TV e puntando nel modo giusto? Vedremo poi cosa offrono i concorsi a premi su Internet, dai viaggi in localit esotiche a prodotti di elettronica. Infine, ci occuperemo di quelle aziende che ci pagano semplicemente per navigare o per rispondere ai sondaggi.

Fidarsi bene, non darsi meglio

Chiuderemo quindi questo speciale con uno spazio dedicato a tutto quello che c da sapere in materia di fiscalit, per evitare di avere problemi con la legge con la nostra attivit. Inoltre vedremo come evitare le truffe pi diffuse e come riconoscere e imparare i termini pi diffusi nel mondo del guadagno su Internet. Siamo pronti a guadagnare? Allora si parte!
7

ME

FUNZIO

I sistemi

trasparenti

NA

CO

Internet ci offre molte possibilit per fare soldi in maniera onesta e sicura: scopriamoli insieme...

are soldi col Web non affatto unattivit clandestina. I modi per avere successo economico grazie a Internet sono tanti. Nella sezione dedicata ai metodi pi trasparenti quindi vedremo come gua-

dagnare con la pubblicit, come vendere tramite eBay o con un proprio sito, come distribuire le proprie foto e come trovare lavoro. Scegliamo le attivit che fanno davvero al caso nostro e iniziamo a incassare!

ME

FUNZIO

Facciamo rendere

il nostro spazio

sul Web

10

NA

CO

Abbiamo un sito Web e vogliamo farlo rendere? Ecco tutti i consigli su come ottimizzare il proprio sito a questo scopo: come renderlo appetibile, come far tornare i visitatori e come piazzare al meglio gli spazi pubblicitari...

11

SP

ECIALE

Norme di buon senso per un sito di successo


l progetto di un nuovo sito Internet deve tenere Iche conto di numerosi fattori a partire dallobiettivo vogliamo raggiungere con il sito. In questo caso, stiamo parlando di guadagno e quindi dobbiamo concentrarci sugli inserzionisti che devono essere interessati a quello che facciamo e spinti a investire sulle nostre pagine per inserire la propria pubblicit. Alla base di tutto per ci deve essere un nutrito numero di visitatori perch, ovviamente, a un inserzionista non interessa tanto il contenuto del sito quanto il numero di persone che quotidiamente si collegano e lo visitano. Sia chiaro che tutto il sito deve essere visitato e non solo la pagina di apertura. La pubblicit infatti va distribuita in tutte le pagine del sito e quindi dobbiamo essere sicuri di poter dare la stessa visibilit a tutti gli inserzionisti che cos saranno maggiormente interessati a contribuire al nostro sito. Spostiamo ora lattenzione sugli utenti che sono alla base di tutto. La prima cosa che un utente nota quanto il sito veloce a caricare i propri contenuti. Se il nostro sito impiega tanto tempo a mostrare la pagina principale abbiamo gi perso tantissimi utenti che non sono disposti astare troppo tempo in attesa e vogliono avere accesso immediato ai contenuti. Non tutti inoltre hanno una connessione veloce quindi bisogna pensare anche a coloro che gi in partenza hanno meno possbilit di navigare velocemente. Di conseguenza meglio evitare di mettere musiche di sottofondo, filmati o immagini non ottimizzate per il Web o quantomeno non renderle obbligatorie. Il secondo aspetto da considerare limmediatezza: un sito deve essere intuitivo e portare subito il visitatore dove vuole andare. I menu devono essere ben visibili e i collegamenti chiari ed esaurienti. Evitiamo per esempio di creare collegamenti su parole troppo corte (come per esempio il qui di clicca qui).

I siti di notizie riescono a ottimizzare lo spazio per tutti gli elementi delle pagine (pubblicit, ultimora, notizie in primo piano) ma sono spesso confusi. Ricordiamoci sempre che la chiarezza di un sito Internet essenziale per creare una buona base di utenti.
12

SP

ECIALE

Come aumentare le visite del nostro sito Internet


equazione tanti visitatori uguale a maggiori possibilit di guadagno alla base del nostro sito Internet se vogliamo ricavare un po di denaro. Per centrare questo risultato dobbiamo innanzitutto fornire un sito sempre aggiornato. Se un utente capita sul nostro sito, magari in seguito a una ricerca, e si accorge che non aggiornato, difficilmente verificher se allinterno c quello che cerca perch teme che le notizie non siano pi attuali. Quindi se ne andr subito. Al contrario, invece, sar ben felice di girare tra le pagine del sito e molto probabilmente trover le informazioni che cerca. Non trascuriamo inoltre il passaparola. Gli utenti si scambiano spesso gli indirizzi dei siti pi utili e passare per quelli che hanno un sito carino ma non aggiornato unautentica zappa sui piedi. Perdiamo istantaneamente po-

tenziali visitatori (e magari inserzionisti) che nemmeno proveranno a visitare il sito. Non facciamo inoltre lerrore di realizzare il sito con codice o strumenti che non sappiamo poi modificare come per esempio javascript o Flash. Se per esempio abbiamo commissionato il lavoro a dei professionisti facciamoci sempre lasciare il codice sorgente ed eventualmente chiediamo che ci spieghino come aggiornare il sito o che creino unarea in cui possiamo modificare o aggiungere i contenuti cambiando dinamicamente e automaticamente le pagine del sito. Essere bloccati perch non sappiamo dove mettere le mani sarebbe un disastro. Un altro aspetto di cui dobbiamo tenere conto per aumentare il numero di visite del sito la compatibilit con i programmi di navigazione. Ce ne sono tanti in tante versioni e dobbiamo

Firefox il programma di navigazione di Mozilla Foundation. secondo, e non di molto ormai, solo a Internet Explorer di Microsoft come diffusione. Se non abbiamo le risorse per verificare la compatibilit del nostro sito con tanti browser, assicuriamoci che funzioni almeno con Firefox oltre ovviamente a Internet Explorer.
13

SP

ECIALE
le nostre pagine si vedano nel modo giusto su tutti i programmi di navigazione che ci interessano. I log del nostro sito Internet ci dicono quanti navigatori usano quali browser: usiamo questo dato per ottimizzare il codice per il maggior numero di utenti guardando quali programmi di navigazione frequentano pi spesso il nostro sito. Dare limpressione che il sito non funzioni, quando poi magari solo un problema di compatibilit, un altro grosso punto a nostro sfavore e unaltra delle cose che gli utenti si dicono durante il passaparola.

considerare che gli utenti possono anche avere sistemi operativi diverso dal nostro. Quindi perch rinunciare a un utente che usa per navigare programmi come Firefox, Opera, Chrome o Safari solo perch abbiamo realizzato e ottimizzato il sito solo per internet Explorer, che tipicamente gi installato nel computer insieme al sistema operativo? Facciamo prove con browser diversi e verifichiamo che funzioni tutto su tutte le piattaforme: unoperazione lunga ma molto utile. Usiamo un sito come http://browsershots.org/ per controllare che

Il nostro sito sui dispositivi mobili


er aumentare ulteriormente le visite del P nostro sito, realizziamone anche una versione per i dispositivi mobili come cellulari o palmari. Colleghiamoci allindirizzo www.wirenode.com e seguiamone gratuitamente le indicazioni per ottimizzare il nostro sito e permettere a tutti di visitarlo in qualsiasi posto si trovino.

Offriamo contenuti che fanno tornare i visitatori


idelizzare gli utenti del nostro sito senza F dubbio la cosa pi impegnativa da fare. Assicurarsi cio che i nostri visitatori tornino anche tutti i giorni sul nostro sito e contribuiscano a mantenerlo attivo e frequentato (e ovviamente che sfruttino la pubblicit per farci guadagnare qualche commissione). Tutto questo dipende da noi e da come saremo in grado di gestire le risorse a nostra disposizione per mostarre contenuti interessanti per gli utenti. Dipende anche dal tipo di sito che abbiamo realizzato: se si tratta per esempio di un sito di recensioni di prodotti che rimanda ai negozi, dobbiamo sempre mostrare i prodotti del momento, sottolineare le offerte e dar maggior risalto a quelli che vendono di pi. Inoltre dobbiamo sempre
14

essere in grado di mostrare tutti i dettagli dei prodotti in modo che un utente non vada da qualche altra parte per informarsi. Facciamo poi interagire gli utenti tra loro, permettendogli per esempio di inserire commenti. In questo modo saranno interessati a tornare sul nostro sito per leggere le risposte degli altri e proseguire il dialogo, aggiungendo cos contenuti. Se invece il nostro sito segue le notizie di attualit, per esempio siamo i gestori di un forum dedicato allo sport o alla televisione, pu sembrare pi semplice far tornare i navigatori perch i temi di discussione si rinnovano giorno dopo giorno. In realt in questo caso dobbiamo essere bravi a gestire le domande e le risposte assicurandoci che siano qualitativamente valide e

SP

ECIALE

Se abbiamo un sito che tratta di recensioni di prodotti, mettiamo in prima pagina le novit e le offerte cos gli utenti torneranno spesso a vedere cosa c di nuovo.

soprattutto che non scadano in litigi o battibecchi. Inoltre, cerchiamo di dare una risposta a tutti perch questo un altro fattore che fa tornare gli utenti e cio la soddisfazione di essere ascoltati e consigliati quando serve. Un altro modo di tenere viva lattenzione sul nostro sito quello di aggiornarne i contenuti a puntate. Un po come fanno le riviste che pubblicano quello che troveremo nel prossimo numero. Diciamo ai nostri utenti quando troveranno il se-

guito (non lasciamo per passare troppo tempo fra un aggiornamento e laltro) e nel frattempo lasciamo che commentino e discutano quello che abbiamo pubblicato. Per fare in modo che gli utenti non si dimentichino di noi realizziamo anche una newsletter e mandiamola agli indirizzi di posta elettronica dei nostri visitatori per annunciare di volta in volta le novit del sito e gli aggiornamenti. Invitiamoli quindi a tornare per toccare con mano quello che abbiamo fatto.

Per invogliare gli utenti a tornare e discutere di qualsiasi altro argomento, cerchiamo di non lasciare alcuna domanda del nostro forum senza risposta. Sempre nei limiti delleducazione per.
15

SP

ECIALE

Ottimizziamo il sito per le ricerche con Google


e il nostro sito ottimizzato avremo molte S pi possibilit di essere trovati da Google e di comparire nelle prime pagine quando un nei risultati della ricerca di Google. Non per sicuro perch Google potrebbe anche scegliere di usare come descrizione il testo che trova nella pagina se lo ritiene pi esplicito o se contiene parole digitate dallutente. Per ottimizzare le immagini del nostro 4 sito dobbiamo fare due cose: innanzitutto evitiamo di dare alle immagini nomi generici come immagine1 ma cerchiamo di usare parole relative al sito o addirittura parole chiave. Compiliamo poi i tag <alt> inserendo la descrizione dellimmagine con le parole chiave che abbiamo scelto.

utente esegue una ricerca. Non necessario stravolgere il sito per ottimizzarlo, basta solo seguire questi semplici consigli. La prima cosa da fare stabilire le parole chiave delle pagine del sito, quelle che ne descrivono il contenuto in modo chiaro e preciso. Se parliamo di prodotti in particolare, va bene anche scegliere il nome di uno di questi prodotti. Apriamo ogni pagina con il tag <title> e 2 inseriamo un titolo che riporti le parole chiave che abbiamo scelto. Non lasciamo i titoli

automatici come Senza Titolo o Nuova pagina 1 tipici degli editor HTML. Subito dopo il tag <title> apriamo un tag 3 <meta> e allattributo name diamo il valore description. Quindi usiamo lattributo content per inserire una descrizione della pagina. Questa descrizione potrebbe comparire

16

SP

ECIALE

Se il nostro sito ben ottimizzato potremmo addirittura comparire al primo posto e nella prima pagina. Ovviamente dipende anche da quanto accurata la ricerca dellutente.

Analogamente usiamo nomi precisi per le 5 pagine del sito quindi scordiamoci cose del tipo pagina1.html. I nomi delle pagine aiutano Google a indicizzare il nostro sito e nello stesso tempo sono pi facili da ricordare per gli utenti. Inoltre anche il nome di una pagina viene analizzato per fornire risultati utili a una ricerca

con Google e con un nome intuitivo abbiamo ancora pi possibilit di essere trovati. Lottimizzazione di una pagina riguarda 6 anche i collegamenti. In particolare, usare le parole chiave come testo dei collegamenti

un ottimo sistema per essere trovati da Google durante una ricerca e quindi per finire nelle prime pagine dei risultati. Cerchiamo inoltre di creare dei collegamenti testuali e di evitare collegamenti attraverso immagini o menu a tendina. Se il nostro sito ha una struttura che pre7 vede dei frame saremo penalizzati durante lindicizzazione perch la pagina richia-

mata dal frame di fatto invisibile ai motori di ricerca che indicizzano solo la pagina principale in cui vengono caricati i frame. Non pensiamo di vedere miglioramenti 8 nel nostro posizionamento nel giro di pochi giorni: dobbiamo avere pazienza e ottimizI collegamenti in forma testuale sono uneccellente soluzione per ottimizzare le pagine del nostro sito: se vogliamo usare anche immagini come collegamenti, assicuriamoci che ogni pagina sia linkata almeno una volta come testo.

zare il sito il pi possibile. Ricordiamoci per di non abusare di parole chiave ripetute nel testo, nei collegamenti o nei titoli perch potremmo ottenere leffetto contrario e invece di essere indicizzati da Google saremo ignorati e non compariremo in alcuna ricerca.
17

SP

ECIALE

Arrotondiamo lo stipendio con un blog di successo


uando apriamo un blog creiamo uno spazio Q in cui possiamo scrivere tutto ci che pensiamo su uno o pi argomenti e permettere ai nostri visitatori di leggere le nostre opinioni e di commentarle. Se i nostri articoli sono interessanti e scritti bene, possibile che il blog sia molto frequentato e allora una buona, anzi buonissima, idea fare in modo di guadagnarci qualcosa. Ci sono diversi modi per riuscirci ma fondamentale avere un elevato numero di visitatori e quindi pi possibilit che le pubblicit vengano cliccate aumentando il numero delle nostre commissioni. banner, per ogni utente che si registra al sito collegato passando dal nostro oppure per ogni acquisto fatto da un utente sempre passando dal nostro sito. Questultima casistica la pi remunerativa perch prevede per noi un guadagno in percentuale sullimporto speso dallutente per il suo acquisto. Quindi pi alta la spesa e maggiore sar la nostra commissione. Tuttavia non sempre facile fare soldi con i banner perch ci sono due grossi impedimenti: la capacit degli utenti di riconoscerli e ignorarli, la bassa possibilit che un visitatore acceda al negozio pubblicizzato e compri subito qualcosa. Dal momento che quasi tutti i siti hanno banner un po dappertutto i navigatori su Internet sono oramai capaci di riconoscerne lingombro e di ignorare quella parte del sito perch considerano sempre la pubblicit fastidiosa, inutile e invasiva. Per questo motivo sono sempre di pi i

Pubblicare un banner

Il banner uno dei metodi per pubblicizzare negozi o prodotti sul nostro sito. fornito dai siti di affiliazione e prevede tre metodi di pagamento: per ogni clic fatto da un nostro visitatore sul

Un banner posizionato nella parte superiore del sito difficilmente verr letto dagli utenti perch sanno che la parte superiore dedicata alla pubblicit e la ignoreranno.
18

SP

ECIALE

Per essere sicuri che vediamo un annuncio pubblicitario, alcuni siti lo visualizzano prima di farci entrare nel sito. Di solito per c un collegamento che ci permette di evitare di vederlo.

siti che ci obbligano a vedere un banner prima di permetterci di visitare il sito. In questo modo sperano di ottenere pi clic mentre in realt alla lunga un visitatore impara dove si trova il collegamento per passare direttamente al sito visua-

lizzando il banner pubblicitario il meno possibile. Con queste premesse il contenuto del banner viene spesso ignorato. Si pu cercare di risolvere questo problema mettendo un banner in una zona della pagina diversa dal solito in modo

Non perdiamo la fiducia dei nostri lettori


er realizzare un blog di successo ci vuole P tanta pazienza e tanta fatica. Quando finalmente abbiamo un alto numero di visitatori non pensiamo nemmeno per un secondo di avercela fatta, gli utenti vanno mantenuti. Teniamo presente inoltre che per perdere visitatori ci vuole un attimo, soprattutto quando diamo dei consigli che magari poi si rivelano sbagliati. Analogamente non dobbiamo nemmeno esagerare con la pubblicit. In linea di massima sempre meglio verificare gli annunci che compaiono sul nostro sito ma in alcuni casi un po complesso. Per esempio quando leggiamo che possiamo guadagnare tantissimi soldi in pochissimi minuti ci troviamo probabilmente davanti a un annuncio poco attendibile. Molto spesso questi annunci vengono distribuiti da circuiti automatizzati e quindi non ne siamo responsabili, ma gli utenti questo non lo sanno. Se fossimo uno dei nostri visitatori e seguissimo quel collegamento, nel momento in cui non abbiamo successo diamo la colpa al blog ed evitiamo di tornarci. Per non trovarci in queste situazioni spiacevoli sufficiente affidarsi a circuiti di affiliazione che ci permettono di scegliere la pubblicit e di proporre solo prodotti e servizi affidabili.

19

SP

ECIALE
fica che la prossima volta andr direttamente sul sito del negozio senza passare dal nostro blog e quindi senza farci guadagnare alcuna commissione. Possiamo guadagnare con il nostro blog anche pubblicando le diffusissime pubblicit di Google. Si tratta di una serie di collegamenti testuali che automaticamente visualizzano contenuto inerente allargomentro trattato nella pagina del nostro sito. Questo uno dei vantaggi di questo tipo di pubblicit unito al fatto che ci paga per ogni clic e che ha numerosi inserzionisti. Google AdSense ha ovviamente anche qualche difettuccio come il rischio di ottenere un basso guadagno (non tutti i clic producono lo stesso valore) e la possibilit di essere esclusi dal circuito a causa di clic non veritieri. In parole povere se Google ritiene che non tutti i clic ai banner del nostro sito siano effettivamente degli utenti, ha facolt di cancellarci e di non farci guadagnare pi nulla. Un altro problema di questo tipo di pubblicit la sua visibilit. Cos come per i banner anche questo tipo di inserzioni ha una forma che ormai i navigatori hanno imparato a riconoscere e spesso a evitare senza leggere. Per ovviare a questo problema possiamo inserire gli annunci allinterno dei messaggi del blog

che entri in contatto con lo sguardo dellutente del sito. Tuttavia non dobbiamo nemmeno esagerare perch il fastidio provocato da una visione obbligata di un banner a volte porta gli utenti a non accedere nemmeno pi al nostro blog e quindi a causarci un danno doppio. Per cercare di risolvere laltro problema dei banner, cio il fatto che non tutti gli utenti fanno subito un acquisto nel negozio in cui un banner li porta, abbiamo diverse alternative. La prima che il banner che pubblichiamo sia inerente allargomento trattato nel blog cos da creare una sorta di collegamento tra quello che lutente legge e la pubblicit che lo circonda. Inoltre dobbiamo pubblicare banner con offerte specifiche perch di solito un utente che vuole acquistare da un negozio online si aspetta di trovare prezzi ben pi bassi di quelli che troverebbe andando di persona in un negozio. Facciamo quindi in modo che lofferta sia ben specificata nel banner e non che sia semplicemente citato il sito in cui si trovano le offerte. Lultimo accorgimento da seguire sul collegamento. Quando un utente clicca sul banner si deve trovare direttamente nella pagina dellofferta. Se invece mandiamo lutente nella pagina principale del sito, rischiamo che si perda a cercare lofferta promossa nel nostro banner e decida magari di riprovare in un secondo momento. Questo signi-

Google AdSense

20

SP

ECIALE

Quando scriviamo una recensione su un prodotto non temiamo di indicarne anche gli aspetti negativi. Anzi, i nostri visitatori apprezzeranno la nostra sincerit e torneranno a leggerci.

in modo che lutente del sito sia in un certo senso costretto a leggerli. Facciamo per attenzone perch se un utente clicca su uno degli annunci convinto di navigare il nostro blog ma in realt si trova su un sito che non centra nulla, potrebbe infastidirsi e non visitare pi il nostro blog. Molto spesso quando si cerca un prodotto su Internet con lintenzione di acquistarlo, si fa prima una ricerca per ottenere informazioni, pareri e un confronto di prezzi legati al prodotto in questione. Se il nostro blog fornisce uno o pi di questi servizi abbiamo molte possibilit di guadagno. A patto per che il nostro blog sia preciso e completo di tutto. Se parliamo solo generalmente di un prodotto, per esempio, il visitatore medio legger quello che abbiamo da dire ma cercher altrove informazioni pi dettagliate e difficilmente proceder allacquisto di un prodotto passando dal nostro sito. Se invece facciamo un servizio di comparazione prezzi preciso e aggiornato oppure teniamo un blog con recensioni e commenti di qualit avremo la possibilit di veicolare gli utenti direttamente ai negozi che vendono i prodotti di cui parliamo. A conferma della seriet e dellaffidabilit dei nostri commenti, parliamo in modo imparziale di

Contenuti di qualit

un prodotto che pubblicizziamo descrivendone senza timore anche i difetti. Lutente del nostro sito sar cos pi convinto di comprarlo perch avr fiducia in quello che gli diciamo e non penser che parliamo bene di un prodotto solo perch si pu acquistare attraverso il nostro sito. Ovviamente dobbiamo fare anche in modo che i collegamenti ai prodotti siano facilmente individuabili e siano diretti a uno dei siti che vendono il prodotto al prezzo migliore. La cosa migliore sarebbe rendere le pubblicit dei prodotti parte integrante del testo per esempio citando il nome di un prodotto e mettendo il collegamento al negozio che lo vende subito dopo. Dimostrare ai visitatori che attraverso il nostro blog possono ottenere un elenco dei siti che vendono un certo prodotto e che abbiamo pensato noi a fare la comparazione dei prezzi oppure la valutazione dei negozi (molti utenti infatti prima di acquistare vogliono sapere quanto un negozio sia affidabile e quali siano i tempi di consegna e i costi di spedizione) pu fare la differenza e contribuire ad aumentare il numero dei visitatori, e dei potenziali acquirenti, del blog. Se facciamo tutto per bene potremo ottenere visibilit su Internet e diventare una voce autorevole del settore che abbiamo scelto come argomento del nostro blog. Ovviamente inutile dire che la scelta del tema del blog sar ancora pi
21

SP

ECIALE
anche gli utenti occasionali. In caso contrario non otterremo nulla anche se saremo al primo posto di una ricerca online perch, dopo una prima visita, nemmeno troppo approfondita magari, gli utenti non torneranno pi. Ottimizzare il nostro blog piuttosto semplice, tutto si basa sulle keyword, ossia le parole chiave che vengono cercate dagli utenti dei motori di ricerca. Le keyword del nostro blog vanno scelte con cura perch devono identificare il contenuto del blog e, nello stesso tempo, essere termini spesso cercati nei motori di ricerca. Dobbiamo poi inserire le keyword nelle pagine del nostro blog allinterno dei tag <title>, quelli in cui si mette il titolo della pagina, e dei tag <alt>, che si applicano alle immagini per descrivere cosa rappresentano. Ricordiamoci inoltre di usare le keyword anche nel testo di alcuni post del blog ripetendole quando possibile. Non pensiamo che fare soldi con un blog sia particolarmente complesso oppure sia solo una possibilit per pochi. Tutti, quando hanno avviato il proprio blog, erano senza visitatori abituali e senza pubblicit. Limportante essere costanti e aggiornati, scrivere contenuti interessanti e soprattutto utili e precisi. Gli utenti ba-

efficace se si tratta di una cosa di cui siamo veramente appassionati e che non ci stanca mai, perch curare un blog richiede tanta pazienza e costanza. Forse allinizio i risultati non si faranno vedere ma col tempo le cose miglioreranno, soprattutto se la qualit del blog crescer sempre di pi. Non faticheremo a trovare altre persone che condividono la nostra passione e a queste ci dobbiamo rivolgere per proporre quello che abbiamo da dire. Una volta ampliato il gruppo dei nostri visitatori abituali avremo anche pi possibilit di trovare inserzionisti interessati a pubblicare la propria pubblicit sul nostro sito con sistema di pagamento legato al numero di esposizioni dei banner. In pratica, pi visitatori li vedono e pi soldi guadagniamo. Una semplice ricerca di un termine pu portare chi naviga su Internet al nostro blog, ma non una certezza, perch se il nostro sito non risulta fra i primi della pagina dei risultati rischiamo di venire ignorati. Per aumentare la possibilit di finire ai primi posti di una ricerca ci sono delle operazioni che possiamo fare. Sia chiaro che questo sistema utile per aumentare i visitatori del nostro sito ma alla base ci deve sempre essere un blog accattivante in grado di far tornare

Motori di ricerca

Qualche utile consiglio

22

SP

ECIALE

Non dimentichiamoci di rispondere ai commenti e di fornire aiuto se necessario: ignorando i visitatori rischiamo di perdere lettori e di non ricevere commenti...

dano molto alla completezza di un post. Soprattutto, scriviamo spesso per non farci dimenticare da chi ci segue. Se lasciamo il blog senza post per qualche settimana, perderemo dei visitatori abituali. Inoltre, non ignoriamo i commenti ma rispon-

diamo e facciamo sentire i nostri lettori parte integrante del progetto. In particolare rispondiamo alle richieste di aiuto e diventeremo una risorsa essenziale per molti. In fondo in fondo si tratta di piccoli accorgimenti che presto daranno per i loro frutti.

Analizziamo i guadagni e landamento del blog


uando il nostro blog ben avviato, abbiamo Q un po di visitatori, lo aggiorniamo costantemente e le pubblicit sono piazzate nei dato dal rapporto tra il numero di vendite o di lead e il numero di clic mentre lEPC il guadagno ogni 100 clic. Dal momento che il punti giusti, il momento di verificare se stiamo tasso di conversione dipende anche dal sito del facendo un buon lavoro. In parole povere negozio che vende i prodotti, verifichiamo che dobbiamo sapere se il blog sta rendendo questo sia fatto come si deve. Per esempio un qualcosa oppure no. Alcuni network di negozio che manda i siti affiliati alla propria affiliazione come TradeDoubler, ClickPoint o home page invece che direttamente alla pagina Sprintrade ci forniscono degli strumenti utili per del prodotto generer meno vendite perch i tracciare i clic e le vendite. In sostanza si tratta visitatori dovranno perdere tempo a cercare il di aggiungere un parametro a ogni prodotto nel sito ed quindi probabile che si collegamento. Poi, in base al network al quale ci possano stufare e andarsene lasciandoci senza siamo affidati, consultiamo le nostre statistiche e commissione. LEPC invece dipende dal valore sapremo quanto e come sta rendendo il sito. della merce venduta e dalla commissione che ci Da questi dati potremo per esempio scoprire se spetta per quelle vendite oltre che dal tasso di conversione. Fissiamo un guadagno minimo le pagine pi vecchie ci fanno ancora ragionevole e, se non riusciamo a ottenerlo guadagnare e quali post sono i pi redditizzi. Tra i dati a nostra disposizione troviamo il tasso facendo il possibile, cambiamo network di di conversione e lEPC. Il tasso di conversione affiliazione.
23

SP

ECIALE

Creiamo un blog e iniziamo a farlo fruttare alla grande


ra che abbiamo capito come ci dobbiamo O comportare per far fruttare il nostro blog, mettiamo in pratica tutto quello che abbiamo imparato. Come prima cosa ci serve ovviamente un blog, pertanto andiamo su uno dei siti che ci permettono di crearlo gratuitamente: www.blogger.com. Per accedere a questo sito bisogna avere 1 un account Google. Se lo abbiamo gi, facciamo il login compilando i campi in alto ci ritroviamo alla prima schermata di configurazione. Qui dobbiamo semplicemente inserire il nome che useremo per firmare i nostri articoli e accettare i termini del servizio. Nella schermata successiva decidiamo il 3 titolo del nostro blog e il suo indirizzo Internet. Clicchiamo su Verifica disponibilit per verificare che lindirizzo Internet del blog si adisponibile, altrimenti cambiamolo.

nella schermata principale, altrimenti clicchiamo su Crea il blog adesso e registriamoci a Google accounts. Completata la procedura di registrazione a Google account o dopo che ci siamo loggati a Blogger.com cliccando su Crea il blog,

Lultimo passaggio ci permette di scegliere 4 il modello graco che vogliamo dare al nostro blog. Se dalle miniature dei vari modelli disponibili non sappiamo decidere quale sia laspetto graco migliore per il nostro blog vediamo lanteprima (che si aprir in una nuova nestra) quindi scegliamo il modello che fa al caso nostro.

24

SP

ECIALE

Loperazione completata! Un clic su 5 Inizia a usare il blog ci permette di cominciare a scrivere i nostri pensieri e a condividerli con i nostri, speriamo tanti, visitatori.

Per creare i messaggi da pubblicare sul blog possiamo usare un metodo molto

semplice come quello di compilare i campi testo che ci vengono proposti cambiando magari il tipo di carattere dal relativo menu a tendina o la sua dimensione. Se invece sappiamo programmare in HTML clicchiamo su modifica HTML per agire direttamente sul codice che genera la pagina del blog.

25

SP

ECIALE

Mettiamo pubblicit sul sito con Google AdSense


oogle AdSense uno tra i pi diffusi e faG mosi circuiti pubblicitari di Internet, forse il pi famoso in assoluto fra i siti di privati.

Quanto si guadagna?

Si tratta di un metodo gratuito che pu far rendere il nostro sito in maniera semplice e veloce. Gli annunci di Google AdSense non sono ingombranti e sono dinamici. Questo significa che i visitatori del nostro sito ne vedranno alcuni legati al tema della pagina che stanno guardando senza che sia necessario il nostro intervento. Se per esempio abbiamo un sito di informatica, negli annunci potrebbero vedersi offerte su computer o i suoi componenti. Usare questo servizio non richiede particolari conoscenze perch molto intutivo anche se meglio masticare un po di HTML. Se abbiamo appena completato il nostro sito, non dovremmo proprio avere problemi con il codice di Google AdSense.

Ci sono due modi per guadagnare con Google AdSense dal momento che gli annunci sono di tipo costo per clic o costo per mille impression. In pratica ogni volta che un visitatore clicca su uno degli annunci pubblicati nelle nostre pagine oppure dopo che per mille volte sono stati visualizzati annunci sul nostro sito, questo servizio genera un guadagno. Non possibile sapere a quanto ammonta il guadagno perch Google ci assegna una percentuale su quello che gli inserzionisti pagano per pubblicare le loro pubblicit. Di conseguenza il nostro guadagno dipende da quali annunci sono stati pubblicati e da quanto hanno pagato gli inserzionisti titolari di tali annunci. In ogni caso possiamo ricevere i nostri pagamenti una volta al mese purch abbiamo raggiunto almeno 100 dollari di guada-

26

SP

ECIALE

gno. Il pagamento relativo al guadagno del mese precedente: se ad aprile abbiamo superato i 100 dollari, riceveremo lintera somma a fine maggio. Nel frattempo se il nostro guadagno di maggio supera ancora i 100 dollari, li riceveremo a fine giugno. Se invece non raggiungiamo la quota dovremo aspettare il mese successivo sperando di guadagnare nel frattempo altri soldi. Prima di poter ricevere il denaro dobbiamo per soddisfare i requisiti richiesti (oltre ovviamente ad aver raggiunto la quota necessaria) e cio aver inserito correttamente tutti i dati nel nostro profilo personale e aver indicato i dati fiscali. Il metodo di pagamento previsto da AdSense laccredito su carta di cre-

dito. Possiamo scegliere tra quelle pi diffuse di cui dobbiamo indicare tutti i dati. Possiamo anche inserire i dati di diverse carte di credito e specificare quale vogliamo usare per ricevere i pagamenti segnandola come predefinita.

Primi passi

Ma facciamo un passo indietro e vediamo come aderire al servizio Google AdSense. La prima cosa da fare creare un account su Google. Basta compilare il modulo relativo inserendo un indirizzo di posta elettronica valido e scegliendo una password di accesso. Loperazione molto rapida e ci permette di aderire ai servizi di Google tra i quali, appunto AdSense. Colleghiamoci

27

SP

ECIALE

poi al sito www.google.com/adsense/login/ it/ e clicchiamo sul pulsante Iscriviti adesso per accedere alla pagina di registrazione di AdSense. Qui, in pratica, dobbiamo inserire tutti i dati relativi al sito Internet su cui vogliamo pubblicare le pubblicit, indicare alcuni nostri dati e accettare il regolamento. Le informazioni sul sito Internet, per, non sono vincolanti, nel senso che una volta approvata la nostra iscrizione potremo pubblicare gli annunci su qualsiasi altro sito di nostra propriet senza dover ripetere questa procedura. Dopo che avremo inviato la richiesta, riceveremo un messaggio di posta elettronica in cui dovremo cliccare su un collegamento per verificare il nostro indirizzo di posta elettronica e quindi aspettare 2 o 3 giorni nei quali Google analizza e approva la nostra richiesta. Possiamo accedere a Google AdSense semplicemente inserendo i nostri dati nella pagina principale del servizio. La prima volta che entriamo nel nostro pannello personale, vedremo il documento con indicati i termini e le condizioni del servizio. Leggiamoli con attenzione e in futuro facciamo attenzone alle modifiche dei termini (che vengono sempre mostrate prima di accedere alla pagina personale). Potrebbero esserci delle modifiche da fare agli annunci che abbiamo gi pubblicato.

Il pannello di controllo

Per gestire tutte le funzioni di AdSense abbiamo a disposizione il pannello di controllo, una schermata divisa in diverse sezioni di facile e immediato accesso. Per esempio nellarea dei Rapporti potremo vedere quanto stiamo guadagnando con questo servizio. Potremo sapere nel dettaglio quanti clic e quante impression hanno generato le nostre pubblicit oppure guardare la cronologia dei pagamenti. Possiamo anche decidere di vedere i guadagni di un certo periodo selezionandolo da un menu a tendina. Nelle impostazioni del nostro account, invece, possibile scegliere quale tipo di annunci pubbli-

28

SP

ECIALE

Gli annunci di Google (che vediamo sulla destra in formato testuale) si integrano perfettamente con la grafica del sito e risultano poco ingombranti e fastidiosi per i navigatori.

care. Ci sono annunci testuali, illustrati o insiemi di link. Dal momento che il nostro guadagno una percentuale di quello che ha pagato linserzionista, bene scegliere di visualizzare qualsiasi tipo di annuncio perch se viene mostrato un annuncio illustrato, che il pi costoso, il nostro guadagno sar sicuramente maggiore di quando mostriamo annunci testuali. Per potersi

adattare a qualsiasi tipo di sito, gli annunci sono disponibili in varie dimensioni e sono di facile posizionamento. Possiamo per esempio inserirli lungo il lato destro o sinistro di una pagina, in alto come i banner o nel corpo del sito. Per ogni esigenza c un annuncio delle dimensioni appropriate e non dar mai fastidio alla navigazione del visitatore del sito.

Scegliamo un annuncio per il nostro sito


nserire un annuncio nel nostro sito Isemplice. unoperazione rapida e molto Dal pannello di controllo entriamo nella sezione delle impostazioni di AdSense e clicchiamo su Ottieni annunci . Visualizziamo poi gli annunci di AdSense per i contenuti e vediamo tutti i tipi di annuncio disponibili. Scegliamo tra Unit pubblicitarie (gli annunci testuali o illustrati) o Insieme di link. A questo punto, dopo aver scelto il formato, personalizziamone i colori e lo stile per adattarlo al meglio alla grafica del nostro sito. Scegliamo poi i canali dellannuncio che ci consentono di valutare il rendimento di ogni inserzione quindi salviamo il nostro lavoro e recuperiamo il codice HTML da mettere nelle pagine del nostro sito Internet.
29

SP

ECIALE

Il PageRank: una tecnologia al servizio dei siti Internet


risultati e non sappiamo come mai, evidentemente le sue pagine hanno un PageRank basso. Il PageRank una tecnologia di Google che calcola limportanza delle pagine di Internet e, attraverso un algoritmo molto complesso, assegna un valore. Pi alto questo valore e maggiori sono le probabilit di nire nelle prime pagine dei risultati di una ricerca su Google. Un altro aspetto su cui si basa il PageRank sono i collegamenti ricevuti da una pagina. Se ci sono tanti siti che rimandano allo stesso link, signica che quella pagina avr presumibilmente un PageRank elevato. Nel calcolo del PageRank, per, non si somma semplicemente il numero dei collegamenti a una pagina, ma si valuta anche la qualit delle pagine che hanno il collegamento. In poche e ci stiamo disperando perch il nostro sito InS ternet non compare nelle prime pagine di Google dopo una ricerca che dovrebbe includerlo tra i parole un collegamento ricevuto da una pagina con un PageRank elevato conta di pi dello stesso link ricevuto da una pagina con PageRank basso e contribuisce maggiormente a far aumentare il PageRank della pagina di destinazione. Facciamo inoltre attenzione a non confondere il PageRank di una pagina con tutto il sito. Non esistono siti che hanno un PageRank, ma solo pagine. Se nel nostro sito abbiamo dieci pagine, possibile che ci siano 10 PageRank diversi e quella con il valore pi alto comparir per prima in un elenco di risultati dopo una ricerca su Google. Inne, non dimentichiamo che il PageRank agisce sulle pagine risultanti da una ricerca: questo signica che se abbiamo indicizzato male il nostro sito e usato male le keyword, difcilmente gli utenti ci troveranno con una ricerca, e quindi il PageRank delle nostre pagine sar sostanzialmente irrilevante.

Nonostante il sito C sia collegato solo al sito B ha comunque un PageRank elevato perch il sito B stesso ha un alto punteggio, determinato a sua volta dai numerosi siti a cui B collegato.
30

SP

ECIALE

Usiamo la toolbar di Google per vedere il PageRank


no dei sistemi che ci consentono di vedere il U PageRank di una pagina quello di installare la toolbar di Google. La troviamo allindirizzo fare doppio clic sul file per iniziare la procedura di installazione. La procedura di installazione molto ra4 pida e al termine vedremo un fumetto in cui un messaggio ci conferma la fine delloperawww.google.it/intl/it/options/ dove dobbiamo cliccare su Toolbar. installare la toolbar clicchiamo sul pul1 Per sante Installa Google Toolbar 6. Leggiamo i termini di servizio quindi met2 tiamo un segno di spunta alla voce Attiva PageRank. Clicchiamo ora su Accetta e scarica. Clicchiamo su Salva nella finestra che com3 pare e scegliamo in quale punto del disco fisso salvare il file di installazione. Dopo pochi secondi lo scaricamento sar completato e potremo zione. Premiamo OK per proseguire, la barra viene visualizzata nella parte superiore di Internet Explorer. Il simbolo del PageRank sulla barra 5 di Google un piccolo rettangolo. Proviamo ad andare su un qualsiasi sito e

notiamo che al termine del caricamento della pagina il rettangolino si riempie e, se ci spostiamo sopra il mouse, vediamo il valore di PageRank della pagina in cui ci troviamo.

31

SP

ECIALE

I circuiti di affiliazione

Stringiamo
32

accordi

I sistemi di affiliazione come Trade Doubler, i siti che pagano per i clienti che portiamo e lo stesso Google possono essere ottime fonti di denaro: vediamo come...
33

SP

ECIALE

opo che abbiamo terminato il nostro sito Internet e lo abbiamo reso accessibile a tutti, il momento di farlo fruttare. Uno dei metodi pi semplici e allo stesso tempo pi diffusi quello di entrare in circuiti di affiliazione. Si tratta di un sistema che, con un po di costanza e pazienza, pu farci ottenere ottimi guadagni. In pratica pubblichiamo sul nostro sito Internet un collegamento, di solito sotto forma di banner, che permette agli utenti del nostro sito di accedere semplicemente con un clic a siti ai quali siamo affiliati. Questo collegamento di fatto la fonte del nostro guadagno perch ci permette di ottenere una commissione. Naturalmente in base al numero di visite generate dal nostro sito, avremo pi o meno possibilit di guadagnare con le affiliazioni. Pertanto non stupiamoci troppo se i primi tempi di apertura del sito le affiliazioni non generano granch. La prima cosa sempre quella di avere tanta gente che giornalmente naviga sul nostro sito per avere pi possibilit che qualcuno sia attratto e incuriosito dai collegamenti delle nostre affiliazioni.

sempre meno. Otteniamo invece cifre pi interessanti con il pagamento per lead cio per ogni iscrizione al sito fatta da un utente che stato mandato dal nostro sito. In parole povere se un nostro visitatore clicca su un banner e si registra al sito in cui arriva, noi otteniamo una commissione prestabilita. Se invece il collegameno a un negozio che vende dei prodotti e lutente fa un acquisto, prendiamo una percentuale sulla cifra guadagnata dal negozio. Anche in questo caso, ovviamente, la percentuale prestabilita: si tratta in assoluto della forma di remunerazione pi ricca per singolo utente.

La scelta giusta
Le possibilit di affiliazione sono veramente tante perch sono molto numerosi i siti e i negozi disponibili. Tuttavia prima di scegliere valutiamo tutti i pro e i contro e soppesiamo quanto pu farci guadagnare il metodo di affiliazione che ci viene proposto. Non detto infatti che unaffiliazione basata sulla percentuale su un acquisto sia pi redditizia di un semplice pay per clic per il nostro pubblico. Questo perch dobbiamo considerare il tipo di negozio che ci propone questa affiliazione. Se si tratta di un negozio con i prezzi un po alti o comunque con articoli che si possono trovare facilmente su Internet a prezzi inferiori, allora forse la commissione sulla percentuale non la scelta migliore. Allo stesso modo se lassortimento di questo negozio un po scarso, rischieremo che siano davvero pochi gli utenti che, alla prima visita, portano a termine un acquisto, facendoci gadagnare poco o nulla. In questo caso un accordo di tipo pay per clic potrebbe rendere di pi perch sufficiente che i nostri utenti accedano al negozio collegato.

Le commissioni
Nel momento in cui ci affiliamo a un sito, dobbiamo tenere ben presente le condizioni che ci permetteranno di ottenere un guadagno. Se abbiamo un accordo di tipo pay per clic, sufficiente che un utente del nostro sito clicchi sul collegamento del negozio per generare un guadagno. Si tratta per di pochi centesimi ogni volta e bisogna aspettare molto tempo, a meno che non abbiamo un traffico molto elevato sul nostro sito, prima di cominciare a vedere dei frutti interessanti della nostra affiliazione. Un altro tipo di accordo il pagamento per impression, cio di visualizzazioni del banner di un sito. In questo caso viene stabilita una commissione fissa dopo un certo numero di volte che lo stesso banner viene mostrato nel sito. In questo caso dovremo attendere ancora di pi perch le impression non sono molto pagate, anzi vengono offerte
34

I pagamenti
Ok, ci siamo affiliati e abbiamo pubblicato alcuni banner sul nostro sito, ma come facciamo a ricevere il denaro che ci spetta? Laspetto dellincasso dei soldi senza dubbio quello pi delicato e al

SP

ECIALE

quale siamo pi interessati. In base al sito con cui ci affiliamo possiamo trovare un metodo e soprattutto una tempistica di pagamento diversi. Spesso infatti i pagamenti avvengono il 12, il 15 o il 25 di ogni mese tramite bonifico bancario o assegno ma solo se raggiungiamo una certa cifra (per esempio TradeDoubler, uno dei migliori siti di affiliazioni, ci paga da quando accumuliamo 50 euro). Fin quando non raggiungiamo il minimo necessario non saremo pagati, quindi cerchiamo di incentivare i nostri utenti a visitare i siti che pubblicizziamo in

particolare modo quando vediamo che siamo vicini alla soglia di pagamento e vogliamo sbloccarlo. Prima di procedere allaffiliazione leggiamo anche attentamente i termini del contratto oppure consultiamo le FAQ (le domande frequenti) del sito. Troveremo sicuramente tutti i tempi, i modi e limporto minimo dei pagamenti, e soprattutto vederemo se ci sono altri vincoli per ricevere il nostro denaro. E ora vediamo come guadagnare con Trade Doubler, il servizio di affiliazione pi diffuso sul nostro territorio...

Quali circuiti di affiliazione ci sono?


circuiti di affiliazione disponibili su Internet Icriteri sono davvero tanti, tuttavia ci sono alcuni che dobbiamo considerare: in primo sul giardinaggio! I siti di affiliazione sono inoltre divisi per tipologia nel senso che alcuni si dedicano solo a siti di una certa categoria luogo laffidabilit. Verifichiamo per esempio che mentre altri invece sono generici e possiamo il sito paghi regolarmente quanto ci dovuto e trovare negozi di qualsiasi tipo. Tra i siti di che ci permetta di tenere comodamente traccia affiliazione generici e interessanti troviamo per dei nostri movimenti. Inoltre cerchiamo su esempio TradeDoubler (www.tradedoubler. Internet se ci sono commenti di altri utenti e che com ), ClickPoint.it (www.clickpoint.it) e siano per la maggior parte soddisfatti del SprinTrade (www.sprintrade.com) mentre servizio. Unaltra cosa da considerare il tema Euro Partners ( www.europartners.com/it) del nostro sito Internet. Cerchiamo di affiliarci a un servizio di affiliazione specifico per siti legati un circuito inerente a quello che pubblichiamo ai giochi online e allintrattenimento. Allindirizzo sul nostro sito per avere pi possibiilit di www.alverde.net/blog/directory-deiattirare lattenzione dei nostri visitatori e quindi programmi-di-affiliazione-italiani troviamo di ottenere commissioni. Se per esempio invece un lungo e completo elenco di siti di abbiamo realizzato un sito di computer e affiliazione italiani divisi per tipologia di prodotto informatica, evitiamo di pubblicare un banner e per tipo di pagamento.

35

SP

ECIALE

Registrarsi a TradeDoubler
n tre semplici passaggi possiamo registrarci al Itratta migliore dei siti di affiliazione: TradeDoubler. Si di un sito generico in cui possiamo trovare negozi di ogni tipo. Facciamo per attenzione a inserire correttamente tutti i nostri dati perch altrimenti potremmo avere dei problemi quando il momento di incassare i pagamenti. Colleghiamoci al sito www.tradedoubler.com .

SCEGLIAMO LA LINGUA ITALIANA 1 Una volta entrati nel sito selezioniamo Italia dal menu a tendina Select country che vediamo in alto a destra. Scorriamo poi la pagina e clicchiamo su Registrati Ora.

INIZIAMO LA REGISTRAZIONE 2 Scegliamo Italia dal menu a tendina Paese e automaticamente il menu a tendina Lingua passer su Italian. Selezioniamo il Tipo tra quelli proposti, quindi clicchiamo su Successivo .
36

SP

ECIALE

INSERIAMO I NOSTRI DATI 3 Compiliamo tutti i campi visualizzati (quelli con lasterisco sono obbligatori). Lo username deve avere almeno sette caratteri e pu contenere lettere, numeri e simboli come il punto o la chiocciola.

COMPLETIAMO LA REGISTRAZIONE 4 Inseriamo i dati relativi al nostro sito Internet quindi rispondiamo alle domande nella parte inferiore della schermata. Clicchiamo su Fine per completare la registrazione.
37

SP

ECIALE

Mettiamo un banner sul sito


a funzione di ricerca di TradeDoubler veraL mente molto comoda per permetterci di scegliere e pubblicare un banner sul nostro sito Internet. Per usarla clicchiamo su Ricerca nella colonna sinistra che vediamo nella nostra pagina personale.

AVVIAMO UNA RICERCA 1 Nella finestra Ricerca scegliamo Elenco elementi grafici come Tipo di ricerca. In questo modo vedremo tutti i banner disponibili. Selezioniamo poi la Categoria del nostro sito per vedere solo i banner inerenti.

SPECIFICHIAMO ALCUNE CARATTERISTICHE DEL BANNER 2 Clicchiamo su Ricerca avanzata e scegliamo Banner HTML dal menu Tipo elemento grafico. Selezioniamo la Dimensione elemento grafico se abbiamo esigenze di spazio specifiche.
38

SP

ECIALE

VEDIAMO I RISULTATI SELEZIONIAMO IL BANNER 3 Lelenco dei banner disponibili compare 4 Nella colonna Stato del sito facciamo clic in fondo alla pagina. Per ognuno possiamo vesu Fai domanda per scegliere il banner. Legdere quali tariffe vengono applicate e unanteprima dellelemento grafico. giamo il contratto, accettiamone i termini e clicchiamo su fai domanda al programma.

ATTENDIAMO LA RISPOSTA MODIFICHIAMO LA PAGINA HTML 5 6 Il negozio prender in considerazione la Una volta ricevuta la conferma, copiamo il nostra richiesta. Aspettiamo con pazienza di ricodice HTML del banner dal sito. Apriamo la pacevere la risposta. Potrebbero volerci alcuni giorni quindi pazientiamo. gina HTML con un editor e incolliamo il codice nel punto in cui vogliamo mettere il banner.

39

SP

ECIALE

Gestiamo il nostro account: statistiche a volont!


cata al nostro profilo personale e allo stato dei nostri pagamenti, infatti, molto ampia e la troviamo semplicemente navigando nella colonna sinistra del sito. Nella sezione Impostazioni, per esempio, possiamo accedere alle Impostazioni personali e modificare alcuni dati del nostro account, come lindirizzo di posta elettronica o la nostra residenza. Naturalmente possiamo anche decidere di cambiare la password di accesso, cosa che sarebbe da fare regolarmente per evitare problemi di sicurezza. Clicchiamo invece su Informazioni sito per aggiungere, eliminare o modificare lelenco dei nostri siti nei quali vogliamo aggiungere alcuni banner di affiliazione. TradeDoubler ci offre la possibilit di seguire pi siti con un solo account, lunica cosa che varia da un sito allaltro il codice ID sito che viene attrino degli aspetti pi interessanti di TradeDouU bler che ci permette di seguire tutti i nostri movimenti con molta precisione. La parte dedibuito ogni volta che registriamo un nuovo sito: molto pratico se gestiamo molti siti. abbastanza intuitivo invece quello che possiamo fare cliccando su Dati bancari. Andiamo qui se abbiamo problemi con il pagamento e ci viene detto che i nostri dati non sono corretti: verifichiamo per esempio che il codice IBAN sia presente e che abbia tutti i caratteri richiesti (a volte inserire codici cos lunghi pu portare a un errore di battitutra che di fatto impedisce di completare le transazioni con successo).

Statistiche e pagamenti

Quando entriamo nella sezione Home di TradeDoubler (la pagina principale) ci rendiamo conto di quanto siano importanti le statistiche per questo sito. Possiamo infatti vedere subito il saldo del nostro conto corrente e in una piccola finestra sulla destra lattivit generata dai siti che abbiamo registrato. Si tratta di una finestra riepilogativa

40

SP

ECIALE

che tiene traccia di impression, clic, utenti unici, lead, vendite e commissioni. Possiamo anche selezionare il sito di cui vedere le statistiche e il periodo di riferimento. Nella sezione Statistiche che troviamo nella colonna sinistra del sito, entriamo un po di pi nello specifico del nostro conto e dei nostri movimenti. Per esempio, cliccando su Rapporto dettagliato saldo del conto possiamo vedere lelenco delle transazioni non ancora messe in pagamento e lelenco di quelle da pagare nel prossimo pagamento. In questo modo possiamo avere unidea dei soldi che ci spettano e quando arriveranno. In questo elenco viene indicato il negozio che ha generato la commissione e naturalmente limporto che ci dovuto. La sezione Rapporto pagamenti invece dedicata al riepilogo di tutte le transazioni avvenute. Selezioniamo un pagamento dal menu a tendina in alto e clicchiamo su Avvia rapporto. In pochi secondi potremo vedere in una tabella i dettagli di quel pagamento che includono il nome del sito su cui abbiamo pubblicato i banner, i negozi che ci hanno pagato la commissione e limporto che abbiamo guadagnato. Se invece vogliamo sapere lo stato dei nostri programmi, cio conoscere se una richiesta In considerazione stata accettata oppure se un programma ancora attivo e continua a produrre commissioni, clicchiamo su Miei programmi e quindi su Esegui rapporto. Vedremo una tabella con tutte le informazioni che stiamo cercando. Teniamo presente che ogni

volta che eseguiamo un rapporto o facciamo una ricerca possiamo personalizzare tutte le opzioni di ricerca in modo da ottenere solo i risultati che pi si avvicinano a quello che ci serve. Questa funzione utile soprattutto se abbiamo tantissimi movimenti e non vogliamo perdere tempo a consultare elenchi troppo lunghi.

41

SP

ECIALE

Offerte speciali
uando accediamo a TradeDoubler teniamo Q gli occhi aperti perch sono frequenti le promozioni e le offerte speciali. Capita spesso infatti che per qualche settimana o un paio di mesi alcuni negozi ci riconoscano delle commissioni pi alte come promozione con lo scopo di ottenere pi affiliati possibili. Solitamente queste offerte si trovano nella pagina principale di TradeDoubler quindi fermiamoci a consultarla attentamente ogni volta che vi accediamo perch le offerte sono spesso molto interessanti.

dTool uno strumento di Trade Doubler che Clicchiamo sulla categoia di cui vogliamo A 3 ci permette di creare le nostre pubblicit inserire i prodotti nella pubblicit. Vepersonalizzate e quindi cercare di guadagnare dremo in basso un lungo elenco di prodotti dipi soldi con banner pi mirati. Vediamo come funziona... Nella colonna sinistra della sezione dedi1 cata agli affiliati di TradeDoubler clicchiamo su Ad Management e su AdTool. Clicchiamo ora su Crea una content 2 unit in alto e inseriamo almeno il nome e la regola. Aggiungiamo anche una descrizione anche se facoltativa. Clicchiamo poi su Salva e seleziona un prodotto. sponibili. Mettiamo un segno di spunta a quelli che ci interessano e clicchiamo in fondo sul pulsante Aggiungi prodotto allelenco .

Personalizziamo i banner

nare il sito su cui vogliamo pubblicare la pubblicit e selezionarne il modello grafico al punto 3. Clicchiamo su Preview per vedere il risultato e se ci soddisfa copiamo il codice mostrato nel campo testo al punto 5 e mettiamolo nel sito.

Non ci resta ora che cliccare su Mostra 4 codice/preview e seguire i cinque passaggi indicati. In pratica dobbiamo solo selezio-

42

SP

ECIALE

Quanto pagano questi sistemi di affiliazione?


con le nostre affiliazioni? Naturalmente la risposta a questa domanda molto generica perch dipende da diversi fattori come le affiliazioni a cui ci iscriviamo, il numero di visitatori che genera il nostro sito e quanti di questi cliccano sui banner e arrivano magari ad acquistare prodotti. Tuttavia quando scegliamo di affiliarci a un negozio abbiamo la possibilit di consultarne la scheda in cui sono specificate tutte le commissioni. Per esempio se ci affiliamo a qualche assicurazione potremmo ottenere fino a 5 euro per ogni preventivo salvato e fino a 22 euro per ogni polizza sottoscritta. Se invece mettiamo un banner che paga per ogni clic otterremo un centesimo per ogni visitatore e una commissione fino all8% sul venduto. Ci sono inoltre maggiori possibilit di bbiamo capito per filo e per segno come funA ziona TradeDoubler ma come facciamo a sapere quanto ci possiamo aspettare di guadagnare guadagno se facciamo fare diversi affari allo stesso negozio in un ristretto arco di tempo (generalmente un mese). In questi casi infatti le commissioni si alzano di qualche punto percentuale oppure la cifra pagata per ogni vendita (non sempre una commissione una percentuale ma pu essere anche una cifra prestabilita) aumenta di qualche euro. Alcuni negozi adottano anche un sistema di competizione tra gli affiliati per ottenere pi clienti possibili. Oltre a pagare le commissioni, realizzano una classifica degli affiliati che hanno fatto rendere di pi e premiano i migliori con dei forti sconti (anche del 50%) per lacquisto di prodotti sul proprio sito. Se per esempio si tratta di un negozio di viaggi e vacanze potremmo essere tra i fortunati che si godono una bella vacanza pagando lalbergo pochissimo e tutto perch abbiamo pubblicato il banner del sito sul nostro e lo abbiamo fatto rendere al meglio.

43

SP

ECIALE

Affiliamoci direttamente ai siti Internet dei negozi


n altro metodo per entrare a far parte dei cirU cuiti di afliazione quello di andare sul sito che intendiamo usare per guadagnare e iscriversi al suo programma di afliazione. La principale differenza con il metodo visto nelle pagine precedenti data dal fatto che in questo caso non possiamo scegliere lofferta migliore tra un elenco di negozi ma possiamo solo afdarci alle offerte disponibili sul sito che abbiamo scelto. Pertanto abbiamo gi valutato che le condizioni offerte dal negozio ci vanno bene. un po come quando si chiede un preventivo per un lavoro e invece di consultare diversi professionisti del settore ci si rivolge a uno solo e si accettano le sue proposte. Laspetto pi interessante dellafliazione direttamente dal negozio la possibilit di pubblicizzare singoli prodotti invece che il sito in generale e di avere un rapporto diretto con chi vende i prodotti. In questo caso infatti il negozio stesso a decidere quali prodotti devono nire sui banner pubblicitari e per quanto tempo in base alle proprie strategie di marketing. Se noi diamo abbastanza visibilit al prodotto sul nostro sito e facciamo in modo che molti utenti vadano a comprarlo passando dalle nostre pagine otterremo molte commissioni. A volte poi il sito offre incentivi differenti in base al prodotto che pubblicizziamo quindi sta a noi dargli il massimo risalto quando si tratta di un prodotto su cui il negozio punta molto.

Afliamoci a CHL

Uno dei siti in Italia che offre questo servizio CHL, che troviamo allindirizzo www.chl.it. Si tratta di un negozio che vende un po di tutto, dai libri ai videogiochi, dai lm ai giochi per bambini, dagli articoli per la casa e il giardino al neces-

44

SP

ECIALE

sario per fare sport e tenersi in forma. Diventare partner di CHL e fare parte del suo servizio di afliazione semplicissimo e molto rapido, ma dobbiamo avere la Partita IVA. Nella pagina principale del sito troviamo il collegamento Afliation Program che conduce direttamente alla pagina principale della sezione di afliazione. Qui ci viene spiegato rapidamente come funziona questo programma del quale potremo fare parte non appena ci saremo registrati. Clicchiamo quindi su Diventa Partner di CHL e compiliamo il modulo di adesione riempiendo tutti i campi visualizzati. Una volta completata questa operazione arriveremo alla pagina in cui ci viene comunicato il codice ID partner. Prendiamo nota di questo codice stampando la pagina o salvandola direttamente sul disco sso perch lID partner fondamentale in tutti i passaggi che dovremo seguire per creare la pubblicit da visualizzare sul nostro sito. Sulla sinistra della pagina di conferma della registrazione c un riquadro Area partner. Qui troviamo il collegamento Come linkare a CHL. il punto di partenza per realizzare gli elementi da mettere nel nostro sito.

Si tratta di un conguratore di PC su misura che permette ai nostri utenti di creare il loro futuro PC in 8 semplici mosse. Basta specicarne le parti dai menu a tendina indicati e quindi cliccare su Crea il tuo PC per completare la congurazione e procedere allacquisto del computer. Questo elemento piuttosto ingombrante pertanto indicato se abbiamo un po di spazio ibero nelle pagine del nostro sito.
Vetrine

Wizard CHL

Le vetrine ci consentono di mostrare sul nostro sito i prodotti di CHL con aggiornati il prezzo e la disponibilit. Ci sono diversi tipi di vetrine che mo-

Quali possibilit offre?

CHL ci permette di realizzare no a 5 elementi da pubblicare sulle nostre pagine. Possiamo scegliere di pubblicare anche pi di un elemento alla volta. Ecco nel dettaglio quali sono:
45

SP

ECIALE

strano 1, 2, 4 o 6 prodotti contemporaneamente. In base allo spazio che vogliamo dedicare a questo tipo di pubblicit scegliamo la vetrina adatta. Una particolarit delle vetrine che possiamo scegliere da un menu a tendina la categoria merceologica di cui vogliamo visualizzare i prodotti. Ovviamente sceglieremo la categoria legata al nostro sito Internet in modo da avere prodotti pi appetibli per i nostri visitatori.
Motore di ricerca

I motori di ricerca di CHL consentono agli utenti del sito di cercare un termine allinterno di tutto il sito di CHL e di trovare il relativo prodotto. Sono disponibili in due formati, uno come piccolo riquadro e laltro disposto su ununica riga. I banner sono delle immagini alle quali va associato un collegamento che porta al sito di CHL. Il collegamento deve essere questo: http://www.chl.it/sitipartner?partnerID dove al posto di partnerID dobbiamo inserire il codice che ci stato comunicato dopo liscrizione. Inseriamo il codice correttamente se vogliamo che CHL sappia che il nostro sito ha portato nuovi clienti e ci dia la giusta commissione. Per poter usare i banner a nostra disposizione dobbiamo prima salvarli sulnostro disco sso e poi integrarli
Banner

nel sito. Ce ne sono di quattro tipi diversi che variano per le dimensioni. Uno di questi verticale e starebbe comodamente lungo il bordo destro o sinistro del nostro sito. Questo tipo di pubblicit molto interessante: praticamente ci permette di pubblicare sul nostro sito un collegamento per lacquisto di un qualsiasi prodotto del catalogo CHL che abbiamo scelto in precedenza. Per ottenere questo tipo di pubblicit dobbiamo prima navigare per il sito di CHL e scegliere larticolo che ci interessa. Prendiamo poi nota del suo codice e riportiamolo nel relativo campo testo nella sezione dellafliazione.
Link ai prodotti

46

SP

ECIALE
gina o nelle pagine in cui vogliamo pubblicare lelemento pubblicitario. Non modichiamo questo codice per nessun motivo, decidiamo semplicemente in quale punto della pagina metterlo e aggiorniamo il nostro sito per visualizzarlo e renderlo disponibile ai nostri visitatori. Usiamo questo tipo di pubblicit quando troviamo un prodotto che tira particolarmente fra i nostri navigatori. Per ogni cliente che attraverso il nostro sito si iscrive a CHL ed effettua un acquisto, riceviamo una commissione del 2% sullimponibile netto di ogni ordine che questo cliente realizzer nei successivi 6 mesi dalla sua iscrizione a CHL. Ogni tre mesi potremo emettere fattura a CHL che ci fornir per tempo i dati necessari. Per esempio fattureremo a maggio i guadagni di gennaio, febbraio e marzo.

Quanto guadagniamo?

Per poter pubblicare uno di questi elementi nelle nostre pagine dobbiamo inserire il nostro codce ID Partner nel relativo camp testo e cliccare su procedi. Dopo pochi secondi comparir in un riquadro il codice HTML da copiare e incollare nella pa-

Sito internazionale? Affidiamoci ad Amazon


mazon un negozio molto conosciuto a liA vello internazionale e ci far molto comodo se abbiamo un sito che si rivolge a navigatori di

Non facciamo i furbi


e per caso ci venuta lidea di pubblicare S una pubblicit di Amazon sul nostro sito e di acquistare prodotti per noi passando dal nostro link per ottenere pi commissioni, accantoniamo subito lidea. Amazon infatti in grado di intercettare questa operazione e blocca subito i pagamenti!

tutto il mondo. Come per CHL, vista la grande variet delle categorie di prodotti messi in vendita da questo negozio sar davvero difficile che il nostro sito non rientri in alcuna di queste pertanto non dovremmo avere difficolt a trovare banner di prodotti inerenti alla nostra attivit. Per accedere allarea dedicata alle affiliazioni dobbiamo cliccare su Join Associates, un colle-

47

SP

ECIALE
di pi al nostro sito e clicchiamone il collegamento. Si aprir ora una pagina con lelenco di tutti i banner di quella categoria divisi per dimensione. Scorriamo la pagina per vedere anche laspetto grafico del banner e scegliamo quello che preferiamo. Copiamo quindi il codice HTML che vediamo nel relativo campo testo e incolliamolo nella pagina del nostro sito in cui vogliamo pubblicare il banner. Il codice HTML non deve essere modificato, dal momento che gi impostato con il nostro codice di affiliazione che permette ad Amazon di rintracciarci e di inviarci la commissione.
Widget

gamento che si trova in fondo alla pagina di apertura di Amazon. Prima di proseguire registriamoci al sito: dovremo fornire tutti i nostri dati e indicare su quale sito vogliamo pubblicizzare Amazon. Del nostro sito dovremo inoltre scrivere una breve descrizione e specificare quale tipo di prodotti vogliamo pubblicizzare. La registrazione ci chieder inoltre i dati per il pagamento delle commissioni dovuteci, tuttavia possiamo compilare questa parte successivamente. Per cominciare a pubblicizzare Amazon, abbiamo diverse possibilit come pubblicare un collegamento in forma testuale o con immagini (un banner) oppure realizzare un Widget, cio una piccola applicazione che permette per esempio ai nostri utenti di ascoltare anteprime di alcuni brani musicali (scelti da noi) e di comprare eventualmente la canzone o lalbum da Amazon. Pubblicare un banner con Amazon veramente rapido: dalla pagina principale della sezione dellaffiliazione clicchiamo sulla linguetta Links & Banners e nella pagina seguente su Add Banners Now . Accediamo a una pagina dove tutti i banner disponibili sono divisi per categorie. Naturalmente scegliamo quella che si avvicina
Banner

Per realizzare il widget che vogliamo pubblicare sulle nostre pagine Web sufficiente cliccare sulla linguetta Widget e scegliere quello che preferiamo. Anche in questo caso meglio attenersi alla categoria di cui fa parte il nostro sito. In base al widget che selezioniamo dobbiamo poi procedere seguendo le istruzioni a schermo. Per esempio in alcuni casi potremo personalizzare subito il nostro widget decidendone i colori, la dimensione e laspetto grafico, mentre in altri casi, come quello dedicato agli MP3, dobbiamo prima scegliere il titolo di un album o di una canzone che vogliamo mostrare nel widget.

48

SP
Si tratta in ogni caso di semplici operazioni di selezione e in pochi minuti la nostra applicazione interattiva sar pronta per essere pubblicata. Clicchiamo su Add to my Web page per visualizzare la finestra che contiene il codice HTML da inserire nelle nostre pagine. Usiamo il pulsante Copy per copiare il codice pi agevolmente.

ECIALE
pagamento, che per ci costa 15 dollari a ogni invio, il guadagno minimo deve essere di 100 dollari. La quota minima pu per essere modificata quando scegliamo lassegno come metodo di pagamento. Possiamo per esempio stabilire che ci venga spedito ogni volta che accumuliamo 200 o 500 dollari di guadagno. In ogni caso non possiamo specificare un valore inferiore a 100 dollari. Per selezionare il metodo di pagamento clicchiamo su Account Settings dal pannello di affiliazione e quindi su Change Payment Method . A questo punto selezioniamo il metodo di pagamento che ci interessa e clicchiamo su Submit per confermare. Se modifichiamo la quota minima entro il primo giorno del mese Amazon la rispetter gi nel mese corrente altrimenti la modifica avr effetto dal mese successivo.

Quanto e come veniamo pagati?

Con Amazon possiamo guadagnare dal 4% al 15% della vendita in base al numero e al tipo di oggetti venduti. Il sito prevede tre diversi metodi di pagamento che sono buoni dacquisto, il bonifico e lassegno bancario. Il bonifico per purtroppo disponibile solo per gli utenti degli Stati Uniti. I buoni dacquisto ci vengono mandati direttamente al nostro indirizzo di posta elettronica e possono essere richiesti quando abbiamo guadagnato almeno 10 dollari. Lassegno invece viene spedito direttamente allindirizzo che abbiamo specificato in fase di registrazione. Con questo metodo di

Pubblicizzare Amazon su un sito italiano


nche se il sito di Amazon non esiste in A italiano, possiamo comunque farci spedire i prodotti in Italia. Questo grazie alle versioni europee del sito che troviamo agli indirizzi www. amazon.co.uk, .fr (sito francese) e .de (sito tedesco). Ordinando qui i nostri utenti possono specificare che la destinazione degli articoli in Italia e, pagandone il costo relativo, la spedizione arriver senza problemi. Di conseguenza possiamo anche intraprendere il discorso dellaffiliazione con questo sito e pubblicare la pubblicit sul nostro spazio Web dedicato a utenti italiani. Teniamo solo presente che alcuni articoli non vengono spediti in Italia quindi, prima di pubblicare una pubblicit di un prodotto che non potr essere comprato da un utente italiano, consultiamo la pagina del sito che specifica cosa pu essere spedito dove e che troviamo nelle pagine di aiuto dei siti di Amazon.
49

Vendere
di tutto!

ME

FUNZIO

50

NA

CO

Vogliamo fare soldi? E allora perch non metterci a vendere prodotti e servizi? Che sia tramite eBay o che sia tramite il nostro negozio di e-commerce, vediamo tutto quello che c da sapere sulla compravendita online...

51

SP

ECIALE

Vendiamo direttamente dal nostro negozio online


ra i diversi metodi per guadagnare su Internet non T possiamo non considerare quello di creare un negozio online. La vendita diretta dei prodotti pu farci guadagnare delle belle cifre e abbiamo anche il vantaggio di non dover afttare o comprare un locale per allestire il negozio: sufciente avere il computer e possiamo gestire tutto da casa. Questa soluzione non necessariamente per chi senza lavoro e vuole aprire una sua attivit ma pu anche essere comoda per chiunque abbia un po di tempo da dedicare al negozio come per esempio coloro che fanno un part-time e vogliono arrotondare lo stipendio. E poi, se le cose dovessero funzionare, si tratterebbe di molto pi di un semplice arrotondamento... Se pensiamo di non essere in grado di organizzare un negozio e realizzarne il sito, smettiamo di preoccuparci. Esistono su Internet delle piattaforme che hanno gi fatto questo per noi. Si tratta di modelli di negozio che sostanzialmente possiamo personalizzare in base ai nostri gusti e alle nostre esigenze. Ce ne sono di gratuite come osCommerce (www. oscommerce.com) o Magento (www. magentocommerce.com) e a pagamento come Quick Cart (www.quickcart.com). Una piattaforma a pagamento offre di solito pi supporto tecnico ma forse pi indicata per chi ha gi unattivit avviata e vuole farne una versione online. Se siamo allinizio della nostra carriera optiamo per una gratuita. Saremo sempre in tempo a trasferire il negozio pi avanti. Prima di scegliere quella che vogliamo usare assicuriamoci inoltre di avere gli strumenti adatti, a partire dal server. Troviamo diversi servizi di hosting su Internet: scegliamo quello che ci offre il pacchetto migliore ma assicuriamoci che sia il pi possibile congurabile in modo da poter aggiornare per esempio le versioni del linguaggio PHP e MySQL e che sia

Come cominciare

Quick Cart una piattaforma a pagamento che ci fornisce tutti gli strumenti per creare il nostro negozio. disponibile in tre versioni che costano 15, 29 o 99 dollari al mese (circa 11, 21 o 70 euro).
52

SP

ECIALE

Magento una piattaforma gratuita che ci permette di creare e gestire un negozio online. Esiste anche un forum italiano (www.magentocommerce.com/boards) che ci aiuta a risolvere i problemi.

raggiungibile via FTP per caricare i le del negozio. Inoltre dobbiamo avere un dominio (lindirizzo del nostro negozio): possiamo registrarne uno su www. register.it o www.godaddy.com. Il primo italiano, il secondo internazionale ma pi economico.

Inne ci serve la piattaforma del negozio. Per questo articolo abbiamo scelto di usare Magento, una piattaforma disponibile anche in italiano che facile da installare e da congurare. Sul sito del produttore ci sono inoltre modelli di negozio acquistabili a parte.

Come installare e tradurre in italiano Magento


n questo capitolo abbiamo scelto di non Iprocedura mostrare come installare Magento perch la cambia in base al sistema operativo che usiamo ( compatibile con Linux e Windows), al server e alla versione che abbiamo scaricato. Per installarlo leggiamo le comode guide che troviamo sul sito di Magento per i dettagli: si tratta quasi sempre solo di caricare un file sul server e lanciare una installazione automatica. Nel momento in cui installiamo la piattaforma noteremo che larea in cui gestire il negozio e il negozio stesso sono completamente in inglese. Questo perch per poter avere uninterfaccia in italiano dobbiamo scaricare e installare un pacchetto di traduzione che troviamo facilmente sul sito. Nella sezione Magento Connect del sito cerchiamo il pacchetto italiano e seguiamo le istruzioni per linstallazione automatica.

53

SP

ECIALE

Configuriamo il negozio
configurare il negozio e per aggiungere i prodotti e dovremo farlo in futuro per tutte le altre questioni legate alla nostra attivit. Se per esempio vorremo vedere come vanno le vendite o guardare quali ordini sono in corso potremo stilare dei rapporti dal menu Rapporti . Iniziamo per a gettare le basi del nostro negozio regolandone le impostazioni principali. Inseriamo il nostro nome utente e la password per entrare opo aver terminato la procedura di installaD zione dobbiamo entrare nel pannello di amministrazione di Magento per decidere come nellarea di amministrazione quindi spostiamo il mouse su Sistema e clicchiamo su Configurazione . Sulla sinistra vediamo il riquadro Ambito della Configurazione Corrente in cui lasciamo selezionata lopzione Configurazione predefinita . Sotto questo riquadro c lelenco delle sezioni che possiamo modificare come Generale, Catalogo, Clienti e Vendite. Non dobbiamo modificare tutto perch le impostazioni predefinite vanno gi bene cos ma diamo unocchiata alle opzioni selezionate per decidere se vogliamo cambiare qualcosa.

IMPOSTAZIONI LOCALI SCEGLIAMO A CHI VENDERE 2 1 Nella parte bassa della schermata regoNella sezione Generale scegliamo Italia dal liamo le impostazioni come Fuso orario o Primo menu a tendina Paese di default quindi selezioniamo le nazioni in cui vogliamo vendere i nostriprodotti dallelenco Consenti paesi. giorno della settimana legati al Paese che abbiamo scelto come predefinito.

FACCIAMOCI TROVARE METTIAMO IL LOGO DEL NEGOZIO 3 4 Clicchiamo su Design e poi su HTML Clicchiamo ora su Header per inserire il Head. Qui dobbiamo inserire il titolo e la descrilogo del nostro negozio scegliendo limmagine dal zione del negozio quindi mettiamo le parole chiave per essere trovati dai motori di ricerca.
54

disco fisso e scriviamo un messaggio di benvenuto per tutti i clienti che verr visto in homepage.

SP

ECIALE

INSERIAMO LA PARTITA IVA SCEGLIAMO LA VALUTA 5 6 Clicchiamo ora su Footer e compiliamo il Clicchiamo su Gestione valuta nella cocampo Copyright con i dati necessari. Ricordialonna a sinistra e quindi su Opzioni valuta. Decimoci di mettere il nostro numero di Partita IVA: ce lo impone la legge. diamo in che valuta visualizzare i prezzi e, se accettiamo pagamenti con altre, selezioniamole.

EMAIL DI SERVIZIO DISPONIAMO I PRODOTTI 7 8 Clicchiamo ora su Indirizzi email del neClicchiamo su Catalogo e poi su Frongozio e specifichiamo per ogni settore a quale tend. Qui possiamo decidere se mostrare i proindirizzo si possono rivolgere i nostri clienti. importante essere facilmente raggiungibili. dotti come elenco o come griglia, in che modo ordinarli e quanti visualizzarne per pagina.

ABILITIAMO I FEED RSS SALVIAMO LE MODIFICHE 9 10 Clicchiamo su Feeds RSS e abilitiamo il In alto a destra c il pulsante Salva servizio. In questo modo tutti i clienti che si iscriConfigurazione. Clicchiamoci sopra per conferveranno potranno avere notizie in tempo reale sui prodotti e sullo status degli ordini.

mare le nostre scelte. Ora passiamo alle impostazioni di configurazione delle vendite.
55

SP

ECIALE

Configuriamo le vendite
a sezione Vendite del pannello di amminiL strazione richiede un discorso a parte e pi approfondito perch in questa fase dobbiamo decidere, tra le altre cose, le modalit di spedizione e i metodi di pagamento che accettiamo. Possiamo anche stabilire in quali Paesi spedire i prodotti oppure personalizzare il metodo di pagamento in base al Paese selezionato. Dalla sezione Vendite possiamo inoltre inserire il nostro indirizzo che comparir sulle fatture e applicare il logo del negozio. Inoltre possiamo decidere se vogliamo che ogni cliente debba raggiungere una spesa minima per poter comprare dal nostro negozio e inserire il valore delle imposte che devono essere applicate ai prodotti in vendita. Possiamo anche stabilire se visualizzare i prodotti e le spese di spedizione comprendendo la quota dellIVA (facciamolo). Se non siamo sicuri del regime fiscale degli articoli rivolgiamoci al nostro commercialista e facciamoci consigliare. Specifichiamo inoltre per quanto tempo i prodotti selezionati rimarranno nel carrello prima che lordine si annulli automaticamente.

prodotti. Selezioniamo la nazione dal menu a tendina Paese e compiliamo i campi successivi.

IMPOSTAZIONI DI SPEDIZIONE 1 Clicchiamo su Settaggi di spedizione e poi su Origine specificando da dove partono i

ogni articolo o per ogni ordine oppure cambiare le impostazioni in base al corriere a cui ci affidiamo.

MODALIT DI SPEDIZIONE 2 Nella sezione Modalit di spedizione possiamo impostare un prezzo fisso (forfait) per

METODI DI PAGAMENTO 3 Clicchiamo su Metodi di pagamento e definiamoli. Per esempio cliccando su CC salvato possiamo scegliere quali carte di credito vengono accettate dal nostro negozio.
56

ASSEGNI E VAGLIA 4 Clicchiamo su Assegno/Vaglia se vogliamo ricevere pagamenti in questa forma e decidiamo se accettarli da tutti i Paesi o solo da alcuni che possiamo selezionare da un riquadro.

SP

ECIALE

Aggiungiamo i prodotti
uando abbiamo terminato di configurare il Q negozio, le modalit di spedizione e di pagamento, possiamo cominciare ad aggiungere i prodotti nel database. Prima per sarebbe meglio creare categorie di prodotti per dare una struttura pi ordinata al negozio. Per farlo spostiamo il mouse su Catalogo dalla barra dei pulsanti in alto e clicchiamo su Gestione categorie . Vedremo che gi disponibile una categoria predefinita nella quale, se non facciamo niente, verranno inseriti tutti i prodotti. Clicchiamo su Add Root Category e compiliamo i campi della scheda Informazioni generali. Per attivare la categoria, dopo che lavemo salvata, ricordiamoci di selezionare S dal menu a tendina Is Active .

gere un nuovo prodotto clicchiamo sul pulsante Aggiungi Prodotto che vediamo sulla destra.

INIZIAMO IL PROCEDIMENTO DECIDIAMO IL TIPO DI PRODOTTO 1 2 Spostiamo il mouse sul pulsante Catalogo Selezioniamo il Tipo di Prodotto dal relae clicchiamo su Gestione prodotti. Per aggiuntivo menu a tendina. Simple Product indica un prodotto generico altrimenti scegliamo una delle altre opzioni. Clicchiamo su Continua.

INSERIAMO I DATI GENERALI 3 Sulla sinistra vediamo una serie di informazioni del prodotto che dovremo inserire. Iniziamo da Generale e inseriamo i primi dati del prodotto come Nome e Descrizione.

STABILIAMO IL PREZZO 4 Clicchiamo su Prezzi e mettiamo il costo del prodotto. Se vogliamo possiamo stabilire un

Prezzo Speciale e specificare in che periodo dellanno tale prezzo verr applicato: via ai saldi!
57

SP

ECIALE

APPLICHIAMO UNIMMAGINE ASSEGNIAMO LA CATEGORIA 5 6 Ogni prodotto deve essere accompagnato Clicchiamo su Categorie e mettiamo un da unimmagine quindi clicchiamo su Immagini segno di spunta su quella a cui appartiene il proe su Browse Files per sceglierla dal disco fisso. Clicchiamo poi su Upload Files per caricarla. dotto che stiamo inserendo. Se non abbiamo creato le categorie possiamo farlo dopo.

I PRODOTTI CORRELATI VERIFICHIAMO LINSERIMENTO 7 8 Per indurre il cliente a fare altri acquisti seClicchiamo in alto a destra sul pulsante lezioniamo i prodotti correlati a quello che stiamo Salva. Se compaiono dei triangoli accanto ai inserendo. Quelli cio che possono essere utili dopo aver acquistato il primo prodotto.

nomi delle sezioni sulla sinistra significa che non abbiamo completato linserimento dei dati.

Creiamo promozioni per i clienti


postando il mouse su Promozioni possiamo S scegliere Regole Listino Prezzi e Regole prezzi carrello. Queste funzioni ci consentono di applicare sconti o decidere unaltra forma di promozione per attirare i clienti e aumentare le vendite. Per applicare degli sconti selezioniamo Regole Listino Prezzi e creiamone una nuova. Nella sezione Azioni decidiamo lImporto dello sconto e la modalit di applicazione. Se invece selezioniamo Regole prezzi carrello possiamo decidere di spedire gratuitamente i prodotti o attivare una promozione che offre un prodotto gratis in cambio dellacquisto di un altro.

58

SP

ECIALE

Un nuovo metodo per guadagnare: White Label


el commercio al dettaglio, White labelling N un termine che indica tutti i prodotti senza marchio che le case produttrici vendono alle aziende di distribuzione. In poche parole i prodotti che acquistiamo al supermercato che hanno il marchio del supermercato stesso sono stati acquistati e rivenduti con questa procedura. Pu quindi capitare che lo stesso prodotto venga venduto in due supermercati con due marchi diversi ma in realt sia stato prodotto dalla stessa casa. Questo tipo di commercio stato ripreso e usato anche su Internet e pu tornarci utile per farci guadagnare qualche soldo con il nostro sito o addirittura anche senza averne uno. In sostanza ci sono aziende che ci danno tutti gli strumenti necessari per integrare e vendere dal nostro sito (quindi col nostro marchio) i prodotti fatti da loro. Potremo avere gratuitamente la grafica, il codice e i dati dei database e per esempio creare un negozio in pochi minuti vendendo la merce dellazienda che ci ha offerto il servizio. Lazienda ci riconoscer solo una percentuale sul venduto, ma se consideriamo che per mettere in piedi questo negozio non spendiamo nulla e abbiamo gi tutto pronto, pu essere un affare. Il nostro compito sar solo quello di pubblicizzare al meglio il servizio e il nostro sito e di avere naturalmente il maggior numero di visitatori per ricavare il pi possibile.

Kelkoo

Tra i siti in Italia che offrono questo servizio, troviamo Kelkoo, il celebre sito di comparazione prezzi. Lofferta di Kelkoo ci consente di arricchire il nostro sito con una sezione di comparazione prezzi e, di conseguenza, di acquisti online. Sono davvero tantissime le categorie

59

SP

ECIALE

merceologiche a disposizione (elettronica, libri, informatica, viaggi) quindi non dobbiamo fare altro che scegliere quella legata al nostro sito Internet per suscitare linteresse dei nostri visitatori. Il servizio White Label di Kelkoo non ha alcun costo di attivazione e di manutenzione e ci permetter di fornire informazioni complete sui negozi ai quali indirizzeremo gli utenti per comprare i prodotti. Descrizioni dei prodotti, costi e tempi di spedizione e giudizi degli utenti sono solo alcune delle cose che potremo offrire a chi naviga sul nostro sito e ha intenzione di fare un acquisto. Inoltre per poter usufruire di questo servizio dovremo solo creare un collegamento alla sezione gi preparata da Kelkoo, pertanto non dovremo di fatto programmare una sola riga di codice. Diventare partner di Kelkoo davvero molto semplice: clicchiamo sul collegamento Diventa partner che troviamo in fondo alla pagina principale del sito quindi seguiamo le indicazioni. Non dovremo far altro che compilare un modulo e attendere tre settimane per ricevere il necessario per cominciare a vendere prodotti Kelkoo dal nostro sito. I nostri introiti variano in funzione delle condizioni che ci offre Kelkoo: dal momento che non costa nulla provare, iscriviamoci al servizio e verifichiamo subito che tipo di provvigioni ci pu riconoscere Kelkoo.
60

Babel

Babel una rete di annunci immobiliari multilingua a pagamento che ci permette di affiliarci e di guadagnare una percentuale sugli annunci pubblicati nel network tramite il nostro sito. Per diventare partner di questa rete dobbiamo naturalmente iscriverci (gratuitamente) e poi scegliere quale formula vogliamo adottare. Babel infatti offre una formula gratuita (la formula Standard) che ci permette di guadagnare il 20% per ogni annuncio inserito dai nostri visitatori. Per esempio, su un annuncio da 59 euro guadagneremo 12 euro. Scegliendo questa formula dovremo integrare il nostro sito con il materiale fornitoci da Babel e occuparci di pubblicizzare la sezione degli annunci. Se invece non abbiamo un sito oppure lo abbiamo ma non possiamo o vogliamo modificarlo, possiamo scegliere una delle 5 formule Premium o una della 5 formule Gold, che includono la realizzazione, il mantenimento e lindicizzazione di un sito da parte di Babel per noi. Dovremo solo scegliere il dominio e non ci occuperemo nemmeno della pubblicit. Queste formule per non sono gratuite. Dovremo pagare una cifra annua in base a quella che sceglieremo. I prezzi variano dai 99 euro per le formule Premium 1 e Gold 1 ai 2999 euro per le formule Premium 5 e Gold 5. Va per considerato che scegliendo una formula a

SP
pagamento, le provvigioni saranno pi alte per ogni annuncio inserito: dal 30% per le formule Premium 1 e Gold 1 al 70% delle formule Premium 5 e Gold 5. Per informazioni visitiamo il sito www.annunci-white-label.com .

ECIALE
scegliere se visualizzare gli angoli della finestra ad angolo retto oppure arrotondati e assegnare al negozio un titolo personalizzato. Nel terzo passaggio, invece, aggiungiamo una barra laterale di navigazione. Questa barra include anche una sezione di ricerca dei prodotti allinterno delle categorie che abbiamo selezionato allinizio. Possiamo decidere di metterla a destra o a sinistra e aggiungere alcuni strumenti utili agli utenti come lelenco di oggetti simili a quello che stanno acquistando o lelenco degli accessori legati al prodotto in questione. Durante ognuno di questi passaggi clicchiamo su Preview Store per vedere unanteprima del negozio che stiamo creando e modifichiamo quello che non ci piace. Alla fine entriamo nel quarto e ultimo passaggio in cui il nostro negozio viene pubblicato. In questo momento inoltre possiamo decidere come integrare il negozio nel nostro sito: con un collegamento che apre una nuova finestra che contiene il negozio oppure visualizzandolo allinterno delle pagine del nostro sito. Scegliamo la modalit che preferiamo quindi copiamo il codice HTML che ci viene fornito da Amazon e incolliamolo nelle pagine del sito. Potremo subito iniziare a mettere in vendita prodotti Amazon e guadagnare qualcosa. In qualsiasi momento, inoltre, possiamo tornare nella sezione degli affiliati e modificare il negozio cambiandone gli elementi o laspetto. Possiamo anche decidere di aprire un secondo negozio, se gli affari vanno a gonfie vele!

Amazon

Se abbiamo un sito internazionale, includere un negozio Amazon pu essere la scelta giusta per farci guadagnare. Amazon, come noto, vende un po di tutto e, se acquistiamo su uno dei siti europei, spedisce di tutto anche in Italia. Dopo che ci siamo affiliati possiamo creare un aStore, una sorta di mini negozio che funziona con il sistema del White Label. Per ogni vendita generata dal nostro sito infatti otterremo una percentuale che va dal 4% al 15% in base al numero di prodotti venduti e al tipo di prodotti venduti. Per creare un aStore dobbiamo seguire quattro semplici passaggi. Come prima cosa dobbiamo stabilire quali prodotti vendere e in questo caso Amazon ci consente di scegliere tra intere categorie o prodotti specifici che dobbiamo selezionare uno alla volta. Scegliamo la categoria legata al nostro sito oppure i prodotti del momento, quelli che riteniamo ci possano fruttare il maggior numero di commissioni. La seconda parte della creazione del negozio dedicata allaspetto e ai colori. Possiamo cambiare di tutto: dai colori di sfondo al tipo di font usato, dai colori dei collegamenti alla dimensione del carattere dellintestazione. possibile inoltre

61

ME

FUNZIO

Fare soldi

con le aste online

62

NA

CO

Scopriamo come mettere in vendita i nostri prodotti su eBay, come creare un negozio tutto nostro e come gestire vendite e acquisti nel mondo del colosso delle aste online...

63

SP

ECIALE

Vendiamo in nostri oggetti utilizzando eBay


Bay ha limmenso pregio di essere un e enorme centro commerciale virtuale e le vetrine nelle quali possiamo curiosare sono tantissime. Ci sono quelle dei molti negozi che hanno deciso di proporsi sulla grande Rete e quelle dei privati che vogliono ricavare il giusto dalla vendita di un oggetto usato, di un articolo di antiquariato o prezioso oppure di un cucciolo di razza. Se desideriamo fare un po dordine in casa, anche se ci piange il cuore a regalare oggetti ai quali siamo legati come la nostra collezione di fumetti originali di Tex Willer, o se desideriamo guadagnare velocemente un po di soldi mettendo in vendita un orologio di marca o un gioiello, eBay la risposta alle nostre necessit. Se poi siamo abili artigiani o abbiamo una vena artistica, possiamo anche creare un negozio on-line: dagli oggetti decorati a dcoupage alla creazione di abiti medioevali per le rievocazioni storiche e le feste, eBay offre spazio a tutti. Se siamo bravi nel creare qualcosa, eBay pu essere la nostra vetrina privilegiata visibile dallItalia e dallestero. Se decidiamo di vendere anche allestero, facciamo molta attenzione ad approfondire bene laspetto delle spese di imballaggio e spedizione e delle modalit per sdoganare i prodotti quando arrivano a destinazione. Allindirizzo http://costo-spedizioni.ebay.it/ troviamo un semplice strumento per calcolare in un attimo le spese a seconda delle dimensioni e del peso delloggetto e del tipo di spedizione che intendiamo fare (pacco ordinario, pacco celere, eccetera).

Quando facciamo il login sul sito e clicchiamo per la prima volta in alto a destra sul collega-

Qualche consiglio direttamente dal sito

Se siamo alle prime armi con eBay, possiamo trovare tanti consigli e le prime spiegazioni che servono nella pagina che compare dopo aver cliccato sul collegamento dedicato alla vendita.
64

SP
mento Vendi , compare una finestra con alcuni consigli utili per vendere al meglio il nostro oggetto. Possiamo scoprire quali sono gli oggetti pi ambiti dai visitatori, controllare quanto vale sul mercato il nostro oggetto, dare unocchiata al forum dei venditori oppure visitare la sezione dedicata ai consigli su come scegliere lo strumento migliore e le tecniche per vendere.

ECIALE
sono creare confusione. Non cerchiamo di sminuire gli eventuali graffi, ammaccature e difetti vari delloggetto che fotografiamo: sciocco perdere tempo e farlo perdere ai nostri potenziali acquirenti con unimmagine ingannevole. Con il sistema di commenti di eBay peraltro difficile farla franca. Se stiamo vendendo pi copie dello stesso oggetto valutiamo inoltre di usare per alcune copie della stessa inserzione titoli con tipici errori di battitura. Per esempio, se stiamo vendendo dei jeans Levis, valutiamo di venderli come Levis e come Levis. Se chi sta cercando i jeans non sa come si scrive il nome e sbaglia finir comunque sulla giusta inserzione, la nostra. In generale cerchiamo di anticipare questo tipo di fraintendimenti fra i possibili acquirenti in modo da poterli comunque raggiungere anche se cercano gli oggetti nel modo sbagliato.

Prepariamo linserzione

anzitutto molto importante presentare bene gli oggetti. Pensiamo quindi a un titolo interessante per linserzione, che comunque contenga la descrizione precisa delloggetto. Abbiamo a disposizione 55 caratteri, spazi compresi, per scrivere il titolo. Per completare lopera procuriamoci una fotografia ben fatta del nostro oggetto. Fotografiamolo nelle migliori condizioni possibili ed evitiamo sfondi colorati che pos-

Scegliamo unimmagine che valorizzi loggetto


er mostrare ai nostri potenziali clienti gli P oggetti che desideriamo mettere in vendita, abbiamo la possibilit di inserire delle fotografie nella nostra inserzione. Le regole di eBay permettono di inserire solo foto di cui deteniamo legalmente i diritti di pubblicazione, cio foto scattate da noi o per noi e non scaricate da siti di vendita online, di case produttrici, eccetera (anche se in pratica non raro trovare spesso la stessa foto pubblicata da inserzionisti diversi). Limmagine da inviare a eBay deve essere di buona qualit, ma non deve essere troppo pesante in modo da non rallentare troppo la visualizzazione delle pagine. Se unimmagine troppo grande e non siamo in grado di ridurla con un programma di grafica, il sito provveder autonomamente a ridurla alle dimensioni adatte. Lo spazio disponibile per ogni foto virtualmente illimitato, ma teniamo presente che il caricamento delle foto dopo la prima, o le prime, a seconda della categoria di prodotto, a pagamento. Se decidiamo di aprire un negozio su eBay, abbiamo diritto a 1 Megabyte di spazio in memoria nel Gestore delle foto per poter salvare il nostro logo e le foto direttamente online tramite il Negozio e da Il mio eBay.

65

SP

ECIALE

Se loggetto un po danneggiato non cerchiamo di nascondere il difetto con prodezze grafiche, che peraltro potrebbero farci rischiare una denuncia per truffa. Nel caso di veicoli usati, tra laltro, chi desidera un mezzo per recarsi al lavoro non si fa scoraggiare da unammaccatura. Chi invece alla ricerca di un regalo doccasione potrebbe crearci non poche grane, peraltro a ragione, se ricever un oggetto danneggiato. Il sistema di feedback di eBay, grazie al quale ogni venditore viene valutato in funzione dei suoi precedenti affari, tende inoltre a punirci se ci comportiamo male. Con un feedback immacolato venderemo bene, mentre con un feedback con qualche commento negativo rischiamo di perdere clienti.

Vendere a prezzo sso o mettere allasta?

A seconda delle speranze che abbiamo di vendere il nostro oggetto, possiamo proporlo al miglior offerente oppure possiamo scegliere lopzione Compralo Subito che propone un prezzo fisso. Nel primo caso linserzione rimane visibile per il periodo che abbiamo stabilito: possiamo tenere aperta lasta per un periodo variabile da uno a dieci giorni. Anche se scegliamo la formula Compralo subito, possiamo stabilire una durata per la pubblicazione dellinserzione. Il nostro articolo sparir a vendita avvenuta o dopo la scadenza che abbiamo indicato. Se non

specifichiamo una durata, linserzione verr pubblicata automaticamente ogni trenta giorni (e ci verranno addebitati ogni volta i relativi costi). Abbiamo anche la possibilit di scegliere il cosiddetto Contatto diretto. Con questa modalit verremo contattati da tutti gli acquirenti interessati e non solo da chi ha fatto lofferta pi alta. Il semplice contatto non vincola lacquisto, cosa che invece succede se riceviamo offerte negli altri due casi. Se dopo qualche tempo decidiamo di ritirare loggetto dalla vendita (per un ripensamento, perch loggetto si rotto o per altri motivi che vanno comunque specificati), possiamo eliminare linserzione usando il mo-

66

SP

ECIALE

Le tabelle di eBay sono chiare ed esaustive. In questo modo sappiamo precisamente quanto ci costa pubblicare un annuncio e possiamo regolarci di conseguenza.

dulo Chiudi in anticipo linserzione . Se loggetto ha ricevuto delle offerte possiamo annullarle e chiudere anticipatamente linserzione oppure vendere loggetto al miglior offerente e chiudere prima. Attenzione a non buttare via tempo se uninserzione scaduta e desideriamo ripubblicarla. Invece di ricrearla, nella pagina delle inserzioni scadute de Il mio eBay selezioniamo linserzione, clicchiamo sulla freccina accanto al titolo e clicchiamo sul collegamento Rimetti in vendita . Prima di ripubblicare linserzione possiamo modificarla, per esempio per cambiare il metodo con cui proporre loggetto.

Scegliamo la base dasta

dare pi visibilit al nostro annuncio. Se desideriamo vendere un oggetto che non costa molto teniamo presente di tutti questi piccoli costi aggiuntivi, oltre a quelli di imballaggio e spedizione, che andranno a incidere sulla somma finale che ci metteremo in tasca. Dobbiamo usare un po di cautela nella scelta del prezzo base da cui dovranno partire le offerte. Il prezzo di partenza deve essere il prezzo minimo al quale siamo disposti a vendere il nostro oggetto. Teniamo conto che un prezzo di base alto pu scoraggiare gli acquirenti, oltre al fatto che le tariffe dinserzione che ci vengono addebitate saranno di conseguenza piuttosto alte.

Durante le fasi di preparazione del nostro annuncio, quando si tratta di inserire il prezzo di partenza per il nostro oggetto, la procedura guidata ci propone il collegamento Vedi le Tariffe eBay . Clicchiamoci sopra. Verremo portati a una pagina che riassume in modo chiaro le tariffe che paghiamo per la pubblicazione della nostra inserzione. Una parte della tariffa viene addebitata subito in base al prezzo di partenza che inseriamo e, a vendita avvenuta, dovremo pagare una commissione dasta come succede in tutte le aste tradizionali. La tabella mostra anche le singole tariffe per gli abbellimenti che desideriamo fare alla nostra inserzione come per esempio laggiunta di pacchetti fotografici, la possibilit di vedere lanteprima dellimmagine o lopzione Subito in vetrina che permette di

Cauteliamoci con il prezzo di riserva

Per cautelarci e per non rischiare di realizzare troppo poco dalla vendita, possiamo scegliere di impostare anche il cosiddetto prezzo di riserva. Si tratta del prezzo minimo al quale siamo disposti a vendere loggetto. In questo modo, se un offerente non raggiunge tale prezzo, non siamo obbligati a cedergli loggetto. Il Prezzo di riserva un asso nella nostra manica che ha lo scopo di proteggerci dal realizzare troppo poco e non viene rivelato ai visitatori di eBay che sapranno soltanto che linserzione ne ha uno. Le inserzioni con prezzo di riserva sono soggette alla tariffa per il Prezzo di riserva. In questo caso la tariffa dinserzione viene calcolata in base al prezzo di riserva e
67

SP

ECIALE

non al prezzo di partenza delloggetto. Prima di preparare la nostra inserzione ci conviene cercare su eBay oggetti simili (o addirittura identici in caso di prodotti di marca, di elettronica o di veicoli) per vedere a quale prezzo vengono messi in vendita e con quale modalit di proposta (compralo subito,asta e via dicendo). Ricordiamoci sempre che per valutare un oggetto i nostri acquirenti possono basarsi solo sulle immagini che abbiamo pubblicato e sulla descrizione che abbiamo fatto. Spendiamo un po di tempo per preparare una descrizione chiara delloggetto che descriva bene il suo stato di conservazione e il suo valore di mercato, a maggior ragione se desideriamo vendere un oggetto costoso.

Dobbiamo cercare di rispondere al meglio alle necessit dei nostri visitatori per cui nel caso ci vengano poste domande di chiarimento o richieste di ulteriori foto, non facciamo passare troppo tempo prima di rispondere: ricordiamoci sempre che si tratta di commercio e il cliente va sempre seguito. Per quanto riguarda la immagini, possiamo evitare di pagare per aggiungere ulteriori foto, trasferendo le nostre foto su server che offrono gratuitamente il servizio, come per esempio il sito http:// my.imageshack.us, e indicare solo il collegamento per vedere le immagini agli acquirenti. Una soluzione non elegante ma che potrebbe tornare utile se non possiamo investire troppo.

La gentilezza e la chiarezza sono alcune chiavi del successo

Un po di cura per i potenziali acquirenti


e i nostri oggetti interessano, probabile S che qualcuno ci scriva per chiedere ulteriori informazioni. Nella parte destra dei nostri programma di posta elettronica in modo che tutti i messaggi che riguardano le nostre inserzioni finiscano in una cartella che avremo annunci compare infatti il collegamento Fai creato per loccasione in modo da individuarli una domanda al venditore . Cliccandoci subito a colpo docchio. Sempre per comodit, sopra compare una finestra che agevola i nostri specialmente se desideriamo mettere in vendita visitatori nella spedizione del messaggio. Per molti oggetti, possiamo creare un modello non scoraggiare i nostri clienti, rispondiamo predefinito per le email di risposta con il quale sempre con la massima sollecitudine, gentilezza ringraziamo la persona per averci scritto e che e precisione possibili alle email che ci chiedono contenga qualche dato aggiuntivo come per ulteriori informazioni. Per maggiore comodit esempio il nostro sito Web o ulteriori possiamo impostare un filtro con il nostro informazioni sulla nostra attivit.

68

SP

ECIALE

Usiamo il gestore delle vendite gratuito


er tenere sotto controllo le vendite dei nostri P primi articoli non necessario usare il gestore delle vendite, ma se vendiamo numerosi oggetti, questo strumento, gratuito per i primi trenta giorni, pu essere molto utile per non perdere il controllo della situazione. Mette a disposizione moltissimi strumenti pratici per gestire le nostre attivit su eBay. pulsante Iscrizione . Arriver dopo poco lemail di conferma delliscrizione nella casella di posta del sito. Dopo qualche istante i dati del nostro ge3 store vendite saranno aggiornati con le inserzioni che abbiamo pubblicato e con lo stato Clicchiamo sulla scheda Vendi e poi sele1 zioniamo Strumenti di vendita . Nellelenco di strumenti che compare cerchiamo Gestore delle vendite (gratis) e clicchiamo sul pulsante Iscriviti subito . delle varie offerte che abbiamo fatto. Se le inserzioni sono molte potrebbe volerci fino a due ore. Ora accedendo alla scheda Il mio eBay ci accoglier il gestore delle vendite.

vizio nella pagina successiva e clicchiamo sul

Nella nuova pagina lasciamo selezionata 2 lopzione Gestore delle vendite gratis e proseguiamo accettando le condizioni del ser-

Ricordiamoci di annullare liscrizione dopo 4 30 giorni se non desideriamo andare avanti a utilizzare lo strumento, altrimenti ci verranno addebitati 3,95 euro al mese. Clicchiamo su Informazioni personali nella scheda Il mio account. In basso a sinistra clicchiamo su Iscrizioni e nella nuova pagina su Annulla liscrizione.

69

SP

ECIALE

Iniziamo a vendere: cosa possiamo produrre


Clicchiamo sul collegamento Vendi e, tempo di mettere in vendita il nostro primo 1 nella nuova pagina, nel campo testo Metti oggetto. Il sito consiglia di iniziare con il venin vendita un oggetto scriviamo un breve dedere qualcosa di piccolo. Se vogliamo fare qualche soldo occasionale potremmo vendere DVD e libri che non usiamo pi. Cos per non potremo certo avviare unattivit su eBay. Dobbiamo trovare qualcosa che possiamo produrre o avere in serie in modo da poterla vendere sempre. E se non abbiamo ottimi contatti coi distributori di prodotti dobbiamo necessariamente scegliere qualcosa che possiamo creare con le nostre mani. Mettiamo quindi di avere una vena creativa e partiamo mettendo in vendita alcuni quadretti di nostra creazione. Basta seguire la procedura guidata proposta da eBay per non avere alcun problema. A seconda delloggetto che desideriamo offrire, teniamo a portata di mano le informazioni necessarie. Nel caso del quadro sono sufficienti le informazioni sul tipo di supporto (tela, legno o altri materiali) e sulla tecnica usata (olio, acquarello e cos via). scrizione delloggetto, per esempio Quadretti su tela realizzati in colori acrilici. Clicchiamo sul pulsante Comincia a vendere . Nella finestra successiva clicchiamo sulla 2 scheda Naviga tra le categorie . A seconda della categoria che scegliamo si apre una serie di sottomenu che permette di essere pi precisi. Sotto lelenco delle categorie, clicchiamo sul collegamento Vedi le inserzioni di esempio per ispirarci alle inserzioni degli altri venditori. In questa stessa pagina abbiamo la pos3 sibilit di far comparire il nostro oggetto in diverse categorie per dargli pi visibilit. In questo caso mettiamo in preventivo che le tariffe aumenteranno leggermente.

70

SP

ECIALE
foto, per le successive viene applicata una tariffa di 0,15 euro. Nella stessa finestra aggiungiamo una breve ma esaustiva descrizione delloggetto. Nella finestra succes5 siva possiamo scegliere se vendere loggetto

attraverso lo strumento dellasta o, per alcune categorie, attraverso lInserzione Contatto Diretto. Per aggiungere il campo Compralo subito, che ci permette di impostare un prezzo fisso per loggetto, clicchiamo sul collegamento Personalizza nella parte superiore della sezione. Proseguiamo scrivendo un titolo accattivante nella pagina successiva e indichiamo le specifiche delloggetto. Al momento di scegliere la foto da inserire abbiamo molte possibilit. A seconda della categoria di oggetto, possiamo inserire gratuitamente fino a 6

Dopo aver scelto la 6 modalit che preferiamo e aver eventualmente aggiunto il prezzo

di riserva, compiliamo i dati che riguardano il prezzo della base dasta. Scegliamo la forma di pagamento che preferiamo e come desideriamo inviare o far ritirare la merce.

71

SP

ECIALE

Apriamo un negozio su eBay


opo aver fatto delle buone vendite e aver D notato come sia semplice e immediato fare acquisti, abbiamo preso dimestichezza con gli strumenti del sito e desideriamo dare pi visibilit alla nostra vetrina in Rete. Se abbiamo molti oggetti da vendere come per esempio collezioni di oggetti che non desideriamo vendere in blocco o i risultati della nostra arte creativa, possiamo aprire un negozio. Il volume daffari e il tempo che desideriamo dedicare alla nostra attivit devono giustificare lapertura di un negozio, e naturalmente gli introiti devono giustificare i costi di una partita IVA e di tutto il necessario a rispettare gli adempimenti fiscali. Rispetto alla normale attivit di vendita il negozio offre molte possibilit di avere clienti e strumenti in pi, ma ha anche costi fissi maggiori rispetto alle normali inserzioni. I vantaggi sono tantissimi: dalla maggior possibilit di profitto al fatto che tutti i nostri oggetti sono radunati in una sola area fino ad arrivare alla possibilit di fare promozioni. Inoltre non dovremo pi ricorrere alla rimessa in vendita degli oggetti, perch abbiamo lopportunit di rifornire il Negozio con gli oggetti che desideriamo vendere e fare in modo che siano disponibili con una durata pi lunga.

Se il nostro volume di affari abbastanza elevato, presto il negozio base non ci baster pi perch sentiremo la necessit di usare gli strumenti di gestione avanzati del sito che permettono di risparmiare molto tempo.

Per iniziare la nostra attivit, dobbiamo gi essere venditori registrati e avere gi inserito le informazioni sulla nostra carta di credito (o aver registrato il nostro account PayPal) oppure avere fornito le coordinate del conto corrente associato al nostro account eBay. Le regole del sito stabiliscono che abbiamo bisogno di un punteggio di feedback che arrivi almeno a 5, ma pi un consiglio che un obbligo. Noi siamo riusciti ad aprire un negozio anche con un account di prova aperto da un giorno e, quindi, senza avere avuto il tempo di ottenere alcun punteggio di feedback. Proprio perch non avere valutazioni di feedback significa che siamo approdati da poco nel mondo eBay, bene fare un po di pratica prima di aprire un negozio per avere modo di valutare le nostre
72

I requisiti da avere per aprire un negozio

reali necessit. Per quanto riguarda i costi di iscrizione, i negozi sono di tre tipi, a seconda del tipo di strumenti che desideriamo usare. Per fare i nostri primi passi ci basta aprire un negozio base, potremo poi aggiornare liscrizione in un secondo momento se riteniamo di aver bisogno di avanzati strumenti di analisi come il gestore delle vendite o quello delle foto (che per non sar pi disponibile dal gennaio 2010 in poi). Allindirizzo http://pages.ebay. it/help/specialtysites/store-fees.html ci sono tutte le informazioni necessarie sulle tariffe di iscrizione e di inserzione e sulle commissioni di vendita che dovremo versare a eBay nei diversi casi. Dopo esserci iscritti ai negozi dobbiamo trovare un nome alla nostra attivit: scegliamolo accuratamente perch verr integrato nel suo indirizzo Web. Tutti gli apostrofi e i caratteri speciali spariranno automaticamente. Cos se abbiamo deciso di chiamare il negozio l@ngolo dellet il risultato sar lngolodelleta: un nome decisamente poco efficace. Procediamo poi con il progettare e impostare il nostro spazio su misura. Il sito ci mette a disposizione tutti gli strumenti, quindi non dobbiamo essere esperti creatori di pagine Web per

SP
poter procedere. Prima di creare il negozio diamo unocchiata al lavoro degli altri utenti per creare un negozio ordinato con messaggi dimpatto. Dopo avere impostato tutti i parametri del negozio, siamo gi pronti a mettere in vendita i nostri nuovi oggetti. Come per le vendite normali, possiamo scegliere di usare la formula dellasta online oppure con lopzione Compralo Subito . Il negozio virtuale ma le nostre necessit di andare in vacanza e di fare particolari promozioni sono assolutamente reali. Gli strumenti del sito ci permettono di nascondere temporaneamente tutte le inserzioni a prezzo fisso e di mostrare un messaggio per informare gli acquirenti che siamo momentaneamente assenti: sfruttiamo questa opzione perch se non siamo in grado di spedire prontamente la merce possiamo andare incontro a email dai toni pi o meno seccati o addirittura a controversie. Abbiamo anche lopportunit di pubblicare spazi con campagne promozionali nella pagina del negozio e di inviare newsletter via email ai nostri clienti. Per essere credibili e affidabili come

ECIALE
venditori, dobbiamo realizzare la pagina del nostro negozio in modo ordinato e offrire tutti gli strumenti possibili per agevolare la visita ai nostri potenziali acquirenti. Per esempio, se abbiamo unattivit o un negozio tradizionale e desideriamo aumentare il nostro parco clienti e la nostra visibilit con la vetrina su eBay, specifichiamo che spediremo la merce solo ed esclusivamente dopo aver ricevuto il pagamento con lindicazione del codice fiscale e/o della partita IVA necessari per poter emettere lo scontrino o la fattura. Questo aspetto molto importante perch la puntualit nelle spedizioni un fattore chiave per non andare incontro a feedback negativi e per fidelizzare i clienti. La gestione del nostro negozio pu richiedere molto tempo se mettiamo in vendita molti articoli: dovremo tenere docchio le nostre inserzioni, andare spesso in posta e rispondere velocemente e con precisione agli acquirenti. Anche per questo molto importante preparare una descrizione molto precisa al momento della nostra inserzione.

Finiti gli oggetti chiudiamo bottega?


e abbiamo aperto il negozio per vendere S solo e unicamente una serie limitata di oggetti come una collezione di libri, i cimeli recuperati in soffitta o lintera produzione artistica di una vecchia zia e gli oggetti sono stati tutti venduti, la nostra attivit su eBay potrebbe non servirci pi. Terminate le ultime vendite, possiamo ion questo caso chiudere il negozio. Per risparmiare, cerchiamo di chiuderlo entro la fine del mese, in modo da non pagare un mese di iscrizione aggiuntivo e teniamo presente che tutte le aste online e le inserzioni Compralo Subito resteranno attive fino alla loro data di scadenza o fino a quando gli oggetti non saranno stati venduti. Accediamo alla pagina Il mio eBay e clicchiamo prima sulla scheda Account e poi sul collegamento Iscrizioni nel riquadro a sinistra. Nella nuova pagina vediamo tutte le iscrizioni attive. Clicchiamo sul collegamento Annulla liscrizione accanto alle voci relative al negozio, al gestore delle vendite e al Gestore delle vendite Plus o ad altri eventuali strumenti ai quali ci siamo iscritti. Nella finestra successiva selezioniamo il pulsante adatto per specificare se desideriamo mantenere le iscrizioni ai servizi con una nuova tariffa mensile oppure se vogliamo annullarle definitivamente. Al termine confermiamo la nostra scelta cliccando su Chiudi il Negozio .

73

SP

ECIALE

Apriamo un negozio e personalizziamolo al meglio


e siamo in possesso di tutti i requisiti per S aprire un negozio siamo pronti a dare il via alla nostra attivit di provetti venditori. Teniamo a portata di mano eventuali immagini di loghi della nostra attivit e mettiamoci allopera. Dora in poi tutte le inserzioni di vendita che faremo confluiranno automaticamente nel negozio e la stessa cosa succeder per le inserzioni gi pubblicate. In alto a destra nella pagina clicchiamo 1 sulla scheda Vendi e selezioniamo lopzione Apri un negozio eBay . La nuova pagina seguire. Selezioniamo il tipo di negozio che desideriamo aprire, Negozio Base, nel nostro caso. Scriviamo il nome da dare al nostro negozio e clicchiamo su Continua . Lasciamo selezionati gli strumenti Ge3 store delle vendite e Analisi delle vendite Plus, gratuiti per chi ha un negozio, e proseguiamo accettando le condizioni del servizio nella pagina di riepilogo successiva. Clicchiamo sul pulsante Iscrizione . Nella pagina che ci indica lindirizzo Web 4 del nostro negozio e ci annuncia larrivo della email di conferma clicchiamo sul pulsante Avvia limpostazione rapida del negozio .

illustra dettagliatamente tutti i vantaggi, i costi gli strumenti e gli altri aspetti dellaprire un negozio su sito. Clicchiamo su Apri un Negozio.

Anche se siamo gi collegati, ci viene chiesto nome utente e password per pro-

La nuova pagina ci propone di applicare le Impostazioni consigliate in modo da

74

SP

ECIALE

creare una pagina predefinita. Dato che sarebbe un po troppo uguale a tutte le altre e che dobbiamo attendere fino a due ore in modo che le inserzioni gi pubblicate vengano copiate, clicchiamo sul pulsante Modifica accanto a ogni voce e facciamo gli opportuni cambiamenti.

Dopo aver visto lanteprima della pagina 6 clicchiamo sul pulsante Applica le impostazioni . Compare la finestra attraverso la quale possiamo gestire il negozio. Nella parte sinistra abbiamo a disposizione tutti gli strumenti necessari.

75

SP

ECIALE

Quando le trattative non vanno a buon fine


Bay un sistema collaudato sulla scena da e molti anni che d tutte le garanzie per essere affidabile. Tuttavia a volte pu succedere che lacquisto o la vendita non vadano a buon fine perch non riceviamo loggetto acquistato o perch non riceviamo il pagamento. Prima di tutto, assicuriamoci che non siano successi disguidi o semplici ritardi. Inviamo un messaggio di posta elettronica alla persona per sentire se si verificato qualche problema. Se la persona non ci risponde potremo richiedere a eBay le informazioni di contatto: riceveremo allindirizzo email che abbiamo registrato al momento delliscrizione il nome dellutente, la citt e il numero di telefono. La procedura per chiedere le informazioni semplice. Clicchiamo sul collegamento Ricerca avanzata nella parte superiore di quasi tutte le pagine eBay. Nella sezione Utenti a sinistra della pagina, clicchiamo su Informazioni di contatto. Scriviamo lID dellutente e il numero delloggetto della transazione. Clicchiamo sul pulsante Cerca . Si apre una nuova pagina che ci informa che la richiesta stata elaborata e che riceveremo un messaggio di posta elettronica con le informazioni necessarie. Se questo non basta, visitiamo lo Spazio soluzioni nella sezione Il mio eBay per risolvere il problema. Detto in termini tecnici, stiamo per aprire una controversia. Colleghiamoci allindirizzo http://resolutioncenter.ebay.it e nella pagina che si visualizza selezioniamo la casella che fa al caso nostro: nella sezione dedicata allacquirente o al venditore.

Se non riceviamo il denaro

La situazione che ci si proporr pi spesso in caso di controversie, visto che stiamo vendendo prodotti, quella in cui non riceviamo i nostri soldi. Dobbiamo attendere almeno 7 giorni prima di aprire la controversia per il mancato pagamento, ma facciamo attenzione a non farne trascorrere pi di 45, altrimenti non potremo pi presentare la richiesta. Apriamo la pagina Il mio eBay. Clicchiamo a sinistra su Venduti e dal menu Esegui unazione accanto allinserzione, selezioniamo Risolvi un problema . Compare il modulo Risolvi un problema dello Spazio soluzioni. Clicchiamo accanto a Non ho ricevuto il pagamento sotto Ho venduto un oggetto e proseguiamo. Si apre il modulo Segnala un Oggetto non pagato. Se accediamo allo Spazio soluzioni dalla nostra inserzione, il numero dellog-

Quando facciamo una richiesta sulle Informazioni di contatto eBay ci invia unemail con i dati del contatto, ma anche il nostro indagato ricever un messaggio di posta elettronica con i nostri dati.
76

SP
getto viene inserito automaticamente, altrimenti indichiamo il numero delloggetto e clicchiamo su Continua . Dal menu Cos successo? selezioniamo la risposta alla domanda e clicchiamo su Continua . Nella pagina Controlla i dettagli del caso Oggetto non pagato, facciamo il controllo e clicchiamo su Continua . Compare la pagina La controversia per Oggetto non pagato stata aperta che conferma che la controparte ha ricevuto una notifica e dovr rispondere entro 7 giorni. Se il problema non viene risolto, alla chiusura della controversia riceveremo un accredito della Commissione sul valore finale. In seguito potremo estendere unofferta diretta a un altro offerente oppure rimettere in vendita loggetto e richiedere laccredito della tariffa dinserzione.

ECIALE

Dallo Spazio soluzioni dal sito allindirizzo http:// resolutioncenter.ebay.it scegliamo lopzione utile a noi prima di aprire la controversia.

Se su eBay, per fare denaro, facciamo compravendita ci troveremo a volte nella situazione dei comrpatori. Per problemi relativi a oggetti che abbiamo vinto clicchiamo nella sezione Aggiudicati de Il Mio eBay, troviamo loggetto incriminato e selezioniamo il modulo Risolvi un problema dal menu Esegui unazione . Compare il modulo Risolvi un problema dello Spazio soluzioni. Selezioniamo il tipo di problema e clicchiamo su Continua . Compare il modulo Segnala un oggetto non ricevuto o non conforme alla descrizione. Se accediamo allo Spazio soluzioni dallinserzione, il numero delloggetto viene inserito automaticamente, altrimenti dovremo inserirlo manualmente. Clicchiamo su Continua . Nella sezione Dicci come hai pagato questo oggetto , selezioniamo PayPal o il

Se non riceviamo loggetto o se non conforme alla descrizione

metodo di pagamento che abbiamo usato. Selezionando PayPal , verremo reindirizzato allo Spazio risoluzioni di PayPal e potremo comunque vedere la controversia anche dallo Spazio soluzioni di eBay. Se abbiamo usato altri metodi di pagamento, indichiamolo e clicchiamo su Continua . Completiamo la sezione Esamina i dettagli del caso e per finire clicchiamo su Apri la controversia . Lapertura della pagina La tua controversia stata aperta segnala che la nostra controparte ha ricevuto una notifica e che dovr rispondere entro 10 giorni. Se dopo 90 giorni nulla di risolutivo accaduto, la controversia si chiude e viene segnalata allufficio Regolamento e sicurezza di eBay che intraprender azioni contro laccount del venditore. Rientrare in possesso del denaro speso possibile se abbiamo usato PayPal; se abbiamo usato la carta di credito, informiamoci sul programma di protezione presso il nostro istituto di credito.

PayPal o altri metodi di pagamento? Due procedure diverse


e abbiamo fatto il pagamento con PayPal, S dobbiamo presentare un reclamo nello Spazio risoluzioni del sito di PayPal per aprire la Se loggetto non ricevuto stato pagato con altri metodi accettati dal sito, dobbiamo attendere almeno dieci giorni (e non pi di 45) controversia. Questo passo necessario per la per accedere allo Spazio soluzioni attraverso la presentazione di un reclamo per la copertura in scheda Il mio eBay. Nel caso avessimo base al Programma PayPal per la protezione acquistato loggetto su un sito eBay estero, dellacquirente e va fatto entro 45 giorni dal ricordiamoci di accedere a quel sito, per pagamento. Potremo poi tenere docchio lo esempio a www.ebay.fr o www.ebay.de e non a stato della controversia dal sito di eBay. www.ebay.it.
77

SP

ECIALE

ebbene i controlli, i regolamenti e i metodi di S pagamento previsti da eBay siano gi piuttosto efficaci per evitare che acquirenti e venditori vengano raggirati da malintenzionati, bene seguire qualche regola di prudenza per evitare di correre rischi. Le prime regole da seguire sono valide per tutti i siti Web di commercio elettronico. Facciamo attenzione a non capitare su siti contraffatti che cercano di imitare eBay e cestiniamo senza rispondere e senza cliccare su alcun collegamento le mail in cui sembra che lo staff di eBay ci chieda nome utente e password o numero di carta di credito oppure ci inviti a collegarci a qualche fantomatico sito per controllare lo stato di un pagamento. Nessun sito ci chieder mai di confermare nome utente e password via email! Per quanto riguarda la password, creiamone una composta da lettere e numeri sufficientemente complicata, cambiamola spesso e non riveliamola a nessuno.

Evitare le frodi

Le regole da seguire quando si vende

vero che su eBay si pu vendere praticamente di tutto, ma ci sono alcune categorie di oggetti

che non possiamo mettere allasta come per esempio armi, biglietti per spettacoli o generi alimentari. Consultiamo lelenco degli oggetti vietati allindirizzo http://pages.ebay.it/help/ policies/items-ov.html . Oltre a presentare i nostri prodotti al giusto prezzo, importante essere molto chiari nella descrizione. Evitiamo le descrizioni imprecise o poco chiare che potrebbero confondere i nostri acquirenti e spingerli verso un acquisto incauto. Evitiamo di citare marche note se il nostro oggetto non di marca, per esempio vietato scrivere lettore di MP3 tipo iPod o jeans nuovi modello Levis Se violiamo queste semplici regole rischiamo di essere sospesi da eBay. Prima di pubblicare uninserzione pensiamo e misuriamo il nostro oggetto per poter calcolare le spese di imballaggio e spedizione, spese di cui dobbiamo tenere conto se desideriamo realizzare il giusto prezzo dalla vendita: spedire una palla da bowling evidentemente pi costoso che non spedire un libro o un piatto decorato. Per i motivi gi visti, cerchiamo di offrire il servizio di pagamento PayPal ai nostri potenziali acquirenti: loro si sentiranno salvaguardati dal programma di prote-

Buttiamo subito le email truffa che ci chiedono di confermare i nostri dati o di accedere a siti contraffatti, i siti come eBay o quelli di posta e banche non rimandano mai a siti esterni.
78

SP
zione e per noi una bella comodit. Quando linserzione in corso, per cautelarci possiamo dare anche in questo caso unocchiata al Feedback dei potenziali acquirenti ed escludere assolutamente quelli con Feedback negativo.

ECIALE
mento consentiti: PayPal, carta di credito, bonifico bancario e vaglia online, assegni e vaglia postali. Solo se le vendite vengono concluse di persona fidiamoci a pagare in contanti. Diffidiamo di metodi di pagamento come la ricarica di carte prepagate come la PostePay e simili oppure della richiesta di invio di denaro per posta o attraverso servizi di trasferimento fondi, come Western Union o Moneygram. Se possiamo, diamo la preferenza a quei venditori che ci propongono di pagare attraverso PayPal. In questo modo potremo avvantaggiarci del Programma PayPal per la protezione dellacquirente che offre un programma di copertura integrale per gli acquisti fatti su eBay. Le transazioni idonee sono coperte per lintero importo dellacquisto, spese di spedizione incluse. Inoltre con il sistema PayPal non dovremo mai dare il numero di carta di credito per fare acquisti: al momento dellacquisto la procedura guidata ci far accedere al sito di PayPal, ci collegheremo con il nostro nome utente e la password e autorizzeremo il pagamento.

Acquisti in sicurezza

Prima di fare acquisti e sborsare importi di una certa consistenza, controlliamo il cosiddetto feedback del venditore. Il feedback con i suoi punteggi positivi o negativi indica laffidabilit del venditore. Prima di acquistare un oggetto leggiamo anche attentamente la descrizione per assicurarci che larticolo sia davvero quello che ci serve. Se abbiamo qualche dubbio, non esitiamo a cliccare sul collegamento che ci permette di contattare il venditore. Se malgrado tutto abbiamo ancora qualche dubbio, teniamo presente che molti venditori offrono lopportunit di restituire la merce acquistata entro un certo periodo dallacquisto. molto importante anche il metodo con cui ci viene richiesto il pagamento. Fidiamoci solo dei metodi di paga-

Attenti al feedback
l Feedback si genera con i commenti e i Iabbiamo punteggi lasciati da altri utenti eBay con i quali effettuato transazioni e consente di punteggio positivo e da un breve commento. I giudizi permettono di determinare il punteggio di Feedback. Per questo motivo importante controllare la nostra reputazione su eBay. lasciare un commento di Feedback al termine I commenti vengono inclusi, insieme al di ogni transazione in modo da poter essere di Punteggio di Feedback complessivo, nel Profilo aiuto agli altri che potrebbero avere a che fare di Feedback. Al termine di ogni transazione, con lo stesso acquirente o venditore. acquirenti e venditori possono lasciarsi Per lasciare un commento di Feedback, reciprocamente un commento di Feedback. clicchiamo sulla scheda Il mio eBay in alto a Il Feedback degli acquirenti pu essere un destra. Clicchiamo sul collegamento Feedback punteggio positivo, negativo o neutro nella sezione Il mio account a sinistra della pagina. accompagnato da un breve commento, quello Clicchiamo sul pulsante Feedback e poi sul pulsante Lascia un commento di feedback. dei venditori pu essere composto da un

79

SP

ECIALE

Ci sono alcuni siti che ci permettono di vendere le nostre fotografie. Ecco come fare soldi con foto ben fatte e dal contenuto interessante...

Scattiamo fotografie
hiss quante volte in vacanza abbiamo scattato una fotografia e poi abbiamo pensato "sembra una cartolina!". Oggi possiamo trasformare la cartolina in denaro, perch su Internet ci sono numerosi siti, detti microstock, che acquistano le nostre immagini digitali. Quello che fino a poco tempo fa era un piacevole hobby ora pu tras-

e guadagniamo!
C
80

formarsi in una fonte di guadagno, magari non tale da farci smettere di lavorare ma sicuramente in grado di farci ottenere un bell'arrotondamento. Possiamo infatti guadagnare fino a 28 dollari per immagine (circa 20 euro) se diventiamo venditori esclusivi cio se vendiamo le nostre immagini a un solo microstock appunto in esclusiva. Non si tratta certo della prima

SP

ECIALE

opzione che avremo ma con un po' di esperienza non detto che non diventiamo provetti fotografi freelance! La domanda sempre maggiore di materiale multimediale e la possibilit di avere programmi di fotoritocco facili da usare a prezzi contenuti se non addirittura gratuitamente permette praticamente a tutti di realizzare immagini accattivanti e di buona qualit. Per vendere le immagini a questi siti non serve avere un'attrezzatura costosissima o essere un professionista. Certo, un po' di creativit ci vuole, ma non cos complicato riuscire a fare uno scatto "vendibile".

Quali caratteristiche devono avere le foto?


Prima di madare una foto a uno dei microstock assicuriamoci che risponda ai requisiti necessari, altrimenti l'immagine non verr accettata e di conseguenza non guadagneremo niente. Come prima cosa le foto devono essere state scattate da noi e avere almeno 3 o 4 megapixel di risoluzione (moltiplichiamo l'altezza per la larghezza per ottenere la risoluzione di un'immagine): non cerchiamo di ingrandirle artificialmente con Photoshop per-

ch finiranno semplicemente per essere bocciate. Inoltre devono essere ben illuminate e con una perfetta messa a fuoco. Le immagini non devono avere eccessivi rumori di fondo, artefatti dovuti alla compressione o colori distorti (a meno che ovviamente non sia una scelta artistica). Se la nostra immagine frutto di una scansione cerchiamo anche in questo caso di usare la migliore qualit possibile e di fare attenzione alla polvere e ai detriti: in linea di massima usiamo scansioni solo per casi eccezionali. Per quanto riguarda i contenuti delle immagini abbiamo molta libert, dobbiamo solo fare attenzione a non violare i marchi di fabbrica e a non scattare foto profane o violente. Se ci sono inoltre persone riconoscibili dobbiamo presentare una liberatoria in cui ci viene dato il permesso di vendere la foto. Se si tratta di minori il permesso deve essere firmato da un genitore. Anche qui, limitiamo questo tipo di scatti: o abbiamo esperienza con liberatorie e simili oppure meglio limitarsi ad altri soggetti per evitari problemi legali. Sono infine generalmente ammesse le foto di nudo purch i seni e gli organi genitali siano seminascosti e il soggetto non sia offensivo o con riferimenti pornografici.

Fotolia uno dei microstock disponibili su Internet che ci permettono di vendere le foto con diversi tipi di licenze ed esclusivit. I nostri guadagni variano in base ai tipi che scegliamo.
81

SP

ECIALE

www.fotolia.it
possiamo vendere a Fotolia sia immagini in esclusiva sia immagini che abbiamo gi venduto ad altri microstock. Le commissioni maggiori si hanno con licenza Estesa ed esclusivit totale. Fotolia usa una propria valuta detta credito, che corrisponde a 1 euro. Quando accumuliamo 50 crediti possiamo chiedere di essere pagati. Il pagamento viene fatto attraverso i servizi online PayPal o Money Bookers dai quali poi gireremo effettivamente i soldi sul nostro conto bancario. In alternativa possiamo scegliere di comprare foto su Fotolia con i crediti che abbiamo accumulato.

otolia divide i suoi autori F in una classifica composta da otto livelli (Bianco, Bronzo, Argento, Oro, Smeraldo, Zaffiro, Rubino e Diamante). Quando ci registriamo siamo al primo e passiamo ai successivi quando gli utenti

del sito scaricano le nostre foto. Pi alto il livello in cui ci troviamo e maggiore la commissione che ci viene data per ogni foto. La commissione (che pu andare da 1 a 200 crediti) dipende anche dalla dimensione dell'immagine

scaricata e dalla licenza che le abbiamo applicato (Standard o Estesa). Un altro fattore che incide sui compensi l'esclusivit, che su Fotolia pu non esserci oppure essere parziale o totale. Esclusivit parziale significa che

http://italiano.istockphoto.com
a disposizione in un giorno. Per diventare utenti esclusivi e ricevere commissioni maggiori (da 0,33 a 14,60 euro per ogni foto) dobbiamo aver ricevuto almeno 250 scaricamenti e un indice di approvazione del 50%. A quel punto le nostre commissioni varieranno anche in relazione al nostro livello che aumenta in base agli scaricamenti delle nostre foto. I livelli sono Base, Bronzo, Argento, Oro, Diamante e Diamante nero. IStockphoto ci paga in dollari e si appoggia a PayPal e Money Bookers. Possiamo per anche scegliere di farci mandare un assegno a casa che arriva in circa 4/6 settimane.

StockPhoto paga il 20% per ogni nostro file che I viene scaricato che diventa 40% se siamo collaboratori esclusivi. Ci sono due licenze grazie alle quali possiamo ottenere delle commissioni e sono Pagamento a
82

consumo e Abbonamento. Se, in pratica, un utente compra una nostra immagine la commissione (che pu essere da 0,26 a 7,30 euro a foto) varia solo in base alla dimensione dell'immagine (da XSmall a

XXXLarge). Se invece un'immagine viene acquistata da un utente con abbonamento la commissione dipende dal numero di crediti che un utente spende per le nostre foto rispetto a quelli che ha

SP

ECIALE

www.shutterstock.com
foto invece che 25. La commissione pi alta per una foto con abbonamento 25 al giorno 38 centesimi mentre con abbonamento Su Richiesta 1,24 dollari per foto piccole o medie e 2,85 dollari per tutte le altre dimensioni. Il sito vende anche immagini con Licenza Estesa. Se una di queste nostra incassiamo una commissione di 28 dollari. Per essere pagati da Shutterstock dobbiamo accumulare un guadagno minimo di 75 dollari. In questo caso per potremo ricevere i soldi solo con i conti online PayPal e Money Bookers. Se vogliamo un assegno dobbiamo accumulare almeno 300 dollari.

hutterstock offre ai suoi utenti due abbonamenti: S 25 al giorno e Su richiesta. Le commissioni per le nostre foto cambiano a seconda del tipo di abbonamento. Se viene scaricata una nostra

foto da un utente con abbonamento 25 al giorno guadagniamo 25 centesimi di dollaro, se invece l'utente ha l'abbonamento Su richiesta ne guadagniamo 81 per un'immagine piccola o media

e 1,88 dollari per tutte le altre dimensioni. Le commissioni inoltre aumentano quando il nostro guadagno cresce: dopo che avremo guadagnato 500 dollari, per esempio, prenderemo 33 centesimi a

http://it.dreamstime.com
cos via fino al quinto livello che paga da 7,52 a 11,69 dollari. Queste cifre aumentano del 10% se siamo fotografi esclusivi che, inoltre, ricevono un bonus di 20 centesimi per ogni immagine approvata e messa in vendita. La redazione del sito ci chiede di tenere online per un periodo di 6 mesi almeno il 70% delle nostre immagini a p p r o v a t e. U n a v o l t a raggiunta la cifra di 100 dollari possiamo richiedere il pagamento che avverr tramite i conti online di PayPal o MoneyBookers oppure con spedizione a casa di un assegno che potremo incassare comodamente nella nostra banca.
83

reamstime suddivide le D singole foto in livelli e in base a quello di appartenenza la vendita di un'immagine ci frutta una commissione. Quando una foto viene accettata al livello 1. Per passare al

secondo livello deve essere scaricata 4 volte mentre deve essere scaricata 19 volte per raggiungere il terzo. Il quarto livello arriva dopo 49 scaricamenti mentre il quinto dopo 99. All'interno di un livello le

commissioni variano poi in base alla dimensione d e l l ' i m m a g n e. N e l l o specifico il primo livello ci fa guadagnare per ogni immagine da 84 centesimi a 5,01 dollari, il secondo da 2,51 a 6,68 dollari e

SP

ECIALE

La Rete una risorsa molto preziosa anche per coloro che stanno cercando un lavoro. Tra siti specializzati, agenzie interinali e social network trovare un impiego pi facile di quel che si pensi....

Come trovare lavoro

su Internet
I
l metodo pi semplice di fare soldi ... lavorare! La cosa complicata riuscire a trovare un lavoro ma una volta che ce l'abbiamo fatta, vedremo il nostro conto in banca respirare un po'. Per trovare un lavoro possiamo naturalmente rivolgerci alla Rete che anche in questo caso svolge un ruolo fondamentale. Ci sono infatti tan84

tissimi siti specializzati nella ricerca del personale che sono utili sia per le persone che cercano un lavoro sia per le aziende che lo offrono. Attraverso questi siti, dove la registrazione sempre gratuita, possiamo specificare che tipo di lavoro stiamo cercando e vedere subito se ci sono offerte che fanno al caso nostro. La ricerca pu essere

SP

ECIALE

molto dettagliata specificando il settore in cui stiamo cercando lavoro, la zona geografica e la mansione. sempre meglio indicare tutti questi dati per avere dei risultati in linea con le nostre capacit. Ovviamente, se abbiamo un disperato bisogno, possiamo evitare di indicare il settore o renderci disponibili ad andare lontano da casa. Teniamo per presente che la stessa mans i o n e i n s e t t o r i d ive r s i p o t r e b b e richiedere abilit che non abbiamo mai acquisito quindi leggiamo con attenzione gli annunci per non presentarci in posti dove non avremo possibilit e dove finiremo quindi per perdere tempo prezioso per la nostra ricerca. L'iscrizione a questi siti prevede anche l'inserimento del nostro curriculum che possiamo compilare direttamente online oppure allegare all'iscrizione. Il vantaggio di questo tipo di siti che periodicamente riceveremo attraverso la posta elettronica altre offerte di lavoro che potrebbero fare al caso nostro. I motori di queste agenzie infatti cercano costantemente le parole chiave che abbiamo inserito in fase di registrazione nel loro database e quando le trovano all'interno di un annuncio ci

Qualche sito per cominciare


er iniziare a cercare lavoro, a inserire il P nostro curriculum e a fare ricerche tra le offerte possiamo cercare su un motore di ricerca "Offerte di lavoro" per trovare offerte indipendenti. Se invece vogliamo sfruttare i database delle agenzie specializzate visitiamo Catapulta Lavoro & Carriere all'indirizzo www. catapulta.it, Obiettivo Lavoro (www. obiettivolavoro.it) e Monster, all'indirizzo www.monster.it.

mandano l'avviso. Noi possiamo tranquillamente consultare l'annuncio e scartarlo se non corrisponde a quello che stiamo cercando. In questi siti troviamo tantissimi annunci messi direttamente dalle aziende oppure dalle agenzie interinali. Non stanchiamoci mai di consultarli quotidianamente e variamo le parole chiave se non abbiamo risultati perch potrebbe capitare che l'annuncio che cerchiamo stato inserito usando parole diverse da quelle che ci aspettiamo e quindi specificando un termine in particolare potremmo non riuscire a trovarlo.

Obiettivo Lavoro il sito di un'agenzia interinale che ci permette di inserire il nostro curriculum e di fare una ricerca tra tutte le offerte di lavoro che hanno a disposizione.
85

SP

ECIALE

Sfruttare le agenzie interinali


I siti delle agenzie interinali sono un'ulteriore risorsa per trovare lavoro. A differenza dei siti specializzati mostrano ovviamente solo i propri annunci per ci offrono anche servizi e assistenza nelle fasi successive all'invio del curriculum. Per esempio ci danno consigli sui tipi di contratto oppure su come affrontare il colloquio di lavoro perch se alla fine otteniamo il posto ne beneficiano anche loro che hanno soddisfatto il cliente. In questi siti possiamo cercare le posizioni aperte indicando anche in questo caso alcune caratterisitche del posto che stiamo cercando come la zona geografica, il settore merceologico e il tipo di contratto. Se siamo disoccupati, non specifichiamo il tempo indeterminato come contratto ma accettiamoli un po' tutti perch la cosa importante cominciare a lavorare ed entrare nel mondo del lavoro. Possiamo continuare a cercare posti migliori anche mentre lavoriamo ma almeno per qualche mese avremo un'entrata fissa. Se ci focalizziamo solo sul tempo indeterminato, che il contratto pi complesso da ottenere, rischiamo di passare mesi senza lavorare.

Altre strategie per una ricerca vincente


Ci sono altri modi per cercare lavoro. Il primo quello di rivolgerci alle aziende. Navigando tra i vari siti Internet avremo notato che spesso c' un collegamento che recita "Lavora con noi". Significa che l'azienda rappresentata dal sito potrebbe avere delle posizioni aperte. Seguiamo quel collegamento e vediamo cosa offre. Mandiamo quindi il curriculum e speriamo di essere richiamati. Se l'azienda in prima persona ci ricontatta abbiamo fatto gi un bel passo avanti e potremmo essere vicini a ottenere il lavoro. Un altro metodo di ricerca figlio dei tempi moderni e dell'esplosione dei social network. Spargere la voce su Facebook, per esempio, potrebbe essere un bel modo per far sapere a pi persone possibile che stiamo cercando lavoro e magari l'amico dell'amico lavora in un'azienda che cerca o addirittura ne il titolare. In questo caso avremmo anche una referenza (l'amico di Facebook) e potremmo avere un certo vantaggio nella corsa al posto. In alternativa possiamo consultare i gruppi di Facebook della categoria Affari - Impiego e lavoro. Qualche annuncio si trova anche l ma bisogna districarsi tra i diversi gruppi un po' meno seri.

Facebook pu costituire una risorsa importante per trovare lavoro. un po' come fare il passaparola ma possiamo coinvolgere anche persone che non conosciamo direttamente.
86

SP

ECIALE

Ecco cosa dobbiamo fare per avere un curriculum efficace


opo tutti gli sforzi fatti per trovare un'offerta D di lavoro interessante, non possiamo mandare tutto all'aria perch abbiamo un curriculum che non fa colpo sull'azienda. Vediamo quindi come scriverlo per essere richiamati e fare finalmente un colloquio. programmi che abbiamo usato poco o che magari si sono aggiornati ma noi ne conosciamo una versione molto pi vecchia. Possiamo spiegare queste cose al colloquio mostrandoci molto interessati a riprendere certe applicazioni e sfruttarne le novit. La prima cosa che salta agli occhi del noChiudiamo il nostro curriculum indicando 1 6 stro interlocutore l'aspetto grafico del le aspirazioni professionali e cosa poscurriculum. Deve essere curato, bello da vedere siamo fare noi per l'azienda. Facciamo capire e soprattutto non deve contenere errori. Iniziamo mettendo ordinatamente i nostri 2 In generale il curriculum deve essere dati anagrafici in modo da poter essere 7 breve perch il tempo a noi dedicato sar facilmente ricontattati. Il telefono e l'indirizzo di poco e un curriculum di tante pagine non indiposta elettronica sono fondamentali. Proseguiamo mettendo l'elenco degli studi che abbiamo svolto e quindi le esperienze professionali. Se stiamo lavorando da un po' di anni mettiamo prima le le sperienze lavorative e poi gli studi. All'azienda interesser di pi la nostra esperienza "sul campo". Ricordiamoci di scrivere tutto in rigoroso ordine decrescente, cio partendo dalle esperienze pi recenti. A questo punto dobbiamo 4 indicare quali lingue straniere conosciamo specificando il quanto siamo motivati e indichiamo i progetti per il futuro.

cato. Ne bastano un paio purch siano scorrevoli. Scriviamo in modo semplice e chiaro specificando tutte le informazioni. Alleghiamo inoltre una foto per buona misura ( sufficiente una fototessera).

livello di scritto e parlato. Se una lingua l'abbiamo studiata a scuola ma quasi non la ricordiamo, evitiamo di indicarla prima di fare brutte figure in sede di colloquio. Lo stesso discorso va 5 fatto per le conoscenze informatiche. Evitiamo di indicare
87

ME

FUNZIO

I sistemi

rischiosi
Se ce la sentiamo, Internet ci offre la possibilit di fare soldi rischiando qualcosa in pi. Ecco come...

88

NA

CO

e siamo disposti a rischiare qualcosa, il Web ci offre altre opportunit di fare soldi. Si tratta di investire dei soldi di tasca nostra, come nel caso delle scommesse, oppure di fare affari in am-

biti in cui ci sono siti seri ma anche moltissimi servizi poco affidabili. Tuffiamoci allora nel mare dei sondaggi retribuiti, delle scommesse online, dei concorsi a premi e di molti altri metodi ancora.

89

SP

ECIALE

Pensiamo di sapere tutto del nostro sport preferito? Allora iniziamo a fare soldi con la nosra passione!

Facciamo soldi con le scommesse L


abbiamo probabilmente fatto un po tutti: volevamo mettere un po di pepe a una partita della nostra squadra del cuore e abbiamo puntato dei soldi sulla sua vittoria. Pu essere un modo divertente per investire qualche piccola somma per avere in cambio il brivido di vedere una partita con una motivazione
90

in pi... Daltro canto le scommesse, sportive e non, possono di fatto essere una fonte di reddito, anzi ci sono persone che riescono a viverci, completamente o in parte. Limportante sapere su cosa scommettere, quanto scommettere e come scommettere. Vediamo allora di capire di pi di questo curioso mondo...

SP
La prima cosa che dobbiamo sapere se vogliamo scommettere in modo professionale che qui non si tratta di prendere un biglietto della lotteria e sperare che esca il nostro numero per vincere milioni di euro n si tratta di tirare una moneta nel pozzo dei desideri. Si tratta, di fatto, di investimenti. Si tratta di scegliere il prodotto (cio levento) migliore al prezzo (cio la quota) migliore. La seconda cosa che dobbiamo sapere che, trattandosi di investimenti, possiamo guadagnare bene in breve tempo cos come possiamo perdere molto in breve tempo, e naturalmente possiamo anche guadagnare somme pi piccole ma per un pi lungo periodo di tempo. La chiave sempre fare un progetto e rimanerne allinterno, senza ubriacarsi di entusiasmo dopo una vittoria o farsi prendere dal panico dopo una scommessa persa. La terza e ultima cosa da sapere prima di imbarcarsi nel mondo delle scommesse che, come per ogni investimento, dobbiamo stabilire un capitale da mettere in gioco. Non sforiamo mai e semmai reinvestiamo le vincite. Se vogliamo aumentare il capitale iniziale facciamolo solo se il nostro progetto solido: se non siamo disciplinati rischiamo di perdere pi di quello che eravamo disposti a mettere in gioco quando abbiamo iniziato a scommettere.

ECIALE

Con le scommesse sul risultato esatto possiamo guadagnare molti soldi per ogni singola puntata ma non affatto facile indovinare questo tipo di giocata.

Tipi di scommesse

Come si scommette? Ci si rivolge a bookmaker o agenzie di scommesse online. Apriamo un conto, depositiamo il denaro e iniziamo a giocare. Ci sono tipicamente due tipi di eventi su cui giocare: quelli con due concorrenti che si sfidano in una partita e quelli con molti concorrenti allinterno di una gara. Molti sport hanno entrambi i tipi: per esempio nel calcio abbiamo singole partite con due squadre su cui scommettere ma anche campionati allinterno dei quali si classificano le squadre che si sfidano nelle singole partite. Ci sono davvero tantissimi tipi di scommesse ma per una buona infarinatura possiamo analizzare 4-5 tipologie che tro-

veremo praticamente ovunque. Il tipo di scommessa pi diffuso quella che probabilmente conosciamo tutti, quella sul risultato della gara. Possiamo quindi scommettere sulla vittoria di uno dei due partecipanti o, se lo sport lo prevede, sul pareggio. Possiamo anche scommettere su risultati combinati, quindi 1X (vittoria della squadra in casa o pareggio), X2 (vittoria della squadra in trasferta o pareggio) o 12 (vittoria di una delle due squadre). Abbiamo poi lover/under: il bookmaker stabilisce un certo numero di gol/punti per levento in questione e noi possiamo scommettere se saranno realizzati pi o meno di quei gol/punti. La scommessa sul risultato esatto invece si spiega da sola: dobbiamo semplicemente scommettere sul punteggio esatto della gara, un tipo di scommessa proposta solo per sport come il calcio che hanno tipicamente un numero di risultati ridotto. Sarebbe infatti impossibile offrire scommesse sui risultati esatti di sport come la pallacanestro, in cui le squadre segnano almeno 50-60 punti a partita. Infine, per le scommesse sulle singole partite, troviamo lhandicap.

Lhandicap nelle scommesse esclude il pareggio dando un leggero vantaggio a uno dei partecipanti allevento.
91

SP

ECIALE

Nelle puntate di tipo outright dobbiamo indovinare il vincitore finale di una competizione.

Punteggi a handicap

Lhandicap un modificatore applicato al punteggio di una delle due squadre e permette o di eliminare il pareggio dai risultati possibili (quindi semplificandoci la vita) o di equilibrare le scommesse. Per esempio, prendiamo il caso della partita di calcio Inter-Milan. Possiamo trovare quote per l1, la X e il 2. Ma possiamo anche trovare quote con handicap. Quindi per esempio potremmo trovare Inter 0 e Milan +0,5. Significa che al Milan stato dato mezzo gol di vantaggio. Se il Milan vince o la partita finisce in parit, vinciamo denaro se puntiamo sul Milan, perch con mezzo gol di vantaggio il Milan vince in entrambi i casi. Se invece lInter vince, guadagniamo denaro se puntiamo sullInter. Il pareggio cos non previsto e noi abbiamo una possibilit su due di indovinare lesito, invece che una su tre come nel caso dell1X2. Lhandicap utile anche per equilibrare scommesse che altrimenti avrebbero quote troppo basse per invogliare gli scommettitori. Per esempio nel basket potremmo vedere una partita come Montepaschi Siena, squadra fortissima, contro Virtus Bologna, una compagine non allaltezza di quella senese. Il bookmaker allora pu proporre una scommessa a handicap: Siena -10,5. Quindi se puntiamo su Siena guadagnamo solo se Siena vince di almeno 11 punti. Lultimo tipo di scommessa che vediamo spesso quella dedicata alle competizioni con molti
92

partecipanti. Si tratta degli antepost, o outright, scommesse dedicate allesito finale della competizione. Possiamo scommettere su chi vince o sui piazzati (quindi dal secondo posto in gi).

Controlliamo la quota

Indovina chi vince

Tutte le scommesse, a prescindere dalla tipologia, pagano una certa quota . Una quota espressa con un numero e in alcuni casi dei decimali, per esempio 6, 3, oppure 1,25, ecc. ecc. Se perdiamo la scommessa, la quota non ci interessa pi: perdiamo tutto il denaro investito in quella giocata. Se invece vinciamo, quanto denaro incassiamo? Il calcolo presto fatto: ci vengono dati i soldi investiti moltiplicati per la quota. Se puntiamo 10 euro su un evento con quota 4,5 riceviamo 45 euro (10 * 4,5). Attenzione: contiamo sempre che questi soldi includono il denaro che abbiamo investito. Possiamo quindi dire che per calcolare il guadagno netto del nostro investimento sottraiamo 1 dalla quota e moltiplichiamo il restante valore per la puntata iniziale. Nel caso precedente quindi vinciamo 35 euro netti. Abituiamoci presto a fare questo calcolo perch sempre importante sapere quanto di fatto mettiamo in tasca. Per esempio, se puntiamo 100 euro su una scommessa con quota 1,10 prendiamo dal bookmaker s 110 euro, somma di tutto rispetto, ma in realt abbiamo guadagnato solo 10 euro. Un conto quindi la somma lorda, un conto invece quella netta, che rappresenta il nostro vero profitto.

SP

ECIALE

Cominciamo a fare soldi


bbiamo visto i rudimenti delle scommesse A ma come guadagniamo? La risposta spontanea sarebbe indovinando i risultati giusti, ma la realt che in parte non sufficiente e in parte non sempre necessario. Il primo passo da fare decidere qual la nostra banca. No, Unicredit e CariParma hanno poco a che vedere con questa banca, si tratta piuttosto della somma che siamo disposti a investire in questa nostra attivit. Pianifichiamo bene, facciamo due conti e stabiliamo il valore di questa banca. Facciamo bene attenzione a una cosa: non si tratta affatto della somma che scommetteremo nel corso dei mesi, perch ogni scommessa vinta ci restituisce il nostro capitale investito in quellevento, pi i nostri guadagni, che possiamo rigiocare successivamente. Prepariamoci quindi con una semplice domanda: quanto possiamo permetterci di perdere nella peggiore delle ipotesi? Una volta stabilito quanti soldi vogliamo investire possiamo considerarli la nostra banca e iniziare a capire di pi sulle scommesse... Se abbiamo prestato attenzione allinizio dellarticolo sappiamo qual la prima regola per fare soldi con le scommesse: si tratta di un investimento. Non un modo per farci emozionare di pi davanti a un evento televisivo, un metodo per investire una somma di denaro per ottenere una rendita. Prepariamoci quindi a leggere una serie di cose che, se abbiamo fatto gi qualche scommessa nella nostra vita, ci faranno strabuzzare gli occhi...

Non importa indovinare chi vince!

Beh, forse abbiamo esagerato, per fare soldi dobbiamo sempre indovinare chi vince. In realt per non questa la nostra prima preoccupazione. Anzi, come vedremo pi avanti, possiamo guadagnare pi soldi anche indovinando meno scommesse. Abbiamo detto che le scommesse sono prodotti, e di fatto esattamente quello che sono. Pi che indovinare, noi dobbiamo scegliere il prodotto col rapporto qualit/prezzo migliore. Per esempio, lInter ha vinto gli ultimi 4 campionati di calcio, una squadra molto forte e in un momento eccezionale. Mettiamo che affronti il Bari, squadra appena promossa dalla Serie B, in casa a San Siro. Vincer? molto

Mettiamo da parte il denaro che vogliamo investire e assicuriamoci di non ritoccarlo fino a quando non abbiamo guadagnato o fino a quando il nostro piano di investimento non prevede di aggiungerne. Dobbiamo essere molto disciplinati nel gestire i soldi quando scommettiamo.

93

SP

ECIALE
biamo un guadagno netto di 40 euro, nel secondo caso abbiamo indovinato ben 5 eventi per un guadagno netto di... 20 euro. Attenzione: tutto questo non significa che dobbiamo puntare solo su eventi con quote alte, significa piuttosto che sono le quote e la loro qualit a fare la differenza.

probabile, ma potrebbe venirci in tasca una cifra modestissima anche se indoviniamo questa giocata. Il motivo sta nella quota. Una partita come questa potrebbe essere quotata a 1,10, il che significa che il bookmaker ci offre una quota che sta a indicare, pi o meno, che lInter ha 9 probabilit su 10 di vincere (per maggiori informazioni su come si leggono le quote dei bookmaker possiamo consultare il box Come guadagnano i bookmaker). Fermiamoci a riflettere: siamo davvero cos convinti che lInter abbia solo una possibilit su 10 di non vincere? Tutto dun tratto per quanto sicuri siamo della forza dellInter stiamo rivalutando le nostre opzioni. La quota, quindi, domina, ancora di pi quando iniziamo a giocare sul serio. Se vogliamo iniziare a fare soldi giocheremo magari 5 o 6 eventi al giorno. Pi eventi giochiamo e pi ci renderemo conto che indovinare il risultato meno importante, strategicamente, che scegliere levento in base alla quota. Per esempio, se puntiamo 10 euro su 5 eventi a quota 4 e ne indoviniamo solo 2, portiamo a casa 80 euro (10 euro * quota 4 * 2 eventi). Se puntiamo sempre 10 euro su 5 eventi quotati 1,20 e li indoviniamo tutti portiamo a casa 60 euro (10 euro * quota 1,2 * 5 eventi). In pratica nel primo caso abbiamo indovinato due soli eventi e ab-

I bookmaker offrono, labbiamo visto, prodotti. Potremmo pensare che tutto sommato un bookmaker vale laltro, che limportante indovinare le giocate. Non potremmo essere pi lontani dalla verit. Perch facendo le stesse identiche giocate con le stesse identiche somme, potremmo perdere soldi con un bookmaker e vincerne con un altro. Facciamo un semplicissimo esempio. Prendiamo 3 eventi e puntiamoci 10 euro. Un bookmaker li offre a quota 1,8 e un altro a quota 2,2. 4 decimali di differenza: non sembrerebbe uno scarto enorme. Vediamo per cosa succede se indoviniamo 2 eventi su 3. Col primo bookmaker otteniamo 10 euro * quota 1,8 * 2 eventi, quindi 36 euro, meno per i 10 euro della scommessa persa. Abbiamo cos 26 euro: perdiamo 4 euro ri-

Occhio al bookmaker: possiamo perdere anche quando indoviniamo!

I comandamenti da rispettare quando si gioca per non perdere mai la testa


on giochiamo somme di denaro sempre N maggiori per sentirci soddisfatti. La soddisfazione deve venire da una buona pianificazione degli investimenti, mai dalla quantit di denaro investito. essere nella situazione in cui ogni scommessa che facciamo deve tirarci fuori dai guai. on inseguiamo le perdite. Reinvestire anche N in un momento di perdite sensato ma non lo mai se lunico motivo per cui lo facciamo quello di cercare di rientrare del denaro perso. Rimaniamo sempre allinterno del nostro progetto: non c peggiore scommessa di quella piazzata nel tentativo di rimediare.

eriodicamente prendiamoci periodi di P pausa, soprattutto quando iniziamo a perdere per scarsa lucidit o quando sono disponibili solo eventi poco interessanti.

ai scommettere come soluzione alternativa iamo sempre sinceri e aperti con amici e M S ad altri investimenti poco riusciti. Le famigliari sui nostri investimenti. Non c scommesse, come ogni forma di investimento, nulla di male nellinvestire del denaro in attivit richiedono una solida situazione finanziaria personale. Non dobbiamo essere ricchi per scommettere ma non dobbiamo neanche mai
94

di previsione, finanziaria o sportiva che sia, e se riteniamo di doverci nascondere c qualcosa che non va.

SP
spetto ai 30 che avevamo investito. Col secondo bookmaker otteniamo 10 euro * quota 2,2 * 2 eventi, quindi 44 euro, meno per i 10 euro della scommessa persa. Siamo a 34 euro: abbiamo guadagnato 4 euro! E non abbiamo fatto nulla di diverso rispetto al primo bookmaker, semplicemente il secondo ci offriva quote migliori. Beh, facile allora, no? Scegliamo il bookmaker con le quote migliori e scommettiamo sempre con quello. E invece non affatto cos facile... Diamo unocchiata alle quote dei 3 bookmaker italiani di cui vediamo le foto a fondo pagina: il primo famosissimo, anche sponsor di una importante squadra di calcio italiano. Con cos tanta pubblicit sar probabilmente molto competitivo, no? E invece in questo caso offre le quote peggiori. Il secondo bookmaker invece offre quote migliori per il pareggio (5,60) e per la vittoria degli Stati Uniti (13). Il terzo infine offre una quota migliore per la vittoria della Spagna (1,27). La lezione da trarre semplice: scegliamoci pi di un bookmaker e sfruttiamo le quote migliori. Non apriamo tanti account, perch distribuire troppo le risorse rischia di lasciarci con pochi soldi su ogni bookmaker. Non accontentiamoci per neanche di un solo conto: rischiamo, come abbiamo visto nellesempio di prima, di perdere denaro anche usando strategie che su altri bookmaker ci avrebbe dato un profitto.

ECIALE
siamo a un caso molto diffuso: prendiamo due scommesse, una vincente e una perdente. Quale scommessa avevamo deciso di caricare: se avevamo messo molti soldi sulla scommessa vincente abbiamo guadagnato, altrimenti abbiamo perso. Tutto ci a prescindere dalla qualit delle quote o dalla precisione della nostra previsione. Beh, ma cosa fare? Se potessimo sapere prima quali scommesse sono vincenti e quali no, quanto scommettere non sarebbe neanche un problema... Se vero che non abbiamo controllo sugli eventi su cui scommettiamo, vero che ci sono diversi modi per gestire la quantit di denaro puntata. Col tempo troveremo quello che meglio si adatta ai nostri gusti, ma per iniziare essenziale non commettere lerrore che in questi casi, pi di tutti, ci fa perdere denaro. Tipicamente infatti lo scommettitore poco esperto bilancia le puntate in funzione della quota: pi alta la quota e meno punta, perch anche puntando poco guadagna tanto; pi e bassa la quota e pi punta, perch cos almeno guadagna un po di soldi nonostante la bassa quota. Questo tipo di strategia quella che rischia di mandarci in rovina. Se abbiamo fatto bene i nostri compiti sappiamo che la quota non necessariamente indicazione della probabilit di un evento. Una quota bassa cio non significa necessariamente che il risultato che le legato molto probabile e viceversa. Evitiamo quindi assolutamente di puntare in questo modo. Per ogni evento facciamo i nostri calcoli e consideriamo la quota solo per valutare la qualit dellofferta del bookmaker, non per stabilire una relazione diretta sul denaro da giocare.

Investiamo il giusto capitale

Cos come le quote cambiano il nostro stato patrimoniale cos lo modificano anche i soldi che investiamo. facilissimo capirlo se pen-

95

SP

ECIALE

Mettersi in proprio o affidarsi agli esperti?


ra che siamo pronti per scegliere gli eventi O su cui puntare siamo di fronte a una decisione importante. Fare soldi con le scommesse infatti non richiede necessariamente una profonda conoscenza degli sport o degli eventi su cui si punta. Esistono anche servizi che ci forniscono consigli e sistemi per puntare su eventi di ogni tipo. Cosa scegliere quindi? Se facciamo da noi cominciamo col seguire alcune semplici regole di comportamento. Anzitutto potremmo pensare che meglio scommettere su sport che conosciamo bene. Per quanto questo sia scontato richiede una piccola riflessione. Tipicamente gli sport che conosciamo bene sono quelli in cui ci sono squadre che tifiamo. Facciamo quindi molta attenzione: spesso il nostro giudizio sviato dalla passione per alcune squadre. A seconda del nostro carattere saremo portati a pensare che le squadre che tifiamo sono tipicamente avvantaggiate o svantaggiate pi del ragionevole. Quando puntiamo quindi cerchiamo di ignorare le nostre passioni e facciamo sempre scelte razionali: la competenza importante ma dobbiamo depurarla dalla nostra parzialit. Dopodich impariamo a riconoscere le situazioni tipiche o ricorrenti. Per esempio, nel campionato di calcio di Serie A nelle prime giornate le grandi squadre devono sempre assestarsi mentre le piccole e neopromosse possono offrire grandi sorprese. Sono ottimi esempi le sconfitte del Milan nella stagione scorsa contro Bologna e Genoa, squadra rivelazione del campionato. Teniamo docchio quindi le quote di queste partite e se sono interessanti valutiamo la puntata. Nel tennis invece ci sono giocatori che sono molto forti sullerba ma poco adatti a una superficie lenta come la terra. Sta a noi sfruttare le quote inesatte dei bookmaker che spesso considerano favoriti giocatori molto forti sulla terra che arrivano con ottimi risultati (sempre sulla terra) ai primi tornei sullerba. Sono tanti i fattori che dobbiamo tenere in considerazione quando scegliamo noi le giocate. Per esempio la fiducia di un certo pilota su uno spe-

Sui forum degli scommettitori possiamo spesso trovare pareri molto competenti e suggerimenti sulle quote migliori.
96

SP
cifico circuito, la disposizione a due squadre a segnare molti gol quando si incontrano, lo storico dei risultati fra due tennisti, ecc. ecc.

ECIALE
di questi funzionano, e possono davvero farci guadagnare molti soldi. I servizi di questi tipo si chiamano tipster oppure consigli per punters, tipicamente internazionali. Possiamo sfruttarli per tutti gli sport di respiro mondiale, come il tennis, gli sport americani, i motori, ecc. ecc. Come capire quali sono validi? Anzitutto serve un po di ricerca. Tutti questi servizi mostrano il loro andamento in modo che possiamo farci unidea. Se sono gratuiti, proviamo a seguire i consigli senza per puntare: teniamo uno storico e vediamo quanto avremmo vinto seguendoli. Ma soprattutto verifichiamo se quello che dichiarano di vincere, o perdere, veritiero. Se lo , possiamo considerare il servizio affida-

Afdarsi agli esperti

Cosa succede se per non siamo abbastanza bravi? Beh, possiamo sempre rivolgerci agli esperti. S, perch su Internet pieno di esperti, o presunti tali, di scommesse che danno i loro consigli, a volte gratis e a volte a pagamento, per guadagnare denaro. La prima cosa da sapere che molti di questi servizi non funzionano e oltre al danno di aver buttato via i nostri soldi sulle scommesse a volte si aggiunge la beffa di aver pagato pure il servizio. Daltro canto alcuni

I MAI... dellesperto
MAI... Scommettere su quote altissime Possiamo occasionalmente trovare quote molto alte e molte allettanti, ma teniamo conto che nella maggior parte dei casi i bookmaker ci allettano con quote incredibili per risultati che non hanno praticamente possibilit di riuscita. Rispettiamo sempre la regola di verificare il rapporto qualit/prezzo delle quote ma facciamo particolare attenzione quando si tratta di quote altissime. Lunica vera eccezione la fanno le quote per i piazzati in eventi con molti partecipanti. Per esempio nel golf non difficile trovare quote altissime per giocatori che possono fare risultati sorprendenti. Prendiamo comunque sempre con le molle anche queste. MAI... Scommettere su multiple Noi italiani siamo abituati alla schedina e alle giocate multiple, cio con molti eventi sul tagliando. Se vogliamo guadagnare stiamone lontani. Le multiple aumentano tantissimo la quota globale perch si calcola moltiplicando le quote dei singoli eventi. Quindi per esempio tre giocate a quota 3, 4 e 6 hanno una quota globale di 72! Daltro canto, basta sbagliare uno solo di questi eventi per perdere tutto. Giocando invece scommesse singole, anche sbagliandone una sola delle tre facciamo comunque un bel profitto. I bookmaker si fregano particolarmente le mani quando aggiungiamo a una scommessa singola un altro evento a quota molto bassa che consideriamo sicuro. Di sicuro c solo che abbiamo raddoppiato le possibilit di errore... MAI... Prendere per oro colato le quote sulla Nazionale italiana I bookmaker sanno che la passione per le nostre nazionali tanta. Cosa fanno quindi? Quando c di mezzo lItalia, in qualsiasi sport, sapendo che la gente ama scommettere sulla vittoria degli Azzurri, abbassano un po le quote. Questo non significa che non dobbiamo puntare sullItalia vincente, significa per che dobbiamo sapere che il prodotto in questione spesso di qualit inferiore. MAI... Giocare per divertirsi Se leggiamo un po di informazioni su Internet vediamo che molti siti ci consigliano, per scommettere in modo sano, di pensare anzitutto a divertirsi. un consiglio che va benissimo se vogliamo spendere un po di soldi per mettere un po di pepe a un evento che vediamo in TV, per esempio, ma che pessimo se vogliamo fare dei soldi con le scommesse. Quando facciamo un investimento su qualsiasi evento teniamo le emozioni il pi lontano possibile dalle nostre strategie. Stiamo investendo del denaro per guadagnarne altro: una cosa seria, meglio pensare a divertirsi con altro che possa costarci meno soldi se sbagliamo...
97

SP

ECIALE
e offre gratuitamente i consigli sugli sport sul quale il servizio sta ancora affinando le previsioni, cos possiamo testarli.

bile e, in funzione dei suoi guadagni, possiamo iniziare a seguirlo. Se non lo , lasciamolo subito perdere: il Web pieno di presunti esperti che sostengono di fare splendidi profitti quando in realt sono costantemente in perdita.

Unaltra fonte di consigli, magari su sport ed eventi pi italiani come il calcio e il basket, sono La verit per che i servizi di consigli sulle i forum. Qui gli scommettitori fanno le loro prescommesse che funzionano, quelli che hanno visioni e in alcuni casi troviamo anche classifitrovato buoni sistemi di previsione dei risultati, che di scommettitori in base al loro rendimento. sono a pagamento. Come fare per a sapere Possiamo cos gratuitamente seguire le puntate quali servizi funzionano e quali no? In questi di chi vince di pi e quindi sfruttare il suo fiuto: casi, senza la possibilit di provare le giocate, su Info Betting ( www.infobetting.com ) tronon possiamo fare altro che affidarci a chi li ha viamo una comunit molto attiva, per esempio. gi adottati. A volte questi servizi hanno dei foA prescindere da chi seguiamo, gratis o a pagarum su cui si discute dei risultati: usiamoli per mento, dobbiamo per imparare una cosa: mai saperne di pi. Noi abbiamo provato due servizi abbandonare un servizio se non dopo una lunga che danno buoni risultati e sono onesti: www. riflessione e mai saltare le puntate su alcuni sportpunter.com e www.tennisform.com . eventi segnalati a meno di non avere raggiunto Entrambi forniscono un ottimo servizio e sono una ragionevole competenza. Tutti i servizi affidabili. Mentre il secondo specializzato nel hanno periodi di magra ma non per questo sono tennis, il primo tratta una buona variet di sport inaffidabili. perfettamente normale, quando si scommette, avere periodi in cui si perde. Limportante riconoscere un buon servizio e rimanere fedele, perch la striscia negativa inevitabilmente si interrompe quando chi fa le previsioni bravo. Ma soprattutto, fino a quando non siamo esperti evitiamo di fare scelte come seguire per esempio 9 consigli su 10 e saltarne uno perch non ci piace. Chi fornisce questi consigli sa quello che fa e non c niente di peggio che saltare una scommessa e perdere il suo possibile profitto. Quando avremo effettivamente raggiunto una buona esperienza in materia potremo semmai individuare le partite su cui abbiamo pi dati noi del I servizi di consigli per le scommesse a pagamento possono tipster e potremo essere molto utili ma devono essere affidabili. Leggiamo i commenti degli scommettiori che troviamo sul Web e scegliamo quindi aggiustare da soli quelli che riteniamo pi seri. le nostre giocate.

Occhio ai forum

Gratis o a pagamento?

98

SP

ECIALE

Come possiamo scegliere un bookmaker?


bookmaker cambiano spesso pelle: modifiIcambiano cano la propria offerta, variano gli eventi e strategie. Come scegliere allora un buon bookmaker? Ci sono diverse caratteristiche che un buon servizio deve avere, quindi vediamo come riconoscere unofferta vantaggiosa... Le quote proposte sono naturalmente importantissime. Prima di aprire un conto su un bookmaker studiamone attentamente le quote confrontandole con quelle degli altri sul mercato. Se siamo specializzati o vogliamo specializzarci in uno sport, controlliamo le quote relative: spesso infatti i bookmaker con una offerta mediocre su certi eventi sono pi interessanti su altri sport. Approfittiamo quindi del bookmaker che offre le quote migliori per gli eventi su cui siamo intenzionati a puntare. Le quote per non sono tutto. Prima di iscriverci infatti dobbiamo verificare che il bookmaker scelto offra un metodo di pagamento che ci va bene. Alcuni bookmaker pagano solo con bonifico e si tratta di un metodo di pagamento che ha dei costi. Se non pensiamo di vincere molto ma di prelevare spesso facciamo attenzione, perch potremmo rischiare di dare una discreta fetta dei nostri guadagni alle banche. Inoltre il bonifico non rappresenta una forma di liquidit immediata: se vogliamo smobilitare subito i nostri fondi non possiamo farlo. Quindi anche se pensiamo di prelevare somme ingenti, sulle quali le commissioni bancarie influiscono molto poco, ricordiamoci che per un bonifico dobbiamo aspettare del tempo, fra gestione della transazione della banca e tempi di pagamento del bookmaker. A volte i bookmaker pongono anche delle restrizioni sui prelievo. Pagano per esempio via carta di credito solo per somme superiori a una certa soglia: anche in questo

Le truffe Made in USA


i sono servizi, soprattutto americani, C dedicati a tips, ai suggerimenti sulle scommesse, che vantano gran risultati. abbiamo un bilancio positivo, i soldi che diamo a questo servizio sono assolutamente ingiustificati. Questi sistemi infatti si basano su Addirittura propongono alcuni tip gratuiti via e- un semplice giochino: ad ogni giornata di mail che molto spesso risultano vincenti. football americano, per esempio, spediscono ai Conviene quindi abbonarsi subito al loro loro abbonati consigli su una singola partita, servizio, giusto? In alcuni casi s, ma molto tipicamente una di quelle di cartello. E qui, spesso si tratta di vere e proprie truffe. Eppure attenzione, arriva il trucco... Met degli sembra tutto genuino: ci arriva un consiglio abbonati riceve une-mail che consiglia di gratuito via mail, lo seguiamo e vinciamo. puntare sulla squadra di casa, laltra met Ci abboniamo e il servizio prosegue riceve une-mail che consiglia di puntare sulla regolarmente e dobbiamo dire che se anche i squadra che gioca in trasferta. Statisticamente, risultati non sono entusiasmanti riusciamo cos, met degli utenti, a turno, sempre anche a vincere diverse volte. Perch una soddisfatta. E anche se dovessimo trovarci in truffa quindi? Il motivo semplice: non c attivo, qual il punto di dare ad altri dei soldi nessun esperto di scommesse o sport dietro per puntare su una squadra a caso? Tanto vale questi servizi. E se anche vinciamo, o addirittura tenerseli e giocare con la propria testa...
99

SP
caso verifichiamo che le condizioni ci stiano bene.

ECIALE

Giocate ed eventi

Come sappiamo se il sito legale?


ino a qualche anno fa su Internet era possibile F scommettere su bookmaker di tutto il mondo. Lo Stato ha poi deciso di regolamentare il gioco dazzardo sul Web e quindi i siti non registrati in Italia sono diventati fuorilegge. Quindi rischiamo di essere indagati se scommettiamo su siti esteri? Il problema non si pone neanche. I siti non registrati fanno parte di un elenco in possesso dei vari fornitori di servizi a Internet che bloccano laccesso a tutti i navigatori. Nel dubbio verifichiamo sempre che il bookmaker sia registrato allAAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato).

Anche dal punto di vista del gioco i bookmaker sono molto diversi fra loro. Alcuni pongono infatti limite alle giocate. Per esempio, offrono magari quote interessanti su alcuni eventi ma le vincolano a una giocata multipla. Oppure mettono vincoli al denaro che possibile puntare. Per quanto si tratti di una pratica assolutamente normale ( comprensibile che il bookmaker metta delle soglie a quanti soldi possibile puntare) a volte questi limiti sono applicati ai singoli eventi. Si tratta di una pratica fastidiosa perch poco prevedibile: se vero che possiamo leggere da regolamento qual la somma massima puntabile in generale, questi limiti sui singoli eventi non sono segnalati se non quando andiamo a scommettere. Se puntiamo molto denaro su singole giocate facciamo attenzione ai bookmaker che applicano questi vincoli. Infine, verifichiamo sempre quanti eventi offre effettivamente il bookmaker: pi eventi significano pi possibilit di puntare su un numero maggiore di risultati. Se apriamo il conto su un bookmaker che offre pochi eventi saremo probabilmente costretti ad aprire altri conti su bookmaker che trattano anche gli altri sport su cui vogliamo puntare: verifichiamo sempre lelenco degli sport supportati.

Prendiamo i bonus... o no?


uasi tutti i bookmaker fanno su Internet Q offerte molto allettanti. Ci offrono somme che vanno dai 10 ai 200 euro, assolutamente Per quanto sia una cosa allettante, meglio non prendere in considerazione questo bonus nella scelta del bookmaker. Il motivo semplice: il bonus di 50-100 euro vale una volta sola, mentre il bookmaker, con le sue quote, i suoi vincoli ai prelievi, gli eventi che offre, ecc. ecc., vale per sempre. Meglio quindi affidarsi a un bookmaker che ci offre buone quote e buone condizioni a prescindere dal bonus. Detto questo, una volta scelto il bookmaker, verifichiamo le offerte bonus che fa: se possiamo approfittarne, facciamolo, e carichiamo la maggior parte del capitale che vogliamo investire subito, in modo da beneficiare della percentuale bonus.

gratuite, da investire sui loro siti. Anzitutto consideriamo una cosa: se le somme pi piccole, come 10 euro, sono effettivamente un regalo (lunico vincolo usarlo entro un certo numero di giorni dalla nostra registrazione), i tagli da 50, 100 o 200 euro sono bonus. A seconda del bookmaker infatti per ogni euro depositato subito dopo la nostra registrazione riceviamo un bonus che va dal 25% al 100%. Quindi per esempio se depositiamo 100 euro possiamo ricevere da 25 a 100 euro in omaggio da spendere in scommesse sul sito.
100

SP

ECIALE

Cos vinciamo sempre! I segreti delle surebet


otr sembrarci incredibile ma esistono scomP messe con le quali siamo sempre sicuri di vincere. A prescindere da come finisce levento, vinciamo sempre denaro. Chiariamoci subito: si tratta di eventi rarissimi e che spesso richiedono metodi complicati. Daltro canto il risultato garantito. Ma come possibile che si vinca sempre? La spiegazione sta nel fatto che a volte i bookmaker possono essere su posizioni opposte. Un bookmaker per esempio potrebbe vedere favorito un tennista mentre un altro bookmaker potrebbe vederne favorito un altro. Quindi se di fronte si trovano Federer e Nadal, un bookmaker potrebbe pagarli 1.80 e 2.15, mentre un altro, al contrario, 2.10 e 1.80. Unofferta cos un regalo dei bookmaker. Puntiamo 100 euro su Nadal dal primo bookmaker e puntiamone 100 su Federer sul secondo bookmaker. Se vince Nadal, noi portiamo a casa 115 euro lordi (100 euro * quota 2,15 = 215 euro 100 euro puntati su Federer sullaltro bookmaker), mentre se vince Federer ne portiamo a casa 110 lordi (100 euro * quota 2,10 = 210 euro 100 euro puntati su Nadal sullaltro bookmaker). Al netto, cio tolti i 100 euro puntati, sono comunque 10-15 euro, non male per non aver neanche dovuto indovinare il vincitore! Questo tipo di strategia si chiama arbitraggio e consiste in pratica nello sfruttare al massimo le quote mal gestite dai bookmaker.

Facciamoci aiutare

Trovare le scommesse sicure unimpresa da soli, ma possiamo farci aiutare da comodi ser-

Bettingway offre un servizio di comparazione quote molto interessante. Propone anche alcune surebet, che qui vediamo nel box in basso nella parte centrale del sito. La partita in questione offre un 2% di guadagno sicuro.
101

SP

ECIALE
bastanza soldi sul conto, ecc. ecc.) sono relativamente poche. Bisogna quindi ottimizzare le vincite: lasciamo perdere se investiamo somme basse.

vizi. Per esempio possiamo utilizzare un servizio di comparazione delle quote: se ne trovano molti su Internet. Il sito italiano Bettingway ( www.bettingway.com/www/ comparazione/ ) propone un servizio di comparazione sfruttando due dei migliori motori specializzati internazionali: Odds Exchange e Bet Brain. Se invece vogliamo avere la pappa pronta dobbiamo in linea di massima pagare. Odds and Bets ( www.oddsandbets.com ) offre un servizio di prova di 3 giorni e uno a pagamento da 50 euro al mese, con segnalazioni di arbitraggio spedite ai membri via email in tempo reale. Teniamo per sempre presente una cosa: valutiamo questo tipo di scommesse solo se siamo disposti a investire somme piuttosto alte, perch difficilmente larbitraggio frutta pi del 5-10% del capitale investito e le scommesse sicure su cui possiamo fisicamente puntare (quindi quelle offerte da bookmaker raggiungibili dallItalia, quelle che siamo abbastanza veloci da sfruttare, quelle per le quali abbiamo ab-

Siamo pronti a investire nelle scommesse sicure? Allora un abbonamento al servizio Odds and Bets potrebbe essere una buona scelta per ottimizzare i guadagni.

Le regole doro delle scommesse sicure


>>> Dobbiamo avere tanti conti su diversi bookmaker per poter giocare con un numero molto alto di quote. significa che su un bookmaker potremmo perdere soldi perch avevamo puntato sul giocatore perdente, mentre sullaltro potremmo non prendere i soldi della vittoria perch il >>> Dobbiamo avere molti soldi sui conti. tennista vincitore non viene pagato per ritiro Spesso larbitraggio si gioca su pochissimi dellavversario. Abbiamo quindi perso i soldi decimali di punto della quota e non vale la pena puntati sul primo bookmaker e riceviamo giocare somme basse. indietro solo i soldi che avevamo puntato sul secondo. >>> Dobbiamo controllare quanti soldi possiamo al massimo puntare su ogni >>> Dobbiamo sempre essere connessi a bookmaker. A volte le scommesse sicure Internet e possibilmente al computer o vicini al computer per buona parte della giornata. richiedono di giocare somme molto alte per A volte le quote necessarie per completare una funzionare: se non verifichiamo rischiamo di mettere molti soldi su un segno di una partita in scommessa sicura sono offerte solo per brevi periodi di tempo e dobbiamo essere sempre un certo bookmaker ma di non poter poi pronti ad approfittarne. mettere la somma necessaria a ottenere la scommessa sicura sullaltro bookmaker, il che >>> Dobbiamo essere estremamente lucidi. ci lascia esposti per grosse cifre. Le scommesse sicure hanno margini ridotti, se >>> Dobbiamo verificare sempre le regole dei sbagliamo a fare una puntata rischiamo di bruciare magari il guadagno netto di mesi di bookmaker. Questo perch alcuni bookmaker pagano per esempio la vittoria di un tennista se scommesse sicure con una sola giocata. Non lavversario si ritira, altri invece no. Questo sono per tutti...
102

SP

ECIALE

Il bello della diretta: le scommesse Live


ultima frontiera delle scommesse la gioL cata su eventi che si stanno ancora disputando. Le scommesse in diretta richiedono competenze specifiche ma ci permettono di portare a casa molti pi soldi delle scommesse tradizionali. Il motivo sta tutto nel ROI, o Return on Investment, cio quanto redditizio linvestimento del nostro capitale. Mettiamo di avere una banca di 1.000 euro, cio non investiamo nello stesso momento pi di 1.000 euro in totale. Diciamo che vogliamo investire sulla vittoria del Milan nel campionato di calcio 2009/2010 e decidiamo di investire 300 euro. Mentre con gli altri 700 euro ogni giornata stiamo investendo e aumentando il nostro capitale, con quei 300 euro non possiamo fare nulla, sono bloccati. Fra 9 mesi circa quei 300 euro dovrebbero fruttarci allincirca 500-600 euro, cio al massimo 66 euro circa al mese. Un investimento davvero poco redditizio. Se lideale quindi reinvestire il prima possibile il denaro, le scommesse in diretta ci permettono di farlo non solo fra un evento e laltro ma addirittura allinterno dello stesso evento. Questo significa che se abbiamo una banca di

Le quote delle scommesse Live sono in continuo movimento. Nel caso per esempio del tennis, basta che si giochi un tie break allultimo set per vedere salti di quota pazzeschi. Se un tennista per esempio va a matchpoint vediamo la sua quota abbassarsi moltissimo, ma nel giro di meno di un minuto le quote possono rovesciarsi completamente se lavversario fa due punti di fila. Sta a noi essere molto rapidi nel prendere le decisoni ma anche molto veloci a eseguirle. Non difficile che un match finisca prima che riusciamo fisicamente a puntare se non siamo abbastanza svelti!

103

SP

ECIALE
dra in vantaggio nel corso della partita sono pi basse e non necessariamente sono veritiere. Le scommesse in diretta infatti sono molto pi emotive per la maggior parte degli scommettitori e noi dobbiamo essere invece bravi a non farci prendere la mano. Questo non significa che non dobbiamo scommettere sulla squadra in vantaggio, significa che dobbiamo farlo solo se ha effettivamente senso e non semplicemente per il fatto che la vediamo davanti nel punteggio. La seconda logica quella di seguire le tendenze che abbiamo evidenziato poco sopra. Prepariamo sempre levento: analizziamo le parti in causa, vediamo come vanno le squadre o i giocatori coinvolti, cerchiamo di capire se hanno comportamenti, sul campo, che ripetono con una certa frequenza e sfruttiamoli.

1.000 euro e normalmente puntiamo per esempio il mercoled su eventi della domenica, normalmente teniamo bloccati i nostri soldi per 4-5 giorni. Con le scommesse live quei 1.000 euro possono essere reinvestiti da unora allaltra, per massimizzare linvestimento e renderlo estremamente redditizio.

Come sulle montagne russe

Le scommesse in diretta hanno due caratteristiche che le rendono straordinariamente diverse dalle scommesse tradizionali. La prima la possibilit di adattare la nostra giocata allo svolgimento dellevento. Possiamo vedere come si sviluppa una partita, come interagiscono i vari giocatori, in che modo le condizioni del tempo magari stanno influenzando la gara, ecc. ecc. La seconda il variare costante delle quote. Prendiamo una partita di calcio: non appena una squadra segna, la quota per la sua vittoria crolla, mentre vola quella per la vittoria della squadra in svantaggio. Se nessuna squadra segna, man mano che i minuti passano la quota per il pareggio si abbassa sempre di pi, fino a quasi azzerarsi negli ultimi minuti. Ma se una squadra va in vantaggio proprio nel finale, la sua quota si abbatte immediatamente. Come fruttare quindi queste scommesse? In tutti gli sport, e per tutte le squadre, ci sono situazioni tipiche. Per esempio, nel tennis il giocatore che in svantaggio di un set e pareggia poi tendenzialmente vince lincontro. Oppure ci sono squadre che quando vanno in vantaggio non vengono pi raggiunte. Oppure ancora ci sono formazioni che non sanno gestire il vantaggio e molto spesso vengono raggiunte e superate. Per fare soldi noi dobbiamo seguire due logiche. La prima evitare di giocare in funzione di chi in vantaggio. Consideriamo che le quote del giocatore o della squa-

Non ora, non ora... ora!

Unaltra eccellente strategia per le giocate in diretta implica lavorare semplicemente sulle quote. Mettiamo che stiamo seguendo una partita di calcio e una squadra passa in vantaggio al minuto 50. Siamo convinti che in realt vinca laltra squadra perch tipicamente segna molti gol nel finale delle partite. Quello che dobbiamo fare trovare il giusto equilibrio: attendiamo a puntare, perch pi il tempo passa e pi la quota della squadra in svantaggio si alza. Daltro canto, non attendiamo troppo: se effettivamente la squadra pareggia la sua quota si abbassa notevolmente. Non solo, le scommesse in diretta come dicevamo sono molto emotive. Questo significa che non appena una squadra va in vantaggio la sua quota si abbassa immediatamente molto. Spesso per rimbalza: dopo leuforia subito successiva al vantaggio la quota si assesta. Aspettiamo quindi un paio di minuti e otterremo una quota migliore.

Guardiamoci le partite
er invogliarci a puntare sugli eventi in diretta P alcuni bookmaker ci propongono addirittura la diretta in streaming di partite su cui possiamo qualche partita a scrocco. Possiamo anche farci furbi e sfruttare al meglio i bookmaker che abbiamo. Per esempio, se vogliamo puntare su un evento trasmesso in diretta streaming da un bookmaker che giocare. Riservata solo agli utenti registrati, una funzione interessante non solo per scommettere ma per offre quote troppo basse possiamo sempre anche perch, per quanto la qualit dello streaming fare il login, guardare lo streaming e puntare su un altro bookmaker. non sia eccelsa, possiamo comunque guardare
104

SP

ECIALE

Come spendere i soldi: i metodi delle puntate


bbiamo visto come si gioca, quali sono i siA stemi migliori per giocare, come ottimizzare gli investimenti, ecc. ecc. ma quanti soldi dobbiamo effettivamente puntare? Quanto puntare importante almeno quanto come puntare, quindi dobbiamo scegliere un sistema che abbia senso per noi e rimanergli fedeli il pi a lungo possibile, almeno fino a quando non siamo in grado di spostarci a un sistema pi efficace ma pi complesso. I metodi di gestione delle finanze sono tantissimi: noi ne abbiamo scelti 3 di cui si possa parlare in modo rapido e che possano funzionare in modo efficace. e in funzione di quanto siamo convinti della giocata: limportante scegliere per anche in questo caso un limite. Per esempio possiamo scegliere di applicare a ogni scommessa una percentuale della nostra banca compresa fra l1% e il 10%. Questi due sistemi di base hanno il vantaggio di essere semplici da usare. Il vero difetto che non prendono in considerazione il rischio di ciascuna scommessa. Inoltre non tengono conto della quota: se consideriamo buone due scommesse, una da 1,20 e una da 4,30, puntando sempre la stessa somma per entrambe renderemo la prima scommessa sostanzialmente irrilevante ai fini del nostro bilancio, visto che la rendita molto bassa. Non necessariamente un male ma un aspetto da tenere in considerazione: si tratta di due metodi ottimi per i principianti ma che gli scommettitori pi esperti vorranno presto cambiare.

Puntata ssa

Se siamo principianti nelle scommesse sportive, possiamo scommettere sempre la stessa somma per minimizzare i rischi sia di perdere troppo sia di sbagliare la quantit di denaro puntata anche nelle scommesse vinte. Mettendo sempre la stessa quantit di denaro evitiamo errori dovuti a scelte emotive, sia quelle fatte per troppa euforia dopo una serie di vincite, sia quelle fatte per depressione dopo una serie di perdite. I rischi sono ancora pi limitati se puntiamo una percentuale bassa della nostra banca. Possiamo per esempio identificarla in un 5%, fisso per tutte le scommesse che facciamo. Questo sistema, a puntata fissa, ci mette al riparo da problemi ma daltro canto ci impedisce di metterci del nostro quando si tratta di caricare in particolare su specifiche giocate.

Formula di Kelly

Puntata proporzionale

Con la puntata proporzionale sostanzialmente scegliamo di puntare una percentuale proporzionale alla nostra banca che possiamo modificare da scommessa e scommessa. Scommettere una certa percentuale della banca ci permette di modificare limporto delle puntate proporzionalmente alla disponibilit della banca

Lultimo metodo dedicato agli scommettitori esperti. Con questo sistema entra in ballo un aspetto importante, e cio la nostra valutazione degli eventi. Questa formula infatti permette di calcolare quanto puntare in funzione di quanto la quota valida. Anzitutto dobbiamo quindi analizzare le quote e vedere quanto sono valide. Prendiamo una partita di tennis: il giocatore A ha quota 1,50, il giocatore B ha quota 2,30. Facciamo i nostri calcoli e vediamo che secondo noi il giocatore B ha il 50% di probabilit di vincere. Chiamiamo questa probabilit di vincere P. Chiamiamo la quota netta della scommessa (cio la quota 1) come N. Chiamiamo la quota come Q e otteniamo questa semplice formula: (Q * P 1) / N. Quindi la nostra formula diventa (2,1 * 50% - 1) / (1,3). Il risultato un 11,5% circa. Di conseguenza puntiamo l11,5% della nostra banca.
105

ME

FUNZIO

Pagati...

per non fare nulla?

106

NA

CO

Su Internet possiamo trovare societ che ci pagano semplicemente per cliccare su dei link o per rispondere a dei sondaggi. Troppo bello per essere vero?

107

SP

ECIALE

I concorsi a premi: un nuovo modo di fare soldi


contanti non sono lunica cosa che possiamo Ianche guadagnare via Internet, ma possiamo ricevere buoni acquisto o premi di ogni tipo, da un trapano a delle sedie da giardino, da un lettore MP3 a una radio portatile. Per ottenere questi premi dobbiamo iscriverci a panel come Ipsos ( www.iap-interactive.com ) o MySurvey ( http://it.mysurvey.com ). Si tratta di siti che ci fanno rispondere a dei sondaggi in cambio di punti e talvolta mettono in palio punti o premi che vengono assegnati ai vincitori di un concorso a estrazione. Ipsos, per esempio, assegna in media da 10 a 200 punti per ogni sondaggio (il valore dipende dalla lunghezza e dalla difficolt delle domande). Ogni tre mesi, inoltre, il sito effettua unestrazione tra tutti i partecipanti e assegna punti supplementari o buoni acquisto per negozi. Laccumulo di punti ci permette di scegliere quale premio vogliamo ricevere. un po come la raccolta punti che in genere si fa al supermercato. Per usare i punti non abbiamo alcun limite di tempo e possiamo rivolgerci ai punti vendita affiliati con Ipsos per convertire i punti con i prodotti. Anche MySurvey unisce il sorteggio alla raccolta punti. Ogni tre mesi infatti il sito effettua due estrazioni. La prima dedicata ai nuovi iscritti e il fortunato vincitore riceve un premio in denaro. La seconda invece riguarda tutti coloro che hanno partecipato ai sondaggi in quel periodo. In questo caso vengono sorteggiati premi in punti (da 2750 a 45000) che vanno a sommarsi al totale dei fortunati che saranno estratti. Per accumulare punti in modo tradizionale bisogna completare delle attivit e, a seconda della complessit e delle caratteristiche del sondaggio, ce ne vengono assegnati un certo quantitativo. Quando accumuliamo almeno 1100 punti

108

SP

ECIALE

possiamo fare richiesta di uno dei premi a disposizione. Ogni due anni la quota punti viene azzerata, pertanto, se pur avendone diritto, non abbiamo richiesto alcun regalo in tempo, perderemo tutto e dovremo ricominciare la raccolta da capo.

Basta la registrazione

Anche su MondodiOpinione ( www. opinionworld.com ) troviamo estrazioni interessanti e promozioni alle quali basta semplicemente registrarsi per partecipare. Teniamolo docchio!

109

SP

ECIALE

Rispondiamo ai sondaggi e guadagniamo contanti


e opinioni dei consumatori sono molto imL portanti per le aziende che spesso incaricano le agenzie di marketing di fare sondaggi e scoprire il parere della gente sui loro prodotti o su svariati argomenti. Sar di certo capitato a tutti di essere fermati per strada per rispondere a qualche domanda su prodotti, eventi o attualit. Ebbene tutte queste domande, che a volte ci vengono poste anche al telefono, potrebbero avere un aspetto diverso e suscitare di pi il nostro interesse se sapessimo di essere pagati per le nostre risposte. Proprio cos, pagati! Nellera di Internet in cui ci troviamo non potevano mancare i sondaggi online, tuttavia, essendo ancora pi semplice evitarli (almeno in strada c una persona che prova a trattenerci ma su Internet siamo solo noi e il computer) questo incentivo ci spinge a fermarci un po di pi su questi siti. Questi sondaggi sono realizzati da grosse societ di marketing che, pagando gli utenti per le loro risposte, si garantiscono unelevata partecipazione e quindi un numero di risposte sufficiente per formulare statistiche e ottenere risultati attendibili.

Dove possiamo rivolgerci

Tra i siti che ci permettono di guadagnare contanti troviamo Global TestMarket ( www. globaltestmarket.com ) e Opinion People ( www.opinion-people.com ). Entrambi questi siti usano un sistema che si basa sulla propria valuta perch sono internazionali. Nel caso di Global TestMarket accumuleremo MarketPoints, ognuno dei quali corrisponde a cinque centesimi di dollari. Quando raggiungiamo 1000 MarketPoints possiamo richiedere il pagamento che avverr tramite assegno e in euro. Opinion People invece usa come valuta i punti bonus.

110

SP

ECIALE

Ogni dieci punti bonus guadagniamo un euro. Possiamo ritirare i nostri contanti solo al raggiungimento di 20 euro e quindi di 200 punti bonus. Opinion People ci paga con un bonifico bancario direttamente sul conto corrente. La

differenza tra i due siti che in Global TestMarket possiamo registrarci liberamente mentre per partecipare ai sondaggi di Opinion People bisogna essere invitati e inserire il codice di iscrizione che ci viene mandato con linvito.

Non si vincono solo soldi


u Internet troviamo diversi siti di sondaggi S che per non pagano direttamente in contanti ma con buoni acquisto o con premi. Talvolta in questi siti si riesce anche a ottenere un premio in danaro, ma solo se risultiamo i migliori tra tutti quelli che sono iscritti. Due di questi siti sono per esempio Ipsos, che troviamo allindirizzo www.iap-interactive.com, e Lightspeed, disponibile allindirizzo http://it.lightspeedpanel.com.

111

SP

ECIALE

Cominciamo a far soldi con Global TestMarket


roviamo ora a registrarci a uno dei siti che P pagano in contanti e vedere come funziona. In pochi minuti saremo in grado di dire la nostra opinione su diversi argomenti. di nostro interesse ed essere pi coinvolti mentre rispondiamo. Clicchiamo su Partecipa al sondaggio accanto al titolo che ci interessa per iniziare a rispondere. Dalla pagina principale di Global TeRipetiamo loperazione precedente con 1 3 stMarket clicchiamo su Partecipa per actutti i sondaggi legati al nostro profilo. Ricedere alla pagina di registrazione. Compiliamo spondere alle domande semplicissimo: basta tutti i campi contrassegnati con lasterisco e facciamo attenzione a scegliere una password facile da ricordare e che contenga lettere e numeri. Aspettiamo poi di ricevere una email di conferma allindirizzo di posta che abbiamo inserito nel modulo quindi clicchiamo sul collegamento presente nel messaggio per attivare il nostro conto. selezionare lopzione che ci interessa oppure selezionare la risposta da un menu a tendina. Clicchiamo poi sulla freccia a destra in basso per passare alla domanda successiva. Se abbiamo cambiato idea e vogliamo modificare una delle risposte clicchiamo sulla freccia sinistra e torniamo indietro fino a quella che vogliamo modificare. Al termine del sondaggio vedremo un messagio di ringraziamento. Chiudiamo la finestra e aggiorniamo la pagina sottostante per veder segnato il sondaggio come Completo.

Compiliamo ora i sondaggi relativi al profilo per poter ricevere in futuro sondaggi

112

SP

ECIALE
dallindirizzo servizio@globaltstmarket.com con linvito a partecipare al sondaggio. Se notiamo che non arriva nessuna email controlliamo che lantivirus non blocchi i messaggi in arrivo da questo indirizzo considerandoli spam. Nella schermata Marketpoints pos5 siamo facilmente controllare quanti punti abbiamo guadagnato e, se abbiamo raggiunto la quota minima di 1000, chiedere che ci venga pagato il dovuto. Per farlo clicchiamo su Riscatta e seguiamo le istruzioni.

Per cominciare a rispondere ad alcuni 4 sondaggi che ci fanno guadagnare spostiamoci nella parte inferiore della pagina dei

sondaggi e vediamo quali sono i titoli disponibili. Il funzionamento analogo a quelli del profilo. Se non dovessero esserci sondaggi disponibili aspettiamo di ricevere una email

sufficiente rispondere ai sondaggi Base o Nucleo familiare che fanno parte di quelli dedicati al nostro profilo. Automaticamente verremo inseriti tra i partecipanti allestrazione che offre premi per un valore totale di 5000 dollari. Se dovessimo vincere possiamo anche scegliere di ritirare direttamente i contanti invece del premio. La cifra sar per pari al valore di mercato del premio meno costoso disponibile.

Nella sezione Estrazione a premi pos6 siamo controllare se facciamo parte dei vincitori. Per partecipare a questa estrazione

113

SP

ECIALE

Guadagniamo mentre navighiamo su Internet


onsultare la posta elettronica e navigare da C un sito allaltro sono le operazioni tipiche che si fanno quando si connessi a Internet. Queste semplici operazioni possono generare un guadagno. Esistono infatti alcuni servizi (detti PTR, paid to read) che ci mandano messaggi di posta elettronica pubblicitari contenenti dei collegamenti. Ogni volta che clicchiamo su questi collegamenti generiamo un guadagno che di solito varia da 0,005 dollari a 0,2 dollari. Si tratta di guadagni veramente bassi che per possono tornare utili soprattutto se ci iscriviamo a una ventina di questi servizi. Con un po di pazienza potremmo raggiungere anche la cifra di 60 o 70 dollari al mese (circa 50 euro). Liscrizione, ovviamente, gratuita e per ricevere il pagamento sufficiente avere un conto online PayPal. Questo forma di entrata adatta a noi se stiamo muovendo i primi passi nel mondo del guadagno online e stiamo prendendo confidenza con i conti PayPal. Un esempio di PTR PaidYouSure ( www.paidyousure.com ) che ci fa guadagnare da 0,5 a 1 centesimo di dollaro per ogni email e che ci paga quando raggiungiamo la quota di 2 dollari. Inoltre, se pubblichiamo sul nostro sito un collegamento a PaidYouSure e i nostri visitatori si iscrivono al servizio passando da quel collegamento, guadagneremo il 10% delle loro entrate.

Unalternativa alle email

Possiamo guadagnare soldi anche facendo delle semplici ricerche e questa possibilit ci offerta dal sito Homepages Friends. Una volta che ci siamo registrati, sufficiente che facciamo una qualsiasi ricerca dal pannello del sito (che si appoggia a Yahoo) per generare un guadagno. Il sito paga in sterline mandandoci un

114

SP

ECIALE

bonifico bancario o accreditando il dovuto sul nostro conto PayPal. Per ogni 50 ricerche accumuliamo circa 1 euro mentre il minimo che dobbiamo ricavare per poter richiedere il pagamento 20 sterline (circa 23 euro). Abbiamo poi la possibilit di guadagnare il 10% sulle

commissioni dei nostri amici che si iscrivono dopo nostro invito. Se loro faranno iscrivere altri amici, noi guadagneremo il 5% sulle commissioni di questi ultimi che, a loro volta, invitando altri amici, ci faranno guadagnare un ulteriore 2,5% sulle commissioni.

Facciamo attenzione alle truffe


cam la parola inglese S per truffa. E di truffa vera e propria si pu parlare quando le agenzie di PTR ci fanno iscrivere e ci fanno generare guadagni ma una volta raggiunta la cifra per cui possiamo chiedere il pagamento, non pagano! Questi siti sono tantissimi e si prendono gioco di noi e nello stesso tempo guadagnano con la pubblicit che leggiamo. Per vedere un elenco di queste societ, alle quali non dobbiamo iscriverci, visitiamo il sito: www. sologuadagni.com/scam
115

ME

FUNZIO

Teniamoci stretti

i soldi!

Non c niente di peggio che vedere i soldi che abbiamo guadagnato finire nelle tasche di qualche truffatore o in qualche pesante multa. Ecco come difendersi...

116

NA

CO

bbiamo guadagnato, anche b e n e , e o ra n o n vo g l i a m o certo perdere i nostri soldi. Eppure i tranelli sono tanti. Anzitutto ci sono le tasse: paghiamo il giusto ed eviteremo di ve-

derci appioppare multe salate. E poi ci sono i truffatori: i siti che promettono e non pagano, quelli che ci portano via i dati della carta di credito, quello che ci invischiano in schemi piramidali... Vediamo come evitare le fregature.

117

SP

ECIALE

Alcuni siti ci attirano con promesse di guadagni folli e commissioni da capogiro in cambio di poco o niente. Apriamo gli occhi: sono truffe!

Facciamo attenzione

a truffe e tranelli
L
eggendo le prime pagine dei siti che ci consentono di guadagnare su Internet sembra sempre che con poca fatica e in pochissimo tempo potremo ottenere delle elevate commissioni e quindi toglierci delle belle soddisfazioni con qualche soldo in tasca in pi a fine mese. In realt questo discorso non vero per
118

tutti i siti. Trattare con i soldi sempre rischioso e ancora di pi lo su Internet quando non sappiamo chi c dallaltra parte e non abbiamo un referente di cui conosciamo nome e cognome. Dobbiamo andare a istinto e scegliere il servizio anche in base alle opinioni degli utenti che lo hanno gi provato. Purtroppo questo non sem-

SP

ECIALE

Questo il testo del messaggio di posta elettronica che cerca di rubare i dati personali e dellaccesso al conto degli utenti delle Poste Italiane. Facciamo attenzione: una truffa!

pre un mondo onesto e di persone serie quindi dobbiamo sempre usare il buon senso quando scegliamo unaffiliazione o decidiamo di aderire a un servizio pubblicitario. Diffidiamo per esempio dai siti che ci promettono dsi farci guadagnare in pochissimo tempo somme da far girare la testa. Molto spesso si tratta di siti fasulli se non addirittura illegali: stiamogli ben alla larga!

Una truffa travestita da sondaggio


Alcuni utenti delle Poste Italiane, per esempio, hanno ricevuto un messaggio di posta elettronica in cui venivano invitati a rispondere a un semplice sondaggio di 5 domande per la cifra di 50 euro. Il sondaggio, della durata di due minuti, avrebbe lo scopo di aumentare e migliorare i servizi delle Poste online e richiede per partecipare i dati personali e quelli di accesso del conto online degli utenti. Inutile dire che questa

email una truffa e ce ne possiamo accorgere per tantissimi motivi: primo fra tutti litaliano sgrammaticato in cui scritta. Inoltre Poste Italiane non chiede ai propri utenti i dati personali quando deve comunicare qualcosa ma usa canali propri. Il terzo punto, non meno importante, la ricompensa stessa e, se mai ce ne fosse una, la sua entit. Cinquanta euro per cinque risposte sono una cosa semplicemente assurda. Se abbiamo ricevuto questa email buttiamola subito e non pensiamoci pi. Unaltra cosa da non sottovalutare che se partecipiamo a questo sondaggio diamo in mano a chiss chi i nostri dati di accesso al conto. Pertanto facile immaginare quali possano essere le conseguenze di questo gesto: non solo non verremo mai pagati (il minore dei mali) per le nostre risposte ma probabilmente ci verranno sottratti soldi dal nostro conto personale perch i truffatori potranno accedere in tutta tranquillit al sito grazie alla nostra ingenuit.
119

SP

ECIALE

Email molto vantaggiose


Ci sono inoltre dei siti che ci garantiscono facili guadagni solamente per leggere un messaggio di posta elettronica. In questo caso per non si tratta delle email pubblicitarie che fanno guadagnare qualche centesimo (quelli sono veri servizi di cui ci possiamo fidare) ma di messaggi che ci fanno incassare ben 15 euro luno! Proviamo per un secondo a domandarci quale sia il prezzo che dovrebbero pagare degli inserzionisti per fare in modo che noi guadagniamo 15 euro a messaggio... Nessuna azienda pagherebbe mai cos tanto per una visualizzazione o per un clic. Se ci iscriviamo a certi siti riceviamo un sacco di posta elettronica e accumuliamo denaro (virtuale), ma al momento del pagamento non vedremo il becco di un quattrino. C anche la beffa: il sito che ci ha truffati prende comunque dagli inserzionisti i soldi per le pubblicit che abbiamo letto...

Catene di S. Antonio
C anche unaltra forma di raggiro legata ai facili guadagni ed costituita dalla versione elettronica delle catene di S. Antonio. In pratica veniamo attratti dai siti che dichiarano di farci diventare molto ricchi con poche e semplici operazioni. Queste operazioni sono descritte in una guida sottoforma di ebook che noi possiamo acquistare a un prezzo che di solito di pochi euro. Appena riceveremo la guida, scopriremo il segreto per diventare ricchi e cambiare per sempre il nostro destino. In realt nella guida, che effettivamente arriva, ci sono informazioni irrilevanti o che si recuperano facilmente su Internet con una semplice ricerca. La truffa sta nel fatto che chi vende questa guida guadagna tanti pi soldi quanti pi utenti riesce ad abbindolare. E la tentazione molto forte perch i guadagni promessi (in cambio di pochi euro) sono veramente notevoli. Talvolta su questi siti vengono

Alcuni siti provano ad attirare la nostra attenzione con la promessa di guadagni folli. In realt spesso si tratta di una truffa bella e buona. Non vedremo nemmeno un centesimo. ..
120

SP

ECIALE

anche pubblicati gli estratti conto dei presunti milionari grazie a questi segreti incredibili. Tutto ci contribuisce a farci venire voglia di provare ma stiamo pur certi che non guadagneremo niente. Questa truffa ha anche una variante. A volte la guida non composta che da istruzioni per dare vita a uno schema piramidale in cui il truffato diventa truffatore: la guida comparata dal sito che promette grandi guadagni ci spiega come aprire un sito in cui vendere la guida che spiega come fare grandi guadagni... Ci sono inoltre i siti che apparentemente vanno contro corrente: prendono cio le distanze da quelli che vendono guide ed ebook dicendo che sono tutte truffe. Poi per dichiarano di aver trovato lunico sito che fa veramente guadagnare: il loro. inutile dire che anche in questo caso andremo incontro a una fregatura. Semplicemente questo modo di fare serve per guadagnarsi la fiducia dei navigatori che si sentono appagati dal fatto di avere la conferma di aver scoperto una potenziale truffa.

verificare che siano legali in Italia, rischiamo unindagine che pu portare alla chiusura del nostro sito e addirittura farci passare guai dal punto di vista penale. Questo non perch il sito pubblicizzato sia una truffa ma perch non in regola con la legge italiana. Per poter operare sul territorio nazionale, infatti, i siti di gioco dazzardo devono avere una licenza AAMS. Naturalmente, questi siti non si preoccupano di ci perch loro sono in regola con le leggi del Paese che li ospita e quindi sono ben contenti di essere pubblicizzati dal nostro sito e ci pagano regolarmente le commissioni, aiutati da un diritto internazionale fumoso in merito. Ecco un altro esempio che ci dimostra come sia facile lasciarsi attirare dal facile guadagno e come sia facile lasciarci le penne....

Che cos lAAMS?


AMS sta per Amministrazione Autonoma A dei Monopoli di Stato ed lorgano preposto dal Ministero dellEconomia e delle Finanze per garantire la legalit delle strutture di gioco pubblico sotto forma di siti Internet e di negozi. Se per esempio un sito di scommesse online non ha il permesso di AAMS viene considerato illegale in Italia e non possiamo collegarci e giocare.

Pubblicit di siti di casin e scommesse: attenzione!


Se abbiamo un sito Internet facciamo inoltre attenzione a ci che pubblicizziamo. Infatti se mettiamo banner di casino e siti di scommesse online senza

Questo sito di scommesse perfettamemte legale, ma non avendo la licenza AAMS non pu operare in Italia. Quindi se lo pubblicizziamo rischiamo unindagine e la chiusura del nostro sito.
121

Se il nostro sito comincia a guadagnare abbastanza con la pubblicit e tutti gli altri metodi, dobbiamo dichiarare al fisco le nostre entrate. Vediamo come...

SP

ECIALE

Laspetto fiscale
a legge italiana vuole che quando si incassano dei soldi in seguito a un lavoro svolto o a una vincita di un concorso, si dichiari nella denuncia dei redditi questo guadagno. Tra i vari modi che ci sono per far soldi via Internet, per, ce ne sono alcuni che non necessitano di alcuna dichiarazione. Per esempio se

dei guadagni online L


vinciamo qualcosa di materiale durante un'estrazione a premi (come un lettore MP3 o una vacanza) oppure se accumulando punti scegliamo di prendere un prodotto invece che una quota in denaro, sono tutte situazioni in cui non dobbiamo alcuna dichiarazione al fisco. Analogamente se i nostri guadagni sono legati a scommesse non dob122

SP

ECIALE

I soldi che guadagniamo attraverso i siti di scommesse non devono essere indicati nella dichiarazione dei redditi. Le tasse infatti sono pagate direttamente dal bookmaker.

biamo dichiarare nulla. Questo caso particolare perch le scommesse sono tassate alla fonte cio sono a carico del bookmaker. Quindi noi possiamo giocare e vincere quanto pi riusciamo senza curarci di dichiarare nulla. Il discorso cambia radicalmente quando si vuole creare, gestire e mantenere un sito in prima persona. Questa attivit pu essere considerata a tutti gli effetti un vero e proprio lavoro. E non importa in realt neanche quanti soldi di fatto portiamo a casa col nostro sito Web. Nel momento in cui si genera un guadagno, sar infatti l'agenzia delle entrate a valutare quanto le dovuto in funzione di quanto incassiamo e in base alla legislazione vigente. Questo non significa quindi che se guadagniamo poco possiamo essere esentati dal dichiarare il nostro reddito, significa che dipende molto dal tipo di attivit che abbiamo. Se abbiamo un sito quindi che fa un po' di soldi con la pubblicit dei banner dobbiamo "navigare a vista": non sempre facile ca-

pire quando siamo tenuti a dichiarare e quanto. Non solo: se lavoriamo con societ straniere non ci verr probabilmente data alcuna ricevuta, quindi dovremo verificare col nostro commercialista come procedere per ottenere i documenti necessari per la dichiarazione dei redditi. Ma se facciamo pochi soldi? Se la nostra attivit non genera grandi entrate e ci impegna per poco tempo, probabile che possiamo cavarcela con una semplice ricevuta per collaborazione occasionale. A meno di avere un fatturato continuo vendendo prodotti o pubblicit (in quel caso non possiamo fare altro che aprire partita IVA o una societ vera e propria), ci troviamo cos in una sorta di limbo in cui dobbiamo decidere come procedere. Guadagniamo molto poco ma non abbastanza poco da poter parlare di collaborazione occasionale? Chiediamoci se vale la pena andare avanti, perch forse il gioco non vale la candela. In alternativa possiamo invece provare a mettere ancora pi ener123

SP

ECIALE

gia nella nostra attivit: forse possiamo aumentare il nostro giro d'affari a sufficienza da giustificare l'apertura della partita IVA. Proviamo magari ad aprire un sito privo di ogni forma pubblicitaria e quindi di introiti e concentriamoci sui contenuti. Inizialmente il nostro obiettivo deve essere quello di avere tanti visitatori fedeli, che tutti i giorni tornano a visitarci e partecipano alle attivit del sito (come forum o sondaggi). Quando poi ci rendiamo conto che la base buona e sicura, possiamo iniziare a mettere pubblicit, negozi online o qualsiasi altra forma che ci far guadagnare. L'apertura della partita IVA sar di conseguenza molto pi semplice da ammortizzare.

Come aprire la partita IVA


Dobbiamo cos valutare se ci conviene aprire la partita IVA sapendo che dovremo avvalerci del lavoro di un commercialista per l'aspetto fiscale e per l'aspetto previdenziale, perch oltre a pagare le tasse

dovremo anche versare i contributi, oltre che pagare il professionista che ci segue. Il nostro sito quindi dovr avere un'entrata che sia almeno sufficiente a pagare tutte le spese, quantomeno nella fase iniziale, cercando poi di aumentare le entrate dopo un primo periodo di pareggio. La partita IVA un numero univoco di 11 cifre che viene rilasciato dall'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate nel momento in cui apriamo la posizione IVA. Si pu aprire via Internet (presso tutti i centri abilitati al servizio Entratel) oppure presentandosi direttamente all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate o inviando i moduli necessari e la copia di un documento di identit con una raccomandata. Questo numero non cambia mai durante tutto il periodo in cui l'attivit rimane aperta ed valido in tutta Italia. Se per esempio dovessimo cambiare il domicilio fiscale della nostra attivit, manterremmo comunque lo stesso numero di partita IVA. L'assegnazione del numero completamente gratuita e dal momento

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.it) possiamo trovare tutti i moduli necessari per comunicare l'inizio, la variazione o la cessazione di un'attivit.
124

SP

ECIALE

in cui ci viene comunicato (la tempistica varia in base al metodo che abbiamo scelto di presentare i moduli necessari ma in ogni caso veloce) dobbiamo usarlo nelle dichiarazioni fiscali e metterlo nella homepage del nostro sito. Se ci dimentichiamo questo ultimo passaggio, che obbligatorio per tutti i siti che realizziamo, rischiamo di ricevere una multa molto salata. Il fatto che l'assegnazione del numero sia gratuito non significa che aprire un'attivit sia senza spese. Entro 30 giorni dall'apertura della partita IVA dobbiamo infatti iscriverci al Registro delle Imprese presso la Camera di commercio e avere una posizione previdenziale entro 30 giorni dall'emissione della prima fattura. Entrambe le operazioni hanno dei costi: 80-100 euro circa per la Camera di commercio e una somma che dipende dai nostri introiti per l'INPS. Consieriamo poi che pagheremo le tasse anno per anno e che dovremo quasi sicuramente pagare anche un commercialista che ci segua.

Lo sportello Nuove Imprese


Se non ci sono chiari i passaggi da seguire per aprire un'attivit e per gestirla fiscalmente in seguito, possiamo rivolgerci allo sportello Nuove Imprese presso la Camera di Commercio della nostra citt. Qui troveremo un servizio di informazione, orientamento e consulenza che ci permetter di completare tutti i passaggi burocratici nei tempi e nei modi previsti dalla legge, di scegliere la forma giuridica pi giusta in base alle caratteristiche della nostra azienda (ditta individuale, societ in nome collettivo, societ in accomandita semplice, societ a responsabilit limitata, cooperativa) e di conoscere le eventuali agevolazioni pubbliche previste a livello europeo, nazionale, regionale o locale. Cerchiamo il sito Internet della Camera di Commercio della n o s t r a c i t t a l l ' i n d i r i z z o w w w. cameradicommercio.it compilando il modulo in homepage.

Lo sportello Nuove Imprese offre un servizio molto comodo per ricevere tutte le informazioni necessarie quando vogliamo aprire un'attivit. Cerchiamo quello della nostra citt all'indirizzo www.cameradicommercio.it.
125

SP

ECIALE

GLOSSARIO
Account
Termine inglese che significa conto ma quando ci troviamo su Internet identifica il nostro profilo utente dopo che ci siamo registrati a un sito e abbiamo cio creato un account.

Feedback

Affiliazione

Meccanismo che permette agli utenti di eBay di valutare i compratori e i venditori. Il feedback pu essere positivo, neutro o negativo. Se un venditore accumula troppi feedback negativi, eBay pu chiuderne l'account.

Accordo tra due siti in cui uno, l'affiliato, pubblica un collegamento all'altro sito per aumentarne le visite. In cambio riceve una commissione in base agli accordi stabiliti.

Handicap

Nelle scommesse un valore che d un vantaggio a uno dei partecipanti a un evento e di fatto esclude il pareggio dai risultati possibili.

Banner

Riquadro sistemato in cima o ai lati delle pagine Web, contenente pubblicit. Facendo clic sui banner si pu accedere direttamente al sito pubblicizzato.

HTML

Blog

Un blog una specie di diario personale sul Web che si compone degli interventi dell'autore pubblicati in ordine cronologico inverso (dal pi recente al pi vecchio) e, di solito, dei commenti dei visitatori.

Dall'inglese Hyper Text Markup Language il linguaggio per la programmazione delle pagine su Internet. Usa semplici indicatori (tag) per formattare il testo, inserire immagini e altri oggetti, richiamare altre pagine. Il programma di navigazione Web interpreta i comandi e riproduce la pagina sullo schermo.

Impression

Bookmaker

L'azienda che decide le quote su cui possiamo puntare quando scommettiamo. Prima di cominciare a giocare confrontiamo le quote dei diversi bookmaker e giochiamo con quello che ci offre le migliori.

Termine che indica la visualizzazione di un banner in una pagina. Se veniamo pagati "a impression" significa che pi volte gli utenti visualizzaranno un banner sul nostro sito e maggiore sar il nostro guadagno.

Keyword

Browser

Programma di navigazione che ci permette di vedere e di navigare attraverso i siti Internet. I pi diffusi sono Internet Explorer di Microsoft e Firefox di Mozilla Foundation, ma ce ne sono molti altri come Opera o Chrome.
126

Parola chiave che viene inserita strategicamente in alcuni punti di una pagina (nel testo, nel titolo o nei collegamenti) per poter essere facilmente individuata dai motori di ricerca. In questo modo il sito che la contiene figurer nelle prime pagine dei risultati e avr pi possibilit di aumentare il numero delle visite. Il corretto posizio-

SP

ECIALE

Grazie ai microstock possiamo vendere le nostre foto migliori e guadagnare qualche soldo. Prima di cercare di vendere per leggiamo bene le condizioni e le richieste del sito.

namento delle keyword fa parte del processo di ottimizzazione di una pagina HTML.

Microstock

Link

Termine inglese che significa collegamento e che indica il testo, un'immagine o una porzione di immagine che, una volta cliccati, portano l'utente a una nuova pagina, a un documento o a una nuova sezione di un sito.

Siti che vendono fotografie in alta risoluzione e libere da diritti. Questi siti, come Fotolia, iStockPhoto, ShutterStock o Dreamstime si procurano le immagini acquistandole dagli utenti.

Network di affiliazione

Live

Tipo di scommessa che si gioca mentre l'evento in corso. In questo caso le quote cambiano di continuo in base a quello che succede e bisogna essere molto rapidi a puntare.

Ogni sito che gestisce gli inserzionisti disposti a pagare una commissione in cambio di un'affiliazione un network di affiliazione. Alcuni esempi sono TradeDoubler, ClickPoint o Sprintrade.

Outright

Megapixel

Unit di misura pari a un milione di pixel, usata per quantificare il numero di punti che compongono il sensore CCD della fotocamera e, di conseguenza, la risoluzione delle nostre fotografie.

Nelle scommesse di tipo Outright dobbiamo indovinare il vincitore finale di una competizione come il campionato di calcio o il mondiale di Formula 1. Questo tipo di scommessa nota anche con il nome di antepost.

PageRank

Tecnologia di Google che permette di assegnare un valore da zero a dieci a una pagina di un sito tramite un com127

SP

ECIALE

plicato algoritmo. Pi il valore alto e maggiori sono le possibilit che questa pagina finisca tra i primi risultati di una ricerca su Google se le parole chiave della ricerca si trovano nella pagina. Un valore alto indica anche che la pagina importante e che raggiungibile da numerosi collegamenti che si trovano su altri siti. Avere un collegamento al proprio sito da una pagina con PageRank alto permette di ottenere un valore alto di PageRank anche nella propria pagina collegata.

ogni email sono di pochi centesimi quindi se troviamo siti che ci offrono diversi euro (o dollari) per lo stesso m o t ivo , s t i a m o a l l a l a r g a : s o n o truffe!

Surebet

Letteralmente indica le scommesse sicure, quelle in cui non possiamo perdere. Per via delle quote offerte da due bookmaker sullo stesso evento, a prescindere dalla squadra che vince guadagniamo sempre.

Post

Ogni articolo che scriviamo nel nostro blog viene definito post. Alla stessa definizione appartengono anche tutti gli interventi che si trovano in un forum.

Tag

PTR

Acronimo di Paid To Read, indica quei siti che ci pagano una commissione per leggere messaggi di posta elettronica pubblicitari contenenti collegamenti ad altri siti. Le commissioni per

Nel linguaggio HTML i tag rappresentano i comandi o le istruzioni che determinano le caratteristiche degli elementi di una pagina. I tag si compongono con i simboli minore "<" e maggiore ">" e contengono la barra "/" quando indicano la fine dell'effetto indicato nel tag. Per esempio il testo scritto tra i tag <b> e </b> verr visualizzato in grassetto mentre quello scritto tra i tag <i> e </i> sar mostrato in cor-

Avant Cash una PTR onesta. I guadagni che offre infatti sono misurati per quello che facciamo e cio semplicemente leggere dei messaggi di posta elettronica.
128

SP

ECIALE

sivo. Troviamo anche tag alternativi: al posto di <b> potremo cos leggere anche <strong>.

Tipster

Servizi che offrono consigli sulle scommesse. Possono essere gratuiti o a pagamento ma non danno certezza di vittoria. Prima di affidarci a questi servizi verifichiamo che siano realmente efficaci e non facciamoci attirare dalle alte cifre che promettono di farci vincere.

proprio sito un mini negozio di un forntirore che ci fornisce tutto il materiale per creare una struttura e una grafica simile al negozio originale e in cambio ci paga una percentuale sulle vendite. Dal nostro sito gli utenti potranno avere tutte le informazioni sui prodotti del negozio come se fossero sul sito originale. Questo accordo ci permette di aumentare le visite del sito e di guadagnare discrete commissioni.

Widget

Visite

Quando entriamo in un sito Internet generiamo una visita. Ai titolari dei siti interessa molto il numero di visite uniche (quelle fatte da utenti diversi) per capire quanto interesse suscita il proprio sito e per scegliere la pubblicit giusta da pubblicare.

White Label

Nel campo di Internet, questo termine indica la possibilit di pubblicare sul

I widget sono piccoli moduli software che ci permettono di aggiungere funzioni ai programmi che li supportano. Quelli del programma di navigazione Web Opera hanno l'aspetto di piccole finestre che appaiono sul desktop e possono visualizzare per esempio l'orologio, il calendario o le notizie. In ambito pubblicitario sono applicazioni interattive che permettono all'utente di scegliere cosa vuole comprare senza dover spostarsi dalla pagina HTML in cui si trova.

I siti che ci offrono informazioni e consigli su cosa puntare devono essere presi alla leggera: non sono sinonimo di vittoria e di guadagno facile e immediato. TennisForm uno dei servizi affidabili.
129

LE GUIDE PRATICHE DI COMPUTER WEEK N4/2009 - TRIMESTRALE - 4,50

DISTRIBUTORE M-DIS DISTRIBUZIONE (MI)