Sei sulla pagina 1di 1

IL MITO DI ANTENORE

La distruzione della citt di Troia il nostro punto di partenza. Essa viene collocata nel 1184, cio, - ci pensate? - oltre 3000 anni fa. La distruzione di Troia, c e si trovava nell!attuale Turc ia, vide la dra""atica partenza di "olti de#li eroi c e l$avevano assediata per dieci anni e de#li eroi c e per dieci anni l!avevano difesa. %i sicuro ne conoscete &ualcuno. 'lisse artefice della vittoria con lo strata#e""a del cavallo si accinse a tornare ad (taca. Enea vinto e vedovo part) con i suoi alla ricerca di una nuova patria* la trov+ nelle coste del Lazio, dun&ue nel ,ar Tirreno. E! il "itico fondatore di -o"a. .ell!/driatico invece trovia"o un eroe troiano "eno conosciuto* si tratta di /ntenore. .ell0Iliade, /ntenore viene descritto co"e un vecc io, e"inente e sa##io troiano c e i"plora i suoi concittadini affinc 1 essi restituiscano Elena al "arito, ,enelao, per scon#iurare il conflitto con #li /c ei. .ell!Eneide 2ir#ilio dice di /ntenore: Antenore, scampato agli Achei, pot penetrare i golfi illirici, spingersi senza pericolo nei regni dei Liburni, oltre le sorgenti del Timavo Qui egli fond la citt! di "adova e stabil# una colonia troiana, dando il suo nome al popolo$ %ui ha appeso le armi d&Ilio, %ui ora riposa composto in placida %uiete'( )*neide, I, +,+ ss(3os) 2ir#ilio allude alla sepoltura di /ntenore nella citt da lui fondata, 4adova. La tradizione fu rinverdita nel 1564 &uando - durante i lavori per la costruzione di un ospizio - e"erse in contrada 7an 8ia#io un0arca di "ar"o contenente una duplice 9ara di cipresso e di pio"9o* un0epi#rafe "etrica su la"ina di 9ronzo indicava c e la 9ara stessa apparteneva al "itico fondatore della citt. (l co""ittente dei lavori di scavo, il #iudice ed u"anista Lovato de0 Lovati, ritenne di aver scoperto le spo#lie del "itico eroe troiano e propose di collocare il sarcofa#o a ridosso della 3 iesa di 7an Lorenzo, davanti alla sua stessa a9itazione. .el 1583-158: le spo#lie furono siste"ate all0interno dell0edicola, c e ancora o##i si a""ira nel centro cittadino. .el 1334 l0arca fu riaperta per onorare ;il san#ue troiano; e in &uell0occasione fu trovata &uella c e si riteneva l0aurea spada d!/ntenore. 4oi, nel corso dei restauri del 1<<:, fu individuato nel "onu"ento un tassello rettan#olare, perfetta"ente s&uadrato e nascosto da uno strato d!unto accu"ulatosi ne#li anni. /ttraverso di esso si pot1 vedere c e il sarcofa#o conteneva una cassa di le#no scoperc iata. .ella cassa #iaceva uno sc eletro inco"pleto. (l tesc io presentava un notevole foro sulla fronte, certa"ente provocato da un!ar"a da ta#lio. La cassa conteneva inoltre un fe"ore d!altro so##etto, alcune ossa fe""inili, un fra""ento di faccia fetale. 'n fra""ento osseo fu inviato a Tucson in /rizona per l0esa"e al car9onio* il responso fu c e le spo#lie apparten#ono ad un uo"o vissuto tra il ((( ed il (2 secolo d.3. Tale dato escluse definitiva"ente c e le ossa contenute nel sarcofa#o potessero essere di /ntenore. Tuttavia, nonostante la to"9a di /ntenore a 4adova non conten#a /ntenore, l!arc eolo#ia confer"a la sua presenza nel 2eneto per la presenza di "anufatti "icenei. 7ia"o a 2enezia* "olto pri"a della nascita di 2enezia la la#una era "olto trafficata dalle navi di "ercanti #reci c e a loro volta se#uivano le tracce dei propri antenati i ,icenei. ,olte erano le tracce c e testi"oniavano &uesti via##i, "a proprio a Torcello il #rande esploratore ed antropolo#o veneziano, =iancarlo Li#a9ue fece, nel 1<85 delle eclatanti scoperte co"e reperti di vasi "icenei antic i, antecedenti e di "olto, &uindi, l0inizio della storia di 2enezia. >ra &uesti preziosi reperti sono conservasti presso il ,useo /rc eolo#ico di 2enezia, al pri"o piano delle 4rocuratie nuove a 7. ,arco. Tutto &uesto avvalora il "ito di /ntenore, il #uerriero fu##ito da Troia sconfitta assie"e ai suoi co"pa#ni Enetoi ?o 2eneti@ provenienti dall!/sia ,inore.
RT