Sei sulla pagina 1di 26

Paolo Gherri

San Tommaso 'fonte' al Concilio Vaticano II


9 maggio 2012 P.U.L.

1. SAN TOMMASO AL VATICANO II


tematica praticamente assente nella dottrina dominante degli ultimi decenni
- italiano: G.G. GHINI, S. Tommaso e il Concilio Vaticano II, in Divinitas, 18 (1974), 2, 209-233 - bibliografia tomistica on-line: su oltre 12.200 solo 12 qualche attinenza al tema

--------------------------------------

indagine su due livelli:

a) numerico (=quante citazioni, quale proporzione rispetto agli altri autori citati) b) qualitativo (=se da considerarsi 'fonte' sostanziale o citazione)

ricorrenze 'patristiche' + 'dottorali/scolastiche' = 345 S. Agostino = 51 ricorrenze S. Tommaso = 30 ricorrenze 9 autori > 10 citazioni = 185 ricorrenze (54%)
S. Agostino = 51 S. Ireneo = 19 Cost. Apostoliche = 14 S. Tommaso = 30 S. Cipriano = 15 S. Ambrogio = 12 S. Ignazio di Antiochia = 19 S. Giov. Crisostomo = 15 Origene = 10

Le ricorrenze (cfr. Tardif - Pelloquin)

Documenti conciliari 345 citazioni ('patristiche' + 'dottorali/scolastiche'):


- Patres (=Patristica antica) = 296 citazioni - Doctores (=medioevali e moderni) = 49 citazioni autori citati = 67 (solo 10 successivi al secolo XII) Doctores = 10 (in quasi 1.000 anni di Teologia) --------------------------------47 citazioni non-patristiche:

Tommaso = 30; S. Bonaventura = 7; Sant'Alberto magno = 2

--------------------------------'grande' Scolastica = 39 citazioni tarda Scolastica = 3 citazioni

2. CITAZIONI TOMMASIANE AL VATICANO II 1. Fonti e citazioni - citazione diretta (inserita nel testo del Documento) = 'FONTE' - citazione indiretta unica (in nota, da sola, preceduta da cfr.): 'fonte' attenuata - citazione indiretta cumulativa (in nota, insieme ad altri autori, preceduta da cfr.) - citazione indiretta cumulativa e plurima (in nota, insieme ad altri autori e con pi passi di Tommaso, preceduta da cfr.)

2. CITAZIONI TOMMASIANE AL VATICANO II 2. Ricorrenze di S. Tommaso nel Vaticano II distribuzione citazioni tommasiane:
Lumen Gentium Ad Gentes Presbyterorum Ordinis Gaudium et Spes Dignitatis Human Dei Verbum totale 39 18 citazioni 7 citazioni 6 citazioni 5 citazioni 2 citazioni 1 citazione

passi tommasiani citati (39):


Summa Theologi Scriptum super Sententiis lib. I e IV Commentarium super atthum 29 citazioni 4 citazioni 1 citazione 1 citazione 1 citazione 1 citazione 1 citazione 1 citazione 39

!"positio super primam et secundam Decretalem Liber de per#ectione spiritualis $it %ustiones disputat de $eritate Sententia libri !thicorum Super !pistolam &' Pauli ad Colossenses lectura totale

rimandi a Tommaso (24):


Citazione indiretta cumulativaplurima Citazione indiretta cumulativa Citazione indiretta unica Citazione diretta unica$ (umero totale rimandi )*note+ 9 8 6 1 24 pa!!i nella !te!!a nota altri autori e "onti 1 pa!!o per nota altri autori e "onti 1 pa!!o di #omma!o nella nota citazione te!tuale% &...'

valore formale citazioni:


- pi citazioni di Tommaso insieme ad altri autori/fonti = semplice referenza tematica - unica citazione di Tomm. insieme ad altri autori/fonti = semplice referenza tematica

- citazioni indirette uniche = referenza forte (quasi-fonte) - citazione diretta nel testo = fonte formale (verificare valore reale)

3. S. TOMMASO COME 'FONTE' in LUMEN GENTIUM n. 26 ,- 26


S' Th'. III. /. 73. a. 3 co.
-espondeo dicendum )uod in hoc (n )ua$is altaris Sacramento duo est considerare* communitate* sub scilicet ipsum Sacramentum* et !piscopi sacro rem Sacramenti' Dictum est autem ministerio* e"hibetur )uod res Sacramenti est unitas symbolum illius caritatis corporis mystici* sine )ua non potest esse salus* nulli enim patet et +unitatis Corporis aditus salutis e"tra !cclesiam* mystici* sine )ua non sicut nec in dilu$io abs)ue arca potest esse salus,' .oe* )u signi#icat !cclesiam* ut habetur ( Petr' (((

- Il passo citato in Tommaso, ma non di Tommaso: evoca quello (non condiviso) di 'altri' = Dictum est autem

LUMEN GENTIUM n. 26

- Per Tommaso l'unit del corpo mistico l'unione dell'anima (singola) con Cristo nella Comunione (eucaristica) e non pi l'unit della Chiesa, come nella tradizione patristica ed alto medioevale - Oggetto specifico dell'articolo 3 della Qustio 73: l'indispensabilit dell'Eucaristia per la salvezza in confronto col Battesimo: quale dei due Sacramenti davvero necessario per la salvezza? et ideo hoc Sacramentum non hoc modo est de necessitate salutis sicut Baptismus (q. 73, a. 3 co-in fine). - La differenza tra [a] celebrazione del Sacramento (com' per il Concilio) e [b] Sacramento in se stesso (com'era per Tommaso) non da Sottovalutare: - nella prima si tratta di un'azione ecclesiale, - nella seconda di una res (tantum).

4. ALTRE CITAZIONI 'FORTI' 4.1 Lumen Gentium n. 7 ,- 7


/01 e" omnibus gentibus con$ocatos* tam)uam corpus suum mystice constituit' (n corpore illo $ita Christi in credentes di##unditur* )ui Christo passo at)ue glori#icato* per Sacramenta arcano ac reali modo uniuntur'

S' Th'. III. /. 62. a. 5. ad 1


Verbum prout erat in principio apud Deum* $i$i#icat animas sicut agens principale* caro tamen eius* et mysteria in ea perpetrata* operantur instrumentaliter ad anim $itam' Ad $itam autem corporis non solum instrumentaliter* sed etiam per )uandam e"emplaritatem* ut supra dictum est'

4.1 Lumen Gentium n. 7


- Il Concilio fa due affermazioni di contenuto: - attraverso i Sacramenti la vita di Cristo si diffonde nei credenti - i Sacramenti uniscono a Cristo in modo arcano ma reale - La citazione di Tommaso afferma: - Cristo vivifica le anime come agente principale - la sua carne ed i misteri in essa compiuti operano in modo strumentale alla vita dell'anima, - mentre per la vita del corpo essi operano non solo in modo strumentale ma anche come esempio - Tommaso si riferisce all'azione del Cristo quale 'unitario' Verbo incarnato - il Concilio afferma la 'realt' dell'unione a Cristo operata dai Sacramenti ------------------------------------------------------------Il pensiero reale di Tommaso appare assunto direttamente dalla Costituzione conciliare

4.2 Lumen Gentium n. 11 ,- 11


2ideles per baptismum in !cclesia incorporati* ad cultum religionis christian charactere deputantur et* in #ilios Dei regenerati* #idem )uam a Deo per !cclesiam acceperunt coram hominibus pro#iteri tenentur'

S' Th'. III /. 63. a. 2


-espondeo dicendum )uod* sicut dictum est* Sacramenta no$ legis characterem imprimunt in)uantum per ea deputamur ad cultum Dei secundum ritum Christian religionis'

Citazione quasi testuale, ma concettualmente diversa:

4.2 Lumen Gentium n. 11

- per il Concilio due proposizioni contenutistiche: - deputazione al culto cristiano attraverso il carattere, - obbligo di testimoniare pubblicamente la fede ricevuta - per Tommaso: - i Sacramenti imprimono il carattere, - per mezzo di essi si viene deputati al culto cristiano Rapporto Sacramenti-carattere-deputazione cultuale: - per Tommaso i Sacramenti: [1] PRIMA deputano al culto cristiano [2] POI (=inquantum) imprimono il carattere - per il Concilio: il carattere deputa al culto cristiano -------------------------------------------------------------(il discorso di Tommaso riguardava il Sacramento dell'Ordine e la potestas legata al carattere)

4.3 Lumen Gentium n. 16 ,- 16


(i tandem )ui !$angelium nondum acceperunt ad Populum Dei di$ersis rationibus ordinantur'

S' Th'. III. /. 8. a. 3. ad 1


Ad primum ergo dicendum )uod illi )ui sunt in#ideles* etsi actu non sint de !cclesia* sunt tamen in potentia' %u )uidem potentia in duobus #undatur* primo )uidem et principaliter* in $irtute Christi* )u su##iciens est ad salutem totius humani generis3 secundario* in arbitrii libertate'

Citazione coerente: idem dictum

4.3 Lumen Gentium n. 16

- per il Concilio: tema Chiesa ed i non cristiani - per Tommaso: dottrina aristotelica di 'potenza' ed 'atto' ordinatio ad Populum Dei (conciliare) coerente con esse de Ecclesia tamen in potentia (Tommaso) - le divers rationes (Concilio): [a] pi ampie di semplice 'potenzialit' non ancora realizzatasi [b] meno stringenti e 'probabili' del passaggio tra potenza e atto Redazione: citazione originariamente legata ad altra 'frase' abolita: dubbia pertinenza/sostanzialit (connessa maggiormente alla 'materia' che non alla sua concreta esposizione) ---------------------------------------------------------------------------------------------------------

4.4 Presbyterorum Ordinis n. 13 01 13


%urentes enim )uomodo aptius contemplata aliis tradere possint* pro#undius sapient +in$estigabiles di$itias Christi, 4!ph' 5* 67 et multi#ormem sapientiam Dei'

S' Th'. II-II. /. 188. a. 7


ani#estum est autem )uod maiorem sollicitudinem spiritualium re)uirit religio )u est instituta ad contemplandum et contemplata aliis tradendum per doctrinam et prdicationem* )uam illa )u est instituta ad contemplandum tantum'

mera citazione di repertorio

4.4 Presbyterorum Ordinis n. 13

- stessa formula standard in contesti diversi: - Concilio: vita e ministero presbiterale - Tommaso: vita religiosa 'attiva' e 'povert' degli Ordini religiosi --------------------------------------------------------------- Concilio: predicare condividere la propria esperienza spirituale = trasmettere ci che ha riempito nel profondo la propria vita - Tommaso: contemplare per trasmettere e predicare richiede maggior sollecitudine per le cose spirituali che contemplare soltanto

4.5 Gaudium et Spes n. 25


-2 25
!" sociali hominis indole apparet human person pro#ectum et ipsius societatis incrementum ab in$icem pendere' !tenim principium* subiectum et #inis omnium institutorum socialium est et esse debet humana persona* )uippe )u* suapte natura* $ita sociali omnino indigeat'

In I 3tic4.. ,ec. 1 5n. 46


Sciendum est autem* )uod )uia homo naturaliter est animal sociale* utpote )ui indiget ad suam $itam multis* )u sibi ipse solus prparare non potest3 conse)uens est* )uod homo naturaliter sit pars alicuius multitudinis* per )uam prstetur sibi au"ilium ad bene $i$endum' /01 Alio modo iu$atur homo a multitudine* cuius est pars* ad $it su##icientiam per#ectam3 scilicet ut homo non solum $i$at* sed et bene $i$at* habens omnia )u sibi su##iciunt ad $itam8 et sic homini au"iliatur multitudo ci$ilis* cuius ipse est pars* non solum )uantum ad corporalia* prout scilicet in ci$itate sunt multa arti#icia* ad )u una domus su##icere non potest* sed etiam )uantum ad moralia3 in)uantum scilicet per publicam potestatem coercentur insolentes iu$enes metu p9n* )uos paterna monitio corrigere non $alet'

4.5 Gaudium et Spes n. 25


Rimando assolutamente generico: 'testo' citato: 17 'numeri' e oltre 2.000 parole Semplice 'repertorio' affermazioni di Filosofia sociale/politica ----------------------------------------------------Redazione: la citazione appare solo con l'integrazione dello Schema II, si riferiva originariamente ad altra frase ma rimasta connessa alla collocazione attuale

4.6 Gaudium et Spes n. 69 -2 69


%ui autem in e"trema necessitate degit* ius habet ut e" aliorum di$itiis necessaria sibi procuret' S' Th'. II-II. /. 66. a. 7
-espondeo dicendum )uod ea )uae sunt iuris humani non possunt derogare iuri naturali $el iuri di$ino' Secundum autem naturalem ordinem e" di$ina pro$identia institutum* res in#eriores sunt ordinat ad hoc )uod e" his sub$eniatur hominum necessitati' !t ideo per rerum di$isionem et appropriationem* de (ure humano procedentem* non impeditur )uin hominis necessitati sit sub$eniendum e" huiusmodi rebus' !t ideo res )uas ali)ui superabundanter habent* e" naturali (ure debentur pauperum sustentationi' /01' Si tamen adeo sit urgens et e$idens necessitas ut mani#estum sit instanti necessitati de rebus occurrentibus esse sub$eniendum* puta cum imminet person periculum et aliter sub$eniri non potest3 tunc licite potest ali)uis e" rebus alienis su necessitati sub$enire* si$e mani#este si$e occulte sublatis'

4.6 Gaudium et Spes n. 69


Citazione di assoluta pertinenza tematica - Ambito filosofico-morale, in materia sociale utrum liceat alicui furari propter necessitatem posizione tradizionale della Morale cattolica ------------------------------------------------------Redazione: il riferimento fu inserito solo allo Schema III a complemento di un testo gi presente e praticamente invariato nello Schema II che ne era per privo

5. TOMMASO NEL MAGISTERO ECCLESIALE VINCOLANTE


Denzinger, Indice di persone e temi: S. Tommaso = 62 volte
dal 1372 al 1799 dal 1877 al 1899 dal 1977 al Vaticano II nel Vaticano II

14 volte 16 volte 19 volte 13 volte

35 volte in 160 anni (1800-1959): reazione ad Hegel

5. TOMMASO NEL MAGISTERO ECCLESIALE VINCOLANTE


Denzinger, Indice di persone e temi:

2. 89o!tino 2. #omma!o 2. :onaventura

74 citazioni "ino al Vaticano II e!clu!o 49 citazioni "ino al Vaticano II e!clu!o 3 citazioni "ino al Vaticano II e!clu!o

Citazioni in Denzinger
Totali in DH Fino a TN Conc. TN XIX sec. XX sec. Conc. Vat. II

Agostino

Tommaso

99 62

80 62

3 2

10 1

18 11

14 16

10 19

25 13