Sei sulla pagina 1di 1

COMUNICATO STAMPA

Luned 4 Novembre 2013 ore 18:00 C/o il CAV di Martina Franca

I nuovi diritti delle persone con disabilit in ospedale


Presentazione della Carta dei diritti alla presenza del direttore generale Asl Fabrizio Scattaglia, dei sindaci di Crispiano e Martina e Antonio Finazzi, presidente nazionale dei progettisti per il sociale
Luned 4 Novembre nella sala auditorium della Casa del volontariato (CAV) di Via Mottola a Martina franca (nei pressi della parrocchia di San Francesco), si parler di quali diritti e quali attenzioni meritino le persone con disabilit quando sono ricoverate in ospedale. Ne parler dalle ore 18:00 Antonio Finazzi Agr, presidente nazionale della Associazione dei progettisti per il sociale (APIS) alla presenza del direttore generale della Asl ionica, Fabrizio Scattaglia, del sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, del primo cittadino di Crispiano, Egidio Ippolito, dei due assessori alle politiche sociali dei comuni vicinori Donatella Infante e Rosanna Basile. Moderer levento il giornalista Cataldo Zappulla dellAgenzia Stayhuman di Crispiano. Folto il gruppo del terzo settore che sta promuovendo questa serata: si va dal vicepresidente regionale dellassociazione F.i.s.h., da sempre impegnata nel superamento di tutti gli handicap, al martinese Gianni Genco quale ospite della serata in quanto presidente della Casa del Volontariato ed a nome di tutte le altre organizzazioni aderenti: il Circolo Arci-Uisp di Crispiano (che stato fautore di questo importante appuntamento nellambito delle iniziative legate al suo progetto di ambito Bellet), la cooperativa sociale di comunit per Crispiano Stipa delle fate, le associazioni martinesi di volontariato A.I.D.A. capeggiata da Grazia Pulito e AmarDown guidata da Angela Castagna, il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanza attiva presieduta da Iride Casavola. Ed ancora, lArci Servizio civile e la Uisp della Valle dItria. Limportanza di questo evento anche nel fatto che si tratter della prima presentazione in Puglia di questa Carta dei diritti che fa bandiera del diritto di cura per aumentare la dignit intrinseca ad ogni essere umano. Sar linizio di un percorso che secondo gli organizzatori della serata, dovr condurre alla diffusione capillare di questa Carta presso gli ospedali pugliesi, nelle scuole, in tutti i luoghi frequentati da persone che hanno svantaggi psicofisici. Sono gi in cantiere ulteriori iniziative per trasferire nel resto della provincia ionica e nelle altre Asl regionali questo nuovo documento che tiene conto delle particolari condizioni di vita di chi gi convive quotidianamente con gravi difficolt nello spostarsi o nel comunicare. Chi conosce la storia di una persona con disabilit, sa quanto sia stato difficile affrontare la quotidianit di una struttura ospedaliera. Lattesa in un pronto soccorso, il sottoporsi ad un esame invasivo, la degenza in ospedale: sono esperienze che ciascuno di noi pu vivere con pi o meno disagio. Per qualcuno per possono essere devastanti. La sensazione di essere rinchiusi in una sala con altre persone che soffrono, magari urlano o si lamentano pu risultare intollerabile per un disabile comportamentale. Trovarsi in ospedale in seguito ad una semplice operazione chirurgica senza poter esprimere i propri bisogni fisiologici e senza avere continuamente accanto qualcuno che possa coglierli, pu ingenerare conseguenze deleterie su un paziente gi fragile. Questa Carta tenter di aiutare il sistema sanitario a fornire le giuste risposte. Servono risorse finanziarie, ma soprattutto serve un grande cambiamento culturale da realizzarsi con un forte impegno formativo e di sensibilizzazione degli operatori del settore. Per contattare gli organizzatori della presentazione telefonare al 329 1589904 oppure scrivere a arci.crispiano@libero.it /////////////////////////////////////
Per informazioni cell. 347 0885091 (Cataldo Zappulla). E-mail: arci.crispiano@libero.it. Grazie per la collaborazione. Crispiano, 26 Ottobre 2013

Donatella Convertino
Presidente Circolo Arci-Uisp Crispiano Presidente Coop. soc. a r.l. Stipa delle fate

Interessi correlati