Sei sulla pagina 1di 4

El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha Un aspetto che caratterizza il romanzo la parodia spiegata su diversi livelli e attraverso vari

i meccanismi tra i quali la macchina delle botte, eco di alcuni schemi della commedia dellarte e riflesso dei comportamenti degli eroi cavallereschi, che esige che il cavaliere subisca innumerevoli lacerazioni nel corpo. Nonostante ci il divertimento e le risa del lettore sono garantiti, perch sullimmagine sminuita del personaggio egli pu proiettare la propria violenza e godendo della virtuale paura di subirla scioglie le proprie pulsioni sadomasochiste. In questo romanzo il personaggio si catapulta nella chimerica impresa perch mosso nellanimo e non pu rimanerne inerte. I personaggi sono stregati da una stella ideale che rappresenta la bellezza, lintelligenza e il cuore. Leroe affronta con veemenza tutti gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento del suo fine e si sente realizzato solo nellrischio dellannientamento da cui sono attratti. coraggioso, solo e rappresenta un eroismo che un mondo senza valori traduce in follia. Don quijote si scontra con la realt che la chimera cavalleresca gli presenta e trasforma circostanze ordinarie in miraggi pericolosi. Lesito rovinoso delle imprese e i fatti inspiegabili vengono assunti dal protagonista con lespediente dellincantesimo mutuato dal romanzo cavalleresco. La metamorfosi della realt si dispiegher lungo la storia e travolger anche lo scudiero che attinge allartificio per mascherare le sue bugie, indotte dagli inattuabili ordini del suo padrone finendo invischiato nel dubbio della finzione. Nella residenza estiva dei duchi si mettono in atto architettate trasformazioni e artefatti incantesimi che manipolano con sofisticate messe in scena la fantasia delleroe. Don Quijote e Sancho panza sono attori coatti di un copione del quale sono gli unici a non conoscerne gli intenti, il fine e la conclusione. Gli episodi rilevanti: La presentazione di Dulcinea incantata e la formula che il finto Merlino pronuncia per distruggere il maleficio. La storia della duena dolorida che per la sua leggerezza viene punita insieme ad altre 12 compagne con la crescita della barba Il governatorato della insula da parte di Sancho La falsa morte damore di Altisidora per linnamorato don quijote e la ricetta per riportarla in vita proposta da Radamante.

Una maschera funzionale al rinsavimento di don quijote quella adottata dal baccelliere Sanson Carrasco che diventa il Cavaliere degli Specchi. Questo stratagemma delinea un'altra modalit di metamorfosi che coinvolge don quijote dall interno della propria chimera. il quijote una satira dei libri di cavalleria Nel prologo della prima parte del romanzo, lalter ego dellautore, sotto le vesti di un amico, consiglia allo scrittore diventato personaggio, su quali modalit di scrittura adottare. Dichiara che lo scopo dellopera screditare i libri di cavalleria e riferimenti a questo tema si possono trovare in tutto il testo. Lautore critica il consumo smodato di queste opere e la scarsa qualit dei seguaci contemporanei che esasperano linverosimile adottando uno stile contorto. La sua opera invece vuole rappresentare un canto ai nobili ideali della cavalleria frantumati dalla grettezza di una realt dove il riso omerico stato trasformato in burla, lamore in lascivia e lo slancio in tornaconto. La bipolarit dellopera si nota gi dal principio, perch cervantes vuole demolire un modello letterario ed esaltare un modello storico. Per fare ci assumo lo schema strutturale delle opere cavalleresche, quindi il testo si mostra come una trascrizione di un manoscritto ritrovato, in cui un antico cronista ha fissato le avventure delleroe. Nel quijote la figura del narratore appare triplicata: Narratore anonimo o secondo autore (cervantes) Cronista arabo o primo autore (Cide Hamete Benegeli) Traduttore arabo Un altro segno di questa bipolarit lo troviamo nella struttura dellopera: la divisione in capitoli brevi e la loro organizzazione in serie progressive e tipica dei libri di cavalleria. Questa organizzazione pu essere giustificata dal tipo di lettura che prevedeva; una lettura orale. Questa pianificazione strutturale spiega le distrazioni o le incongruenze di alcuni episodi allinterno del romanzo. Il fulcro della satira contro i libri di cavalleria si mostra attraverso la follia delleroe. Cervantes ha costruito il suo personaggio dotandolo di un fraintendimento fondamentale: questi crede che i cavalieri dei romanzi siano veri come quelli della storia.

La struttura dellopera Il romanzo di Cervantes si pu definire come un testo con struttura schidionata. La linea narrativa costituita dal racconto delle avventure dei due protagonisti, incontra altre storie che hanno con essa un rapporto di implicazione o estraneit. Nella seconda parte la comparsa del quijote apocrifo di Avellaneda, sprona Cervantes ad intraprendere una fervente polemica con lusurpatore, modifica il registro del romanzo ed il testo diventa la difesa e lapologia del vero don quijote. Avellaneda costruisce il proprio don quijote ambientandolo a Saragozza dove i due cavalieri alla fine della prima parte vi si erano recati per partecipare ai tornei, cervantes per riaffermare la paternit della sua opera e dei suoi personaggi stabilisce delle relazioni di intertestualit tra la scrittura della seconda parte del suo quijote e la storia pubblicata da avellaneda. La prova di una vera ed unica paternit dellopera e la decisione di Cervantes di far cambiare met del viaggio ai protagonisti. Il meccanismo intertestuale spinto da Cervantes fino a fare apparire nel proprio romanzo, un personaggio di Avellaneda, Don Alvaro Tarfe che spinto da don quijote dichiara davanti al sindaco del paese lesistenza di due sancho panza e due don quijote e che quelli di fronte a loro siano gli originali. Don quijote e sancho panza quanto apprendono la notizia della pubblicazione delle loro avventure si staccano dallo status di personaggi ed appaiono come rappresentazione di esseri reali che discutono sullautenticit delle opere che descrivono le loro imprese. A livello tematico registriamo: il doppio la follia il viaggio le armi e le lettere la libert il desiderio lutopia A livello le le la la strutturale ricordiamo discussioni sulla teoria del romanzo radici folcloriche pariamologia tradizione carnevalesca