Sei sulla pagina 1di 87

Traumi del gomito nelladulto e loro esiti

Fabio Curini-Galletti

Il gomito complesso articolare costituito da tre articolazioni il cui ruolo di porre la mano in un punto utile dello spazio con la rotazione del radio intorno allulna

Ulnoomerale Radiomerale Radioulnare prossimale

Stabilit ulnoomerale congruenza osteocartilaginea ulna sulla troclea omerale Capitelloradiale stabilizzato lig anulare ligcollaterale radiale lig collaterale ulnare laterale(coadiuvano nellostress in varo) Stress in valgo stabilizzato collaterale mediale + capitello

Stabilizzatori dinamici:bicipite e brachiale volari,tricipite dorsale,flessoripronator i mediali e origine estensori laterali

Nervi

Nervo radiale Nervo mediano Nervo ulnare

Arterie
Arteria brachiale

Palpazione componenti ossee ed articolazioni

Olecrano Condilo mediale Condilo laterale Articolazione radioomerale(articolazione ulnoomerale non palpabile)

Lesioni dirette Lesioni indirette Tessuti molli Tessuti ossei Entrambi Alta energia Bassa energia

Rx AP ed LL Rx oblique per coronoide e capitello TAC per scomposizione frattura Eco parti molli RMN valutazione lesioni capsuloligamentose + vitalit ossea

Lussazioni e lesioni capsulo-ligamentose Clinica RX Trattamento incruento Trattamento cruento

Lig collaterale radiale

Fratture capitello radiale Frattura del gomito pi frequente(20%) Classificazione di Mason EssexLopresti(membrana interossea)

Fratture coronoide ulnare Rare da sole presenti nel 15% lussazioni Spesso destabilizzanti

Fratture dellolecrano
Facile diagnosi Rx

Fratture omero distale Rare Accurata valutazione rx e TAC Sottostimate fratture troclea ed condiloomerale,intraarti colari

Lesioni tendine distale bicipite


Frequenti Ovvia evidenza clinica se totali,non ovvia se parziali(RMN utilissima in questo caso) In genere soluzione chirurgica

Lesioni tendine distale del tricipite Estremamente rara Parziale(conservativo) Totale(chirurgico)

Esiti di lesioni Molto frequenti:errata diagnosi e/o errato trattamento iniziale Diagnosi e trattamento corretto ma gravit della lesione

Ricostruzioni ligamentose Artrolisi Artroplastiche biologiche Artroprotesi Artrodesi Associazioni metodiche suddette

Accesso chirurgico laterale

Preparazione lembo capsulofasciale

Preparazione capitello radiale

Cheiloplastica capitello

Pericondrioplastica

Ricostruzione strutture capsuloligamentose

Rinforzo capsulare

Protezione con splint inizio FKT precoce

Pericondrioplastica RUP:stesso caso mostrato precedentemente andato incontro nelle progressione della patologia artropatica a protesi totale GSBIII:si evidenzia il capitello con neocartilagine

Chirurgia ricostruttiva del gomito:pericondrioplastica articolazione omero-ulnare


Selezione accurata: pazienti con integrit strutture anatomiche con solo danno cartilagineo.

Pericondrioplastica
1877 Tizzoni Sulla istologia normale e patologica delle cartilagini ialine 1914 Haas Regeneration of cartilage and bone with a special study of these processes as they occur at the chondrocostal junction 1920 Gillies per primo esegue artroplastica temporomandibolare con innesto di cartilagine costale 1972 Skoog dimostra il potenziale condrogenico del pericondrio anche quando venga sollevato come lembo. 1976 Skoog e Johansson : ricostruzione della superficie articolare della testa metacarpale dellindice con innesto di pericondrio 1978 Engkvist ed Ohlsen dimostrano la capacit condrogenica del pericondrio anche quando usato come innesto 1979 Engkvist Skoog Pastacaldi Yormuk JuhlinThe cartilagineous potential of the perichondrium in rabbit ear and rib 1979 Pastacaldi ed Engkvist presentano quattro pericondrioplastiche di polso 1980 Engkvist ed Johansson 26 pericondrioplastiche MCP IPP 1982 Pastacaldi 17 AR pericondrioplastiche di polso 1984 Seradge Kutz Kleinert Lister Wolff 36 MCP IPP pericondrioplastiche 1992 Hasegawa e Yamano 7 fratture intraarticolari con innesto di cartilagine costale 1995 Katsaros Milner e Marshall 6 IPP artroplastiche con cartilagine e pericondrio 1998 Takayama 30 MCP ed IPP con innesto condropericondriale

pericondrioplastica
Casistica Chirurgia della Mano e Chirurgia Funzionale AOP 19772001:75 34 polso 6 trapezio metacarpale 14 metacarpofalangee dita lunghe 9 interfalangee prossimali 4 metacarpo falangea pollice 1 interfalangea pollice 7 gomito(radioomerale ulnoomerale)

43 AR 32 trauma

Pericondrioplastica gomito
Intraoperatorio

Pericondrioplastica di gomito

Pericondrioplastica gomito
Controllo a distanza-5 mesi

Anconeo(Morrey)

Cutis graft(Morrey Froimson)

Achilles tendon allograft

Artroplastica totale gomito.

Ollier

Herbert

Hass

Trans tricipitale

Morrey

Chirurgia del gomito due obiettivi 1)mantenere riduzione stabile e concentrica dellarticolazione 2) iniziare chinesi precoce

Le fratture alterano la stabilit articolare con il rischio di sublussazioni e lussazioni ed incongruenze articolari secondarie Accurato trattamento chirurgico permetter ripristino di valido supporto osteoligamentoso con possibilit di sicuro ed immediato movimento