Sei sulla pagina 1di 23

EC8 e NTC 2008 Particolari costruttivi: pareti, travi di collegamento

Prof. Ing. Guido Magenes Dipartimento di Meccanica Strutturale, Universit di Pavia guido.magenes@unipv.it

PARETI IN C.A.

Pareti in c.a.: principali meccanismi di collasso sotto lazione sismica

pressoflessione

taglio

scorrimento

ribaltamento (rocking)

Pareti in c.a.: rottura per pressoflessione

(Bertero, 1980)

Forme ricorrenti delle sezioni delle pareti:

(Paulay & Priestley, 1992)

Pareti in c.a.: rotture per taglio o scorrimento

taglio-scorrimento: attivazione di meccanismi di attrito ed effetto spinotto

taglio-trazione: associata alla formazione di fessure diagonali e snervamento dellarmatura

taglio-compressione: rottura delle bielle compresse del cls danima (c: caso monotono d: caso ciclico)

(da Penelis, Kappos 1997)

Pareti: definizione e limiti geometrici (EC8)


Si definiscono pareti gli elementi portanti verticali quando il rapporto tra la minima e la massima dimensione della sezione trasversale inferiore a 0.25 Si definiscono pareti duttili quelle in cui si presuppone lo sviluppo della resistenza flessionale della sezione alla base. La fondazione deve quindi consentire lo sviluppo di questo meccanismo (no rocking) Spessore minimo delle pareti duttili (bw0): dove hs = altezza libera interpiano Sforzo assiale normalizzato prodotto dai carichi da gravit:

bw0 max{ 150mm; hs / 20}

N Sd d = 0.4 Aw f cd

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)

Altezza della zona critica: hcr= max (lw; hw /6)


in ogni caso:

2lw hcr hs per n 6 piani 2hs per n 7 piani

Nella zona critica necessario garantire un livello adeguato di duttilit in curvatura. Ci pu essere ottenuto mediante la realizzazione di elementi di contorno , ovvero di zone opportunamente confinate a ciascuna estremit della sezione del muro.

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)


Lestensione lc degli elementi di contorno dettata dallestensione della zona in cui si prevede che venga superata la deformazione limite del CLS non confinato (cu2 = 0.0035-0.004), a cui corrisponde lespulsione del copriferro.

cu 2 = 0.0035

cu 2,c = 0.0035 + 0.1 wd

spessore minimo degli elementi di contorno 200 mm in ogni caso, e:

wd 30 ( d + v ) sy ,d

bc 0.035 b0

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)

coeff. di efficienza del confinamento

wd 30 ( d + v ) sy ,d

bc 0.035 b0
percentuale meccanica di armatura verticale nellanima def. di snervamento di calcolo acciaio

percentuale meccanica (volumetrica) di armatura di confinamento

(es. : = 2q0 1)

duttilit richiesta in curvatura

azione assiale normalizzata

v = v

f yd ,v f cd

Nel caso di elementi di contorno con spessore maggiore dellanima oppure in presenza di flange si danno precisazioni per il calcolo dei parametri d, v, xu

xu ( d + v )
se xu < lc

lwbc b0

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)


Percentuale meccanica dellarmatura di confinamento nellelemento di contorno:

Nellelemento di contorno in zona critica e in tutte le zone in cui si prevede che la deformazione del CLS superi 0.002 si deve disporre una percentuale geometrica minima di armatura verticale, pari a 0.5% I requisiti sullarmatura di confinamento sono rilassati se: oppure se:

d 0.2

d 0.15

ed il coefficiente di struttura q viene ridotto del 15%

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)


Se vi la presenza di flange, non necessario disporre il confinamento a patto che le dimensioni della flangia rispettino i seguenti requisiti (hs = altezza libera interpiano):

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)


Prescrizioni aggiuntive per pareti di classe H Se vi la presenza di flange con spessore e larghezza adeguate (vedi figura) e lelemento di confinamento non si estende oltre 3bw dalla flangia, allora lo spessore minimo dellelemento di contorno dettato dai requisiti minimi per lo spessore dellanima (max [150 mm ; hs /20]).

Per il confinamento dellelemento di contorno si prescrive che le staffe rispettino i reguisiti geometrici (diametro min, passo max) delle colonne di classe H , e che il confinamento wd non sia inferiore a 0.12. Al di sopra della zona critica necessario disporre elementi di contorno almeno per un ulteriore piano, con confinamento pari alla met di quello richiesto in zona critica.

Pareti: dettagli costruttivi per le pareti duttili (EC8)


Prescrizioni aggiuntive per pareti di classe H E richiesta una armatura diffusa minima di anima orizzontale e verticale h,min = v,min = 0.002 in forma di griglia (es. rete) su entrambe le facce dellanima (diametro min. 8 mm, s max. 250 mm o 25 ), collegate con legature ad un interasse max di 500 mm.

Per compensare gli effetti sfavorevoli di fessure lungo le riprese di getto (problemi di resistenza a scorrimento), deve essere presente una percentuale minima di armatura verticale che attraversi le riprese:

min

N Ed 1 . 3 f cd Aw 0.0025

/ f yd (1 + 1.5 f cd / f yd )

con Aw area totale della sezione del muro e N positiva se di compressione

Dettagli di armatura: ancoraggi delle armature (EC8)


Valgono le prescrizioni per le colonne.

Dettagli di armatura: giunzioni delle armature (EC8)


Non ammessa giunzione per saldatura nelle zone critiche degli elementi strutturali.
(Nota dellautore: non dovrebbe essere ammesso alcun tipo di saldatura sulle armature longitudinali in zona critica, es. saldature per facilitare lassemblaggio delle gabbie. )

Sono ammesse giunzioni con accoppiatori meccanici, purch adeguatamente testati (problema di eventuali infragilimenti locali). Deve essere disposta una adeguata armatura trasversale nelle zone di di sovrapposizione, come da EC2, utilizzando alcuni accorgimenti specifici per il calcolo dellarea totale di trasversale necessaria. Larmatura trasversale deve avere un passo non superiore a: s = min(h/4; 100 mm) dove h la minima dimensione della sezione (b per le pareti).

Pareti: definizioni e requisiti geometrici (NTC 2008)


Si definiscono pareti gli elementi portanti verticali quando il rapporto tra la minima e la massima dimensione della sezione trasversale inferiore a 0.25 Spessore minimo delle pareti (bw0):

150mm bw0 200mm se con travi di collegamento con armatura ad X 1/ 20 altezza libera interpiano
Sforzo assiale normalizzato prodotto dai carichi da gravit:

0.4 (classe A) N Sd d = Ac f cd 0.35 (classe B)

Pareti: dettagli di armatura (NTC)


Le armature, sia orizzontali che verticali, devono essere disposte su entrambe le facce della parete. Le armature sulle due facce devono essere collegate con legature in ragione di almeno 9 al m2 (passo 330 mm). Il passo tra le barre deve essere non maggiore di 30 cm Il diametro delle barre non deve essere superiore a 0.1bw (un decimo dello spessore della parete) Si definisce nellaltezza della zona inelastica di base hcr una zona confinata in vicinanza dei due bordi per una lunghezza pari a 0.2 lw su ciascun lato e comunque non inferiore a 1.5 volte lo spessore dalla parete (elementi di contorno).

Pareti: dettagli di armatura (NTC)


In tali zone: larmatura trasversale deve essere costituita da tondini di diametro non inferiore a 6 mm, disposti in modo da fermare una barra verticale ogni due, con un passo comunque non superiore a 8 volte il diametro della barra verticale o a 10 cm. Le barre non fissate devono trovarsi a non pi di 15 cm da una barra fissata. Il rapporto geometrico dellarmatura totale verticale, riferito allarea confinata, deve essere compreso tra i seguenti limiti:

1% 4%
Al di fuori delle zone confinate, in pianta ed in elevazione, vanno seguite le regole delle condizioni non sismiche, con un minimo di armatura verticale e orizzontale pari allo 0.2%

TRAVI DI COLLEGAMENTO

Travi di collegamento: risposta ciclica delle travi

M V = = 4.46 Vd
(Bertero& Popov, 1977)

V =

M = 2.75 Vd

Travi di collegamento: risposta ciclica delle travi tozze

Riduzione della rigidezza a taglio e pinching in una trave con basso rapporto di taglio (Bertero& Popov, 1977)

Ruolo delle travi di collegamento nei sistemi a pareti

l T Grado di accoppiamento: M tot


La parete si definisce parete accoppiata se

l T 0.2 (NTC) M tot 0.25 (EC8)

Travi di collegamento nei sistemi a pareti


se: l/h<3 e VSd>bdfctd (NTC) l/h<3 e VSd> bdfctd (EC8, cl. H) armatura bi-diagonale (a X)

staffe di contenimento

b0 > 0.5 b

lunghezza di aderenza maggiorata del 50% rispetto al caso non sismico

s 100 mm wd 0.12 (EC8)

Travi di collegamento nei sistemi a pareti


In aggiunta allarmatura diagonale dovr essere aggiunta armatura sufficiente su ciascuna faccia della trave per impedire lo sbriciolamento del cls fessurato non confinato: una rete di diametro 10 mm a maglia quadrata di lato 10 cm per faccia e due 16 mm ai bordi superiore e inferiore, ancorati per non pi di 150 mm entro le pareti