Sei sulla pagina 1di 18

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

3 Fatto di Napoli; Allez Azzurri!; 4 Il punto sulla serie A, successo nella nona giornata; 7 La Moviola, gli episodi dubbi della scorsa giornata; 8 Un occhio allEstero; i principali campionati esteri; 9 Fatto di Calciomercato, le ultime trattative; 10 Scommettiamoci Su & Indovina Chi?; 11 LItalia che verr, lUnder 17 sfider il Messico;

12 Uefa Youth League, crollano le italiane; 13 Il Dodicesimo Uomo in Campo; le 10 tifoserie pi


belle del mondo; 15 Fatto di EuroCup; 17 Scoviamo gli Sport, il Bandy; 20 Sport e Cinema, avete mai visto Laltra Sporca Ultima Meta?

Primo anticipo della domenica di serie A. La nona giornata inizia alle 12.30, orario insolito per gli Azzurri e tutti i tifosi che preferiscono di gran lunga assistere a questo match contro il Torino piuttosto che stare comodi a tavola, a pranzare di domenica con la famiglia. I ragazzi di Benitez si sono svegliati al mattino con crostata o pasta per colazione. Il Napoli viene dalla sconfitta contro la capolista Roma per 2 a 0 e una vittoria in Champions in casa del Marsiglia per 2 a 1, mentre il Torino viene da un pareggio prezioso con lInter per 3-3. La sorpresa per gli Azzurri quella di vedere Higuain dal 1. Napoli fatica a stare dietro Barreto e Cerci che sono velocissimi nei primi minuti di gioco con Insigne chespreca unoccasione proprio davanti la porta di Padelli che con timidezza non decide. Bellomo attera Mertens in area, De Marco fischia il rigore a favore dei partenopei che realizza Higuain al 14. Dopo il vantaggio sono gli azzurri che pressano i granata mettendoli in seria difficolt, Higuain in ottima forma tenta il raddoppio ma Padelli blocca in due tempi, subito dopo altro rigore in favore per il Napoli che realizza nuovamente Higuain al 32 su standing ovation dei 50.000 del San Paolo che per Ventura prende molto male. Alla ripresa Ventura sfrutta subito due cambi con Gazzi e Cerci che escono per far spazio a Basha e Meggiorini. Secondo tempo pi noioso parecchi tiri in porta per gli Azzurri con Padelli che si fa trovare sempre pronto. Al 67 Benitez fa riposare un ritrovato Higuain ed entra Callejon, subito dopo entra Pandev per Mertens e ultimo cambio a disposizione di Benitez che inserisce Zapata per Hamsik. All85 il Torino rimane in dieci per placcaggio di Basha su Pandev che stava andando solo in porta. De Marco concede due minuti di recupero che per sono inutili perch i padroni di casa vincono per 2-0. Adesso si spera nella completa ripresa di Higuain per il turno infrasettimanale di mercoled a Firenze.

KARINA ORNELLA PALOMBA

Ancora una volta (per la precisione la nona volta di seguito) la giornata della Roma. I giallorossi si impongono anche a Udine, dove battono di misura i ragazzi di Guidolin con un gol di Bradley. Lamericano entra e dopo quattro minuti dal suo ingresso segna, sintomo di grande voglia e grande coesione di gruppo. La squadra capitolina la prima regina indiscussa del campionato con ventiquattro punti su altrettanti disponibili, per altro eguagliando il record stabilito da Fabio Capello con la Juventus nel 2005/2006, anno dello scudetto poi revocato. Juventus e Napoli per, tengono il passo. Entrambe vincono a casa propria, per due reti a zero, rispettivamente contro Genoa e Torino. I bianconeri vanno in vantaggio con un rigore dubbio su Asamoah che realizza Vidal, Tevez, poi, chiude la pratica contro un Genoa mai in partita. A Napoli invece la giornata del Pipita Higuain, che si riprende prepotentemente la scena dopo le critiche dei giorni scorsi realizzando una doppietta dagli undici metri. Due rigori anchessi molto dubbi contro lo sfortunato toro. Sul terzo gradino della classifica siedono Inter e Fiorentina che continuano a tener botta. LInter schiaccia un buon Verona a San Siro, quattro a due il finale. I viola, dalla loro, rimontano un Chievo sempre pi in difficolt. Al Bentegodi, dopo il vanataggio iniziale di Cesar, Cuadrado si fa carico delle responsabilit e realizza una doppietta che regala i tre punti a Montella e company. Altro strafalcione per il Milan allegriano. A Parma i ducali si impongono per tre reti a due. I crociati vanno sono andati prima in vantaggio di due gol, poi Matri e Silvestre riportavano il Milan in vita, ma a tempo ormai scaduto una punizione di Parolo fa gioire i giallobl. Per il Milan una prova non da buttare completamente, ma di sicuro c molto da lavorare, ancora. Sfide salvezza: la Sampdoria batte lAtalanta uno a zero, fa lo stesso il Bologna in casa contro il Livorno vincendo con lo stesso risultato, mentre Catania-Sassuolo una gara avara di gol, terminata per lappunto con il risultato ad occhiali. A chiudere la giornata calcistica ci pensano Lazio e Cagliari, allOlimpico finisce due a zero. Klose e Candreva su rigore regolano gli isolani.

Ora sotto con il lungo turno infrasettimanale, si parte marted alle 20:45 con Atalanta-Inter e si finisce gioved al medesimo orario con in campo la capolista contro il mal ridotto Chievo di Sannino.

Dario Mainieri

SAMPDORIA ATALANTA 1-0 Nellanticipo della 9.a giornata la Sampdoria conquista i primi 3 punti della stagione tra le mura amiche del Marassi a discapito dellAtalanta. I blucerchiati si allontanano dalle zone basse della classifica portandosi a quota 9 giocando un primo tempo sottotono, subendo liniziativa avversaria senza mai impegnare Consigli. Nella ripresa Delio Rossi manda in campo una squadra con tuttaltro piglio e dopo varie tentativi trova il gol con Mustafi sugli sviluppi di un corner. Al 63 viene espulso Nica nelle file dellAtalanta, che mantiene il passivo di misura fino al 90.

INTER VERONA 4-2 Mazzarri ottiene la reazione che voleva dalla sua squadra, battendo e superando di due lunghezze in classifica il Verona di Mandorlini. Nerazzurri che al 9 si portano subito in vantaggio con lautorete di Moras, che devia in rete una conclusione di Jonathan, per poi ritrovare il raddoppio dopo tre minuti con Palacio. Il Verona prova a stare in partita ed al 32 Martinho accorcia le distanze, ma al 38 Cambiasso firma il tris. Ripresa che si riapre sullo stesso copione della prima frazione e sugli sviluppi di un corner Rolando firma il 4 a 1. Nel finale Romulo rende meno pesante il passivo.

NAPOLI TORINO 2-0 Al San Paolo il Pipita Higuain accartoccia un Torino giunto a Napoli un po confuso. Largentino si ristabilisce pienamente dallinfortunio muscolare firmando una doppietta con due tiri dal dischetto permettendo alla squadra partenopea di mantenere la scia della Roma. Il Napoli parte subito forte costringendo la squadra di Ventura alla fase difensiva ed al 14 Bellomo stende non clamorosamente Mertens in area di rigore, larbitro fischia e Higuain realizza il penalty. Il Toro fatica a venir fuori dalla propria met campo e la squadra di Benitez si impadronisce del gioco, fin quando Mazzoleni fischia il secondo rigore, questa volta inesistente, per i partenopei che trovano ilraddoppio sempre con Higuain. La squadra granata non reagisce ed il Napoli gestisce la partita fino al triplice fischio finale.

BOLOGNA LIVORNO 1-0 Prima vittoria in campionato per la squadra di Pioli. I rossobl grazie al colpo di petto di JeorgeCrespo al 3 minuto del primo tempo abbandonano lultimo posto in classifica, con una prestazione comunque non convincente. Quarta sconfitta consecutiva per gli uomini di Nicola, che nonostante limpegno non riescono a raddrizzare le sorti della partita.

CATANIA SASSUOLO 0-0 Pareggio a reti bianche al Massimino. La squadra di casa nonostante abbia in mano il pallino del gioco non riesce a concretizzare. Al 18 Pegolo si esalta sulla prima conclusione a rete dei padroni di casa con Plasil. La squadra di Di Francesco riesce a rendersi pericolosa, tentando il colpaccio,solo al 41 del secondo tempo quando Zaza salta Andujar ma clamorosamente fallisce a porta vuota. Le due squadre si trovano a braccetto a quota 6 in classifica.

CHIEVO FIORENTINA 1-2 Seconda vittoria consecutiva in rimonta per gli uomini di Montella, che aveva pronosticato le difficolt del match alla vigilia. Il Chievo al 13 si porta in vantaggio con un gol di Cesar su cross diDram mettendo in difficolt i viola per tutto il primo tempo facendo passare il gioco sempre sulle corsie laterali. Sullo scadere del primo tempo si scatena il tornado Cuadrado che con un tiro preciso batte Puggioni. Nella ripresa Montella passa al 3-5-2 e la squadra ne giova migliorando il suo gioco ed al 64 il numero 11 concede il bis approfittando di un rimpallo favorevole per poi concludere a rete. I padroni di casa tentano di reagire senza ottenere risultati. Sannino nonostante il quinto KO consecutivo viene confermato sulla panchina.

JUVENTUS GENOA 2-0 Dopo le due sberle ricevute da Fiorentina e Real Madrid, la squadra di Conte si rialza annientando il Genoa nel suo Stadium con una prestazione altisonante. La squadra di Conte parte subito decisa per fare risultato ma Pierin smorza gli entusiasmi salvando pi volte il risultato aiutato, al 18, dalla traversa colpita da Vidal. Ma non pu niente sul rigore concesso ai bianconeri, dubbio in quanto fuori area, realizzato dal cileno. La Juve non abbassa il ritmo volendo ed ottenendo il raddoppio con un gran gol di Tevez, che prima si fa beffa di Vrsaljko e poi infila Perin in diagonale sul palo lungo. Gli uomini di Gasperini non possono nulla se non evitare un passivo pi pesante fino al termine della partita. A rovinare il pomeriggio di festa stata la voce della rete di Bradley giunta da Udine.

PARMA MILAN 3-2 Grande vittoria voluta e ottenuta per gli uomini di Donadoni nella difficile partita contro il Milan uscito con un pareggio in casa dalla sfida contro il Barcellona. Il Parma parte subito forte ed al 10Biabiany sfrutta una disattenzione di Costant, cross in mezzo e Parolo schioda il risultato dallo 0 a 0. Al 45 azione fotocopia del Parma ma questa volta lex Antonio Cassano a capitalizzare a rete del 2 a 0 con un Milan in bambola fino alla fine del primo tempo. Seconda frazione con Allegri che conferma gli stessi 11 ma dopo soli 7 minuti fuori Poli e Balotelli, dentro Kak e Matri che dopopochi minuti segna il suo primo gol in rossonero. La partita si infiamma e Kak va vicino al pari,trovando al 18 con Silvestre che ribatte a rete la traversa di Zapata. Completata la rimonta lasquadra di Allegri vuole i tre punti, ma dopo vari tentativi, Parolo distrugge tutti i sogni rossoneri segnando con un siluro, complice lingenuit di Gabriel nel posizionare la barriera, su punizione. Per il Milan questo il sedicesimo gol incassato in 9 gare e la Roma dista a 16 punti. UDINESE ROMA 0-1 Inarrestabile la corsa della Roma che sotto il segno del mago Rudi Garcia centra la nona vittoria consecutiva in campionato eguagliando il record della Juventus di Capello nel 2006. I giallorossi, con le assenze pesanti di Totti e Gervinho, sono messi subito in difficolt dagli uomini di Guodolined al 3 Muriel intimidisce gli ospiti calciando sul palo. Il primo tempo si chiude con occasioni da entrambe le parti ed il secondo si apre con una Roma pi decisa a fare risultato con i tentativi diLjajic e Pjanic senza trovare il gol. Al 24 Maicon si fa espellere per doppia ammonizione costringendo i suoi a non scoprirsi imponendo allUdinese di credere ai tre punti. Ma con la mossa Bradley per Borriello Rudi Garcia cambia la partita: lamericano con un piattone dal limite firma il nono successo consecutivo e spedisce la Roma verso il successo. Napoli e Juventus rimangono a -5. LAZIO CAGLIARI 2-0 Ritorna Klose ed i biancocelesti prendono una boccata dossigeno conquistando tre punti in casa nel posticipo. Gli uomini di Pektovic dopo le ultime deludenti prestazioni ed il pareggio anonimo in Europa League contro lApollon, con una buona prestazione ed il ritorno del suo bomber, spazzano via le critiche. Dopo un primo tempo non esaltante accompagnato dai fischi dellOlimpico, la seconda frazione si apre con lentrata di Klose in campo. Con il tedesco nella mischia alla Lazio bastano 7 minuti per cambiare la partita: Candreva serve un assist al bacio per Miro che non pu sbagliare. 1 a 0 che dura solo 3 minuti perch Klose si procura un calcio di rigore che Candreva non sbaglia. Dopo luno due il Cagliari ne esce stordito e non riesce pi a rendersi pericoloso. I biancocelesti guidati dal suo bomber controllano la partita e guadagnanoi 3 punti preziosi per rilanciarsi. Ferruccio Montesarchio

Anticipo delle 18:00 Sampdoria - Atalanta: i blucerchiati meritavano un calcio di punizione per una trattenuta prolungata di Stendardo su Gabbiadini. Anticipo delle 20:45 Inter - Hallas Verona: polemiche sul rigore annullato a Rodrigo Palacio. In realt giusta la segnalazione di off-side dellattaccante neroazzurro. Ad immagine ferma, si pu notare il piede dellargentino al di l, di quella che una linea immaginaria tracciata dalla posizione del penultimo difendente. Al termine della gara il direttore di gara espelle due giocatori, uno per parte. Belfodil e Moras si battibeccano a pochi minuti dalla fine della gara, al triplice fischio i due continuano a cercarsi; il neroazzurro da una ginocchiata al veronese, che a sua volta risponde sferrando un pugno. Si tratta di condotta violenta, sanzionata, indiscutibilmente, con un cartellino rosso. Il giudice sportivo ferma i due giocatori per due turni. Anticipo delle 12:30 Napoli - Torino: la gara tra le due si decise dagli undici metri. Due sono i rigori concessi ai partenopei. Il primo rigore assegnato agli azzurri molto dubbio. Mertens, dopo aver scavalcato un granata, entra in area di rigore. Con il piede, per, si allunga la sfera, ma lazzurro era gi in caduta e, Bellomo che, aveva allungato la gamba, quasi a fare uno sgambetto allattaccante azzurro, la ritira. Mertens, furbamente, cerca lui stesso il contatto con il granata. Anche il secondo penalty, non doveva essere assegnato. Fernandez calcia e, la palla va a sbattere contro il gomito, chiuso, di Glik. La distanza ravvicinata e per di pi il granata ha il braccio attaccato al corpo. Il movimento non del braccio verso la palla, ma il contrario. Questi due criteri consentono di dire che il fallo di mano, non volontario. Lespulsione di Basha, esagerata. Il giocatore commette fallo su Pandev, che si stava involando verso la rete. Non si pu parlare di chiara azione da rete, perch Pandev sarebbe stato avvicinato da Vives. Gare delle 15:00 Juventus - Genoa: nei primi minuti di gioco, la Juventus meriterebbe un calcio di rigore. Pogba, inpossesso del pallone, entra in area di rigore, ma viene spinto da dietro. La spinta tale da far cadere il centrocampista bianconero, che perdendo lequilibro non riesce a controllare la sfera. Il rigore, invece, fischiato dal direttore di gara, doveva essere, in realt, una punizione a limite dellarea. Lo sgambetto di Kucka su Asamoah c, ma il tocco avviene di poco fuori larea di rigore. Facile sbagliare ad azione in rapida esecuzione. Parma - Milan: per De Jong, il direttore di gara mostra il cartellino giallo. Stessa azione di Bashasu Pandev. Qui il rossonero che commette fallo su Rosi. Il rossonero arpiona con una forbice il crociato. Saltato il milanista, Rosi sarebbe stato raggiunto da altri difensori. Udinese - Roma: lespulsione di Maicon avviene per doppia ammonizione. Entrambe sono giuste. Graziato, invece, Muriel. Ammonito, prima, per simulazione e, poi, graziato per il fallo commesso su De Rossi. Ci stava lennesimo giallo che, costavano lespulsione al bianconero. S.G

Premier league
Dopo 9 giornate di di campionato sempre l'Arsenal a comandare. La squadra di Wenger prima con 22 punti. Segue il Liverpool con 20 punti, subito dopo il Chelsea di Mourihno. Ottimo 4 posto del Southampton di Pochettino. Molto indietro le squadre di Manchester, il City sesto, lo united ottavo, molto staccato sia dalla vetta sia da un piazzamento in Europa. Nelle parti basse squadre racchiuse nel giro di pochi punti, risale il Sunderland, l'ex squadra di Di Canio penultima con 4 punti

Liga BBVA
Classico che va al Barcellona, la squadra di Tata Martino allunga sul rivale storico del Real Madrid. Terzo a 6 punti dalla vetta. Continua il momento magico dell'Ayletico Madrid, la squadra di Simeone seconda. In zona Europa league il Villareal continua la propria marcia inarrestabile, seguito da Getafe, Atletico Bilbao e Levante tutte a 16 punti. In risalita il Valencia con 13 punti. Grande bagarre in fondo classifica con 8 squadre in 5 punti. Chiude l'Almeria con soli 3 punti.

BUNDESLIGA
Dopo 10 giornate di campionato continua la lotta tra Bayern Monaco,Borussia Dortmund e Bayer Leverkusen. Molto indietro le altre, staccate tutte di oltre 10 punti. Dal quarto al tredicesimo posto troviamo ben 10 squadre racchiuse in soli 3 punti. Quarto posto champions conteso tra Borussia Monchenglabach ed Herta Berlino, rispettivamente con 16 e 15 punti. Nella parte bassa lottano Eintracht Francoforte ed Amburgo con 10 punti, Norimberga con 7 punti, Friburgo con 5 punti, chiude il fanalino Braunnschweih con 4 punti.

Ligue 1
Appassionato testa a testa in ligue1 tra le superpotenze Psg e Monaco. Molto staccate tutte le altre. Il sorprendente Lille, almeno in questo inizio di stagione sembra mantenere il passo delle prime della classe. Molto conteso un posto in Europa league. Diverse squadre racchiuse tutte in una manciata di punti. Dal quarto posto del Nantes con 19 punti al Tolosa che si trova al 12 posto con 15 punti. In zona salvezza troviamo una nobile decaduta del calcio francese, il Lione fermo a 12 punti. Chiude il Valenciennes a 5 punti Lino Iorio

Juventus, a caccia di Bonaventura.


A gennaio la Juventus prover ad acquistare un giocatore diverso rispetto a tutti quelli che possiede in rosa, specie nel settore avanzato dove manca un giocatore che per caratteristiche tecniche possa variare il gioco bianconero. Lidentikit quello di Giacomo Bonaventura, 24 anni, centrocampista tuttofare dellAtalanta, calciatore che per Marotta e Conte rappresenta il mix giusto tra fase offensiva e difensiva. Un giovane di prospettiva che la Juventus segue da tempo, anche perch Marotta pu contare sugli ottimi rapporti con lAtalanta visti gli affari Peluso e Padoin.

Inter, Lennon in prestito a gennaio?


Il mercato invernale si avvicina e i tifosi dellInter sono in attesa di sapere quali saranno i primi acquisti di Thohir. I neroazzurri guardano in Inghilterra, dove potrebbe esserci unoperazione davvero interessante con il Tottenham: il prestito dellesterno Aroon Lennon, 25 anni. Il mondiale si avvicina e Lennon sembra aver perso il posto da titolare ai danni di Townsend, Thohir potrebbe dunque sfruttare la situazione, con Lennon che andrebbe ad innalzare il tasso qualitativo della rosa di Mazzarri.

Milan, Montolivo obiettivo del Real Madrid.


Riccardo Montolivo sembra essere lobiettivo numero uno in casa Real Madrid. Il ventottenne centrocampista italiano sarebbe il rinforzo giusto chiesto da Carlo Ancellotti alla dirigenza madrilena. Questo perch pare ormai scontata la partenza di Xabi Alonso a fine anno, visto il non rinnovo da parte del centrocampista spagnolo. Operazione che comunque appare difficile anche perch il Milan, poco meno di tre mesi fa, ha affidato la fascia di capitano a Montolivo, ma conoscendo il potere economico del club spagnolo nulla sembra impossibile. Giuseppe Memoli

Turno infrasettimanale con due sfide interessantissime, stiamo parlando di Fiorentina-Napoli e Milan-Lazio. La prima gara certamente quella che promette pi spettacolo con i viola che dal secondo tempo con la Juventus sembrano attraversare un periodo d'oro e i partenopei reduci da due buone vittorie con Marsiglia e Torino. Il risultato pi scontato sembra essere il pari e magari con gol. Milan-Lazio invece una partita diametralmente opposta, due squadre non proprio nel pieno dello splendore alla ricerca della partita della svolta. Le difese sembrano per entrambe tutt'altro che imperforabili e scommettere sul Gol pu dare ampie garanzie. Il Bologna nonostante l'ultima vittoria continua a dimostrare di avere evidenti problemi, difficilmente torner a casa dalla trasferta di Cagliari, squadra che ora pu ricontare anche sul terreno amico del Sant'Elia. Anticipo tutto nerazzurro Marted tra Atalanta e Inter,storicamente da sempre una trasferta ostica per i milanesi. Il pari ci pu stare ed ben pagato.Genoa-Parma ispira l'under e al contrario Livorno-Torino il gol. La schiacciasassi Roma sar impegnata nel posticipo con il Chievo. L'undici di Sannino sembra poca cosa, stanno mancando i gol di Thereau e la sterilit di tutta la squadra sta incidendo in maniera decisa sulla posizione in classifica il No Ospite dietro l'angolo. Le nostre proposte: Fiorentina-Napoli X Cagliari-Bologna 1 Milan-Lazio Gol Sassuolo-Udinese X R.Madrid-Siviglia 1Hand. Roma-Chievo NoOspite Genoa-Parma Under Livorno-Torino Gol Atalanta-Inter X Espanyol-Malaga X

Antonio Greco

Indovina chi una rubrica che mette alla prova la conoscenza calcistica dei nostri lettori. Come si gioca? Verranno scelte delle figurine di calciatori e allenatori che hanno militato nel nostro campionato, alle quali verr cancellato il nome. Saranno cos bravi i nostri cari lettori ad indovinarli lo stesso? Naturalmente saranno dati dei piccoli suggerimenti, non siamo poi cos cattivi.

La soluzione dello scorso numero

-Marcelo Salas, el Matador, oggi un dirigente sportivo, da calciatore si divertiva a entusiasmare il pubblico. La sua esperienza pi gratificante in Italia senza dubbio fu con la Lazio. Nella capitale il cileno mise a segno ben 34 goal, vincendo anche una Supercoppa europea. Poi la Juve, prima di ritornare alla base, prima al River, poi al U. de Chile -Hernan Crespo, un ex attaccante argentino, oggi allena le giovanili e alloccorrenza diventa anche telecronista. Nella sua carriera ha sempre amato gonfiare la rete. Lo ha fatto con il Parma, dove si consacrato, poi con la Lazio, lInter, il Milan, il Chelsea per poi chiudere la carriera con 10 gli Emiliani. La soluzione verr svelata solamente nel prossimo numero, intanto prova a giocare sulla nostra pagina Facebook FATTO DI SPORT

Indizi: -Si tratta di due centrocampisti, ma solo uno gioca ancora; -Uno francese, laltro argentino; -Uno dei due oggi allena una squadra italiana, -Esteban e Rudi sono i nomi dei due; - Rudi ha sempre giocato in Francia, nel Lille, nel Caen e nel Martigues; -Esteban ha giocato nelle giovanili del Real Madrid, si poi consacrato con la maglia dellIndependiente, passando per il River Plate fino ad arrivare ad indossare finalmente la prima maglia del Real. Per lui in Spagna solamente 2 anni, prima di approdare in Italia, a parametro 0. -Rudi ha allenato per ben 4 anni anche la prima squadra per cui ha giocato; facendosi le ossa prima al Saint Etienne, poi al Digione e al Le Mans; -Esteban in Italia ha giocato solamente con una squadra, con la quale milita ancora, e con la quale ha vinto 4 Coppe Italia, 1 Champions League, e 5 scudetti. -Esteban soprannominato el Cuchu, per la somiglianza ad un noto cartone animato argentino, Rudi, invece, lo stratega, per lordine che metteva in campo da calciatore, e possiamo dire, anche da allenatore.

Nonostante la sconfitta rimediata nellultima gara della fase a gironi del mondiale, lItalia Under 17 passa, comunque, agli ottavi. Fondamentali sono state le vittorie contro Costa dAvorio e Nuova Zelanda, arrivate grazie alle due reti del piccolo Vido centravanti del Milan. Dopo due successi arriva, per, il primo ko per gli azzurrini; contro i sud americani che vincono in rimonta 2 a 1. Parte bene lItalia che, a soli undici minuti dallinizio della gara, trova subito il vantaggio. Stavolta Vido si veste da uomo assist e, confeziona per Parigini, il gol del momentaneo vantaggio. Dura, solo quattro minuti, la felicit azzurra. Alla terza azione uruguaiana dallinizio della gara; sugli sviluppi di un corner, Bregonis insacca di testa e, manda la palla in rete; 1 a 1 e, primo gol subito, in questa competizione, da Simone Scuffet. Pecca di questa Italia, nelle prime due gare, stata la poca convinzione di chiudere la partita su risultati sicuri (le precedenti gare, vinte solo 1 a 0) e, di soffrire costantemente. Riesce anche questa volta alla formazione di Zoratto, di complicare le cose. Nella ripresa, il ct dellUruguay ci crede e, prendendo spunto dal calo di concentrazione degli azzurrini, per una qualificazione gi in tasca, cambia modulo e mette nella mischia ben due attaccanti, che si aggiungono ai due schierati titolari. Il cambio tattico, mostra i suoi frutti; Benitez, segna il gol del vantaggio; 2 a 1. In netta difficolt lItalia, deve ringraziare il migliore tra i suoi: il portiere, per aver tenuto il risultato immutato sul 2 a 1. Lunica azione davvero pericolosa per gli italiani, capita suoi piedi del solito Vido; Cerri, al limite dellarea, non calcia, ma passa la palla al rossonero. Ilmilanista, per, si allunga troppo la sfera e, Cardozo pu bloccare con facilit. Con la sconfitta contro i celesti, lItalia viene scavalcata in classifica, proprio, dai sud americani, passando il turno come seconda del girone B.

Sconfitta che, soddisfa a met gli azzurrini: la qualificazione era gi agguantata, ma il secondo posto, porta con se il rischio di trovare la vincente e, quindi migliore, del girone F. E proprio migliore, la prossima sfidante dellItalia, agli ottavi di finale, di scena il 26 Ottobre. Si tratta del Messico, detentore del trofeo.
11 Annalisa Moccia

Non stata per niente una settimana da champions per Juventus, Milan e Napoli. Le tre formazioni italiane sono uscite tutte sconfitte dalle loro rispettive gare. La Juventus sprofonda a Madrid. I blancos si impongono per 6 a 2 sui bianconeri, presenti fisicamente all Estadio Alfredo Di Stefano, ma non con la testa. La mancanza di lucidit dei ragazzi di Zanchetta parsa gi nel primo gol del Real Madrid. Citti, su un cross, sbaglia luscita e Narvaez, tranquillamente, mette la palla in rete. E solo il 15 del primo tempo e solo il primo diuna lunga serie di errori che commetter la difesa bianconera. Al 35, arriva, infatti, il secondo gol per i madridisti. Impotente Citti di fronte ad un siluro di Narvaez. Dopo quattro minuti, arriva anche la terza rete, messa a segno da Rodriguez. Termina sul 3 a 0, il primo tempo, in cui c solo il Real Madrid. Il tabellino, infatti, segna a quota 0, le azioni salienti della Juventus. Dopo i quindici minuti di intervallo, si scende in campo e, a cambiare, per i bianconeri, non solo la disposizione in campo, ma anche il risultato; sempre a sfavore. A sei minuti dalla ripresa, Narvaez segna la triplettae, il Real Madrid si porta sul 4 a 0. Quando sembra che per la Juventus diventi tutto pi difficile, arriva il gol che apre le porte ad un possibile miracolo calcistico. In quattro minuti c la svolta bianconera; dal 29 al 33 entra in gioco la Juventus. Prima Buenacasa sblocca il risultato per la formazione italiana e, poi Soumah accorcia ancora di pi le distanze. La Juventus sembra aver ritrovato la voglia di reagire e, di poter lottare fino alla fine, per strappare, almeno, un punto agli spagnoli. Ma nemmeno il tempo di terminare i festeggiamenti, che la Juventus, subisce lennesima beffa. Jimenez mette fine ai sogni di rimonta dei bianconeri. La difesa schierata da Zanchetta si mostra un vero colabrodo e, al 43 commette anche il fallo che regala ai blancos la massima punizione. A tirare il calcio di rigore Juan Jose Narvaez. Il colombiano, dagli undici metri, non sbaglia e, trafigge, per il personalissimo poker, Citti. Termina cos 6 a 2, il match, in cui la Juventus ha tanto da recriminare; come laver ceduto il passo e, perso il primato in classifica (ora a quota 4 punti) a favore, proprio, del Real Madrid e della sorpresa Copenaghen (entrambe a 5 punti) che vince per una rete a zero sul campo del Galatasaray (1 punto). Il Napoli, mette in scena, in Francia, una vera e propria oper tragique. I partenopei, perdono per larimonta francese, una gara, che fino al 89, era dominata. Finisce 2 a 1 a favore del Marsiglia. Dal 10 del primo tempo, il Napoli si porta sull1 a 0, con Palmiero. Lazzurro prima tira addosso al portiere e, poi bravo e veloce a concretizzare a rete la respinta del portiere francese. La gara, per il Napoli si fa, ancora pi semplice, quando in dieci minuti, per il Marsiglia vengono espulsi due uomini. Con il gol di vantaggio e la doppia superiorit numerica, il Napoli, pu e deve, gestire il risultato comodamente. Tornati in campo, dopo i quindici minuti di recupero, il Marsiglia, non avendo nulla da perdere, si rende sempre pericoloso. Il momento della svolta arriva al 34, quando il direttore di gara, estrae il terzo cartellino rosso della giornata. Ad essere allontanato dal terreno di gioco lazzurro Prezioso, che rimedia il secondo cartellino giallo, per simulazione. In 9 contro 10, il Marsiglia acciuffa il pareggio, grazie a Dubois, che approfitta di un calcio dangolo per mettere inrete la sfera. Al 42, viene messa in atto, la clamorosa rimonta marsigliese. Guirassy leroe di giornata; il suo gol, porta la prima vittoria in casa Marsiglia. Napoli, frenato in Francia, non approfitta del pari, a rete inviolate, tra Arsenal (7 punti) e Borussia Dortmund ( 4 punti) e, rimane, cos, ancora a quota 3 punti. Anche il Milan sprofonda contro un inarrestabile Barcellona. A Sesto San Giovanni, i rossoneri diFilippo Inzaghi perdono 6 a 2. Lavvio quello buono; i rossoneri non sembrano per niente impensieriti dal blasone degli avversari e, al 16 trovano il gol del momentaneo 1 a 0. Barisic, su assist di Di Molfetta, con freddezza sotto porta, spiazza Ondoa. Inzaghi dallaarea tecnica e Galliani in tribuna, non possono non contenere la gioia per il gol trovato. Al 20, per, El Haddadi gela i pochi tifosi milanisti accorsi al Brera. Il Barcellona, invece di leccarsi le ferite, agguanta subito il pareggio e, nemmeno il tempo di dare il via al gioco che, i catalani si portano, nuovamente, di fronte a Piccinocchi. E Sanabria che, con una perfetta diagonale, va a siglare il gol del vantaggio; 1 a 2. Il Milan, per, non demorde e, reagisce, prima con Di Molfetta che tira di poco alto e, poi conCristante; il suo tiro rasoterra sfiora, solo, il palo. Buona la reazione del Milan che, per, in affanno, quando il Barcellona recupera palla. Infatti, su un contropiede, i rossoneri sono sbilanciati e la linea difensiva non riesce a recuperare lo svantaggio numerico. Godswill, solo, tira e centra la porta. Al termine del primo tempo, il Milan sotto per 3 reti a 1, ma la gara ancora aperta. Allinizio del secondo tempo, Cristante si fa perdonare per lazione sprecata nei primi 45 minuti, mettendo a rete, la palla del 2 a 3. Nel momento in cui la partita sembra indirizzarsi verso il pareggio milanista, ecco che Sanabria ripristina legemonia catalana. Il Barcellona fa il poker e, dopo sette minuti, esattamente al 32, El Haddadi, segna la quinta rete blaugrana. Nei minuti di recupero, Rolon, umilia, definitivamente, i rossoneri. Termina, dunque 2 a 6, la gara che decretava la vetta in solitaria, nel girone H. il Barcellona, cos si porta a punteggio pieno, segue il Milan, che rimane a quota 6, poi c il Celtic, che conquista i suoi primi 3 punti, vincendo con lAjax, ancora aquota 0. Annalisa Moccia

12

Il sito francese Sofoot.com, ha stilato una classifica tra le dieci migliori tifoserie al mondo. Questo perch davvero il pubblico con le sue maglie, le sciarpe, i cori, le animazioni, gli striscioni in grado di infondere una carica non indifferente ai calciatori in campo. Per questo considerati il 12 uomo in campo. --La prima posizione senza dubbio quella argentina del BocaJunior. Famosissima squadra, in tutto il mondo, forse perch vi ha giocato il pi grande Maradona o forse davvero perch ha la tifoseria pi bella del mondo, proprio da LA DOCE dellaBombonera di Buenos Aires prende vita il dodicesimo uomo. Incoraggiamento incessante, unico e inimitabile di papelitos gialli e blu. Inutile dire che questa tifoseria, forse, d il meglio di s durante il Superclasico con i rivali storici del River Plate.

Al secondo posto ci sono i tedeschi del Borussia Dortmund. Dove tutti hanno potuto apprezzare a pieno, soprattutto lo scorso anno in Champions, lo spettacolo che s regalare una delle curve pi belle dEuropa, se si pensa che gli stessi giocatori a fine partita stanchi ed esausti si accomodavano sullerbetta per godere di tanto spettacolo un motivo ci sar. Indiscrezione vuole che uno dei CapoUltras delBorussia ha confessato di prendere ispirazione dal Boca. Al terzo posto ci sono gli scozzesi del Celtic. Senza dubbio la tifoseria pi romantica che dedica cori a cappella sulle note diYoull Never Walk Alon, riuscendo ad emozionare tifosi verdi e non. Al quarto posto ci sono i marocchini del Raja Casablanca. A gran sorpresa la quarta posizione di una squadra africana dove il calcio vissuto molto intensamente e dove i Vox Populi hanno mostrato una impressionante dimostrazione di fervore e di potenza vocal

Al quinto posto troviamo, finalmente, unitaliana Napoli. La pi bella tifoseria italiana, secondo Sofoot.com, quella napoletana anche se potrebbe essere quella pi derisa e giudicata dai connazionali italiani, in Europa e nel Mondo sono considerati quegli Ultras che hanno fatto dellodio altrui un punto di forza, loro contro tutti. Infatti non a caso tutti temono di giocare contro il Napoli al San Paolo considerato un luogo da temere. Il calcio a Napoli la Vita, la Morte e lOrgoglio di unintera citt.

13

Al sesto posto i turchi del Galatasaray. Con Benvenuti allInferno i tifosi di questa squadra dalla tribuna danno unincredibile dimostrazione di forza alla propria squadra

Al settimo posto gli spagnoli del Athletic Bilbao. Nonostante il vecchio stadio SanMames di Bilbao sia stato demolito. Un luogo di pellegrinaggio per tanti tifosi spagnoli che per verr sostituito con uno nuovo omonimo pi grande e pi moderno, si spera solo che il calore dei tifosi non muti.

Allottavo posto i serbi della Stella Rossa Belgrado. Dallimpressionante stadioMarakana di Belgrado, la Stella Rossa vince sulle altre squadre dei Balcani anche se purtroppo sa accendersi solo negli appuntamenti importanti.

Al nono posto la giapponese dei Urawa Red Diamonds. Il calcio in Giappone divenuto importante di recente, ma Saitamail calcio provoca un entusiasmo unico.

Infine proprio loro, i francesi, si collocano al decimo posto con il Saint-Etienne.

Qualche settimana fa La Gazzetta dello Sport aveva proposto un sondaggio chiedendo, a cinquanta calciatori di Serie A, quale fosse la migliore tifoseria di Serie A. Il Torino si era aggiudicata il primo posto con il 18% dei voti; seguito dallAtalanta con l14% dei voti, il terzo posto a Sampdoria e Genoa con 12% dei voti a pari merito. Palermo, Lazio e Napoli a gran sorpresa (secondo la Gazzetta)precedono Milan, Juventus e Inter che in tre raccolgono due voti. Alla luce della Top Ten francese di Sofoot.com verrebbe da chiedere ai calciatori di Serie A quali tifosi abbiano visto?!

KARINA ORNELLA PALOMBA

14

Domenica 27 ottobre si chiude nel migliore dei modi il primo turno di Euro Cup per la pallanuoto partenopea. Posillipo batte in casa il Montpellier 11-7 in quest'ultima giornata del girone B, conquistandone il primo posto. Altrettanta sorte quella dell'Acquachiara che, seppur lontana da casa e precisamente in Olanda, batte con molta facilit e dimestichezza la squadra di casa Utrecth per 16-4 come dimostrato dai risultati; l'Acquachiara vince cos il girone C con un solo punto di distanza dal Primorac. Posillipo e Acquachiara vanno dunque ai quarti dove si scontreranno con le seconde degli altri gruppi durante l'andata del 20 novembre e il ritorno del 18 dicembre.

Girone B
Girone B - Napoli (Italia) Venerd 25 ottobre Montpellier-Spartak Volgograd 7-11 Dooa Posillipo-Steaua Bucurest 11-6 Sabato 26 ottobre Steaua Bucurest-Montpellier 9-11 Dooa Posillipo-Spartak Volgograd 11-11 Domenica 27 ottobre Spartak Volgograd-Steaua Bucurest 11-9 Dooa Posillipo-Montpellier 11-7 Classifica Punti 1 Circolo Nautico Posillipo 7 2 "Spartak-Volgograd" Man 7 3 Montpellier Water Polo 3 4 Clubul Sportiv Steaua Bucuresti 0

Girone C
Girone C - Utrecht (Olanda) Gioved 24 ottobre Utrecht-Primorac Kotor 5-9 Vojvodina Novi Sad-Olympic Nice 12-7 Venerd 25 ottobre Utrecht-Vojvodina Novi Sad 11-7 Carpisa Yamamay Acquachiara-Primorac Kotor 13-12 Sabato 26 ottobre Olympic Nice-Carpisa Yamamay Acquachiara 9-9 Vojvodina Novi Sad-Primorac Kotor 6-11 Sabato 26 ottobre Utrecht-Olympic Nice 6-6 Carpisa Yamamay Acquachiara-Vojvodina Novi Sad 15-7 Domenica 27 ottobre Olympic Nice-Primorac Kotor 7-9 Utrecht-Carpisa Yamamay Acquachiara 4-16 Classica 1 Carpisa Yamamay Acquachiara 2 V.K. Primorac 3 UZSC, Utrecth 4 Water Polo Club "Vojvodina" 5 Olympic Nice Natation Punti 10 9 4 3 2

Nunzia Casolaro

Silenzi imbarazzanti esistono nel mondo dello sport se non si parla di calcio. Poi quando qualcuno ha loccasione di salire sul gradino pi alto del podio, vedere il proprio tricolore sventolare pi in alto degli altri, ascoltare linno di Mameli allora si pu sentir parlare anche di pugilato. Sembra essere finita la maledizione delleterno secondo e dellargento per Clemente Russo. Infatti il campione di Marcianise, il 26 ottobre si laureato campione del mondo ad Almaty, in Kazakistan contro il russo Evgeny Tishchenko, vincendolo ai punti con il verdetto unanime da parte dei giudici. Questo oro attesissimo e meritatissimo, da parte del Tatanka, arriva dopo quello del 2007 di Chicago. Si parla di una vera impresa per Russo se si pensa che lavversario era un colosso rispetto a lui,di appena venti centimetri pi alto. Quando si dice che a vincere sempre il cuore. Il titolo mondiale viene dopo due delusioni olimpiche, due argenti, di Pechino e di Londra. Altri podi italiani sono riservati a Cammarelle e Valentino che si aggiudicano un bronzo a testa. Intanto Russo sogna un altro oro olimpico a Rio 2016. KARINA ORNELLA PALOMBA

Sar un Tour nuovo pi moderno e lontano da i tipici canoni e schemi che lo hanno sempre contraddistinto quello appena presentato a Parigi. L'edizione 101 segna una vero e proprio cambiamento nella corsa francese che sembra aver iniziato una nuova era. Una gara pi "italiana" considerando il tracciato dell'attuale Tour paragonato ai tipici percorsi del nostro Giro. Ci significa tanta salita con un conseguente aumento dello spettacolo e meno cronometro, specialit che ha spesso influito in maniera troppo eccessiva. Deciso il taglio con la storia, nessuna tappa mitica e nessuna icona del ciclismo transalpino. Tourmalet e Izoard sono le uniche montagne che possono raccontare tanta storia ma sembra che quest'anno non potranno assisterne ad una nuova data la lontananza dal traguardo. Cos come il Giro nel 2014 la corsa prender il via dalla Gran Bretagna, sar Leeds il 5Luglio a far scattare lo starter e per tre tappe fino all'arrivo a Buckingham palace sar solo suolo inglese. Molto soddisfatta la nostra speranza Vincenzo Nibali, nell'anno in cui ha deciso di puntare tutto su questa corsa chi l'ha disegnata sembra averla creata per lui, lo sperava ma certamente non fino a questo punto. Contador e Froome sono avvisati. Antonio Greco

Nel calcio spesso accade che non scorra buon sangue tra un calciatore e un proprio allenatore, c' chi sogna un pronto esonero, c' chi gli augura funeste sciagure ma incredibilmente c' chi da oggi ha tentato addirittura un agguato mortale. Siamo in Libia, l'allenatore l'egiziano Hossam Al Badry, la squadra Al Ahly Tripoli (club della massima serie), il calciatore(o meglio l'attentatore) Muhammad Al Maghrabi. Il tecnico stava rincasando in auto dopo una trasferta quando tre uomini hanno aperto il fuoco contro la vettura. Solo la freddezza dell'allenatore ha permesso di non perdere il controllo del mezzo e riuscire a raggiungere una vicina stazione di polizia. La giustificata paura per l'attentato a costretto l'egiziano a tornare al Cairo, da qui tramite degli informatori ha scoperto il coinvolgimento del suo calciatore. Partita la denuncia la polizia libica ha accertato che Al Maghrabi era realmente invischiato in questa brutta vicenda e di conseguenza arrestarlo. Il club non nuovo a questi episodi di violenza, infatti dopo le ripetute e continue minacce subite da molti calciatori da parte di ignoti il presidente aveva minacciato di ritirarsi dal campionato in segno di protesta e ha chiesto protezione al ministro degli interni. Antonio Greco

Il bandy uno sport di squadra tradizionalmente giocato in Russia, Kazakistan, Svezia, Norvegia e in Finlandia dal quale derivato l'hockey su ghiaccio. Viene giocato da due squadre di undici atleti su un terreno ghiacciato delle dimensioni di un campo di calcio. Scopo del gioco segnare un punto, lanciando una piccola palla di materiale duro, per mezzo della speciale mazza, nella porta avversaria. A differenza dell'hockey su ghiaccio il portiere gioca senza mazza e blocca con le mani.

Rieccoci allappuntamento con Sport & Cinema. Oggi verremo catapultati ancora una volta sui campi da football e la pellicola scelta per voi : Laltra sporca ultima meta. Uscito nelle sale nel 2005, si tratta del remake del film del 74 Quella sporca ultima meta.Il protagonista interpretato dal comico statunitense AdamSandler, accompagnato da altri attori a stelle e strisce come TerryCrewe, William Fichtner, dal rapper Nelly e vari atleti di football e di wrestling. Tutta la vicenda ha inizio con lex stelle del football americano, Paul Crewe, in piena crisi per aver truccato una partita della sua squadra. Durante la festa della sua fidanzata, litiga con la stessa e totalmente ubriaco le ruba lauto. Dopo aver distrutto il veicolo viene fermato ad un posto di blocco e viene arrestato per furto e guida in stato di ebbrezza. Una volta in carcere il direttore Warden Hazen gli chiede di formare una squadra con i vari galeotti per sfidare quella dei secondini. Dopo uniniziale rifiuto, Crewe costretto ad accettare in quanto minacciato di un aumento della pena. Crewe viene aiutato dal vicino di cella Che-Ti-Serve (chiamato cos in quanto il fornitore di tutta la prigione) e da un altro ex atleta della palla ovale: Nate Scarborough. Purtroppo per i 3 la composizione della squadra molto dura a causa di vari gruppetti presenti. I primi galeotti vengono arruolati spulciando il database e vengono scelti quelli pi violenti. Ma numericamente non bastano e per questo Che-Ti-Serve suggerisce di affidarsi ai prigionieri di colore come lui per poter dare maggior velocit alla squadra. Questi per, consci del passato di Crewe, non accettano e cos lex atletadecide di sfidare il loro capo ad un uno contro uno a basket e in caso di vittoria si sarebbero uniti al suo team. Purtroppo Paul, anche se in maniera sleale, perde la sfida. Nonostante ci Megget,un giovane ragazzo molto veloce, accetta di unirsi al team. Intantotra i vari prigionieri c una spia che informa Knauer, capitano dei secondini, e gli comunica che sia Crewe che Megget sono le uniche 2 minacce. Per questo motivo le guardie cercano, attraverso minacce e insulti, di convincere il veloce giovane di colore ad abbandonare la squadra , ma questo desiste. Moss, capo del gruppo di colore, assiste alla scena e per questo motivo convince gli altri detenuti neri ad accettare la proposta di Creweper ottenere una rivincita contro i secondini. Le guardie sono molto attrezzate e pi allenate, grazie alluso di steroidi, degli avversari. Perci Che-Ti-Serve suggerisce ai suoi di giocare sporco e cos i galeotti sostituiscono gli steroidi con pillole di estrogeni. Tra i vari prigionieri il morale alto, e iniziano ad assumere le sembianze di una squadra. Cos i secondini decidono di intervenire e costringono linfiltrato Unger a mettere una bomba nella cella di Crewe, ma questa uccide Che-Ti-Serve che passava di li per caso. Arriva il giorno della partita. Paul e compagni ricevono delle divise che sono lultimo regalo d Che-Ti-Serve, ma i ragazzi sono molto gi per la perdita del loro amico. Il match inizia e i secondini subito passano in vantaggio mentre i prigionieri sono accecati dalla rabbia. Questi per, dopo una confusione iniziale, ritrovano la concentrazione e riescono a chiudere il primo quarto in parit, nonostante un arbitraggio iniziale chiaramente a favore dei secondini. Il direttore della prigione Hazen preoccupato per lesito del match e per questo incontra negli spogliatoi Crewe e lo ricatta: perdere la partita altrimenti sarebbe stato incastrato per la morte di Che-Ti-Serve e la pena sarebbe aumentata di 25 anni. Paul accetta ma a condizione che gli avversari avrebbero giocato lealmente. Al rientro Crewe finge un infortunio e lascia il terreno di gioco. I secondini si portano in vantaggio di 2 mete ma soprattutto giocano duro. Paul decide di tornare in campo ma i suoi lo abbandonano. Lex stella del football dimostra di voler vincere e chiede umilmente scusa ai suoi compagni per la partita truccata quando era un professionista e rivela anche il ricatto di Hazen. I galeottidecidono di perdonarlo e ritrovano la loro unione. Inizia cos la loro rimonta con lo stesso Crewe sugli scudi. Proprio quando manca una sola meta e il risultato su 35-28, il velocissimoMegget si fa male. Il ragazzo viene sostituito e per tentare di vincere il match i ragazzi decidono di provare uno schema mai utilizzato: Crewe e il coach iniziano a litigare per confondere gli avversari e Adesso sta a voi scoprire cosa succede. Perci prendete il telecomando e premete play. Buona Visione Vincenzo Vitale

Direttore: Cristiana Barone Editore: Antonella Castaldo Capo Redattore: Luigi Liguori Editing Grafica: Giuseppe Vecchione e Silvana Ventriglia Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo 2013 - Universit Parthenope di Napoli - Facolt di Scienze Motorie Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008 del 28/02/2008 Seguici anche su Facebook sulla nostra pagina FATTO DI SPORT per rimanere sempre aggiornato.

18