Sei sulla pagina 1di 4

Care democratiche e cari democratici, oggi un grande giorno per il Circolo del Pd di Martina Franca, oggi viene messo

o un altro passo nella costruzione di questo coraggioso progetto politico. Siamo tutti insieme in questa storica sede, che ha visto tante discussioni e tanti momenti importanti di confronto e di crescita per decidere il futuro dellazione politica di un centro sinistra che deve crescere e attualizzarsi in un momento storico unico e senza precedenti. Il nostro paese vive una vera e propria tempesta: leconomia virtuale mette in ginocchio quella reale, noi giovani siamo costretti a trovare soluzioni precarie prima di cercare costruire un futuro che, quasi sempre lontano dal paese di nascita, gli immigrati credono di trovare certezze e in un paese che ancora non sa vedere nellaltro un amico o un fratello, ma solo un ospite indesiderato da rimandare a casa. LItalia giusta, quella della chiarezza e della trasparenza, quella che non ammette pi attese ed errori. Un Italia Giusta non pu cancellare lIMU sulla prima casa e non sapere come pagare la cassa integrazione, o meglio e di pi, come creare ed incentivare il lavoro. UnItalia giusta deve costruire ponti e dialoghi moderni tra sindacati e imprese che ora, come non mai, hanno in comune la necessit di combattere un mercato sleale. Un Italia Giusta deve contribuire alla costruzione di una politica economica europea equa e solidale tra tutti i paesi a sostegno del lavoro e dello sviluppo economico. Il quadro delle scelte future complesso, e solo partiti, come il nostro, dove si dialoga e si pensa a visioni di futuro compatibili con le risorse del paese, possono essere impegnati nella costruzione di una Italia Nuova. Il Partito Democratico deve responsabilmente contribuire alla nascita della tanto e troppo attesa terza repubblica. Il PD che un partito popolare di massa, non pu esimersi dal prendere decisioni urgenti Smettendola di fare laltalena tra vecchi e nuovi nomi, tra vecchie e nuove

logiche. Questo un partito UNITO che deve assumere chiaramente delle posizioni tra la gente che non vuole solo alleanze, ma chiarezza di idee e di progetti per il futuro. Un partito fluido nella decisione preparato deve essere pronto ad affrontare con sicurezza gli appuntamenti sia amministrativi che pubblici. Il nostro deve essere un partito veloce nel prendere decisioni. UN PARTITO CHE SI FONDA SUL PATTO GENERAZIONALE Un partito che si fonda sulla consapevolezza che le intelligenze sono il presupposto per una buona azione politica e amministrativa e che senta tali sinergie. Un partito che si fonda nel riconoscimento del lavoro quale presupposto per la crescita del paese anche in regime si spending rewiev. Un partito che riconosce nellambiente un valore costituzionale da difendere e tutelare ma, che ne riconosce, al contempo la trasformazione e il miglioramento quale base di partenza per poter ospitare generazioni moderne e bisognose di attualizzazione . La tutela dellambiente non pu essere solo sinonimo di vincolo ma soprattutto di risorsa che crea economia, sviluppo e valorizzazione dellambiente stesso in maniera tale che nelle diverse accezioni possibili possa essere tramandato di padre in figlio di generazione in generazione. Un bene ambientale se ben gestito e non lasciato l al solo scopo monumentale rappresenta una risorsa, bisogna non aver paura di investire in idee che possano tutelare lambiente e creare sviluppo. Un partito solidale ed onesto nei confronti dei suoi rappresentanti che parta dal riconoscere le due realt come organiche ad un solo obbiettivo: LA BUONA POLITICA. Un partito che si fonda sulla lealt delle donne e degli uomini e che lo compongano in un clima solidale e lontano dalle ipocrisie che spesso frenano lazione amministrativa. Un partito uno per tutti tutti per uno che si fondi sul dialogo e la discussione, che sappia dare da un lato dei tempi e un calendario alla discussione, e dallaltro uno alla decisione e contestualizzazione. Un partito COERENTE che dica e faccia quello che dice. Un Partito lontano da alleanze anacronistiche e aperto a visioni moderne delle dinamiche della societ civile che intende amministrare. Questi principi a Martina Franca si devono tradurre in un azione amministrativa che di qui a breve porti a compimento: il DPP propedeutico alla stesura del PUG il nuovo appalto per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, ormai alle fasi

finali e di svolta storica della nostra citt. Siamo stati i primi a fondare l ARO in Puglia, e questo ci deve rendere orgogliosi! un piano organico di regolamentazione del commercio e dello spettacolo che semplifichi le attivit di impresa. Un confronto aperto tra gli attori imprenditoriali che sappia trovare pronto il territorio ad accogliere la nuova programmazione comunitaria. Particolare attenzione deve essere posta allagricoltura e allallevamento che sostengono insieme al Turismo nella Valle dei Trulli, una economia che purtroppo sempre pi sofferente. Un risveglio culturale che porta nuovi e giovani artisti a diffondere lamore per la nostra terra. il PUE della rigenerazione urbana che trova fondamento in un passaggio di ascolto allinterno della citt, quartiere per quartiere, contrada per contrada ponendo attenzione ai nuovi ed attuali fabbisogni di infrastrutture e servizi pubblici. Un piano che si fondi sulla perequazione pubblico-privato quale imprescindibile strumento di gestione di governo del territorio lapprovazione in consiglio comunale del progetto esecutivo dellSP58 e della Circonvallazione e relativo avvio delle pratiche espropriative e di cantierizzazione delle opere. lavvio dei lavori di ampliamento del nuovo depuratore comunale e lapprovazione di un progetto organico e sostenibile di riutilizzo e scarico delle acque depurate che non deturpi il paesaggio ma che al contempo riconosca anche alla componente idrogeologica un importante valore ambientale. la risoluzione delle problematiche legate alladeguamento e ampliamento della fogna urbana di Martina Franca ed avvio dei progetti di risanamento di assetto idrogeologico delle zone come il Votano, via Mottola ecc continuare con lammodernamento delledilizia scolastica, efficentando i nostri istituti dal punto di vista energetico e infrastrutturale. continuare ladeguamento ordinario della rete stradale comunale in modo che sia sicura grazie anche allimplementazione tecnologica dellimpianto di pubblica illuminazione. Sostenere le politiche sociali e partecipare attivamente alla progettazione e allattuazione del piano di zona 2013-2015 intensificando i rapporti con il comune di Crispiano e lasl ta/5 che comprendono il nostro ambito territoriale.

Queste sono solo alcune delle pratiche di buona politica che la nostra amministrazione ha gi messo in atto, il nostro partito deve portare avanti questo obbiettivo RAGGIUNGENDOLO CON SUCCESSO e facendo comprendere

alla citt cosa vuol dire RINNOVAMENTO. GRAZIE.