Sei sulla pagina 1di 19

Complesso Residenziale

Residenza Il Faggio Rosso


Via Vecchia per Ceriano Comune di Saronno (VA)

DESCRIZIONE DEI LAVORI

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

PREMESSA La descrizione dei lavori, riportata nel seguente fascicolo sintende semplicemente sommaria e schematica, con il solo scopo dindividuare e fissare gli elementi fondamentali e pi significativi. In sede di elaborazione del progetto esecutivo e delle esecuzioni delle opere per esigenze tecniche e modificazioni nelle scelte dei materiali potranno essere apportate varianti a quanto qui riportato. Lindividuazione dei marchi o ditte servono esclusivamente per meglio individuare le caratteristiche dei materiali prescelti. La D.L. a suo insindacabile giudizio, potr provvedere a scelte diverse da quelle indicate. La REDAL SRL si riserva in corso dopera o alla fine dei lavori, di approntare, discrezionalmente ed insindacabilmente qualsiasi modifica, variante e trasformazione alle parti generali e particolari del progetto, compresi i sottotetti, le altezze di colmo, di gronda, le linee di pendenza delle falde della copertura, le coperture di lucernari o abbaini, finestre, terrazzi, che non alterino, per, la consistenza e la qualit delle unit promesse in vendita. La REDAL SRL potr quindi apportare alledificio in costruzione tutte le varianti e le modifiche consentite dalle vigenti o future leggi, compreso il diverso utilizzo dei sottotetti in applicazione alla Legge Regionale n 15/96, n 22/99 e successive modifiche o integrazioni, per lesecuzione anche di un numero maggiore di alloggi nelledificio e di autorimesse nellinterrato.

Pag. 2 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

1)

PROGETTO Il progetto architettonico stato elaborato da: Laboratorio di Architettura PAOLO Arch. TAGLIABUE

CLAUDIO Arch. RADICE

CORRADO Arch. TAGLIABUE,

Via Domea n 53 CANTU (CO). La supervisione e il progetto immobiliare stato elaborato dalla Redal Srl.

2)

COSTRUZIONE La realizzazione del progetto stata affidata allimpresa REDAL SRL con sede in SARONNO (VA), Via Vincenzo Monti n 16, azienda certificata UNI EN ISO 9001:2000. Detta azienda si

assunta la responsabilit della realizzazione dellopera. La direzione lavori stata affidata al Dott. Ing. FEDERICA MANTEGAZZA dellUfficio Tecnico Redal.

3)

SCAVI Gli scavi sono eseguiti secondo le quote di progetto. La parte eccedente viene trasportata alle PP.DD. o in luoghi idonei al riutilizzo.

4)

STRUTTURE il progetto dei c.a. stato elaborato dallo Studio Dott. Ing. BORRONI SERGIO, Via Vecchia per Saronno n 9, SOLAR O (MI). Il progetto dei c.a. stato denunciato e depositato ai competenti Uffici Comunali. Nellesecuzione dei c.a. sono utilizzati materiali (cls. e ferro) corrispondenti alle prescrizioni di progetto la cui conformit verificata da prove e controlli certificati secondo le modalit del Sistema Qualit Aziendale.

Pag. 3 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

4.1)

Fondazioni Le fondazioni sono costituite da travi rovesce e plinti isolati.

4.2)

Elevazioni La struttura in elevazione delledificio realizzata: al piano interrato con muri in cls. armato finiti al rustico; ai piani fuori terra con travi e pilastri in cls. armato; i vani ascensori e delle scale con muri in cls. armato.

4.3)

Orizzontali I solai sono eseguiti in laterocemento (elementi in laterizio e getti integrativi in cls.) finiti con intonaco o gesso. La copertura dello scantinato e dei box realizzata con pannelli a lastre in c.a. alleggerite con blocchi in polistirolo integrate da armature aggiuntive e getti in cls.. La soletta del piano interrato finita a fondo cassero liscio.

4.4)

Scale Le scale di collegamento dei piani delledificio sono realizzate con struttura in c.a..

5)

IMPERMEABILIZZAZIONI TERRA

MURI

INTERRATI

CONTRO

Limpermeabilizzazione dei muri contro terra realizzata con membrana impermeabile bitume polimero da mm. 4 a giunti sovrapposti. La membrana nelle operazioni di reinterro protetta da fogli di polistirene espanso da cm. 2 o membrana in polietilene tipo Tefond.

6)

CHIUSURE PERIMETRALI I tamponamenti dei muri dambito saranno costituiti da muratura del tipo a cassa vuota, formata da doppio tavolato in laterizio con cappotto esterno termoisolante: paramento esterno costituito da lastre in polistirene espanso, spessore adeguato come da calcolo
Pag. 4 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

legge 10/91; mattoni tipo svizzero spessore cm. 12; intonaco rustico senza obbligo di piano allinterno della cassa vuota; camera daria; paramento interno in mattoni forati spessore cm. 8.

7) 7.1)

PARETI DIVISORIE INTERNE I tavolati interni saranno in mattoni forati da cm. 8 tra i locali del medesimo appartamento, da cm. 12 verso le pareti di bagno e cucina, da doppio tavolato in mattoni forati da cm.8 verso le pareti attrezzate dei bagni.

7.2)

Tra le diverse unit saranno in triplo tavolato con interposto isolamento termoacustico.

7.3)

Per i tramezzi delle cantine ed i box saranno in blocchi di cemento vibrocompresso tipo VIBRAPAC.

8) 8.1)

FINITURE SUPERFICIALI MURI INTERNI Locali di abitazione: sono finiti con intonaco base cemento con rasatura a gesso tirato in piano a frattazzo, rasato con finitura speculare. Gli spigoli vivi delle pareti sono protetti con

paraspigoli in lamiera zincata. I soffitti e le pareti non sono tinteggiati. 8.2) Locali di servizio e taverne: nei bagni e nelle cucine intonaco base cemento con finitura al civile e rivestimento in piastrelle di ceramica smaltata, di primaria marca nazionale, posate con collante sullintonaco e cemento bianco per la sigillatura dei

giunti. Nei bagni altezza del rivestimento cm. 200 su tutte le pareti. Nelle cucine laltezza del rivestimento sar di cm. 180 su tutte le pareti e solo la parete attrezzata con risvolto di cm. 60 per gli angoli cottura presenti nei soggiorni. 8.3) Autorimesse, cantine, corridoi e locali servizio: muri in cls. lasciato al rustico e muri in blocchi di cemento sigillati a vista.

Pag. 5 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

8.4)

Pianerottoli e vani scala: intonaco base cemento con rasatura a gesso tirato in piano a frattazzo, rasato con finitura speculare, le pareti saranno verniciate con colori a scelta del Progettista.

8.5)

Locali cantina abbinati agli alloggi: come punto 8.3).

9)

COPERTURE ED IMPERMEABILIZZAZIONI La copertura delledificio realizzata con: tetto piano tipo DERBIGUM; struttura in laterocemento; canali, scossaline e pluviali in rame 8/10; coibentazione per le prescrizioni della legge 10/91.

Sulla copertura sono posizionati i torrini di esalazione, gli abbaini, i lucernari, le antenne e tutte le attrezzature necessarie alla funzionalit delledificio. Limpermeabilizzazione dei solai del piano interrato, ove

necessita, sar eseguita mediante applicazione a secco di membrana in policloruro di vinile con sovrapposizioni saldate ad aria calda o, in alternativa, con guaine bituminose, doppia guaina incrociata da mm. 4 armata.

10)

BALCONI E TERRAZZI I balconi esterni sono realizzati nelle modalit previste dal paragrafo strutture. I terrazzi sono realizzati mediante: massetto in cls. per la formazione delle pendenze, posizionato sopra la struttura; impermeabilizzazione con membrana bitume polimero

elastoplastomerica da mm. 4 armata, risvoltata in corrispondenza delle soglie; massetto di protezione costituente il piano di posa del pavimento galleggiante. I balconi sono realizzati mediante: massetto in cls. per la formazione delle pendenze, posizionato sopra la struttura; impermeabilizzazione tipo Mapelastic con interposta rete di fibra di vetro tra le due mani; pavimento antigelivo posato a colla.

Pag. 6 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

I parapetti sono realizzati in muratura con parapetto in ferro come da progetto.

11)

SOGLIE - DAVANZALI In pietra naturale spessore cm. 3 con levigatura delle parti a vista e gocciolatoi.

12)

FACCIATE Il rivestimento esterno, dello spessore di mm. 3 circa, sar in intonaco minerale, avente colorazione in pasta nella gamma delle terre; esso verr posto in opera, a copertura dellisolamento esterno a cappotto, previa mano di isolante su sottostante intonaco rustico premiscelato armato con rete di fibra di vetro.

13) 13.1)

ESALATORI CUCINA Il vapore delle cucine evacuato tramite colonna verticale fino al tetto delledificio.

13.2)

Laerazione delle cucine realizzata con presa daria di dimensioni di legge.

14)

CANNE FUMARIE Lmpianto di riscaldamento collegato a canne fumarie dimensionate secondo le norme UNI 7129-92, UNI 9615. Le

canne fumarie sono realizzate con materiale certificato conforme alluso, come da dichiarazione rilasciata dalla ditta produttrice delle stesse.

15) 15.1)

PAVIMENTI Locali di abitazione e servizi abitazione Il pavimento realizzato con: massetto in cemento cellulare autolivellante e fonoassorbente fino a copertura delle tubazioni degli impianti;
Pag. 7 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

foglio di polietilene con funzione barriera a vapore; massetto autolivellante a base di anidrite naturale, inerti calcarei selezionati e additivi dorigine vegetale, adatto alla posa di riscaldamento con pannelli a pavimento;

piastrelle in ceramica smaltata di primaria marca nazionale posate fresco su fresco o incollate (MARAZZI FLOR GRS o similari);

parquet IROKO o ROVERE spessore mm. 10 nelle camere da letto e disimpegni zona notte; listonello cm. 25/30 x

cm. 4.5/5.5 incollato, lamato e con tre mani di vernice. Le piastrelle sono di dimensioni 30x30 per i locali di abitazione e la cucina, 20x20 per i bagni. Le piastrelle saranno scelte su proposta dallImpresa. Scelte diverse dalla

campionatura

campionatura potranno essere effettuate solo sui cataloghi o campioni messi a disposizione dallImpresa con oneri a carico dellAcquirente. 15.2) Balconi Sul massetto in cls. posata piastrella antigeliva scelta dal Progettista. 15.3) Scale Rivestimento in pietra naturale spessore cm. 3 per le pedate e cm. 2 per le alzate; zoccolino altezza cm. 8 spessore cm. 1. 15.4) Locali comuni e tecnici Pavimento in battuto di cemento lisciato, con spolvero indurente. 15.5) Cantine e corridoi interrati Pavimento in battuto di cemento lisciato, con spolvero indurente. 15.6) Box Sottofondo in massetto cls. spessore cm. 10 armato con rete elettrosaldata, pavimento in battuto di cemento lisciato con spolvero indurente con giunti a grandi riquadri. 15.7) Rampa accesso box
Pag. 8 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

Sottofondo in massetto cls. spessore cm. 10 15, armato con rete elettrosaldata, pavimento in cls. antisdrucciolo tipo Durocret a superficie dentellata con griglia caditoia per raccolta acque meteoriche. 15.8) Passaggi pedonali, vialetti interni, corsello box Realizzati con pavimentazione in masselli prefabbricati di calcestruzzo vibrocompresso autobloccanti, posati su letto di sabbia. 15.9) Rivestimenti Bagni e cucine, come previsto al punto 8.2), saranno rivestiti con piastrelle in ceramica smaltata, formato cm. 20x20 o 20x25, da incollarsi sulle pareti del locale, da campionarsi, di primaria ditta (MARAZZI, FLOR GRS o similari). 15.10) Zoccolini In legno da fissare con chiodi e colla, impiallicciato in a seconda del tipo di

ROVERE, IROKO, MOGANO, NOCE, pavimento.

16)

SERRAMENTI I serramenti degli APPARTAMENTI avranno le seguenti

caratteristiche: 16.1) Finestre e portefinestre in profilati estrusi a taglio termico in lega di alluminio , colore a scelta del Progettista, vetrocamera

(5/16/5+5.2) basso emissivo nelle finestre e nelle specchiature superiori delle porte finestre, temprato nelle specchiature inferiori delle porte finestre, abbattimento acustico 38dB; finestra completa di predisposizione zanzariera a scomparsa nel cassonetto tapparella; completi di maniglierie, cassonetto, tapparella in lamiera di alluminio coibentata, colore come serramento e relativi accessori. 16.2) Portoncino di primo ingresso agli appartamenti del tipo blindato industriale, rivestito in legno allesterno con pannello stratificato
Pag. 9 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

impiallicciato

noce TANGANIKA.

Lato interno con pannello

legno impiallicciato noce TANGANIKA. Abbattimento acustico 38dB. 16.3) Porte interne in legno a battente tamburato con impiallicciatura in noce Milena. 16.4) Porta basculante box in acciaio stampato, zincato profilato, con serratura e fori di aerazione sufficienti a garantire laerazione (1/100 superficie) a norma di legge. 16.5) 16.6) 16.7) Porta in lamiera zincata stampata per i vani cantina. Finestre vani cantina in profilati di ferro verniciato e vetri stampati. Gli ingressi e le finestre dei vani scala saranno in alluminio elettrocolore e vetro antisfondamento. TANGANIKA lucidato con maniglie in ottone tipo

17)

PARAPETTI RINGHIERE GRIGLIE I parapetti dei balconi in ferro verranno realizzati a disegno semplice su scelta del Progettista.

18)

IMPIANTO GAS Dal misuratore, posizionato sulla recinzione, con interramento sino alla facciata, montanti esterni sino alla presa in cucina con rubinetto di intercettazione.

19)

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO Formazione di Centrale Termica, funzionante a gas-metano, costituita da gruppo termico modulare composto da caldaie murali del tipo a condensazione ad alto rendimento (classe energetica 4 stelle) e basse emissioni inquinanti, completo di termoregolazione climatica, organi di controllo, espansione e sicurezza.

Pag. 10 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

Canna fumaria esterna in acciaio inox coibentata a doppia parete, elettropompe di circolazione circuiti riscaldamento, valvole di intercettazione, ritegno e termometri.

Bollitori ad accumulo per produzione acqua calda di tipo solare coibentati, provvisti di doppio scambiatore in acciaio per

integrazione a mezzo di pannelli solari, termometri, apparecchi di completamento, dispositivi per controllo espansione e sicurezza,

Impianto solare termico con collettori piani posati sulla copertura completi di staffe di fissaggio, tubazione doppia di alimentazione in rame, centralina di regolazione elettronica con sonde, elettropompa di circolazione modulante elettronica, idonei

dispositivi per carico impianto, sfogo aria, scarico, intercettazione, regolazione portata, sicurezza ed espansione.

Gruppo addolcitore monoblocco automatico per acqua calda sanitaria provvisto di apparecchiature di completamento.

Sistema elettronico di contabilizzazione dei consumi energetici dei singoli appartamenti e di acqua sanitaria con concentratore di edificio, comunicazione tramite M-bus, convertitore di segnale, software di telegestione e modem di trasmissione.

Impianto di riscaldamento con satelliti di utenza unifamiliari, posati in prossimit dei rispettivi appartamenti provvisti di

contabilizzatore di energia termica, contatori acqua fredda e calda, valvola di intercettazione generale azionata da orologio programmatore, valvole di intercettazione manuali.

Impianti di riscaldamento allinterno delle utenze con pannelli radianti a pavimento, integrazione nei servizi con scaldasalviette in acciaio tubolare.

Pag. 11 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

Termostato ambiente per ogni singolo locale, con lesclusione dei servizi igienici, abbinato ad un orologio programmatore

settimanale con termostato di riduzione notturno e funzione antigelo. Limpianto termico destinato al riscaldamento ed alla produzione di acqua calda sanitaria sar centralizzato, con gruppo termico a condensazione funzionante a gas metano posto in centrale termica e gruppo di termoregolazione pilotato da temperatura esterna ed operante su temperatura dellacqua in uscita dal generatore di calore. Temperatura di calcolo secondo le norme previste dalla Legge 10/91 e progetto redatto da tecnico abilitato. Il progetto redatto da STUDIO TECNICO INGEGNERIA

IMPIANTISTICA, Via Colonna n 29, COMO.

20)

IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO Ogni appartamento sar dotato di predisposizione per limpianto di raffrescamento di tipo split system con posa sottotraccia di tubazione in rame preisolato a collegamento del punto per unit esterna alle cassete terminali (1 in zona giorno, 1 in ogni camera da letto).

21)

IMPIANTO IDRICO SANITARIO Rete di distribuzione acqua fredda derivata da contatore generale con sezionamento per ogni alloggio e contatore addizionale. Attacchi per la posa di lavello cucina, lavastoviglie, lavatrice e caldaia e da questa alla rete di acqua per gli apparecchi bagno e cucina. Il bagno principale realizzato con apparecchi in porcellana vetrificata bianca serie TESI Ideal Standard o equivalenti e composto da: vasca da bagno bianca, cm. 170x70 con gruppo esterno GROHE EUROSTYLE, scarico a leva o equivalente, completo di telefono doccia;
Pag. 12 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

vaso a cacciata con cassetta da incasso, completo di sedile; bidet con gruppo miscelatore GROHE EUROSTYLE, scarico a leva; lavabo a colonna con gruppo miscelatore GROHE EUROSTYLE, con scarico a leva; in eventuale alternativa alla vasca: piatto doccia in gres porcellanato Idealit da cm. 80x80, gruppo miscelatore GROHE EUROSTYLE, erogazione con asta saliscendi. Scarichi in polipropilene. Il bagno di servizio realizzato con apparecchi in porcellana vetrificata bianca serie TESI Ideal Standard e composto da: vaso a cacciata con cassetta da incasso, completo di sedile; bidet con gruppo miscelatore GROHE EUROSTYLE, scarico a leva; lavabo a colonna con gruppo miscelatore GROHE EUROSTYLE, con scarico a leva; piatto doccia in gres porcellanato Idealit cm. 80x80, gruppo miscelatore GROHE EUROSTYLE, erogazione con asta saliscendi. Scarichi in polipropilene.

22)

IMPIANTO ELETTRICO Limpianto elettrico dimensionato da progetto redatto da tecnico abilitato in conformit alle vigenti norme come previsto dal

punto 25). Il progetto redatto da RR ROBBIATI SANTINO SRL, Via

P.Busnelli n 61, SARONNO (VA). 21.1) Impianto delle parti comuni Limpianto delle parti comuni alimentato da un quadro generale collegato al contatore condominiale con interruttori di protezione e da altri sottoquadri di distribuzione.
Pag. 13 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

Dal quadro generale sono alimentati con appositi circuiti le utenze per illuminazione e forza motrice delle parti comuni, che essenzialmente consistono in: illuminazione atrio, ingresso, scale, accessi alle cantine, corselli, box singoli, illuminazione zona esterna; punti di comando manuali o automatici con accensione crepuscolare con un numero adeguato dei punti luce per lilluminazione notturna; illuminazione del locale macchine, dei vani corsa degli ascensori, della cabina ascensori, alimentati con linea indipendente; cantinole collegate ai contatori dei singoli alloggi; alimentazione comuni cancello elettrico, impianto citofonico, prese impianto ascensori con linee di

condominiali,

alimentazione dimensionate alle esigenze di assorbimento dei motori collegati al relativo quadro nel locale macchine. 21.2) Impianto di terra Limpianto di terra con la funzione di protezione contro i contatti accidentali, comprende i conduttori di terra (corda di rame nuda rigida) collegati a dispersori di terra in acciaio ramato. Ai conduttori di protezione sono collegati gli impianti generali dei servizi condominiali. 21.3) Impianto degli alloggi Limpianto degli alloggi dimensionato da contatori individuali con potenza da 3 KW installati in apposito ed attrezzato locale contatore ubicato nelle parti comuni. Ogni alloggio dotato di: un quadro in esecuzione di incasso un interruttore di capacit 8 moduli

contenente

differenziale puro a protezione

degli interruttori magnetotermici posti a valle; interruttore magnetotermico a protezione della linea prese da 15 , un interruttore per linee prese da 10 e delle

linee luce; trasformatore con suoneria per impianto campanello ingresso ed una emergenza bagno.
Pag. 14 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

Il

quadro

dellalloggio installato in posizione tale da poter con facilit, ma fuori dalla portata dei

essere bambini.

manovrato

Limpianto tipo di un alloggio e delle relative pertinenze costituito da:

DOTAZIONE DI MASSIMA IMPIANTO ELETTRICO


LOCALE INGRESSO ILLUMINAZIONE ALTRI USI OSSERVAZIONI quadro elettrico targa portanome videocitofono suoneria 1 presa vicino a presa TV

1 punto luce invertito 1 presa 2x10A+T o deviato 1 pulsante esterno

SOGGIORNO / PRANZO

1 punto luce interrotto 1 punto luce deviato 1 punto luce interrotto

3 prese 2x10A+T 1 presa TV 1 presa Telefono 3 prese 2x10A+T 3 prese 2x16A+T

PARETE ATTREZZATA COTTURA CUCINA

1 punto luce interrotto

CAMERA MATRIMONIALE DISIMPEGNO NOTTE BAGNO / WC PADRONALE e BAGNO SERVIZIO

3 prese 2x10A+T 3 prese 2x15A con interruttore automatico per frigorifero, forno e lavastoviglie 1 punto luce invertito 3 prese 2x10A+T da 3 punti 1 presa TV 1 presa Telefono 1 punto luce invertito 1 presa 2x10A+T da 3 punti 2 punti luce interrotti 1 presa 2x10A+T 1 pulsante a tirante 1 presa 2x15A con interruttore automatico per lavatrice 2 prese 2x10A+T 1 presa TV 1 presa Telefono 1 presa bivalente 10/16 A+T 1 presa bivalente 10/16 A+T 1 presa stagna

frigorifero, cappa e piano lavoro, 1 lavastoviglie, 1 forno, 1 forno microonde frigorifero, cappa e piano lavoro, 1 lavastoviglie, 1 forno, 1 forno microonde

2 ai capi del letto e 1 vicino a presa TV

sopra il lavabo sopra doccia o vasca

letto secondario

1 punto luce deviato

al capo del letto e scrivania app. IP 55 plafoniera con gabbia app. IP 55 plafoniera con gabbia app. IP 55 corpo illuminante

BOX AUTO impianto in esecuzione a vista CANTINA impianto in esecuzione a vista BALCONI varie

1 punto luce interrotto 1 punto luce interrotto 1 punto luce interrotto attacco modulo riscaldamento e linea termostato

Pag. 15 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

21.4)

Prescrizioni per locali con bagni o docce Nei locali contenenti bagni o docce sono rispettate le prescrizioni particolari inerenti le regole di installazione nelle zone di pericolosit 1, 2 e 3 individuate nelle norme CEI.

21.5)

Corpi illuminanti I corpi illuminanti per le parti comuni, a scelta del Progettista, compresi nella fornitura, sono tipo DISANO, GEWISS o PRISMA, con grado di protezione IP 55.

21.6)

Lavatrice La lavatrice dotata di prese con interruttore bipolare.

21.7)

Frutti I frutti dellalloggio sono della serie B TICINO LIVING CLASSICA con mostrine in fusione verniciate in colore grigio antracite.

21.8)

Tubazioni Le tubazioni dellimpianto elettrico degli alloggi sono disposte sotto traccia a parete o nei sottofondi dei pavimenti e sono in guaina flessibile in p.v.c.. Le tubazioni delle cantine e dei box sono in p.v.c. rigido a vista. I cavi infilati nelle tubazioni sono antifiamma in rame elettrolitico di sezione adeguata e colorati in modo da distinguere i circuiti degli impianti di illuminazione e forza motrice ed i circuiti per gli altri servizi.

21.9)

Impianto telefonico Limpianto telefonico costituito da colonne montanti di piano, punti di presa dei singoli alloggi, da tubazioni di distribuzione in p.v.c. flessibile pesante posato e da cassette sotto traccia

portafrutti con placche di chiusura.

I frutti ed i conduttori sono di fornitura dellazienda telefonica.

Pag. 16 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

21.10) Impianto TV Limpianto TV costituito da antenna fuori tetto e centraline di amplificazione. Dallantenna centralizzata si dirama la rete di distribuzione costituita da tubo reflex in p.v.c. e da cavo coassiale che alimenta le prese TV degli alloggi. Limpianto sar inoltre predisposto per la ricezione della TV satellitare. 21.11) Impianto videocitofonico Limpianto videocitofonico costituito da un sistema di

amplificazione ubicato nel quadro, da pulsantiere in alluminio anodizzato, da cavi di collegamento agli alloggi e da cornetta citofonica da parete posizionata in ogni appartamento con microfono, ronzatore, monitor e pulsante apriporta incorporato. I cavi di collegamento sono canalizzati separatamente da ogni altro impianto. 21.12) Impianto di apertura Limpianto di apertura dei cancelli carrai automatico con pistoni oleodinamici ad apertura manuale e telecomandata. Ogni unit dotata di n 1 telecomando. 21.13) Impianto di antifurto Ogni appartamento sar dotato di predisposizione per limpianto di antifurto, composto da tubazione vuota da quadro generale, n 1 predisposizione per centralina, n 1 predisposizione sirena

esterna, n 1 predisposizione sirena interna, n 1 pu nto/cad serramento per contatto tapparella, n 1 punto rada r zona giorno, n 1 punto radar zona notte, n 2 selettori, n 1 coll egamento rete telefonica.

23)

IMPIANTO ASCENSORE Verr realizzato impianto ascensore tradizionale ad azione diretta realizzato secondo Direttiva Europea 95/16, portata kg. 480, persone n. 6, velocit 1,00 m./sec., dimensione cabina 95x130
Pag. 17 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

H. 215, rivestita internamente in LAMPRE (lamiera zincata plastificata); dotata di un ingresso con porta automatica scorrevole telescopica rivestita come la cabina. Porte ai piani automatiche con funzionamento come quella di cabina ed abbinate alla stessa, ante rivestite in LAMPRE apertura 85 x H. 200. Illuminazione cabina mediante faretti alogeni e lampada di emergenza con autonomia tre ore, specchio sulla parete di fondo a tutta larghezza per met altezza, pavimento in gomma, profili in alluminio anodizzato colore naturale, dotata di GONG per cabina arrivata, dotata di corrimano sotto specchio e citofono

comunicante con locale centralina, dotata di sovraccarico elettronico luminoso ed acustico, dotata di combinatore telefonico. Dispositivo di ritorno al piano in caso di blak-out durante il funzionamento dellimpianto.

24) 23.1)

SISTEMAZIONI ESTERNE La sistemazione esterna prevista con la formazione del vialetto di ingresso, la formazione del prato con miscuglio di granaglie, e verr illuminato con opportuno impianto di illuminazione notturno.

23.2)

La recinzione realizzata con zoccolo in c.a. e cancellata in ferro a disegno semplice, debitamente verniciata o zincata, a scelta del Progettista.

23.3)

I cancelli sono realizzati in ferro a disegno semplice con piantane laterali in muratura o in profilati metallici con fondazioni in cls.. I cancelli carrai sono automatici, mentre i cancelli pedonali sono apribili elettricamente dagli alloggi.

23.4)

Per ogni unit immobiliare prevista una cassetta postale.

Pag. 18 di 19

RESIDENZA IL FAGGIO ROSSO

DESCRIZIONE LAVORI

25)

IMPIANTO ANTINCENDIO Sar realizzato secondo progetto e prescrizioni dei VV.FF..

26)

NORME PER LA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI Gli impianti relativi agli edifici civili (elettrico, televisione, riscaldamento, idrosanitario, gas, sollevamento ed

antincendio) sono realizzati in conformit alla Legge n 46 del 05/03/1990. Gli impianti sono realizzati su progetto di tecnico abilitato, da ditte professionalmente qualificate. Per gli impianti linstallatore (per le parti di sua competenza) rilascer dichiarazione di conformit (Legge 46/90 art. 9) per ogni unit immobiliare. La dichiarazione sar redatta sul modello riportato dal D.M. 20 Febbraio 1992 e ad essa saranno allegati i documenti previsti dalla Legge. Alla consegna dellalloggio saranno fornite tutte le

informazioni per il funzionamento e la manutenzione degli impianti e verr trasmessa la documentazione necessaria.

Pag. 19 di 19