Sei sulla pagina 1di 42

Jos Saramago

<Un viaggio dentro I'uomo, una favola, una metafora della nostra condizione
umana>>.

Einaudi

<<Seramago guerda, osserva, descrive, narra senza bisogno,

mai, di cadere nel particolare. lsoli paricolari che indaga e porta alla Iuce sono quelli dell'enilne>)

ln una cltt qualunque, di un paese qualunque, un guidaore sta fermo alsemaforo in attesa delverde quando siaccorge di perdere la visa. All'inizio pensa si tratti di un drsturbo passeggero, ma non cos. Gliviene diagnosticaa una cecit dovua a una malatia sconosciua: un <<mal bianco>> che avvolge la sua vittima in un candore luminoso, simrle a un mare dr latte. Non si tratta dr un caso isolato: I'inizio dl un'epidemla che colpisce progressivamente tutta la citt, e I'intero paese

lciechi, rinchiusi in un ex manicomio e cosretti

vivere nel

pi totale abbrutimento da chi non srato ancora conragiato, (<scoprono come ha scritto Cesare Segre su se stessi e in se stessi, la repressione sanguinosa e l'rpocnsia del potere, la sopraffazione, il ricatto e, peggio diut0, l'rndifferenza>. Saramago denuncia con intensit dr rmmagini e durezza di accenti la note dell'etica ln cul slamo sprofondai. E, paradossalmente, proprio il mondo delle ombre a rivelare molle cose

su mondo

che credevamo di vedere.

Traduzione di Rita Desi.


[Azinhaga 1922] ll pi importante scrittore portoghese contemporaneo, Premio Nobel per la Letteratura 1998Tra le sue opere pubblicate da EinaudL ricordiamo l:onno dello morte

diRrcordo Re,s,Lo zattero di pietro, Vioggio in Portogollo, Stor@ dell'ossedp dt Lisbona,La covemo, Luomo duplcoto e Soggio sullo lucidit,dove ritornano i personaggi diCec,t
ln copertna, elabozio.e grafica da 0dilon Redof, Lbe,/ou povot

ET.

Scritrori

lsBN 88,06-17299-9

11,00

, ililxl[[lilil[|[lil

tsBN 978-88-06-2061 5-4

,ilillrlrillilllrlilrllil

Elio Vittorini Lettere r952-r91j


A cura di Edoardo Esposito e Carlo Minoia

Einaudi

\
Con questo volume riprende la pubblicazione delle Lettere di Vittorini, rimasta ferma al periodo r933-r9

jr.In questa nuova collana ver.ranno prossimamente integrati e riproposti i volumi gi usciti e sar completatala serie in modo da raccogliere in una veste omogenea i1 corpus delf intero epistolario. Nelle lettere dal ry52 aI ry55 si avvettono i segni di un distacco dai temi politici e
<<

dalle battaglie politico-culturali degli anni precederfii. L'attervione di Vittorini si concentra sull'attivit editoriale e sul rinnovamento della arativaitaliana. In particolare il lavoro per la collana dei Gettoni>> einaudiani mette in luce il suo rapporto di guida con tutta una giovane generazione di scrittori, ma anche la dialettica, a volte serrata, con gli altri collaboratori della casa editrice torinese, in particolare con Calvino. Ed curioso seguire attraverso le lettete le posizioni dei due <<contendenforse ancora conti>: Vittorini, nella sua aspirazione sperimentale (che ^fiicip^va, fusamente, istanze che prenderanno corpo solo tra la fine degli anni Cinquanta e gli anni Sessanta), considera Calvino un difensore del naturalismo e del neorealismo; ma proprio Calvino da 1 a pochi anni sar scrittore molto pi sperimentale di quanto Vittorini non abbia saputo essere nei suoi libri. Proprio questo per il pregio degli epi stolari: che si vedono le idee al loro nascere, o addirittura si colgono le tendenze di chi scrive prima che siano razionalizzate e storicizzate in categorie culturali. Tutte le lettere di questo volume sono testimonanza di un impegno serio e appassionato, di entusiasmo e difficolt) e sono anche espressione di grandi soddisfazioni e confessione di impasse insuperabili, come per esempio quelle riguardanti l'ultimo omazo, Le citt del mondo, che dopo Io slancio delle prime t4o pagine, giudicate (perfette>, proceder afatica per essere infine abbandonato da Vittorini al destino di opera incompiuta.

Elio Vittodni (Siracusa r 9o8 - Milano r 966) ha pubblicato

i romanzi Il garofano ros-

so, Conuersazione in Sicilia, U ontini e no , Il Sernpione strizza I' occhio al Frejus, Le don-

ne di Messina, Le citt del mondo (uscito postumo). Ha curato Ia amosa antologia Arnericana, che ha fatto conoscere i maggiori scrittori degli Stati Uniti. Ha pubbli cato numerosi interventi e saggi di argomento politico-culturale, raccolti in due volumi Diario in pubblco e Le due tensoni (uscjto postumo). Ha diretto con ltalo Calvino la rivista <Il Menab di letteratura>. E stato editor e consulente di case editrici influenzando profondamente 1'editoria e la cultura italiana dei suoi anni.

tsBN 88-06-18413-X

75,00

, ilillJ[[Lltil[[illilil

PAOLO I'OLPONT LA STRADA PER RGDMA

EINAUDI

Rorna, I'amore, le illusioni, le speranze, in un bellissimo omanzo di giovent.

Gli anni prima del benessere: Urbino,

lsBN 88-06-12279-7

Lire

3,o

ooo

,ilulJ[[!ilruruil

Sembrava che nessuno avesse saputo raccontare l'Italia torbida e innocente degli anni che segnano il trapasso dal dopo-

guerra al miracolo economico. L'aveva

fatto, invece, Paolo Volponi, ma

cos

tempestivamente e con tanta genefosa bravura da sentirsi come sbilanciato in


avanti e da scegliere dunque d'istinto una lunga pausa, un silenzioso rinvio al futuro. Rimasto inedito per quasi trent'anni e rivelato ora in una versione che ne realizza al megho I'intatta progettualit, questo

straordinario <<romanzo di formazione

>>

traccia con classica serenit compositiva e al tempo stesso con febbrile, convulsa in-

quietudine testimoniale la storia di un giovane che vive il proprio sofferto distacco dall'et delf irresponsabilit e dei

miti come illusoria scoperta di un <<modello di sviluppo > capace di affrancare insieme il suo destino e quello della societ. Svincolandosi, o credendo di svincolarsi, dall'abbraccio dolcissimo e micidiale della piccola citt in cui nato e che anche da lontano continua a sedurlo con la perfetta utopia del suo passato, egli finir con
l'imboccare <<la strada per Roma>>. Ma nel suo partire e tornae e ripartire, nel suo giocare un po' ingenuo e un po' cinico
ftavocazione e attesa, persino nell'intrico non di rado nevrotico o rabbioso delle sue amicizie e dei suoi amori, c' un'ambguit. tragica che riflette e proieta sul piano

di un'esperienza assolutamente individuale e gloriosamente <<tomanzesca>> le


occasioni mancate, gli errori, il pervertimento degli ideali e dei bisogni da cui comincia in quegli anni il drammatico sperpero della nostra storia civile. In questo rispecchiamento chiaro anche se implicito
nella sapiente struttura espressiva si awe-

ra la dimensione corale del

romanzo,

aperta d'altronde dagli espliciti interventi In sopracoperta: Scipione, Il cauallino, rgzg Firenze,
Collezione AJberro della Ragrone

dei personaggi che intorno al protagonista - sempre protetto, lui, dalla sua fortuna

e dalla

sua bellezza

scelte o ad altte scelte sono duramente co-

compiono altre

stretti.

Di Paolo Volponi nel catalogo Enartdi: Memoriale, La maccbina mondiale, Cotporale, Il sipario
du
ca

le, I l p iane ta

iri

ta

bi lE,

Il

lan

ia

tore

d.i gi au e l lo t-

Le mosche del capitale, Poesie 66 e Con testo a fronte.


to ,

poemetti r 94-

Super

Ef

[America, i suoi miti, isuoifantasmi e le sue ossessioni nel romanzo d'esordio dell'autore di Under rld.
l-affascinante David Bell incarna la realizzazione del sogno americano. Nonostante sia poco pi che ventenne gi manager di una grande rete televisiva. All'apice del successo il giovane rova per davanti a s un vuoto insopportabile che lo spinge ad allonanarsi da Manhattan per intraprendere un viaggio nel cuore dell'America, a bordo di un vecchio camper e con la cinepresa sempre a disposizione, accompagnato da tre stravaganti soggetti. Scopo del viaggio riprendere la vita della gene comune nelle piccole citt di provincia, caturando ivolti veri, la rabbia, i conflitti che intessono il paese, tutto quello che la televisione ignora o mimeizza, cio la realt. it film della sua vita, il tentativo folle, e commovente altempo stesso, di scrivere un pezzo di storia americana.
Traduzione di Marco Pensane.
Don Delillo nato nel 1936 nel Bronx. considerato il grande maestro della narrativa posmoderna americana. Presso Einaud sono usciti Underworld,Libro,
Bodg Art,Rumore bionco,Volporaiso,Lo stonza bionco,Moo ll,Cosmopolis,lnomi,

Giocatori, Running Dog, Love-Lies-Bleeding e Luomo che code


ln copertina: Stephanie Cardon / lVillennium lmages / Sime Progetto grafico 46xg

lsBN 978-88-06-1 8987-7

12,80

, ilillrlrilLililrlillrlrltl

GLI STRUZZI 350

Pierre Choderlos de Laclos Le amicizie pericolose

EINAUDI

.. Pubblicate ne|1782, Les liaisons dangreuses volevano costrtire un atto d'accusa contro il mondo corrotto della nobilt corligiana ma, come spesso accade in letteratura, il testo ha' .finito per andare ben oltre le intenzioni dell'autore. ll libro ', comincia con i nastri vivaci e fiocchi gioiosi dl Cecile che torna
:

dal convento per sposarsi e a poco a poco prde i puoi colori, ,' com una galleria di quadri in cui le tele tuminose di Liotard cedano il posto alle Prigioni di Piranesi. Ci sembra di avanzare verso il centro di un labirinto geometrico dove ci attende un mostro pronto a divorarci. Un inquietante, radicale pessimismo filtra attraverso le pagine di Laclos, un militare che aveva due grandi passioni: l'artiglieria e Rousseau. Gi soffia il vento della Rivoluzione giacobina proprio perch questo libro disperato, anche come specchio deformato di una certa realt storica e sociale. Solo le parti marce e vecchie o ancora troppo deboli della societ sono visibili, come se non vi fosse nessuna forza capace di guidare una trasformazione riformista. un vulcano senza sbocchi: sta per esplodere. ll pi lucidamente razionalista dei romanzi si conclude proclamando la sconfitta della ragione: proprio nel suo trionfo essa produce lutti e follia. Conosciamo i pretesti e gli alibi che i personaggi principali forniscono per le loro azioni. Ma la vera causa resta coperta da un velo impenetrabile: quale misterioso istinto di distruzione e autodistruzione sospinge la marchesa di Merteuil? E chi puo sapere con certezza se la morte di Valmont in duello stata una sconfitta o un suicidio? Questa edizione corredata da una nota di Alberto Beretta Anguissola.

Lire 26000

Julio Cortizar

Bestiario
In appendice Alcuni aspetti dcl racconto Del racconto breue e dintornt

EINAUDI TASCABILI

384. Einaudi Tascabili. Letteratura

Che la letteratura argentina abbia dato nuovo spazio vitale a un glorioso genere narrativo quale il (racconto fantasticou cosa nota. Dopo Borges, Julio Cortzar ha avuto, in questo, un ruolo preminente. La prima caratteristica del suo modo di narrare la precisione realistica in cui la trasfigurazione visionaria affonda le radici: i vari quartieri di Buenos Aires, gli ambienti altoborghesi o piccoloborghesi o popolari, le atmosfere familiari... Il misterioso, l'irrazionale, il tragico germogliano dalla pi corporea descrizione del quotidiano. Sugli scenari reali si stacca il ubestiario, metafisico: animali invisibili, come la tigre del racconto che d il titolo al libro, o immaginari, o creati dal nulla come i coniglietti della Lettera a una signorina a Parigi, oppure descritti con ranta dolorosa precisione da finire per immedesimarsi in essi. Bestiario il libro

I ha rivelato Cortizar, ed forse la migliore uintroduzione, all'arte di questo scrittore capace di pagine folgoranti e che si confermato come uno dei grandi
che nel 195 del Novecento. A cura di Ernesto Franco. Tiaduzioni di Flaviarosa Nicoletti Rossini e di Vittoria Martinetto per l'Appenrlice.

Julio Cortzar, argentino, naro a Bruxelles nel 19I4 da una famiglia di diplomatici, e morto a Parigi, dove ha vissuro gran parte della vita, nel 1984. Delle sue opere Einaudi ha pubblicato Storie t/i cronopios e difamas, Ottaedro, Ilpersecutore, Il gioco del monclo, Componibile 62, Il uaggio premio, I re e, nella uBiblioteca della Pliade)), a cura di Ernesto Franco,

tuttii

Racconti.

Incopertina:RenatoCuttuso,Lauisitadellasera,1980,particolare.@sren,1996.

tsBN 88-06-14198-8

Lire 12000

,lllx!rulruilililllll

Jorge luis Borges Monuole di zoologio fontostico

Einoudi

Storico e filologo di mondi immaginari, biografo attento di


personaggi mai esistiti e scrupoloso commentatore di opere mai scritte, non stupisce cheJorge Luis Borges sia anche il classificatore per eccellenza della zooTogia fantastica: al centauro all'anfesibena e al roc. Perch la condizione del suo lavoro poetico sempre consistita nell'irrealt dell'oggetto unita alla possibilit di definirlo, descriverlo, catalogarlo, come se fosse reale. Lavorando materie inesistenti (o poco esistenti:7a statue sensible di Condillac e l'<<animale ipotetico >> di Lotze; I'A Bao A Q.t, che fruisce di vita cosciente solo quando qualcuno sale le scale >; gli animali sferici>), Borges rivendica il diritto per tutti gli uomini di condiscendere alle proprie inclinazioni per il divertente, lo sva<< <<

gato, l'inutile.

DiJorge Luis Borges (r899-r986) Einaudi ha pubblicato:


Carrne presunto e altre poesie (<<ColTezione

di

poesa>>), Fin-

zioni (<Scrittori tradotti da scrittori >>), Euaristo Caniego ed Elogio dell'ornbra (<<Nuovi Coralli>), oltre alle Cronacbe di Bustos Donuecq scritto in collaborazione con Adolfo Bioy
Casares.

ISBN 88-0-1145?-?

Lire

z4 ooo

, llillJ[[lilltl|[[[lil

GLI STRUZZI

14

RAGAZZI

Gianni Rodari Favole al telefono

EINAUDI

Tutte le sere un viaggiatore di commercio tele-

Per I'insieme della sua opera, Rodari ha ricevuto nel 1970, da una giuria internazionale, quel Premio Andersen che viene definito " il Nobel della

N o

j I

letteratura infantile',. Alla cerimonia per la consegna del premio, Rodari ha detto: "Si pu parlare agli uomini anche parlando di gatti e si pu parlare di cose serie e importanti anche raccontando fiabe allegre. lo credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire ad educare la mente. La fiaba il luogo di tutte le ipotesi: essa ci puo dare delle chiavi per entrare nella realt per strade nuove, puo aiutare il bambino a conoscere il mondo..." ln altre occasioni Rodari ha paragonato il suo lavoro a quello di un fabbricante di giocattoli, definendo la maggiore ambizione di uno scrittore per bambini quella di scrivere un libro che impegni tutta la personalit del bambino come la impegna un buon giocattolo, un bel gioco. ln effetti, quasi tutte le storie di Rodari si possono smontare, come si smonta un giocattolo. Spesso, prima di pubblicare le sue storie in volume, Rodari le va a leggere in qualche classe delle elementari a Roma o altrove, per vedere se funzionano: " I bambini - egli scrive - capiscono pi di quello che noi sospettiamo, sono disponibili per ogni audacia, non soffrono di schematismi, ignorano i regolamenti ufficialidei generi letterari, apprezzano I'umorismo, adorano i giochi di parole, distinguono a occhio nudo le immagini piene da quelle vuote, le fantasie ben nutrite di realt da quelle puramente automatiche ".

Lire 2000

Centopagine

Einaudi

Apparso in volume nel r879, Daisy Miller forse il solo libro di James che incont s::bito un successo popolare. <<Certo nella sua opera, tutta sotto il segno dell'elusivit, del non detto, della ritosia - scrive Italo Calvino - questo si pfesenta come uno dei tacconti pi chiari, con un pefsonaggio dr ngazza pieno dr vita, che esplicitamente aspta a simboleggiare la spregiudicatezza e l'nnocenza eIIa giovane America. Eppure un racconto non meno misterioso degli alffi di questo introverso autore, tutto intessuto com' dei temi che s'afiacciano, sempre tra ombra e luce, lungo l'ntera sua opefa. Come molti dei racconti e romanzi di James, Daisy Miller si svolge in Europa, e l'Europa anche qui pietra di paragone a cu I'America si confronta. Un'America ridotta a uno sDecirnen sintetico: la colonia dei beati turisti statunitensi inSvizzerae a Roma, quel mondo a cui Henry James appartenne negli anni della giovinezza, voltate le spalle alla terra nativa e prima di metter radici nella britannica patria ancestrale
>>.

j
ct

Lire 6oo

Centopagine

3o

Einaudi

c,

r\

un'esperienza

nell'interno del Congo, l dove aveva portato il capitanc Conrad, I'itirrerario per raggiungerlo prende le mosse da lontano, dall'esrr-rario nebbioso del Tamigi, nel famoso inizio di questo racconto, dove una pigra conversazione sul ponte della nave evcca I'arrvo dei primi colonizzi:tori romani sulie coste de"la selvaggia Britannia. Corre in un via,uqio agli inferi, gli cci s,:no pieni di presagi, quali le donne nerovestite in una a"le Bruxelles. Attraverso la voce recitante di Marlo''r' - il <<narratore> d questa come di tante alue storie conradiane - ci inoltriamo nel .odocumentario>> congolese: schiavi incatenati agartizzanti che paiono un'anticipazione di Dachau, funzionari com. rnerciali belgi grotteschi con-re personaggi di Gogol', sperduti neli: stazioni del fiume a fare incetta d'avorio, ribellioni delle trib che grandinano frecce dalla foresta, e parallelamente ci inolrriamo sulle ra,cce del rnisterioso e conttaCdittoi'io Kurtz, santo e reietto delia <<civiii zzazione>> del continente nero, Uscircr al principio del secc-,lo (r9oz) Ileart al Darkncs; . un r'acconto che pr-, ben Cirsi profetico, perch ci introduce nel nrt dc dei probiemi chc don:iner i:r culL,rra occidentale Ccl Novt. ceiric, e apre a srrada alle innovazioni for;r,ali chc sconvogcranno le strutt'Lrre narrative. Questa: edizione dei capt'rlavoro di Conrad si raiccm;lcla ptr due iagioli: la traduzione di Alberto F.,-rssi e i'irrtrodr;zic'ne di
nascosto

SellCuore di tenebra

di navigazione fluviale

j
U

GiusePPe

sertoii'

italo caivino

MFI tfltlKliIIlR
\l Nnrionale

9 ll:riBgr/()()"Zfr(lOtl4"

llil llll llll lllllll

tuR0

251,

Rl'{ 20nB

10

llllllllll

3 '88
r
IS {

88

lI menah I O

..ELICD-IIT:TCIRTNI
Daro n puhblieo: tg6t-tg65

La rag:one Gortoseitva

PROOEIIAZIOffi E I.IilINIIllRI

di ltalo Galvino
d,i Guid,o Guglelmi

Storia non storicismo

,-_.'

A ua anno .lrlla scompafse. del suo direftore (rz feb.,


braio 1966), << Il menab >> lo ricorda cotr questo numero monografico. Vittorini era tipo d'uomo cui mal s'addice il tono della commemorazione; ia questo << Menab r> si vuo-

ne sull'<< innovazione barocca >; un'i:rtervista del 1965

giovane scrittote

di

cia < agganciato > da

riesame delle sue espe-

ni,

di provinVittori-

le fare

il punto sulla direzio-

ne di lavoro che egli stava


tracciando, e una prima valutazione di come essa conti, nei progetti e negli orientamenti d'alcuni di noi. La fase pi recente della i-

rienze politiche; e un'altra, pure del t965,cheparte dalla discussone del libro di $1qy.r, Ie due culture. A questa raccolta delle pagine dell'ultimo Vittorini fa seguito un gruppo di saggi

Francesco Leonetti traccia un ritratto dell'agitato-

di collaboratori del Menabr>: essi puntano non tanto sulla memoria e sul bilan<<

re d'idee visto nella sua frequentazione quotidiana, che si asforma in studio critico del particolarissimo metodo vittoriniano di riflettere e lavorare. I1 bisogno di tenet continuamente collegate emozioni e idee per Leonetti la caratteristica d'ogni operazione di Vittorini. Un dato soprattutto, la dificolt della convers aziote, diventa

cio quanto sulla presenza attiva, sugli interrogativi aper-

ninterrotta battaglia di Vittorini per un rinnovamenro


della letteratura batte, com' noto, sul tema dell'arretratezza della letteratura rispet-

ti. Italo Calvino

studia la

funzione di <.r progettazione > che Vittorini costantemente

richiede aTTaletteratura, e
nalizza

la chiave di volta d'un'analisi non psicologica ma d'un


pfocesso di conoscenza, d'apptopriazione culturale: la ra-

a-

to

il posto che il
<<

model-

all'otizzonte che

scien-

lo della

scienza

>>

viene ad

zionalit raggiunta solo come punto di aruivo, dopo es-

za e tecnica hanno acciato attorno all'uomo moderno. I testi di questa polemica vittoriniana pubblicati negli ul-

timi anni
questo
<{

sono raccolti in

Menab >>. dun-

avete nelle sue ultime formulazioni, e la catica non apologetica ma d'appropriazione che in lui prende I'affermazione del << mondo industriale >.

que una continuazione del

Diario

in

pubblico qtella

che presentiamo, costituita


seguendo lo stesso metodo, cio raccogliendo i saggi, le interviste, gli interventi pubblicati dall'uscita del volume in poi. Il Diario in pubblico, che usc nel 1957, seguiva il cammino del Vittorini saggista, critico, polemista fino a quella data; per la traduzione francese egli stesso lo aggiorn fino aI 196o. Quello che qui ltalo Calvino ha messo insieme (seguendo quella che gi era un'intenzione

Guido Guglielmi affronta la dimensione << antropologica > dell'operare letterario diVittorini: la tensione mitopoietica che

sersi caricata d'una quantit di dati sensibili. Sul tema tanto dibattuto della presenza esplicitamente politica di Vittorini, vari ele-

menti di giudizio nuovi fornisce Michele Rago. Nel suo saggio la polemica VittoriniTogliatti viene inquadrata in

li - contesta i significati culturali acquisiti, primo fra tutti il privilegio della bel<<

anzich corrfermar-

un ventaglio di tendenze in
cui per alcuni aspetti le posi-

zioni di Vittorini rientano secondo Rago nel quadro pi


propriamente
<<

lezza>>; la costruzione di

forme linguistiche che contengono un di pi spetto al-

la

mentre per alti (di fronte alla scelta togliattiana della


tradizione < nazional-popolare >>) radicalmente vi si oppongono. Ma sui temi - ancora tutti attuali - del senso della cultura << di uisi >>, del valore autonomamente rivoluzionario della ricerca culturale, e del rapporto ra ri-

togliattiano

>>

comunicazione quotidia-

na; insornma una letteratura il cui valore non sia il recupefo d'un passato dimenticato ma ptogetto d'una realt diversa ancora non detta e non vista. Il tener davanti

dell'autore) un nuovo

ca-

pitolo del
tioa.

<<

diario >>:

t965, La ragione

t96t-

conosci-

agli occhi, nel discutere di Vittorini, un lbro lontano


da lui come laDialettica del-

cerca culturale

e iniziativa

Oltre agli scritti pi noti della polemica sulla << letteratura a livello industriale >>, fanno spicco altri che sono da porsi ma i suoi pi ricchi di sollecitazioni: le dense pagi

I'illaminismo di Adorno,
perto alla pagina di Ulisse

ae

politica delle masse che il saggio di Rago soprattutto si


incentra.

le Sirene, d al saggio di Gui do Guglielmi un'angolazione inattesa,

Partendo dall'esperienza del

lir e rt ille ci n q u e c e fl t o

P.

A. Q,uarantotti Gambini

I nostri simili

,'h

Einaudi

i suoi primi eta 1l t93r-3

Quando Quarantotti Gambini pubblic sulla rivista <<Solaria>> ri sotto il ri simili, nelie riviste I ittori trie lna tazza nuovai ftalo Svevo, mo Saba, Stuparich, Slataper... Nato e cresciuto alle lettere a Trieste, o uno dei maggiori esponenti di quella letteratura: la sua arte risente in modo singolare dell'attenzione per quei problemi della psiche e dell'anima che furono caratteristici della cultura mitteleuropea del principio del secolo,

parlare

iornali

stessa martellante amarezza della grande naattva russa, han-

\
$ a q o q

Lire Tooo

(Iva compresa)

Primo [ev Se questo un uomo

Einoudi

un uonao uno dei libri pi alti sull'infetno del Lager: una testimonianza sconvolgente, nella sua nudit di cronaca, e al tempo stesso un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza gi classiche. E il libro della dignit e dell'abiezone dell'uomo di fronte agli spietati meccanismi dello sterminio di massa. La vicenda della moltitudine che non aveva pi nome, ma solo un numero impresso col tatuaggio sul braccio sinistro, viene evocata senz'ombra di retorica, lasciando alla temenda realt il compito di commentare se stessa. Dal coro degli indimenticabili personaggi del libro si alza un limpido messaggio morale e civile.
Se questo

Primo Levi (Torino, 1919) si rivelato con Se questo un uonto e La tregua, che nascono dall'esperienza della deportazione, maha affrontato con successo anche la ntrativa d'invenzione, come testimoniano Storie naturali, Vizio di fonaa,Il sistema periodico, La chiaue a stelln, Lilt e altri racconti, Se non ora, quendo?, tutti pubblicati da Einaudi insieme all'antologia personale La ricerca dclle radici, alla raccolta di scritti L'altrui mestiere e ana riflessione sull'esperienz a delLager, I somrnersi e i saluati. anche autore di un libro di poesie, Ad ora incerta (Ganantl).

ISBN 88-0-31369-X

Lire r8 ooo

(Iva compresa)

llllilillfllullillill 9 ll7 8880tt313692

Nuovo Politecnico

11 Einaudi 1967, 8a ed., 1969 HERBERT MARCUSE

L'UOMOAUNA
DIMENSIONE
L'
i

deolog ia della societ industriale avanzata

questo il pi celebre libro di Herbert Marcuse, le cui tesi fortemente critiche della societ industrale (esposte princi^v^nzata palmente nel volume Eros e ciuilt) tanto interesse hanno susci tato anche in Freud, Marcus I'asservimento matica, analizz ca de pi evoluto, e la for rispondenti iche che rispecchiano . Dopo la dis societ caratterizzata repressiva>>, Marcuse disegna quello che dev'essere il nuovo compito del pensiero filosofico legato ad una concreta azione sociale: una strategia del rifiuto che si lega, implicitamente, al movimento della nuova sinistra ameticana.
Herbert Matcuse nato a Berlino nel 1898. Ha studiato con Heidegger a Freiburg e neI 1934 emigrato a New York. Per molti anni professore di
scienze politiche alla Brandeis University, insegna attualmente all'Univetsit

di San Diego, in California. Collaboratore di Horkheimer, uno degli autori d Studien iiber Autoritt und, Familie. Tra le sue opete: Reason and Reuolution, uno studio sul1a fiJosofia politica di Hegel (r9j4, tradotto col titomar-

lo Ragione e riuolazione, ry66); Souiet Marxism (1958, un'analisi del

xismo sovietico); Ercs an Ciuilizatioz, ora tistampato nei tascabili della <PBE>; Critica della tolleranza, scitto n collaborazione con R. P. \X/olff e Barrington Moore jr, e apparso in questa collana. Di Marcuse, Einaudi sta inoltte traducendo i saggi t934-38, raccolti in volume sotto il tttolo Kultur und Gesellschall, e un'antologia di articoli e interventi dal'6o a oggi.

Nuovo Politecnico
Ultimi volumi pubblicati (all'interno del volume l'elenco completo): 26. LeRoi Jones,

Il

popolo del blues

Sociologia dei negri americani atttavetso l'evoluzione d,eljazz

27. R.D.Laing, L'io diviso


Studio di psichiauia esistenziale

28. Kenneth B. Clark, Ghetto negro


L'universo della segregazione

Di ptossima pubblicazione:

Karl R. Popper, Scienza e filosofia


Lire roc<

R(lBERTfl BENIGNI
E L'ALLUCE FU
lVonologhi & Gag

EINAUDI TASCABILI STILE LIBERO

Einaudi Tascabili. Stile libero

Battute, gag, tormentoni, comizi, detti memorabili e invettive: il pi scatenato comico dei nostri tempi. A cura di Marco Giusti.
Berlusconi e Mos, la gnacchera e lo sventrapapere, Ferrara e Budda, Dio e Emilio Fede, San Pietro e Di Pietro, gli Svizzeri e iCinesi, la manna, la canna e il Giudizio UnLversale. Dalle fulminanti aggressioni ai politici alla surreale riscrittura della Blbbia, fno alle sublimi tiritere sessuali, I megl o del meglio del pensiero del nostro comico pi amato raccolto per la prima volta in volume, uLe domande chesi fa il corpo nvestono a religionee la politca, due tormentoni, le idee fisse della comicit di Benigni , Benigni parte da basso, e costruisce su bisogn elementari, con un'insistenza quasi manicomiale, una sua teologia fatta di stupori nterrogatvi, di sospetti d pensiero dove si riflette una pazza e vertiginosa corsa di idee in fuga... Per quella strana contraddizione che dei verl comici, l corpo di Benigni, dovunque arrivi, con la sua sola presenza, uccide perfino il teatro, e porta vitalrt e verit'.
Cesare Garbo
i

Roberto Benigni, toscano

di Vergaio, ha esordito in teatro nel 1975 con il monologo Croni Mario di Gaspare fu Giulia, e nel 7971 ha girato con I regi .*-,- sta Giuseppe Bertolucci il suo primo f lm, Berltnguer ti voglro bene Del 1983 il trionfale successo teatrale di Tuttobenigni Dalla collaborazione con Vincenzo Cerami sono nati tre fi m di grande successo: ll piccolo dtavolo, Johnny Stecchtno, ll mostro

,'

Copert na di Tul o Per coli e Pler uigi Cerri

rsBN 88-06-14184-8

INELTI

,illlxru|uru|il

{ll//

DAVID FOSTER WALLACE

LA RAGAZZA CflN

I CAPELLI

STRANI

EINAUDI TASCABILI STILE LIBEFO

Einaudi Tascabili Stile libero

ti d il cielo? ll cielo non d nessuna sensazione,

o0osa mi rispondi se vengo da te a chiederti che sensazioni


tagazzo>>.

Quando tutto ironia, intrattenimento e spettacolo come si racconta il dolore? Le storie di Wallace, riconosciuto ormai ccme il pi grande talento della nuova scena letteraria Usa, aprono uno squarcio netto suila vita americana, la sua durezza, il drammatico alternarsi di verit e finzione Lo stile di Wallace, misce la sulfurea di alto e basso, fa piazza pulila di ogni minimali smo, come di ogni concessione mimetica alla violenza della vita. Basta a Wallace inseguire ideliri drogati di un rampollo wasp e del suo gruppo di amici punk fuor tempo, o ascoltare discorsi di un allucinato Lyndon Johnson di fronte ai manifestanti pacifsti, o spiarlo mentre, nell'intimit di un rapporto con un giovane nero, si infrange la sua maschera di dro, per farci capire che nulla come pretendere di essere, e che raggiungere la realt pura questrone di scrittura e cjl stile Rinnovando la grande tradizlone degli scrittori postmodrni suoi maestri, Thomas Pynchon e Don DeLillo, in particolare, i racconti di Wallace vanno al cuore del sentimento di un'epoca, ne sono al tempo stesso lo specchio e I'anima llsuo lo sguardo di chi cova l'amore per il proprio Paese, ritratto come un grande corpo stanco e ormai violato, di cui conosce palmo a palmo ogni ferita e che ccetta, e fa proprio, con tenace e illusa malinconia.

"La coraggiosa immaginazione e la surreale visionariet di Wallace rendono gl aggettivi "fantasioso", "unico" e "originale" termini qualsiasi.

TC

Boyle

David Foster Wallace nato nel 1962 a Urbana, nell'lllinois autore di clue romanzi, lnftnite Jest e The Broom of the Sistem. ln ltalia uscito da Minimum fax un suo reportage dal titolo, Una cosa divertente che non far mai pi.
Copert na

Tullro Perico i e P erlu gi Cerr

lsBN 88-06-15000-6

Lir q

l5 000

,ililIl[[lililuililu[lt

DANTELE DEL GII'DTCE

ATLANTE OCCTDENTALE

+-.=

Un enorme anello di accelerazione nucleare nel cuore dell'Europa, un giovane fisico ttalrano, uno scrittore alle soglie del Nobel, un doppio esperimento cruciale, Gilda, il castello Voltaire, il cinese \flang, la scomparsa degli oggetti, la storia di un'amicizia che culmina in un nuovo sentimento della tecnica e della memoria, in una nuova percezione di s, in un modo possibile di stare al mondo oggi.
ISBN 88-0-58222-4

Lire r6 ooo (Ivacompresa)

9 il7ggg0x5922271

ililltillflt[[ililil

In un piccolo campo d'aviazione nei dintorni di Ginevra la comune passione per il volo fa incontrare un anziano scrittore alle soglie del Nobel, e un giovane fisico taliano. Lo scrittore ha attraversato la scrittura in tutte le sue forme, e ora in
un rapporto diverso con le storie che immagina.Il fisico lavora in un grande anello di accelerazione che corre sotto 7a terca per trenta chilomeri, tra Francia e Svizzera.L'uno e l'altro sono impegnati in un

esperimento estremo: per lo scrittore si ftatta dr riuscire a <<vedete oltre la forma)>, come egli dice; per il giovane, ancora indeciso tra le seduzioni del potere e la pura passione intellettuale, di contribuire a svelare gli ultimi segreti della materia e

di arrivare all'unificazione delle teorie fisiche.

L'incontro tra i due diventa ben presto fascinazione reciproca, dialogo serrato, amicizia. Lo scrittore sente la novit di una percezione n cui la materia si trasforma in pura geometria; il fisico, che vive nel tempo infinitesimale delle collisioni delle particelle elementari, sa che ogni esperimento ha bisogno dell'emozione'e della memoria, dunque della scrittura. L'uno e I'altro si sforzano di definire la loro posizione sulle mappe di un ipotetico
atlante occidentale.

E tuttavia questo romanzo non racconta soltanto la storia possibile di una complessa e ambiziosa intrapresa scientifica, mavaoltre, insegue le metamorfosi dell'uomo europeo, la nuova percezione che egli ha di s e del mondo che lo circonda. E cos facendo apre nuove dimensoni ale restituiletteratura alla sua vera vocazione di scoperta, di frontiera aperfa su geografie ancora ignote.

I'avventuroso e al romanzesco,
sce la

In sopracoperta: <Coccodrillo>, Iocomotore eletrrico, modello


Mrldin

Non un caso che a raccogliere questa sfida sia un giovane scrittore, deciso a superare I'impasse n cui si trovala nostra narcativa, che spesso sembra riluttate a misurarsi con

i grandi temi del proprio

tempo. Presentando nel 1983 il primo romanzo di Daniele Del Giudice, Lo stadio di \X/imbledon,Italo Calvino si chiedeva se quel libro costituisse un nuovo approccio al racconto, secondo un nuovo sistema

di coordinate. Atlante occidentale d una risposta positiva alla domanda di Calvino, e segna la conferma di uno dei talenti pi originali della nostra letteratura d'oggi.

Daniele Del Giudice, nato a Roma nel 1949, ve tra Roma eVeneza. Lo stad.io di Wimbledon pubblicato da Einaudi, e tradotto n Franca, Germania, Spagna e Portogallo.

vi