Sei sulla pagina 1di 1

Il senso di vuoto Validazione di un test diagnostico

Pace G., Soresi F., Tiseo A., Di Tucci A. e Fiore F.

PREMESSA
Il sentimento di vuoto cronico uno dei criteri principali che permette di effettuare diagnosi di Disturbo Borderline di personalit (DBP), come annoverato nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-IV-TR, 2007); disturbo definito dal DSM-IV come una modalit pervasiva di instabilit delle relazioni interpersonali, dell'immagine di s e dell'umore ed una marcata impulsivit, comparse nella prima et adulta e presenti in vari contesti. Il costrutto di vuoto presente anche nella patologia depressiva, ma mostra caratteristiche diverse dal DBP, essendo legato ad emozioni di tristezza e perdita. Il costrutto di vuoto pu essere spiegato con molteplici significati tanto da rendere necessario un maggiore approfondimento. In letteratura sono presenti pochi riferimenti relativi al senso di vuoto e, inoltre, gli articoli rintracciabili sono di recente pubblicazione: il materiale limitato non favorisce cos una chiara definizione di tale stato. La nostra ricerca, partendo dallipotesi che il costrutto di vuoto possa essere definito e misurabile, si pone come obiettivo quello di costruire un test valido, attendibile e facilmente somministrabile, in grado di valutare questo costrutto.

METODO
La ricerca ha previsto due fasi: una preliminare ed una operativa. Nella fase preliminare stato creato un elenco di definizioni del senso di vuoto, attraverso ricerche bibliografiche sia in letteratura sia sul web. Ci ha permesso la costruzione di un test preliminare formato da 135 item. Nella fase successiva, quella operativa, il test preliminare stato somministrato on-line insieme ad una batteria di validazione (formata da BDI, STAI-X2, BIS-11, AQ, STAXI e SDS), una scheda per la raccolta delle informazioni sociodemografiche e un modulo di consenso informato. Il campione utilizzato formato da 450 soggetti sani (65% femmine, 35% maschi) con et media di 31,5 anni (DS = 7,8).

RISULTATI
Dalle analisi statistiche effettuate emerso che il modello risulta essere bifattoriale, quindi con una struttura a due fattori: Disperazione e Odio per s/Autodistruzione (1). Pertanto attraverso il metodo Direct Oblimin (Cattell, 1978) stata individuata la matrice pattern con le saturazioni fattoriali ruotate per ogni singolo item, ci ha permesso di eliminare gli item con nessuna saturazione o doppia, ottenendo cos un test formato da 35 item (2). Attraverso il software LISREL stata misurata ladeguatezza del modello: 2 =2780.37; gdl=825; p<.001; CFI = .85. NNFI = .901. GFI=.934. AGFI=.931. RMSEA = .0204. Risulta con un fit accettabile, quindi un buon modello. La versione definitiva del test, con gli item opportunamente randomizzati per la presentazione, il Questionario sul senso di vuoto - QSV (2012) di Di Tucci A., Fiore F., Pace G., Soresi F. e Tiseo A. (3). Lattendibilit stata misurata attraverso il coefficiente Alpha di Cronbach e il metodo Split-half (corretta con lutilizzo della formula di Spearman-Brown). In entrambi i casi si sono ottenuti buoni valori di alpha (=.851 e =.707) e si riscontrata quindi una buona coerenza interna al test: il test risulta attendibile. Per poter validare il questionario stata somministrata una batteria di validazione allo scopo di verificare il costrutto misurato. In tal senso si sono eseguite delle correlazioni tra i test e la scala da noi validata. Sono emerse correlazioni negative (p<.05) con il Self-rating Depression Scale di Zung (SDS, Zung W., 1965) e il BDI (Becks Depression Inventory, Beck, Steer e Brown, 1996, ed. ted. a cura di: Hautzinger M., Keller F. & Khner C., 2006): il vuoto non risulta essere in relazione con il disturbo depressivo; e correlazioni positive con le scale che misurano impulsivit, aggressivit, rabbia e ansia (p<.05): il vuoto risulta essere in relazione con impulsivit, aggressivit, rabbia e ansia (4).

Fattori Item 1 Item 13 Item 29 Item 11 Item 8 Item 24 1. Scree test Modello bifattoriale. Il 59% della varianza spiegata da una struttura a due fattori: 1) Disperazione 2) Odio per s/Autodistruzione 0,221 0,222 0,271 0,464 0,464 2 0,493 0,500 0,503 -0,105 -0,105

2. Matrice Pattern ruotata con il metodo Direct Oblimin e saturazioni fattoriali

Questionario sul senso di vuoto QSV (2012) Di Tucci A., Fiore F., Pace G., Soresi F. e Tiseo A.
Questo questionario contiene 35 affermazioni che possono descrivere come si sente abitualmente. Le chiediamo di esprimere un giudizio per ciascuna delle seguenti affermazioni. Segni quindi la risposta che pi si avvicina. Mai Ho avuto una sorta di buco al cuore come se fosse un dolore sordo costante Mi sono sentito travolto da una sensazione di angoscia intesa come uno stato dal quale non c ritorno Mi sono sentito travolto da una sensazione di angoscia intesa come terribile impotenza Raramente

QSV BDI STAI - X2 BIS - 11 AQ STAXI SDS - 0,35* 0,27* 0,37* 0,59* 0,39* - 0,49*

A volte

Spesso

Quasi sempre

4. Correlazione tra QSV e altri test Sig.* p<.05

3. Questionario sul senso di vuoto QSV (2012) Di Tucci A., Fiore F., Pace G., Soresi F. e Tiseo A.

CONCLUSIONI
In seguito allanalisi statistica eseguita per accertare la bont del nostro strumento emerso che il test costruito valido ed affidabile. Il senso di vuoto si spiega attraverso due fattori: Disperazione e Odio per s/Autodistruzione. Emerge inoltre che il vuoto da noi indagato non in relazione con il disturbo depressivo, a differenza di quanto emerge in letteratura. Infine lo strumento non varia a seconda del genere (maschile/femminile), infatti il campione stato diviso per sesso e non emersa una differenza statisticamente significativa tra i punteggi. Si evidenziano dei limiti relativi al nostro lavoro: il test stato somministrato on-line attraverso una piattaforma di indagine statistica, condizione in cui non possibile controllare la veridicit dei dati registrati; il test stato somministrato solo a soggetti sani. Per una ricerca futura potrebbe essere utile: somministrare il test a soggetti sani ma in una condizione maggiormente controllata rispetto alla piattaforma on-line; somministrare il test a soggetti patologici al fine di renderlo uno strumento aggiuntivo allassessment; indagare il senso di vuoto analizzando la correlazione positiva emersa con impulsivit, aggressivit, rabbia e ansia e la correzione negativa con SDS e BDI, che esplorano la depressione.

BIBLIOGRAFIA
DSM-IV-TR. Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Text Revision. American Psychiatric Association. Milano: Elsevier Masson (2007). Klonsky, E. D. (2008). WHAT IS EMPTINESS? CLARIFYING THE 7TH CRITERION FOR BORDERLINE PERSONALITY DISORDER. Journal of Personality Disorders, 22(4), 418-426.