Sei sulla pagina 1di 9

1

Corso di Laurea in Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dellInformazione) Regolamento didattico Art. 1. Attivazione 1. Presso la Facolt di Ingegneria dellUniversit degli Studi dellAquila viene attivato un Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica, afferente alla Classe 9, prevista dal D.M. del 4 agosto 2000 (pubblicato nel S.O. n.170 - G.U. n. 245 del 19/10/2000). Il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica prevede due percorsi formativi: Informatica e Automatica. 2. Per conseguire la Laurea lo studente deve avere acquisito 180 crediti. La durata normale del Corso di Laurea di tre anni. Art. 2. Obiettivi formativi specifici 1. I laureati in Ingegneria Informatica e Automatica devono: essere in grado di recepire e gestire linnovazione, coerentemente allo sviluppo scientifico e tecnologico, in termini di competenze spendibili nei profili professionali aziendali medio-alti possedere capacit di comprendere principi e paradigmi di funzionamento e di progettazione dei sistemi per l'elaborazione dell'informazione e per l'automazione industriale. 2. I laureati in Ingegneria Informatica e Automatica che abbiano seguito il percorso formativo in Informatica devono, in particolare: conoscere le basi della progettazione e sviluppo di applicazioni informatiche complesse ed innovative (quali, ad esempio, i sistemi informativi basati sul web) facendo uso di strumenti informatici consolidati; saper intervenire nella gestione e manutenzione di sistemi informativi complessi in diversi settori dell'attivit aziendale; essere in grado di fornire supporto tecnico di tipo informatico ad organizzazioni produttive e/o commerciali in genere. 3. La formazione acquisita consentir ai laureati del percorso formativo Informatica di: gestire e mantenere sistemi e le applicazioni informatiche che utilizzino tecnologie consolidate; collaborare con altre figure professionali con competenze tecniche; aggiornarsi e recepire le innovazioni tecnologiche nel settore dell'ingegneria dell'informazione, addestrare collaboratori, partecipare a gruppi di ricerca e sviluppo nell'industria informatica e contribuire alla formazione di base nel settore informatico. 4. I laureati in Ingegneria Informatica e Automatica che abbiano seguito il percorso formativo in Automatica devono in particolare: conoscere le basi della progettazione e sviluppo dei sistemi di automazione di processi produttivi complessi sia dal punto di vista dellorganizzazione, della gestione e dellottimizzazione degli impianti di produzione, sia per quel che riguarda la realizzazione della singola cella di produzione automatizzata, con particolare riferimento a isole di lavorazione robotizzate; essere in grado di fornire supporto tecnico di tipo automatico ad organizzazioni produttive e/o commerciali in genere. 5. La formazione acquisita consentir ai laureati del percorso formativo Automatica di: gestire e mantenere sistemi ed applicazioni automatiche che utilizzino tecnologie consolidate; collaborare con altre figure professionali con competenze tecniche;

2
aggiornarsi e recepire le innovazioni tecnologiche nel settore dell'ingegneria dellautomazione, addestrare collaboratori, partecipare a gruppi di ricerca e sviluppo nell'industria automatica e contribuire alla formazione di base nel settore automatico.

6. Il tempo riservato allo studio o ad altre attivit formative di tipo individuale pari almeno al 50 per cento dell'impegno orario complessivo, con possibilit di percentuali minori per singole attivit formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico. 7. Saranno garanti del corso di laurea il Preside della Facolt ed il Presidente del Consiglio di Corso di Studio. Art.3 Ammissione al Corso 1. Per essere ammessi al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, o di altro titolo di studio conseguito allestero, riconosciuto idoneo ai sensi delle Leggi vigenti e nelle forme previste dal Regolamento didattico di Ateneo. 2. Allo studente che si iscrive al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica viene richiesta una buona attitudine allo studio di tipo scientifico. Per quegli studenti per i quali, sulla base del test iniziale che la Facolt di Ingegneria annualmente predispone, si evidenziassero obblighi formativi nellambito delle materie scientifiche di base, il Consiglio Didattico di Corso di Studio si riserva la possibilit di organizzare attivit formative, oltre quelle gestite dalla Facolt, al di fuori dellammontare complessivo dei crediti formativi universitari assegnati al Corso di Studi. Il Consiglio Didattico di Corso di Studio ritiene che il risultato del predetto test, come da Regolamento di Facolt, non debba essere selettivo e vincolante ai fini della immatricolazione. Art. 4. Attivit formative 1. L'ordinamento didattico approvato dal MIUR e attualmente in vigore viene riportato nell'Allegato 1. 2. L'offerta formativa viene riportata nellAllegato 2. 3. Le attivit formative finalizzate allacquisizione dei crediti che costituiscono i curricula previsti dal Corso di Laurea triennale, gli insegnamenti (con indicazione dei settori scientifico-disciplinari di riferimento), le propedeuticit, le articolazioni in moduli e le tipologie didattiche sono riportate in dettaglio nell'Allegato 3. Art. 5. Piani di studio individuali e riconoscimento di crediti formativi 1. Lelenco degli insegnamenti con la indicazione dei corrispondenti crediti e propedeuticit riportato nel Manifesto degli Studi. 2. Su motivata richiesta dello studente, il Consiglio Didattico di Corso di Studio pu accogliere piani di studio individuali, sempre che risultino coerenti al loro interno, funzionali agli obiettivi formativi specifici del Corso e rispettosi degli obblighi previsti per la Classe nel D.M. del 4 agosto 2000. I piani di studio individuali devono essere presentati, dagli studenti che lo desiderino, all'atto dell'iscrizione all'Universit. E' consentita la presentazione di piani di studio individuali successivamente alla data di iscrizione, comunque non oltre il 31 Dicembre, soltanto quando questi hanno per oggetto attivit formative programmate su periodi didattici successivi. 3. Il Consiglio Didattico di Corso di Studio pu riconoscere, secondo criteri predeterminati, crediti acquisiti dallo studente nel caso di documentata certificazione (nel rispetto della normativa vigente in materia) dellacquisizione di competenze professionali alla cui progettazione e realizzazione lUniversit abbia concorso. 4. Sono riconosciuti i crediti formativi relativi alla conoscenza di una lingua dellUnione Europea, oltre litaliano, sulla base di certificazioni rilasciate da strutture, interne o esterne all'Ateneo, su indicazioni

3
generali degli Organi Accademici, e che facciano riferimento per ogni lingua ai sei livelli della scala stabilita dal Consiglio dEuropa, come riportato nel comma 2 dellart. 22 del Regolamento Didattico di facolt. 5. Nel caso di trasferimenti o passaggi di Corso o di Facolt il riconoscimento di crediti acquisiti dallo studente in altro corso di studio dellUniversit dellAquila o di altra Universit, anche estera, compete al Consiglio Didattico di Corso di Studio. 6. Il riconoscimento degli studi compiuti allestero, della frequenza richiesta, del superamento degli esami e delle altre prove di verifica previste e del conseguimento dei relativi crediti formativi universitari disciplinato dai regolamenti dei programmi Socrates/Erasmus e degli altri programmi risultanti da eventuali convenzioni bilaterali e diventa operante con approvazione o (nel caso di convenzioni bilaterali) con semplice ratifica da parte del Consiglio di Corso di Studio.

Art. 6. Prove desame, prova finale e altre verifiche del profitto 1. Ad un credito formativo universitario (CFU), corrispondono, a norma dei Decreti ministeriali, 25 ore di lavoro per studente, comprensive di ore di lezione, di esercitazione, di laboratorio, di seminario e di altre attivit formative richieste dallOrdinamento didattico, oltre le ore di studio e comunque di impegno personale necessario per completare la formazione per il superamento dellesame oppure per realizzare le attivit formative non direttamente subordinate alla didattica universitaria (tesi, progetti, tirocini, competenza linguistica e informatica ecc.). In media, si assumono le seguenti equivalenze di riferimento: 1 CFU = 9 ore di lezione; 1 CFU = 12 ore di esercitazione; 1 CFU = 16 ore di laboratorio; 1 CFU = 25 ore di visite didattiche. 2. La quantit di lavoro medio svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari fissata in 60 crediti. 3. I crediti corrispondenti a ciascuna attivit formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dellesame (orale, scritto o pratico). La valutazione viene espressa in trentesimi e lesame si intende superato con una votazione non inferiore a 18/30. Nel caso di una valutazione a pieni voti (30/30) la commissione pu aggiungere la menzione della lode. 4. A taluni gruppi di insegnamenti pu corrispondere una sola prova desame cui vengono assegnati i crediti riguardanti ciascuno dei moduli proposti per la verifica. In tal caso la prova desame riguarda i programmi degli insegnamenti in questione. Il Consiglio Didattico di Corso di studio al momento dellapprovazione dei programmi di insegnamento stabilisce quali discipline possano dare luogo ad una sola prova desame. 5. Il riconoscimento degli studi compiuti allestero, della frequenza richiesta, del superamento degli esami e delle altre prove di verifica previste e del conseguimento dei relativi crediti formativi universitari da parte di studenti iscritti al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica soggetto allapprovazione o, nel caso di convenzioni bilaterali o di programmi di mobilit studentesca riconosciuti dalle universit della Unione Europea, alla ratifica da parte del Consiglio Didattico di Corso di studio. 6. La verifica delle competenze per abilit informatiche e relazionali, partecipazione a corsi ad elevato contenuto professionalizzante, delle attivit di tirocinio e/o di stages affidata a procedure di tipo pratico e d luogo a valutazioni di tipo idoneativo, nei termini stabiliti dal Consiglio Didattico di Corso di Studi. La verifica verr effettuata da una apposita Commissione, istituita annualmente dal Consiglio Didattico di Corso di Studio, che esaminer le attivit sulla base di verifiche (colloquio, relazione, documentazione presentata dallo studente, etc) a conclusione delle attivit di cui alle predette competenze. Nel caso che i crediti per le competenze di cui al presente comma vengano acquisiti mediante attivit didattica istituzionale la valutazione avviene in trentesimi come per ogni altro esame: il voto di questi esami non concorre alla determinazione della media delle votazioni di esame. 7. Il Consiglio Didattico di Corso di Studi definisce annualmente nel Manifesto degli Studi le attivit formative per le quali la frequenza obbligatoria. Risulta, comunque, obbligatoria liscrizione ai corsi.

4
Allatto delliscrizione annuale allUniversit, lo studente maturer dufficio liscrizione ai corsi obbligatori dellanno, mentre, per quelli a scelta dellanno, essa risulter acquisita con la scelta del corso stesso non obbligatorio. Lesame relativo al corso di cui si ottenuta liscrizione non pu essere svolto prima della conclusione del corso stesso. Il Consiglio Didattico di Corso di Studio pu prevedere specifiche forme di organizzazione didattica e di attribuzione dei crediti formativi universitari per studenti lavoratori o comunque impossibilitati, per comprovate e documentate ragioni personali, economiche o sociali, e riconosciute dal Consiglio di Facolt, alla frequenza delle attivit didattiche. 8. La prova finale consiste nella discussione, davanti ad una Commissione formata a norma del Regolamento didattico di Facolt, di un breve elaborato che serva a comprovare il possesso delle competenze previste dagli obiettivi formativi assegnati al Corso di studio. Lelaborato deve essere accompagnato da una breve sintesi in lingua inglese. Lelaborato proposto per la prova finale si riferisce sempre ad una esperienza, di norma pratico-operativa, svoltasi presso una Facolt universitaria italiana o estera, o presso unazienda, con le quali siano stati stabiliti specifici accordi. Durante la stesura dellelaborato lo studente riceve assistenza da un docente della Facolt, che relazioner alla Commissione in sede desame e che sar chiamato ad esprimere un giudizio di idoneit alla prova mediante sottoscrizione del frontespizio dellelaborato. 9. Il Consiglio Didattico di Corso di studio stabilisce a quale anno di corso debba essere considerato iscritto lo studente ripetente e la eventuale esenzione dalla frequenza, secondo quanto stabilito nel Regolamento Didattico di Facolt.

Art. 7. Trasferimenti, passaggi di corso e di facolt, ammissione a prove singole 1. Le domande di passaggio o di trasferimento presso il Corso di Laurea di studenti provenienti da altri corsi di studio della Facolt di Ingegneria o da altra Facolt sono subordinate ad approvazione da parte del Consiglio Didattico di Corso di Studio che valuta leventuale riconoscimento totale o parziale della carriera di studio fino a quel momento seguita, con la convalida di esami sostenuti e crediti acquisiti, e indica lanno di corso al quale lo studente viene iscritto e leventuale debito formativo da assolvere. 2. A coloro che si iscrivono al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica trasferendosi da un altro Corso di Laurea della stessa o di altra facolt, anche di unaltra universit, italiana o estera, vengono riconosciuti i crediti acquisiti a condizione che essi corrispondano ad esami superati da non pi di quattro anni accademici, che siano rispettati i vincoli di cui allArt. 3 e che i contenuti degli insegnamenti siano equivalenti a quelli degli insegnamenti impartiti nel Corso di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica. In tutti gli altri casi il Consiglio Didattico di Corso di studio valuta, in base alla coerenza con gli obiettivi formativi, se ricorrano le condizioni per il riconoscimento, anche parziale, dei crediti acquisiti. Il Consiglio Didattico di Corso di studio stabilisce altres lanno di corso al quale lo studente viene iscritto e leventuale debito formativo. Art. 8. Accesso a lauree specialistiche 1. Il titolo finale conseguito a conclusione del Corso di Laurea in Ingegneria Ingegneria Informatica ed Automatica costituisce titolo di ammissione al Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica ed Automatica attivo presso la Facolt, con un riconoscimento di crediti pari a 180. Consente pure lammissione ad altri Corsi di Laurea Specialistica secondo le modalit previste dal competente Consiglio Didattico di Corso di studio. 2. E' consentita l'iscrizione in deroga ai Corsi di Laurea Specialistica in presenza di debito formativo riguardante insegnamenti dell'ultimo anno del Corso di Laurea. In questo caso le verifiche e gli esami relativi ad attivit didattiche della Laurea Specialistica non possono comunque essere affrontati dallo studente prima di aver conseguito il titolo della Laurea. Art.9. Rinvii

5
1. Per tutto quanto non previsto dal presente Regolamento Didattico si rinvia alle norme contenute nei Regolamenti didattici dAteneo e di Facolt. Art.10. Modifiche di Regolamento 1. Le modifiche al Regolamento didattico del Consiglio di Corso di Studio debbono essere deliberate a maggioranza assoluta dei componenti del Consiglio di Corso di Studio. Art. 11. Norme transitorie e finali 1. Per quanto non previsto dal presente Regolamento si rinvia alle norme contenute nei Regolamenti didattici di Ateneo e di Facolt.

6
Allegato 1. Ordinamento didattico
A-ATTIVITA FORMATIVE DI BASE

Fisica e chimica Matematica, informatica e statistica

CFU 12-24 18-36

SSD
FIS/01: FISICA SPERIMENTALE MAT/03: GEOMETRIA MAT/05: ANALISI MATEMATICA MAT/06: PROBABILIT E STATISTICA MATEMATICA MAT/09: RICERCA OPERATIVA

Totale Attivit di Base


B-ATTIVITA CARATTERIZZANTI

30-60

Ingegneria informatica

60-78

Ingegneria delle telecomunicazioni Ingegneria gestionale Totale Attivit Caratterizzanti


C-ATTIVITA AFFINI O INTEGRATIVE

6-12 6-12 72-102

ING-INF/04: AUTOMATICA ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI ING-INF/02: CAMPI ELETTROMAGNETICI ING-INF/03: TELECOMUNICAZIONI ING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE ING-INF/04: AUTOMATICA

Cultura scientifica, umanistica, Discipline ingegneristiche Ingegneria elettronica Totale Attivit Affini o integrative
S-CREDITI DI SEDE AGGREGATI

1-6 6-12 6-12 13-30

MAT/05: ANALISI MATEMATICA ING-IND/31: ELETTROTECNICA ING-INF/01: ELETTRONICA

6-12

ING-INF/01: ELETTRONICA ING-INF/02: CAMPI ELETTROMAGNETICI ING-INF/07: MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Totale crediti di sede aggregati


ALTRE ATTIVIT FORMATIVE

6-12

D-A scelta dello studente E-Prova finale e lingua straniera F-Altre Totale Altre attivit formative
TOTALE CREDITI

9 6 3 9 27 180

Prova finale Lingua straniera Tirocinio

7
Allegato 2. Offerta formativa (comune ai due percorsi: Automatica, Informatica)
A-ATTIVITA FORMATIVE DI BASE

Fisica e chimica Matematica, informatica e statistica

CFU 16 30

SSD
FIS/01: FISICA SPERIMENTALE MAT/03: GEOMETRIA MAT/05: ANALISI MATEMATICA MAT/06: PROBABILIT E STATISTICA MATEMATICA MAT/09: RICERCA OPERATIVA

Totale Attivit di Base


B-ATTIVITA CARATTERIZZANTI

46

Ingegneria informatica

62

Ingegneria delle telecomunicazioni Ingegneria gestionale Totale Attivit Caratterizzanti


C-ATTIVITA AFFINI O INTEGRATIVE

9 6 77

ING-INF/04: AUTOMATICA ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI ING-INF/02: CAMPI ELETTROMAGNETICI ING-INF/03: TELECOMUNICAZIONI ING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE ING-INF/04: AUTOMATICA

Cultura scientifica, umanistica, Discipline ingegneristiche Ingegneria elettronica Totale Attivit Affini o integrative
S-CREDITI DI SEDE AGGREGATI

3 9 9 21

MAT/05: ANALISI MATEMATICA ING-IND/31: ELETTROTECNICA ING-INF/01: ELETTRONICA

ING-INF/01: ELETTRONICA ING-INF/02: CAMPI ELETTROMAGNETICI ING-INF/07: MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Totale crediti di sede aggregati


ALTRE ATTIVIT FORMATIVE

D-A scelta dello studente E-Prova finale e lingua straniera F-Altre Totale Altre attivit formative
TOTALE CREDITI

9 6 3 9 27 180

Prova finale Lingua straniera Tirocinio

Allegato 3. Attivit formative


I ANNO 60 C.F.U. (comune ai due percorsi) CODICE DENOMINAZIONE INSEGNAMENTO Analisi matematica I Analisi matematica II e Complementi di matematica Calcolo delle probabilit Fisica generale I Fisica generale II Fondamenti di informatica Geometria Lingua straniera C.F.U. SEM. S.S.D. TIP.

8 11 6 8 8 8 8 3

I II II I II II I

MAT/05 MAT/05 MAT/06 FIS/01 FIS/01 ING-INF/05 MAT/03

A A A A A B A E

II ANNO 63 C.F.U. (comune ai due percorsi) CODICE DENOMINAZIONE INSEGNAMENTO Analisi dei segnali Teoria dei sistemi Calcolatori e sistemi operativi Controlli automatici Elettronica dei sistemi digitali I Elettrotecnica Programmazione a oggetti C.F.U. SEM. S.S.D. TIP.

9 9 9 9 9 9 9

II I II II I I II

ING-INF/03 ING-INF/04 ING-INF/05 ING-INF/04 ING-INF/01 ING-IND/31 ING-INF/05

B B B B C C B

PERCORSO FORMATIVO INFORMATICA III ANNO 57 C.F.U. CODICE DENOMINAZIONE INSEGNAMENTO I1I021 I1I024 I1I023 I1I030 I1I028 I1I032 Basi di dati I Programmazione per il web Reti di calcolatori Un insegnamento a scelta tra: Elettronica analogica I Campi elettromagnetici Misure elettroniche Economia applicata allingegneria Un insegnamento a scelta Corso Professionalizzante Tirocinio Prova finale 6 9 0-3 9-6 6 C.F.U. SEM. S.S.D. TIP.

6 6 6 9

I II II II II I I

ING-INF/05 ING-INF/05 ING-INF/05 ING-INF/01 ING-INF/02 ING-INF/07 ING-IND/35

B B B C

B D F F E

PERCORSO FORMATIVO AUTOMATICA III ANNO 57 C.F.U. CODICE DENOMINAZIONE INSEGNAMENTO I1I027 I1I026 I1I030 I1I028 I1I032 Ingegneria e tecnologia dei sistemi di controllo Robotica industriale Un insegnamento a scelta tra: Elettronica analogica I Campi elettromagnetici Misure elettroniche Economia applicata allingegneria Un insegnamento a scelta Corso Professionalizzante Tirocinio Prova finale 6 9 0-3 9-6 6 C.F.U. SEM. S.S.D. TIP.

9 9 9

II I II II I I

ING-INF/04 ING-INF/04 ING-INF/01 ING-INF/02 ING-INF/07 ING-IND/35

B B C

B D F F E