Sei sulla pagina 1di 3

Universit degli Studi di Roma "La Sapienza" Facolt di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile Prova scritta di Fisica

I del 5 giugno 2001


Esercizio n 1. Uuno sciatore compie un salto da una rampa inclinata di 15 rispetto allorizzontale per poi ricadere lungo un piano inclinato di 45 come mostrato in figura. Sapendo che lo sciatore lascia la rampa con una velocita in modulo pari a V0=10 m/s e trascurando la resistenza dellaria, calcolare a che distanza dal punto di lancio lo sciatore atterra e le componenti della velocita nel punto di atterraggio.

Esercizio n 2 Un punto materiale di massa m e disposto sul pavimento della cabina di una funicolare che si muove con accelerazione costante a lungo un pendio di angolo =30. Sapendo che il coefficiente di attrito statico tra la massa e il pavimento e S=0.4, calcolare quanto puo valere al massimo laccelerazione della cabina affinche il punto materiale rimanga fermo durante il moto. Esercizio n 3 Un cilindro di massa m=1kg e raggio R, in moto di puro rotolamento su un piano orizzontale scabro con velocita V1=10 m/s, viene rallentato in modo costante mediante un freno fino a raggiungere la velocita di V2= 2 m/s in t=10 s. Calcolare la potenza media dissipata.

Rispondere in modo esauriente e preciso ad almeno una delle seguenti domande 1) Definire la funzione energia potenziale per una forza conservativa qualsiasi; calcolare, inoltre, lespressione della funzione energia potenziale per una forza elastica caratterizzata da una costante elastica nota. 2) Cose una macchina termica? Calcolare il rendimento di una macchina termica di Carnot.

Universit degli Studi di Roma "La Sapienza Facolt di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile Prova scritta di Fisica I del 5 giugno 2001

SOLUZIONI
Esercizio n1 Fissando lorigine del sistema di riferimento nel punto di lancio dello sciatore si ottiene: x t y t

V 0 sin

V 0 cos

1 2 da cui gt 2

y x tan

1 x g 2 2 cos

V2 0

dove

15 .

Lequazione della traiettoria, insieme allequazione del piano inclinato xc

x , consente di

ricavare lascissa del punto di caduta dello sciatore

tan 2 V2 0

1 cos 2

da cui si

ottiene

xc cos

34.11 m dove

45 .

Per il calcolo delle componenti delle velocita nel punto di atterraggio basta ricordare che

Vx t

V 0 cos

9.66

V y tc

V 0 sin

g t c

m s dove tc e listante dellatterraggio. Questultimo si ricava 2 V 0 tan

imponendo

x(tc)=xc

da

cui

si

ottiene

tc

1 cos

2.5 s ,

V y tc

V 0 sin

g t c

21.9

m s

Esercizio n 2 Nel sistema di riferimento non inerziale della cabina, il corpo di massa m e sottoposto a forze reali e fittizie come mostrato in

figura. La soluzione dellequazione di Newton quando il corpo e fermo conduce alla definizione della reazione normale e dellattrito statico: R n m g m a sin A m a cos

Imponendo

la

condizione

Rn

si

ottiene

cos

s g sin s

5.89

m s2

Esercizio n 3 Lenergia cinetica di un cilindro in moto di puro rotolamento e: T 1 2 1  m Vc I 2 2 c


2

1 2 Ic V m 2 2 c R

in quanto

V c R 

. Il teorema del lavoro e

dellenergia cinetica stabilisce che il lavoro fatto da tutte le forze presenti e pari alla variazione di energia cinetica. Poiche ne la forza peso e ne lattrito statico compiono lavoro, il teorema del lavoro e dellenergia cinetica stabilisce che: L freno T f T i 1 2 Ic V m 2 c,f R2 1 2 Ic V m 2 c,i R2

L t

72 J essendo

Ic

1 2 m R . La potenza 2

media dissipata e quindi W 

7.2 W .